nirvana regia di Gabriele Salvatores Italia 1997
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

nirvana (1997)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film NIRVANA

Titolo Originale: NIRVANA

RegiaGabriele Salvatores

InterpretiDiego Abatantuono, Christopher Lambert, Stefania Rocca, Claudio Bisio, Amanda Sandrelli, Sergio Rubini, Emmanuelle Seigner, Silvio Orlando, Gigio Alberti, Luisa Corna

Durata: h 1.59
NazionalitàItalia 1997
Generefantastico
Al cinema nel Novembre 1995

•  Altri film di Gabriele Salvatores

•  Link al sito di NIRVANA

Trama del film Nirvana

2005. Solo, protagonista di un videogioco, chiede al suo creatore di essere cancellato perchè colpito da un virus.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,73 / 10 (43 voti)6,73Grafico
Miglior sonoro
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Miglior sonoro
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Nirvana, 43 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  06/03/2017 18:45:19
   5½ / 10
Anche se si ricorda più il poster che il film stesso (almeno io), lo sforzo di Salvatores di portare su schermo un genere da noi materialmente inconcepibile va decisamente premiato almeno per l'aspetto visivo generale, difatti scenografie fotografia ed effetti speciali potrebbero tranquillamente passare per un film americano dell'epoca come "Johnny Mnemonic" o "Strange Days".

Purtroppo la storia non decolla e rimane ferma allo spunto iniziale, procede in maniera piatta (contrariamente alle scene nel videogame, che più che da narrazione sembrano far quasi da riempitivo) e senza una logica vera e proprio viaggia per conto suo lasciando lo spettatore indietro con l'ingrato compito di star lì a spremersi per capirci qualcosa. Molto poco impegno sotto questo aspetto, al quale si cerca forse di porre rimedio con un'ironia leggera e spensierata (oltre che italica) che sinceramente poco si sposa con il materiale e la cultura cyberpunk.

Lambert fisicamente adatto per dare all'opera quel sapore internazionale tanto ricercato, ma come quasi sempre completamente privo di espressione, Abatantuono... nulla contro di lui, ma semplicemente mi chiedo come possa un programmatore dare ad un personaggio di un videogame il portamento e l'aspetto di un uomo comune qualsiasi che ricorda tutto tranne che "l'eroe" di un vg. Come si fa a prenderlo sul serio o a trovarlo interessante, se non per gli effetti che accompagnano le scene in cui compare?

Un vero reperto archeologico. Niente di trascendentale, oggi più che mai, ma almeno qualcuno ci ha provato, e sarebbe anche riuscito bene se non fosse stato per le lacune di cui sopra.

Matteoxr6  @  20/01/2016 21:56:52
   4½ / 10
Parte e ha intenzione di svilupparsi con determinai intenti (le tematiche le conosciamo tutti, da Blade Runner in poi), ma si perde su sé stesso molto spesso. Due anni dopo usciranno Existenz e Matrix, che hanno due tagli differenti ma ben più efficaci, al di là dei mezzi indiscutibilmente troppo migliori di cui dispongono i cineasti hollywoodiani. Gli "attori" sono quello che sono e non è una novità. Qualche buono spunto c'è e infatti...(vedi il post scriptum).

P.S.: Matrix, idea completamente originale ed innovativa sotto ogni aspetto...ma dove?

Gualty  @  04/07/2014 02:01:54
   7 / 10
Un film coraggioso che mischia atmosfere esotiche, postpunk, virtuali, nazionali. Le mischia con saggezza e consegna un'opera di tutto rispetto che regge tuttavia i suoi quasi vent'anni.
O forse è la deformazione di averlo adorato da piccino.

