revenant - redivivo regia di Alejandro Gonzalez Inarritu USA 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

revenant - redivivo (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film REVENANT - REDIVIVO

Titolo Originale: THE REVENANT

RegiaAlejandro Gonzalez Inarritu

InterpretiLeonardo DiCaprio, Tom Hardy, Will Poulter, Domhnall Gleeson, Paul Anderson, Lukas Haas, Brendan Fletcher, Kristoffer Joner

Durata: h 2.36
NazionalitàUSA 2015
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2016

•  Altri film di Alejandro Gonzalez Inarritu

Trama del film Revenant - redivivo

Tratto da una storia vera, Revenant racconta l'epica avventura di un uomo che cerca di sopravvivere grazie alla straordinaria forza del proprio spirito. In una spedizione nelle vergini terre americane, l'esploratore Hugh Glass (Leonardo Di Caprio) viene brutalmente attaccato da un orso e dato per morto dai membri del suo stesso gruppo di cacciatori. Nella sua lotta per la sopravvivenza, Glass sopporta inimmaginabili sofferenze, tra cui anche il tradimento del suo compagno John Fitzgerald (Tom Hardy). Mosso da una profonda determinazione e dall'amore per la sua famiglia, Glass dovrà superare un duro inverno nell'implacabile tentativo di sopravvivere e di trovare la sua redenzione.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,30 / 10 (201 voti)7,30Grafico
Miglior regia (Alejandro González Iñárritu)Miglior attore protagonista (Leonardo DiCaprio)Miglior fotografia (Emmanuel Lubezki)
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior regia (Alejandro González Iñárritu), Miglior attore protagonista (Leonardo DiCaprio), Miglior fotografia (Emmanuel Lubezki)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Revenant - redivivo, 201 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

Kyo_Kusanagi  @  06/08/2017 17:24:47
   7 / 10
Revenant è una di quelle esperienze cinematografiche profondi e totali che beccano oscar e riconoscimenti a cascata ma che poi difficilmente andrai a rivedere,ecco, qui ci troviamo di fronte a quel tipo di film; certo storia intensa,fotografia grandiosa e un Leonardo Di Caprio che finalmente agguanta il suo agognato Oscar, poi c'è la sequenza con l'orso che è straordinaria.Resta comunque un film complesso,dove il valore aggiunto è sopratutto nel comparto tecnico artistico.Merita sicuramente almeno una visione

yeah1980  @  04/07/2017 10:33:47
   7 / 10
Fatto benissimo, ma davvero troppo poco credibile, a Leo ne capitano davvero troppe e di tutti i colori.

LoSqualo  @  26/06/2017 23:52:33
   9½ / 10
Dopo Birdman il grandissimo Inarritu ritorno a fare gran cinema, con una storia che si racchiude tra distinte e potenti emozioni svariando dall'amore sino alla vendetta e tutto quello che sfocia da quest'ultima.
Come sempre Inarritu si affida ad un cast stellare con Domnhall Gleeson, Will Poulter, ma su tutti Leonardo DiCaprio e Tom Hardy.
Questo si potrebbe nominare come il miglior duo di sempre di questi ultimi dieci anni, difatti se non è la trama il punto forte, sono loro due che danno quel tocco di classe che soltanto due eccezionali attori possono dare.
Quindi a mio parere strameritato il premio Oscar al miglior attore protagonista a Leonardo DiCaprio che inseguito la statuetta dorata da quasi due ventenni sin dalla sua esplosione sul set in buon compleanno mr Grape, eccezionale anche Tom Hardy che rasenta la cattiveria e l'egoismo nella sua forma più potente, peccato che alla fine non ebbe il premio Oscar al miglior attore protagonista che andò a Mark Rylence per il ponte delle spie.
Come non menzionare il lavoro svolto da Inarritu in cabina di regia che grazie ai suoi piani sequenza su tutti quello dello scontro iniziale e quello della lotta di Leo contro l'orso Grizzly vinse il suo secondo Oscar consecutivo alla regia.
Mastodontica la fotografia di Lubezki che rende ancor di più l'idea e l'immersione dentro a quel mondo, grazie anche ad una colonna sonora che ti immerge totalmente nel cammino vendicativo di Hugh Glass, ottima la scenografia.
Peccato per l'unico neo che non rende Revenant un capolavoro, ovvero la trama sin troppo lineare ma comunque con alcuni spunti non scontati, come ad esempio il finale, ma non era certo quello lo scopo di Inarritu che anche con poche parole e una sceneggiatura povera é riuscito a far provare forti emozioni al suo pubblico anche grazie ai componenti del cast che hanno dato tutto e dove tutti sanno quello che ha fatto per il suo personaggio Leonardo DiCaprio.
In definitiva Revenant é un film eccezionale che sfiora il capolavoro, con prove attoriali che resteranno negli annali del cinema come la regia e tutti gli altri suoi aspetti che lo rendono di gran lunga il miglior film del 2015.


paco1995  @  02/05/2017 17:35:50
   7½ / 10
Bello, con un DiCaprio spettacolare.

Biasx  @  30/04/2017 12:21:41
   8 / 10
La coppia Inarritu-DiCaprio offre una prestazione magistrale in questo film.
Fotografia e ambientazioni sono davvero stupefacenti, tecnica magnifica (la scena della battaglia iniziale è da far vedere e rivedere nelle scuole di cinema). Da questi aspetti, Leo (uno dei più miei attori preferiti) è stato aiutato a vincere l'Oscar che meritava secondo me più in The Wolf of Wall Street.
E' vero che a a Revenant manca qualcosina, probabilmente per quanto riguarda la trama e la sceneggiatura. Ma in ogni caso, resta un filmone!

daaani  @  20/03/2017 16:59:41
   7 / 10
Cioè scusate questo film ha vinto gli oscar? La sufficienza glielo ho data per l ambientazione e per come ha recitato di caprio. Per il resto mi aspettavo qualcosa in più!

