ritratto della giovane in fiamme regia di CÚline Sciamma Francia 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ritratto della giovane in fiamme (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RITRATTO DELLA GIOVANE IN FIAMME

Titolo Originale: PORTRAIT DE LA JEUNE FILLE EN FEU

RegiaCÚline Sciamma

InterpretiNoÚmie Merlant, AdŔle Haenel, LuÓna Bajrami, Valeria Golino, Christel Baras, Armande Boulanger, Guy Delamarche, ClÚment Bouyssou

Durata: h 2.02
NazionalitàFrancia 2019
Generedrammatico
Al cinema nel Dicembre 2019

•  Altri film di CÚline Sciamma

Trama del film Ritratto della giovane in fiamme

1770. Marianne, pittrice di talento, viene ingaggiata per fare il ritratto di HŔloise, una giovane donna che ha da poco lasciato il convento per sposare l'uomo a lei destinato. HŔloise tenta di resistere al suo destino, rifiutando di posare. Su indicazione della madre, Mariane dovrÓ dipingerla di nascosto, fingendo di essere la sua dama di compagnia. Le due donne iniziano a frequentarsi e tra loro scatta un amore travolgente e inaspettato.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,64 / 10 (7 voti)6,64Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ritratto della giovane in fiamme, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Doinel  @  29/05/2020 21:33:33
   10 / 10
Céline Sciamma al suo quarto lungometraggio da regista, gira per la prima volta un film in costume e con protagoniste adulte. Il film è ambientato nella fine del XVIII secolo, e racconta la storia di una pittrice di nome Marianne (interpretata da Noémie Merlant) che durante una sua lezione di pittura in Francia, viene interrogata da una delle sue allieve su un quadro che ha scoperto e nascosto nella stanza. Marianne sgomentata, le dirà che si tratta di un suo quadro e che si intitola "Ritratto della giovane in fiamme", in quel momento la donna avrà un lungo flashback sulla storia di quel quadro che è anche la storia dell'intero film. Veniamo trasportati in Gran Bretagna molti anni prima, dove la pittrice viene invitata da una famiglia nobile a ritrarre il ritratto della loro figlia Héloïse (interpretata da Adèle Haenel). Scopriremo che la giovane ragazza è uscita dal convento dopo che la sorella è morta e che ora è promessa sposa a un nobile italiano. Ma la giovane Héloïse ha sempre rifiutato di farsi ritrarre perché si oppone al matrimonio combinato, perciò la madre la tiene segregata in casa e chiede alla pittrice di fingersi una compagna di passeggiate per poterla osservare e dipingerla in segreto. Sciamma dirige la storia con estremo rigore e pulizia estetica, le scenografie sono scarne e le inquadrature si concentrano sui dettagli e sugli sguardi delle protagoniste. Il "segreto" di Marianne, creerà una costante tensione tra le due donne, Héloïse si rivelerà una giovane sospettosa, impavida ma profondamente intelligente, che colpirà l'animo della pittrice. É interessante il discorso decostruttivo che mette in atto Sciamma sull'immaginario della donna sotto molteplici e diversi piani. Primo fra tutti sul piano artistico: la musa qui non è soltanto lo strumento passivo che il pittore si serve per realizzare il suo immaginario, al contrario Héloïse, in una delle sequenze più significative del film, invita la pittrice a guardare dal suo punto di vista, per farle scoprire quante cose ha imparato vedendola dipingere: sul suo corpo, il suo animo, i suoi gesti, le sue emozioni. Anche lo sguardo da pittrice di Marianne è uno sguardo femminile che nella storia dell'arte è stato letteralmente "cancellato", la sequenza dove rappresenta la scena dell'aborto della domestica su tela è emblematica, perché, come sottolinea la regista, va a dar vita a quell'immagine "mancante" che fa parte dei corpi, dei desideri e dell'intimità dell'essere donna. Colpisce anche la scena dell'aborto non tanto per la brutalità ma per la naturalezza con la quale viene rappresentata: durante l'atto ci sono dei bambini che osservano e consolano la giovane domestica mentre l'abortista estrae il suo feto. Sciamma dirige il rapporto tra le donne in maniera assolutamente orizzontale ed egualitaria, le inquadrature divengono una sorta di gioco di specchi, non prive di "distorsioni" e conflitti, ma sempre sulla stessa lunghezza d'onda, lo status sociale dei personaggi non influenza la natura dei loro rapporti, è piuttosto l'immagine dell'uomo, paradossalmente quasi assente per tutto il film, che influisce pesantemente sul destino e le scelte delle donne. Sul piano della narrazione, vi è anche una re-interpretazione del mito di Orfeo ed Euridice, infatti Héloïse leggerà la famosa opera greca durante una serata passata con Marianne a la domestica, e tutte e tre si interrogheranno sul crudele finale dell'opera, sollevando nuovi punti di vista. Colpisce quello di Héloïse che suggerisce che Euridice avrebbe detto al suo amato "Girati!" prima che quest'ultimo finisse il percorso per riportarla in vita. Visione che in qualche modo si rivelerà profetica per il grande amore che sboccerà tra Héloïse e Marianne. Questo amore appassionante e silenzioso tra le due crescerà e si evolverà esattamente come il secondo ritratto che Marianne dipingerà dopo aver rivelato la verità ad Héloïse. Sarà un ritratto vero e profondo, che permetterà alle due donne di stabilire un legame unico e che porteranno dentro i loro cuori per il resto della loro vita. Il film ha il singolare pregio di raccontare con semplicità e coinvolgimento una storia di grande complessità e ricca riflessioni intellettuali.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

