ragazzi perduti regia di Joel Schumacher USA 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ragazzi perduti (1987)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RAGAZZI PERDUTI

Titolo Originale: THE LOST BOYS

RegiaJoel Schumacher

InterpretiJason Patric, Corey Haim, Dianne Wiest, Barnard Hughes, Edward Herrmann, Kiefer Sutherland, Jami Gertz, Corey Feldman, Jamison Newlander, Brooke McCarter, Billy Wirth, Alex Winter, Chance Michael Corbitt, Alexander Bacon Chapman

Durata: h 1.37
NazionalitàUSA 1987
Generehorror
Al cinema nel Settembre 1987

•  Altri film di Joel Schumacher

Trama del film Ragazzi perduti

Una famiglia in vacanza lungo la costa californiana si trova a combattere contro una banda di vampiri volanti dal look punk. L'obiettivo è uccidere il grande capo: una volta tolto di mezzo quello, tutti gli altri torneranno normali...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,67 / 10 (52 voti)6,67Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ragazzi perduti, 52 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DarkRareMirko  @  18/04/2017 02:29:00
   6 / 10
Sinceramente non mi è piaciuto molto...

Ok location, nella media effetti e make up, facce giuste, ma il film pare non decollare mai.

Pure l'elemento horror non è sfruttato tanto bene, in un film a tratti blando e superficiale, che ho trovato a malapena sufficiente.

C'è tanto Donner (produttore) e poco Schumacher e, francamente, i Goonies eran un'altra cosa...

Qualche potenzialità (anche sociologica), gran cast (tra gli altri, il 2 volte premio Oscar Dianne Weist e Edward Hermann), scorrevolezza, ma il film non ha l'anima e non approfondisce niente.

Schumacher farà di molto meglio; 2 sequel.

Rari i passaggi tv.

Gabo Viola  @  08/02/2016 12:57:25
   7 / 10
Cult anni '80, una piacevole revisitazione del genere vampiresco con una ottima fotografia e montaggio. Un film fresco che può essere facilmente accostato a "goonies", "chi ha incastrato roger rabbit", "ritorno al futuro". Parliamo di quelle pellicole americane che hanno accompagnato (compreso me) la crescita e aiutato ad alimentare l'immaginazione. Buon prodotto

alex94  @  23/10/2015 17:19:57
   6 / 10
Uno dei tanti film cult anni 80, che ha per protagonisti i vampiri..........
Siamo davanti ad una pellicola adolescenziale,uno dei primi lavori in cui la figura del vampiro viene modernizzata e svecchiata,purtroppo con risultati che non ho trovato esaltanti (avessi visto questo filmetto dieci anni fa probabilmente lo apprezzerei di più).
Discretamente realizzato dal punto di vista tecnico buona la recitazione.........presenti anche alcune trovate e citazione interessanti.
Resta comunque un filmetto carino,adatto a tutti e piacevole da vedere............

antoeboli  @  30/05/2015 20:05:48
   8 / 10
Richard Donner regista dei Goonies (in qualità di produttore) + J.Schumacher cineasta di altissimo livello che fanno un film insieme, + musica anni 80' e non solo da paura .
Un prodotto 'ccezionale come direbbe Sandrone Piccinini , affascinante se vogliamo servire un termine giusto . Secondo me il livello tecnico , la fotografia , e quello che si respira è qualcosa di affascinante ma anche malsano con personaggi dettati dalle mode del periodo , che però si dipingono in un film di avventura con tratti delineanti l'horror , però quello che non schifa ne spaventa in modo pretenzioso , ma bensì getta le basi su un quasi clone dei Gonnies più maturo e con interpretazioni di grosso calibro .
Gli attori sono fantastici , ed alcuni proprio voluti da Donner ,e riciclati dai Gonnies , che riescono a catturare uno spettatore anche molto cresciuto .
Effetti speciali e trucco eccellente , in uno di quei film fine anni 80 ' che solo i buongustai possono ricordare .
La canzone che segna i titoli di inizio con i bimbi che cantano in coro è semplicemente una delle più azzeccate a tema .
Se ora abbiamo Twilight un tempo la società dei teen ager aveva Lost Boys .

ZanoDenis  @  08/12/2014 21:34:02
   6 / 10
É un piccolo cult, ma forse leggermente sopravvalutato, cio che lo rende tale é l'ottima atmosfera anni 80, il gruppo di attori "brat pack", e molte caratteristiche tipiche del periodo, il resto non é nulla di memorabile, una sceneggiatura non originalissima, in bilico tra l'horror adolescenziale e il fantasy, é comunque un film leggero e godibile, ma non oltre.