GianniArshavin  @  11/01/2014 00:59:15
   4 / 10
La Fantascienza e il cinema italiano è risaputo che non vanno d'accordo,ma nel 97 provò a cambiare la tendenza Gabriele Salvatores che purtroppo nonostante le buone idee non riusci a invertire la rotta.
Il film parla di un virus che colpisce un videogioco in uscita sul mercato mondiale donando al suo protagonista una coscienza e rendendolo quindi difatti umano. Quest'ultimo chiederà al suo creatore di cancellare il lancio del gioco per non costringerlo a vivere una "vita" in quel modo.
L'idea come detto è validissima,ma purtroppo sfruttata davvero male. La vicenda si sviluppa davvero lentamente,per quasi un'ora e mezza non succede nulla. Le ambientazioni cupe per quanto stilisticamente ben realizzate cozzano totalmente con i personaggi che popolano il mondo creato dal regista;escluso il personaggio della Rocca tutti gli altri sono delle macchiette senza spessore,con l'Hacker provvisto di accento pugliese improponibile,un Lambert come protagonista che per tutto il film ha sempre la stessa espressione e un Diego Abatantuono che da elemento chiave diventa quello più irritante,non trasmettendo la sofferenza del suo personaggio ma risultando quasi la parodia dello stesso.
Inoltre tutta la pellicola è popolata di battute pseudo-ironiche che in questo tipo di film non c'entrano nulla,supportate da un linguaggio volgare da commedia italiana di serie B davvero fuori luogo. Qualcuno potrebbe obiettare che il film non vuole prendersi troppo sul serio e che quindi tali siparietti ci possono stare,ma siccome l'opera è stato pensata anche per il mercato internazionale non credo che l'intento di Salvatores fosse quello di far ridere o creare ilarità.
Quindi il film rimane un ibrido,gettando alle ortiche uno spunto interessante. Ovviamente è da apprezzare lo sforzo visto che il nostro cinema non si presta molto a queste produzioni,ma tuttavia il risultato finale è davvero scadente.

deliver  @  14/03/2013 10:46:23
   7 / 10
Nirvana è un film ibrido. Definirlo come fantascientifico sarebbe da un lato riduttivo, dall'altro eccessivo. Continuo a non vedere alcuna connessione con Blade Runner (se non forse per un ambientazione a tratti esotica e cyberpunk) ma vedo tante tematiche e suggestioni che nel complesso rendono il film di Salvatores "importante". Certo, è inutile fare paragoni con i blockbuster americani, perché in Italia certe cifre da capogiro non hanno mai toccato l'ambiente di produzione (anche se si trattava di Cecchi Gori). Eppure qui siamo di fronte ad un cinema della idee: per quelle, Nirvana lascia il segno.
Nirvana inoltre anticipa anche alcuni temi ripresi due anni dopo dai Wachowski in Matrix: la realtà circostante come pura finzione. (Anche se in tantissimi continuano a commettere molta confusione sulle date, invertendo i due film !)
In America il film di Salvatores è stato erroneamente, ma furbescamente, presentato come un epigono di Matrix ! quand'invece Salvatores ci arrivò prima:
Nirvana infatti uscì nel 97', Matrix nel 99'.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  10/04/2012 16:05:58
   6½ / 10
Direi che il coraggio enorme di produrre un film di fantascienza in Italia vada premiato a prescindere, specie poi con budget non irrisori. Se poi a farlo è Salvatores l'occhio di riguardo sempre si deve buttare.

Ricordo Nirvana da bambino, un film che (se non erro) passava spesso in televisione. Io non ci capivo mai nulla per la verità, la trama era fin troppo schizofrenica e infarcita di nozioni da realtà virtuale per farsi strada nella logica di un bambino quale ero. Ma ricordo che mi affascinava questa rivisitazione di un futuro assurdo.

Oggi l'ho rivisto, ma sarebbe giusto dire che l'ho visto per la prima volta.
Non solo: ultimamente sto leggendo racconti e romanzi di Philip Dick, e con Nirvana ci troviamo di fronte ad una pellicola che allo scrittore americano deve tantissimo.
Lo stesso Salvatores si è dichiarato un appassionato delle opere di Dick, e il film è fantastico sotto questo aspetto; attenzione però, non ci si ferma alle ambientazioni cyberpunk che tanto fortemente ricordano l'imprescindibile Blade Runner: entrando più a fondo, la visione di Dick è esplicitata nel pessimismo di un futuro all'acido fenico, assurdo, grottesco. Per non parlare del personaggio di un videogioco che a causa di un virus acquisisce una coscienza (Abatantuono molto interessante e idea geniale ma sfruttata non sempre bene), o ancora ai momenti in cui le macchine si ribellano all'uomo, scene talmente ironiche da risultare ai limiti del disturbante. Non so perché ma sentire la voce metallica robotizzata all'apparenza gentile che ti insulta in tutte le maniere possibili risulta un'esperienza sgradevole, e invece di far ridere conferma l'idea di un futuro angosciante, claustrofobico.

