l'uomo del labirinto regia di Donato Carrisi Italia 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'uomo del labirinto (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'UOMO DEL LABIRINTO

Titolo Originale: L'UOMO DEL LABIRINTO

RegiaDonato Carrisi

InterpretiToni Servillo, Dustin Hoffman, Valentina Bellè, Vinicio Marchioni, Katsiaryna Shulha, Riccardo Cicogna

Durata: h 2.10
NazionalitàItalia 2019
Generethriller
Al cinema nell'Ottobre 2019

•  Altri film di Donato Carrisi

Trama del film L'uomo del labirinto

L'ondata di caldo anomala travolge ogni cosa, costringendo tutti a invertire i ritmi di vita: soltanto durante le ore di buio è possibile lavorare, muoversi, sopravvivere. Ed è proprio nel cuore della notte che Samantha riemerge dalle tenebre che l’avevano inghiottita. Tredicenne rapita e a lungo tenuta prigioniera, Sam ora è improvvisamente libera e, traumatizzata e ferita, è ricoverata in una stanza d’ospedale. Accanto a lei, il dottor Green, un profiler fuori dal comune. Green infatti non va a caccia di mostri nel mondo esterno, bensì nella mente delle vittime. Perché è dentro i ricordi di Sam che si celano gli indizi in grado di condurre alla cattura del suo carceriere: l’Uomo del Labirinto. Ma il dottor Green non è l’unico a inseguire il mostro...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,28 / 10 (23 voti)6,28Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'uomo del labirinto, 23 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Scanlon  @  01/12/2020 06:15:55
   5 / 10
Un pastrocchio tale da far sembrare La ragazza della nebbia quasi un capolavoro.
Trama che si perde in un inutile garbuglio ove i personaggi appaiono come semplici figuranti in cerca d'autore e d'azione. Servillo messo in scena senza un perché. Hoffman sprecato. La Bellé, diretta malissimo, tira fuori un'interpretazione sforzata e quasi grottesca.
Mamma mia Carrisi che volo in basso. E dire che il suo esordio lasciava ben sperare per il futuro. Manco il piccolo colpo di scena finale risolleva le sorti di questo film.

Goldust  @  07/06/2020 17:16:58
   6 / 10
Molto stile, alcuni buoni momenti di tensione, un detective stropicciato che rimanda a certa letteratura noir anni '50, un Dustin Hoffman a dir poco sottoutilizzato e ammiccamenti vari a "Sin City" e "Donnie Darko" soprattutto ( ma anche all'ultimo Avati, se non fosse che i film sono dello stesso anno ) . C'è tutto questo e ancora di più nel secondo film di Carrisi, che non senza ambizione mette in immagini il suo omonimo romanzo. Il risultato è in perenne oscillazione tra l'interessante e l'interlocutorio: trovo difficile catalogarlo e spiegarlo ulteriormente, andrebbe semplicemente visto senza però aspettarsi di trovarsi di fronte un prodotto convenzionale. Non lo è, almeno per il cinema italiano.

Budojo Jocan  @  03/05/2020 09:58:29
   4½ / 10
Ottima l'atmosfera da thriller, ma la trama più prosegui invece di chiarirsi si ingarbuglia sempre più e questa la trovo un'assurdità, quindi mi tocca stroncarlo. Mettici poi un doppiaggio da film di Pupi Avati e la barca è bella che affondata.

Invia una mail all'autore del commento bleck  @  20/04/2020 13:23:49
   5 / 10
Peccato perchè sarebbe potuto essere un grande film, con la storia giusta e degli attori straordinari. Invece Carrisi confeziona un esercizio di stile, caotico, confusionario, con dei salti temporali che lo rendono poco comprensibile, e con la presunzione che tutti quelli che vedono il film abbiano letto la sua opera (straordinaria) prima "Il Suggeritore".