GianniArshavin  @  31/12/2013 02:01:41
   5½ / 10
Considerato da molti un cult a visione finita un senso di promesse disattese si è impadronito del sottoscritto;infatti avevo grandi aspettative per questo famoso film di Joel Schumacher e devo dire che alla fine la maggior parte di esse sono state deluse.
Classica pellicola anni 80 che tratta il tema del Vampirismo ,con un discreto cast dal quale spicca Sutherland e una colonna sonora coinvolgente.
Quello che non funziona sono la trama banale e prevedibile,delle metafore che non graffiano sulla solita emarginazione giovanile, qui trattata anche in maniera abbastanza scialba.
La prima ora purtroppo scorre via abbastanza lenta e risulta essere poco coinvolgente proprio per la sua prevedibilità,mentre l'ultima parte riesce a risollevare un po l'opera con l'approdo al Vampirismo classico (grandi gli effetti e il trucco dei Vampiri) e l'abbandono di velleità metaforiche deboli e già viste.
In conclusione il film resta adatto a chi ama gli anni 80 e i suoi prodotti e a chi cerca qualcosa di leggero senza troppe pretese, ma i cult sono un'altra cosa.

sossio92  @  28/08/2013 18:24:01
   7 / 10
Horror sui vampiri molto soft e godibile, con bei effetti e trucchi , consigliato :)))

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  16/10/2012 19:10:45
   7½ / 10
Horror dall'animo eighty sincero e ben fatto. Schumacher ha fatto un bel lavoro; scenografia, regia, montaggio... tutto a posto.
I brani selezionati sono ottimi e danno quel tocco in più.
La trama non è nuova ma è recitato bene e certi passaggi si fanno ricordare.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  05/09/2012 00:41:07
   4½ / 10
Sarà ma questa sera la scelta di Dario Argento non mi ha proprio convinto.
Ho trovato questa pellicola lenta e palllosa.

topsecret  @  27/07/2012 09:32:54
   5 / 10
C'è più suspance e sostanza quando mi siedo sul water la mattina che in questo film.
Trama piatta, poca voglia di stupire e soprattutto spaventare lo spettatore (classificarlo come horror è un po' azzardato), poca vivacità: gli ultimi dieci minuti sembrano un po' più succosi ma comunque nulla di eclatante e cast che non pare in grande forma.
Credo che sia un prodotto per quei ragazzi in cerca di un passatempo senza pretese, ma che viene dimenticato in fretta e con qualche rimpianto.

BlueBlaster  @  13/07/2012 13:28:14
   7 / 10
A parte che sulle capacità registiche di Joel Schumacher si potrebbe discutere, il film è un piccolo cult della commedia horror anni 80 e comunque dei film adolescenziali...rimane però senza una fissa collocazione visto che non riesce ne a spaventare ne a far ridere!
La scelta stilistica è particolare e comunque sia il film ha il suo fascino oltre al fatto che è ricco di importanti metafore!
Non un capolavoro ma una tappa obbligatoria per gli amanti dell'horror ma comunque per tutti!

C.Spaulding  @  20/06/2012 02:10:50
   8½ / 10
Ecco un altro film a cui sono affezionato. Lo vidi da ragazzino e mi è rimasto impresso ogni tanto me lo rivedo ed è sempre un piacere. Grandi Haim e Feldman sempre in coppia. Da vedere. Forse il mio voto è esagerato ma è un fatto affettivo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  29/12/2011 15:23:04
   5 / 10
E' un cult degli anni '80, ma nè all'epoca nè tantomeno oggi è un film che non mi ha mai convinto. Non riesce pienamente la miscela horror con la commedia (Ammazzavampiri di Holland in questo caso è migliore) e l'elemento di marginalizzazione dello stesso vampiro (Il buio si avvicina della Bigelow è di un altro pianeta), volutamente teenager e separato dal mondo degli adulti mi appare abbastanza superficiale e scontato, fin troppo glamour.
E' un film inoltre molto radicato al periodo in cui è uscito e personalmente lo ritengo molto invecchiato rispetto ad altre pellicole.

gemellino86  @  06/12/2011 10:08:53
   6½ / 10
Buon film classico sui vampiri. Horror e commedia mischiati insieme come in "Drag me to hell". Valido per passare un'ora e mezza in tranquillità (??!!).

Zanibo  @  21/10/2011 14:28:14
   7 / 10
Una "commedia" horror. Da otto la parte del fratello minore, piu` che dignitoso tutto il resto.

John Carpenter  @  17/08/2011 20:02:55
   6 / 10
Il primo successo di Joel Schumacher è questo teen-horror sui vampiri molto leggero con delle ambientazioni anomale per il genere e quel tocco anni 80 che si intravede in ogni inquadratura. La parte finale è una sorta di "Goonies".
Sullo stesso genere "Ammazzavampiri" mi è piaciuto molto di più.

3 risposte al commento
Ultima risposta 02/09/2011 15.46.14
Visualizza / Rispondi al commento
Charlie Firpo  @  13/08/2011 10:38:23
   7 / 10
Un cult sui vampiri made anni 80 , senza troppe pretese e girato per un pubblico di adolescenti , all' epoca mi aveva fatto una buona impressione , ma visto adesso in tutti i suoi limiti dato alcune sceme molto stupide specie quando entrano in scena i fratelli ranocchi equipaggiati alla Rambo ,do un 7 a stento solo perchè il trucco dei vampiri ha un' ottimo design e per alcune inquadrature di Schumacher davvero ben curate fatte sicuramente in deltaplano per dare agli spettatori un senso di immedesimazione sugli spostamenti dei vampiri quando sono in volo.