Quindi un film di fantascienza d'autore ed è questo a salvare l'opera di Salvatores dal fallimento altrimenti inevitabile, causa anche scene d'azione mai all'altezza e imparagonabili con il corrispettivo hollywoodiano; che però, ad essere onesti, spesso sono tutto fumo e niente arrosto e questo di Nirvana non si può dire.

Ma per continuare con il paragone gastronomico, nel calderone bollono fin troppe cose col risultato finale di perdersi in divagazioni eccessive che rendono fin troppo pesante il tutto.
Altra cosa fastidiosa, l'utilizzo della troppa ironia che contribuisce a non fare mai appassionare del tutto lo spettatore alle vicende pure sulla carta interessanti.

Non un'occasione mancata quindi, ma riuscita solo in parte.
Il cast se la cava ed è credibile, con un Lambert non pessimo come molti sostengono anche se, certo, ci voleva un protagonista con molto più carisma in un ruolo cosi importante.

Giulianino  @  29/11/2011 22:01:43
   6½ / 10
Allora...o mi sono fumato qualcosa senza nemmeno accorgermene...o hanno fatto una parodia di Blade runner quelli dello Zelig ???

Cioè...Abatantuono...Bisio...Paolo Rossi....e molti altri ( c'è anche la Corna ma io non l'ho riconosciuta ?? !! ?? ) assieme a Christofer Lambert in un presunto film di FANTASCIENZA ?????

Le atmosfere marcatamente ciberpunk sono state ricreate all' interno dei vecchi stabilimenti .....dell' Alfa romeo !!!!

Sergio Rubini nei panni riusciti di un web Angel con occhi bionici ....CHE PARLA PUGLIESE .

La bella Stefania Rocca che si infila chip di memoria nella testa.

Personaggi di videogames che acquisiscono consapevolezza...e molto altro.

Ma siamo ammattiti ?

Una produzione italo - francese che quasi funziona.

Quasi...si...perchè proprio l' interpretazione di Abatantuono per primo è semplicemente inadatta all' atmosfera, allo scopo e al personaggio.
LA più brutta sinceramente assieme a quella di un Bisio che spara battutine con tono semi serio ( chiamami CORVO seicento dieci...non sei uno zero ) che si potrebbe davvero risparmiare e creano appunto un effetto ZELIG che ti fa uscire per un attimo dal film.

Ma non sono i soli anche Rossi e qualcun altro potevano risparmiarseli.

Non hanno le fisic du role...non hanno le facce, non hanno la mimica....insomma...non sono adatti.

Il film lo reggono da soli il solito Lambert con le sue due o tre ( al massimo ) espressioni e un Rubini davvero azzecato ( ma quell'accento !!!! ) e anche la Rocca.

La Sandrelli fa ciò che può ....ma la recitazione è da " commesse - film per la tv "

La regia fa miracoli anche se salvatores non mi è mai piaciuto particolarmente e le atmosfere ci sono.....ma Abatantuono noooooooooooooo !!!!
Svilente in quel ruolo.

Comunque cavoli...si è allucinato e alla fine riesce pure a piaciucchiarmi.

E' un proidotto italiano bisogna capirlo....la fantascienza non è per noi.
Ma questo film mi acchiappa almeno un po'.

Lo promuoviamo ?

