red lights regia di Rodrigo Cortés USA, Spagna 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

red lights (2012)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RED LIGHTS

Titolo Originale: RED LIGHTS

RegiaRodrigo Cortés

InterpretiSigourney Weaver, Robert De Niro, Cillian Murphy, Elizabeth Olsen, Toby Jones

Durata: h 1.53
NazionalitàUSA, Spagna 2012
Generethriller
Al cinema nel Novembre 2012

•  Altri film di Rodrigo Cortés

Trama del film Red lights

Due importanti ricercatori di fenomeni paranormali cercano di mettere in dubbio la reputazione di un potente e misterioso sensitivo. La dottoressa Margaret Matheson (Sigourney Weaver) e il suo collaboratore, Tom Buckley (Cillian Murphy) sono i più famosi investigatori di fenomeni paranormali. Scettici per professione, hanno smascherato decine di falsi lettori del pensiero, di cacciatori di fantasmi, e di guaritori. Ma quando il leggendario sensitivo non vedente Simon Silver (Robert De Niro) riappare dopo un'assenza di 30 anni Matheson, sua impavida avversaria di un tempo, ha paura e consiglia a Buckley di farsi da parte. Buckley invece è deciso a smascherare Silver.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,77 / 10 (79 voti)5,77Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Red lights, 79 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Burdie  @  26/06/2020 23:46:13
   6½ / 10
...perde un po' alla fine

Thorondir  @  20/07/2018 15:10:25
   5 / 10
Film raffazzonato, con una sceneggiatura claudicante e un tema un po' improbabile che non ha mai suscitato la mia reale attenzione. Inoltre la regia non si segnala per particolari guizzi e tutto diventa tremendamente anonimo, superficiale, inutile.

horror83  @  27/05/2018 18:31:35
   7½ / 10
Mi ha molto sorpresa questo film. è un thriller fatto molto bene con un bel colpo di scena alla fine. Dialoghi buoni che fanno riflettere se sia vero o no che esistono persone con dei poteri paranormali. molto bello lo scontro tra chi crede nel razionale e chi crede anche nel paranormale. Lo consiglio!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

sixx79  @  26/12/2016 09:29:59
   6 / 10
Non perchè è natale, ma una sufficenza la può anche prendere. Se non altro la prima parte, densa si mistero e tensione e di gran lunga superiore alla seconda parte.

Paolo70  @  28/11/2015 18:46:17
   4½ / 10
Genere di film che non preferisco e che nonostante vi sia la presenza di De Niro non mi ha entusiasmato. In alcuni parti mi è sembrato noioso e gli effetti speciali non hanno neanche compensato la mancanza d'interesse di questo film. Da evitare.

mainoz  @  08/09/2015 11:52:53
   6½ / 10
Visto al cinema qualche tempo fa..ben recitato, il paranormale mi affascina da sempre..manca forse di phatos in alcuni punti. Inoltre Murphy (qualche somiglianza con Defoe) e' un discreto attore (ve lo ricorderete in ' 28 giorni dopo' o nello spaventa passeri in 'batman begins')

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  20/06/2015 07:50:05
   5 / 10
Cortes è un regista interessante che con Buried aveva dato l'idea di aver qualcosa da dire, non in questo Red Lights, affidandosi anche ad un De Niro diventato con la vecchiaia veramente insopportabile.

Purtroppo i problemi risiedono nella debolezza dello script e nella scarsa credibilità delle interpretazioni.

ZanoDenis  @  04/03/2015 14:25:33
   6½ / 10
A me è piaciuto abbastanza:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

A livello visivo é abbastanza curato, il giusto, dato che probabilmente i mezzi erano buoni.
Per me é un prodotto interessante a cui si puó tranquillamente dare un occhiata.

topsecret  @  22/02/2015 18:58:00
   5½ / 10
L'inizio del film prometteva bene, la parte centrale cominciava a mostrare segni di cedimento ma reggeva comunque all'onda d'urto che si faceva più devastante nella parte finale dove tutto appare enfatico, troppo gonfiato, per instillare a tutti i costi il colpo ad effetto. Purtroppo la delusione che ho provato per quei momenti che sfiorano il banale, non mi permette di valutare il film di Cortes con un voto migliore, pur riconoscendogli un certo fascino nell'incipit.
Non aiuta la prova el cast che appare svogliato e non aiutano le mancanze di ritmo in alcuni frangenti che dovevano essere curati meglio.
Quasi sufficiente ma non credo che lo rivedrò ancora.

nicolipaolo  @  24/12/2014 11:56:02
   7 / 10
discreto thriller, se c'è De Niro vale sempre la pena di vederlo

gemellino86  @  19/12/2014 20:03:21
   6 / 10
Difficile valutare questo thriller dove la prima parte è noiosa e poco interessante. Il finale mi ha lasciato perplesso. Bravi De Niro e Weaver ma si vedono rubare la scena da Cillian Murphy. A mio parere il regista spagnolo doveva osare di più e ne sarebbe uscito un film migliore.

mauro84  @  19/12/2014 17:48:28
   6 / 10
Altra serata di thriller, altro film con trama davvero anomala come inizio, pensavo + leggero da seguire, invece mi son ritrovato una serie di eventi\casi\fatti.. che mi hanno fatto davvero riflettere su sto film. alla fine tutto era voluto.. nulla di paranormale.. serial killer.. alcune scene meritevoli altre da evitare e fatte "male"

Grazie a Robert de Niro, lui su tutti, attorone, interpretazione degna salva l'intero cast.. il resto delude

Il regista, aimè sconosciuto, non riesce nell'intento di creare qualcosa di diverso, di originale in sto thriller.

Film riuscito a metà. Piacevole comunque la visione.

DarkRareMirko  @  19/12/2014 01:04:03
   9 / 10
Mi è piaciuto davvero tantissimo, sia per il megacast, sia per l'aspetto visivo riuscitissimo, sia per l'atmosfera.

Cortes (Buried) fa di nuovo centro con un thriller mistery soprannaturale, con script curato ed un cast non banale (anche se la Weaver la si vede poco); e poi non le vedevo da anni al cinema le sedute spiritiche, peraltro così ben inserite in una trama stringata ed avvincente, piena di brividi e colpi di scena.

Tanto il materiale sul quale riflettere (logica contro irrazionalità, scetticismo, creduloneria, impostura), bel finale, tanto talento.

Mi ha tenuto letteralmente con gli occhi incollati allo schermo per 2 ore e non merita certi voti bassi.

