wolf creek regia di Greg McLean Australia 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

wolf creek (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film WOLF CREEK

Titolo Originale: WOLF CREEK

RegiaGreg McLean

InterpretiCassandra Magrath, Kestie Morassi, Nathan Phillips, John Jarratt, Andy McPhee

Durata: h 1.39
NazionalitàAustralia 2005
Generehorror
Al cinema nel Novembre 2005

•  Altri film di Greg McLean

•  Link al sito di WOLF CREEK

Trama del film Wolf creek

Due ventenni inglesi Liz e Kristy si mettono in viaggio sulla costa occidentale dell'Australia. Il viaggio volge al peggio quando, tornando alla loro macchina dopo un'escursione nel Parco Nazionale di Wolf Creek, i tre ragazzi scoprono che il motore dell'auto non si accende. Un aiuto piuttosto inatteso arriva da un carro attrezzi guidato da Mick che li assicura di poter riparare la macchina, non prima però di averla rimorchiata fino alla sua officina. Una volta lì i ragazzi si addormentano intorno a un falò mentre il meccanico comincia a lavorare. Quando Liz si sveglia, trovandosi legata e imbavagliata, ecco che comincia l'orrore senza tregua...

Film collegati a WOLF CREEK

 •  WOLF CREEK 2, 2014

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,09 / 10 (157 voti)6,09Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Wolf creek, 157 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

pak7  @  09/04/2019 03:47:19
   6½ / 10
Media ponderata tra una prima parte poco avvincente e una seconda davvero ad altissimo livello. In definitiva un thriller/horror cinico e cattivo al punto giusto. I personaggi, tranne il meccanico, sono poco caratterizzati.

Wilding  @  05/02/2019 20:12:51
   6 / 10
Pecche nella trama ma si lascia seguire sino alla fine con discreta attenzione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  26/11/2017 14:31:45
   7 / 10
Un horror underground sporco, malsano e cattivo al punto giusto.
Piccola perla del genere slasher.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  01/08/2017 18:43:55
   5½ / 10
Ci sono almeno due grosse ******* nel film
la prima

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

la seconda

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E queste sono idee degli sceneggiatori in quanto Ben non può sapere cosa possa essere successo in quel lasso di tempo.....
Senza queste assurde ingenuità il film poteva essere passabile, Mick è tosto, ma così non esiste che possa arrivare alla sufficienza..... guarderò il 2, forse sarà migliore...

5 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2019 22.29.21
Visualizza / Rispondi al commento
Colibry88  @  13/07/2017 06:15:26
   6½ / 10
Road movie a tinte horror che riesce quantomeno a turbare lo spettatore. La prima parte riesce a creare una certa aspettativa, sebbene il "mostro", passatemi il termine, si introduca nella vicenda quasi casualmente. Discreta la performance del cast, anche se nessuno brilla particolarmente. Un po' meno convincente la storia in sé. I personaggi infatti si lasciano possedere dal più comune dei demoni nei film horror, e cioè quello della "stupidità". Vengono messi in fila un fastidioso susseguirsi di cliché e sciocchezze tali da indurre lo spettatore a "tifare" per l'assassino. Nel complesso è guardabile e non delude, ma a condizione di non aspettarsi chissà che.

kosè82  @  03/04/2017 17:33:52
   8 / 10
Media troppo bassa per questo eccellente horror. Il cattivo di turno è davvero "CATTIVO" e non sbaglia un colpo. Atmosfera malsana, violenza ai massimi livelli e ottima regia, fanno di questo film un vero gioiellino.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

InvictuSteele  @  04/11/2016 23:26:25
   4½ / 10
Ma come si fa a mettere voti alti a questo film? Addirittura un 8 della recensione! Siamo seri, un film di una sciocchezza imbarazzante, pieno di situazioni inverosimili e stupide, zero tensione, carisma dei personaggi davvero nullo, il killer è un povero decerebrato che spunta ovunque peggio di Michael Mayers e si muove con scioltezza nonostante le ferite. I tre ragazzi sono pessimi, non sanno come comportarsi e sembrano tre cretini all'asilo nido. Un'ora di film statica, senza colpi di scena e atmosfera, poi succede qualcosa ma anche lì siamo ai minimi termini. Un horror mediocre e con una fotografia pessima.

horror83  @  19/01/2016 10:56:52
   6½ / 10
Diciamo che quello che ho visto è più o meno quello che mi aspettavo di vedere, anche se speravo che fosse un pochino più carino!
E' un film che si lascia guardare e la trama è sempre quella.....un pazzo che mette fuori uso le auto dei turisti, li rapisce, e li vuole torturare/uccidere.....però non si vede nulla di sconvolgente...Bello il paesaggio australiano con queste praterie estese e deserte....Sicuramente molto meglio questi film che quelle schifezze degli anni '70 e '80.

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/01/2016 13.01.59
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  17/10/2015 16:15:10
   6 / 10
Sinceramente Greg McLean mi ha convinto di più con "Rogue" , nonostante anche quest'ultimo era un richiamo a film vistri e stravisti(animal monster), ma perlomeno ricordava i cari vecchi film anni 70/80(a differenza di altre opere recenti che erano solo un insulto a quelli vecchi).......questo "Wolf Creek" invece è il solito filmetto moderno con lo psicopatico di turno che tiene prigionieri i poveri teen agers sfigati della situazione con ingredienti legati alla sadicità e la sopravvivenza; esattamente come altre decine di pellicole viste dalla metà degli anni 90....oddio, è vero che pure questa categoria è nata sempre circa 40 anni fa, però con il cinema attuale l'hanno riproposta talmente tante volte, con le solite formule e le solite situazioni, da arrivare al punto di stancare alla grande....
Ora forse sono un pò ingiusto con "Wolf creek" perchè alla fin fine non è recentissimo(2005), però va bhè, io l'ho visto adesso e se non mi succedeva con questo mi poteva succedere con il remake di "I spit on your grave" o "Hostel"....insomma, a meno che non si inventano qualche elemento nuovo sti film stanno cominciando a rompere il cazzò...ce ne stanno uno scatafascio......
Registicamente è carino, debitore per l'appunto di tanti altri "papà" degli anni 70 come "Le colline hanno gli occhi" di Craven o i più splatterosi "Non aprite quella porta".....ma mo basta dai.....vedrò anche il secondo per sentito dire che è superiore, ma sono un tantino saturo di ste pellicole tutte uguali ed estremamente inferiori ai loro antenati....se non altro quelli erano meno commerciali....

