la kryptonite nella borsa regia di Ivan Cotroneo Italia 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la kryptonite nella borsa (2011)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA KRYPTONITE NELLA BORSA

Titolo Originale: LA KRYPTONITE NELLA BORSA

RegiaIvan Cotroneo

InterpretiLuigi Catani, Valeria Golino, Cristiana Capotondi, Luca Zingaretti, Libero De Rienzo, Massimiliano Gallo, Nunzia Schiano, Antonia Truppo, Giulia Pica, Vincenzo Nemolato, Fabrizio Gifuni, Monica Nappo

Durata: h 1.38
NazionalitàItalia 2011
Generecommedia
Tratto dal libro "La kryptonite nella borsa" di Ivan Cotroneo
Al cinema nel Novembre 2011

•  Altri film di Ivan Cotroneo

Trama del film La kryptonite nella borsa

Napoli, 1973. Il piccolo Peppino ha sette anni e la sua esistenza è segnata da una serie di bizzarre avventure ed eventi pesanti che ne segnano la crescita, come la morte del cugino Gennaro, chiamato Superman a causa dell’abitudine di andare in giro con tuta e mantellina sulle spalle a fermare gli autobus, alla ricerca della mitica kryptonite. A causa della depressione che ha colpito la madre Rosaria che, dopo aver scoperto che il marito Antonio la tradisce con un’amante più giovane, è in cura presso uno psicanalista consigliato dalla nonna, Peppino viene affidato a  Titina e Salvatore, i due folli zii ventenni, che lo condurranno in un girovagare continuo tra feste colorate in scantinati, movimenti femministi, sesso, sigarette di contrabbando, droga e alcol.  A fargli compagnia, ci sarà sempre il fantasma del cugino.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,74 / 10 (25 voti)5,74Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La kryptonite nella borsa, 25 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Jumpy  @  29/03/2016 22:39:41
   7 / 10
Neanche a me è sembrato un film particolarmente riuscito, a volte è un po' sconclusionato, la regia forse poteva essere migliore e più incisiva... ma non trovi sia il caso di stroncarlo.
E' originale, insolito e tra una risata e qualche battuta che invece fa riflettere affronta, forse in modo troppo semplicistico, temi profondi, amori, affetti...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

suzuki71  @  04/05/2014 18:48:22
   7 / 10
Un buon film, be interpretato da tutti e ben sceneggiato... particolarmente apprezzabile per chi ama Napoli, la sceneggiatura ne è intrisa fino all'osso...

FurFante9  @  08/01/2014 18:55:54
   6½ / 10
Come sotto:
"L'atmosfera dell'ambiente anni '70 a mio parere è ben curata e abbastanza riuscita.
I personaggi sono, a mio parere, ben delineati e definiti.
La storia invece mi ha lasciato un senso di incompiutezza, il film prometteva bene, ma a mio parere poteva essere più curato e avere più chiarezza nel finale.
Mi ha lasciato qualche spunto di riflessione, ma senza darmi troppe risposte su quello che il regista/autore del libro vuole realmente dire.
6 e mezzo penso sia il voto giusto".

Elmatty  @  02/01/2014 10:15:01
   7 / 10
Tutto sommato è un buon film.
Di per se la storia è abbastanza vaga, nel senso che racconta semplicemente un piccolo pezzo della vita di una famiglia napoletana, senza inserire una vera e propria trama.
Qui il regista sembra molto indeciso su quale genere affrontare: a volte da alla pellicola toni da pura commedia italiana, a volte invece vuole assumere dei toni drammatici e seriosi.
Detto questo, il film funziona abbastanza anche se non cattura particolarmente: troppa carne al fuoco in una durata corta e con personaggi un po' stereotipati.
Però, il tutto alla fine lo rende un film sicuramente lontano da definirsi bello ma comunque funzionante, che non annoia mai.

Invia una mail all'autore del commento franx  @  01/01/2014 22:53:38
   7½ / 10
Uno spaccato di vita senza fronzoli, realistico, con qualche spunto comico, idee originali, poetiche e qualche nota "storica" che non guasta mai.
I personaggi sono ben costruiti, con quel tanto che basta di esagerazione per renderli simpatici: sono molti, questo rende il film ancora più completo (ogni personaggio è come se fosse un "colore").
Ovviamente la "napoletanità" la fa da padrona, ma è solo l'ennesima nota di colore.
Molto buona l'idea di vedere il tutto con gli occhi del bambino, la sua fantasia e la sua "purezza".
Il dialogo finale superman - ragazzino ricorda nei contenuti la lezione di Robin Williams nell' ATTIMO FUGGENTE ("pericoli" del conformismo).
Un film che va seguito con attenzione per non perdersi nulla.