Imho un film fenomenale, tra i migliori interpreti da De Niro negli ultimi anni.

LinaPeriod  @  18/07/2014 14:58:32
   7 / 10
Di questo film ho apprezzato il cast e il finale.
Penso che Cillian Murphy sia stato molto bravo. Tanto da farmi diventare una sua fan. Mi sono anche iscritta ad un forum italiano su di lui, su forumcommunity. Cercatelo se anche voi apprezzate questo attore!

Lory_noir  @  20/04/2014 11:08:45
   5½ / 10
Come usare male un bellissimo cast. Idea possibilmente carina ma svolgimento veramente pessimo.

BrundleFly  @  08/02/2014 21:00:40
   6 / 10
Un buon film, intrigante e con 3 bravi attori.
Peccato per il finale che gli fa perdere un punto abbondante, a dimostrazione di come a volte bastano 5 minuti per innalzare o rovinare un film. In questo caso, ovviamente, si tratta della seconda opzione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/02/2014 10.20.40
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  01/02/2014 18:05:28
   3 / 10
Io l'ho trovato veramente mal riuscito questo film, che nella prima parte è passabile a livello di trama anche se troppo lento, poi nella seconda non si capisce dove voglia arrivare. Attori bocciati ad eccezione della Weaver (ma che faccia da schiaffi ha tutte le volte Cillian Murphy?).

-Uskebasi-  @  03/12/2013 17:40:31
   8 / 10
COMMENTO SPOILEROSO

Non puoi negare te stesso per sempre...

Cortés con Buried si è messo gli occhi di molti addosso, anche i miei. Il suo seguente film con la piena libertà non arginata dal legno di una bara poteva paradossalmente essere più difficile, scoprendo eventuali difetti che prima non si potevano notare.
In effetti Red Lights è un film imperfetto. Ha l'anima da 9, ma un corpo da 7.
L'idea è impressionante, bellissima, il modo in cui viene rivelata però può non essere il migliore, forse perché non cristallino. Infatti molti si sono soffermati sulla figura di Silver quando in realtà lui non conta un càzzo, il film è quasi esclusivamente Buckley. Tutto il resto è un contorno in funzione sua. La spiegazione in quel duello verbale allo spettacolo apparentemente può non essere chiara, in realtà Cortés usa le parole giuste, e una seconda visione lo conferma. Cortés, con un'ottima fiducia verso il pubblico, si limita a dire le cose una sola volta; se non hai sentito quella determinata parola, se ti sei perso quel determinato particolare, se ti sei distratto in quel determinato momento, ti arrangi, non ci sarà una seconda occasione. Per questo, seppur semplicissimo, è uno di quei film dove occorre attenzione, altrimenti si finisce per giudicarlo non obiettivamente. E' come fare mentalmente una lunga somma con numeri che non superano il 4, facilissimo, ma se ne perdi uno...
La prima metà è inattaccabile, dialoghi bellissimi, storia interessantissima e personaggi di un certo spessore. Si rompe qualcosa a metà opera, che coincide praticamente con la morte della Matheson (la miglior Weaver nel miglior ruolo interpretato post Alien). Da qui qualcosa che non va può esserci: la senzatetto che lo indica e poi gli sputa in faccia; lo strano incontro con Silver nella stanza d'albergo preceduto dall'anziano che lo attacca come fosse un demone; la scena ridicola dei giornalisti in fila sotto la pioggia dove ognuno prosegue il discorso del collega precedente; e qualche insignificante ma risparmiabile errorino di regia come ad esempio la moneta inquadrata nella mano destra di Buckley e subito dopo lanciata con la sinistra.
In poche parole, Red Lights è uno dei migliori esponenti del cinema che tratta il paranormale.
Magari lo è solo per me, o per pochi disperati o illuminati, ma con più cura e una sceneggiatura più esplicita sono sicuro lo sarebbe stato per molti altri.

Non puoi negare te stesso per sempre...
Buckley in lacrime per il solo rimpianto di non essersi rivelato a Margaret, l'unica persona che meritava saperlo, è memorabile.
C'è ancora il tempo per farle un regalo. Spegni quella macchina.

Chemako  @  25/11/2013 19:31:32
   7 / 10
Ho dovuto rivedere il finale per riuscire a capirlo meglio...e secondo me traggono in inganno le esplosioni finali perchè si imputano al soggetto sbagliato......che però rimane più incredulo di tutti...."Come hai fatto? Come hai fatto????"
Non è un filmetto.....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TonyStark  @  24/11/2013 18:20:08
   6 / 10
un film tutt'altro che facile da recensire, e che forse solo a una seconda visione può essere ben compreso. riflettendoci bene è più complesso e razionalmente costruito di quello che può far pensare inizialmente, a una visione distratta, la soluzione finale dell'intreccio può sembrare uno sbrigativo modo per dare un colpo di scena inaspettato; ma non è così, e ad una seconda lettura si capisce bene che il personaggio di Tom è ben consapevole di possedere tali poteri e che cerca non di smascherare finti sensitivi ma che spera, al contrario, di trovarli, di trovare qualcuno come lui. comunque il film non mi ha convito, troppe forzature.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/11/2013 18.31.48
Visualizza / Rispondi al commento
Attila 2  @  21/11/2013 13:59:15
   6½ / 10
Scienza contro magia.Razionalita' contro fede.Questo film si basa tutto su questo.Ed e' molto coinvolgente.Ottima la prova della Weaver,un po' "sprecato" De Niro.Il filom lo segui e ti ci "immergi" dentro godendone tutto l'evolversi delle vicende che ti porta a farti un'idea di quello che sta accadendo.Il finale pero',gli fa perdere qualche voto.La sensazione durante la visione e' che si sta assistendo a un filmone e ci si aspetta forse troppo.Un gran finale,alla "Il sesto senso" o alla "Shutter Island" per intenderci.E l'idea di fondo ci sarebbe,il colpo di scena,il finale in crescendo c'e'.Se si accetta senza farsi tropper domande,si puo' anche dire che e' un bel finale.Ma ci si "accontenterebbe".Invece ci si devono fare delle domande e,purtroppo,non tutte trovano risposta,molte cose restano "aperte" sembra che la prima parte l'abbia fatta un regista e il finale un'altro,senza che preoccuparsi di guardare cosa aveva fatto l'altro prima.Oppure che il regista abbia messo troppa "carne al fuoco" e non sapesse come chiudere tutte le "parentesi" aperte durante il film.Che,fermandosi e guardando quello che aveva fatto fino a quel momento si sia detto "e adesso come lo faccio finire?".Abbia pensatoa un colpo di scena e l'abbia messo li' come dire allo spettatore "il finale e' questo,prendere o lasciare.Non so a cos'altro pensare".Quindi rimane un po' d'amaro in bocca,come se si fosse assistito a una bella "sinfonia incompiuta".Perche' quindi il 6,5? Perche' il film,fino al finale,come ho gia' detto,e' davvero godibile.E comunque,anche il finale,non e' proprio al di fuori dal mondo e dalla trama del film.E' solo che lascia troppi interrogativi e per un film del genere non e' molto accettabile.Con un bel finale gli abrei dato anche 7,5 o 8.