Vlad Utosh  @  19/08/2015 21:09:24
   6½ / 10
Buon horror australiano che ha come pezzi da novanta un'ottima fotografia e un personaggio -John Jarratt molto bravo - folle e sadico davvero notevole.
Lo bellissime e desolate lande, che fanno da cornice alle vicende degli sventurati, aiutano a creare una buona atmosfera.
Certo la trama sa di già visto, ma il film è ben congeniato e si lascia guardare con piacere.

TheLegend  @  19/06/2015 06:52:20
   4 / 10
Veramente scadente e pieno di situazioni ridicole soprattutto nella parte finale.

rebootboy  @  17/06/2015 19:10:36
   6 / 10
Senza infamia,senza lode.
Sinceramente non mi ha annoiato ma neanche entusiasmato,forse sono un po anestetizzato quando si parla di questo genere di film.Il punto è che non è riuscito a sorprendermi (anche se ho apprezzato alcune scelte non stereotipate).
Punti forti:location splendida e il 'buon' Mick che diventerà un personaggio cult.
P.s. Qualche errore nel raccontare la vicenda pesa sul voto,senza avrebbe raggiunto il sette.

Filmaster95  @  13/11/2014 10:11:47
   5½ / 10
Mah non mi ha convinto del tutto,si dilunga troppo all'inizio con il viaggio dei tre protagonisti poi quando entra nel vivo con mick taylor ci si aspetta sempre il salto di qualita della pellicola che non arriva mai.
Dopotutto non mi sento di bocciarlo del tutto perchè il cattivo anche se non rappresentato benissimo risulta comunque essere molto schizzofrenico e malsano.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  27/08/2014 23:14:21
   6½ / 10
Un buon thriller che si dilunga molto nella preparazione degli eventi centrali, creando un'ottima suspense ma che si perde un po' proprio nella parte finale, risultando sottotono rispetto alle aspettative create.

Mick Tyler diventa a pieno titolo uno dei cattivi più spietati degli ultimi anni.

antoeboli  @  23/08/2014 12:27:09
   5 / 10
Devo dire non mi ha convinto per nulla questo wolf creek . consigliatomi da qualche conoscente , e vedendo che ha addirittura dei seguiti , mi aspettavo un bel film , invece non porta nulla di nuovo al genere , anzi , rimane sotto a diversi film slasher se così possiamo dire dell epoca , tra cui ''le colline hanno gli occhi remake '' , che secondo me erano superiori , o un wrong turn . Sono i primi che mi sono venuti in mente .
La storia sembra voler indirizzare lo spettatore verso la direzione xfiles , ma poi sembra che la scenggiatura passi di mano a un altra persona e la pellicola prende una direzione da elementare Watson con un antagonista che (vedi spoiler).
Registicamente è anche girato bene , seppur gli attori sono degli sconosciuti , e non spiccano per nulla , e la direzione italiana del doppiaggio è fatta col sedere , con voci assolutamente che non si possono sentire (quindi lo consiglio di vedere in lingua originale).
film che include scene che capisci solo lla fine sono senza senso , e attori che tipo li vedrai per 20 min precisi , per poi rivederli solo nel finale , e magari sono pure messi come artisti principali.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

deliver  @  08/08/2014 15:12:00
   6 / 10
Thriller australiano d'annata divenuto celebre più per merito del villain di turno e del suo stile che non peraltro. Benché sia derivativo, Wolf Creek ha comunque un suo perché. Saporito piatto per gli amanti del genere slasher, la regia regala più prodezze a dispetto della trama che a tratti decade purtroppo nell'idiozia involontaria: valga la sequenza delle ragazze che fuggono rubando il pick up del killer per poi, tuttavia, decidere di precipitarlo in un dirupo per far credere allo psicopatico Mick di essere defunte. Certo, che pazza idea ! Rimanere a piedi in una landa buia con un assassino che ti segue a piedi, privarsi dell'unico mezzo di fuga possibile per poi sentenziare, come fa una delle due ragazze, "non lo capisci che ci serve una macchina per scappare da questo posto ?!" Come scusa !? Ma che colpo di genio ! Peccato che arrivi in ritardo -.-
McLean del resto che è più abile a dirigere il terrore che non a scrivere dialoghi e situazioni credibili, nel sequel propenderà per uno script assai più asciutto e avvinghiato all'azione pura.
Giudizio ultimativo: dopo tutto non male, se gli si può perdonare qualche difetto di troppo scambiandolo con quei pregi che pure non mancano, Wolf Creek vi farà fare la conoscenza di un altro bel cattivone da includere nella famiglia orrorifica dei killer sadici.

alex94  @  17/06/2014 10:21:09
   6 / 10
Discreto horror australiano del 2005.
La trama è quella classica di questo genere di film ed è piuttosto banale,buona è invece la regia così come bravi sono gli attori,in particolare John Jarratt nella parte del sadico assassino.
Discreto anche il tasso di splatter presente e bellissimi i luoghi in cui il film è ambientato.
Non un film imperdibile,ma meritevole di una visione.

steven23  @  05/02/2014 20:24:27
   6 / 10
McLean riesce nel suo compitino senza regalare nulla di più. Anzi, la storia è piuttosto banale, così come basso è stato il mio interesse per gran parte della durata. Ma cosa fa salire il voto sino alla sufficienza?
Due particolari, il primo riguarda lo splendido paesaggio che circonda i tre ragazzi, quel bush australiano che se ripreso con la dovuta cura è sempre una garanzia. Il secondo è la figura del serial killer che, sebbene non resti stampata nella memoria come una delle più celebri, risulta comunque interessante... e anche Jarratt, l'attore che lo interpreta se la cava bene. Dona un certo realismo al suo personaggio e non va mai sopra le righe.
Sufficiente ma niente di più. Lo stesso regista ha fatto molto meglio con "Rogue".

