war horse regia di Steven Spielberg USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

war horse (2011)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film WAR HORSE

Titolo Originale: WAR HORSE

RegiaSteven Spielberg

InterpretiJeremy Irvine, Peter Mullan, Emily Watson, David Thewlis, Benedict Cumberbatch

Durata: h 2.26
NazionalitàUSA 2011
Generedrammatico
Al cinema nel Febbraio 2012

•  Altri film di Steven Spielberg

Trama del film War horse

War Horse si svolge in Europa durante la Prima Guerra Mondiale e racconta la straordinaria storia di amicizia tra un cavallo di nome Joey e un giovane ragazzo, Albert, che lo alleva e lo addestra. Quando vengono separati, l'eroico viaggio del cavallo Joey, attraverso i duri scenari della guerra, cambierà e ispirerà le vite di tutti coloro che incontrerà sul suo cammino, la cavalleria britannica, i soldati tedeschi, un contadino francese e sua nipote, prima che la storia raggiunga il culmine dell'emozione nel mezzo della Terra di Nessuno.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,80 / 10 (71 voti)6,80Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su War horse, 71 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Filman  @  15/06/2014 14:48:53
   5½ / 10
L'impatto filmico dalle usuali e prefabbricate emozioni, sfruttato più volte da Spileberg nel cinema mainstream, viene qui incrementato dalla padronanza tecnica del regista e da un visibilmente eccelso reparto visivo, usufruenti di toni calzanti ma sdrucciolevoli, segno di una sabbiosa ma confortevole consistenza cinematografica.
La sfavillante sensazione visiva ricreata e il lieto svolgimento quasi episodico della trama di WAR HORSE, fungono da automezzo filmico nel quale, a confluirvi, vi sono tanto una bellezza audio-visiva quanto una povera presenza di carattere narrativo, anonimo e addolcificato, e la quasi totale assenza di qualità tematiche di interesse.
L'assicurato indirizzamento ai fini di puro intrattenimento, garantito da un superficiale ma caloroso sentimentalismo, produce un amorfo prodotto filmico basato su un grossolano sfruttamento emotivo, prodotto in modo studiato e condito da uno sfondo bellico fittizio e disimpegnato e da una narrazione calcata ma insipida.

Goldust  @  26/04/2014 10:55:46
   7 / 10
Storia d'amicizia uomo-animale che travalica le nefandezze della guerra per stimolare qualche facile sentimento. Forse fin troppo romanzata, nonostante sia uno Spielberg minore ha una messa in scena ineccepibile e qualche slancio d'emozione autentica. In particolare, la parte iniziale e finale sono di grande suggestione; quella centrale vive di alti e bassi.

gemellino86  @  21/04/2014 09:14:32
   6 / 10
Da Spielberg ci si aspetta di più. Un filmone che a mio parere è una grande americanata in stile hollywoodiano. Scene di guerra già viste. Non è un polpettone come "L'uomo che sussurrava ai cavalli" e per questo gli regalo la sufficienza.

Light-Alex  @  21/04/2014 00:38:33
   4½ / 10
Classicissimo film di formazione-simil epico-buonista, "credi nei tuo sogni e il destino realizzerà i tuoi desideri". Da annoverare tra le scontatissime favolette americane.
Per me non ci siamo proprio. Il film non decolla mai, di base c'è anche una vicenda storica drammatica alle spalle, ma il film non trasmette nulla.
Solo tante immagini sdolcinate anche abbastanza infantili nella umanizzazione del cavallo.
Poco credibile, poco empatico, poco coinvolgente.
E' proprio la trama che manca in questo film. Veramente poca cosa.
Il film si regge solo sul fatto che si vede che sono stati investiti molti soldi per cui la rappresentazione storica è molto attenta, i costumi precisi ecc. La regia è pulita, senza particolarissimi picchi di brillantezza. La fotografia è bella, trasmette un senso di comunione con la natura, soprattutto all'inizio mi ricordava quadri come l'"Angelus" di Millet.
Ma mi resta la forte impressione di un film realizzato bene, con tutte le cose fatte con la consueta efficienza americana. Ma che tristemente non ha veramente storia e contenuti e decade sin da subito nel sentimentalismo facile.

ketch  @  07/01/2014 23:48:41
   6½ / 10
senza infamia e senza lode

horror83  @  09/11/2013 14:30:46
   6½ / 10
Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più da Steven Spielberg (dato che ha fatto grandi film, a parte "La guerra dei mondi" che ho trovato inguardabile) però cmq questo film si lascia guardare, non annoia, e alla fine mi è piaciuto! anche se mi aspettavo di meglio! mi aspettavo delle scene epiche, e invece no! La storia è abbastanza mielosa (come la maggior parte dei film alla Spielberg) e il finale è prevedibile, però è un film che emoziona e ti coinvolge! L'amicizia tra uomo e animale è sempre speciale, e ti lascia sempre qualcosa! Poi qui l'animale è un cavallo e a me piacciono molto i cavalli. A questo film gli do un pò più della sufficienza, quindi 6 e mezzo! Se fosse stato curato meglio veniva fuori un gran bel film!
ps: molto bravo il cavallo (l'hanno addestrato bene).

MonkeyIsland  @  17/06/2013 15:01:03
   4 / 10
Mah.
Uno Spielberg presuntuoso vuole rendere il film epico a tutti costi e non ci riesce in alcun modo.
Trama banale e scontatissima privo idee da parte del regista americano.
Eccessivamente lungo visto il poco che la pellicola ha da offrire e troppo buonista..

Chemako  @  18/03/2013 14:16:16
   6 / 10
Lento e un po' palloso....

ZeroDx  @  15/03/2013 12:37:49
   8½ / 10
Le critiche a War Horse sono il segno più lampante della mediocrità moderna, periodo nel quale il 99% della gente non ha più la benché minima idea di cosa significhino romanticismo e poesia.