Buone anche le musiche che accompagnano il film.

Attori appena sufficienti e in alcuni casi pessimi , molto azzeccato come capo della banda Kiefer Sutherland , mentre il capo dei vampiri è un C.ogli.0ne

Quindi abbiamo vampiri metallari e ribelli che girano in moto divertendosi tutta la notte e scorranzzando per la spiaggia con dimora una caverna sulla scogliera di fronte all' oceano e che hanno come cibo gli abitanti di una piccola cittadina.

Ci sono tutti gli ingrendienti per passare una serata senza troppe pretese all' insegna del vampiresco e con qualche nostalgia degli ingenui anni 80

dinger71  @  30/05/2011 23:23:50
   10 / 10
A più di un anno dalla scomparsa del giovane e famigerato protagonista del film (il compiantissimo Corey Haim, che ruba tutte le scene a Jason Patric, il fratello maggiore, che pare battere ogni record per imbambolamento e inespressività), si parla ancora molto di questo cult indimenticato, simbolo della generazione antireaganiana, di cui il giovane Haim fu sicuramente il portavoce più importante.
Devo dire che il film è invecchiato molto bene, nel senso che riesce ancora ad essere originale, nonostante siano trascorsi più di vent'anni dall'uscita nelle sale, probabilmente per la sua tendenza alla "normalizzazione" delle "diversità", evidente sin dalle prime scene. In un'America dove trionfa il lusso esibito, l'apparenza, l'aridità ideologica e l'apatia spirituale (incisive le scene dell'isteria collettiva al luna park), si nascondono, sotto questa patina edonistica, moltissimi problemi, che si evidenziano già all'apertura del film sotto forma di "freaks", stormi di adolescenti dark e punk (qualcuno pratica addirittura la zoofilia), minoranze etniche che vivono ai margini, barboni, inquietanti volantini con foto di teenager scomparsi e con avvistamenti ufo, la scritta che domina sul cartellone di benvenuto alla città ("capitale mondiale dell'omicidio"). Questo è lo sfondo del film, una località della costa californiana (baia di S. Francisco), dove si trasferisce, dallo strano padre, la dolce e pacata Lucy (Dianne Wiest, premio Oscar l'anno precedente per "Hannah e le sue sorelle" di Woody Allen), reduce da un divorzio non metabolizzato al meglio, con i figli Michael (J.Patric, appunto) e Sam (C.Haim). Quest'ultimo è abbastanza capriccioso, non riesce a relazionarsi agli altri (pare ne vada fiero) ed è ossessionato dai fumetti e dal "brat pack" (capisco l'apertura delle madri hippies, ma non porsi nessun problema per la sessualità del figlio che ha quel poster di Rob Lowe davanti al letto mi sembra un pò troppo!). Invece il fratello maggiore sembra più tranquillo e maturo, una sorta di "colla" per i membri di questa famiglia, ma è destinato a "perdersi", poichè si innamora di una misteriosa gitana, Stella (Jami Gertz, pure lei mezza addormentata quando recita), che fa parte di una strana banda di motociclisti balordi, capitanata dall'assatanato e mefistofelico David (uno straordinario Kiefer Sutherland, al top delle sue performances; nell'intervista del dvd dice che questo sarà sempre il suo film preferito! Strano, visto che ha fatto molto nella sua carriera e che julia roberts all'epoca lo lasciò proprio per jason patric... evidentemente si consolò con gli amici del set, ma non divaghiamo) e responsabile delle morti e delle sparizioni che avvengono in città. I membri della banda si identificano come vampiri (ma il film è ambiguo in proposito, pertanto non è un vero e proprio horror, sebbene lo si definisca così e uno dei suoi meriti sia quello di aver modernizzato la figura letteraria del "vampiro") e sembrano voler epurare la zona da chi non la pensa come loro (a partire dal poliziotto iniziale). David riesce ad adescare Michael e a farlo entrare nella gang, ma suo fratello Sam si accorge dei suoi cambiamenti (in origine il personaggio di Corey Haim doveva essere una ragazza, da qui la canzone "cry little sister", in riferimento al fatto che ormai il fratello maggiore era entrato a far parte di una famiglia surrogata, abbandonando la sua) e si convince che è diventato un vampiro. Comincia così a credere alle storie di vampiri che gli avevano raccontato due ragazzi del posto, i fratelli Ranocchi (Corey Feldman e Jamison Newlander, molto bravi nella parodia dei "supereroi alla Rambo"), così si unisce a loro per combattere Kiefer e company. La critica americana ha lodato molto l'interpretazione dell'isterico e visionario Corey Haim (per la vita che condusse era soprannominato proprio "il ragazzo perduto" e questo credo fu il suo ruolo più famoso). Sicuramente al centro del film c'è il malessere adolescenziale, i ragazzi sono incompresi e abbandonati a loro stessi e, seppur in modi diversi, tendono a "perdersi"; notevoli sono anche le loro difficoltà di comunicazione (non a caso il nonno hippie -generazione precedente- è l'unico che rimorchia), ognuno si chiude nel proprio mondo, apparendo "strano" agli occhi dell'altro (altro tema portante del film infatti è "la gente è strana", "people are strange" dei "the doors"); ne deriva quindi una profonda critica ad una società non in grado di salvaguardare i suoi figli (la stessa banda di David ha un insospettabile protettore borghese), per giunta wasp, e per i quali sembra vacillare ogni cosa, anche la propria identità sessuale. In effetti nel film c'è un certo contenuto omoerotico (che forse per quei tempi era abbastanza forte), dovuto al fatto che nè Sutherland nè gli altri membri della banda si interessano a Stella, ma tutti sono ossessionati da Michael ( il suo nome mi pare viene ripetuto tipo 128 volte nel film e il suo volto è identico a quello del poster di Jim Morrison che c'è nel loro nascondiglio) e i ragazzini, nel tentativo di annientare i "vampiri", sembrano combattere contro le proprie pulsioni sessuali (questo almeno è quanto ha detto la critica americana). Il film inoltre abbatte anche le differenze di sesso e di età: come già detto, Stella è equivalente a qualsiasi altro membro della gang e il bambino che sta con lei non è nè il figlio nè il fratello (semplicemente è stato rapito dagli altri per regalarle compagnia) e anche lui viene trattato alla pari (c'è quindi anche il desiderio di creare una sorta di comunità "alternativa" ai modelli che ci vengono proposti e di fuggire dalla squallida realtà che ci circonda). Ricordo che quando uscì il film nell'88, fu vietato ai minori di 18 anni e, nonostante questo, fu (sorprendentemente per tutti, soprattutto per la Warner Bros, che era stata scettica fino all'ultimo) un