JOKER1926  @  20/11/2013 17:23:26
   7 / 10
Con ogni probabilità, con ogni logica, non scardinerà nessuna barriera che conduce all'Olimpo cinematografico; ma con le dovute premesse, "Red Lights" ha un'anima.
Il tema dei medium, e quindi dei fenomeni paranormali, è stato adoperato, ovviamente, nei film ma senza mai esser stato sfruttato fino alla fine. Quindi creare storie positive ed interessanti sposando questo filone non è poi una cosa così difficile, basta avere le idee… (E quello è il difficile!)
Rodrigo Cortés certamente vuole farsi strada con film che si estraniano dalla massa, dopo l'improbabile "Sepolto", nel 2012 è la volta buona.
"Red Lights" ha veramente tanto da offrire, le delusioni saranno solo un miraggio persino per il più acuto ed esigente spettatore.
La prima cosa da notare, che poi inizia ad edificare in positivo le pretesi del film, è la presenza, nel cast, di un attore che ha bisogno di pochissime presentazioni, Robert de Niro.
La prova di de Niro, nei panni di un vecchio medium, è di quelle di sostanza. Non vanno poi dimenticati attori come Sigourney Weaver.
Rodrigo Cortes mette in atto un film interessante in cui l'interesse e lo stile adoperato dalla regia superano, nettamente, qualche piccola, e giocoforza indispensabile, forzatura. Oltre all'impostazione del thriller non viene meno all'appello un grande ritmo, che fra azione e sequenze alle volte spasmodiche, porta lo spettatore a vivere sempre con massima curiosità le vicende.
Ne consegue un lavoro asciutto con colpi di scena e con tanta adrenalina. Ottimi risultati anche per un finale a sorpresa. Le varie dinamiche possono ricordare, sotto delle determinate fattispecie, "Stigmate".
"Red Lights" si erige a sorpresa di questi giorni , bravo il regista a innescare nel circuito anche delle morali. Il piatto è servito.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  18/11/2013 22:46:56
   7½ / 10
spoiler ammazzafilm

A questo punto non so se è un caso, una buffa coincidenza oppure c'è proprio una mia personale affinità con questo
regista che due volte su due, almeno in Italia, ha visto invece le sue pellicole ricevere critiche che dir negative è poco.
E così come successe per la sua opera prima, Buried (per me un piccolo gioiello e film che nel suo piccolo ha fatto la storia del cinema) mi ritrovo anche questa volta ad essere una delle pochissime mosche bianche che non solo difendono, ma esaltano la sua opera seconda, il thriller Red Lights.
Io credo, anzi, sono fermamente convinto che questo film non sia stato capito (come per Buried non si capì la sua assoluta straordinarietà, ripenso ancora che si fecero ad esempio paragoni con In linea con l'assassino e cose simili, non c'entra nulla).
Ma non capito nel senso più banale del termine.
Capito nella sua anima filmica.
Devo spoilerare come non mai, impossibile andare avanti per chi non l'ha visto.
La straordinarietà di Red Lights -tra le altre cose, sulle quali magari torneremo- sta in quel portentoso finale che solo se colto in pieno restituisce al film quello che merita.
Il colpo di scena finale, non quello riguardante Silver di pochi minuti prima, ma quello di Tom fa leggere il film in tutt'altra maniera. Credo a questo proposito che una seconda visione farebbe ricredere molti.
Tom nel suo lavoro insieme alla Matheson (una superba Weaver) non voleva smascherare sedicenti sensitivi, ma tutto l'opposto. Tom si unisce alla Matheson nella disperata ricerca di qualcuno come lui, di un "diverso", di qualcuno che lo aiuti a far accettare a sè stesso quello che è. Io ho trovato questa nuova lettura magnifica perchè assolutamente opposta a quello che pensavamo. Splendida metafora della paura di scoprire cosa siamo e della ricerca di trovare un nostro simile e una risposta alle nostre domande (mi fa pensare un pò all'omosessualità in questo).
Ci sono moltissime scene che riviste dopo acquistano letture completamente diverse.
L'odio di Tom verso Silver ad esempio era dovuto solamente al fatto, un misto di terrore, rabbia ed euforia, che davvero il sensitivo cieco possedesse dei poteri. Tom sotto sotto ci sperava. Ed è bellissimo anche il suo rapporto con la Matheson, giocato sulla bugia e sul non detto, sulla voglia di rivelarle chi è e la paura di non esser creduto. Anche perchè quel figlio in coma era come un freno per Tom, avrebbe in qualche modo sconvolto la vita della Matheson e rischiava di portarla a una decisione troppo dolorosa, anche eticamente. E anche qui il finale è grande perchè quello staccare la spina non è il regalo al figlio per una felice vita ultraterrena, ma il regalo alla madre di poter riabbracciare il figlio.
"Meriti tutto" sussurra Tom.
E stacca la spina.
Una grande sceneggiatura, piena di dialoghi molto ben scritti e interessanti, anche "utile" perchè svela tanti trucchetti per smascherare i truffatori del paranormale, una sceneggiatura che almeno a me e a chi mi accompagnava nella visione ha stimolato molto. Ipotesi, suggestioni, domande e risposte. E un film che fa questo è già di per sè un film riuscito.
Ci sono difetti, vedi il personaggio della Olsen ( curioso che io la veda per la prima volta dieci giorni prima del remake di Old Boy in cui interpreta "Mido") del tutto inutile, vedi certe forzature come il fatto che nessuno abbia mai smascherato prima Silver per il suo handicap, o certi cali di ritmo o scene troppo autoriali e confuse come quelle dell'incontro lynchiano di Tom nell'appartamento di Silver.
Ma questo è un film che affronta tematiche forti e lo fa in un modo originale, interessante, bisognoso di letture non superficiali e di riflessioni.
Per me, solo per me, Cortes è un grandissimo nuovo autore.
Me lo tengo stretto.

elnino  @  09/10/2013 12:26:42
   6½ / 10
Ottimo cast, un filmetto sì, però guardabile dai. Scorre bene anche se il finale è un pò banale

calso  @  29/08/2013 17:34:47
   5 / 10
Parte alla grande, anzi fino a mezz'ora dalla fine è notevole, ma purtroppo alla fine cade nella banalità...storia di mentallisti al limite dell'ultraterreno...qualcosa di buono c'è ma manca qualcosa o meglio il finale non può convincere...