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2011 23.04.34
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/03/2011 21:02:51
   7 / 10
Un film che unisce le tendenze cyberpunk e la letteratura di Dick con il ricorrente tema della fuga del regista. Di Salvatores ho sempre apprezzato lo sforzo di uscire da un certo provincialismo del cinema italiano. Nirvana In questo senso è un film molto ambizioso che, malgrado i suoi difetti, è un tentativo da apprezzare proprio per la volontà di uscire da certi canoni. Certamente con il senno di poi, spiace che sia rimasto un caso abbastanza isolato di cinema di fantascienza italiano, genere che da sempre il cinema italiano ha frequentato poco, ma ne valeva comunque la pena.

Wally  @  01/12/2010 02:56:15
   6 / 10
Senz altro c'è da apprezzare lo sforzo nel fare un film fantascientifico... Noi Italiani in tema penso siamo proprio a livello sotto zero...

Però a me sinceramente non mi ha convinto per niente, non mi ha entusiasmato e non mi ha fatto divertire... Vedo che qualcuno ha fatto paragoni a Matrix... Personalmente io non ci vedo assolutamente nulla di questo in Matrix ne viceversa! Sono due film di fantascienza ma trattano due temi completamente diversi!

Ottime le recitazioni della Rocca (tra l altro in sto film è bona), di Bisio, di Rubini e di Abatantuono (Ha recitato bene ma come protagonista di un videogioco non c azzecca niente)... Lambert proprio non lo sopporto con quella faccia alla Nicholas Cage! Fanno una faccia per ogni tipo di emozione un pò come Derek Zoolander con la sua Blue Steel, Magnum, Le Tigre ecc ecc...

Un punto in negativo lo do anche alle ambientazioni... E' possibile che negli anni 90 il futuro lo vedevamo tutto così tetro? gente povera che muore di fame, che vende organi, che deruba, violenta! Ok che non viviamo in un mondo pulito ma così è esagerato! In tutti i film di quei temp che trattavano il futuro lo paragonavano ad un ghetto BAH

Per me è evitabile ma come ho già detto è da apprezzare il coraggio e lo sforzo...

Invia una mail all'autore del commento polamidone  @  30/11/2010 11:40:38
   9 / 10
non me lo paragonate con matrix perchè mi in[@##*. se non altro qui ci sono mille personaggi e non un eroe.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  11/10/2010 18:33:12
   7 / 10
Bella colonna sonora (uno cd che ho ascoltato un sacco) e un bel gruppo di attori che popolano un film che rimarrà a lungo unico nel panorama del cinema italiano: la fantascienza (causa i costi impliciti) da noi è praticamente off-limits.
Molto low-fi in stile Gibson, il film ha varie idee carine. Certo, quella di base è molto fumettosa (siamo ai livelli di Nathan Never) ma il risultato è decente. Sforzo apprezzabilissimo, insomma.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  02/07/2010 10:36:00
   8 / 10
Uno dei pochissimi film italiani dotati di una qualità che ormai non ci appartiene più: l'ambizione. Mentre il nostro cinema propone solo produzioni poco originali e ispirate destinate unicamente al mercato interno, tredici anni fa Salvatores se ne usciva con un film di fantascienza, cyberpunk al 100%. Guardando Nirvana sembra quasi di leggere il Neuromante di William Gibson, l'unica differenza è che invece delle pagine scorrono i fotogrammi. Il difetto che rovina parzialmente il film è la prestazione di Christopher Lambert, carismatico ed espressivo come un mestolo, e per di più l'unico doppiato, con lo sgradevole effetto che sembra quasi di assistere a un videomontaggio. Gli altri attori, invece, fanno il loro dovere: irresistibili soprattutto Diego Abatantuono e Sergio Rubini, e azzeccate anche alcune piccole e divertenti parti di personaggi dello spettacolo come Claudio Bisio o Paolo Rossi. Comunque, il pregio principale del film resta, come accennato, l'ambientazione, che riesce a ricreare molto bene le tipiche atmosfere cyberpunk.