record di incassi negli Stati Uniti, dando luogo a veri e propri fenomeni di idolatria ed emulazione (addirittura alcuni ragazzi si mascheravano da vampiri e si lanciavano dai ponti proprio come avveniva nel film, in certi casi pagando con la vita!) e l'allora first lady Nancy Reagan lanciò la sua campagna anti-droga (nel film se ne fa largo uso, il che contribuisce alle visioni vampiresche) "just say no", unica cosa razionale che ha fatto nella vita, considerando che ha speso gli anni alla Casa Bianca consultando astrologi per indagare sul futuro del marito (ohibò, ecco spiegato il grande successo degli attori del Brat Pack). Pertanto il film divenne un fenomeno mediatico, merito soprattutto delle grandi interpretazioni dei due Corey e di Sutherland (il vecchio volpone di Schumacher, infatti, dopo aver diretto due anni prima il film manifesto del Brat Pack, "St. Elmo's fire", radunò furbescamente questi tre giovani attori simbolo del periodo, rendendoli icone immortali). Purtroppo il successo non giovò ai protagonisti, che non riuscirono a gestire i soldi e la fama precoce, "perdendosi" davvero nella vita. Dò il massimo al film per Corey Haim, perchè era uno dei miei attori preferiti, l'ho seguito sempre ed è stato molto triste quello che gli è successo. E pensare che era nato in una normalissima famiglia canadese, per giunta piuttosto agiata, ed era diventato attore per un banalissimo tentativo dei genitori di fare in modo che superasse la sua timidezza; iniziaImente neanche gli piaceva recitare e, pur dicendo di odiare la scuola, era un ottimo studente e frequentava anche una scuola pubblica, raro per una baby-star. Conservo ancora la sua intervista sul Cioè risalente all'anno in cui girò "Ragazzi Perduti", in cui parlava dei suoi genitori che si erano separati e di come era stato difficile trasferirsi da Toronto a Los Angeles, cambiare scuola e ritrovarsi senza amici. La vita non è affatto un "American dream", queste le sue testuali parole. Diceva però di aver cambiato idea sul cinema già ai tempi di "Lucas" e che era sicuro di voler diventare un attore, era orgoglioso di entrare "ufficialmente" nel Brat Pack e che "Lost Boys" era stato il suo film preferito, perchè aveva finalmente conosciuto dei ragazzi che gli piacevano: Brooke McCarter(uno dei vampiri), Kiefer e l'altro Corey, che erano diventati i suoi migliori amici e gli erano stati vicino nei momenti difficili... Il famoso giornalista Roger Ebert, che aveva amato molto "Lucas", scriveva di lui "ha un'intelligenza vivace, un talento innato, è vispo, bizzarro e logorroico, crescendo diventerà un grande attore, non si perderà come accade ad altri giovani interpreti". Mai parole si rivelarono più nefaste... Già l'anno dopo ammise di essere dipendente dalla cocaina, provata per la prima volta proprio sul set del film, a soli 15 anni, insieme ai "maledetti" amici, dipendenza che, a differenza degli altri, sconfisse solo per brevi periodi della sua vita e che chiaramente avrebbe condizionato la sua carriera. I suoi genitori tentarono invano di aiutarlo, ma lui scappò da una clinica rehab (dov'era ricoverata, fra gli altri, pure Drew Barrymore) dopo solo 5 giorni, chiese l'emancipazione al tribunale minorile e cacciò sua madre di casa (fino ad allora lei gli faceva anche da manager), per far posto all'allora disoccupato ventiseienne Brooke McCarter (fresco dalla rottura con la sua famiglia per aver lasciato l'università), che divenne anche il suo nuovo manager e che lo sfruttò economicamente e lo abbandonò dopo solo due anni, quando i suoi problemi con la droga si aggravarono ( il bello è che rimasero amici anche negli anni successivi). Cominciarono anche a circolare le voci sulla sua omosessualità, ma, nonostante tutto, Corey mostrava sempre un carattere allegro e disponibile, abbracciava e baciava ogni fan, incontrava spesso i/le fan e realizzò anche un documentario sulla sua vita, in cui spiegava il perchè dei suoi problemi. Per caso ritrovò sul set di "Licenza di guida" l'altro Corey, ma neanche con lui le cose andarono troppo meglio (Oltretutto Feldman sarebbe stato pure arrestato per possesso di eroina nel '90). Tuttavia, grazie al successo di "Licenza di guida", all'apice della loro popolarità, crearono anche la Corey hotline, punto di riferimento per ragazzi/e problematici (pure Lisa Simpson ne diventò dipendente, fra l'altro nell'episodio dei Simpson c'era l'immagine di Corey Haim che si chiedeva perchè le ragazze non lo chiamassero, un pò una presa in giro all'attore. E invece molte ragazze americane li amavano, all'epoca si diceva "a letto con i due Corey";nei loro film in genere erano spesso una spalla sensibile e comprensiva di ragazze devastate, i "non threatening boys"). Data la cattiva fama legata all'uso delle droghe, però, negli anni successivi, vennero progressivamente abbandonati da Hollywood, continuando però a recitare in molti film indipendenti (vari pure di successo, come Dream a little dream), sebbene Feldman apparì comunque come cameo in qualche produzione importante negli anni seguenti. La cosa più assurda è che, prima di morire, Corey Haim era tornato a recitare a Hollywood in un bel ruolo nel thriller Crank: High Voltage. Perdonate la lunga digressione, ma era doverosa per un attore che ha segnato un'epoca e che gli Oscar quest'anno -volutamente- si sono rifiutati di omaggiare. Cito le parole di Feldman: "Hollywood ha usato e abusato di Corey Haim"; mi sono sembrate giuste e coraggiose. In America ci fu un programma dedicato a loro, un paio di anni fa, in cui entrambi ammisero di essere stati molestati da ragazzi, insistendo però sul fatto che non si trattava di Michael Jackson. Ora non so se questo è vero, ma sicuramente Corey Haim aveva dei problemi importanti, certo a vederlo così dolce e gentile nei video non sembrava proprio, ma chissà... forse era molto ambizioso e non riuscì a fronteggiare l'abbandono professionale, un' "anima tormentata", ha aggiunto Feldman, ma cmq meravigliosa e che non va dimenticata (aggiungo ioxd). Addio Corey, sei stato più di un mito, una leggenda!! the biggest, the best!! Non ti dimenticheremo mai! Oltre a "ragazzi perduti" ho amato anche "spazzati via", il "ragazzo pon pon" (eri fortexd) e "senza domani"!! Ah, una menzione speciale per il nonno del film: mi rendo conto che i nonni in America non saranno tipo "nonno Libero", ma addirittura un vecchio che impaglia animali, si profuma col detersivo e che coltiva marijuana non è un pò troppo anche per quelle zone? Da non perdere comunque!

