may regia di Lucky McKee USA 2002
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

may (2002)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MAY

Titolo Originale: MAY

RegiaLucky McKee

InterpretiAngela Bettis, Jeremy Sisto, Anna Faris

Durata: h 1.33
NazionalitàUSA 2002
Generehorror
Al cinema nell'Aprile 2002

•  Altri film di Lucky McKee

Trama del film May

May è una giovane ragazza dall’infanzia difficile che non conosce il significato dell'amicizia e dell'amore. Lavora in una clinica per animali e vive da sola con la sua unica vera "amica", una bambola che la madre gli regalò quando era ancora piccola. Dopo l’ennesimo tentativo fallito di conquistare l’uomo dei suoi sogni, deciderà di costruirsi l’uomo perfetto usando le parti delle sue vittime.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,66 / 10 (59 voti)6,66Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su May, 59 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Macs  @  29/03/2020 20:11:59
   6½ / 10
Non male, un film gradevole e che ovviamente non si prende sul serio ma vira abbondantemente sul grottesco e l'auto-ironico. Tutto e' forzato ed esagerato, quindi comunque una volta sospesa l'incredulita', si finisce per essere intrattenuti da una pellicola che alterna risate e ribrezzo, imbarazzo e compassione specialmente per la grotteschissima protagonista. Non ci vedo nulla di serio in questo film, nessun intento di denuncia sociale contro bullismo ed emarginazione; e' tutto talmente caricato e sopra le righe, che mi ha ricordato l'approccio del filone horror-grottesco anni'80 di opere come "Basket case" e "Creepshow".

albert74  @  15/11/2018 02:30:06
   4 / 10
film classificato come horror, in realtà è un indie grottesco dal taglio televisivo in cui vengono affrontati in maniera superficiale e confusa, i temi dell'emarginazione, dell'amicizia, della pazzia.
La protagonista, piuttosto svitata (del resto ha fatto fuori il suo gatto con un posacenere e l'ha infilato nel freezer) è un'infermiera veterinaria, strabica, la cui unica amica è una bambola. Ci si barcamena tra situazioni grottesche, paradossali, assurde. Il ritmo è a tratti lentissimo. Più che spaventare il film disturba.
L'ambientazione ricorda molto certi fotoromanzi di quart'ordine. L'ho trovato un film indigeribile, caratterizzato da una regia convulsa, estraniante. Sembra un episodio, uscito male, di ai confini della realtà.
la povertà di mezzi è totale, le scene splatter - neanche tantissime- sono gratuite gettate in pasto agli spettatori senza criterio. Un collage disomogeneo di nonsense all'ennesima potenza.
I vari personaggi sono a dir poco macchiettistici. Difficile giudicare una roba simile.
qualcosa si salva (giusto la trama e la recitazione della ragazza-pazzoide) ma per il resto lasciamo perdere.

Thorondir  @  04/01/2018 14:01:11
   7 / 10
May è cinema di genere che cerca di parlare d'altro: lo fa raccontando la discesa negli inferi mentali della protagonista, May appunto, incapace di avere relazioni stabili e sostanzialmente priva di amici. L'innamoramento e poi il rifiuto con un ragazzo la convinceranno ancora di più che l'amico se lo deve creare e da quì via all'ultima parte slasher del film.

Interessante la scelta di raccontare il disagio, la solitudine e dove questo possa portare, fino alle estreme conseguenze. McKee riesce a tenere i piedi per terra, girando un film che vuole essere serioso senza dimenticarsi di essere anche una simil commedia, soprattutto nella prima parte. Ne viene fuori un film particolare, anche di difficile incasellamento, che nella sua aria scanzonata ma tagliente ha anche il non banale pregio di far riflettere.

ferzbox  @  13/04/2015 18:53:08
   6 / 10
Certo che avendo visto "Excision" da poco,a saperlo,potevo aspettare a vedere "May".
Praticamente parliamo di un film molto speculare a quello da me citato; l'unica differenza è che "May" si presenta in chiave più morbida,senza sottolineare in modo serioso i problemi della protagonista,ma anzi facendoli vivere allo spettatore come una sorta di commedia rivolta ai problemi adolescenziali.....certo...ehm....fino agli ultimi fatidici 20 minuti,dove la follia prende il sopravvento mostrando una conclusione talmente assurda e grottesca che quasi non ci si crede......da una parte mi ha ricordato pure "Alyce" di Jay Lee...
...ecco si.....si potrebbe virtualmente creare una trilogia con questi film.....molto,ma molto simili tra loro......
Che dire di "May"?....bhoooo......non saprei...se l'avessi visto prima degli altri due molto probabilmente l'avrei considerato originale,però così non è stato,quindi non è che mi abbia colpito molto nella sceneggiatura......mhà,sinceramente non so cosa dire.....forse che già mi sto stufando di questa nuova tendenza americana nel fare film di questo tipo?
Fatemi pensare un attimo......no,non mi è piaciuto.......forse giusto la parte finale perchè bizzarra.....ma poi nemmeno più di tanto.....ma che ne so,non so più come giudicarli sti film un pò horror,un pò no,un pò forse con la ragazza povera ed incompresa che poi svaolvola e arriva il lato psicotico.....
Sufficenza per la realizzazione tecnica e,per l'appunto,il finale......."Excision" se non altro era più introspettivo ed "Alyce" meglio concepito.....

James_Ford89  @  11/03/2015 02:42:05
   6 / 10
L'ho trovato molto telefonato, tuttavia indaga molto bene disturbi psicologici rilevanti. Un altro difetto è che nella parte centrale del film si assiste spesso e volentieri a momenti noiosi e per me, privi di senso narrativo ma dai, esiste di peggio.

