l'immoralita' regia di Massimo Pirri Italia 1978
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'immoralita' (1978)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'IMMORALITA'

Titolo Originale: L'IMMORALITA'

RegiaMassimo Pirri

InterpretiMel Ferrer, Lisa Gastoni, Howard Ross, Ida Meda

Durata: h 1.49
NazionalitàItalia 1978
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 1978

•  Altri film di Massimo Pirri

Trama del film L'immoralita'

Piccola giustiziera dodicenne sistema la madre godereccia, il poliziotto che entra nel suo letto e un pluriomicida ferito.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,78 / 10 (9 voti)5,78Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'immoralita', 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  20/11/2017 15:02:42
   6½ / 10
Un pedofilo in fuga, una donna che non sopporta il marito paralitico e la figlia, una ragazzina dagli occhi di ghiaccio, una sorta di piccola Lolita all'italiana.
Pirri tratta in modo esplicito un tema scabroso, un film come questo ancora oggi solleverebbe discussioni; difficile dire se ci sia più coraggio o più furbizia nell'affrontare in tal modo l'argomento.
Pellicola non certo memorabile, ma un interessante prodotto del cinema italico degli anni '70 che, nonostante alcuni difetti, può soddisfare gli appassionati di un certo tipo di cinema.

mmagliahia1954  @  09/06/2017 12:51:19
   3 / 10
Film di un regista demente, assolutamente da censurare. Rappresenta un teatro dell'assurdo e un panorama non reale e disgustante nei contorni, oltre che nella storia di degradazione umana e morale che si voleva rappresentare. Fortunatamente tanta bruttura, seppur l'essere umano non ha limite, avrebbe per lo meno trovato un limite e una dimensione di freno in qualche protagonista. Un film incentrato su un pedofilo e su contorni e societa' che nemmeno nei posti degradati dellamerica latina ritroveremmo per caso tutti insieme radunati in un'unica storia.

Guy Picciotto  @  17/03/2016 00:37:05
   8 / 10
M.Pirri....regista eroico
questo e tunnel eroina...2 centri pieni
film italiani così politically scorrect ricordiamolo...ormai nn ne usciranno più

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  12/04/2015 14:56:07
   5 / 10
Film ambizioso che ho trovato parecchio noioso e mal riuscito.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  30/11/2012 17:52:08
   5 / 10
Gruppo di infoiati in un interno, per parafrasare un vero film di Luchino Visconti.

Seppure l'ultima parte sia buona, essa non cancella l'accozzaglia di noia, bruttume e confusione scritturale di questo film, una specie di rape&revenge al contrario. Gli anni '70 si sono divertiti anche troppo a rappresentare la crudezza, il nichilismo, l'insensatezza della violenza (e del sesso: direi che la scena hard sia un tantino esagerata). L'animalità era preferita al sentimento, ma alla lunga questa storia puzza di concettismo e di sbiadita originalità.
Rimane una curiosa interpretazione della Trentephol e due personaggi che sarebbero potuti essere interessanti.

gianni1969  @  24/11/2012 20:44:06
   7 / 10
tematiche che accomunano diverse analogie con il capolavoro "lo spirito dell'alveare". nel complesso un discreto prodotto,nonostante oggi risulti un po datato