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/03/2014 23.17.20
Visualizza / Rispondi al commento
Dracula  @  04/02/2013 13:12:41
   9 / 10
Questo film sarebbe da vedere solo per la fotografia, soprattutto nella prima parte dove è davvero mozzafiato, brillante e nitidissima che, unita alla meticolosa scenografia, regala immagini suggestive e affascinanti.
Il suo punto di forza non è sicuramente la sceneggiatura, un po' banale e con qualche buco e nemmeno il ritmo alquanto altalenante, però tolti questi difettucci è un ottimo film.
Non sarà più lo Spielberg di una volta, ma riesce ancora a regalarci grandissime emozioni. Toccante.

fabri70  @  19/01/2013 11:54:08
   7 / 10
quando l amicizia dell uomo verso gli animali è reale...consigliato ad edoardo stoppa

halflife  @  17/01/2013 15:58:25
   5 / 10
Abbassiamo la.medua a questo film.....spielberg dov e?? Gli attori??? Mahhhhh...non bastano i costumi e le ambienatzioni a fare un film....il cavallo in mezz ora ha fatto 4 passaggi di proprieta'!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  15/01/2013 12:23:12
   7 / 10
Film in stile classico del buon vecchio Spielberg che garantisce emozioni e lacrime in abbondanza!
La storia è quella di un ragazzo che fa amicizia con il suo cavallo...ne seguono i soliti dubbi sulle abilita' dell'animale che vengono presto ricreduti.
"Non è mica un cane" viene detto spesso...e in effetti questo cavallo pare troppo umano nei suoi modi di fare e soprattutto nei suoi tentativi di proteggere un altro cavallo, ma è anche vero che in questo modo è piu' facile che il pubblico entri in empatia con lui affezzionandosi fino a piangere per lui.
Cosa a cui è difficile resistere nel finale creato apposta per questo...

topsecret  @  08/01/2013 16:02:55
   6 / 10
Spielberg confeziona un film sul coraggio, sull'amicizia e sul valore sentimentale che unisce un ragazzo al suo cavallo che neppure la guerra riesce a scalfire.
Non è, a mio modesto avviso, il film migliore che Spielberg abbia diretto e confezionato, ma non è nemmeno da buttare, visto che comunque regala un sufficiente coinvolgimento ludico.

InvictuSteele  @  08/01/2013 15:10:51
   6½ / 10
Discreto film di guerra con protagonista uno splendido cavallo. A tratti commovente e a tratti banale, forse eccede troppo nel proverbiale buonismo Spielberghiano ma questa è una costante del regista, sicuramente migliore la prima parte, buona quella centrale e abbastanza sbrigativa quella finale. Scenografie meravigliose.

Sicuramente un bel filmetto sull'amore tra uomini e animali che si segue bene senza annoiare e senza risultare patetico ma troppo poco per Spielberg che svolge il suo compitino tanto per.

Bellinidj  @  08/01/2013 01:42:51
   6 / 10
La sufficienza solo per l'inizio. Poteva essere decisamente migliore, si prospettava molto interessante sino allo scoppio della guerra. Poi però c'è stata una scelta stilistica veramente discutibile di cambiamento repentino del protagonista che non risulta più il ragazzo ma l'animale, eppure in questo modo si incappa in un problema non da poco: l'eccessiva "umanizzazione" del cavallo che ritroviamo soltanto nelle fiabe dei cartoni. Certo, è chiaro che vuole essere una critica nei confronti della guerra, dell'uomo, delle crudeltà verso la natura e gli animali.... ma così palesemente costruito fa veramente pietà. Quello che più mi ha dato fastidio sono stati i continui cambi di protagonisti in gioco, tali da non rendere più salda la trama. In ogni caso troppo prevedibile. Troppo. Il cavallo dopo mille peripezie ritrova il padroncino ferito e insieme tornano da mamma e papà sotto un tramonto strappalacrime e un abbraccio. Ma dai..

Cardablasco  @  03/01/2013 19:01:46
   7 / 10
Bel film,veramente ottimo belle le fotografie e la trama,grandissimo film nonostante la durata pensavo fosse passao mezzo film

davmus  @  02/01/2013 13:34:05
   6½ / 10
In stile "Torna a casa Lassie".....carino, ma talvolta "esagerato".

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  18/10/2012 15:38:31
   7½ / 10
Spielberg ha fatto un film genuino.
La retorica di "War horse" è sincera e del tutto coerente e funzionale al racconto; ma soprattutto, è un omaggio al cinema e al potere di suggestione delle pellicole del passato che vengono omaggiate, a partire dal finale, con i colori e il controluce di un Via col vento.

Il film, poi, ricorda "Au hazard, Baltazar", nella sua struttura: non fino al punto di assumere il punto di vista dell'animale, è però incentrato sul cavallo, che è il vero protagonista. Le vicende e gli episodi girano intorno al cavallo, che si erge a monumento di purezza e alterità rispetto all'orrore della guerra prodotta dagli uomini (il titolo, in questo senso, è quasi un ossimoro). Della guerra, Spielberg con scelta controcorrente (coerente alla scelta di uno stile deliziosamente retrò com'è quello di tutto il film) EVOCA gli orrori, piuttosto che mostrarli: senza per questo far perdere ad essi nulla del loro strazio. Anzi.

Invia una mail all'autore del commento agen  @  15/10/2012 23:52:34
   8 / 10
bella la storia, l'ambientazione e le poche immagini di guerra.Il film prende e commuove da vedere.

desertoceano  @  01/10/2012 16:25:39
   10 / 10
Uno di questi film che ti tocca l'anima. Bellissimi i paesaggi, i costumi, la papera rompiscatole ecc. Toccante la scena in cui due soldati delle fazione opposte si uniscono per salvare il cavallo. Eccezionali tutte le persone che si affezionano al cavallo. Ovviamente capisco che chi non é appassionato di cavalli non potrà amare il film allo stesso modo. Io l'ho visto nel momento perfetto della mia vita: quello in cui sto per iniziare il corso di equitazione. E in più sono di parte perché nel film ci sono le crocerossine e io sono una crocerossina :)

TopoXL  @  05/09/2012 10:00:34
   7½ / 10
bello ma non ecceziionale.
drammone epico con qualche lacrimuccia per amanti del genere.