GianniArshavin  @  25/08/2014 01:13:23
   6½ / 10
Buon dramma/horror questo di McKee che però nel complesso manca di qualcosa.
La storia vede l'emarginata May ,dopo un'infanzia difficile , provare ad integrarsi nel mondo malgrado le sue evidenti stranezze. Se il lavoro sulla protagonista è ok (grazie anche ad una buona prova interpretativa) è lo sviluppo della storia , comunque apprezzabile , a non essere realizzato come si deve. Una volta conclusa la visione ho avuto come una sensazione di vuoto , come se al titolo in considerazione mancasse qualche pezzo per fare il salto di qualità. Credo che queste ombre siano gli approfondimenti mancati su determinati aspetti della storia che meritavano maggior spazio.
Rispetto al successivo "The woman" il regista statunitense gestisce bene i tempi fra la fase drammatica e quella horror , e nonostante qualche forzatura , la seconda parte sembra la naturale continuazione della prima.
La regia di McKee non mi fa impazzire ma ci sono momenti parecchio ispirati ed una serie di personaggi che colmano bene questi difetti.
Il finale shock è bello forte e conferma il coraggio e la passione per l'horror del cineasta americano. Non siamo ai livelli di "The woman" in quanto a violenza ma anche "May" non scherza.
Nel complesso questa pellicola vale la fatica della ricerca e merita una visione. Peccato per qualche passaggio a vuoto in fase di scrittura.

Spera  @  08/07/2014 10:25:44
   5 / 10
Questa volta, al contrario che per "The woman", la grande prova della protagonista femminile non riesce a farmi mettere il 6.

E' evidente che Mckee si affaccia con grande impeto su quello che è l'universo femminile, sia con "The woman" che con questo lungometraggio diventando secondo me un pò ispirazione di rivalsa per le donne al contrario di chi vede una certa misoginia nei film di questo autore.
Se avevo trovato "The woman" fatto male, registicamente brutto, con una sceneggiatura che faceva ridere e una protagonista così affascinante tanto da mettere un 6, qui siamo sulla stessa scia però non me la sento di dare la sufficienza nonostante qualche buona trovata ci sia.

Forse è proprio questo regista che non fa per me, il suo modo di comunicare: non sopporto le sue continue transizioni in dissolvenza, le sue musicacce sparate di continuo come sottofondo a tutto volume,eccetera.

Il film parte bene raccontando la storia di una ragazza nata con un deformazione ad un occhio, causa della sua solitudine e stranezza.
(scusate forse mi sbaglio ma l'ho riguardata due volte la scena iniziale e da piccola la protagoinista ha la benda sull'occhio sinistro mentre da grande l'occhio sifulo è a destra!!!!)
Poi però da circa metà diventa davvero idiota a mio avviso senza dilungarmi in spoiler inutili.

Una angela Bettis incredibile riesce a salvare questo film che si riprende un pò nel finale romantico.

La seconda parte è davvero brutta a livello di sceneggiatura: se la prima introduceva un buon soggetto la seconda è costruita male e sviluppata peggio.

Come storia mi ha ricordato molto il capolavoro di De Palma senza fare confronti: la minuta e strana May mi ha fatto pensare più volte alla diabolica Carrie.
Quanto adoro vedere queste donne in******* e diaboliche: la nostra società ha bisogno della loro rivincità, soprattutto oggi giorno dove la violenza sul gentil sesso è all'ordine del giorno: non se ne può più.
Spero che questa voglia di donne "cattive" di Mckee derivi proprio dalla necessità di far sentire di nuovo la loro voce, una voce che non può essere altro che rabbiosa e violenta.

Probabilmente è questo regista che non mi va a genio.
La cosa preoccupante è che per "the woman" si sono sentiti commenti critici assurdi tipo: "uno dei più bei horror degli ultimi dieci anni", "vi scioccherà come non mai" ... spero sia uno scherzo ...

Vabbeh ... peccato perchè i temi di cui tratta sono interessanti e meritevoli di essere presi in considerazione ma così come sono proposti non mi vanno davvero giù.
Peccato.

topsecret  @  16/04/2014 13:50:04
   6½ / 10
La delusione, l'ossessione e la solitudine possono piegare e far vacillare le menti deboli e spezzarle fragorosamente sotto il peso dell'umiliazione e dell'incapacità di relazionarsi.
Le tematiche affrontate in questo MAY non sono nuove, mi richiamano alla mente pellicole come il semi sconosciuto TONY e il mediocre ALYCE. Ma nel film di McKee tutto è palpabile e coinvolgente fin da subito, grazie alla caratterizzazione del personaggio della Bettis che risulta davvero inquietante e allo stesso tempo attraente.
La storia non ha quei momenti gore da fare accapponare la pelle a chi guarda, ma è capace di mantenersi sempre in costante equilibrio tra macabro e psicologico, garantendo una fluidità d'azione e una prova interpretativa discretamente abile e credibile, uniti alla sagacia registica che ne fanno un prodotto davvero meritevole di visione.

4 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2014 22.37.31
Visualizza / Rispondi al commento
CyberDave  @  28/11/2013 19:10:15
   4 / 10
Non cè praticamente nulla che mi sia piaciuto in questo film, l'idea iniziale di far vedere come un semplice problema di strabismo possa diventare, per May, un ostacolo cosi grande nel socializzare con i suoi coetanei era molto interessante, viene però sviluppata malissimo e senza nessun senso logico.
Situazioni tra il ridicolo, il grottesco e l'impossibile rendono questo film più una parodia che altro, non c'è nulla che valga la pena salvare.
Troppo noioso nella parte centrale dove succede poco e quel poco sono situazioni assurde.
La follia degli ultimi 20 minuti prova un pò a riaccendere l'interesse che si era spento già da un bel pò ma non riesce nel suo intento.
Non mi sento di consigliarlo a nessuno.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  20/10/2013 15:15:44
   6 / 10
Film interessante, con un'ottima recitazione di Angela Bettis, a cui manca qualcosa nella seconda parte. Sufficiente!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  15/05/2013 22:23:22
   7½ / 10
Attenzione il commento potrebbe contenere spoiler