6 risposte al commento
Ultima risposta 25/03/2017 08.28.49
Visualizza / Rispondi al commento
fabio57  @  10/03/2017 08:55:32
   7 / 10
Di Caprio , se ce ne fosse bisogno, ha dimostrato ancora una volta di essere un attore a tutto tondo, capace di interpretare i ruoli più svariati. In questo film si supera, recitando una parte veramente difficile, si trasfigura completamente divenendo una maschera di sofferenza e orrore. Il lavoro è ben fatto e la natura, matrigna severa, viene ripresa in tutta la sua selvaggia espressione, come la cattiveria umana , quasi peggiore di quella istintiva degli orsi. Tuttavia la storia cruda e brutale, non è particolarmente originale, è un po' prolisso, ma la regia è tecnicamente esemplare .
Nel complesso discreto

fratellodiringo  @  03/02/2017 21:06:18
   6 / 10
La sufficienza c'è tutta ,ma mi aspettavo molto di più.
Uno di quei pochi film che riesce a sminuire la storia vera.
Es : leggi la storia è pensi :"sti *****" vedi il trailer e pensi:" minchia"...... ha vinto pure l' oscar....
Poi vedi il film e .............


vedi: vicenda trasferimento gabigol inter

VincVega  @  24/01/2017 12:21:35
   7½ / 10
Probabilmente come detto da molti la trama è abbastanza lineare, una storia di vendetta vecchio stile. Ma con una fotografia così, la regia, le interpretazioni (grande Tom Hardy e Di Caprio riesce a vincere l'oscar con il ruolo più fisico e con meno dialoghi in assoluto), le ambientazioni, piani sequenza. la battaglia iniziale, la lotta con l'orso, le visioni di Hugh Glass, tutto è superlativo. Da vedere

Oskarsson88  @  02/01/2017 14:59:44
   7½ / 10
Molto del voto è dato dalle spettacolari ambientazioni tra monti e boschi innevati da sublimare la vista. Il resto è una discreta storia, niente di nuovo, un po' troppo lenta e tirata per le lunghe, che comunque segue il suo filo logico fino al compimento del proposito iniziale. Un po' blockbusteroso come lo vuole l'americano medio moderno, ma si sa, c'est la vie.

statididiso  @  26/12/2016 19:38:38
   7½ / 10
Ritengo REDIVIVO un film non riuscito sotto diversi punti di vista. La fotografia è spettacolare, manco a parlarne... ma poi? Ricordo di essermi emozionato con Russell Crowe, addirittura con RAMBO ma questo Di Caprio proprio non mi è arrivato (mille volte meglio in THE WOLF OF WALL STREET). Forse anche perché Tom Hardy ha tirato fuori una performance così cazzuta da oscurarlo? Parliamo della regia. Ho apprezzato la crudezza delle immagini ma il loro ripetersi mi ha fatto presto assuefare. La stessa storia poteva essere raccontata con un minutaggio decisamente inferiore e soltanto l'attacco dell'orso ha catturato davvero il mio interesse. A tratti esercizio di stile (quanto hanno rotto le balle a Peter Greenaway), ad un certo punto mi è tornato in mente Christopher Lambert ma quello era un altro genere di film, e poi ho letto che il personaggio di Hugh Glass è esistito veramente... mumble mumble... infine la sceneggiatura. A parte il fatto che sembra scritta per uno degli eroi della Marvel (qualcuno prima di me l'ha già detto), ho notato anche qualche banalità/incongruenza. Alla fine, una delle più classiche storie di vendetta... non mi ha fatto impazzire...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  16/12/2016 18:16:21
   8 / 10
Inarritu è indubbiamente un gran regista, e a fronte di produzioni milionarie riesce comunque a far prevalere il lato artistico di Hollywood, piuttosto che quello commerciale. Questo film mi ha colpito per l'estrema crudezza, non forzata tra l'altro, ma percepita in ogni singola scena. In proposito viene fatto largo uso di inquadrature grandangolari, anche per primi piani, nonché diaframmi chiusi per allargare il campo visivo. L'effetto finale è da gran maestro.
Straordinario Leonardo Dicaprio, finalmente non imbellettato e sopra le righe.

dkdk  @  08/12/2016 17:38:12
   7½ / 10
Film che regala il tanto agognato oscar a Di caprio, caratterizzato da una fotografia ottima e scenari mozzafiato.Storia gradevole e lineare anche se dal finale abbastanza scontato.

Goldust  @  06/12/2016 11:41:23
   6½ / 10
Un film che sarà ricordato per la magnificenza di una fotografia mozzafiato e per una prima parte parecchio spettacolare; ma vista in generale la storia di vendetta del nostro Hugh Glass non è poi così interessante e già da metà ci si immagina come potrà finire. Leonardo DiCaprio, taciturno suo malgrado per buona parte della pellicola, corona finalmente il sogno di aggiudicarsi un Oscar, ma come spesso gli succede quando è protagonista viene messo in ombra da un suo collega più ispirato ( in questo caso Tom Hardy ). Molto rumore per ( quasi ) nulla.

gregmoser  @  28/11/2016 11:41:21
   7 / 10
Il film ha una buona storia che, nella sua semplicità, non viene a mio avviso approfondita. Soprattutto se si considera che è ispirata ad un personaggio realmente esistito. Ottima l'interpretazione di Di Caprio, che si è meritato l'oscar, la perfetta fotografia e la regia di Innaritu. Unica pecca è l'eccessiva durata che si fa sentire, soprattutto a causa della monotonia del paesaggio.

krystian  @  11/10/2016 08:57:18
   8 / 10
Film che vive principalmente di immagini mozzafiato dall'inizio alla fine.
Per il resto mi ha coinvolto abbastanza sebbene la lunghezza non sia stata dalla mia parte (mi ha pesato assai).
Comunque una visione ne vale la pena.

mauro84  @  02/10/2016 16:04:56
   8 / 10
Finalmente recupero sto capolavoro del cinema d'oggi. Trama quanto vera, quanto realizzata in maniera tale. Da vivere!!

Ambientazione, fotografia da oscar. Gli occhi si perdono nelle immagini, in quanto raccontato e vissuto.
La Sopravvivenza come mai vissuta prima!!
Prendo di per sè il finale... (particolare!...)

Leonardo Di Caprio, eccolo finalmente l'oscar a sto attore che lo merita da qualche anno a sta parte, ecco il suo top, ecco arrivato al culmine della sua carriera, ancora lunga senz'altro!! top top
Tom Hardy, pregevole co-protagonista, grande attore pure lui, ha dimostrato di saperci fare, interpretazione degna!

Il regista centra il bis, o poco ci manca, ennesimo capolavoro, visto che poi in poche parole si deve trattare. E' riuscito a far si che una storia così, che sa tanto di documentario, renderla una grande pellicola! Il mondo degli indiani d'america con gli occidentali non è mai stato così vicino!
L'Oscar alla regia meritato ampiamente!!

Film da vedere, bisogna saper esser obiettivi e costruttivi quando si vedono certe pellicole... io lo visto e sono rimasto piacevolmente sconvolto in positivo!

Film da vedere! Consigliato.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ostix  @  12/09/2016 16:06:23
   5½ / 10
E' difficile dare l'insufficienza ad un film epico come The Revenant, dove c'è massima attenzione alla fotografia, regia, sceneggiatura, costumi, interpretazione, effetti speciali, trucco, ambientazione, tutto insomma è di altissimo livello.

Però il film è di una noia mortale, una noia devastante che ti accompagna fino al finale auto spoilerante del film : se il protagonista E' Leo di Caprio, già sai dove va a finire la trama, ovviamente....

Bocciato, mi spiace; forse una versione accorciata di almeno 40 minuti spunterebbe un mezzo voto in più , ma così com'è è , per mio gusto, da bocciare.