drobny85  @  26/08/2012 21:49:01
   7 / 10
Una storia incredibile, un filo trasparente che collega questo Cavallo ai suoi padroni, attraverso una guerra e varie vicende, spesso tragiche.
Prodotto ben confezionato firmato Spielberg, una garanzia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/08/2012 15:54:54
   6 / 10
Spielberg torna con una delle sue favole cinematografiche, la storia di un cavallo, non del suo padrone come solitamente succede in questo genere di film. Proprio il cavallo Joey è l'unico vero protagonista di "War Horse", protagonista che tra mille peripezie attraverserà mezza Europa dilaniata dalla guerra. Spielberg crea un film che vuole mettere in risalto il valore dell'amicizia, in questo caso non tra due persone ma tra persona ed animale, lo fa con uno stile leggero, molto spielberghiano, con gli orrori della guerra che vengono messi accuratamente da parte per una visione più edulcorata. In generale si può dire che Spielberg porta a compimento la sua missione e in tutta onesta durante la visione è difficile non sperare in un lieto fine che finalmente riavvicini Joey e Albert, però è proprio qui che il regista rischia di fare la frittata (anzi, probabilmente la fa). Perchè se il lieto fine è auspicato dalla maggior parte degli spettatori non ci si aspetta di certo una conclusione del genere: lieta ma di una pateticità sconcertante. Veramente Spielberg fino a pochi minuti dal termine aveva fatto un buon lavoro ma l'ultimissima parte, scusate il linguaggio, fa cascare le palle.
Non credo sia giusto bocciare il film perchè cio che Spielberg voleva trasmettere lo ha trasmesso, riuscendo ancora una volta (anche se in misura molto minore rispetto ai suoi capolavori) a far sognare il pubblico, però devo essere del tutto onesto, davvero il finale mi ha lasciato l'amaro in bocca.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  04/08/2012 02:02:53
   7½ / 10
Ciò che ho amato di più di questo film prezioso è la sceneggiatura. Mai banale.
In grado di stenderti con la saggezza antica delle fiabe, in grado di accompagnare senza sensazionalismi (ma la retorica dove l'avete vista scusate?) un film che ha massima cura dell'immagine, portatrice di significato.
Spielberg ha voluto realizzare un film semplice, ma di respiro epico. Ha voluto mostrare l'aspetto intimo e insieme universale della storia umana. Ha perciò scelto qualcosa che unisca ogni essere umano: l'amore per una creatura.
"Prenditi cura di Joy e Joy si prenderà cura di te per sempre", dice la madre, il personaggio più bello e profondo del film.
Narrativamente parlando, War Horse è geniale: senza capo né coda, si passa da una storia all'altra senza un preciso nesso logico, come gli eventi di una guerra, come la corsa di un cavallo libero e potente.

5 risposte al commento
Ultima risposta 04/08/2012 14.34.19
Visualizza / Rispondi al commento
Clint Eastwood  @  21/07/2012 10:17:33
   8 / 10
Troppi dimenticano i valori di un buon film. D'altronde Spielberg è sempre stato così : retorico, ma non indifferente, un classico a modo suo; un grande fabbricante di immagini come dice Scorsese. WAR HORSE se non è un omaggio ai classici hollywoodiani, è un ritorno al passato dove al cuore non si comanda. Finale bellissimo. Film da collezione.

floyd80  @  15/07/2012 17:46:37
   5 / 10
Spielberg indubbiamente è un maestro e le sue pellicole rimarranno indelebili nella storia del cinema.
Il nostro caro regista però ogni tanto incappa nel classico polpettone pieno di buoni propositi e con personaggi talmente eroici da risultare irritanti.
Ma se ad esempio in Amistad o nel Colore viola qualcosa si salvava, la tematica, i protagonisti, la trama in War horse non si salva niente e si rimane allibiti dinnanzi a tanta pochezza.
Il film più brutto di Steven Spielberg.
Attendo con ansia la prossima pellicola nella speranza del grande ritorno del regista, perchè a dirla tutta nemmeno "Tin Tin" mi aveva entusiasmato.

Marietallo  @  02/05/2012 17:06:37
   7 / 10
peccato per la parte centrale in cui il film si sfilaccia un po', poi vabè sarà retorico e tutto quanto però quanto è difficile essere scontato con maestria? la fotografia è bellissima e il finale sembra, boh, via col vento e ti domandi "???" ma intanto piangi. CINEMA!

vitocortesi  @  26/04/2012 15:22:32
   7½ / 10
Sono sostanzialmente d'accordo con un commento letto qui sotto.Il film mi ha suscitato delle emozioni quindi il mio è un voto positivo poi che la storia sia un pò troppo romanzata quasi un cartone animato non toglie alcun merito al film dipende da quello che uno si aspetta di vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  23/04/2012 23:31:39
   4½ / 10
Da Spielberg ormai sappiamo cosa aspettarci; chiamatela retorica buonista, chiamateli sogni a buon mercato (per intascare soldini): la sostanza non cambia.
Però con War Horse la sensazione è che il regista ci stia prendendo sonoramente per il sedere, spudoratamente.
Vorrebbe essere una favola e ne ha tutte le caratteristiche. Però signori miei, il patetismo che si respira diventa nauseabondo fino ad asfissiare.
Qui non si tratta di odiare Spielberg, io che lo difendo sempre quando si tratta di alcuni dei suoi film più avventurosi. Ora ha perso ogni contegno nel propinare al pubblico USA una storiella come dovrebbe piacere allo spettatore medio americano: storia di storie che si intrecciano, storia epica e tronfia che passa sul filo dell'amore tra uomo e animale in mezzo alle guerre e le violenze (manco un pò di sangue ho visto), manicheismo a palate, lacrime a buon mercato e altrettanto ruffiane.

è un dato di fatto che tecnicamente il film non solo si lascia guardare ma a tratti ammalia, almeno questo. Ma altro dato sconsolante è che la noia regna sovrana perché dopo i primi due minuti si potrebbe grossomodo intuire cosa succederà subito dopo, e cosi via fino al finale che è una delle cose più brutte e patetiche mai viste in vita mia.
Non basta imbroccare una o due sequenze per fare un buon film.
Adesso lo dico con tutto il cuore: Spielberg, basta.

6 nomination agli oscar!!!!
Per dire come ci si possa ridurre in basso anche lì oramai.


No ma davvero, se ci penso mi viene la pelle d'oca: uno dei finali più brutti della storia del cinema. Dignità sparita, portafoglio pieno. Spielberg stavolta indifendibile.

AMERICANFREE  @  22/04/2012 12:29:33
   7½ / 10
bel film mi ha emozionato soprattutto il finale.. la storia e' inverosimile pero' mi ha appassionato per tutto il tempo! bella la scena del cavallo rimasto incastrato nel filo spinato... lo consiglio

Izivs  @  22/04/2012 09:51:42
   5½ / 10
Come storia per 12enni ci può stare, ma nulla di più. Sarà che da Spielberg ci si aspettano sempre grandi cose.

lorenyo  @  18/04/2012 01:16:04
   7 / 10
Bello anche se non mi ha convinto del tutto.

movieman  @  25/03/2012 12:11:44
   7 / 10
Una versione romanzata del primo conflitto mondiale, dal punto di vista di un cavallo. Certo presentato così può non apparire un gran che, ma vi assicuro che il film si sviluppa piuttosto bene con risvolti interessanti. Il protagonista (il cavallo) sembra essere più umano di tutti i padroni che incontra e dopo una serie di peripezie riesce a ritrovare il suo primo padrone, l'unico che l'abbia trattato come "amico" in primis, e non solo come mezzo. Sicuramente manca di attendibilità storica, e spesso cerca di strapparti qualche lacrima a forza, ma nel complesso mi ha convinto. Certo questo film non è da considerare tra i capolavori di Spielberg.