La visione di May mi ha disturbato parecchio e lasciato di stucco nelle sequenze finali.Non immaginavo una piega narrativa così violenta e sanguinolenta,ma posso dire di averla apprezzata.La prima parte in generale è un approfondimento psicologico su May, sul dramma della solitudine che è costretta a vivere a causa del suo strabismo.Si circonda di persone ''apparentemente'' diverse per sentirsi meno diversa e farsi accettare,ma a nulla servirà.L'unica amica vera è la sua bambola, regalatale in infanzia dai genitori, con la quale instaura un legame affettivo molto profondo.A un certo punto la sofferenza per non essere ''accettata'', amata, vista come una persona normale la porta a maturare un sentimento di vendetta, furia omicida nei confronti della gente, in particolare dei suoi amici intimi.E sarà proprio questa l'occasione in cui potrà buttare la sua ''vecchia'' bambola e costruirne una nuova ''ad hoc'', con pezzi (braccia,gambe) umani.Lucky McKee ci catapulta in una realtà malata, senza enfatizzare mai,ma anzi mantenendo un tono calmo,pacato volto ad esprimere un graduale senso di angoscia.Le sue riprese, gli omicidi, le atmosfere ti tolgono davvero il fiato e ti coinvolgono in una spirale di emozioni uniche; l'unico problema è l'evoluzione dello script narrativo che, nella ''commovente'' parte finale, risulta un po' buttato lì, poco coerente e poco chiaro.
Peccato la scarsa attenzione da parte della distribuzione italiana (basti pensare che ho dovuto vedere il film coi sub in eng) perché May avrebbe certamente meritato un'attenzione maggiore di quella che purtroppo ha avuto.

steven23  @  04/03/2013 20:57:17
   7½ / 10
Non lo definirei propriamente horror. May è un film strano, lucido, spietato nel mostrare la spirale di follia che avvelena piano piano la stessa protagonista, una giovane ragazza difficile ed emarginata. La storia è lenta, certo, ma aiuta a inoltrarsi sempre più a fondo nelle tenebre di pazzia che avvolgono la mente di May, a capire cosa la ragazza possa provare e, perchè no, a provare compassione per lei.
Un'ottima regia e una superlativa Angela Bettis completano il quadro!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/08/2012 14:57:22
   7½ / 10
May è un percorso verso la follia iniziato dal disagio di sentirsi ed essere percepiti dagli altri come dei diversi. Più che un film horror nel senso letterale del termine, May è la tragedia dell'emarginazione, a cui la bella intepretazione della Bisset offre moltissime sfumature senza cadere in eccessive banalità. E' la ricerca e la conseguente negazione di vere relazioni sociali che alimentano le psicosi della protagonista, costretta a relazionarsi unicamente con quella bambola chiusa in una scatola, anch'essa a suo modo inavvicinabile e intoccabile. Un ritratto lucido che ha l'ulteriore pregio di metterti a disagio.

Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  28/07/2012 20:29:38
   8 / 10
McKee dirige un horror lento e riflessivo ma secco, mai enfatico. Dipinge un dramma psicologico che solo nell'ultima mezz'ora sfocierà nel sangue. Prende un personaggio disperato come nessun'altro e ce lo mostra senza filtri. Si prende tutto il tempo di cui ha bisogno, fa cinema nel cinema (con l'aiuto dell'amico Chris Sivertson) e cita Dario Argento. Perchè lui può, lui sa come farlo e lo sa fare bene. La storia di solitudine che racconta tocca lo spettatore con durezza, riesce a farlo sentire sbagliato perchè anche lui, forse, si sarebbe comportato come i personaggi del film. E alla fine la vendetta di May si abbatterà anche un poco su di lui.

BlueBlaster  @  28/06/2012 16:19:31
   6 / 10
Questo regista è bruciato...prima parte drammatica, seconda parte grottesca!
Non si può negare l'ottima interpretazione di Angela Bettis in questa pellicola dalla triste/pazza originalità!
Raffinata la regia e la colonna sonora...però a me non ha fatto impazzire, piuttosto lento e un pò troppo malato. A mio dire è meglio "The Woman"

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/07/2012 01.22.34
Visualizza / Rispondi al commento
C.Spaulding  @  09/06/2012 09:45:11
   7 / 10
Buon film. molto lento ma interessante.

Signor Wolf  @  06/06/2012 11:30:37
   7½ / 10
Veramente interessante e originalissmo, un film strambo ma appassionante,
l'unica cosa non proprio ben articolata è stata lo scoppio della follia già latente

gandyovo  @  20/02/2012 18:21:42
   7 / 10
dopo aver visto the woman, sono riuscito a trovare questo film ed ero piuttosto curioso. Devo dire che si vede lo stile nella regia e soprattutto nel gusto, talvolta grottesco e talvolta molto drammatico, di contrapporre la diversità a ciò che dovrebbe essere la normalità. Il film mi è piaciuto ma anche in questo come nel sussessivo, apprezzo meno il finale splatter. Macabro era già macabro, eh eh. Come già sottolineato, bravissima la protagonista.

VIRGINIA82  @  13/12/2011 23:37:46
   8 / 10
Macabra storia che parte sottile per sfociare in delirio. May (meravigliosamente interpretata dalla brava Angela Bettis) elabora un mondo personale ed immaginario nato dall'enorme solitudine del personaggio, distante dalla realtà e dalla normalità . Il film è la rappresentazione di cosa può arrivare a realizzare una mente malata. La costruzione della follia si espande lentamente prendendo possesso totalmente nel gran finale di questa favola triste. May sconvolta, sconvolge il mondo immaginario e inevitabilmente quello reale; rivoluziona la sua vita passando da vittima a carnefice, in un crescendo condizionato da eventi che ledono e intaccano un equilibrio delicato. Non un film per tutti, ma solo per chi ama storie dove la psiche è il fulcro della narrazione, dove il personaggio è il centro, dove la soggettività segue un suo filo conduttore.
Non completamente riuscito, ma ben rappresentato. Alcune scene rimangono impresse nello spettatore, come ad esempio quella dei bambini ciechi che si feriscono con i vetri...impressiona, fa riflettere e lascia quella sensazione di rammarico al termine della visione. Buona la musica e il cast. Un film in conclusione molto particolare, unico sotto certi punti di vista, che si apprezza alla fine anche alle successive visioni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  12/10/2011 15:01:16
   7 / 10
ATTENZIONE: il commento presenta anticipazioni.