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  08/04/2020 21:14:22
   5 / 10
PRESENZA DI SPOILER

C'è un momento nel film nella stanza delle persone scomparse (una buona trovata visiva), dove la stessa viene definita un limbo. Personalmente lo ritengo il senso stesso di questo film: rimane nel limbo. Una tavola apparecchiata con pietanze intriganti nell'aspetto, con bella argenteria per gustarle, ma dal sapore insipido. Nessuna delle due direttrici della storia riesce a convincere in pieno. Dei due filoni princiali della storia l'uno, quella con Servillo, mi è sembrato ridondante nella narrazione e sia pur valido visivamente, tende un po' troppo ad un eccessivo citazionismo, fra Donnie Darko, Avati ed Argento. Quello con Hoffman poco incisivo tanto che nella sua risoluzione si sentiva l'odore di V for Vendetta lontano chilometri. Un passo indietro per Carrisi che pur mostrando discrete capacità dietro la macchina da presa, mostra ancora limiti nel tradurre la sua stessa opera in qualcosa che sia equilibrato sia nella narrazione che dal punto di vista visivo. E non è un limite da poco, considerando che la materia in questione sono i suoi stessi romanzi.

wicker  @  07/04/2020 19:40:15
   6 / 10
Buon thriller di Carrisi ma per me meno bello della ragazza nella nebbia.
Perchè la trama soprattutto nella seconda parte è troppo caotica e confusionaria , troppi salti temporali che fanno solo caos . Per il resto la storia in sè non ha neanche troppo mordente ,si salva Servillo mentre Hoffman è un pò sprecato in ruolo troppo "statico".

ValeGo  @  02/04/2020 15:18:15
   7½ / 10
Secondo me leggermente inferiore rusdoetto alla ragazza nella nebbia ma comunque un ottimo thriller!

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  28/03/2020 23:19:53
   4½ / 10
Questo film vorrebbe replicare le atmosfere stile Sincity, prova ad essere Saw l'enigmista ed è pieno zeppo di attori che recitano davvero male.
Non lo salva il finale, che non trovo nemmeno molto originale...

Macs  @  25/03/2020 08:56:11
   4 / 10
Veramente insulso questo confusissimo tentativo di mescolare generi, Carrisi si monta la testa e dopo il buon esordio del primo film, confeziona una storia mal raccontata, cervellotica e in definitiva molto irritante per lo spettatore anche ben disposto. Si gioca al gatto col topo, sia sullo schermo, sia con lo spettatore, volendogli mostrare quanto e' piu' furbo e ingegnoso il regista, rispetto alle povere facolta' mentali dell'inerme uomo della strada. Esercizio di stile inutile e pretenzioso, un film che e' una presa in giro dell'arte del racconto, oltretutto con una messa in scena puerile e raffazzonata - due filoni narrativi tenuti nettamente separati, probabilmente per esigenze logistiche e di budget - e in aggiunta, un doppiaggio vergognoso di Dustin Hoffman. La Belle', lasciamo perdere, non si capisce se e' proprio lei incapace a recitare, o se e' stata doppiata a sua volta da una tizia a caso presa dalla strada. Brutto veramente, se volete un film "mindfuck" come si deve guardate per esempio "Enemy" di Villenueve, quello si che e' qualcosa di geniale e in cui non si tratta lo spettatore come un minorato mentale che non arriva a capire le grandi soluzioni narrative di un regista dalla mente superiore.

AMERICANFREE  @  20/03/2020 19:19:12
   7 / 10
Bel thriller , trama articolata ma ben sviluppata,ottima regia e suggestiva la location. Bravissimi gli attori, su tutti la ragazza. Di Carrisi ho preferito la ragazza nella nebbia

markos  @  16/03/2020 18:45:27
   7½ / 10
Non ho letto il romanzo. Film difficile., con colpi di scena...Non mi sento di criticarlo, perché sono quei film che ti lasciano con il dubbio fino alla fine.... E quindi sei lì che ci pensi anche il giorno dopo.
Azzardato.