2 risposte al commento
Ultima risposta 31/05/2011 09.37.07
Visualizza / Rispondi al commento
albert74  @  27/05/2011 23:00:42
   7½ / 10
visto e rivisto una mezza dozzina di volte, quello che mi piace di questo film è l'autoironia e le musiche oltre ad un qualcosa di anticonformistico che non saprei descrivere bene ma che è evidente in tutto il film. Una critica alternativa ad una società che discrimina i diversi. I diversi sono la famigliola trasferitasi in questa città del florida e che non riesce ad ambientarsi bene, la ragazza e il fratellino trasformati in vampiri 3 secoli prima e costretti a convivere con la banda di vampiri e la banda di vampiri stessa in cui alla diversità più che evidente c'è anche la trasgressione dark degli stessi il tutto condito con canzoni dei doors.
Insomma un film che si lascia vedere e che è piacevole da vedere. Un piccolo gioiellino - non un capolavoro - ma un film che mi è piaciuto molto tanti anni fa e che mi piace molto anche oggi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/03/2011 12:36:21
   6½ / 10
Il produttore di questo film è Richard Donner che due anni prima lancio' in qualche modo questo genere di horror per ragazzi ricco di ironia e mostri con il film cult "I goonies"!
Questo risulta meno riuscito soprattutto per il motivo di essere meno originale e anzi piuttosto banale nella resa dei conti finale...
Meglio la prima parte dove viene inquadrata una societa' che lascia i giovani alla deriva dove tutti gli adulti sono "zombi" o vampiri e comunque nessuno s'intaressa di quello che capita ai propri ragazzi...
Carino ma lungi dall'essere considerato "cult"!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  10/12/2010 23:12:56
   8 / 10
per me questo è forse IL film horror anni '80, non perfetto ma un cultaccio che riassume molti degli stilemi del periodo.