Mael  @  12/09/2016 11:18:09
   4 / 10
Ho davvero fatto fatica a vedere tutto il film, infatti sono riuscito ad arrivare alla fine spezzandolo in 2 parti. Come al solito, per quanto mi riguarda, la regola è: se il film ha preso oscar preparatevi alla noia (non sempre).
Scrivo appunto per chi come me vuole avere emozioni da un film e a cui della fotografia, inquadrature, regia ecc ecc non gliene può proprio importare nulla; il film deve trasmettere qualcosa e questo, tolti i primi 30 minuti in cui prende per il resto è un continuo lamento dell'highlander che non ne vuole sapere di morire, in condizioni che manco un supereroe Marvel riuscirebbe a sopravvivere.
Ora io una cosa non sopporto dei film: se fai un film di fantascienza/fantasy/cartoon o che comunque non hanno la pretesa di voler trasmettere realtà allora non critico le situazioni impossibili, ma questo non appartiene a queste categorie anzi, e il nostro Di Caprio riesce dove chiunque sarebbe morto anche alle cure in ospedale.

Sull'interpretazione nulla da dire, ottima, ma a mio personalissimo parere, se sono interessato solo a cio, andrei a teatro e non al cinema. Quindi preparatevi agli stati mentali, i ricordi, viaggi onirici e via discorrendo.

Consigliato a chi s'intende di cinema e appassionati agli altri lasciate stare, sfruttate meglio le 2 ore e 30 di questo Revenant guardando altro.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  08/09/2016 19:02:40
   7½ / 10
C'era un regista (W.H.) che quando era ancora giovane e forte portava una troupe di sfigati nei posti più pericolosi della Terra, senza uno straccio di sceneggiatura e con solo due soldi in tasca. Con sé però non si dimenticava mai tutta la sua esperienza di essere umano e la sua umanità.

Inarritu invece è un fenomeno con la macchina da presa, è un fenomeno a scrivere (non in questo caso), è un fenomeno a dirigere gli attori, è un fenomeno nell'ammaliarsi i produttori, ma la sua umanità forse non è nemmeno avvicinabile a quella dell'uomo di cui sopra.

Tango71  @  08/08/2016 20:29:57
   10 / 10
Capolavoro. Regista, attori, ambienti, sceneggiatura. Tutto perfetto!

Slich  @  27/07/2016 03:44:10
   7½ / 10
che spettacolo interpretare personaggi del genere..
bello di caprio che soffriva nello stare nell'acqua tiepida del set di titanic, forse era lui che a sto giro cavalcava le torrenti glaciali?
tutto fatto al computer questo lavoro?
Per me questo è un grande film, ma non ci siamo su qualcosa.
troppe scene insipide che tolgono spazio a un qualcosa che si doveva fare in più in termini di avvenimenti, o di sensazioni.


Scuderia2  @  23/07/2016 11:30:09
   5 / 10
Storia che scorre via pulita tra ruscelli limpidi e paesaggi ameni.
Poi realizzi che Di Caprio che striscia,rantola e grugnisce tu l'hai già visto un'altra volta.
Qui lo fa solo in maniera prolungata dopo essere stato saccagnato da un grizzly.
Sarebbe anche materiale ben realizzato,salvo quello che succede in chiusura di campagna.
Cioè,schizzi di sangue sull'obiettivo della macchina da presa?
Cos'è?Un mockumentary?
O quello che vedevamo era ciò che vedeva una marmotta che accompagnava i cacciatori di pelli?
A questo punto tanto valeva fare un saluto a favore di camera.
Appunto.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  13/07/2016 19:22:30
   7½ / 10
Bello nel senso classico del termine.... fotografia, ambientazioni e sceneggiatura eccellono, ottimamente recitato..... duello finale un pò troppo americanizzato a mio parere, cmq complessivamente un opera di spessore. Alla fine però fa parte di quei film che non stimolano ad una visione ulteriore.... basta una volta.....

hometheatre  @  09/06/2016 13:49:26
   6½ / 10
La prima parte è senz' altro la più riuscita, poi il film si " siede " e non offre spunti emozionali degni di nota.
Tanto più che si capisce bene dove si andrà a parare.
Chiaramente visto con un buon TV e impianto Home è una meraviglia per occhi e orecchie.
PEccato una seconda parte non a livello della prima.

alberto9  @  05/06/2016 00:12:58
   7½ / 10
Bello é bello ed é fatto benissimo. Pero' non m'ha preso o fatto sognare come altri film di Dicaprio. Tom Hardy é comunque sempre il top.

Thorondir  @  01/06/2016 12:46:21
   7½ / 10
Il film non è un capolavoro, soffre troppo di stasi e immobilismo, ma questo perchè punta tanto sulle immagini a discpaito delle parole. Va anche detto che il film è un mezzo remake e che tanto riprendere dalle atmosfere gelide di un film bellissimo ma misconosciuto ai più, ovvero l'insaziabile di Antonia Bird. Detto questo, Revenant è un saggio di regia moderna, dove il classico si unisce al moderno appunto: quando non c'è piano sequenza ci sono long take di raro realismo che grazie anche alla scelta di girare tutto con luce naturale, rende il realismo straordinario e abbacinante delle location scelte. Questo è ciò che personalmente più ho apprezzato del film: tanti ne abbiamo visti di film più o meno del genere come storia, con un'ingiustizia da ripagare con la vendetta, ecc. ma mai avevamo visto una storia che è comunque convenzionale, girata con questa grazia e questa resa dei particolari, in un tripudio di epica che ha la ruvidità e la forza muscolare di ricordare a tratti quel magnifico capolavoro che è Aguirre, furore di Dio di Herzog, seppur diverso come forma e periodo storico.

KINGLIZARD  @  19/05/2016 15:58:45
   7 / 10
Fotografia eccezionale..oscar meritatissimo, oscar meritato anche per Di Caprio se non altro per tutte le altre volte in cui se lo meritava di più...
secondo me però eccessivamente lungo per il tipo di trama che racconta...decisamente una buona mezz'oretta si poteva tranquillamente togliere.
La scena dell'orso che da praticamente scatena il tutto..merita da sola il prezzo del biglietto...
bello perche come "l'ultimo dei mohicani" racconta un epoca storica davvero difficile piena di contraddizioni che si rispecchiano tuttora nell'america odierna

albertomica  @  19/05/2016 14:59:15
   7½ / 10
Peccato per alcune scene troppo ostentate ... Avrebbe altrimenti meritato di più. Per il resto una meraviglia per gli occhi!

Zarco  @  14/05/2016 14:45:01
   7 / 10
Non più di 7. Certo un bel film, nell'insieme, che si avvale di scene e contorni sontuosi, ma poi c'è la sostanza. Trama valida ma nulla di straordinario. Sono le incongruenze e le incredibilità abbondanti il maggior difetto, non trattandosi di un film di fantascienza. Si vede però con piacere e interesse.