Horrorfan1  @  12/01/2014 12:47:07
   8½ / 10
Buon thriller, ma non merita il massimo dei voti, sia per l'inizio un po' lento e tirato...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  27/07/2013 20:44:04
   3 / 10
ieri mi sono fatto una bella maratona di film horror, ne ho visti ben 5 di fila. Questo è stato a parer mio il più noioso, prolisso e poco originale.
Il solito horror con il tipico psicopatico di turno che cerca di uccidere i malcapitati . la cosa peggiore della pellicola rimane in ogni caso la tensione, praticamente inesistente. Mi ha scioccato vedere anche la moltitudine di stupidaggini dei protagonisti, mi hanno irritato non poco!
Io francamente lo sconsiglio, ma se volete proprio buttare del tempo per nulla fate pure. Bocciato!!!

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  27/07/2013 17:03:15
   5 / 10
Horror australiano piuttosto modesto, banale e poco originale. Trascurabile.

krueger419  @  03/06/2013 19:55:34
   4 / 10
SUPERSPOILER!
Finalmente un film horror australiano! Una buona ventata d'aria fresca nel mondo della cinematografia horror! No.. uno schifo!
Parte bene, giovani, alcolici e sigarette, originalità ai massimi livelli!
Ma aspettiamo lo sviluppo della trama... non c'è uno sviluppo della trama! le location sono molto belle e suggestive ma basta.. STOP!
La "parte slasher" dura tipo 20 minuti, l'assassino è un misto tra Mr. Crocodile Dundee e John Ryder! E il finale dovrebbe sorprendere? bene, non lo fa, è banale come pochi.

BlueBlaster  @  14/01/2013 01:31:20
   5 / 10
Se dovessi basarmi sulla sceneggiatura o sul tasso di gore il film sarebbe a livelli molto bassi...prende qualche punto per la più che buona regia ed i bellissimi paesaggi ben fotografati!
La storia non è originale e per quasi un'ora non succede praticamente nulla...poi la situazione si fa interessante ma a parte qualche scena è un film molto dimenticabile.

jannakis  @  11/12/2012 10:51:58
   7 / 10
siccome la trama non mi sembrava originale ho iniziato la visione con una certa diffidenza, invece wolf creek si è dimostrato un buon film, che mai sfocia nei soliti eccessi o inverosimiglianze tipiche di questo genere, serbando la giusta tensione fino alla fine.

gemellino86  @  07/11/2012 07:28:19
   7 / 10
Horror di buona fattura con discreti momenti di tensione. Agli amanti del genere sicuramente piacerà. Inquietante al punto giusto.

Jolly Roger  @  16/09/2012 22:24:19
   8 / 10
Ero a Wolfe Creek 4 settimane fa, ci sono stato un'intera giornata e passato la notte. Avendo l'occasione di essere in Australia, non potevo non passarci, anche se, eufemisticamente parlando, è un pochetto "distantino" da Darwin.
Comunque la sensazione che si prova a Wolfe Creek è unica.
Immensamente piccoli, in senso spaziale ma anche "temporale": il cratere che ti circonda sì è formato 300.000 anni fa, c'era prima, c'è ancora oggi, ci sarà sempre, nella sua maestosità e nel suo incredibile silenzio. Si respira una certa desolazione, ma non triste; è il contrasto che si prova immaginando quanto deve essere stata potente l'esplosione dovuta all'impatto del meteorite, rispetto al silenzio e all'immobilità di come si presenta ora il cratere.

Non mi sorprende che abbiano scelto Wolfe Creek per ambientarci un film horror: è un posto un po' spaventoso. Vuoi per la desolazione, vuoi per elementi "preparatori" che ti suggestionano già prima di arrivarci: 200 km per su una strada non asfaltata che ci ha portato via 5 ore in mezzo al nulla. Solo la carcassa di qualche animale in mezzo alla strada, con tanto di avvoltoi intenti a mangiarsela, e alcune carcasse di automobili abbandonate per sempre ai bordi della strada.
Ovvio che il cellulare non prende e soprattutto non c'è nessuno.
Soli, io e mio fratello, nessun altro visitatore a Wolfe Creek nell'intero giorno! Ogni passo nel cratere lo misuravamo al centimetro per il timore dei serpenti, che è abbastanza forte per il fatto che eravamo lontani dal mondo.
Quando poi cala la notte, il silenzio del deserto diventa impressionante, il buio è totale, ma il cielo era tappezzato da un manto di stelle splendenti come in nessun'altra parte del globo, non mi dimenticherò mai di quella notte. Oltretutto era agosto, periodo di stelle cadenti. Spettacolo.

Ma lasciamo perdere. Due parole sul film. L'avevo visto molto tempo fa e l'ho riguardato ora per la seconda volta. E' molto bello e ne consiglio la visione a tutti: non annoia, è anche abbastanza originale.
Ottima la recitazione del cattivone nella prima parte del film, forse un po' troppo sopra le righe nella seconda parte...ma comunque un ottimo nipotino, alla lontana, di Non aprite quella porta.

Il film contiene una serie di imprecisioni, soprattutto sul luogo, ma le metto in spoiler: è roba noiosa ma può tornare utile a chi fosse interessato a visitare quei luoghi.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Chi volesse fare una vacanza là e necessitasse info, assolutamente a disposizione.
Quest'estate ho avuto la fortuna di visitare un paio di posticini un pochino horror: Loch Ness in Scozia e Wolfe Creek. Ma domani, lunedì, visiterò un altro posto che è ancora più horror di questi due messi insieme:
L'ufficio.
:-(

5 risposte al commento
Ultima risposta 17/09/2012 14.34.21
Visualizza / Rispondi al commento
manuakacoach  @  31/07/2012 23:02:16
   6½ / 10
Questo film purtroppo si rovina irrimediabilmente con la stupidità dei protagonisti...un vero peccato sopratutto perchè la tensione si sente e la fotografia è veramente spettacolare!