orso75  @  10/12/2010 20:36:37
   7 / 10
vampiri capelloni....ragazzini duri alla rambo...musica rock e scorribande...
praticamente la mia adolescenza...ops sara' per quello che adoro sto film.....
da vedere

_Hollow_  @  28/11/2010 04:02:10
   7½ / 10
Siamo negli anni '80. Quelli dell'hard rock, delle band giovanili. Più sotto nei commenti e sopra nella scheda ho letto da qualche parte "horror", beh scordatevelo, non è nulla di tutto questo. Il bello di questo stà proprio nella difficoltà che si trova nel tentare di schemattizzarlo, risulta un mix tra azione - romanticismo - commedia, sicuramente ben riuscito. Varrebbe la pena di vederlo anche solo per quell'aria anni '80 che si respira, la stessa de "I Guerrieri della Notte" per intenderci, dove nella notte accade però tutt'altro.
Il film in sostanza è molto simpatico e scorre fino alla conclusione molto piacevolmente ... e se non l'avete visto, guardatelo anche solo per il personaggio del nonno. Epico.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/11/2010 12.32.58
Visualizza / Rispondi al commento
Mothbat  @  21/11/2010 22:41:08
   3 / 10
Sul filone vampiresco uno dei più brutti e noiosi.

looking-glass  @  11/10/2010 00:35:10
   7 / 10
Non è un capolavoro, non amo le storie di vampiri, ma questo teen soft-horror mi incanta sempre. La sua semplicità, la sua ingenuità, la sua spruzzata di trash, la nostalgia di quell'epoca e la sua meravigliosa colonna sonora lo impreziosiscono: un piccolo cult di fine anni 80.
Ai giorni nostri esperimenti che mischiano horror e humour come questo non se ne vedono più in giro. Esistono solo orribili saghe sui vampiri stile "Twilight".
Vedetelo!

bebabi34  @  10/08/2010 10:02:05
   4 / 10
Ennesima commediola adolescenziale condita con un lato oscuro classico. Non riesce a coinvolgere lo spettatore soprattutto per un cast modesto e un montaggio lentissimo. Pochi i colpi di scena, non pervenuti i momenti di tensione. Se questo è un horror...!

phemt  @  13/07/2010 08:06:05
   6 / 10
Horror leggero a firma di Schumacher che trasuda anni 80 da ogni singolo fotogramma con gli immancabili pregi e difetti di produzioni del genere... Le idee sono poche e non molto innovative ma il film gira tutto sommato bene e intrattiene dignitosamente pur senza esaltare mai...
Visto adesso magari perde qualcosa ma in relazione alla data di uscita aveva un suo senso e un suo perché!

Buona colonna sonora, molto adeguato il cast dove brillano Sutherland che al tempo si stava specializzando in ruoli da cattivo del genere, Corey Haim recentemente scomparso e Corey Feldman al tempo reduce da due successi straordinari come i Goonies e Stand By Me e poi persosi per strada...
Qualche anno fa è uscito un seguito direttamente per l'home video con per protagonista buona parte del cast originale...

pinhead88  @  23/04/2010 15:56:07
   3 / 10
Mamma mia che due palle 'sti film sui vampiri,inutile.

marfsime  @  15/04/2010 17:03:32
   6½ / 10
Film sui vampiri molto divertente..horrorino leggero con violenza e splatter limitati solo alle scene finali che si lascia guardare per la sua totalità senza annoiare..per certi versi è simile al suo collega "Ammazzavampiri". A me è piaciuto e piacerà sicuramente anche agli amanti degli horror anni '80..più che sufficiente.