Niko.g  @  14/05/2016 13:33:13
   8 / 10
Ci troviamo davanti una delle più belle regie degli ultimi anni. Inarritu si fa pochi scrupoli e osa come mai aveva fatto prima. Osa come dovrebbe osare un vero regista alle prese con l'azione, perché questo è soprattutto un film d'azione. Purtroppo l'aver voluto cavalcare l'introspezione con gli stilemi di Malick senza possederne la stessa carica evocativa, lo ha rallentato molto, facendogli perdere forza e compattezza.
Qualche perplessità anche su DiCaprio che, per quanto si sforzi, non riesce a creare quella giusta empatia che da questi accadimenti sarebbe lecito aspettarsi.
Cinema altamente spettacolare, senza ulteriori pretese.

AMERICANFREE  @  10/05/2016 12:55:24
   8 / 10
Ottimo film, trama avvincente al limite del surreale in alcune circostanze, grandissimo DiCaprio vincitore meritevole dell'Oscar. Da vedere

Vax87  @  08/05/2016 09:49:03
   8 / 10
Ottima trama, ottime scene di grande impatto e violenza e fotografia FAN-TA-STI-CA, quel Emmanuel Lubezki è un mostro sacro! Buona prova del ormai indiscutibile Inarritu formidabile già per altri suoi lavori e grande Di Caprio che finalmente ha raggiunto un meritatissimo oscar..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

eures  @  08/05/2016 08:59:37
   2 / 10
Mi spiace, ma non credo che basti la perfezione tecnica per rendere un film degno di essere guardato. Il mio è un voto di punizione.

7 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2016 18.17.22
Visualizza / Rispondi al commento
popoviasproni  @  07/05/2016 17:41:32
   8 / 10
Un giocattolo sterilizzato di ogni contenuto che scorre nonostante la durata grazie a una fotografia da urlo, un montaggio mai invadente, una CGI quasi invisibile e una regia che ci regala dei piani sequenza meravigliosi.
Di Caprio e hardy hanno visto ruoli migliori ma non potevano fare veramente di meglio.
Un film che ci ricorda come dovrebbe essere girato un film ma che scorderemo per come è stato scritto.

gherardo81  @  28/04/2016 19:43:31
   9 / 10
Beefheart  @  11/04/2016 11:23:51
   6½ / 10
OK effetti, location, costumi, fotografia e lui.
KO trama e sceneggiatura

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/04/2016 09.25.53
Visualizza / Rispondi al commento
topsecret  @  10/04/2016 18:49:04
   7 / 10
Visivamente il film è splendido: la regia e la fotografia meritano tutte le lodi e i premi vinti, così come anche la storia ha il merito di essere coinvolgente ed emotivamente valida. Quello che forse difetta un po' è il ritmo che viene stoppato in alcuni momenti dai flash del protagonista, rendendo il tutto leggermente statico e poco pungente sotto l'aspetto emozionale. Per quanto riguarda l'interpretazione di Di Caprio, non sono sicuro meritasse l'oscar (aspetto di vedere le performance dei suoi colleghi che hanno concorso con lui per la statuetta) ma gli riconosco una credibilità e un'abilità nel far risaltare il suo personaggio.
La durata mi è sembrata eccessiva: alcune scene sono davvero ben fatte, altre sono tirate per le lunghe e forse non era necessario, ma non incide sulla visione dello spettatore che rimane comunque intensa ed interessata.
Nel complesso, un buon film che vale la pena vedere.

zeta  @  07/04/2016 14:31:44
   6 / 10
Il fatto che un film come questo, candidato a tutti i premi esistenti, non abbia vinto il premio per il miglior film suggerisce che qualcosa deve essere andato storto. Tutti i piedi e tanto di cappello per la fotografia e anche per la regia di Inarritu. I 20 minuti iniziali, con l'attacco degli indiani all'accampamento dei cacciatori americani e da brividi sulla pelle, quasi tutto in piano sequenza: una lezione di cinema.
Quello che proprio non convince è l'impianto narrativo, che non riesce a supportare la lunghezza del film, finendo per stancare nella seconda parte, quando ormai paesaggi e scelte registiche non sorprendono più. Avessero ridotto di 30-45 minuti forse il risultato sarebbe stato migliore. Non la migliore interpretazione di Di Caprio

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  02/04/2016 13:22:09
   7½ / 10
Revenant è un film che ha una forza visiva incredibile, mai vista.
La fotografia di Lubezki è sempre una garanzia. Anche il cast è davvero in parte.
Ci sono scene davvero indimenticabili come la lotta con l'orso ed anche alcuni piano sequenza davvero riusciti.
Le uniche perplessità che mi restano riguardo a questo film è la lunghezza eccessiva ed alcuni tratti di auto-compiacimento del regista fini a se stessi.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  31/03/2016 17:02:32
   7½ / 10
Buon film che sarà ricordato per l'Oscar finalmente assegnato a Di Caprio.
Storia avvincente, assolutamente improbabile eppure tratta da una storia vera; locations eccezionali. Durata forse eccessiva, ma il ritmo è buono.

Light-Alex  @  29/03/2016 13:54:51
   7 / 10
Tanti lati positivi per Revenant. Regia molto bella, ambientazioni fantastiche, fotografia perfetta, grande immedesimazione nel personaggio principale, prova degli attori ottima.
Devo dire che però la storia di vendetta personale non è qualcosa che mi è rimasto troppo addosso e se devo andare oltre a questa ed analizzare il film per i contenuti (l'ambiente, la vicenda storica, il rispetto dell'etnia dei nativi americani) anche questi non è che siano analizzati in maniera memorabile.
Quindi mi viene da concludere che in Revenan si è realizzato un impalcato imponente per dire poi in fondo poca cosa. E per far risaltare Di Caprio, che volenti o nolenti qui da in effetti un'interpretazione magistrale.

ely87  @  28/03/2016 00:54:39
   8 / 10
Esattamente magnifico :fotografia eccezionale mozzafiato, recitazione eccezionale non servono parole è tutto scritto ogni volta sul viso di Di Caprio... Fantastico... Lo definirei un film poetico... (la trama è molto semplice e scontata, già da subito si capisce dove va a parare) però davvero è poetico.

Trixter  @  27/03/2016 10:05:27
   7 / 10
Film discretamente coinvolgente, caratterizzato soprattutto per la bella fotografia e le ottime location, molto simili a paesaggi che ho avuto la fortuna di vedere durante un soggiorno in Canada. Certo è che se il punto forte della pellicola sono proprio i paesaggi (e, a tal proposito, ci sono centinaia di meravigliosi documentari sulla natura selvaggia ben più emozionanti dell'opera di Inarritu), evidentemente manca qualcosa.
Ad ogni modo, il film mi ha coinvolto, tralasciando alcuni frangenti troppo stiracchiati e, forse, inutili; ho apprezzato molto il personaggio interpretato da Hardy, l'unico con una personalità sufficientemente forte da lasciar traccia nel film.
Sulla trama, nulla da dire: ridotta all'osso e, comunque, legata alla sempiterna tematica della vendetta, per cui niente di originale.
Nel complesso, un bel film: mi è piaciuto molto di più rispetto a Il Caso Spotlight, altro film sulla cresta dell'onda dalle parti dell'accademy.