topsecret  @  28/05/2010 20:30:36
   7 / 10
Prodotto interessante questo di Salvatores. Un viaggio visionario e psichedelico in un mondo dove la realtà si mescola al virtuale, risultando molto godibile e discretamente strutturato.
Il cast, ad eccezione di Christopher Lambert, è pieno di interpreti vicini al regista ed oltre al simpaticamente malinconico Abatantuono, spicca la prova di un Sergio Rubini in grande evidenza, capace anche di risultare divertente.
Personalmente lo ritengo un prodotto ludico più che valido che merita un voto significativo.

diamanta  @  04/04/2010 23:59:20
   6½ / 10
Un po strano da capire... certo non il migliore di salvatores, ma comunque un bel film.

bebabi34  @  06/03/2010 18:22:24
   10 / 10
Divertente e imperdibile.
Non è un moderno film di fantascienza. E' una storia che coinvolge anche chi la sta guardando. Potete non sapere come va a finire anche quando il film sarà finito.
La realizzazione è molto naif, ma si adatta bene allo stile dei personaggi.
In fondo si parla di cose semplici: perchè farlo in modo complicato?

fedev88  @  28/11/2009 11:16:03
   4½ / 10
Brutto film!!! E' un vero peccato perchè ho amato molto i film di salvadores, ma questo davvero no... prende evidentemente spunto dalle atmosfere metropolitane decadenti di blade runner, ma come film di fantascienza non è assolutamente piacevole. Noioso, attori decisamente poco azzeccati... forse solo Sergio Rubini sta bene nel suo ruolo, se non fosse ridicolo il suo fortissimo accento pugliese in contrapposizione con la dizione perfetta e documentaristica di Christopher Lambert... insomma in parole povere una serie di scelte filmiche che non mi sono assolutamente piaciute, il tutto condito con una pretesa di essere qualcosa che non raggiunge minimamente. Storia scontata e sviluppata male, tempi lunghi, interminabile! Non lo consiglio per niente.

FurFante9  @  05/07/2009 18:54:03
   4 / 10
film sopravvalutato!
x niente bello

Tuonato  @  05/07/2009 15:25:10
   3½ / 10
Osceno.
Un virus informatico infetta "l'eroe" di un videogioco donandogli la coscienza. E già partiamo malissimo. Ma forse tutto è possibile in un prossimo futuro, un domani nel quale i videogiochi sono ormai esclusivamente virtuali, così come il processo di informatizzazione ha avvolto completamente la nostra società. Scenari già ampiamente descritti in passato da film come Matrix o Blade runner, ma ben venga anche questo Nirvana se solo riuscisse a stare al passo di ambientazioni, scenografie ed effetti speciali(non ci siamo 2). Salvatores poi adotta un taglio poco serioso per il film scegliendo come profili secondari una schiera nutrita di mestieranti da avanspettacolo - Rossi, Bisio, Storti - a cui chiede di fare i comici(non ci siamo 3). Che sia il primo a non prendersi sul serio? Che dire infine del percorso che porterà il nostro Jimmy a entrare in contatto col suo Nirvana in un albergo di Bombay City(?!?)? Semplicemente banale, scontato, evitabile.
Sembra un viaggio allucinato di qualcuno che ha fumato qualcosa di poco legale. Solo che poi ste fantasie difficilmente vengono tradotte in un film.
Che il cinema italiano si occupi di commedie e drammi che ogni tanto qualcosa di buono lo produce.

4 risposte al commento
Ultima risposta 11/03/2013 18.08.37
Visualizza / Rispondi al commento
refuse-resist  @  08/02/2009 20:21:32
   9 / 10
ma stiamo scherzando?? questo è un grande film. stilisticamente debordante, che pure non lascia mai lo spettatore a fare da voyer. E' estremamente partecipativo.Un miracolo di capacità di comprendere l'utilizzo della cultura indiana da parte degli occidentali. Questo film, inoltre, è stato realizzato contemporaneamente alla pubblicazione del libro "Cromosoma Calcutta" di Amitav Ghosh che tratta di qualcosa di inquietantamente simile. Sembra quasi che i due autori abbiano avuto, contemporaneamente, un'intuizione legata all'immagine della cultura indiana ed ai suoi rapporti con l'occidente. Privo di tecnologie esasperate, come trama e mission è insindacabilmente più profondo e sperimentale di qualsiasi Matrix lo abbia succeduto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/02/2009 20.24.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  03/02/2009 04:09:14
   4½ / 10
Strambo film. Di tutto questo mi piacciomo solo sergio rubini e stefania rocca( non come attrice ma come donna!) La trama non mi fa impazzire e mi pare confuso. Voleva essere poetico ma non ci riesce, divene patetico. Forse dovrei rivederlo, non lo faccio dal 96!