Gaza  @  03/12/2013 16:49:40
   6½ / 10
Mi è piaciuto molto Zingaretti in questo film.
Per quanto riguarda il film invece sono stato abbastanza sorpreso.
L'atmosfera dell'ambiente anni '70 a mio parere è ben curata e abbastanza riuscita.
I personaggi sono, a mio parere, ben delineati e definiti.
La storia invece mi ha lasciato un senso di incompiutezza, il film prometteva bene, ma a mio parere poteva essere più curato e avere più chiarezza nel finale.
Mi ha lasciato qualche spunto di riflessione, ma senza darmi troppe risposte su quello che il regista/autore del libro vuole realmente dire.
6 e mezzo penso sia il voto giusto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  11/12/2012 11:32:33
   5½ / 10
Film sconclusionato e poco convincente sotto molti aspetti e il regista ( che è anche autore del libro ) fa notare la sua scarsa attitudine al cinema. Una trama che tenta di dipingere un quadro degli anni '70 con risultati prevedibili e poco approfonditi anche se devo ammettere che qualche spunto interessante c'è stato. Diciamo che poteva essere migliore.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/11/2012 20:36:08
   5 / 10
Raro caso di film tratto da un libro e diretto dal suo stesso autore...e si vede che non si tratta di un regista.
Intanto in 90 minuti mette troppa carne al fuoco riempendo il film di personaggi di contorno che entrano ed escono dalla scena velocemente senza mai lasciare il segno (a parte il parente intelligiente che studia da anni la stessa materia).
La storia segue prima il figlio con lo strambo legame con i fratelli e poi la madre con i soliti problemi coniugali...poi di nuovo il figlio e poi di nuovo la Madre e cosi via...si ride di rado e il finale cerca di trovare la frase ad effetto risultando solamente ancora piu' tedioso ed inutile.
Sconclusionato...

Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  02/10/2012 08:18:48
   8 / 10
Ne avevo sentito parlare molto bene, ma non lo avevo visto.....poi ieri lo davano (a gratis) al Napoli Film Festival e ovviamente ho deciso di incamminarmi fino a Castel Sant'Elmo (sede del NFF e un po' lontanuccio da casa mia),anche perchè sarebbe intervenuto il regista....e...bhe, ero molto curioso di sapere che avrebbe raccontato.....lui che è anche scrittore,soprattutto, sceneggiatore di (discreto) successo.....
Il film è carinissimo:....maybe uno dei più divertenti che ho visto negli ultimi tempi: anche se si basa su una storia che allegra non è.....ha dei momenti comici assolutamente geniali e indimenticabili, capaci di far ridere all'unisono l'intera platea....
e del cast ne vogliamo parlare ????
Parliamone !!!!!
davvero bravi tutti.....anche gli attori secondari, come l'immortale Sergio Solli (il nonno)......e poi...vabbè....la Capotondi è sempre più dea....ma questa è un'altra storia....eheheheh...
Insomma.......devo solo andare a comperarmi il dvd, dove- a detta di Cotroneo- ci sono un po' di scene tagliate che avrebbero meritato di comparire nel film....e io voglio vederle...sono curiosooooooooooooooooooooo !!!!
ah...ieri tra il pubblico c'era pure Luigi Catani, ma.....se ne è stato zitto zitto e non è voluto intervenire....e vabbè....

crayon  @  13/07/2012 13:47:57
   6½ / 10
Film leggero, un acquerello dell'Italia a cavallo tra '60 e '70. Meglio per questo film non avere troppo spessore, qualsiasi pretesa di riflessioni profonde che pur avrebbero potuto essere inserite (la disillusione delle aspettative dei giovani hippie e quindi una critica al '68) sarebbe risultata indigeribile.