Alex22g  @  07/07/2013 15:07:45
   9 / 10
Ottimo film con un cast in gran forma e l'ottima regia di Cortes (regista già dell'ottimo Buried il sepolto ) .
Un thriller particolare ma sempre interessante e con diversi colpi di scena che portano ad un'ottima chiusura nel finale.
Splendide anche le musiche e la fotografia del film.
Da vedere per gli amanti del genere in quanto è abbastanza atipico come thriller, ma non per questo meno efficace

MonkeyIsland  @  26/06/2013 17:08:01
   4 / 10
Obbrobrio.
Avere un cast del genere e creare questo schifo è veramente incredibile.
La Weaver è l'unica che si salva

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, De Niro parodia di sé stesso e colpo di scena finale se così si può chiamare imbarazzante.

Trixter  @  06/06/2013 22:16:47
   6 / 10
Mi aspettavo qualcosa di più. Lo spunto scienza vs paranormale è interessante, inoltre il film è montato piuttosto bene e nel complesso non annoia. Tuttavia, mi è parso di vedere troppi buchi nella trama ed una ridondante caratterizzazione dei personaggi che, sinceramente, non mi è piaciuta un granchè. Gli attori se la cavano, forse Murphy è un pò fuori parte. Comunque Red Lights si lascia guardare. Ma, a dire il vero, non credo che lo rivedrò un'altra volta.

vale1984  @  28/05/2013 10:19:41
   7 / 10
un film molto particolare con un bravissimo De Niro ed un finale davvero ben fatto...dall'inizio ci si aspetta qualcosa di scoppiettante, di avvincente ma il film procede lento finchè non cambia registro giusto oltre la metà. Ben fatto comunque e interessante.

andreuzzolo  @  25/05/2013 01:46:11
   4 / 10
Primo tempo passabile per la presenza di Sigourney Weaver, sempre puntuale e azzeccata nei personaggi, e che far morire equivale per questo film ad un SUICIDIO SEPPUKU.
Tutto il resto è noia e paradossi. Paradosso nel rigore scientifico in cui 100 miliardi di scienzati in 30 anni non sono riusciti a smascherare un trucchetto idiota come quello dell' orologio mentre 2 studentelli (e dei primi anni) giustamente ci riescono.
2 persone in cabina hanno in comune SOLO un orologio (A CHE TITOLO poi lo si fa tenere al polso) ovviamente ci si concetra su quello come elemento di analisi, magari non ci arrivo io, magari non ci arrivano 2 studenti ma dipertimenti e fior di ingegneri studiosi e fisici NON RIESCONO in 30 anni a beccare trucchetti del genere?
E' un film PIENO di buchi di trama in cui ci sono morti e presenze assurde.
Io ho il NETTO sentore che il film sia stato montato ad arte per cambiarlo perchè è talmente slacciato e pieno di materiale INUTILE da sembrare montato da spezzoni.
Il figlio in coma, morti ASSOLUTAMENTE INUTILI come Joely Richardson e la bella e simpatica Olsen, buchi di trama a volte stupida, la visita dal finto cieco.
Tutto non si collega bene, tutto dal secondo tempo comincia a scorrere malissimo e quasi STRIDE, sintomo che il buon Cortès ha perso totalmente il controllo del mezzo.
Non è terribile ma è una buona idea che si poteva sviluppare in maniera decente completamente diversa però, il film non è da buttare, vedibile ma non da spenderci soldi.

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/05/2013 01.47.36
Visualizza / Rispondi al commento
mabumba77  @  21/05/2013 10:59:16
   5½ / 10
Fino al colpo di scena finale il film si puo' vedere ma e' proprio la conclusione della vicenda che non convince del tutto .E' un peccato che De Niro si presti a ruoli del genere,il suo talento e la sua storia gridano vendetta.Cosi' Cosi'.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  19/05/2013 11:15:02
   6½ / 10
poteva essere migliore a livelli di effetti ma sopratutto il finale

despise  @  07/05/2013 09:06:59
   6½ / 10
Un buon film per almeno un'ora, il tema scienza vs paranormale è interessante e pieno di spunti di discussione,
in un crescendo di tensione e suspence....
la Weaver mi è piaciuta più di tutti, un pò meno Bob e Murphy

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
un film dal potenziale enorme, ma sfruttato solo in parte.
Non da bocciare, ma sul tema molto meglio "The Prestige" e "The Illusionist"

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/05/2013 11.13.11
Visualizza / Rispondi al commento
MadMax1992  @  06/05/2013 09:55:56
   7½ / 10
Sinceramente non capisco l'accanimento di tutti contro questo secondo film di Cortes che, lungi dall'essere un capolavoro, risulta decisamente superiore all'insulso Buried.

Il buon Rodrigo con un cast eccellente, una fotografia suggestiva e una colonna sonora avvolgente sforna un film intrigante e ricco di pathos.

Una pellicola in grado di far dubitare lo spettatore, proprio come il personaggio della Weaver, circa le reali capacità del sensitivo Simon Silver, mantenendo fitto il mistero e, di conseguenza, alta l'attenzione dello spetttore per tutta la sua durata, il tutto senza quasi mai annoiare (so che la percezione della lentezza e della pesantezza di un film sono molto soggettive ma sinceramente non capisco proprio come questo "Red Lights" possa essere considerato più lento e noioso di "Buried").