cheguevara  @  23/12/2008 12:39:05
   7½ / 10
Cast che contiene alcuni tra i migliori attori italiani inseriti in una storia divertente ed originale..mai noioso o banale con una ottima recitazione..soprattutto rubini

Bob Marley  @  04/11/2008 19:00:06
   7 / 10
film molto strano..può non piacere anche ai fan di salvatores. a me personalmente è piaciuto anche questo, anche se non è tra i suoi film più riusciti.

paride_86  @  11/09/2008 00:49:09
   5½ / 10
Programmatore di videogiochi depresso si lascia intenerire da uno dei suoi personaggi e gli promette di eliminarlo, precipitando in un vortice di nichilismo autolesionista. Gli attori sono bravi, le ambientazioni e le situazioni molto curate, ma la trama è davvero poco convincente.

lg jacopo  @  31/08/2008 18:56:02
   7½ / 10
la storia non è il massimo

ma molto originale

recitazione mediocre

molto belle le riflesioni e la scena finale

DarkRareMirko  @  23/06/2008 05:21:06
   7 / 10
Ambiziosissimo e assai derivativo film di Salvatores, anche se qui le varie derivazioni sembran essere più che altro degli omaggi a film come Matrix e Strange Days, più che delle scoppiazzature belle e buone.


E' comunque un buon film, questo è al di fuori di ogni discussione, con un ottimo ed affiatatissimo gruppo di attori, tutti al loro meglio.
Ottimi anche SFX e scenografie, davvero.
Forse il livello art house è troppo accentuato, e non darei torto a chi lo crede un film presuntuoso, ma vale davvero la pena di vederlo, fidatevi.

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/12/2010 04.11.28
Visualizza / Rispondi al commento
Pink Floyd  @  26/11/2007 23:21:58
   7 / 10
Salvatores cerca di internazionalizzarsi, ma l'effetto prodotto va ad inficiare un buon prodotto.
L'impianto "commediadegliamici" che ritroviamo in parte anche in "Nirvana", tipico di molti dei suoi lavori non sempre si presta ad un progetto ambizioso come questo, sorretto da un soggetto molto originale, ma sviluppato in maniera non del tutto ottimale; tuttavia avrei preferito lasciare l'intera scena agli stessi Rubini e Abatantuono piuttosto che a Lambert.

Peccato perchè con scelte diverse e una maggiore attenzione si poteva parlare di una grande pellicola.
Ad ogni modo il regista conferma le sue qualità e soprattutto il coraggio dimostrato nei suoi ultimi lavori, degni indubbiamente di uno sforzo in più da parte dello spettatore e di una maggiore tolleranza sulle pecche disseminate qua e la che sono inevitabili quando si intende esplorare.

Il cinema di Salvatores va incentivato: resta uno dei tasselli più colorati nel mosaico del cinema italiano.

risikoo  @  21/08/2007 10:54:44
   6½ / 10
Film interessante, sicuramente non tra i migliori di Salvatores, che qui si cimenta in un genere diverso dal solito. In ogni caso da guardare.

cinemamania  @  21/08/2007 10:34:55
   7 / 10
Tecnologico, un bravissimo Sergio Rubini, bravissima la regia di Salvatores.