Parcifal  @  16/03/2020 18:24:39
   9½ / 10
Stupendo! Mi ha preso di brutto fin dall'inizio.
Atmosfera pazzesca. Era tanto che non vedevo un bel thriller, ormai sono tutte ******.

the saint  @  16/03/2020 15:05:35
   6½ / 10
leggermente peggio della ragazza nella nebbia, comunque ottimo per i thriller che passano di questi tempi

truciolo  @  15/03/2020 23:06:00
   9 / 10
Veramente un bel thriller. Ottimo cast, musica ispirata e fotografia perfetta.
Magnifico il colpo di scena. Film da vedere e rivedere. Grande Carrisi.

Tuco ElPuerco  @  09/03/2020 08:00:00
   2 / 10
Uno dei film piu' pretenziosi che abbia mai visto. Non ho letto il libro, forse mi prenderò questa briga, parlo solo del film:
- la storia fa acqua da tutte le parti e si capisce subito che molte scene e molti concetti della trama sono messi li non tanto per un idea originale di base ma per far sensazione allo spettatore
- i rimandi a tanti altri film dello stesso genere sono innumerevoli, sia registicamente sia come sceneggiatura.Solo che il risultato è deludente
-Vedere Servillo e Hoffman , piu' in generale, il livello qualitativo di fotografia , colonna sonora , tecnica visiva, fa imbestialire. Perchè significa che i produttori , veramente, non ci hanno capito nulla.Come si fa ad investire per ottenere un prodotto finale cosi ridicolo?

PRETENZIOSO

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  04/03/2020 18:05:44
   5½ / 10
l'ottimo cast offre una buona prova.
Un'ambientazione fin troppo claustrofobica e una sceneggiatura a tratti inutilmente contorta rendono la visione non troppo scorrevole e rilassante.
Mi aspettavo molto di più.

marycoff  @  12/11/2019 12:32:43
   8½ / 10
Bellissimo film! L'atmosfera, la storia e i personaggi mi hanno lasciato il segno. Mi piace molto la scrittura e l'ingegno di Carrisi e in questo film ha saputo riversare tutte le proprie capacità narrative. Inoltre tutti i riferimenti a vari film sono delle chicche.

JOKER1926  @  11/11/2019 15:57:16
   6½ / 10
"L'uomo del Labirinto" è una nuova produzione di Carrisi, nel cast figurano nomi di spicco, ci riferiamo a Toni Servillo e Dustin Hoffman.
Il film non godrà di uno strascico mediatico smisurato e debordante, però, non passerà inosservato. Oltre al cast di primo ordine, il lavoro di Carrisi , non si presenta come film di facile lettura e comprensione; tale situazione crea un inesorabile fascino, ma contemporaneamente, può creare anche un terreno di vivaci critiche.

"L'uomo del labirinto" si presenta al suo pubblico in maniera alquanto emblematica, in questo film di Carrisi c'è molta atmosfera, prodotto cinematografico ispirato quindi a specifici contesti letterari, fra claustrofobia e mistero. Il genere che abbraccia tale film è indubbiamente quello del thriller, le atmosfere cupe e gli scenari enigmatici completano il quadro.
La confezione tecnica e visiva de "L'uomo del labirinto" è uno dei pregi più importanti del lavoro di Carrisi, senza dimenticare le ottime performance di Servillo e Hoffman , due ruoli agli antipodi, due grandi recitazioni impeccabili. Entrambi gli attori sono abbondantemente nella parte, Servillo ormai è una deus ex machina , va bene praticamente sempre ; il secondo è in un ruolo forse più semplice ed equilibrato, Hoffman ancora una volta perfetto, prestazione carica e viva.

Appurato il grande lavoro alla regia di Carrisi, notiamo anche delle altre cose in questo film, tutte situazioni legate alla narrazione e alla sceneggiatura.
"L'uomo del labirinto" cerca, in qualsiasi modo, di snocciolare la propria essenza su circuiti sofisticati dove il gioco mentale recita la parte fondamentale dell'azione. I risultati saranno discutibili.
La sensazione è che il film voglia aprire troppe strade ermetiche e complicate, a fine visione lo spettatore impiega un po' per rielaborare il tutto. A mente calda , molto probabilmente, la sensazione sarà quella di aver preso visione ad un film fin troppo astruso e anche inconcludente (nonostante il suo charme oggettivo). A mente fredda, in secundis, lo spettatore potrà "vedere" cose diverse. Noi restiamo scettici.