Grandissimo film ma, ahimè, soltanto in potenza. Credo che la chiave di volta per poter giudicare May un mezzo capolavoro o al contrario soltanto un buon film, sia la maturità, non intendendo quella dello spettatore, ma quella della storia che viene raccontata. Parlare dei problemi dell'adolescenza, della difficoltà di accettazione, della disperazione della solitudine, del sentirsi diversi rispetto ai propri coetanei, è un tema importantissimo e più volte (ab)usato al cinema. Serve sensibilità e maturità per raccontarlo e se la prima in May certamente non manca, la seconda ogni tanto lascia un pò a desiderare. Alcuni passaggi sembrano troppo deboli, mi riferisco ad esempio al non essere accettata per colpa di un leggero strabismo o alla particolare amicizia con la bambola, che passa di scena in scena dal sembrare poter essere il fulcro dell'intera vicenda all'apparire completamente inutile. Il passaggio dalla delusione per le ennesime due storie finite male (quelle con Adam e Polly) alla tremenda carneficina, dettata un pò dal desiderio di vendetta, un pò dalla voglia di "sostituire" la bambola fatta a pezzi, fanno perdere a mio parere molta profondità all'opera. E' vero, siamo pur sempre davanti ad un horror, per cui vedere una ragazzina gracile che in poche ore riesce ad uccidere e fare a pezzi 5 persone è molto figo, ma secondo me fa scadere tanto dello straordinario potenziale che si celava nello script. Il tutto per arrivare a un finale sì straordinario, dolcissimo e disperato al contempo, ma forse troppo forzato e un pò incoerente. Se è vero che May sin da subito in ogni persona che conosce, come una sineddoche, vede una parte per il tutto (le mani di Adam, il collo di Polly, le gambe di Ambrosia etc..) è strano poi che il piano omicida le venga in mente soltanto in seguito. Al contrario, se tale piano fosse stato sempre nella testa di May (e così pare essere, con tutti quei dettagli su coltelli e parti del corpo, senza dimenticare più di una frase profetica...), non c'era forse bisogno che abbia avuto bisogno di alcuni "shock" ( le due storie d'amore finite o la rottura della bambola) per essere messo in pratica.
Non lo so, ci son troppe cose che sembrano anteporre la cinematografia alla storia. Ad esempio anche tutta la parentesi legata ai bambini ciechi porterà sì ad una scena strepitosa (quella della rottura del vetro) ma tale parentesi sembra esser legata a un filo sottilissimo al resto, troppo sottile, quello dell'immedesimazione di May con tali bambini, specie con una.
L'interpretazione della Bettis è eccezionale (a me son piaciuti tanto anche Sisto e la Faris) perchè il suo personaggio deve praticamente provare tutto- l'amore e l'odio, la disperazione e la gioia, la dolcezza e la cattiveria, la speranza e la rassegnazione- e la Bettis sa restituire alla meraviglia ognuna di queste emzioni. E' grazie soprattutto a lei se il personaggio di May ti entra nel cuore ma può farlo così profondamente che si rischia di perdere di vista il film.
Non si può disconoscere peraltro anche un notevole calo di ritmo nella parte centrale.
Resta una pellicola notevole, originale e drammaticamente umana. E forse è anche molto più intelligente e profonda di come io la sto descrivendo visto che sono moltissime le scene metaforicamente importanti, tutte scene che andrebbero analizzate nel migliore dei modi.
Resta comunque la sensazione che se lo stesso film fosse stato girato da McKee oggi anzichè nel 2002 sarebbe stato probabilmente un capolavoro.
Ma forse il regista nel frattempo ce ne ha già regalato comunque un altro...

Invia una mail all'autore del commento camifilm  @  22/06/2011 22:43:46
   7 / 10
Un buon horror, quasi classico, rispetta le attese.

laconico  @  21/06/2011 01:57:29
   5 / 10
Dissento dalla maggior parte dei giudizi. La storia è vecchia, abusata e priva di pathos, nessuna novità, di psicopatici che tagliano pezzi di cadaveri per assemblarli è piena la cinematografia horror. Questo film però non è certamente un horror, inclina di più al grottesco, e questo lo rende più simpatico (un punto in più per questa ragione), l'attrice protagonista è davvero molto brava (un altro punto in più). Il film si fa guardare, malgrado la prevedibilità e i molti luoghi comuni... ma lascia poco... a parte lo strano sguardo di May!

-Uskebasi-  @  06/03/2011 23:08:52
   5 / 10
COMMENTO SPOILEROSO

No, non mi è piaciuto. Carina l'idea, il bisogno di avere qualcuno accanto fino al punto da costruirselo, e ottima la Bettis perfetta nel ruolo, tutto il resto però è mal realizzato e forzato. Si salva anche il finale se vogliamo, ma devo dire che ho letteralmente pregato per far muovere quella bambola umana visto che non sopportavo più di vederla respirare in maniera così evidente. L'errore rimane comunque, ma meno grave.