Mic Hey  @  30/07/2012 03:59:23
   8½ / 10
..CHE BELLA CASSANDRA MAGRATH !

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  16/06/2012 02:35:37
   7 / 10
Un buon horror, sordido e violento come ogni film australiano che si rispetti !
Non raggiunge i picchi di tensione e violenza di Animal kingdom o dell inarrivabile Snowtown pero' tiene incollati dall inizio alla fine e nonostante la sua lentezza ad ingranare, pure nei momenti di calma si respira un clima di ansia non indifferente.
Sicuramente non andro' mai in australia, quel posto mi mette i brividi, è talmente vasto e poco popolato che sparire è un attimo....non a caso sto film è basato su una storia vera !

C.Spaulding  @  31/05/2012 12:49:22
   7½ / 10
Ottimo horror. Molto violento e sanguinario. Ottima regia e buona recitazione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/04/2012 15:30:42
   5 / 10
Pur essendoci nulla di particolarmente rilevante a livello narrativo, l'inizio è interessante perchè isola i protagonisti dal contesto umano per immergerli in un altro che di umano ha ben poco a che spartire. I difetti purtroppo si riscontrano dall'incontro con il serial killer, dove la sceneggiatura mostra tutte le sue falle di illogicità, in cui tali forzature sono unicamente al servizio di allungare il minestrone. Certamente la presenza di John Jarrat e il momento in cui orologi e auto si bloccano come per incanto, non può non far venire in mente Picnic ad Hanging Rock, ma aldilà del dovuto omaggio questo film non mi ha impressionato granchè.

chem84  @  14/03/2012 17:46:13
   7½ / 10
Da una trama che sembrava banale e scontata ci si poteva aspettare un mediocre filmetto da 5 in pagella. Invece no, Greg McLean confeziona un ottimo horror, cattivo al punto giusto e con personaggi decisamente credibili (fattore non scontato per questo genere).
Peccato solo per i soliti (per la verità qui pochi) momenti in cui la già ampiamente citata c.oglionaggine dei protagonisti la fa da padrone, altrimenti si poteva azzardare anche un 8.
Ottimo infine il personaggio del pazzo di turno, per altro pure ben doppiato (altro fattore da non trascurare).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  16/01/2012 23:50:20
   7½ / 10
ATTENZIONE: il commento presenta anticipazioni.

Incredibile, non si fa a tempo di parlare di horror australiano (con Primal) che Rai Movie mi mette in programmazione 2 giorni dopo questo ottimo, quasi grandissimo, Wolf Creek. Ed è altrettanto incredibile come per 5 lunghi anni non l'avessi mai visto malgrado l'abbia sempre avuto in dvd e sentito sulla bocca di tanti.
Bello, davvero bello.
Film sobrio ed essenziale come il paesaggio in cui è ambientato, lo sterminato e cinematograficamente magnifico bush australiano.
Niente di nuovo nel plot, anzi, trama piuttosto banalotta. Tre amici partono per il solito viaggio all'insegna dell'avventura, la macchina gli si ferma, vengono aiutati da un finto buon samaritano che si rivela essere invece un killer bla bla bla bla.
Quello che fa grande Wolf Creek è la qualità dell'insieme, davvero notevolissima.
Ad una prima parte standard incentrata sui vari cazzeggi dei giovini, fa seguito l'arrivo allo straordinario cratere di Wolf Creek (in realtà Wolfe dal nome dello scopritore, i lupi non c'entrano niente). Si inizia a respirare un pò di fatalismo nell'aria, l'atmosfera si fa sempre più densa. E ad una brevissima cornice che flirta un pò col paranormale (lo stop agli orologi e all'automobile), fa seguito l'arrivo del mitico Mick.
Comincia con lui un altro film, una mezz'ora pazzesca per ritmo e qualità (anche qualche errorino ma ci sta), tra le migliori mezz'ore nel genere survival degli ultimi anni.
Mick è un personaggio davvero straordinario perchè fisicamente e caratterialmente normale. Nessun uomo deforme, nessun pazzo (a almeno non all'apparenza), niente case degli orrori et similia. Mick è strano, quello sì, le sue battutine e doppi sensi accanto al fuoco mettono i brividi. Il modo poi in cui si mette a fissare il ragazzo è davvero inquietante. Però i ragazzi si fidano. La mattina del giorno dopo capiranno, loro malgrado, con chi avevano a che fare...
In Wolf Creek c'è un uso delle location favoloso, la discarica in cui si ambienta buona parte del massacro ad esempio è eccezionale, un luogo quasi alla videogame, pieno di posti ed anfratti, finestre, macchine ferme e casupole. Suggestive anche le immense praterie degli esterni e il burrone. In questo aspetto aiuta molto una splendida fotografia.
La regia, a mio parere, dà il meglio di sè nella fantastica scena in soggettiva dalla finestra, girata (e interpretata) davvero magistralmente. Anche il livello della violenza è davvero notevole, terribile a questo proposito "la testa sullo stecco", una scena che oltrepassa il genere del torture per andare in una dimensione più "intima" ed emotivamente devastante, una di quelle scene cioè in cui la pena per il protagonista e l'empatia con lo stesso raggiunge climax altissimi.
Ma è altrove il capolavoro di Wolf Creek. Non so se abbia già visto questa "tecnica" in precedenza ma ho trovato assolutamente geniale il fatto di farci credere ogni volta che il/la protagonista principale fosse uno per poi smentirci poco dopo. E' evidente sin da subito come la protagonista assoluta, la cosiddetta final girl, sia Liz. Ebbene, sarà la prima a morire. E quando gli "subentra" Kristy, lo spettatore è tutto con lei, sicuro che sia il suo lo scontro definitivo con il pazzo assassino. Ecco invece che c'è la seconda sorpresa, anche Kristy esce di scena e dal dimenticatoio torna fuori Ben, che da comprimario diventa personaggio principale, tra l'altro in un finale che non mi aspettavo affatto.
Una chicca di sceneggiatura in un horror davvero notevole.
Tra l'altro, bravissimi gli attori, anni luce sopra la media del genere.
Chapeau!