Aztek  @  16/03/2016 09:10:43
   6½ / 10
Premettendo che DiCaprio avrebbe meritata l'Oscar più per l'interpretazione in "The wolf of wall Street" piuttosto che per questa, dal film di Inarritu mi aspettavo molto di più sopratutto sotto l'aspetto del ritmo. La sceneggiatura, in parecchi punti, l'ho trovata molto blanda e noiosa. Ottima regia così come anche la fotografia, ma da una pellicola che ha vinto tre statuette speravo, complessivamente, in qualcosa di meglio.

albten92  @  07/03/2016 12:23:21
   7½ / 10
Fotografia incredibile e paesaggi mozzafiato, narrazione troppo lenta e storia letta da subito

erbdal  @  06/03/2016 18:48:45
   5 / 10
Mi aspettavo di meglio. Non e' film da oscar.

6 risposte al commento
Ultima risposta 09/03/2016 09.15.35
Visualizza / Rispondi al commento
spider637  @  06/03/2016 18:39:05
   7½ / 10
Ognuno ha sicuramente i suoi gusti....a me è piaciuto...considerando che mi sta sulle palle di caprio

Liz_801  @  06/03/2016 12:28:39
   4 / 10
Che delusione è stato questo film.
Mi ha dato tantissimo l'impressione che sia stato gonfiato a dismisura nella campagna pubblicitaria per aizzare le folle inferocite in favore dell'oscar a Di Caprio, grande attore che avrebbe meritato un premio per ben altri ruoli.
Di fatto questa è tra le sue parti peggiori, non fa altro che grugnire e urlare per tutto il film e il personaggio stesso è di un piattume imbarazzante così come piatta e banale è la sceneggiatura.
Ma poi tratto da una storia vera?? Pare di vedere un film di fantascienza più che di sopravvivenza, in diverse scene io ho riso per quanto erano ridicole e forzate, difficile prendere sul serio certe cose.
Ma soprattutto a livello emotivo non mi ha lasciato nulla, nessuno dei personaggi ha un briciolo di carisma o una storia alle spalle che ne spieghi vagamente i comportamenti (tranne Leo con quei ricordi onirici sempre ai limiti del ridicolo) quindi non me ne fregava nulla di nessuno di loro né della storia, che avanza lenta e noiosa e priva di picchi (se non qualche risata involontaria qua e là)
Ero interessata a vedere Birdman dello stesso regista ma a questo punto penso proprio che lascerò perdere.

25 risposte al commento
Ultima risposta 14/05/2016 14.47.40
Visualizza / Rispondi al commento
SWEET VIRGINIA  @  06/03/2016 09:29:57
   6 / 10
MAH!
E' il classico Film difficile da giudicare.
Premetto che ....... AMO LA FORESTA, E' UN LUOGO MAGICO ED ANCESTRALE.....DI CONSEGUENZA AMO I FILM GIRATI IN LUOGHI DEL GENERE,.....LUOGHI SELVAGGI E MISTERIOSI......ED OVVIAMENTE IL MIO GIUDIZIO NE VIENE INEVITABILMENTE INFLUENZATO,.....ma quì siamo di fronte ad una certa......(passatemi il termine) "pochezza di idee" confezionata in modo ineccepibile.

Fotografia e scenari da 10 e LODE
Interpretazioni di BUONISSIMO LIVELLO in particolare Tom Hardy che dà vita ad un personaggio che potrebbe tranquillamente duettare con Humprey Bogart nel Tesoro Della Sierra Madre, ma anche ovviamente Di Caprio....oramai sdoganatosi da anni dall'immagine teen-idol di Titanic.

MA LA TRAMA?

DOV'è'?

......e non voglio parlare di una certa ....articolazione della stessa perchè di per sè ....è totalmente piatta.

Ripeto........MAH!!!

Dilm difficilmente.......giudicabile.

Invia una mail all'autore del commento mistress999  @  04/03/2016 15:31:54
   5 / 10
Dirigere un film che sembra una estenuante extended edition di un qualunque documentario targato National Geographic nel quale per più dei 3/4 della durata il protagonista rantola, grugnisce, striscia, sputa sangue, lecca la neve, sopravvive a infezioni, cadute, pugnalate, lacerazioni, senza un chiaro background storico nè un interessante proflo psicologico che ne sottolinei gli intenti, a tal punto da rendere più interessante e meritevole di attenzione un orso che appare solo per 5 minuti?
Si, con The Revenant tutto questo è possibile.

Dal punto di vista tecnico The Revenant è indubbiamente ineccepibile. La fotografia è davvero notevole, sa essere limpida, tenue e cruda quando lo richiede la scena.
Registicamente ho notato una ricerca costante dell'inquadratura ''ricattatoria'', quella che spinge lo spettatore a gridare necessariamente ''wow''. Questa ricerca della poeticità attraverso la regia (ma anche attraverso la fotografia a questo punto) l'ho trovata personalmente forzata e mi ha ricordato ciò che Terrence Mallick fa oramai da anni con maggiore sincerità (perlomeno è quello che percepisco io).
La recitazione di Di Caprio è nei ranghi, regolare, per un ruolo che non richiede grandi sforzi. Qualsiasi attore al posto suo non avrebbe cambiato di una virgola lo spessore di un personaggio che spessore non ne ha. La sua storia è abbastanza aleatoria così come la sua psiche e le sue motivazioni.
Forse il film vuole mostrare la crudezza e l'istintività della natura anche attraverso le azioni dei propri protagonisti, quindi lasciando pochi ma essenziali motivi d'azione ai personaggi, però io personalmente l'ho trovata una scelta che inficia sul risultato finale. Trovo inoltre che la storia sia davvero eccessivamente esigua per quasi 3 ore di film in cui non accade fondamentalmente nulla.
In sintesi, il film è per me noiosissimo e io raramente mi annoio al cinema. Prolisso, poco interessante, spessore psicologico, storico e narrativo ridotto all'osso.
Il protagonista non suscita alcuna empatia, striscia per tutta la durata nel film in preda al dolore, sopravvive a qualsiasi cosa andando anche sinceramente contro le leggi della fisica, del corpo umano stesso (quindi contro quel realismo crudo a cui il film fa continuamente riferimento).
Questo fa Di Caprio, e il protagonista, per tutto il tempo e ci vuole coraggio a negarlo perché per la maggior parte della durata le uniche alternative allo strisciare sono mugunare e grugnire.