Se alcuni piccoli difetti (un lieve calo di ritmo dopo la prima ora e un colpo di scena un pò forzato) impediscono alla pellicola di poter ambire ad essere qualcosa di più che un onesto intrattenimento, di certo nn ne inficiano la godibilità al punto da renderlo un film brutto (non da 5 e, di sicuro, non da 4/4,5)

Confuso sulle motivazioni delle bocciature generali sulla pellicola, non posso che promuoverlo rammaricandomi, e avvertendovi, del fatto che a quanto sembra sono uno dei pochi ad esserselo goduto (quindi se per caso lo vedete spinti dalla mia recensione e poi non vi piace...beh nn venitemi ad insultare perchè io vi ho avvertito)

ragazzoinblues  @  30/04/2013 17:29:24
   7 / 10
Non capisco voti così bassi, io l'ho trovato un buon film ben sceneggiato con un bel colpo di scena.

Kid_Red  @  30/04/2013 15:07:32
   3 / 10
Una sola parola: inguardabile.

floyd80  @  19/04/2013 15:38:40
   6 / 10
Una pellicola mediocre dove la suspense latita e gli attori fanno solo il loro compitino.
Si può guardare ma in giro c'è di meglio.

A.K.I.M.  @  13/04/2013 17:01:58
   6½ / 10
Film discreto. Ha il merito di non risultare mai banale e di tenerti abbastanza incollato allo schermo.

TheLegend  @  31/01/2013 07:20:21
   6 / 10
Secondo me ci siete andati un pò troppo pesanti.

debaser  @  14/01/2013 09:12:59
   4½ / 10
Come gia' detto da molti il film anche se non originalissimo parte bene la trama sembra interessante e poi ad un tratto dopo ...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERscade nempre piu'nel ridicolo fino ai colpi di scena finali

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER che sembrano suggeriti da un bambino di 10 anni. Imbarazzante la rivelazione finale.

benzo24  @  03/01/2013 18:06:51
   5 / 10
Filmetto abbastanza inutile

CandleCove  @  30/12/2012 20:17:03
   7 / 10
Non male come thriller, mi aspettavo di peggio. Il finale non è brutto come dicono tutti.

Travis2344  @  26/12/2012 21:08:48
   6 / 10
Devo dire che da quando avevo visto il trailer mi aspettavo qualcosa di molto più grande soprattutto con un cast del genere...insomma diciamocelo quando si sente il nome di De Niro è ovvio che ci si aspetta qualità.

Non che manchi in maniera eccessiva in questo film però niente di che.
Una trama un po inconsistente seppure interessante ( io sono anche influenzato da un certe interesse verso il tema ) e un fiale che sinceramente non avevo capito molto e cmq non troppo trasparente.

Un buon Murphy a mio parere e una buona Weaver.

Ideale per passare una serata ma niente di più...

Kejhill  @  26/12/2012 11:29:31
   4½ / 10
Partiamo da un presupposto, ho adorato Buried e sopratutto ho seguito con enorme attenzione interviste, video virali e quant'altro fatti da questo regista spagnolo (Cortes) quindi malgrado volessi dare 5 mi trovo costretto a scendere perchè la delusione nel vedere il film è stata ancor maggiore.

Il cast è ottimo, in pratica tutti e 3 gli attori principali sono tra i miei preferiti ma la realizzazione è veramente pigra e noiosa, anche il fantomatico colpo di scena finale non è nulla di clamoroso...spero possa avere una seconda opportunità ad Hollywood Cortes, perchè le idee ci sono tutte ma è la voglia di strafare che lo tradisce in Red Lights...

werther  @  12/12/2012 18:06:42
   5 / 10
Film soporifero, pochissimi momenti di suspance e nemmeno troppo intensi, il cast merita sicuramente ma la trama è lenta e compassata all'inverosimile, tenta di far presa contrapponendo scienza a paranormale, scommessa persa in pieno. C'è di peggio sia chiaro ma se potete evitarlo fatelo.

stallo  @  12/12/2012 12:17:52
   6 / 10
film molto noiso....il colpo di scena finale è imbarazzante...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Azrharn  @  02/12/2012 11:20:46
   5 / 10
Tema interessante. Buon l'inizio e dignitoso il finale. Nel mezzo noia ed un De Niro ai minimi termini.

m@ssì  @  02/12/2012 09:12:07
   5 / 10
A tratti noioso...interessante...noioso...odioso...colpo di scena finale stupido e un de niro banale alle sorti della pensione...bocciato

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  27/11/2012 18:05:08
   4 / 10
Red Lights è il genere di film che mi fa incazzare di più: un argomento ottimo, una partenza promettente, un cambio di testimone tra Weaver e De Niro alla fine del primo tempo e un finale assurdo dove neanche il regista sa dove andare a parare. Banalità sparse un pò ovunque ma sopportabili all'inizio, un colpo di scena triste e citofonato, un copione che si perde nella maniera più sciocca possibile, come se girare un buon prodotto sul paranormale sia così impossibile. Boh, non so. Evitare un film in cui recita questo De Niro, magari può essere la soluzione più logica.

aricardi  @  20/11/2012 21:48:09
   4 / 10
Purtroppo non lo consiglierei proprio perchè l'attesa data da due grandi attori come De Niro e Weaver rimane totalmente insoddisfatta. Le basi per trattare in modo diverso una tematica che solitamente tocca i più (esiste una vita oltre la morte?) che forse avrebbe potuto interessare il pubblico ci sono solo nell'incipit. Manca però totalmente nella narrazione, dialoghi gettati al vento e mai più ripresi, e un finale che mi è sembrato imbarazzante. Bocciato.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/12/2012 19.14.03
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento tonysopranoq  @  19/11/2012 00:07:22
   3 / 10
retorico e pretenzioso sono commenti che passano inosservati ed in secondo piano in questo pessimo film.
trama mediocre la quale sembra sia stata sviluppata in modo forzato. temi ridicoli
finale demenziale davvero un brutto film.
non capisco come de niro abbia potuto girare un film del genere.

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/05/2013 01.51.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  19/11/2012 00:07:13
   5 / 10
Thriller giocato sulla dicotomia scienza-paranormale, su ciò che è reale e su quello che percepiamo. Idea quindi non originale e sviluppata in maniera piuttosto piatta.
Il film appassiona poco e anche gli attori non sembrano al loro meglio.
Il colpo di scena finale arriva dopo svariati muniti di vera noia.
Occasione sprecata.

Invia una mail all'autore del commento SPIZZDAVIDE  @  18/11/2012 04:24:14
   7½ / 10
Innanzitutto vorrei premiare l'originalità.
Finalmente un film che tratta il paranormale sotto molteplici aspetti: la scienza, la fede, la regione, l'ingenuità, l'imbroglio, l'incosapevolezza.
Inoltre non condivido chi dice che il film sia noioso....a me ha coinvolto molto.
Buone le conversazioni.
Discreta la interpretazione di De Niro.
Cosi Cosi il modo in cui è stato sceneggiato e diretto il finale che sicuramente meritava di più visto l'inaspettato colpo di scena.