-Uskebasi-  @  07/04/2010 23:12:18
   8 / 10
A dire la verità l'ho visto 10 anni fa, ma per quello che ricordo è semplicemente un CULT.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/12/2010 23.27.43
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  22/03/2010 18:23:07
   8½ / 10
Dignitosa Horror/comedy, che alla prima visione non avevo digerito aspettandomi un filmone, ma che con il tempo ho imparato ad apprezzare per quello che è. Un horror leggero, che mischia elementi vampireschi con i problemi più comuni degli adolescenti anni 80 e che ha il vero punto di forza sul carisma e simpatia dei protagonisti (primi fra tutti , il compiantissimo Corey Haim e Corey Feldman, da cui qui nascerà un profondo sodalizio e gran amicizia) che nella loro goffaggine nella lotta contro il male ci regalano divertimento e risate a volonta.
Stupenda la colonna sonora, con brani che ritraggono appieno l'epoca in cui è stato girato. Affascinante.

suspirio  @  25/12/2009 23:45:09
   5½ / 10
Film veramente inquietante in certi momenti, deludente e prevedibile in altri.

Invia una mail all'autore del commento Enora  @  05/08/2009 20:47:22
   8 / 10
Un cult! ..accompagnato da un ottima colonna sonora e ottime atmosfere..

Drugo.91  @  09/04/2009 13:03:38
   7½ / 10
cult horror molto anni 80, poche idee ma sfruttate al meglio con un cast su misura..qualche battuta divertente, belle musiche, ma pochissimo splatter (peccato)

maitton  @  09/01/2009 01:30:08
   7 / 10
splendido. ma quando lo "remakkano" ????

The Monia 84  @  09/12/2008 10:50:31
   5½ / 10
gerard mcmann: (sisters of mercy)
Cry little sister (thou shall not fall)
Come come to your brother (thou shall not die)
Unchain me sister (thou shall not fear)
Love is with your brother (thou shall not kill)

Dopo 7 anni di Buffy e 5 di Angel, mi riesce difficile adottare mezze misure riguardo a film la cui tematica principale sono vampiri ed umani, adolescenza e perdita dell'innocenza a confronto: pur con la doverosa premessa, Ragazzi Perduti (riferimento ai Lost Boys di James M. Barrie o, meglio, di Peter Pan) manca della profondità necessaria per portare sullo schermo tematiche di questo tipo.
Certi film di Schumacher mi piacerebbe che venissero rifatti da Burton o Nolan... tanto per capire se ho intuito il problema.

ivan78  @  04/09/2008 18:29:41
   7 / 10
Film che negli anni ’80 ha riportato in auge la figura del vampiro. Di certo non ci troviamo di fronte ad un capolavoro ma comunque si tratta di un teen-movie di buona fattura e che raggiunge il suo scopo, almeno con gli amanti del genere.

statididiso  @  29/06/2008 20:46:00
   6½ / 10
carino... il paragone con 'ammazzavampiri' viene spontaneo, anche se lo trovo meno originale rispetto a quest'ultimo. L

voto: 6,5

lowfismell  @  24/04/2008 15:57:12
   9 / 10
Bellissimo
si vede che non è un film recente..come le solite storie noiosissime sui vampiri.

mikland83  @  20/04/2008 21:44:21
   9 / 10
Un film veramente d'altri tempi.Ci sono tutti gli ingredienti per fare un ritorno al passato.
Le colonna sonora indimenticabile, gli attori giovanissimi.
Che dire del film è un soft horror, quasi comico a momenti però incanta.
Non ne fanno più di questi film.
Assolutamente da vedere

7HateHeaven  @  22/01/2008 17:17:52
   5½ / 10
a me non è per nulla piaciuto se non per i doors in sottofondo...
Trama abbastanza scontata e effetti speciali horrendi!

Ellis77  @  30/10/2007 11:04:03
   8 / 10
Altro film cult della mia infanzia a cui DEVO dare come minimo un 8.
Validissimo sotto tutti i punti di vista: storia coinvolgente, horror e humor sapientemente miscelati, belle locations, ottima colonna sonora e attori perfettamente calati nella parte.
Posso capire che per chi ne affronta la visione per la prima volta oggi, visto il genere di horror a cui ci hanno abituati, il mio voto possa apparire esagerato..
Ma per me rimane davvero un cult!..e lo consiglio pure!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

nevermind  @  21/10/2007 23:09:19
   6 / 10
Mi aspettavo un horror e così non è stato. Il film parte molto bene, abbastanza intrigante, anche gli attori non sono male...Quando però si viene a conoscenza del nonno, dei ragazzi della videoteca (per giunta doppiati malissimo...) comincio ad inquadrare il tipo di film che mi dovrò sorbire, classico anni 80 dove i ragazzini sfidano i "mostri" combattendo con le armi fatte in casa.
C'è da dire però che sono buone le musiche del film, una scena che mi ha fatto ridere:



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/10/2007 09.32.58
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  18/02/2007 21:43:08
   6 / 10
Considerato un cult degli anni 80,la pellicola di Schumacher e'un buon passatempo ricco di tutti i cliche'del caso(oddio le pistole caricate con l'acqua santa...).Ottimo il giovane cast(da segnalare la presenza di Kiefer Sutherland,bravo e credibile nei panni del vampiro capo-branco),memorabile la colonna sonora(con la stupenda People Are Strange dei Doors che scorre sui titoli di coda),ma niente di piu'....personalmente mi tengo Vampires di Carpenter(decisamente su un'altro pianeta).