BrundleFly  @  07/11/2011 13:25:11
   5 / 10
Solita storia vista e stravista. Si salvano, come già detto da molti, i paesaggi e la regia.
Cambia la location ma la stupidità dei protagonisti no:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/11/2011 13.25.46
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI julian  @  08/08/2011 20:42:26
   5 / 10
Ma che è, Leatherface trasferito in Australia ?
Nessuna novità, il voto è uno come altro, sarebbe non classificato.

alys  @  04/08/2011 18:48:21
   4½ / 10
per ben 50 minuti esatti non succede assolutamente niente,viaggio,viaggio e ancora viaggio poi si bloccano a wolf creek arriva il tizio col cappello da cowboy e ancora viaggio poi inizia qualcosa ma...
cioè niente solo la tizia imbavagliata,sparo da parte dell'altra fuggono quindi ancora nulla di nulla vabbè che un horror non è solo sangue ma qui veramente non succede nulla,neanche paura.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

maitton  @  13/07/2011 16:55:31
   6½ / 10
come si dice? niente di nuovo sotto il sole, eppure a me questo film e'piaciuto.
una regia ben curata, attorniata da splendide ambientazioni e da una buonissima fotografia, con una storia, peraltro vera, che mette i brividi.
davvero un ottimo lavoro

Elwing77  @  10/07/2011 09:26:21
   7 / 10
Storia agghiacciante che si sviluppa secondo tematiche già affrontate in altri film, ma che, nonostante questo, non perde in originalità ed effetti.

bigfoot  @  21/06/2011 20:18:23
   7 / 10
Purtroppo nei primi 50 minuti non succede quasi nulla e questo fa perdere alcuni punti ad un film che altrimenti avrebbe meritato di più. La seconda parte infatti è veramente ben fatta, con un finale che ho apprezzato molto. Consigliato.

lupin 3  @  30/03/2011 01:58:54
   7 / 10
Carino, anche se la scorreggia del protagonista mi è sembrata fuori luogo.
Mai visto un film horror dove qualcuno scorreggia :) a voi ne viene in mente qualcuno?

5 risposte al commento
Ultima risposta 21/06/2011 20.25.32
Visualizza / Rispondi al commento
sweetyy  @  29/03/2011 05:57:29
   6½ / 10
Horror piacevole nonostante la trama ormai vista tante..troppe volte in altri film...

giraldiro  @  16/03/2011 17:42:08
   7 / 10
Niente male.

Crudo, realistico e con una regia più che azzeccata.

Aztek  @  27/01/2011 12:39:34
   6 / 10
Horror nella media, nulla di eccezionale sia sotto l'aspetto della trama che delle scene di sangue e violenza, il tutto da di già visto, ma nonostante questo riesce a non annoiare.
Bella la location del deserto australiano.

-Uskebasi-  @  09/12/2010 14:16:27
   7 / 10
Il merito più grande di questo Wolf Creek è la sobrietà. Storia semplice ispirata a fatti realmente accaduti (il serial killer austrialiano Ivan Milat), senza esagerazioni o spettacolarizzazioni e con comportamenti molto credibili, vado quindi controcorrente con i molti che dicono il contrario. Bellissime le location dove spicca ovviamente il cratere di Wolf Creek, e ottime le recitazioni di tutti gli attori. Il personaggio più riuscito è sicuramente Mick il meccanico, una sorta di Rosco P. Coltrane malato, interpreato alla perfezione dallo sconosciuto John Jarratt.
Un horror onesto da vedere che ha nel suo punto di forza della semplicità anche il suo limite per il salto di qualità, non rischia e non può sbalordire.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/12/2010 13.21.51
Visualizza / Rispondi al commento
7219415  @  07/12/2010 12:42:54
   5½ / 10
l'unica cosa bella del film sono i paesaggi australiani...

gei§t  @  01/12/2010 11:41:35
   8 / 10
Ho visto il film poco dopo essere stato a Wolf Creek, immenso cratere totalmente isolato dal resto della civiltà, 3 ore d'auto su strada sterrata dalla strada principale. Una location perfetta per un horror.
La storia in se non è esaltante ma l'atmosfera e i paesaggi fanno il film. Un mix fra bellezza e isolamento, caratteristica essenziale del Western Australia

Stunter  @  22/11/2010 19:40:14
   6½ / 10
Mah , dai carino .
Ammetto che mi aspettavo di meglio , merita comunque la sufficienza

Mothbat  @  21/11/2010 06:01:47
   4 / 10
Un film di cui non si sentiva affatto il bisogno, se non per mostrare alcuni degli straordinari paesaggi australiani. Evitabilissimo.
In Australia so proprio negati con gli horror.

giuppo  @  19/10/2010 23:24:28
   7 / 10
Non male, ma neache benissimo. Film apprezzabile con scenari belli e suggestivi, per il resto un horror piuttosto leggero da vedere almeno una volta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  05/10/2010 23:07:07
   7 / 10
Niente di particolarmente innovativo, ma questo thriller/horror di stampo australiano è di sicuro un film apprezzabile considerato nel contesto dello schifo che imperversa Prendendo spunto dalle storie vere di persone che ogni anno scompaiono a decine in mezzo ai territori semi-desertici dell'Australia, la vicenda di questi tre ragazzi è ben ricreata; come è stato giustamente notato, di particolare valore sono le location, la caratterizzazione dei personaggi dei protagonisti (non i soliti bellocci tipici del teen-horror fig.a & sangue, ma dei normalissimi ragazzi in vacanza), l'uso ponderato dello splatter, e soprattutto la straordinaria figura, un po' modello "splatstick", di Mick, interpretato da un John Jarratt perfetto per la parte: un maniaco enigmatico, "simpatico", gigione, bonario, e completamente fuori di testa, che prima, così come fa con i protagonisti, cattiva lo spettatore con il suo aspetto di vaccaro bonaccione, poi invece trascina nell'incubo (di sicuro il valore del suo personaggio regge gran parte del film).