Invia una mail all'autore del commento sam is here  @  24/03/2012 00:23:55
   5 / 10
Mi aspettavo di più.
Un regista di un certo calibro, poteva sfornare qualcosa di meglio da questo film, si vede che Spielberg non è più abituato a seguire le orme lasciate dal genere drammatico/storico di alcuni suoi film degni di nota... ma cade in questo film, che vuole dire tanto ma stringe poco.
Un cavallo e un ragazzo che dovrebbero essere i protagonisti del loro coinvolgimento nella Guerra, invece dal momento in cui vengono divisi, perdono i loro piccoli connotati che si erano creati all'inizio del film, non riuscendo più a riemergere, o sembra che in quei pochi istanti in cui si vedono, siano costretti a giocare le loro carte migliori, per dare l'impressione di 2 protagonisti legati l'un l'altro, proprio perchè compromessi dalla storia (è la storia che li schiaccia, e la loro parte all'inizio film è molto tirata, quasi per dire "ok ora guardami bene, perchè dopo non avrai più occasione").
Partendo da un principio in cui: 1) un vecchio contadino, con tutta la vita passata, dovrebbe sapere la differenza tra un cavallo da corsa, e da uno per lavoro (le dimensioni, la stazza), 2) rischiare la casa e la famiglia per un cavallo inadatto, mi pare illogico.
Il padrone del contadino gli ha dato 1 mese di tempo per coltivare e raccogliere i prodotti del suo campo, bene, ma ci vuole tempo per abituare una bestia selvaggia a montare una sella e tirare l'aratro!!! E nel film questo passaggio di tempo avviene in pochissimi secondi!! (con una giornata di pioggia per la precisione). La presenza di molti primi piani, e di mezze figure danno l'idea di una realtà molto drammatica e di una situazione famigliare al tracollo... In questi genere di film, abbiamo sempre un elemento rindondante: la non casualità della storia (perchè proprio quel cavallo e non uno adatto?), e lo svolgimento pressochè scontato (il ragazzo che convince subito il cavallo a seguirlo) per non parlare del finale mieloso, stile americano con i grandi tramonti rossi che nel cinema ormai sono scomparsi (forse già da "Titanic").
Poi quando il cavallo va in città e viene arruolato, sembra di capire che anche il ragazzo lo seguirà, ed invece lo farà quasi dopo 1 anno dalla loro separazione, e casualmente si trovano nella stessa scena.

Il fatto è che in questo film, i veri protagonisti non sono nel il ragazzo ne il cavallo, ma i fatti e le vicende: il ragazzo viene tagliato fuori dall'inizio, mentre il cavallo è l'unico dei due che si vede di più nella storia... ma nello stesso tempo non si vede. Mi spiego: il cavallo per quanto possa essere un' animale intelligente e sensibile, non può essere miracoloso come l'avevano definito, come fa a portare qualche valore di pace o fratellanza, anche quando si trova avvinghiato nel filo spinato, tra i 2 soldati nemici?
Anche qui il cavallo è vittima delle situazioni e di una rocambolesca panoramica di tutti gli altri piccoli scenari che avvenivano durante la guerra, come l'incontro tra i 2 disertori, con la bambina, con il capitano della fanteria,...; è l'evento che fa la storia, che comanda il caso e la posizione del cavallo e del ragazzo in una storia così intricata... il cavallo non può portare unione e pace, neanche l'uomo ci riesce!! Ma poi, perchè bruciare minuti su personaggi ed eventi "esterni" alla storia, come sulla ragazzina con il nonno, o con i 2 ragazzi fucilati? Va bene che il regista ha voluto concentrare l'attenzione su un insieme di fattori e di piccole "storie", ma c'erano troppi momenti morti.

per non parlare della scena finale, dove il cavallo viene salvato dai 2 soldati nemici, o ancora peggio quando il ragazzo spunta fuori dal nulla e si riprende il cavallo, senza aver capito, forse, nemmeno lui le vere intenzioni di Spielberg ......

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  19/03/2012 20:47:00
   6½ / 10
Io sinceramente di Spielberg mi sto stancando..possibile che uno con la sua passione e il suo talento non riesca a produrre più capolavori?perchè torna sempre sulla filosofia animalista??vonde!!

Cmq buon film soprattutto per la fotografia.

La storia è originale anche se continua imperterrito nel dramma forzato..

Regista Ricky  @  18/03/2012 16:37:20
   3 / 10
compitino svolto nulla di più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  08/03/2012 02:16:41
   4½ / 10
Noia e irritazione, sono queste le due sensazioni che mi ha maggiormente provocato l'ultima fatica di Spielberg. Per carità, tecnicamente non si discute, qualche scena particolarmente apprezzabile c'è, ma stiamo parlando di un regista con quaranta e passa anni di esperienza che ha girato pietre miliari del cinema commerciale statunitense. Quindi lo darei abbastanza per scontato.

Noia perchè il film è lungo, prolisso, telefonato. Irritazione per la retorica buonista di bassa lega e perchè mette su schermo tutto ciò che mal sopporto della scala di valori americana. Innanzitutto, la solita disneyana ripartizione manichea della realtà. Di qua i buoni, di là i cattivi. E i buoni vincono, sempre. Possibilità che vi sia anche solo una piccola sbavatura dall'happy end: 0%. Poi, io che l'ho visto in lingua originale, mi posso chiedere perchè gli inglesi debbano parlare con accento americano; e perchè francesi e tedeschi debbano parlare tra loro in inglese (addirittura ai propri cavalli fanno "easy, easy, oooh", come se fossero dei cow boy nel far west). Ma in effetti non credo che al di là dell'oceano si porranno queste domande. Infine, ho sofferto il patetismo di alcune scene, come quella in cui il soldato inglese e quello tedesco liberano insieme il cavallo discorrendo amabilmente come due vecchi amiconi di vecchia data (quando, alla richiesta di una pinza, da una commossa trincea gliene lanciano una decina ho avuto l'istinto di scappare dalla sala).

