Recensione bolt - un eroe a quattro zampe regia di Byron Howard, Chris Williams USA 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione bolt - un eroe a quattro zampe (2008)

Voto Visitatori:   7,40 / 10 (120 voti)7,40Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE

Immagine tratta dal film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE

Immagine tratta dal film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE

Immagine tratta dal film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE

Immagine tratta dal film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE

Immagine tratta dal film BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE
 

Il quarantottesimo lungometraggio dei Walt Disney Studios è il secondo, dopo l'ottimo I Robinson, ad uscire da quando John Lasseter, fondatore della Pixar, ha preso le redini creative di una Disney ormai in crisi profonda, senza più magia, costretta a rincorrere i modelli vincenti di Pixar e Dreamworks, incapace di uscire dal solco tracciato nel lontano '39 da zio Walt con Biancaneve.

E' noto che Bolt ha avuto una gestazione difficile, con cambio di regia e di script in corso, dovuti proprio all'intervento di John Lasseter, che ha tolto il progetto a Chris Sanders (Lilo e Stitch) per divergenze creative. Non ci si può però lamentare del risultato finale, anzi, benché resta la curiosità per quello che avrebbe potuto essere Bolt in mano al regista in grado di regalarci l'ultimo personaggio Disney veramente azzeccato dai tempi de Il re leone.

La trama: Bolt (voce di John Travolta nell'originale, da noi un buon Raul Bova) è un cane dotato di superpoteri fantastici con i quali protegge la piccola Penny durante la ricerca del padre della bambina, rapita dal malvagio dr. Calico. Bolt è però l'unico ad ignorare di essere la star di una serie televisiva di successo: ogni sera, Bolt viene lasciato solo sul set affinché non scopra di essere in una finzione, finché, quando per la prima volta un episodio della serie viene concluso con un cliffhanger (Penny rapita) invece che con un lieto fine, Bolt fugge dal set nel tentativo di salvare la sua padrona. Al primo tentativo di utilizzare i suoi superpoteri, Bolt perde i sensi picchiando la testa e al risveglio si ritrova dall'altra parte degli Stati Uniti, solo, inconsapevole di essere un normalissimo cane e terrorizzato dal… polistirolo, che crede essere la causa del suo indebolimento. Il viaggio di ritorno porterà la dolorosa conoscenza e accettazione della verità ma anche la scoperta di quanto bella sia la vita di un cane normale. Gli immancabili compagni di viaggio sono Mittens, una gatta sveglia e saccente che Bolt fa prigioniera credendola alleata del dottor Calico e Rhino, un criceto teledipendente un po' psicolabile grandissimo fan di Bolt (convinto anche lui di avere di fronte un supercane).

La struttura della trama e la risoluzione finale non provano neanche a discostarsi dalla tradizione disneyana e anche stavolta non si può fare a meno del numero musicale centrale, poco riuscito almeno nella versione italiana, che accompagna la sequenza "on the road" e lancia in qualche modo gli eventi che conducono alla conclusione. Nonostante tutto proceda sui soliti binari il film è godibilissimo e raggiunge tutti i bersagli (tranne quello di commuovere, forse, vista la prevedibilità del finale).
Ruba la scena fin dalla sua prima apparizione il criceto Rhino, vera anima comica del film, una sorta di Trekkie di Bolt, irresistibile nella sua palla di plastica (geniale la sequenza in cui, infervorato, canticchia la colonna sonora) e vagamente inquietante come tutti i monomaniaci. Gli intenti satirici e parodistici nei confronti dei film d'azione, dei film sui supereroi e sugli zombie di questa o quell'altra serie televisiva costituiscono un sottotesto gradevole per gli spettatori adulti e attenti, aumentando la dose di divertimento.