Poi uno può vederci poeticità nella lunghezza, nelle riprese, fare discorsi sui sensi che ha trovato nel film, sulle sensazioni che ha trasmesso e altro, e siamo logicamente nel campo della soggettività.
RIpeto, oggettivamente e tecnicamente ineccepibile, soggettivamente per me è un film mediocre e anche un po' pretenzioso.

cookontheroad  @  03/03/2016 22:13:25
   6 / 10
Partito bene all'inizio... ma due ore e 30 per questo film sono tante e dopo un'ora già non vedevo l'ora che finisse. DiCaprio sempre bravo, ma se ha detto 1000 parole sono pure assai! Diciamo che quest'anno ha vinto l'oscar perché doveva vincerlo lui (dal titanic) ..ma quest'anno meritava il protagonista di danish girl!

Macs  @  02/03/2016 22:00:42
   7 / 10
Il film è interessante soprattutto per aspetti tecnici: la buona regia con i piani sequenza straordinari, la fotografia con luci naturali davvero spettacolare (sembra veramente di essere lì con gli attori a vivere nel vento e nel freddo di quei luoghi). Giusti i premi Oscar per regia e fotografia infatti. Invece il premio a Di Caprio mi lascia perplesso. In definitiva, si limita a offrire una prova fisica, mugolando e trascinandosi per gran parte del film. Intendiamoci, non è colpa sua, è che il personaggio è disegnato così. E lui lo fa anche bene. Però per vincere un Oscar credo ci voglia un po' di più dl una prova fisica, e Redmayne come Einar/Lili Elber credo abbia fatto molto meglio quest'anno in Danish Girl. Di Caprio lo meritava tantissimo come non protagonista in "Django Unchained" per esempio, e non se lo sono filato. Molto bravo invece Tom Hardy, attore fantastico che senz'altro meritava l'Oscar per il non protagonista. Comunque, al di là di questa questione, il film non riesce a trasmettere grandi emozioni; ha qualche problema di ritmo, perché francamente nella seconda parte gli sbadigli la fanno da padroni. Inoltre la sceneggiatura è di una semplicità pazzesca, il che non è per forza un difetto, ma un colpetto di scena qua e là forse non avrebbe guastato. Resta un ottimo esercizio di stile, è senz'altro un'opera suggestiva, forse un film che va oltre il cinema tradizionale per raccontare una storia quasi oltre i limiti dell'umano.

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/03/2016 19.37.17
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento SPIZZDAVIDE  @  02/03/2016 15:01:09
   8 / 10
3 ore di film....e non sentirle. Da vedere !

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  01/03/2016 14:49:36
   6 / 10
Visivamente di qualità ma onestamente anche decisamente noioso. DiCaprio si merita la sua statuetta (anche per i suoi precedenti), il film ha in effetti una fotografia spettacolare ma non crea empatia e si trascina (come il protagonista)
Sufficiente.

Kaneda95  @  29/02/2016 20:27:55
   8 / 10
Sublime ! una grande opera cinematografica recente. La particolarità di questo film e che ti lascia attaccato allo schermo nonostante abbia un ritmo non particolarmente veloce. La scenografia è mostruosa, ti fa immergere dento la pellicola, questo grazie all'ambientazione naturale straordinaria, Inàrritu ha fatto un lavoro veramente ottimo, ha girato le scene d'azione in maniera impeccabile, le ha rese crude, forti ma mettendo sul campo veramente tanta classe. Ovviamente gli attori sono stati bravisimmi, Di caprio elogiatissimo in questo mese, ma la differenza è stata fatta alla regia. Un film che non dovete perdere, uno dei migliori degli ultimi anni.

enigmista  @  28/02/2016 16:03:17
   7 / 10
Un buon film, sicuramente, ma poteva tranquillamente durare di meno. Lo stesso film, snellito un po', sarebbe risultato più godibile. Bravo Di Caprio, bravi anche gli altri attori. Da vedere.

-Uskebasi-  @  28/02/2016 03:29:22
   8 / 10
Se solo mi avesse preso di più la storia...
Se solo fosse stata più corposa...
Se avessi sofferto anche un'infinitesima parte di quello che ha sopportato Glass...
E invece niente. Poco più di 0 l'empatia. Forse non è colpa di nessuno, sono stato solo totalmente rapito dalla bellezza delle immagini, dalla regia sontuosa di Inarritu con i suoi incredibili piani sequenza, e dalla magnificienza della protagonista incontrastata del film, regina della vita, sua maestà: Madre Natura.

La ragione che ti tiene in vita è la stessa per la quale moriresti. La strada è lunga e più tortuosa che mai prima del traguardo. E' il momento in cui ne hai il potere quando capisci che la vendetta è in mani divine, non nelle tue.
Scappa... cadi... striscia... alzati... combatti... soffri... sanguina... resisti... ce l'hai fatta...
Ce l'hai fatta Leo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/02/2016 14.55.13
Visualizza / Rispondi al commento
LuckyLù  @  27/02/2016 21:20:41
   6½ / 10
Bello ma mi aspettavo molto di più.
Vincerà probabilmente degli oscar (meritati anche...) ma il film è davvero troppo piatto, ci sono momenti che per restare svegli serve un'impresa...
Di Caprio perfetto nel ruolo (se non vince l'oscar quest'anno non ci riuscirà mai!) così come il resto del cast.
La scena dell'orso l'ho trovata un pò troppo esagerata.
Per concludere film da vedere, ma se volete farlo al cinema evitate di farlo dopo le 22:30,o se lo fate almeno attrezzatevi con un thermos da due litri di caffè!

crimal9436  @  22/02/2016 08:51:03
   5 / 10
Tutti molto bravi, regia impeccabile, fotografia ricercata, interpretazioni senza pecche... ma senza anima!
La cosa che più mi lascia perplesso è la sceneggiatura, senza sussulti, piatta come probabilmente è stato nella realtà...ma allora perchè fare un film su questa storia?!?!
La pellicola che più gli si avvicina è quella del ragazzo di American Beauty che filma la borsa di plastica che svolazza al vento: ci potete trovare tutta la fotografia e la poesia che volete, ma rimane una borsa che svolazza per 3 ore...

davmus  @  22/02/2016 08:30:19
   7 / 10
Molto belle le ambientazioni...per il resto, niente di emozionante

tomarelpelo  @  20/02/2016 16:06:26
   5 / 10
Un film stra-pompato e mi aspettavo un capolavoro, in vece è stato lunghissimo e soporifero!

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/02/2016 11.55.45
Visualizza / Rispondi al commento
alex25  @  20/02/2016 15:49:25
   8½ / 10
Di Caprio non mi aveva mai convinto totalmente, in questo film invece è assolutamente magistrale.
Fotografia e ambientazioni sono davvero di grande effetto, regia ok.
Tuttavia al film manca qualcosa, probabilmente la sceneggiatura poco credibile in alcuni punti.
Con poco di più poteva essere un capolavoro.