Forse proprio per la sua natura prettamente australiana (regia, attori, produzione, sono tutti originari dell'isola), il film (peraltro indipendente) è riuscito ad evitare di farsi condizionare dal modello americano e a stagliarsi perlomeno un gradino sopra alle americanate che negli ultimi anni imperversano nel panorama mondiale... da menzionare sono anche la buona fotografia e le scenografie, molto claustrofobiche, inquietanti ed opprimenti.
In sostanza un buon film, che coinvolge e soddisfa anche lo spirito critico dello spettatore, io l'ho visto per caso a notte fonda in TV e ne sono rimasto piacevolmente impressionato.

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  04/10/2010 14:31:38
   7 / 10
Non so se la storia sia vera...sicuramente è verosimile e questo mi ha coinvolto nella visione, quindi nonostante qualche incongruenza di poco conto questo film mi è piaciuto, mettiamoci anche le incredibili ambientazioni sostenute da una fotografia fantastica e la bella interpretazione di uno dei migliori pazzi psicopatici che mi sia capitato di vedere sullo schermo, alla fine questo lungometraggio australiano di quello che ha già dimostrato con altri lavori di essere un ottimo regista a mio avviso merita un bel

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Zanibo  @  18/09/2010 17:05:11
   7½ / 10
Il film e` girato in Australia e la resa dei luogh e` da 10! Solo per questo merita la visione.

Il film non e` perfetto: c'e` qualche sforzatura nella trama e nel comportamento dei personaggi. Pero` e` girato bene e merita la visione.

hulaplain  @  03/09/2010 09:45:40
   5 / 10
come horror non è granchè, ci si aspetterebbe un pò più di sangue e poi scopiazza qua è là per qualche citazione..
recitazione scarsa anche se, a differenza degli horror americani, almeno qui i protagonisti hanno paura!
nè sì, nè no - ni
si può vedere ma senza aspettarsi chissa che..!

just_human  @  27/08/2010 15:49:17
   1½ / 10
Pessimo, Noioso, scontato, ah no aspettate un lato positivo c'è, la Location è meravigliosa!

kossarr  @  27/08/2010 03:59:42
   3 / 10
Bellissimo documentario sull'Australia...
ah no scusate, questo è definito film horror...
La pochezza della trama di questo film è dimostrata dallo stesso regista che per almeno 20 minuti su 100 si sofferma a inquadrare montagne, canguri e uccelli.
La storia stupida, insulsa, spacciata per vera.
Le attrici abbastanza brave, il protagonista maschile ridicolo.
Media assolutamente troppo alta per una delle solite cag4te che escono per far paura ai polli.
Sconsigliato a chiunque abbia un Q.i. almeno nella media.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

10 risposte al commento
Ultima risposta 29/08/2010 13.06.21
Visualizza / Rispondi al commento
bebabi34  @  10/08/2010 10:24:47
   7½ / 10
Peccato per alcuni momenti demenziali, perché altrimenti sarebbe veramente un bel film. Molto realistico: godetevelo.

goodwolf  @  19/06/2010 17:09:10
   7 / 10
Il canovaccio è sempre lo stesso: dei ragazzi vanno in vacanza in luoghi sperduti e vengono rapiti dal serial killer di turno. Niente di nuovo sotto il sole. Questo wolf creek ha in più un paio di cose: la fantastica ambientazione, scandita sapientemente dalla regia, che ci fa apprezzare i paesaggi e nel frattempo ci da l'idea di quanto siano sperduti i protagonisti, e questi,che seppur non mostri di intelligenza, si discostano di molto dal comportamento dei soliti ragazzini stupidi degli altri film.
Insomma, sempre la solita solfa, ma con un'ottima impronta registica.

Sestri Potente  @  17/04/2010 15:33:43
   6 / 10
Ispirato a fatti realmente accaduti, questo Wolf Creek diventa un film horror solamente nell'ultima mezzora, anche se purtroppo la tensione è ai minimi termini.
Ho letto in recensione che questo film supererebbe Hostel, ma secondo me nessuno di questi due è all'altezza di Martyrs, che in quanto a suspense e crudeltà rappresenta una delle opere più importanti degli ultimi anni.
Nulla di nuovo dunque, ma l'Australia regala un'atmosfera davvero suggestiva per questo genere di film.

tnx_hitman  @  15/04/2010 13:46:55
   7½ / 10
Poteva essere uno dei migliori slasher horror movie della mia collezione.
Assassino spietato,sequenze disturbanti,ambientazione sconvolgente.
La seconda parte di film lascia veramente senza respiro!
Solo 7 e mezzo?Beh,e'pur sempre un buon voto...ma poteva arrivare ad essere un ottimo prodotto orrifico se i personaggi del film dopo quello che avevano subito si trasformavano nelle ragazze di The Descent non so se mi spiego XD...e non vado oltre per evitare spoilers.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  15/04/2010 13:04:56
   9½ / 10
Una media scandalosamente bassa per uno dei migliori horror del decennio.
Un film malato, inquietante, disturbante, cattivo, pieno di tensione dall'inizio alla fine, e sopratutto lungi dall'essere il solito slasher con i soliti stupidi bambocci.
Il film inizia benissimo, con i protagonisti che partono per un viaggio in auto verso un'isolata località in mezzo al deserto chiamata Wolf Creek, luogo turistico dove molti anni addietro un meteorite precipitò dando forma ad un enorme cratere, ora visitabile a piedi. Ma hanno la malaugurata idea di lasciare la macchina incustodita... Sebbene in questa prima parte non succeda praticamente nulla e sia solo d'introduzione ai personaggi (il minimo indispensabile), la tensione, enfatizzata anche da una fotografia che non si risparmia nel mostrare l'isolamento che circonda in tre, è quasi insostenibile, e la sensazione che qualcosa di orribile avrà luogo di lì a poco è palpabile ad ogni inquadratura grazie ad una regia impeccabile, a delle musiche inquietantissime ed alla scelta delle location.