Mezzo punto in più per l'interpretazione dell'oca: è uno scandalo che non le abbiano dato l'oscar come miglior animale non protagonista.

Burdie  @  06/03/2012 19:05:38
   6½ / 10
...un po' troppo romanzato

barone_rosso  @  05/03/2012 22:57:06
   6½ / 10
Il film è discreto, per quanto non sembri molto di Spielberg... Insomma, salvate il soldato Ryan è tutta un'altra cosa... Per lo meno tecnicamente.
Questo diventa un po' troppo mieloso e anche un po' noioso... Si poteva fare di meglio, anche se incentrare una storia di due ore e mezza su un cavallo era oggettivamente difficile... 6 e mezzo di incoraggiamento.

randalflagg  @  04/03/2012 17:46:48
   7½ / 10
Non sono un grande critico ma un buon parametro per giudicare un film è farmi queste domande: mi ha emozionato questo film?lo rivedrei?lo consiglierei?il tempo della visione è trascorso velocemente?In questo caso la risposta è si a tutte e quattro le domande. Per inciso,potevano dare l'Oscar del miglior attore al cavallo,se lo sarebbe meritato.

Alex2782  @  02/03/2012 14:57:58
   7½ / 10
immaginavo di vedere un film pesante ed invece così non è stato. spielberg gira questa storia riguardante la prima guerra mondiale dal punto di vista di un cavallo cucendoci attorno delle belle storie. ottime scene e fotografia, il film si sa in che verso va ma è un piacere guardarlo.

gantz88  @  01/03/2012 21:38:32
   6½ / 10
il film non è male ma è la storia che è assurda,sembra una favola per bambini, ai più piccoli piacerà ma a me sinceramente no

Mancing  @  01/03/2012 15:30:30
   6 / 10
Classico filmetto-favola di cui ci ha ormai abituato Spielberg con la sua ridicola distinzione fra bene e male: viva gli USA, viva l'Israele, viva i buoni mentre tutti gli altri sono cattivoni da temere. Chiedo scusa per farla cosi' breve, ma il modo in cui Spielberg manda questi messaggi mi irrita non poco.

Eppure Spielberg, nonostante il suo mondo banale, e' abile creare una storia mai noiosa, dalla ottima ricostruzione storica, dai paesaggi fiabeschi (devo ammettere che la scena finale per quanto riguardo questo fattore e' veramente bella) e dal finale strappa-lacrime.

Insomma, un discreto film alla Disney che sicuramente avra' successo per i bambini, meno per un pubblico piu' maturo come me che cerca, per esempio, riflessioni psicologiche su una guerra e non la solita storiella, per dirla alla romana, "volemose bene".

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/03/2012 03.10.58
Visualizza / Rispondi al commento
eletar  @  29/02/2012 21:34:53
   9½ / 10
FAVOLOSO E APPASSIONANTE favola cruda ed emozionante. Impeccabile la regia, curata la fotografia, coinvolgente la storia. Molti hanno notato quanto war horse sia un film scontato, banale, retorico, superficiale....A me invece ha fatto provare emozioni a cui mi ero disabituata,che non provavo al cinema da tempo,mi sono tuffata dentro questa storia toccante e dura e mi sono lasciata sommergere dalle emozioni: gioia, dolore, paura, rabbia, commozione...Il tutto raccontato sullo sfondo di una guerra che è inutile e crudele ma che grazie all'incontro tra Albert e Joey non riuscirà ad abbruttire gli animi delle persone... War horse non è avanguardia,è l'esatto opposto, è talmente retrò che sa di nostalgico, e quello che per molti è il limite, secondo me è la sua forza. Ha il sapore e la potenza di un cinema che non esiste più (Non a caso nel film sono pochissimi gli effetti digitali) Ammetto: ci sono alcune situazioni un po' forzate,alcune scene al limite della realtà. Tuttavia resta un film positivo per moltissimi aspetti. In particolare e' un film anomalo perché il protagonista del film non e' l'uomo ma l'animale. Le vicende vengono raccontate attraverso gli occhi del cavallo che e' il vero protagonista; in un'ottica di celebrazione del legame che ci dovrebbe sempre essere tra l'uomo e l'animale, l'obiettivo è pienamente raggiunto ... Da vedere assolutissimamente! Con lo spirito con cui da piccoli si vedeva un classico disney. Grandi complimentoni a Spielberg!

nikko  @  29/02/2012 17:43:48
   7 / 10
Buon film.
La trama è abbastanza irreale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e il rapporto del ragazzo con il cavallo poteva essere più approfondito, ma merita comunque una visione. Consigliato agli amanti dei film con protagonisti gli animali.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/02/2012 16:28:16
   7 / 10
Si respira tanto cinema classico nel film di Spielberg, meno retorico di quanto si pensi perchè in fondo, immerso nel contesto della prima guerra mondiale, le avventure di questo cavallo e dei suoi padroni che si susseguono hanno il tono della favola. Certamente non ha la compattezza di pellicole come Munich, la parte centrale è troppo lunga e francamente inutile, ma Spielberg sa girare film come pochi al mondo possono vantare e dal punto di vista visivo sono tante le sequenze che si ricordano e molte sono le citazioni che lo stesso regista dissemina lungo questo viaggio (da Via col vento, passando per I sette samurai, fino al genere bellico con Orizzonti di gloria e La grande guerra).

Lory_noir  @  26/02/2012 17:50:25
   8½ / 10
Un grande film. Una storia bellissima e commovente, una fotografia molto ben fatta e attori molto bravi. Io avrei candidato agli oscar la bravissima Watson. Notevole.