Nudols85  @  17/02/2016 22:27:28
   7½ / 10
Ammetto un pò lungo ma estremamente godibile, una fotografia d'incanto e la storia scivola come l'acqua. Inarritu si riconferma e Di Caprio vicino all'Oscar per un interpretazione al di sopra delle righe, è lui praticamente il film. Da vedere.

piripippi  @  17/02/2016 16:58:07
   7 / 10
il film è da 7 e non da 8 9 o 10, insomma è un bel film ma non un capolavoro ma di certo segna la maturazione di leonardo di caprio che nella prima vera parte difficile e impegantiva della sua carriera ne esce alla grandissima e forse l'oscar lo merita. per il resto ottima la fotografia e belli i paesaggi, trama assolutamente discreta , niente di eccezionle

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/02/2016 17.16.16
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento pikke71  @  15/02/2016 21:40:23
   8 / 10
La monumentale gigantesca incredibile interpretazione di Di Caprio vale da sola il prezzo del biglietto. Non so davvero cosa debba fare di piu' per meritarsi finalmente l'oscar....altrimenti si rimette le pelli di Revenant e va a prendersi quelli dell'academy uno ad uno

Crystal_89  @  14/02/2016 16:48:37
   5 / 10
Tecnicamente ineccepibile: ambientazione, fotografia, costumi e cast sono eccezionali.
La storia però, di per sé avventurosa, viene dilatata all'inverosimile diventando un piattume. Gran parte del film mostra Di Caprio mentre rantola o striscia. Un'infinità di scene oniriche provano ad impressionare, ma risultano forzatissime e ripetitive. Il risultato è una totale assenza di partecipazione o empatia.
Operazione commerciale furba, che ingaggia un attore che attira le luci degli oscar sui suoi film a prescindere dal risultato. Molto furbetta anche la scelta del pel di carota, assolutamente fuori ruolo, conosciuto ai più per aver interpretato Bill Weasley secoli fai ma guarda caso appena tornato sulla cresta dell'onda grazie all'ultimo Star wars (anche lì poco credibile come ufficiale del 1° ordine)

Max23  @  12/02/2016 20:22:35
   7 / 10
Non so se mi piaccia di più Inarritu come regista o DiCaprio come attore, senza ombra di dubbio sono due "mostri".
Le aspettative erano quindi altissime e in parte devo dirmi deluso.
Intendiamoci, sia il regista che l'attore danno prova di grande maestria.
Il giudizio finale però perde punti a causa di quella che ritengo una falla importante in questa pellicola: la trama.
La vendetta è un argomento ormai davvero abusato nel cinema (soprattutto in quello americano), inizio a stufarmi della formula: protagonista a cui è stato fatto un grave torto che cerca con tutti i mezzi di vendicarsi.
Inarritu è più di questo e l'ha dimostrato ampiamente.
Leo in ogni caso convince e se ce ne fosse ancora bisogno dimostra di essere uno degli attori contemporanei più talentuosi al mondo.

SaimonGira  @  11/02/2016 19:27:33
   6½ / 10
Concedo il 6,5 perchè Inarritu indubbiamente si concentra come al solito nel garantire una pellicola tecnicamente impeccabile, con una fotografia spaventosa e dei piani sequenza veramente molto emozionanti. Ma il positivo del film, a mio avviso, si ferma qui. Troppo autocelebrativa per Di Caprio, punta l'interpretazione del nostro in maniera talmente pesante che finisce per stufare. Non me ne voglia Di Caprio, il quale si esibisce in una perfomance di altissimo livello, ma la trama langue parecchio. A parte le diapositive di splendidi paesaggi, l'attacco al villaggio e la lotta con l'orso uno rischia veramente di assopirsi per la lentezza complessiva della pellicola. Diciamo che ho avuto la netta sensazione che il film sia stato prodotto soltanto per concedere la possibilità dell'oscar a Di Caprio e non mi ha garbato assai..

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/02/2016 16.09.17
Visualizza / Rispondi al commento
pinos  @  11/02/2016 10:38:09
   9 / 10
Bellissimo. Non è assolutamente noioso.
Il film scorre e non ti accorgi che sono passate quasi 3 ore.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/02/2016 14.34.26
Visualizza / Rispondi al commento
suzuki71  @  10/02/2016 12:36:09
   4½ / 10
Passo falsissimo di uno dei miei registi preferiti (sigh!) che si incammina in un mainstream talmente privo d'anima e talmente ripetitivo da risultare soporifero o irritante: ed infatti, alla scena del cavallo - per intenderci - vinto da entrambe le forze di cui sopra me ne sono andato.
Fotografia magnifica e Di Caprio bravissimo, ma non basta, la sceneggiatura è imbarazzante, un film che ho trovato talmente banale e ripetitivo che ho preferito qualsiasi altra cosa al finale del film.

debaser  @  10/02/2016 11:41:11
   6 / 10
Noioso, noioso e noioso. Tranne la bellissima scena iniziale dell'assalto indiano ed anche l'assalto dell'orso molto convincente si assiste a oltre 2 ore di nulla tra rantoli di dolore, assurdi bagni in acque gelide e cavalli volanti. Se per far vincere un oscar a Di Caprio si deve rschaire di far addormentare lo spettatore con ore e ore di smorfie e faccine doloranti, assurdi bagni in acque gelide e cavalli volanti, spero che finalmente sia la volta buonas cosi'non dovremmo sorbirci altre pellicole autocelebrative come questa, Tutto il resto e'noia...

corey  @  09/02/2016 10:40:17
   8 / 10
Inarritu é sempre una garanzia per quanto mi riguarda, la sua regia mi affascina ogni volta con i suoi bellissimi piani-sequenza. Film molto particolare, non da tutti, crudo e spietato in cui l'uomo lotta contro l'uomo, contro gli animali, contro la natura vista come unica entità in grado di poter giudicare. La trama forse é troppo lineare ma le due ore e mezza di film non annoiano mai, meravigliosa la fotografia e la coppia Di Caprio-Hardy da Oscar, forse addirittura Tom meglio di Leo probabilmente per il suo personaggio antagonista che gli calza a pennello e meglio caratterizzato.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  09/02/2016 00:43:33
   8 / 10
Difficile commentare quello che è sicuramente il film, per ora, più ambizioso di uno dei più grandi registi contemporanei. Il film ricerca l'immedesimazione totale, come il protagonista si immedesima totalmente nel ruolo di vendicatore, nonostante la beffa finale. Se Glass è un personaggio inautentico, e la sua autenticità è salvata solo dal ricordo dei suoi estinti, allora anche la nostra immedesimazione, e la stessa storia diventa qualcosa di mistico, di concettuale, di ulteriore rispetto alla cruda naturalità a cui la storia ci sottopone. Tutti, in questo film, interpretano un ruolo, eppure il film ricerca a tutti i costi l'impressione più realistica e quindi l'immedesimazione più totale. Ma noi tutti sappiamo quanto Inarritu ami giocare con l'impressione di realtà e con gli altri mondi (etici e addirittura spirituali) che la mente umana può costruirsi per raggiungere la ricerca di senso. E' molto difficile giudicare l'ultimo lavoro di Inarritu, e questo ne dà il peso artistico di questo straordinario autore.