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  20/04/2007 12:01:58
   6½ / 10
Film ingiustamente criticato e sottovalutato. L'idea di base è molto intrigante anche se poteva essere sviluppata meglio.
Comunque un film ambizioso e in Italia c'è bisogno di alzare il tiro!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  11/03/2007 14:23:38
   4½ / 10
lo premio per l'originalita' ma tutto il resto è decadente...un Lambert come sempre inespressivo e un simpatico Abatantuono che ha troppo poco spazio!
film sopravvalutato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Giordano Biagio  @  18/12/2006 11:08:40
   8 / 10
Film molto originale e divertente.
Atmosfere irreali ma nello stesso tempo cariche di un vero familiare, qualcosa che si immagina spesso perché riflesso del sociale di oggi.
Codici espressivi e dimensioni sceniche ricche di novità, il film andrebbe rivalutato di più e soprattutto maggiormente studiato nei suoi aspetti più linguistici.
Tra i migliori film del buon napoletano Salvatores.

Sig. Chisciano  @  18/12/2006 02:20:30
   7½ / 10
bello! La storia poteva anche scadere in una meno nobile pellicola, invece l'atmosfera che pervade il film non fa mai pensare alla str.onzata. Ottima quindi sia la scenegggiatura ma soprattutto la regia. Direi molto carina anche la fotografia e i colori. Sorprendentemente un più che discreto Abbatantuono, che compensa col pessimo Lambert. (d'altronde mi pare fosse il periodo galeotto con la Parietti)

badovino  @  09/11/2006 03:16:59
   7 / 10
Una buona storia forse un pochetto simile ai film che trattano la realtà virtuale...ma in ogni caso una buona storia. Interessante il personaggio di Diego Abantantuono, la cui esistenza è legata a quella di un videogioco e senza il quale appunto non ci sarebbe. Il dilemma parmenideo dell'essere e del non-essere, di cosa sia l'essere e cosa sia il non-essere. Film di fantascienza coraggioso che ha una sola pecca: quella di avere come protagonista un attore cialtrone come Christopher Lambert.

AleAle  @  15/09/2006 15:32:55
   8 / 10
Sfilm fantastico...in tutti i sensi

Invia una mail all'autore del commento franx  @  31/07/2006 16:05:39
   7 / 10
Finalmente un film di fantascienza italiano!
Mi è proprio piaciuto, tutti i nostri attori seppelliscono il povero Lambert che da protagonista nelle intenzioni si ritrova al ruolo di semplice spalla.
Indimenticabili alcune scene, il turista che viene sempre ammazzato per forza, le battute di Rubini, tutti attori bravi anche quelli che recitano pochissimo.
Anche qui la mente va a MATRIX.
La trama è semplice e alcune trovate sono geniali.
Bravissimo Abatantuono (non lo scrivo mai bene) e anche la Sandrelli, il ruolo della mignot.ta in famiglia gli riesce sempre bene.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/03/2013 18.06.48
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  21/06/2006 17:50:27
   7 / 10
un film molto valido.bravo salvatores in un genere che non gli appartiene.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  03/01/2006 22:37:32
   6 / 10
Premio soprattutto l'originalità dell'idea perchè, a livello di storia, mi è apparsa molto confusa e poco razionale e con un finale troppo frettoloso. Peccato perchè ci sono le principali genialate che sono poi state sviluppate , sicuramente meglio, in "Matrix".

spoonji  @  27/07/2005 10:55:59
   8 / 10
Il nostro Salvatores è stato e forse è ancora molto avanti...
Con questo film anticipa tutti i temi che poi faranno grande Matrix...
Il discorso di Abatantuono anticipa in tutto e per tutto (in maniera un po' più "casereccia") il discorso del molto più blasonato Morpheus...
I fratelli Wackosky o come c a zzo si scrive, devono qualcosa a questa piccola pellicola dal cuore grande...

andy82bof  @  03/03/2005 22:25:48
   9 / 10
Questo film mi ha incollato allo schermo e finito il film sono rimasto senza fiato per un po'. Una trama particolare ambientata in un futuro cupo. Ottimi sia Abatantuono che la Rocca. Come sempre, Rubini è un grande. Salvatores si conferma un ottimo regista con delle idee interessanti.

"eeeh ma baaaasta caaaaz*o! Andatevene a fan***o voi e la yakuza! Basta non se ne può più!"