kako  @  25/02/2012 18:52:26
   5 / 10
un film ruffianissimo. Tutto confezionato in maniera perfettina per far colpo sullo spettatore, ma a mio avviso senza neanche riuscirci. Trama improbabile e poco emozionante, il cavallo passa di proprietario in proprietario senza che tu possa apprezzare o affezionarti a un personaggio. Film furbo, dove l'orrore della guerra non è praticamente accennato, film scontato, film prevedibile, film a tratti noioso. Al di là del sonoro e montaggio sonoro di cui poco mi intendo, non è assolutamente il miglior film, le scenografie e la fotografia sono buone ma nulla di eccelso e la colonna sonora l'ho trovata abbastanza classica e scontata. Insomma a me questo film non ha proprio detto niente, sembra fatto a posta per cercare il consenso del pubblico ed è pervaso di un buonismo eccessivo. A molti, come vedo anche dai commenti precedenti, piacerà ma io la maggior parte del cinema spielberghiano stento a digerirlo.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  24/02/2012 14:19:48
   8 / 10
Come l' esimio collega Scarface qui sotto, credo che War Horse sia un film splendido, da un punto di vista stilistico ed emotivo. Spielberg è così, sparlargli cacca addosso è diventato molto in, ma non è lui che è cambiato o non sa più dirigere, lui ha sempre fatto questo tipo di film. Siamo noi che adesso adoriamo fare i cattivisti dell' ultima ora (una cattiveria da discount, ma va bene così) e che non siamo più in grado di staccarci dal reale e immergerci nel fiabesco puro. Un fiabesco che non è che elimini le brutture della vita, ci mancherebbe, ma che però non ti permette, mai di cadere nella desolazione nella disperazione, che alla fine ti offre sempre qualcosa a cui aggrapparti per non lasciarti morire.
Ed è questo il cinema che mi ha sempre salvato la vita, e continua a farlo.
E poi vi ci voglio vedere a girare la scena della carica del battaglione a cavallo. Tenete: macchina da presa, budget, attori, cavalli, tutto. Vi mettete sul set, con tutti i mezzi a disposizione e girate quella ***** di scena, avanti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/03/2012 20.31.23
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI matteoscarface  @  24/02/2012 14:13:21
   8 / 10
Il cinema è anche e soprattutto racconto di immaginazione pura e semplice, di narrazione libera e senza confini. Detto questo, Spielberg riesce a essere spettacolare e coinvolgente nel mostrare la sfida per arare un campo di rape, doloroso mentre racconta la breve e illusoria parentesi di libertà di due fratelli tedeschi, avventuroso nella sfida tra cavallo e una macchina prima, epico in quella tra cavalli e macchine-mitragliatrici dopo, nuovo e vecchio mondo che si scontrano lasciando inevitabilmente il secondo sul campo, ma se prima è solo il ragazzo protagonista a fare una lieve caduta, nel secondo caso cadono a centinaia i soldati nella morte. Menzione di merito a parte per la scena più bella, la breve amicizia tra due nemici che neanche si conoscono, un inglese e un tedesco, per merito di un cavallo conteso come quella terra che si combattono, ma che in realtà non appartiene a nessuno. Amicizia che deve essere sciolta inetivabilmente da lì a pochi minuti, quando ricomincerà la battaglia. Spielberg ci mostra quest'ultimo aspetto con un'inquadratura in campo lungo, a distanza, con le ultime voci di apprezzamento sulla bestia che si perdono nella nebbia e nella notte. Anche in un film meno importante della sua carriera, Spielberg ritorna maestro, innamorato delle sue immagini, dei suoi attori, delle sue inquadrature, delle sue storie prima di ogni altra cosa. Ci sta parlando innanzitutto di uomini, ma attraverso gli occhi di un animale. E non un animale qualsiasi, ma uno di quelli più nobili e fieri, uno di quelli legati agli spazi sconfinati e alle imprese più dure, da sempre vicino agli uomini nel loro cammino, dal primo campo arato agli imperi mondiali. Esemplare sotto questo punto di vista la sfida del cavallo che corre folle per un campo pieno di filo spinato o che, trovandosi chiuso da un carro amato, trova la forza per saltargli sopra. A chiusura del film c'è un ritrovamento sperato (tipico del cinema di questo regista), ma forse impossibile, come ci ricordano uno scenario e un'illuminazione di stampo teatrale (come se fosse un fondale dipinto), un technicolor di un'epopea western anni '40, a ricordarci che prima di tutto qui c'è una favola, un racconto di pura immaginazione. Sapete, a guardare ai lati belli della vita, ai sentimenti puri e a ciò che di buono c'è negli uomini non per forza si fa peccato.

4 risposte al commento
Ultima risposta 25/02/2012 20.39.01
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento DARKWINGDUCK  @  22/02/2012 19:47:22
   5 / 10
film per bambini, tipo rin tin tin, ma con cavallo.

3 risposte al commento
Ultima risposta 23/02/2012 10.05.40
Visualizza / Rispondi al commento
Rand  @  22/02/2012 18:18:47
   5½ / 10
Ci sono cose che in un film potrebbero essere rese sempre meglio...detto questo: Spielberg ha creato una pellicola "emotiva" strappandoci alal realtà e facendomi commuovere, ovvio che il cavallo protagonista sia da oscar (ma non è candidato...) per il resto si tratta di un film lungo, manierista (vedere spoiler) e "infantile" che sarebbe potuto piacere molto al mio alter-ego minorenne.
Qui siamo in un'opera di pura fantasia: il mondo spielberghiano si divide in buoni e cattivi e i buoni vincono sempre, non importa se abbiano davanti prove insuperabili per difficoltà e tempo a disposizione, l'universo spielberghiano si complica sempre di più finchè il "maestro" sbroglia la matassa in modo semplice, se cercate coerenza nel film non aspettatevene, la sospensione della realtà dev'essere continua per accettare questo film, certo gli attori sono bravi, la musica del semprevivo Williams fa il suo lavoro e se una sceneggiatura improbabile viene tenuta insieme da trovate registiche e scene strapplacrime non lamentiamoci: questo è spielberg, man mano che passa il tempo pare tornare alla sua infanzia, certo il cinema maturo con pellicole come Munich è ormai svanito, non aspettatevi grandi riflessioni sulla guerra, in fondo si combatte per Dio, L'inghilterra e i propri cari, l'insegnamento è però nascosto anche in questo film: che l'amicizia trionfa sempre su tutto, adatto ad un pubblico dai 18 anni in giù. Unica cosa positiva: non c'è violenza sbattuta in faccia allo spettatore ma solo "suggerità" il sangue è quasi zero, anche nelle scene di guerra e la parte della prima guerra mondiale è quella che ho preferito, per il resto un pò di noia e attesa per vedere la bestia che fine avrebbe fatto...:)Certamente non è un film da oscar, manca di maturità e obiettività, analizza alcune cose ma in modo fiabesco o poetico, non è certo da prendere sul serio...c'è di meglio in concorso per gli oscar

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

halb  @  22/02/2012 12:31:49
   9½ / 10
A me è piaciuto davvero molto, non capisco questa riluttanza. Realizzato perfettamente, coinvolgente ed emozionate.
Sapete che film fa Spielberg, se non vi piacciono fate a meno di vederli.