Quando fanno ritorno, l'auto non parte, e visto l'avvicinarsi della notte, decidono di rintanarsi in auto ed aspettare l'indomani in modo da poter cercare aiuto.
Dopo qualche ora, dall'oscurità appare un all'apparenza simpatico omone vaccaro di nome Mick, che si offre di rimorchiarli sino al suo accampamento
e di riparargli l'auto in cambio di compagnia.
Ed è qui che comincia la terrificante e sanguinosa seconda parte, che si discosta molto dall'atmosfera della prima (ma tesa uguale), in cui seguiamo le vicende dei tre ragazzi, fatti prigionieri in parti diverse dell'isolato accampamento e costretti a subire le atroci torture dell'uomo, psicopatico serial killer.
Anche se le premesse sanno molto di già visto e il film prenda spunto dai classici del thriller e horror (da The Hitcher a Breakdown, da Duel a Non Aprite Quella Porta) la visione di questo film è stata comunque sconvolgente.
L'atmosfera ricreata dal regista è da manuale, la tensione alle stelle, le riprese del deserto australiano sono splendide, così come le musiche e la sceneggiatura.
Un film poco splatter rispetto agli standard attuali, me che mette in mostra una violenza fisica e psicologica decisamente più cruda e veritiera che purtroppo si avvicina molto di più alla nostra realtà senza bisogno di donne nude, effetti sonori da salto sulla poltrona e violenza gratuita.
Ed al contrario di quanto detto da alcuni, i ragazzi sono più che credibili nelle loro azioni e nelle loro paure, d'altronde che avreste potuto fare voi?
Riuscitissimo anche il personaggio del serial killer, interpretato da un attore davvero bravo, capace di passare da un grezzo simpaticone ad un maniaco spietato come niente fosse.
Fantastico anche il finale, negativo (era ora che qualcuno osasse) ed imprevedibile.
Un thriller/horror avvincente, malsano e spietato, che merita in assoluto di essere rivalutato. Il vero cinema horror si trova in prodotti come questi, altro che Saw 2 3 4 5 6 o Hostel.

Non dò il massimo semplicemente per alcune piccole sciocchezzuole da solito film teenager che qualche utente ha già spoilerato sotto.
Proteste comprensibili, ma bisogna anche tener conto che è sempre un film che senza queste piccole banalità non potrebbe proseguire.
Guardatelo, non ve ne pentirete.

Tratto liberamente dalle vicende del serial killer australiano Ivan Milat

10 risposte al commento
Ultima risposta 15/02/2011 01.31.49
Visualizza / Rispondi al commento
76eric  @  08/03/2010 14:30:02
   7½ / 10
Degli horror dell' ultima decade anche questo non brilla per originalità ( ma questa è una rarità ormai), però a mio parere è uno dei migliori. Scenari fantastici (mamma mia) di giorno e agghiaccianti la notte, nonostante qualche buco...... Mick? Semplicemente devastante

LEMING  @  17/02/2010 08:06:55
   5½ / 10
La trama di questo thriller è scontatissima, i classici ragazzi che rimangono in panne con l'auto in mezzo al nulla, il pazzo maniaco che all'inizio li sembra aiutare per poi rivelarsi in tutta la sua cattiveria, poi anche la classica stupidità delle azioni dei protagonisti, che qui rasentano veramente il ridicolo, ....per contro la fotografia di questo film è semplicemente stupenda aiutata anche da scnari naturali australiani sublimi ed anche il grado di cattiveria è molto forte, per cui non mi sento di bocciarlo completamente.

Delfina  @  15/02/2010 16:22:30
   7½ / 10
Film interessante, metà thriller metà horror, con un'ottima fotografia.
Storia che pare imbastita sugli stereotipi del genere (protagonisti adolescenti o poco più, vacanze ecc.), ma subito decolla, affascinando lo spettatore con una miscela di infiniti e desolati paesaggi selvaggi australiani e tensione montante. Ottimo il primo tempo, privo di violenza, mentre il secondo presenta diverse scene molto dure, quasi splatter, per gli amanti del genere.
Tensione sempre alta, consigliato agli amanti del genere ma anche dei thriller o delle location insolite.

Di sicuro vi toglierà la voglia di viaggiare da soli nell'interno dell'Australia (dove molte sono state infatti le proteste contro il film, reo di raccontare il lato più "nero" della cronaca australiana: ispirato a diversi casi veri di omicidi e serial killer).

Michael 85  @  23/01/2010 00:00:38
   7 / 10
Un inzio visto chi sa quante volte in questo tipo di genere, ma allo stesso tempo crea suspense e attesa per una seconda parte della pellicola Bast.... come poche nell' ultima decade, nei cosiddetti "film horror/thriller di serie B". Sottovalutato.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  22/01/2010 00:42:21
   6½ / 10
Di certo non è il solito teen horror, fosse anche solo per il fatto che i tre poveri ragazzi martoriati non sono i soliti bellocci super griffati che invadono prodotti di questo genere ma normalissimi e umanissimi giovani in ogno loro curiosità e atteggiamento e vederli in preda alle manie sadiche di un pazzo assassino fa scattare nel pubblico una certa partecipazione positiva nei loro confronti, che di solito non accade mai. Parte con un po di fatica ma nella seconda parte ritmo e tensione sembrano non fermarsi mai fino ad arrivare ad un finale che lascia l'amaro in bocca. Ma dopotutto è una storia vera. Qualche bella trovata di regia e splendidi paesaggi. Tra i più notevoli film di genere degli ultimi anni, roba che Eli Roth se la sogna.