FABRIT  @  17/11/2012 15:43:46
   5 / 10
film a tratti molto noioso.... con un deludente De Niro e un colpo di scena finale non esaltante.

Invia una mail all'autore del commento Laisa  @  16/11/2012 01:32:46
   3 / 10
aiuto!!!
mi dispiace per Robert, tantissimo...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cillian Murphy non si può guardare, ogni volta è uno shock... e ai miei globuli rossi cade via l'ossigeno (oltre che i maroni)...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sigourney Weaver è l'unico personaggio credibile e dignitoso, invece...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

albert74  @  14/11/2012 12:10:41
   5 / 10
non posso che essere d'accordo con gli altri utenti.
Il film comincia bene e continua discretamente

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
De Niro totalmente fuori parte.
la suspence fa la fine di tutto il resto. Più che una frana è una valanga di ampie dimensioni. Dopo la prima ora stentavo a tenere gli occhi aperti. Mi sono anche alzato e sono andato in bagno e a comprarmi dei pop corn.
La tentazione di andar via era veramente forte, come anche quella di aver buttato 8 euro di biglietto.
Mi sarei aspettato qualcosa di meglio. Il montaggio sembrava fatto da un ubriaco. Ho avuto l'impressione che il film avesse già detto tutto dopo un'ora circa e che il regista avesse continuato perché gli avanzava della pellicola.
Non capisco proprio il senso di questi film.
mai lo capirò

Edredone  @  14/11/2012 11:47:15
   6 / 10
Un'occasione sprecata per fare un bel film. consigliato solo ai patiti del genere...

Darksyders77  @  14/11/2012 00:14:12
   7½ / 10
Film molto interessante,ottime le interpretazioni,il tema del paranormale è trattato in maniera abbastanza leggera,il ruolo di De Niro è eccezzionale,potrebbe esserci un seguito.Consigliato.

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/05/2013 01.53.42
Visualizza / Rispondi al commento
marfsime  @  13/11/2012 23:14:19
   6 / 10
Sufficienza stiracchiata per un film da cui mi aspettavo sicuramente di più. Un po monotono in alcuni punti..si salva grazie ad un finale parzialmente a sorpresa. Secondo me si doveva puntare di più sull'aspetto sovrannaturale che viene un po messo da parte..avrebbe creato quel pizzico di tensione in più che un film del genere richiederebbe.

barebone  @  13/11/2012 13:11:47
   4 / 10
Film con un montaggio tanto inspiegabile da domandarsi se alcune scelte partiolarmente infelici non siano dovute a semplice incapacità ma a precise ( per quanto improbabili) scelte stilistiche del regista, che forse pensava di poter tranquillamente scimmiottare un capolavoro come Il Sesto Senso anche senza essere Shyamalan.
La tanto prematura quanto immotivata scomparsa di quella che, almeno negli intenti, doveva essere la protagonista principale, spiazza non poco, e viene da chiedersi se non sia dovuta, più che a una sceneggiatura già abbastanza sconclusionata di suo , a qualche frizione, altrimenti irrisolvibile, fra l'attrice e il regista
Attori abbastanza di plastica e un De Niro assai sotto le righe completano il quadro di un film sconclusionato, insulso e tragicamente deludente.

Per la trama vedi lo spoiler ....



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/11/2012 12.37.59
Visualizza / Rispondi al commento
gianni1969  @  13/11/2012 00:40:43
   8 / 10
a me è piaciuto,mi ha intrigato parecchio,ed è pure originale

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/05/2013 01.55.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  13/11/2012 00:28:38
   5 / 10
In linea con i commenti che mi hanno preceduto anche io nutrivo buone speranze dopo il sorprendente "buried" capace di coinvolgere il pubblico utilizzando solo due metri di spazio...
Ma qui eravamo alla prova con un vero film e ci sono varie cose da correggere...Comincerei dal montaggio (dello stesso Cortes) pieno di errori, il passaggio di alcune scene è confuso o inappropriato.
Il film regge per la prima parte perche riesce a mettere curiosita' con quell'alone di mistero che avvolge il personaggio di De niro...
Tolta la Weaver di mezzo ci si perde fino ad arrivare ad un finale annunciato ed evitabile, la vera rovina del film...
De niro fuori parte.

dagon  @  12/11/2012 22:49:43
   5 / 10
Dopo Buried era lecito avere buone aspettative per questa nuova pellicola di Cortés, purtroppo il regista (che ha dei numeri, questo è innegabile) spreca una ottima idea di partenza, sviluppata anche bene per almeno un'ora, con una parte finale via via sempre più assurda fino ad una conclusione che lascia a dir poco insoddisfatti. De Niro ormai non si regge più....

Rick19  @  12/11/2012 20:48:03
   6½ / 10
Non si guadagna il 7 pieno. De Niro non convince, la trama si. Il finale confusionato e astratto delude molto, si poteva nettamente fare meglio. Tuttavia lo consiglio a tutti, l'idea è originale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  12/11/2012 16:08:42
   5½ / 10
Uh frasi come "non puoi sfuggire da te stesso" o "chi siamo? cosa siamo? Di cosa abbiamo paura?" (che si sia fatto uno spino con Terence Malick, il regista?) credo di averle sentite un pò troppe volte, stanco di annotare i plagi di cui lo spettatore forse non sente più un gran bisogno. Ma l'idea di un film fondato su un tema tanto sfruttato post-mortem à la Hereafter o preveggenza à la Shyamalan prima maniera, può essere affascinante e difatti lo è. Al punto che ci si dimentica un'incipit falso, da blockbuster horror o un'epilogo delirante e scontato che scoraggia tutte le buone intenzioni della parte centrale. Un film che incoraggia discussioni e chiavi di lettura, ma il tutto è così artificioso da rendere noiosa ogni conversazione. La capacità di Cortes è di rendere impalpabile (non-vedente) ciò che accadrà e infatti è proprio la rentree annunciata di Silver - col suo carico di inquietudini e iettatura - ad avere un effetto strepitoso, l'unica risorsa veramente emotiva del film. Tanto da confondere le idee a Margaret - cfr. una sempre eccelsa Weaver (invecchiata maluccio, ma sia detto tra parentesi).
Il problema è un altro. E' davvero così intrigante il dualismo tra scienza e magia, per reggere un intero film? Non direi a meno che non si voglia continuamente usare il tasto rewind per vedere la scena, bellissima, dei due studiosi mentre fotografano i red lights del titolo, o non si pensi di iscriversi a un corso che affronti temi natali e circostanze spiegabili della componente del mistero e dell'irrazionalità.
Perchè alla fine la scelta dell'identità finisce per stancare, dimenticando che lo scenario barocco delle esibizioni di Silver vorrebbe stupirci più dei contenuti risaputi del film. Ti trasmette un senso di impotenza per le grandi potenzialità mal sfruttate di dare un senso ai nostri disperati punti interrogativi.
E De Niro, riabilitato nella sua forma Monstre, diventa la parodia di quel grande illusionista che poteva essere... senza essere visto. Una maschera beffarda sarebbe stata sufficiente, perchè non la sua ma la nostra Cecità è l'aspetto migliore del film. Peccato che lo coglieranno in pochissimi, dopotutto al regista interessano altri espedienti. Così ambizioso e vuoto