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/02/2012 18.26.44
Visualizza / Rispondi al commento
anthony  @  22/02/2012 12:09:47
   4 / 10
Spielberg verrà ricordato, un di', come il regista che ha dato un'accezione meramente politico/propagandistica a Hollywood; egli ha trasformato gli studios della Città degli Angeli in una fucina ideologica atta a permeare con languido disincanto le menti e le "passioni" del pubblico: il bene da una parte (gli Stati Uniti, Israele, la prostrazione al modello anglo-americano dei Media..) e il male e i "cattivi" dall'altro (chiunque non sia allineato..).
Cioè: se un regista come Spielberg, Michael Bay (suo allievo..) o altri..continuano a martellare sul tasto dell'assoluta bontà e del senso alto dell'onore adottati da parte degli USA nel 2ndo conflitto modiale (Salvate il Soldato Ryan, Pearl Harbor..etc...pellicole che, c'è da ammettere, hanno una programmazione e una distribuzione capillare e forsennata attraverso il potente mezzo televisivo..)..viene quasi spontaneo e come naturale l'autoconvinzione che, dopotutto, qualsiasi guerra o assalto sanguinoso/predatorio di stampo imperialista (oggi definito intervento "democratico-umanitario"..) portato avanti dall'Impero Usa (e alleati..) sia giusto, indispensabile, improrogabile e da non mettere in discussione.

Detto ciò..che dire del film "War Horse"?
Certamente che Spielberg ha un'abilità invidiabile nel "camuffare" le sue mire alte e "nobili"..la pellicola è impeccabile sotto i punti di vista tecnico, di messa in scena, di pathos..di coinvolgimento; le lacrime sono assicurate e causa di munizione di fazzoletti vari.
La sceneggiatura è deboluccia così come la direzione degli attori...ma WAR HORSE di sicuro rapisce e incanta..
..eh...che dire di più: Spielberg ci ha rifilato un'altra splendida e incorruttibile incùlata da maestro.

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/02/2012 22.40.19
Visualizza / Rispondi al commento
TheLegend  @  22/02/2012 00:05:47
   4 / 10
SPIELBERG DATTI ALL'IPPICA !!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/02/2012 19.52.17
Visualizza / Rispondi al commento
CavaliereOscuro  @  21/02/2012 23:39:10
   7 / 10
Strappalacrime con qualche buco nella trama, a volte esagerato e poco convincente. Però scorre bene, la regia è ottima così come la fotografia. Tutto sommato è un polpettone buono e più che digeribile!

conte3103  @  21/02/2012 10:51:41
   5 / 10
mancava furia cavallo del west e.............gran finale da "via col vento" ma tu guarda se adesso spielberg si mette a scopiazzare i finali strappa lacrime

BlueBlaster  @  21/02/2012 00:52:32
   8½ / 10
Ero titubante se andare a vedere questo film (ma se non lo avessi visto al cinema probabilmente non lo avrei mai visto non essendo amante del genere) perché temevo il rischio di trovarmi di fronte ad un mattone da 2 ore e mezza strappalacrime...in effetti è quello che è ma con una classe da far paura!
Solita storia del rapporto animale(umanizzato)/uomo(animalizzato?)...solite musiche patetiche (in questo caso Williams che non solo si riconosce ma avvolge in maniera esagerata ogni scena del film)...solite scene strappalacrime...soliti attori impostati...INSOMMA NULLA DI NUOVO ALL'ORIZZONTE..
Ma che devo dire: mi è piaciuto!
Prima cosa non ho visto molti film sulla Grande Guerra e quindi sono stato ben felice di arricchire la mia cultura storica (per quanto possa fare un film)...ma cosa più importante è che tecnicamente il film è perfetto! Maestosa fotografia, ma anche la scenografia e il sonoro...oltre che al sopraffine Spielberg che ha delle trovate geniali aiutate da un montaggio strepitoso.
E' palese che questo film sia una macchina da Oscar...azzardo: Miglior fotografia, miglior sonoro e montaggio del sonoro...
Comunque bel film, non è indimenticabile ma lascia l'impressione di aver visto una gran opera dell'ottava arte.

PATRICK KENZIE  @  21/02/2012 00:12:55
   10 / 10
Un capolavoro di intensità ed emozione. Tra lacrime ed applausi il miglior Spielberg dai tempi di Schindler's List! Indimenticabile e con un finale dal tocco da grande maestro...

Jack Torrence  @  20/02/2012 23:23:42
   5½ / 10
E questo film è candidato come "Miglior Film" agli Oscar? In più ci sono altre 5 nomination?

Ecco, queste cose mi fanno particolarmente sorridere.

War Horse. War Horse è un film mediocre. Perchè, vi chiederete? La risposta è molto semplice, chiara e limpida.

Steven Spielberg.

Quel regista dovrebbe smetterla di fare film. Ha fatto il suo tempo, come tutti del resto. Ha raggiunto l'apice con grandissimi capolavori, questo è certo, ma il tempo passa per tutti, è inevitabile. E i suoi ultimi film sono la prova. W

War Horse è un film pretenzioso, sceneggiato malissimo, scontato a dir poco, condito da un "epicità" a tratti nauseante, scontato....no aspettate, scontato l'ho già detto. Beh altro non ho da dire. Francamente spero che smetta di fare film, perchè non vorrei cambiare radicalmente opinione sul suo operato.

J.Torrence


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

8 risposte al commento
Ultima risposta 01/03/2012 13.24.45
Visualizza / Rispondi al commento
ValeGo  @  20/02/2012 19:33:19
   8 / 10
Commovente,avvincente, molto dolce!Un pò surreali tutte le vicende che capitano al protagonista animale ma è curioso vedere la guerra dal punto di vista del cavallo!!!

debaser  @  20/02/2012 19:12:29
   6½ / 10
Un kolossal basato su una storia inverosimile, a tratti poco credibile che rende lo spettatore un po' distaccato ed a volte regala sbadigli. Da salvare la fotografia e la recitazione del cavallo vero mattatore del film. Per il resto il film risulta troppo lungo e molto lento. Bellissima invece la prima parte del film con l'addestramento del purosangue ma nel proseguo il film lentamente si trascina verso un finale fin troppo prevedibile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/02/2012 13.49.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  20/02/2012 16:02:21
   5 / 10
Tutti gli aggettivi sinonimi di "polpettone ricattatorio alla Spielberg". Eppure, non viene meno al suo scopo, alla sua funzione, commuovere e insegnare, tenere lo spettatore in scacco seppur con metafore da asilo cinematografico. L'utilizzo della fotografia nella scena finale dimostra che poteva essere perlomeno ardito sotto questo punto di "vista" e non solo un meccanismo di calcolata sofferenza a orologeria. Accanimento terapeutico. Visita al cimitero del Cinema.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/02/2012 17.51.31
Visualizza / Rispondi al commento
Il Dragone  @  20/02/2012 09:58:25
   10 / 10
Era da mesi che aspettavo questo film. Ragazzi, c'è da strapparsi i capelli da quanto è meraviglioso! Storia intensa, emozionate e strappalacrime. Spielberg è sempre il migliore! Perfetto sotto ogni aspetto.
Consiglio agli amanti del genere di correre a vederlo.