BraineaterS  @  01/12/2010 20:15:19
   8 / 10
Film strano ma carino, il personaggio un po' strambo di May c'è piaciuto e la storia era abbastanza malata. Il cortometraggio del tipo era fichissimo!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  19/11/2010 09:59:18
   8 / 10
Un semplice strabismo diventa ostacolo insormontabile per essere accolti dagli altri,i flashback introduttivi sono eloquenti e Lucky McKee con esigue sequenze traccia un'emarginazione dalla genesi remota,simboleggiata da una benda su un occhio.
Comincia come una fiaba gotica la vita di May,per poi acquisire inclinazioni sempre più dark sino a trascendere in una folle esigenza resa corporea in un perverso patchwork umano, dal quale la giovane tenta di estrapolare emozioni ignote.
McKee dilata i periodi temporali per creare atmosfere malsane e disegnare un abisso mentale attendibile,la bambola con cui May interagisce,unica compagna di una vita border-line è simulacro di una condizione di anormalità artefatta durante un'infanzia sfavorevolmente anticonformista.
L'incapacità di svincolarsi da un'asocialità imposta prende il sopravvento nelle relazioni con personaggi spiazzati da bisogni idealizzati ,May infatti galleggia in un limbo di tetre fantasie che fissa un incolmabile distacco dalla realtà.
Il percorso della giovane viene intriso di totale sfiducia verso possibili correzioni.La disponibilità del ragazzo di cui è innamorata,la lussuriosa e amichevole frivolezza della collega di lavoro,addirittura nel rapportarsi con bimbi non vedenti,quindi persone a loro volta disagiate,May interpreta a suo modo,schiacciata da un'inesperienza culminante in una distorsione sociale di cui è vittima inconsapevole.
Grande l'interpretazione di Angela Bettis,mentre il regista tra un omaggio e l'altro a Dario Argento e un corto in b/n di Chris Sivertson (regista del pregevole The Lost),si mostra abile nel toccare corde che inducono, senza sotterfugi lacrimevoli, ad entrare in contatto con un bisogno da raggiungersi a qualsiasi costo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/06/2011 09.02.56
Visualizza / Rispondi al commento
Darksyders77  @  15/11/2010 19:08:42
   1 / 10
la visione di questo film è consigliata a chi vuole realmente perdere la pazienza...lento,noioso,senza alcun tipo di senso logico,viene voglia di far del male alla protagonista...!!!DA EVITARE-

trickortreat  @  01/08/2010 22:25:54
   10 / 10
Dopo tanto tempo sono riuscito a vedere May e che dire.. attesa ripagata in maniera incredibile. Lucky McKee (celebre anche per il bellissimo Masters of Horror: Sick Girl) riesce con maestria a creare un prodotto curatissimo sotto ogni aspetto e si avvale di un cast strepitoso: in primis la magistrale interpretazione di Angela Bettis (a mio parere una delle migliori attrici in circolazione) che solo lei avrebbe potuto ed è riuscita a immedesimarsi grandiosamente in May, e sono sicuro che nessuno sarebbe stato in grado di dare una interpretazione migliore. Ottima anche Anna Faris (la grandiosa Cindy Campbell di "Scary Movie") anche qui alle prese con un personaggio simpatico, ovvero la vogliosa collega lesbo di May. Non da meno Jeremy Sisto (già visto in Wrong Turn) che se la cava bene. Comunque sia chiaro, non è propriamente un horror; difatti May segue la stessa struttura narrativa di Sick Girl (o forse è meglio dire il contrario) ossia una lunga parte romantico/commedia/dramma per poi sfociare in un piccolo ma macabro finale. Vedremo May innamorarsi, aprirsi (caratterialmente), piangere e impazzire, il tutto in 90 minuti che filano che è un piacere. Un piccolo cult da vedere e rivedere!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/06/2011 02.39.12
Visualizza / Rispondi al commento
Vimark  @  09/07/2010 14:53:17
   6 / 10
L'idea non è male e il film si fa vedere senza noia. Finale piuttosto scontato.
Si sarebbe potuto fare di più... Prodotto sufficiente e basta.

John Carpenter  @  19/06/2010 19:46:14
   7½ / 10
Piccola sorpresa a metà tra Carrie e Misery ma senza atmosfere pesanti e angoscianti, piuttosto una favola dark interpretata divinamente da Angela Bettis e raccontata in un modo molto originale.
Gradite alcune chicche come il cortometraggio splatter e l'omaggio a Dario Argento e al suo Trauma.
Inutile dire che la distribuzione italiana fa pena, recuperatelo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/06/2010 20.04.11
Visualizza / Rispondi al commento
Ciaby  @  19/05/2010 21:38:08
   7 / 10
Nulla di originale, ma è un buon film che non ha nulla di un horror. E' un dramma macabro che scorre in modo piacevole, fino a giungere ad un finale IMMENSO e disturbante che riesce anche a commuovere. Impressionante l'attrice protagonista.

despise  @  07/11/2009 10:38:01
   7 / 10
Fiaba nera grottesca e surreale!
certo un pò lenta la prima parte, che però serve ad addentrarsi
nella psiche contorta della protagonista MAY (una Angela Bettis
davvero eccezionale!) e della sua particolarità....
poi l'ultima mezz'ora è da paura!
il finale è molto commovente!
ho aspettato qualche anno ma ne è valsa la pena.

emagiul  @  10/08/2009 10:23:31
   6 / 10
non male, a volte grottesco, a volte horror...sufficienza piena!!

Tuonato  @  15/07/2009 00:09:28
   7 / 10
Grottesco. Lucky McKee è un pazzo. Sebbene il tema possa essere stato trattato anche in altri film, non riesco in questo momento ad accostargli nessun film che conosca. L'ho trovato parecchio originale, i passaggi che ha da commedia surreale(non demenziale!) a horror sono ben calibrati e il risultato è affascinante. Angela Bettis strepitosa nel ruolo della schizofrenica psicopatica. Da divulgare!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

RedPill  @  18/06/2009 21:34:31
   5 / 10
Drammatica rappresentazione di una vita trascorsa "ai margini" a causa di un difetto fisico.La storia racconta della timida May, una giovane ragazza che dopo tanti anni di sofferenze e discriminazioni, vedrà finalmente aprirsi le porte di una vita normale e apparentemente più semplice.Impreparata però a certe situazioni, si troverà a dover fare i conti con le proprie stranezze, scaricando la colpa di queste sulle spalle della sua unica amica, nell'inutile tentativo di sfuggirvi.Sicuramente l'interpretazione di Angela Bettis è degna di nota e rende bene l'idea dei disagi vissuti, ma il regista è decisamente pretenzioso nel suo intento.Troppi e profondi i temi che tenta di affrontare nell'arco dei novanta minuti, risultando così, decisamente superficiale nello sviluppo.Nel complesso è quindi un film che ha nella protagonista, il suo unico punto di forza e che non riesce a contraddistinguersi per null'altro.