lelale75  @  12/11/2012 14:27:10
   4½ / 10
Noia, noia, noia sono le uniche parole che mi vengono in mente ripensando al film. La parapsicoligia è un tema che da sempre offre molti spunti per i film ed anche in questo caso gli ingredienti c'erano tutti ma purtroppo a mio parere non sono stati sviluppati. Il personaggio di De Niro è un pò lasciato a se stesso e non viene approfondito e tutta la storia risulta quasi trascinata. Il colpo di scena finale non serve a far guadagnare punti a questo film che sconsglio di vedere o meglio di vedere a casa in modo che sia possibile cambiare canale quando ci si annoia.

debramorgan  @  12/11/2012 12:34:32
   5 / 10
Viva l'esselunga che regala i biglietti gratis, perchè pagarlo sarebbe stato proprio troppo. "amore andiamo al cinema stasera? dai c'è anche De Niro".
Ok. DE Niro secondo me è stato bravo in effetti, anche se non se ne può più in ogni santo film di vedere o de niro o al pacino fare i monologhi esistenzialistici solo perchè dopo l'avvocato del diavolo tutti hanno deciso che sono bravissimi a farli! Qui non c'azzaccava veramente niente, come non c'azzeccava assolutamente niente neanche il medesimo monologo esistenzialista di Tom sul conosci te stesso , uno "gnoti sauton" che ormai è sulla bocca di tutti, facebook compreso.
Detto ciò, che bello che bello che bello, chissà cosa accadrà.... ma vedrai che....ma secondo me finisce che..... ma se lui fosse..... NIENTE! non emoziona, non lascia di stucco, la rivelazione finale (senza spoilerare) non è almeno stata per me tale perchè mi sembrava già appurata e detta dopo 20 minuti dall'inizio del film. Personaggi poco definiti, altrettanti inutili ( dovevano far fare qualcosa ad almeno una delle gemelle olsen dopo 10 anni), gente che muore senza motivo, e altrettanta che prende botte per 20 minuti di fila spaccando lavandini con la testa e che dopo si fa 10 kilometri, arringhe filosofiche e che continua a camminare a testa alta!
Cortèz si è svegliato una mattina con tre/quattro idee (fotografiche, sceniche), ha chiamato in pigiama De niro e gli ha detto "Incassiamo 2 soldi c'ho un film figo". Perchè 5 e non 2 ?
Perchè al contrario del 90% dei film che ho visto negli ultimi mesi, almeno fino al 60 minuto c' avevo sperato............................

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ilgiusto  @  12/11/2012 11:53:31
   8 / 10
Eccellente, questo E' un film.
La scuola spagnola si conferma, ancora una volta, come la migliore d'Europa e una tra le migliori in assoluto in campo cinematografico.
I migliori perchè sono ottimi registi ma, soprattutto perchè i loro film partono dall'essenziale, ossia da un'IDEA interessante e, nei limiti di quanto oggi sia possibile, originale.
Questo film è ottimo, interessante, intrigante, ben fatto, coinvolgente, sorprendente, e lascia qualcosa di profondo allo spettatore che va ben oltre il mero tempo necessario alla visione.

Straconsigliato.

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/11/2012 14.57.43
Visualizza / Rispondi al commento
cristiano1970  @  12/11/2012 01:04:44
   7½ / 10
Non capiro' mai alcuni voti dati su questo sito....

film onesto e intrigante con colpo di scena nel finale.

non un capolavoro ma vale la pena vederlo ( come dice il commento del voto)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento lapucciosauro89  @  10/11/2012 02:50:57
   5 / 10
Noioso, prevedibile, scontato. Diciamo c'erano tutti i presupposti per fare un bel film, l'idea di fondo era più che buona, anche se dopo i capolavori di "The Prestige" e "The Illusionist" era veramente complicato riuscire a fare di meglio, per cui speravo quantomeno in qualcosa di avvinabile. A dir la verità la prima parte del film risulta piuttosto piacevole perchè ti proietta in qualcosa che potrebbe diventare veramente molto interessante, con la speranza che il film possa decollare da un momento all'altro. Ma mano a mano le speranze svaniscono e difatti non decolla MAI. L'attesa è vana e il finale ti lascia di m***a .
Ecco, una cosa che mi ha veramente deluso è stato il mancato approfondimento del personaggio di Silver e dei suoi "prestigi". Peccato, poteva essere decisamente migliore.

Magixter  @  09/11/2012 23:28:48
   4½ / 10
La caduta libera di De Niro continua..... 8 euro che avrei preferito dare all'unicef...

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  09/11/2012 19:14:04
   5½ / 10
Ma porc.... inizia bene con atmosfere soddisfacenti e una trama che ti rende sempre più curioso di sapere se è tutta una bufala o no.... e finisce di *****! ufffffffff.....

vercingetorige  @  09/11/2012 08:49:36
   7½ / 10
A me è piaciuto,ricco di suspense,non dà niente per scontato.Tema affascinante.
Inoltre ottima l'interpretazione di Cillian Murphy.

deliver  @  08/11/2012 19:45:30
   7½ / 10
Prima di tutto vorrei ricordare a qualcuno che "costruire una falsa pista per poi sbalordire lo spettatore" è in fondo l'anima del thriller in generale... e non solo di Shyamalan..