Alex22g  @  19/02/2012 20:59:01
   10 / 10
Grandissimo film di Spielberg come era lecito aspettarsi. Regia sublime, storia ben articolata e interessante,splendide musiche, insomma un altro filmone del maestro assolutamente da non perdere per chi come me adora il Cinema con la C maiuscola. Un film che emoziona e regala scene suggestive, difficilmente rimarrete impassibili ;)

Crazymo  @  19/02/2012 18:30:38
   8 / 10
Filmone in pieno stile Spielberghiano realizzato magistralmente e con l'inconfondibile matrice americana/strappalacrime del regista, che però questa volta sceglie una via più realistica per la storia, e mette (imprevedibilmente) in secondo piano il fattore 'strappalacrime' realizzando un ottimo film godibile fino all'ultimo minuto, realistico (1a guerra mondiale ben realizzata seppur con molti "vuoti" fra l'inizio e la fine) e ottimo sotto tutti gli aspetti.

krystian  @  19/02/2012 13:46:40
   10 / 10
Spielberg non si smentisce mai. Gran bel film in puro stile spielberghiano, magnifica la fotografia e la colonna sonora dell'unico John Williams oramai stretto amico di Spielberg. Da vedere per chi ama il genere!

7219415  @  19/02/2012 12:37:00
   7½ / 10
Davvero una bella storia...

dagon  @  18/02/2012 15:49:28
   7½ / 10
Film diseguale, con picchi in alto ed in basso. La prima mezz'ora, con il suo tono smaccatamente anni '50 (in senso negativo - secondo me-) sotto ogni punto di vista (l "umorismo" della papera.... brrrr) mi ha irritato. Da quando scoppia la guerra, il film cambia completamente registro ed inanella una serie di scene madri, alcune delle quali memorabili, con quelle delle trincee e della terra di nessuno assolutamente magistrali. Eccellono, sempre in queste parti, la fotografia di Kaminski, veramente strepitosa, ed il sonoro. Troppo enfatica e roboante, invece, la partitura di John Williams, che spesso stona e distorce, invece di sottolinearla, l'emozione di certi momenti. Nel complesso da vedere, però forse un approccio più crudo sarebbe stato preferibile, anche se avrebbe snaturato completamente il materiale di partenza. Doppiaggio dei tedeschi piuttosto discutibile.

Invia una mail all'autore del commento nrgjak  @  18/01/2012 23:15:47
   7 / 10
Vedendo il trailer mi aspettavo di peggio. Non avendo letto il libro, il mio timore era di vedere un cavallo troppo "umanizzato".. invece resta un semplice animale che, seppur aiutato da una dose di fortuna improbabile (ma non è così forse per ogni eroe umano nei film di guerra?), si ritrova catapultato negli orrori della prima guerra mondiale separato a forza dal suo padrone. Fotografia davvero eccezionale, musiche azzeccate, ben fatte le poche sequenze di guerriglia. Poca poca azione, ma quello che conta è la storia del rapporto tra cavallo e ragazzo. Che emoziona se ci si fa coinvolgere, ma rischia di diventare un po' noiosa e improbabile in alcune parti. Insomma non mi ha convinto del tutto, nella parte centrale del film alcune scene sembrano buttate lì una dietro a l'altra mentre il cavallo passa dagli inglesi ai francesi ai tedeschi e così via con un salto temporale di 3 anni che non viene minimamente approfondito.
Sicuramente voleranno molti 10 e si griderà al capolavoro, molti altri lo troveranno un mattone di 2ore e mezza che non passa più, io me lo son goduto e mi ha emozionato ma non ha lasciato il segno.
7 per fotografia, costumi e recitazioni, cavalli compresi

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW T
...e fuori nevica! (2014)
 T
amore, cucina e curry
 T
amoreodio
 T
anime nere
 T
annabelle
 T
arance e martello
 T
barbecue
 T
bastardi in divisa
 T
belluscone, una storia siciliana
 T
boxtrolls - le scatole magiche
 NEW T
capitan harlock - l'arcadia della mia giovinezza
 T
class enemy
 T
colpa delle stelle
 T
comportamenti molto... cattivi
 NEW T
cristiada
 T
everyday rebellion
 T
frances ha
 T
fratelli unici
 T
i due volti di gennaio
 T
i mercenari 3
 T
i nostri ragazzi
 NEW T
il giovane favoloso
 T
il regno d'inverno - winter sleep
 T
io sto con la sposa
 T
jimi: all is by my side
 NEW T
joe
 NEW T
la banda dei supereroi
 T
la buca
 NEW T
la moglie del cuoco
 T
la nostra terra
 T
la preda perfetta
 T
la trattativa
 T
la zuppa del demonio
 T
l'ape maia
 R T
le due vie del destino
 T
l'incredibile storia di winter il delfino 2
 HOT T
lucy
 T
maze runner - il labirinto
 T
medianeras, innamorarsi a buenos aires
 T
necropolis - la citta' dei morti
 T
party girl
 T
pasolini
 T
perez.
 NEW T
piccole crepe, grossi guai
 T
pongo il cane milionario
 T
poshpostman pat
 T
resta anche domani
 T
se chiudo gli occhi non sono piu' qui
 T
senza nessuna pieta'
 T
sex tape - finiti in rete
 R T
si alza il vento
 HOT T
sin city - una donna per cui uccidere
 T
take five
 T
tartarughe ninja
 T
the equalizer - il vendicatore
 R T
the giver - il mondo di jonasthe green inferno
 R
the look of silence
 T
the protector 2
 T
tutto molto bello
 NEW T
tutto puo' cambiare
 NEW T
un milione di modi per morire nel west
 T
un ragazzo d'oro
 T
una promessauscio e bottega
 T
vinodentro
 T
walking on sunshine
 T
winx club: il mistero degli abissi

877996 commenti su 31293 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net
Division: Workless