TheLegend  @  24/04/2009 04:04:38
   7 / 10
un'idea non tanto originale ma sviluppata molto bene anche dal punto di vista della regia.
alcuni attori non all'altezza della protagonista e qualche passaggio un pò banale lo penalizzano ma resta comunque un buon film da vedere.

Phelps  @  20/04/2009 19:24:28
   4 / 10
Il film vorrebbe in qualche modo trattare temi di una certa importanza (emarginazione solitudine omosessualità) ma non ci riesce manco di striscio.Non c'ho visto nulla di buono a parte l'interpretazione della protagonista.Media startosferica.
Ah Jeremy Sisto somiglia in modo incredibile a Pazzini.

#Lou  @  16/04/2009 02:57:52
   7½ / 10
Magari più che horror, era un thriller. Che poi, personalmente, l'avrei catalogato come drammatico perché viene proposta tutta una serie di sentimenti ed emozioni in maniera davvero toccante. Il viaggio interiore della protagonista, interpretata divinamente, viene descritto molto bene, un travaglio personale davvero sofferto e condiviso dallo spettatore.
L'ho visto quasi per caso e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2009 16.38.08
Visualizza / Rispondi al commento
lupin 3  @  16/04/2009 02:51:27
   7 / 10
Concordo perfettamente con la media, un buon film vale la pena dargli un'occhiata.

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/04/2009 02.58.47
Visualizza / Rispondi al commento
sweetyy  @  16/04/2009 02:33:02
   7 / 10
Non un capolavoro ma comunque un film valido.
Malato al punto giusto e con un buon finale. Bravissima Angela Bettis.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  13/04/2009 00:29:45
   8 / 10
Appena visto… finalmente! Quanto aspettavo di vedere May! E per fortuna non sono stato deluso…
Che dire, gran bel film. Non solo horror, ma anche romantico, sensuale e drammatico.
Un film dall’incredibile fascino perché curato benissimo e dalla regia molto buona… ma soprattutto il personaggio principale sprigiona un fascino incredibile: May, personificata dalla straordinaria Angela Bettis; secondo me non sarebbe stato lo stesso film senza di lei.
May è caratterizzata al meglio, la prima ora (molto weird) è esclusivamente per lei. Solo nell’ultima mezz’ora troviamo gli omicidi più efferati. Comunque non annoia affatto.
Oltre a ciò, molto bene la fotografia, montaggio e musiche. Ottimo Jeremy Sisto e tutte le attrici che dire fìghe è dir poco. Furbo questo McKee, si trova tutte le gnocche possibili! :-)
La trama è sicuramente “già sentita”, in quanto la “creatura perfetta” montata da pezzi di altri cadaveri esiste già dai tempi di Frankenstein, in ogni caso McKee ci ha messo molto di suo in quest’opera, e non si può non sentire nell’atmosfera la passione che ci ha messo.
Da vedere insieme a Sick Girl, se è possibile… e ora sono contento! :-)

6 risposte al commento
Ultima risposta 18/04/2009 16.07.05
Visualizza / Rispondi al commento
VinLet  @  23/02/2009 14:06:04
   8 / 10
Il film ha un ritmo lento..ma non annoia

Inquieta il realistico squilibrio mentale di May
Squilibrio che parte e si sviluppa dalla sua infanzia..nel momento in cui la madre..invece di spronarla a cercarsi degli amici..le regala una bambola con cui parlare e confidarsi
Una volta cresciuta cerca..con i suoi modi goffi e inconsapevole di cosa sia meglio per lei..di legarsi a qualcuno..di trovare una persona che le sia vicina..che le voglia bene..cerca affetto
Purtroppo comprende che il suo atteggiamento strano conduce le persone conosciute ad allontanarla..per di più anche in maniera dura..ovvero inventando continue scuse per evitarla
Da tutto ciò esplode la sua instabilità mentale..fino al macabro epilogo..inventarsi un amico tutto suo

Davvero ottimo..i voti bassi credo gli si diano perché non si percepisce appieno il valore del film..l’emarginazione che..in alcuni casi..può condurre a compiere gesti estremi

Consigliatissimo!!

ide84  @  12/01/2009 23:23:08
   9 / 10
May è un ottimo prodotto, punto e basta. Una sceneggiatura semplice ma avvincente, malata quel giusto da penetrare nella mente e rimanerci per giorni. Ottimi tutti gli attori, da oscar Angela Bettis. Musiche azzeccate e regia ottima. Come dimenticare poi la sempre gradita scena lesbo e il corto estremamente cannibal-splatter, una delle chicche migliore del film. Non credo sia mai stato distribuito nelle sale e che quel figlio di ***** responsabile di questo possa beccarsi un bisturi nel fegato. Io comunque l'ho trovato perfettamente doppiato in lingua italiana. Penso sia un prodotto immancabile per uno che apprezza il genere, gli altri lo riterrano troppo insano e malato. L'unica nota stonata l'aggiungo nello spoiler, voluta o non voluta non ci voleva. May...soo sock, soo good.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/02/2009 14.11.41
Visualizza / Rispondi al commento
LEMING  @  19/12/2008 13:44:36
   8½ / 10
Un solo aggettivo..stupendo!! non capisco le critiche sulla lentezza del film, certo chi si aspetta il solito horror frenetico e sanguinolento, rimane deluso (a parte il finale), ma lo spessore drammatico e psicologico della protagonista e l'evolversi della trama verso l'inevitabile epilogo è svolto con maestria dal regista, quindi consigliato!
Lemming