Per il resto, Cortès bissa il successo di Buried. Questo film che non è e non vuole essere il capolavoro di una vita, è uno dei pochi esempi - mettiamoci anche Shyamalan - di lezione del thriller "vero" perfettamente recepita (e viene da dire: menomale). La tensione è dosata, le funzioni del genere rispettate, recitazione presente da parte di tutto il cast. E' proprio per questo che non capisco l'accanimento verso questo film. C'è da domandarsi se, a volte, certa gente non faccia a pezzi le pellicole per il puro gusto di bocciarle.
Come detto, non grido affatto al capolavoro. Ma Red Lights funziona comunque, regge, tiene. Questo importa.

Ps: Fermo restando che Cortès rispetto a Shyamalan non infarcisce le sue storie di pathos e lacrimoni...

The Legend  @  08/11/2012 18:51:43
   2 / 10
Ambizioso e sconclusionato, Red Lights replica lo stesso meccanismo narrativo ormai visto mille volte nei film del (peggior) Shyamalan: si costruisce per l'intero sviluppo della storia una falsa pista su cui incanalare l'ignaro (si fa per dire) spettatore, per poi sbalordirlo con la sorpresa finale.

Ma è sempre la montagna che partorisce un topolino piccolo piccolo, dispiace soprattutto vedere De Niro sporcare ancora una volta una carriera così prestigiosa, con un ruolo involontariamenete comico, che non rende merito alla sua grande figura.

Ma che gli sarà successo, da 10 anni (almeno) a questa parte ?

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  06/11/2012 14:28:07
   5½ / 10
Il rapporto causa/effetto in "Red Lights" è semplicemente pretestuoso, fondato su dicotomie nette ma rappresentate in modo fragile nel momento in cui entrano in rotta di collisione. L'accanito scontro si avvia fiacco e si sviluppa monotono. Al centro del contendere il paladino della scienza Cillian Murphy e il presunto sensitivo, mago, telepate e chi più ne ha più ne metta, Silver, interpretato da Bob De Niro, all'ennesimo ruolo marchetta di una carriera in preoccupante discesa.
Il conflitto tra i due è il filo conduttore di un film che vanta due punti a favore: un' introduzione apprezzabile con la sempre brava Sigourney Weaver, e un finale smaccato in cui Cortés tira fuori (dal cilindro) il colpo di scena che non ti aspetti.
In mezzo però tutto suona forzato, lo scienziato che perseguita il presunto "stregone" e questi che reagisce con intimidazioni piuttosto violente non è confortato da una consistenza emozionale plausibile.
In fin dei conti la pellicola appassiona poco, quindi interessa ancor meno sapere se si tratti di trucchi o di particolari poteri.
Sembra la versione sfigata di "The Prestige" con cui i punti di contatto non mancano, peccato che rispetto al film di Nolan "Red Lights" non riesca a raggiungere la credibile definizione dei personaggi e l'incedere narrativo incalzante.
Altro punto a sfavore è lo spreco dell'interessante Elizabeth Olsen (già vista e apprezzata di recente ne "La Fuga di Martha") , il suo ruolo è tanto anonimo da apparire quasi inutile.
Un thriller quindi ben confezionato ma senza lampi, in cui anche mostrare l'urgenza di credere in qualcosa di superiore resta un'intuizione sviluppata maluccio.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  29/10/2012 10:14:49
   4½ / 10
Attendevo non poco il prossimo film del geniale Rodrigo Cortez che mi aveva tirato fuori un Buried al cardiopalma.
La sua smoderata passione per i thriller alla Hitchcock e la sua mania di dirigere allo stesso suo modo,con riprese continue,fluide e primi piani ben impostati,sono caratteristiche del regista che hanno fatto in modo di convincermi a metterlo in un angolo a parte chiamato"filmmakers emergenti da tenere d'occhio".
Con Red Lights i miei occhi sono stati bombardati da fotogrammi di un film senza arte ne parte,con una regia svogliata e anonima,con un Rodrigo Cortez troppo eccitato nel voler sfondare a tutti i costi ad Hollywood con attori che sono dei fuoriclasse nel suo mazzo di carte da gioco,sfruttati però malissimo.(Robert DeNiro in un ruolo improponibile,cerca di mettere ansia allo spettatore ma provoca inaspettatamente risate involontarie,non è proprio tagliato per interpretare personaggi ambigui,tenebrosi e intrisi di malignità...per quanto riguarda la coppia Murphy-Weaver,poco credibili e messi li solo per fare presenza credendo di rubare la scena a tutti,invece viene da dire solo che hanno raggiunto il punto più basso della loro carriera).
Tensione e colpi di scena inesistenti e dovrebbero essere parte integrante di questa storia che voleva puntare ad essere verosimile e che ci offre un confronto diretto fra persone con poteri paranormali di lettura della mente e gente che crede di saperci fare con i trucchetti del mestiere ma sono solo abili truffatori che vengono scovati in fretta.
Tanta carne al fuoco e tanto comunque potenziale sprecato in un film che attendevo e che pensavo potesse essere il biglietto da visita definitivo firmato Cortez nel mondo raccimola-soldi di Hollywood.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/10/2012 18:40:16
   6 / 10
Red lights secondo me aveva un potenziale enorme che solo in parte si esprime nella prima parte, quella più stimolante dove c'è una difesa assoluta della certezza scientifica e della metodologia e allo stesso tempo il rifiuto sempre assoluto del paranormale ed più generale dell'"oltre", messa in pericolo dall'arte affabulatoria di chi si presenta e viene riconosciuto come un fenomeno vivente, rappresentante di un qualcosa che sfugge al rigore scientifico. Purtroppo Cortes opera una cesura fin troppo netta tra la prima e la seconda parte che scivola fin troppo sul convenzionale e sullo scontato, pur mantenendo un sufficiente livello di scorrevolezza fino ad un finale che regala il colpo di scena ma non fino al punto di risollevare una pellicola che aveva mostrato ben altro nella prima metà.

axel90  @  15/10/2012 19:23:22
   4 / 10
Piatto, privo di verve, poco suggestivo ma principalmente sconclusionato.
Il nuovo film di Cortes è un thriller che, nonostante il soggetto sia anche appetibile, sbaglia più o meno tutto. Tutto altamente mediocre, dal cast poco convinto alla regia convenzionale che sembra non voler ricercare il turgido brivido, "Red Lights" è un racconto che cerca di essere più grande di quello che vuole. Per non dimenticare il twist finale... una delusione su tutti i fronti.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008836 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net