Il film si segue bene, umorismo leggerino ma intelligente e gradevole.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

La regia c'è. C'è uno stile, non forse originalissimo (mi ha ricordato molto Wes Anderson dei Tenenbaum e Darjeeling), ma c'è. C'è una forte idea visiva, che nei titoli americaneggia un po, ma tant'è, non è peccato.
Un esempio:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

La pecca del film, come di molto cinema italiano, è proprio la sceneggiatura. Ed è paradossale se si pensa che questo regista è uno sceneggiatore. Forse è l'emblema del male del cinema italiano, quello per cui tutti vogliono fare "i reggisti" e si concentrano maggiormente a ricercare soluzioni di regia piuttosto che di narrativa.
L'intreccio è carente. Si può affermare che non esista proprio. Di fatto non succede nulla. Vediamo succedersi piccole situazioni in cui non accade nulla.
Le situazioni sono gradevoli e questo salva il film.

Attori in buona forma. Solo il superman mi è sembrato overacting. Probabilmente la Golino o si ama o si odia. Io la amo. Minimalista. Non un gesto di troppo. Bella.
Il bambino è troppo bello per essere un brutto. Un po più di coraggio di portare sullo schermo un vero ranocchio mi sarebbe piaciuto di più.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  30/05/2012 11:03:38
   6½ / 10
Sarà Napoli a salvare il cinema italiano? La domanda sorge spontanea visto il continuo affacciarsi di nuovi interessanti registi nel panorama sempre più avvilente del cinema nostrano. Da Martone a Capuano passando per Corsicato, Garrone (napoletano di adozione oramai)De Lillo fino a Paolo Sorrentino difficilmente si può accusare la cinematografia d'autore campana di essere banale.
Sebbene opera prima Cottoneo è un'apprezzatissimo sceneggiatore e in questo suo primo film riesce a mettere in scena una deliziosa commedia che paradossalmente ha il suo punto forte nella regia mentre pecca proprio nella fase di sceneggiatura.

Cottoneo porta in scena un cinema moderno, costruisce personaggi interessanti da ritmo ed ha stile da vendere.
Peccato che però alla fine non si riesca a comprendere realmente quale sia il fine di questo film. Cottoneo si perde nei suoi personaggi e nell'iperbole del racconto cerca la storia corale ma ahimè la sensazione che lascia è quella dell'incompletezza.

Ad ogni modo va premiato il coraggio e lo stile anche se c'è ancora molto da migliorare.

5 risposte al commento
Ultima risposta 14/06/2012 02.09.53
Visualizza / Rispondi al commento
C.Spaulding  @  30/05/2012 01:30:47
   5 / 10
Non mi ha convinto per niente. Noiooooosoooo !!!

werther  @  07/05/2012 21:27:18
   5 / 10
Un film che racconta una situazione disagiata,molto veritiero ma anche molto triste e più che una commedia a me è sembrato drammatico,si ride poco e quindi ciò che dovrebbe alleggerire le situazioni pesanti che si presentano non riesce a farlo protraendo quella sensazione di disagio e tristezza per tutta la durata.Sceneggiatura a tratti noiosa,delizioso il bambino.

vale1984  @  24/04/2012 20:07:26
   6 / 10
film particolare e potenzialmente molto interessante che però resta sospeso, non mi convince e non coinvolge...la figura del bambino e del supereroe è molto bella, il finale poco convincente.

calso  @  20/04/2012 09:04:35
   6 / 10
Storia incentrata attorno ad una famiglia in cui spiccano vari problemi, il bambino preso ingiro, liti tra moglie e marito, giovani sessantottini...un buon mix che però resta un pò fine a se stesso, fa sorridere ma non decolla mai...

floyd80  @  30/03/2012 11:45:01
   6 / 10
Una pellicola piacevole e a tratti divertente con dei bravi protagonisti Zingaretti e (clamoroso!) Capotondi su tutti.
Purtroppo un ritmo non proprio veloce, una Golino sempre con la stessa faccia (ma la capite quando parla?) e un difetto del cinema italiano di girare tutto in cucina e camera da letto fanno scivolare questa pellicola nelle tante promesse non mantenute. Peccato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  15/03/2012 22:37:58
   4½ / 10
Film assolutamente poco convincente. Un esordio alla regia non riuscito. Sceneggiatura sciatta, regia non pervenuta, personaggi poco approfonditi e ritmo inesistente rendono la visione alquanto noiosa.