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/01/2009 01.18.16
Visualizza / Rispondi al commento
paolo80  @  25/11/2008 22:56:23
   4 / 10
Film discreto, ma non é propriamente un horror, dato che mancano(tranne per qualche rarissimo caso) sia le scene che le atmosfere tipiche del genere.
Non convince del tutto, anzi per scriverla tutta, convince molto poco; la prima parte é molto lenta e prolissa, in una parola: noiosa.
La seconda parte migliora un po' ma, pur avendo degli spunti interessanti, rimane ugualmente ben al di sotto della sufficenza.

pinhead88  @  03/11/2008 15:21:04
   6½ / 10
non male ma pensavo meglio,i pregi della pellicola sono sicuramente l'ottima interpretazione della Bettis e il finale,dove si smuove qualcosina in più.per il resto il film rimane sulla sufficienza.un buon prodotto almeno sull'originalità

deus  @  24/10/2008 02:17:17
   6½ / 10
disgustoso, ma fottutamente azzeccato.....film che ti lascia qualcosa a cui pensare, ma nello stesso tempo lo odio e vorrei mettergli 2 ma invece......

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  03/08/2008 20:46:17
   6 / 10
Mmm, non mi ha convinto del tutto: narrativamente è un prodotto privo di sorprese con un ritmo blando e parecchie scelte registiche decisamente fuori luogo (soprattutto nella seconda parte); il plot (nonostante la breve durata del film) è assolutamente schematico e ripetitivo, con un'effetto noia (almeno per il sottoscritto) non indifferente. Certo, Angela Bettis è un vero e propio capolavoro vivente, ma oltre alla sua fantastica prova attoriale non vedo particolari pregi. Forse riponevo troppe aspettative, ma tant'è.

WrongImpression  @  05/06/2008 23:57:10
   10 / 10
bhè il film l'ho visto e devo dire che l'attrice che interpreta May è fantastica e bravissima, Angela Bettis ci mostra come May da vittima timida ed indifesa diventa carnefice nel suo disperato tentativo di trovare una amico/a ma a causa delle sue stramberie e per il fatto che non viene capita, viene sempre abbandonata, il finale piu' che horror mi sembra drammatico

P.S. Con un'altra attrice il film non avrebbe reso lo stesso, Angela Bettis è perfetta per la parte, non si puo' che fare stare dalla parte di May nonostante si trasformi in assassina.

il film è da 9 ma gli do 10 per l'interpretazione della bravissima Angela Bettis, piuttosto brava anche Anna Faris (quella che fà la segretaria nella clinica veterinaria insieme a May)

phemt  @  29/05/2008 16:15:04
   7½ / 10
May con l’horror e con il thriller (se non per un po’ di splatter nell’ultima mezz’ora) c’entra veramente poco… Come è già stato detto il film di Mckee è più che altro un trattato sulla solitudine e sulla disperazione…
Una ragazza con un occhio pigro, un’infanzia difficile, l’impossibilità di trovare l’amore sia nel ragazzo che va a lavare i panni proprio dove vai tu, sia nella tua compagna di lavoro, un solo vero amico che è una bambola bloccata in una scatola, la voglia di essere amata e di essere guardata o più semplicemente di porre fine a questi dolori e a questa solitudine…
Prima parte di approfondimento psicologico molto ben curata, seconda parte con un paio di sequenze davvero d’effetto… Magari il ritmo è un pelo troppo lento, ma è indubbiamente il più adatto visto la storia che viene raccontata… Più che buona la prova registica, belle le musiche, a dir poco eccellente la prova della Bettis che riesce a dar vita ad un personaggio allo stesso tempo weird ma sensuale… Imperdibile per gli appassionati…
Finale dal grandissimo impatto!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  28/05/2008 09:27:11
   8 / 10
"Tutto ciò che voglio è essere vista"

Prima pellicola del talentoso Lucky McKee, che esordisce plasmando un dramma a tinte horror di pregevole fattura.
May è un film che ti cattura, un film magnetico, che porta lo spettatore a vivere il disagio sociale della protagonista, una povera ragazza emarginata fin da piccola a causa di un difetto oculare.
A causa della poca vita sociale, May si chiude in sé, impacciata, non riesce ad avere alcuna relazione sociale. Da qui la solitudine viscerale. May desidera solo una carezza, un gesto di dolcezza, un'attenzione che quando arriva svanisce a causa della sua stranezza.
Feticismo e morte si fondono con la solitudine e il dolore. Un turbine di sentimenti ed emozioni oscure che portano la protagonista all'unica scelta possibile :” Se non riesci a trovare un amico, fattene uno”.
Molto buona la regia con un paio di scene veramente belle. Un film che poggia su un budget ridicolo ma che dimostra, se ancora fosse necessario, quanto siano il regista, la crew e gli attori a fare un film e non il digitale. Un film che gira intorno alla bravissima Angela Bettis, con una citazione personale per l'arrapantissima Anna Faris.
Un film sicuramente da riscoprire e incomprensibilmente dimenticato dalla nostra cara distribuzione, ma vale senza dubbio reperirlo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/05/2008 11.40.59
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento click  @  24/04/2008 21:20:27
   6½ / 10
mmm... non brutto ma pensavo meglio. Angela bettis è molto molto brava e non mancano scelte registiche valide , ma il ritmo mi è sembrato un pò troppo lento.

In ogni caso, un buon prodotto, che non meritava la mancata distribuzione italiana ,almeno in DVD. Mah.