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  04/02/2007 11:54:53
   6 / 10
Parte decisamente bene per poi peggiorare via via, anche a causa di qualche buco nella sceneggiatura legato alle caratteristiche dei vampiri.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR frine  @  26/10/2006 02:22:25
   7 / 10
Parte molto bene, ricreando credibilmente l'atmosfera falsa, suadente e insidiosa insieme, di tante moderne località turistiche dove, dietro la facciata ridondante di lustrini, si nasconde di tutto. Sappiamo di trovarci sulla costa californiana (anche se, nell'era della globalizzazione, certi ambienti si possono trovare perfino a Rimini), e possiamo aspettarci ogni sorta di incontri non proprio tranquillizzanti per l'ingenuo protagonista e per il suo (più) smaliziato fratellino.
Il giovanotto si invaghisce di una bella ragazza che lo convince a frequentare una 'cattiva compagnia', mentre dal canto suo il bambino, suggestionato dai nuovi amichetti, comincia a immaginare presenze di mostri, vampiri, e altre futilità da videoteca.
Ed ecco la sorpresa: i cattivi compagni del fratello maggiore si rivelano effettivamente 'vampiri', determinati ad assoldarlo nelle loro file. Il giovane beve strano vino da una bottiglia apparentemente normale, e inizia a comportarsi in modo eccentrico, vivendo di notte e svegliandosi solo nel tardo pomeriggio con l'alito pesante.
Per buona parte del film tutto sembra essere frutto delle fantasticherie del bambino, convinto che il fratello maggiore sia diventato un vampiro. Anche le strane visioni di quest'ultimo potrebbero derivare da droghe, proditoriamente somministrategli dai ragazzacci cattivi.
La storia procede, e a questo punto ci tocca vedere i 'ragazzi perduti' appesi per i piedi come pipistrelli. Dall'equivoco si passa decisamente all'horror. Ma il protagonista, che in fondo è una pasta di figliolo, resiste, spalleggiato dall'inossidabile fratello...
Una storia interessante e originale, che purtroppo si perde nella banalità di un finale all'insegna dei "vampire killers". O forse no...forse ci siamo inventati tutto, anche lo zio noioso e saccente che i nipoti vorrebbero togliersi di torno...e che opportunamente si rivela un vampirone. Ma sì, abbiamo scherzato, e forse ci siamo anche divertiti.

+Russell+  @  12/09/2006 10:36:45
   8 / 10
Sarà che i film horror di una volta non ne fanno più, ma a me questo film di fine anni ottanta piace parecchio... Ha una buona colonna sonora (Sisters of mercy in primis) ed è volutamente ironico...

Per chi vuole imparare tutte le regole nel caso si imbattesse in un vampiro e volesse farlo fuori...

Alexndro  @  01/09/2006 07:03:00
   6½ / 10
Sinceramente Il film è molto leggero, ha una sceneggiatura quasi da telefilm,
tuttavia alla fine dei conti risulta gradevole, coinvolgente e in molti punti sa tenerti incollato alla schermo.... Qualità importanti che ogni storia dovrebbe avere.
Anche i personaggi ad onor del vero sono caratterizzati bene, hanno un certo spessore nelle loro azioni, vedi il protagonaista e il capo della gang- vampiri.
Insomma è un film che avvicinandoci senza troppe pretese, sicuramente non annoia.

Sean

Invia una mail all'autore del commento Jeremy1979  @  01/09/2006 01:21:19
   7 / 10
A dir la verità questo film non mi dispiace affatto, e anche con il passare degli anni non ha perso il suo fascino.Uno dei migliori film di vampiri con ambientazione gothic punk insieme al buio si avvicina.

Dick  @  01/09/2006 00:42:23
   6 / 10
Filmetto magari un pò trash, però abbastanza godibile e con qualche momento divertente. Certo, "Ammazzavampiri" da più gusto.

2 risposte al commento
Ultima risposta 31/01/2015 10.31.40
Visualizza / Rispondi al commento
No Mercy  @  17/02/2006 00:22:46
   7 / 10
Horror che supera ampiamente tutte le aspettative....ottima la trama con il classico ragazzo forestiero trasferitosi in citta' che inkappa a sua insaputa in una comitiva di allegri vampiri,buone le scene di classica gurriglia a suon di pistole cariche d'acqua santa e troppo azzeccata la canzone finale che scorre sui titoli di coda:People Are Strange.Divertente,godibile e d'intrattenimento.... per gli amanti del genere!

tenebra  @  20/10/2005 09:58:12
   7 / 10
a me il film è risultato molto gradevole, ben miscelato e soprattutto scorrevole. Se si aggiunge anche un pizzico di humor demenziale, come la figura del nonno di micheal, direi che è l'ideale per trascorrere una serata in casa con qualche amico!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001415 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net