Cosa non funziona ne "L'uomo del labirinto?"

I film "cervellotici" sono sempre invitanti e stimolanti, però se alcune produzioni scelgono strade impercorribili, qualche problema , prima o poi, sbuca fuori. Il lavoro di Carrisi sembra esser molte volte smodato e fin troppo voglioso di voler "incasinare" situazioni semplici. "L'uomo del labirinto" poteva essere un thriller robusto e lineare, si sceglie la strada (zigzagante) del gioco piscologico, prende forma un impasto agrodolce. Troppe le situazioni che non tornano alla base, troppi gli episodi forzati.

Carrisi rischia troppo e confeziona un film lodevole nella forma ma fin troppo sfilacciato nei tessuti della sceneggiatura (la storia è apprezzabile in fin dei conti) , oltre alle incongruenze notiamo un'impalcatura tremendamente artefatta che butta dentro personaggi improbabili col solo intento di almanaccare un quadro di surrealismo e di mistero troppo chiuso nelle sue ritualità.

Prof  @  11/11/2019 12:49:23
   10 / 10
Sì, è un capolavoro da vedere subito. Attento ai singoli dettagli, fuorviante quanto basta per poter apprezzare le SS della Suspence&Surprice, è teso, delicato e originale al tempo stesso: ottimo Carrisi!

Wilding  @  07/11/2019 20:58:37
   5 / 10
Un bel passo indietro per Carrisi rispetto alla precedente pellicola. La storia, che già fa acqua di suo, accartocciandosi spesso su se stessa, non è molto originale, rimandandoci alle tante pellicole americane con il sociopatico di turno a farla da protagonista, con particolare attenzione a "Saw - L'Enigmista". L'ambientazione claustrofobica poi, soffoca la narrazione e i personaggi stessi, cui per fortuna danno "vita" due pezzi da novanta come Toni Servillo e Dustin Hoffman, oltre alla bravissima Valentina Bellè, a tratti magistrale. Senza di loro, questo secondo lavoro di Carrisi, non avrebbe neppure sfiorato la mediocrità. Spero che il romanzo da cui è tratto il film sia maggiormente affascinante e coinvolgente.

mrmassori  @  06/11/2019 09:05:47
   8 / 10
Questo film mi ha sorpreso in positivo; Carrisi ha saputo miscelare idee e tratti tipici di altre opere in un caleidoscopico thriller noir carico di tensione e spunti interessanti. Ci ho trovato chiari richiami e rimandi a Donnie Darko, Sin City, la nona porta, una pura formalità, saw, alle atmosfere e i personaggi kafkiani e chi più ne ha più ne metta. la regia è molto buona e la fotografia è veramente spettacolo, anche gli attori sono stati bravissimi a trasmettere quella tensione e quell'ambiguità che trasuda ad ogni scena. il finale poi mi ha spiazzato e ricomponendo il tutto è stato davvero una genialata. l'unica cosa che non mi è piaciuta è il doppiaggio di alcuni personaggi, che l'ho trovato forzato e fuori luogo. Per il resto un ottimo film particolare e originale.

Sabatoun  @  04/11/2019 20:57:09
   5 / 10
Non ho capito la scelta di collocare la storia in un non luogo / non tempo che disturba soltanto senza aggiungere nulla alla storia. Che è sufficientemente misteriosa e ben architettata, bisogna dirlo, ma boh copiare l'atmosfera di un libro di Kafka non mi è sembrato una scelta corretta. Con me non ha pagato. M'era piaciuto molto l'altro, dello stesso regista, ma in questo qui ha proprio esagerato. Bocciato

FABRIT  @  04/11/2019 18:56:52
   7 / 10
Un occasione sprecata, ecco quello che ho subito pensato uscendo dal cinema dopo avere visto L'uomo del labirinto, un film pieno di spunti interessanti, attori bravissimi, si resta incollati alla poltrona (quasi) fino alla fine, poi... ah maledetto finale... incasinatissimo!! che peccato!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011138 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net