AMERICANFREE  @  25/03/2008 08:47:27
   7 / 10
non e' proprio un horror se nn negli 20/30 minuti per il resto del fim il regista vuole mettere in evidenza la solitudine l'ermaginaziore la fragilita' e soprat la pazzia di May riuscendoci in parte! ho trovato molto bella la scena dei bambini ciechi che camminano sopra i vetri...nel complesso risulta un buon film che a parer mio poteva essere fatto un po' meglio soprat l'inizio! cmq lo consiglio

marfsime  @  11/03/2008 14:18:42
   5½ / 10
Insomma non m'ha convinto pienamente. Non è esclusivamente un horror visto che per gran parte del film non si vedono scene catalogabili in questa categoria..punti a favore sono sicuramente la recitazione della Bettis veramente ottima e le scene finali della "costruzione dell'amico perfetto"..per il resto però il film si svolge nella più assoluta noia con ritmi decisamenti lenti e blandi (dove si effettua una sorta di analisi psicologica di May).

Voto:5,5

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  01/03/2008 10:56:28
   7½ / 10
Questo film è stata una bella sorpresa. Innanzitutto non è propriamente un horror anche se nella seconda parte ci sono svariati momenti splatter. La prima parte è, invece, dedicata all'approfondimento psicologico del personaggio di May. Bambina dall'infanzia difficile e ragazza "strana" come lei stessa si definisce nel film. Alcuni personaggi sono attratti da lei, forse per l'aspetto fisico, ma soprattutto per la sua stranezza, quando questa però diventa loro troppo manifesta allora May viene abbandonata e si ritrova nuovamente a combattere con la solitudine.
Strepitosa Angela Bettis.

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/11/2010 11.28.59
Visualizza / Rispondi al commento
Alex2782  @  17/02/2008 22:45:08
   2 / 10
un voto alla trama e un voto alla attrice....il resto il vuoto cosmico!! sconsigliato!! BOCCIATO!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  15/09/2007 09:45:31
   9 / 10
may più che un film horror è un trattato sull'emarginazione, la solitudine, e sulla disperazione che ne consegue. è una pellicola totalmente incentrata sulla protagonista, may kennedy, la su vulnerabilità, la sua fragile innocenza massacrata da una vita di ordinarie umiliazioni, in cui lei, lievemente ritardata, non ha altre armi se non il subire immobile.
angela bettis (la miglior attrice vivente?) offre una performance PAZZESCA. ogni suo gesto è un ponte che ci porta all'interno dell'anima di may, e alcune sue reazioni sono così tragicamente naturali che verrebbe voglia di piangere.
finale magnifico, da gustarsi con pacchetto di kleenex a portata di mano.

11 risposte al commento
Ultima risposta 21/08/2008 00.34.31
Visualizza / Rispondi al commento
benzo24  @  13/09/2007 12:34:02
   4 / 10
avevo letto buone recensioni, invece il film è prevedibile, scontato, banale e girato piuttosto male.

Finaldestinatio  @  29/07/2007 13:11:51
   8 / 10
Bellissimo horror, che si discosta molto dai soliti canoni dei thriller horror moderni, nonostante sia diretto da un regista americano. Lucky McKee racconta la storia di questa ragazza emarginata, a cui sono stati tolti i sentimenti, trasformata da una ragazza timida e gentile in un mostro.Ma il regista lo fa con uno stile asciutto, freddo, non retorico e perfettamente efficace, quasi alla Gus Van sant, senza il classico stile di ***** che usano i soliti registelli che escono fuori in questo periodo.
Insomma, sicuramente un film che non si dimentica dopo 5 minuti, anzi...
Invito tutti quanti, compresi i collaboratori del sito, a vederlo, sicuramente non ne rimarranno delusi. Si astengano naturalmente i fan di Saw, the grudge ecc.
Mi domando solo perchè non sia uscito in Italia. Segno ancora una volta che la distribuzione italiana di cinema, soprattutto di questo genere, non ci capisce un fico secco

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  29/07/2007 12:38:20
   9 / 10
Sembra che io sia destinata, in questi giorni, a mandare al diavolo la distribuzione italiana.
Già, perchè ho paura che il mio commento a questa perla rimarrà quasi isolato, data la quasi impossibilità a reperire May in questo paese. A meno che non ci si armi di santa pazienza (e di una bestia che raglia a tutta velocità 24 ore su 24 per giorni e giorni).
May non è un semplice horror, anche se i particolari sanguinolenti non mancano, seppure inseriti quasi tutti nella seconda parte del film. May è un dramma malinconico e di una tragicità infinita, un perfido gioco del destino che trasforma un essere gentile, timido edemeraginato in un mostro. Impossibile non partecipare emotivamente alla vicenda di May. Un particolare all' apparenza insignificante, come un leggero strabismo, la relega per sempre, sin dall' infanzia, nel limbo dell' emarginazione e della solitudine.
McKee non si dilunga in spiegazioni: basta una sola, brevissima scena per darci un' idea precisa di cosa accade a May da bambina, obbligata dalla madre ad andare a scuola con una vistosa benda sull' occhio. "Sei un pirata?", le chiedono i suoi compagni. Alla sua risposta negativa, tutti si allontanano da lei. Fine dei flashback. E abbiamo capito tutto, senza bisogno di momenti strappalacrime e inutilmente ridondanti.
May è, come ama definirsi lei stessa "weird". Troppo per essere accettata dagli altri. La carrellata di personaggi con cui entra in contatto, vivono tutti nell' illusione di essere diversi e speciali, ma nel momento in cui entrano in contatto con qualcuno che è veramente diverso, lo allontanano. May viene ripetutamente abbandonata, cadendo in una spirale di follia e disperazione che avrà tragiche conseguenze.
La regia di McKee è volutamente fuori moda: il film procede lento, senza essere noioso, privo di qualsiasi frenesia videoclippara (ringraziamo il signore per questo), sorretto da ottimi dialoghi (anche se non si parla moltissimo) e da un tono sempre in bilico tra la commedia nera e la tragedia.
L' interpretazione della Bettis è sraordinaria anzi, arriverei a dire immensa.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

5 risposte al commento
Ultima risposta 15/09/2007 09.49.26
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettoeasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunno
 NEW
la vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001693 commenti su 43203 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net