Invia una mail all'autore del commento nrgjak  @  08/12/2009 21:10:28
   2 / 10
orribile. davvero inutile, mi fa rabbia aver perso 90 minuti della mia vita per vedere il nulla.
la fotografia è stupenda, questo sì, ma non c'è ritmo, i primi 30 minuti sono una noia mortale, e dopo l'azione resta comunque nulla anche quando dovrebbe essercene in quantità. non c'è tensione, non c'è orrore, non c'è violenza ne fisica ne psicologica.
davvero piatto, non salvo nulla di questo film, a parte le bellissime ambientazioni. ma non basta

rapture  @  30/08/2009 09:15:07
   2 / 10
Film penoso. La prima mezzora per introdurre cosa? Una sfilza di banalità che più ovvie non esistono. E dopo? La mattanza di un killer che non fa paura e con prevedibilità infinita. La caratterizzazione dei personaggi è praticamente inesistente.

USELESS  @  24/07/2009 23:58:11
   4 / 10
Fa veramente pena, non vedevo l' ora che i protagonisti venissero fatti tutti a brandelli!
Che fatica arrivare alla fine...

baskettaro00  @  20/06/2009 14:20:39
   6½ / 10
bell'horror cn una trama molto poco originale e scontata.........si poteva fare piu splatter ma soprattutto prima ke gli assassini konoskano il mekkaniko paxxo paxxa un oretta.....

the saint  @  13/06/2009 23:32:34
   5 / 10
di salvabile c'è solo il paesaggio australiano.. per il resto horror visto e rivisto anche se trattasi di 'storia vera'...
il vero assassino (Ivan Miliat) che negli anni 90 ha terrorizzato l'australia è stato poi beccato dalla polizia e condannato all'ergastolo, diversamente da quanto dice il film!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Manu90  @  30/05/2009 19:36:49
   6½ / 10
Buon film, bravi gli interpreti e inquietante la storia. Si poteva fare molto di più, ma dopotutto si lascia guardare senza mai annoiare. Il fatto che il tutto sia tratto da una storia vera, rende la pellicola ancor più devastante.

luca2012  @  13/04/2009 14:46:41
   6 / 10
Guardabile, per una serata in cui non si sa che fare.

Febrisio  @  19/03/2009 14:35:53
   6½ / 10
Nel suo genere si salva. Un qualcosina di diverso ce lo mette, ma alla fin fine non è un gran film.

Invia una mail all'autore del commento dsimo84  @  18/03/2009 15:03:50
   6½ / 10
Contrariamente a quanto si dice qui sotto...
La prima parte del film è veramente ben fatta, tremendamente misteriosa, e soprattutto ben girata, ricorda un pò picnick a hanging rock...e devo ammetere che mi ero veramente illuso di avert trovato un film del genere, fino a quando, ad un certo punto, entra in scena un maniaco torturatore di nome Mick (questo è riportato nella trama, ma secondo me sare stato meglio non rivelarlo fin da subito), che fa cambiare completamente il genere di film.
E' qui che wolf creek torna ad essere un filmettino come molti altri, dove le reazioni e i comportamenti umani sono esasperati e inverosimili.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
BASTA MI SONO ROTTO...IL RESTO E' TUTTO COSI'....situazioni paradossali e comportamenti umani disarmanti....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 27/05/2009 23.50.11
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento monica83  @  27/02/2009 18:13:04
   9 / 10
Assolutamente d'accordo con l'ottima recensione..Un film sottovalutato che non ha niente da invidiare ai vari NON APRITE QUELLA PORTA,HOSTEL,FRONTIERS,ecc.
E non dimentichiamoci che è ispirato ad una storia vera,più inquietante di così..

BlackNight90  @  13/02/2009 23:45:05
   7 / 10
Prosegue il resoconto dei film visti durante l'epico viaggio verso le terre elvetiche.
In realtà avevo già visto questo Wolf Creek, e già la prima volta mi era parso molto buono, certo non il massimo dell'originalità quanto a trama e svolgimento narrativo, tuttavia, dopo la prima parte troppo lenta e convenzionale nella sua monotonia, il film si riprende e lo spettacolo comincia: lo psicopatico è eccellente, crudele e ironico allo stesso tempo ed è assolutamente credibile nelle sue azioni, un po' meno le sue vittime (ma bisogna aspettarsi qualcos'altro?), in generale la recitazione è ottima e riesce per davvero a far immedesimare nei personaggi. Senza contare i paesaggi mozzafiato australiani e la fotografia, e un tocco di macabro essenziale per film come questo: alla fine è un peccato che la parte finale finisca così in fretta. Inutile, e anche ingiusto, aspettarsi un horror ai livelli di Hooper o di capolavori del passato, a volte basta sapersi accontentare di risultati più che dignitosi.

VinLet  @  30/01/2009 18:16:57
   4½ / 10
Niente di che..alcune scene mostrano una violenza esplicita e cruda
Guardate altro!!

Drugo.91  @  04/01/2009 18:49:32
   7 / 10
bella la fotografia e alcune immagini qualche bella scena truce fa da buon condimento la storia invece mi ha lasciato un po perplesso

gasy  @  27/12/2008 23:13:33
   4 / 10
Noiosissimo. La prima parte che dovrebbe servire per farci conoscere ed affezionare ai personaggi è brutta. La parte della violenza gratuita non è nemmeno troppo esplicita.

Ciaby  @  23/12/2008 20:46:56
   6 / 10
ben diretto e con ottimi paesaggi, ma mi aspettavo decisamente di meglio

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lola
 NEW
charlie says - charlie dicechristo - walking on waterclimax (2018)crawl - intrappolatidaitonadi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstone
 NEW
gretahotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
il re leone (2019)
 NEW
il signor diavoloin fabricjuliet, nakedkinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mai
 NEW
la rivincita delle sfigatel'angelo del crimine
 NEW
l'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)
 NEW
mademoisellemaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroid
 NEW
pop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from home
 NEW
submergencetesnotathe boy 2the deepthe elevator
 NEW
the lodgethe mirror and the rascalthe nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990972 commenti su 41902 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net