sandrone65  @  14/03/2012 08:32:28
   5 / 10
Commedia che ruota intorno a Peppino, bimbo che si ritrova a venire al mondo in un ambiente non ostile ma nemmeno favorevole: un padre che a modo suo cerca di aiutarlo ma che appena può se ne libera, una madre pure affettuosa ma che lo perde totalmente di vista quando la sua emotività è scossa, zii e parenti disadattati che peggiorano la situazione. Il cast degli attori è buono, a partire da Zingaretti e Valeria Golino. Il film però è singolarmente piatto, la regia e la sceneggiatura funzionano proprio maluccio. La vicenda si trascina stancamente pur con qualche trovata simpatica (come i tre pulcini presi pari pari dai tre cani di "Un pesce di nome Wanda"). Il finale è particolarmente banale con il sermoncino secondo cui ognuno deve trovare la propria identità nella propria originalità, sintesi del messaggio che intende dare il film per chi non lo avesse ancora capito.

RHCP  @  31/01/2012 09:43:58
   6 / 10
E' l'esordio come regista di Ivan Cotroneo, a noi già noto come sceneggiatore di "Mine Vaganti" e "la prima linea".
Il film narra della storia di un bimbo con gli occhiali dalla famiglia alquanto scombinata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
La narrazione scorre lentamente, quanto basta per caratterizzare a pieno i personaggi, ed è accompagnata da un sottile umorismo.
Molto bravi gli attori.

Regista Ricky  @  10/12/2011 11:43:12
   1 / 10
chi ha scritto di aver passato il film con il sorriso sulla bocca mi dica che film ha visto perchè lo voglio vedere anche io.

una mattonata di film, inutile, pieno di luoghi comuni dal bullo, alla famiglia spezzata, al ragazzo sfigato con i complessi alla zia tro.ia che si droga e in più un adulto che da la droga al bambino.
senza parlare del maltrattamento agli animali

bel film di me.rda. diseducativo e noioso.

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/01/2012 09.37.09
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento agentediviaggi  @  01/12/2011 21:50:06
   4 / 10
Veramente pessimo; mi sono fatto convincere a vedere questo film a cui alcuni giornali italiani avevano dato 3 stelle o forse se le è messe il regista da solo. Centomilionesima storia italiana che parla della crisi di coppia (stavolta senza la Buy o la Mezzogiorno) vista però dagli occhi di un bambino bruttino e difficile (uh che originalità) in una Napoli anni 70. Regia nulla, qualche balletto carino, qualche musichetta rigorosamente anni 70, la solita famigliola stralunata sullo sfondo di una Napoli che vorrebbe (?) essere poetica e solita morale inconcludente e confusa (....)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

polbot  @  16/11/2011 15:56:22
   5½ / 10
Un'occasione secondo me persa. Gli strumenti (attori) c'eran tutti, ma manca la regia e la scenggiatura.. attraverso gli occhi di un ragazzino si scopron (superficialmente) le persone della sua vita di cui in fondo nessuno si prende cura... tanto meno il regista! Rimane un film SOLO simpatico

marcodinamo  @  14/11/2011 11:25:33
   4 / 10
A volte mi domando cosa spinga attori affermati a s*******rsi in film di questo genere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/11/2011 23.22.38
Visualizza / Rispondi al commento
The Legend  @  06/11/2011 18:20:03
   7½ / 10
Un’ora e mezza passata in modo frizzante e (spesso) col sorriso sulla bocca, merito della colorata galleria di personaggi che si incastrano alla perfezione in questo riuscito mosaico di comicità e dramma napoletano.

In sala, la gente ha riso spesso: quale indice migliore del livello di gradimento di una storia e dei suoi attori ?

Invia una mail all'autore del commento Andrea Lade  @  04/11/2011 22:46:38
   5 / 10
Per me è la tipica operazione commerciale,che vuole fare botteghino, di un certo cinema all'italiana con tanto di cartolina turistica da Procida. Dialetto napoletano,battute nazional popolari,ammiccamenti turistici e danze popolari. La reale bravura degli attori e la poesia appena percepita degli occhi di un bambino un po' surreale non mi sono serviti a gradire un film sostanzialmente vuoto. E pensare che ho fatto di tutto per avere i biglietti..che spreco.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011065 commenti su 44504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net