Jolly Roger  @  08/02/2016 14:09:10
   8 / 10
The Revenant ha grossi meriti. Sicuramente ti porta ad immedesimarti facilmente in Glass, il protagonista del film che, più che Redivivo, avrebbero dovuto chiamare Immortale, vista la quantità di eventi sfortunati e violenti ai quali riesce a sopravvivere.
Di Caprio non ha la benché minima sbavatura, è ottimo nell'interpretare questo ruolo particolare che soffre però di limiti nella gamma espressiva. Ciò non toglie che l'attore sia perfetto…nel senso che un uomo sottoposto a quello che passa lui potrebbe benissimo essere, nella realtà, esattamente come lui lo sta rappresentando. Anche Tom Hardy si conferma un attore incredibilmente versatile e qui nella parte dell'antagonista riesce ad essere davvero odioso.
In realtà è l'intero film ad avere il merito di essere credibile: non c'è alcuna retorica da Old Far West, ma semplicemente c'è la rappresentazione, senza fronzoli, della realtà per come essa poteva "realmente" essere: nuda, cruda e violenta. Ci sono soldati che uccidono indiani, indiani che uccidono soldati, indiani che uccidono altri indiani. Stupri e ruberie. Soldati che hanno paura, bramano danaro, che sono pronti ad abbandonare il proprio compagno alla morte e fuggire pur di salvare la propria pelle, che sono pronti a rubare e tradire pur di arricchirsi.
Gli umani come insetti che zampettano nelle loro vicende piccole e vili, soverchiati dalla bellezza, dalla grandiosità ma anche dalla potenza a volte ostile della natura selvaggia.

Ci sono però alcune cose che non funzionano: la trama è coinvolgente, sì, ma è ridotta all'osso, il che, per un film della durata di 2 ore e 36 minuti, significa essere una trama un po' banale. La regia è ottima perché valorizza le ambientazioni in modo notevole, tuttavia la fotografia non rende al meglio il paesaggio: è un po' troppo lattiginosa, anche se lo è volutamente per accompagnare la tematica trattata, quella del dolore e della resistenza contro una vita ostile. L'opacità di questo ambiente meraviglioso rappresenta la sua indifferenza al dolore dell'uomo.
Al di là di questo, il vero punto debole è che The Revenant non coinvolge totalmente a livello emotivo. Non cattura fino in fondo, nonostante sia un prodotto innegabilmente maestoso, una rappresentazione spettacolare con momenti sublimi: la scena dell'orso, l'inseguimento, le rapide del fiume, gli scontri armati…tutto è realizzato in maniera superba e con grande impegno e questi singoli elementi, che ritengo nella sostanza oggettivi, superano l'impressione di gradimento soggettivo che il film mi lascerà nel suo complesso. Sto dando un punticino in più per questo.
Tuttavia ho provato ad immaginarmi cosa succederebbe in futuro se, facendo zapping col telecomando, mi ci imbattessi. Onestamente credo che non lo guarderei una seconda volta fino alla fine, come invece succede quando trovo film che in passato mi erano piaciuti.
The Revenant è un film grandioso, ma secondo me non ha quel qualcosa che lo renderebbe capolavoro.

.Kia90.  @  08/02/2016 00:35:04
   7 / 10
Perfettamente confezionato e d'impatto, strepitose la fotografia, i paesaggi, la regia, ma per tutto il resto risulta freddo quasi quanto le temperature che il "povero" Di Caprio ha dovuto sopportare. Degno di nota il fatto di voler puntare sul realismo (ormai sappiamo tutti cosa c'è dietro questo filmone) ma non griderei al capolavoro come è stato fatto finora, o come ci sta facendo credere l'Academy. Di Caprio ha portato sullo schermo un'ottima prova (anche se resto dell'idea che non sia la sua migliore interpretazione e quindi, se proprio devono, l'Oscar glielo daranno per sfinimento) ma qui l'unico che spicca davvero è Tom Hardy che, secondo me, lo surclassa abbondantemente. Vale la pena vederlo dato che dal lato visivo è un gioiellino, ma non regala niente più di qualche brivido legato alle poche scene d'azione presenti.

Edredone  @  07/02/2016 23:18:43
   7 / 10
Film bello ma non per tutti.

gantz88  @  07/02/2016 16:42:23
   8 / 10
inarritu finalmente sfonda come regista e si lascia condizionare dai produttori di hollywood,riuscendo a fare un'ottimo film,ottimo in tutto, ma si vede che c'è qualcosa che stona con i suoi precedenti film....

Evelano  @  07/02/2016 01:13:09
   4½ / 10
Film soporifero e con una trama davvero misera e per niente coinvolgente.

Sinceramente non capisco una media di 7.5, ok Di Caprio bravissimo (e meno male che c'e' almeno lui a dare un senso a due ore e mezza di noia) ok i paesaggi, le riprese, la fotografia.. Ma a parte questo il vuoto piu' totale e tanti sbadigli in sala.

eruyomè  @  04/02/2016 18:03:45
   7 / 10
Un buon film, non posso negarlo, ma sono rimasta delusa. A parte l'avermi fatto uscire dalla sala emotivamente prosciugata (non tanto per bravura nel raccontare emozioni quanto per l'insistita e costante angoscia che permea il film senza quasi un attimo di tregua), non ho capito quale sia il punto del regista. Il senso del film.
A parte raccontare una storia di vita interessante del vecchio West, e averlo fatto tra l'altro abbastanza male dal punto di vista della sceneggiatura, fastidiosamente pretestuosa e forzata a più riprese, (l'inseguimento degli indiani è pessimo e dalle tempistiche assurde) oltreché spesso oltre il limite della credibilità, il tutto mi ha dato un'impressione di vuoto di contenuti e di distacco disarmante, assurdamente non si sente un filo di partecipazione emotiva e umana alla vicenda. Eppure Di Caprio se la cava egregiamente, per quanto può, a livello espressivo fa un ottimo lavoro. Il personaggio però purtroppo non ha spessore, è scritto e costruito in modo inadeguato, con poco carisma. Carisma che traspare di più in Tom Hardy che, con poche scene, riesce ad essere forse più incisivo.

Inarritu è sicuramente un bravo regista, il film è girato bene, buone le musiche e la fotografia perfetta..però scoprire a posteriori che una marea di sequenze, tra cui quelle per me più suggestive, "originali" e riuscite, non sono farina del suo sacco, ma rubate a piene mani dai film di Tarkovskij mi ha lasciato parecchio interdetta. Per carità, le citazioni e gli omaggi vanno benissimo ma, a parte il dichiararle palesemente quando sono copiate pari pari a questi livelli, non mi pare abbiano sinceramente senso, inserite a forza come sono nel tessuto narrativo del film, senza avere nessuna giustificazione o valenza simbolica o motivazione personale, come magari potevo credere in precedenza.

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2016 11.48.35
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


959824 commenti su 37677 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net