FaustoWinnfield  @  26/04/2020 12:09:02
   3 / 10
Per quanto non sia drastico nella valutazione come l'utente il cui commento si trova appena sotto al mio concordo in linea di massima con le critiche. Drammone a sfondo lesbico (e quindi nel 95% dei casi fatto male) lezioso, schifosamente femminista (non il femminismo quello vero ma quello presunto ed indegno degli ultimi anni) e dallo sviluppo lento e prevedibile. Ben diretto ma non quanto L'ufficiale e la spia di Polanski, che ha vinto un meritatissimo Cesar per la regia, in barba alle rosicate tirate dalla stessa Celine Sciamma e dal resto della sua combriccola mafiosa di pseudo-femministe.

benzo24  @  29/02/2020 13:37:29
   1 / 10
Orribile, regia televisiva, recitazione dilettantesca, storia banale fatta per per soddisfare i pruriti sessuali della sua autrice, che ha pure il coraggio di criticare Roman Polanski, Brutta l'invidia vero?

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  25/02/2020 21:12:28
   8 / 10
Una rappresentazione fredda e meccanica quella del primo ritratto, un copia/incolla senza la minima profondità nel cercare l'essenza del modello da ritrarre. Partendo da questo semplice presupposto, cioè il rapporto fra modella e pittrice Ritratto di una giovane in fiamme è una bella storia di formazione, di scoperta di sè e di emancipazione del mondo femminile appena prima della Rivoluzione francese. La Sciamma firma un bellissimo curatissimo nella forma e nei contenuti, mai superficiale, che regala bellissimi momenti di bel cinema. La chiusa con l'Estate di Vivaldi è meravigliosa dal punto di vista emotivo.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  03/01/2020 16:25:21
   8½ / 10
Film tutto al femminile, ambientato tra '700 ed '800, in una selvaggia e splendida Bretagna, dove gli uomini importanti restano fuori (una volta tanto). Una breve ed intensa storia d'amore che sboccia, cresce e termina sul tema del ritratto e della visione dell'una per l'altra, sintetizzato nel mito di Orfeo ed Euridice (vivere l'amore o la sua idea?). Bella la fotografia, che spesso presenta immagini simili a quadri. Molto intenso, decisamente da vedere.

suzuki71  @  25/12/2019 10:39:56
   6½ / 10
Completamente al femminile, con praticamente solo quattro attrici, questo film della interessante regista di Tomboy con evidenti richiami a Lezioni di Piano (la stessa indimenticabile spiaggia) mi è sembrato un classico esempio di mancata promessa e quindi se i dialoghi essenziali e a tratti ricercati possono risultare apprezzabili e salutati positivamente, è la sceneggiatura e la regia (uniti nella medesima persona, perchè?) che non riescono a infondere il pathos necessario, con l'impressione a più tratti di un freddo esercizio di stile, con una produzione scarsa e regia televisiva. Troppe aspettative perchè no, non ci sono soltanto momenti indimenticabili se non qualcuno (forse il dialogo con cortese linguaggio delle due amanti dal linguaggio cortese). Brava Valeria Golino.

130300  @  24/12/2019 19:18:30
   9½ / 10
sensuale, profondo, bellissimo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 HOT
1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noida 5 bloods - come fratellidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estateoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)promarequa la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrichard jewellrun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia dĺarteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1006090 commenti su 43641 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net