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/12/2011 15:52:23
   5½ / 10
Il soggetto è interessante e pur non avendo lo spirito beffardo e l'inventiva, sono presenti echi bunueliani in questa storia piena di decadentismo di una società. Dalla famiglia, ai tutori dell'ordine, al semplice cittadino, ogni personaggio sembra non rispettare un ruolo prestabilito o almeno è messo in una luce molto diversa di come si possa immaginare. Il soggetto però non è supportato da una sceneggiatura all'altezza che esalta troppo il lato morboso e presenta buchi non indifferenti. Aspetti positivi comunque ci sono: il cast femminile. La bambina non si può dire che ricalchi stereotipi già usati e il suo sguardo glaciale rimane ben impresso nella mente e naturalmente Lisa Gastoni, una strega ancora ammaliante per tutta la popolazione maschile del paese.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  26/10/2011 11:33:53
   5 / 10
Ambizioso e malriuscito film di Massimo Pirri mosso dal desiderio di mettere in evidenza la decadenza dei rapporti familiari attraverso uno sguardo oltremodo disincantato e nichilista, traboccante egoismo e insensibilitÓ.
L'improbabilitÓ dell'intreccio Ŕ una debolezza non trascurabile ma non poi cosý determinante,a lasciare maggiormente insoddisfatti Ŕ lo spessore di personaggi sulla carta interessantissimi eppure trattati in maniera scellerata.
La bimba solitaria e bisognosa di attenzioni,il padre paralitico e disilluso,la madre ninfomane e serpe,dulcis in fundo, l'assassino pedofilo,che poi tanto cattivo non Ŕ (e sulla sua figura ingentilita ci sarebbe da discutere),sono tutti caratteri di grossolana consistenza,imperdonabile per una pellicola che ambisce a sondare gli aspetti psicologici lasciando sullo sfondo la componente thriller.
"L'immoralitÓ" patisce un forte immobilismo in una parte centrale interminabile,con personaggi limitati a ripetere il loro ruolo come fossero dischi incantanti.L'erotismo punteggia senza graffiare uno script che a un certo punto si gioca la carta dello shock, con una scena di sesso che proposta oggi scatenerebbe un putiferio di immane portata e francamente appare stonata anche per il contesto di allora con un Pirri che avrebbe fatto meglio a lasciare che il fattaccio si intuisse solamente.Quasi senza senso il branco di volontari che con metodi da Klu Klux Klan e con il benestare della polizia dÓ la caccia all'assassino,mentre il commissario Ŕ figura di patetico spessore,spesa in un finale spietato e senza speranza che finalmente regala qualche sussulto.
Il rapporto tra madre e figlia Ŕ ricollegabile a "La seduzione" di Fernando Di Leo,sarÓ anche per la presenza di una Lisa Gastoni matura ma sempre affascinante,contrapposta alla giovanissima Karin Trentephol poi scomparsa dagli schermi.

4 risposte al commento
Ultima risposta 01/12/2012 18.06.17
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  18/10/2011 11:27:42
   7 / 10
Buon film a cavallo tra thriller, poliziesco, ed erotico. Situazioni intriganti e plot che avvince nonostante le vicende siano trattate in modo abbastanza superficiale e sbrigativo. Si ha l'impressione che il contesto poliziesco/thriller sia un pretesto per inscenare un triangolo amoroso, per l'appunto, decisamente immorale, ma non per questo meno interessante e, perchè no, eccitante.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 primavere
 NEW
a casa tutti benealla ricerca di van goghbenedetta folliabigfoot junior
 NEW
black pantherc'est la vie - prendila come vienechiamami col tuo nomecinquanta sfumature di rossococo (2017)come un gatto in tangenzialecorpo e animadancer (2018)dickens: l'uomo che invento' il nataledownsizing - vivere alla grandeedhelella e john - the leisure seekerfabrizio de andre' - principe liberoferdinandfinal portrait - l'arte di essere amicifinalmente sposigli invisibili (2018)grace jones: bloodlight and bami
 NEW
hannahi primitivi - tutta un'altra preistoriail ragazzo invisibile: seconda generazioneil vegetaleinsidious 4: l'ultima chiavejumanji - benvenuti nella giungla
 NEW
la forma dell'acqua - the shape of waterla poltrona del padrela ruota delle meravigliela testimonianzala vedova winchesterland of smilesl'arte viva di julian schnabell'assoluto presenteleo da vinci - missione monna lisal'incantesimo del dragol'ora piu' buial'ultima discesal'uomo sul trenomade in italy (2018)marlina. omicida in quattro attimaze runner: la rivelazionemorto stalin, se ne fa un altromy generationnapoli velatanatale da chefoleg e le arti straneonce upon a time at christmasore 15:17 - attacco al trenopagine nascosteparadisepoveri ma ricchissimiprimal rage: the legend of oh-mahradius
 NEW
reset - storia di una creazione
 NEW
san valentino storiesslumber - il demone del sonnosono tornato
 HOT
star wars: gli ultimi jedisuper vacanze di natalethe disaster artistthe greatest showmanthe midnight manthe partythe post
 HOT R
tre manifesti a ebbing, missouritutti gli uomini di victoriatutti i soldi del mondoun sacchetto di biglievi presento christopher robinwonder

968859 commenti su 38807 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net