Recensione le idi di marzo regia di George Clooney USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione le idi di marzo (2011)

Voto Visitatori:   6,77 / 10 (106 voti)6,77Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film LE IDI DI MARZO

Immagine tratta dal film LE IDI DI MARZO

Immagine tratta dal film LE IDI DI MARZO

Immagine tratta dal film LE IDI DI MARZO

Immagine tratta dal film LE IDI DI MARZO

Immagine tratta dal film LE IDI DI MARZO
 

Un giovane attivista prova il discorso del candidato alle primarie.

Ha trent'anni ma sa muoversi nelle campagne elettorali con competenza e mestiere e soprattutto appoggia entusiasticamente il suo uomo perché palesemente convinto della bontà delle sue idee.

Il film scritto e diretto da George Clooney e tratto da una pièce teatrale di Beau Willimon, Farragut North, si muove interamente nel mondo del partito democratico e dei maneggi di chi vuole raggiungere il potere senza farsi troppi scrupoli.

Già ne "Il candidato", uscito nei primi anni Settanta, in un periodo politicamente caldo a livello planetario, Robert Redford affrontava la tematica delle campagne elettorali sviscerando conflitti interni, difficoltà e arrivismo e nella sua parte iniziale la pellicola di Clooney sembra prendere più di uno spunto dal film di Redford.

Nel film di Redford il protagonista era un aspirante senatore con l'idea di approdare alle primarie, in questa storia Clooney, alias il governatore Mike Morris, ha un ruolo marginale perché in realtà la storia ruota tutta intorno al giovane Stephen Meyers (Ryan Gosling), brillante addetto alla comunicazione e alla sua formazione.

Il titolo della pellicola allude alla congiura che portò Giulio Cesare alla morte.

Meyers, entusiasta e ingenuo all'inizio del film, lentamente si rende conto del lato oscuro del suo candidato e si trasfigura, mutando anche l'espressione del volto che diventa via via più duro.

Le complicate trame politiche che lo vedono vittima e carnefice a più riprese uccidono così la sua freschezza, per trasformarlo in un cinico arrivista senza sentimenti.

Giocato molto sui dialoghi e sulla gestualità degli interpreti, proprio perché di derivazione teatrale e quasi sfrondato dall'uso della colonna sonora, "Le idi di marzo" si avvale di una sceneggiatura brillante e di interpreti caratteristi di grossa levatura (i duetti più gustosi sono quelli tra Gosling e i due capi di delegazione dei candidati, ovvero Philip Seymour Hoffman e il lanciatissimo, dopo "La versione di Barney," Paul Giammatti).

Un occhio particolare alle due interpreti femminili: Marisa Tomei, nel ruolo di una giornalista d'assalto e la giovane Evan Rachel Wood, ormai adulta (si fece notare quasi dieci anni fa nel torbido "Thirteen") agnello sacrificale e trait-d'union nel camminoprofessional-spirituale del giovane Meyers.

Ambientato in un futuro imprecisato, ma girato in piena epoca "Obama", il film denuncia spietatamente le manovre di partito e per questo ha provocato negli USA un aspro dibattito verso il regista Clooney.

E' invece ammirevole come l'attore e regista, di chiara collocazione democratica, abbia voluto segnalare la corruzione tout court, grido di dolore e richiesta di aiuto agli uomini di buona volontà, denunciando il male nella politica, nel mondo dei media e nella comunicazione tra simili ormai ridotta a un eterno opportunistico compromesso, come estremo tentativo di risvegliare le coscienze ripiegate su se stesse per i troppi problemi sociali che i tempi hanno portato.

Pathos e lucida denuncia sono gli ingredienti principali per un film che tiene avvinti dalla prima all'ultima allusiva scena. Consigliatissimo.

Commenta la recensione di LE IDI DI MARZO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 20/12/2011 17.54.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

7 uomini a molloa private waralmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldaquamanattenti al gorillaben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutionchesil beach - il segreto di una nottecity of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecosa fai a capodanno?dinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2
 NEW
dove bisogna stareescape room (2019)friedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bambole
 NEW
glasshepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettrica
 NEW
la douleurla notte dei 12 annila prima pietrala scuola serale
 NEW
l'agenzia dei bugiardilake placid: legacyle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksy
 NEW
m.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerba
 NEW
maria regina di scozia
 NEW
mathera - l'ascolto dei sassimenocchio
 NEW
mia e il leone biancomia martini - io sono miamorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)non ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magicheotzi e il mistero del tempoovunque proteggimiralph spacca internetred land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocoride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favoreupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'vice - l'uomo nell'ombra
 NEW
voglio mangiare il tuo pancreaswidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

983593 commenti su 40758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net