la duchessa di langeais regia di Jacques Rivette Francia, Italia 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la duchessa di langeais (2007)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA DUCHESSA DI LANGEAIS

Titolo Originale: NE TOUCHEZ PAS LA HACHE

RegiaJacques Rivette

InterpretiJeanne Balibar, Guillaume Depardieu, Hélène Liber, Bulle Ogier, Michel Piccoli

Durata: h 2.17
NazionalitàFrancia, Italia 2007
Generestorico
Al cinema nel Luglio 2007

•  Altri film di Jacques Rivette

Trama del film La duchessa di langeais

Armand de Montriveau, giovane e attraente generale francese, ritrova nell'isola di Majorca come suora di clausura la duchessa Antoinette de Langeais, di cui si era perdutamente innamorato cinque anni prima. Riviviamo da questo momento le varie fasi di una passione maschile abilmente contrastata da una donna attratta ma non disposta a cedere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,50 / 10 (3 voti)5,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La duchessa di langeais, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gioyest  @  06/03/2010 03:09:00
   4 / 10
Oggetto di studio su come non fare un film. Le interviste degli extra rivelano per ammissione degli stessi oratori le debolezze della preproduzione. Particolarmente fastidiosi anche alcuni movimenti macchina (ad es. inedito carrello a sinistra e poi a destra.... cosa starà mai a significare se non la presenza stessa del carrello???). L'insieme rivela una fattura da "mestieranti scazzati", atmosfera travasata certamente al personale artistico che nonostante le potenzialità non brilla mai di luce propria, oppresso da una regia plumbea.

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  21/02/2008 18:04:58
   6 / 10
Ormai questi film li fanno solo Rivette e Rohmer... C'è un'idea di cinema legata molto più al romanzo e alla letteratura che non al culto dell'immagine. Da notare, però, i primi piani fissi sui due protagonisti mentre si ascoltano: all'inizio del film è il volto di Depardieu ad "occupare" lo spazio visivo dell'inquadratura, mentre fuori campo scorre il récit (l'ultimo) di Antoinette dietro le sbarre della clausura; prima dello scioglimento finale, la stessa inquadratura è riservata a Jeanne Balibar che ascolta le dure parole di Armand.
Una menzione va data alle ottime scenografie e ai costumi.
Molto bella la prima inquadratura fissa al centro del salone aperto su Parigi.

Invia una mail all'autore del commento Adriano Lotito  @  23/11/2007 18:53:30
   6½ / 10
In questa stagione ricca di blockbuster americani e di superstar spunta un piccolo gioiello francese appartenente a quel cinema d’autore che ormai si vede molto raramente. “La duchessa di Langeais” è tratto dall’omonimo romanzo di Honorè de Balzac che parla di un difficile rapporto fra un giovane generale napoleonico e una ricca e bella duchessa, vittime di una società in cui l’apparenza e il costume erano la cosa più importante. Il regista si muove con abilità fra i meandri dell’irrazionale animo umano con un tono piuttosto distaccato grazie al quale fa emergere l’eccezionale bravura dei due attori protagonisti, Jeanne Balibar e soprattutto Guillame Depardieu che si dimostra all’altezza del padre. Bravi anche i comprimari, in particolare Remo Girone e Michael Piccoli. Il film è impostato proprio come un libro e sembra quasi di sfogliarlo poiché ogni scena inizia con lo sfondo nero e una battuta presa dal libro.
Un giovane generale napoleonico viene invitato a casa di una duchessa famosa. Scoppia la passione dell’uomo ma la duchessa non cede e non vuole essere posseduta. Allora lui se ne va e lei sentendone la mancanza lo insegue vanamente rendendosi conto che lo ama davvero dopodichè si rinchiude in un convento delle carmelitane scalze. Il generale dopo cinque anni di ricerche la scopre e con un gruppo di uomini va a riprenderla ma lei intanto si è tolta la vita, l’unica estrema azione in grado di porre fine alla fatale relazione.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008435 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net