La sequenza iniziale, in cui si assiste ad un episodio della serie, è degna di una produzione Bruckheimer, un inseguimento folle (ma non mancano elementi di comicità slapstick) in cui Bolt riesce a mettere in mostra tutti i suoi poteri, cosa che tenterà con alterne fortune di replicare nella realtà in seguito. Il meccanismo di "rimonta" viene sapientemente utilizzato registicamente ogni volta che Bolt tenta di utilizzare i suoi poteri (fantastico il suo tentativo di utilizzare la super vista).
Colpisce fortemente la sequenza nella roulotte, dopo le riprese, in cui Penny tenta di tranquillizzare Bolt e di farlo giocare mentre lui, convinto di doverla proteggere, non riesce neanche a mangiare o a giocare come un cucciolo normale. Si prova davvero pena per un essere sfruttato e preso in giro a fini di lucro e si fa fatica, a meno di essere un bambino, a empatizzare con Penny, che si dispererà lungo tutto il film di aver perso il suo Bolt, ma che comunque è complice del raggiro nei confronti del piccolo quadrupede.

L'idea di fondo non è originalissima, basti pensare a The Truman Show o allo stesso Toy Story. Stavolta però il film si connota di una ulteriore vena di tristezza, se si pensa agli effetti negativi dello stress per gli animali (e i bambini) vittime dell'ingranaggio dello show biz.
La cura Lasseter funziona, dunque, anche se per il momento la distanza dalla qualità dei lavori Pixar resta abissale, non tanto a livello tecnico quanto artistico. Notevole invece la differenza di qualità dell'animazione, per fluidità e dettagli, rispetto a I Robinson ed anche la struttura narrativa è molto più coerente, laddove il precedente film, nonostante una trama più interessante, soffriva di alcuni passaggi a vuoto.

In ultima analisi, Bolt manca di coraggio e di elementi di sorpresa ma compensa in coinvolgimento, qualità tecnica e divertimento intelligente e distante dalle banalità di certa concorrenza diretta.

Commenta la recensione di BOLT - UN EROE A QUATTRO ZAMPE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di JackR - aggiornata al 02/01/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)
 NEW
amici per casoanimale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or diebanel e adamacuckoocult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torre
 NEW
deadpool & wolverineeileenel paraisoera mio figlio (2024)fantastic machinefederer: gli ultimi dodici giornifly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortaligli indesiderabili (2023)glory hole
 NEW
here after - l'aldila'
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfallail mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent natureindagine su una storia d'amoreinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'imperol'invenzione di noi duelonglegsl'ultima vendettamadame lunamade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello miomatrimonio con sorpresa (2024)
 NEW
mavka e la foresta incantatame contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablancanon riattaccare
 NEW
persona non grata (2024)prima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurrotwistersun messicano sulla luna
 NEW
un oggi alla voltaun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052598 commenti su 50961 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

AYKAMA' ROSA

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

ON THE JOB: THE MISSING 8
Locandina del film ON THE JOB: THE MISSING 8 Regia: Erik Matti
Interpreti: John Arcilla, Dennis Trillo, Dante Rivero, Joel Torre, Christopher De Leon, William Martinez, Lotlot De Leon, Ina Feleo, Ricky Davao, Vandolph, Isabelle De Leon, Rayver Cruz, Soliman Cruz, Andrea Brillantes
Genere: poliziesco

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


LA ZONA D'INTERESSE
Locandina del film LA ZONA D'INTERESSE Regia: Jonathan Glazer
Interpreti: Christian Friedel, Sandra Hüller, Medusa Knopf, Daniel Holzberg, Ralph Herforth, Maximilian Beck, Sascha Maaz, Wolfgang Lampl, Johann Karthaus, Freya Kreutzkam, Lilli Falk, Nele Ahrensmeier, Stephanie Petrowitz, Marie Rosa Tietjen, Ralf Zillmann, Imogen Kogge, Zuzanna Kobiela, Julia Polaczek, Luis Noah Witte, Christopher Manavi, Kalman Wilson, Martyna Poznanski, Anastazja Drobniak, Cecylia Pekala, Andrey Isaev
Genere: drammatico

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

MARILYN HA GLI OCCHI NERI
Locandina del film MARILYN HA GLI OCCHI NERI Regia: Simone Godano
Interpreti: Miriam Leone, Stefano Accorsi, Thomas Trabacchi, Mario Pirrello, Orietta Notari, Marco Messeri, Andrea Di Casa, Valentina Oteri, Ariella Reggio, Astrid Meloni, Giulia Patrignani, Vanessa Compagnucci, Lucio Patané, Agnese Brighittini
Genere: commedia

Recensione a cura di Severino Faccin

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net