Krypto_06  @  31/01/2005 20:29:07
   8 / 10
Nirvana nasce da un idea geniale che verrà rivisitata più in seguito da altri registi americani....il film in sè poteva essere fatto molto meglio però c'è da dire che è piacevole da vedere e la mano del regista si sente parekkio......non credo affatto che sia un flop ma un film particolare e ricco di contenuti..........ola

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento paul  @  24/01/2005 19:54:24
   7 / 10
Un plauso a salvatores per il coraggio. Il film non è riuscitissimo, ma come scrive mare, è una pellicola d'autore.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  09/12/2004 10:23:51
   7 / 10
Salvatores alza il tiro (e il budget) con un film dal taglio che vorrebbe essere internzionale.
Come film di fantascienza zoppica vistosamente e sulla pretesa internazionalità, non appare sufficente la presenza di un Lambert imbolsito o di una Seigner decorativa.
Rimane, comunque, un film d'autore.

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/02/2005 21.03.59
Visualizza / Rispondi al commento
Tanner  @  09/12/2004 01:53:54
   7 / 10
Ottimo tentativo tutto italiano di rappresentare sul grande schermo atmosfere, personaggi e ambienti tipici del Cyberpunk.

Sebbene la storia di fondo non sia una base solida, il film si regge con le proprie gambe, anche grazie all'eccellente intepretazione dell'"uomo di ghiaccio" Christofer Lambert, e della bella Rocca (di cui appare anche una scena di nudo).

Lo stesso non si può dire di Diego Abatantuono, che credo abbia recitato in questo film solamente perchè amico del regista Gabriele Salvatores... la sua parte è recitata in maniera fin troppo ridicola, esasperatamente in maniera "stupidona"... insomma è il personaggio che mi è piaciuto di meno, anche se è grazie a lui che tutta la storia prende vita..

Da notare che i temi trattati da Nirvana sono affini a quelli di film come The Matrix o Il tredicesimo piano, seppur con un buon anticipo sulla realizzazione di quest'ultimi.

Cito infinine l'ottimo uso di effetti speciali, mai invadenti (sicuramente non spudorati come quelli delle produzioni attuali, ne ho quasi la NAUSEA), che rendono bene l'idea delle atmosfere cyberpunk, con fumo ovunque, notte, improbabili veicoli, consolle ovunque, guardie armate in giro per la città multietnica del futuro.. impianti cybernetici e qualche schena un po' pulp..

Spero di non avervi annoiato con questo salsicciotto di impressioni...
Un buon film, se vi piace la fantascienza, dateci un'occhiata.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private wara voce alta - la forza della parolaachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuro
 NEW
alpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tideblackkklansmanbogside storybohemian rhapsodyboxe capitalechesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreams
 NEW
colette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericosa fai a capodanno?country for old mendisobediencedog dayse' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampo
 NEW
ghostland - la casa delle bambolegirlgotti - un vero padrino americanoguarda in alto
 HOT
halloweenhell festhunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil bene mio
 NEW
il castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummiesil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancorajust charlie - diventa chi seiklimt & schiele - eros e psichela banda grossila casa dei librila diseducazione di cameron postla donna dello scrittorela fuitina sbagliatala morte legale
 NEW
la prima pietrala profezia dell’armadillola scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regnilola + jeremylook awayl'uomo che uccise don chisciottemalerbamandymenocchiomichelangelo - infinitomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimio figliomiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noi
 T
new york academy - freedance
 NEW
non ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiazza vittoriopiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della lucericchi di fantasiaride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)
 NEW
santiago, italiasaremo giovani e bellissimise son rosesearchingseguimisei ancora qui - i still see yousembra mio figliosenza lasciare traccia (2018)separati ma non tropposick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulla mia pelle (2018)
 NEW
sulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take away
 NEW
the barge peoplethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe nun - la vocazione del malethe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatouch me nottre voltitroppa graziatutti in pieditutti lo sannoun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roiuna storia senza nomeuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981765 commenti su 40505 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net