kardiogramma regia di Darezhan Omirbayev Kazakhstan 1995
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

kardiogramma (1995)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film KARDIOGRAMMA

Titolo Originale: KARDIOGRAMMA

RegiaDarezhan Omirbayev

InterpretiZhasulan Asauov, Gulnara Dusmatova

Durata: h 1.15
NazionalitàKazakhstan 1995
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 1995

•  Altri film di Darezhan Omirbayev

Trama del film Kardiogramma

-

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,75 / 10 (2 voti)7,75Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Kardiogramma, 2 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Josh84  @  20/10/2019 13:59:23
   7½ / 10
Cinema kazacho, questo sconosciuto. Uno spettatore che fa la sua primissima incursione con un film prodotto nell'"estremo" Est, fin dai primi minuti durante la visione de "Kardiogramma" potrebbe domandarsi:
--- Ma che kazacho sto guardando? ---
Oh stiamo parlando di Darezhan Omirbayev uno dei registi più influenti dell'ex Unione Sovietica, o meglio del Kazakistan di che gira un film dalle venature fortemente autobiografiche, un film fortemente voluto dal director in questione.
Si può pensare, in sostanza, come un remake di Kaırat . Un remake, con un bambino protagonista anziché un ragazzo sui vent'anni, il girato a colori che sostituisce il precedente Black & White, una struttura narrativa più accessibile e un utilizzo del simbolismo filmico più comprensibile.
Un'ironia che ho notato: "Kaırat" ha un titolo kazako e usa dialoghi esclusivamente russi; mentre "Kardiogramma" c'ha un titolo russo ed utilizza una combinazione di dialoghi sia kazaki che russi.
Fin dai primi minuti facciamo la conoscenza di Jasulan che risulta a tutti gli effetti un solitario, per natura e per circostanze, proveniente da una "landa" desolata. Nel suo habitat naturale, praticamente sperduto, le pianure della campagna sono spazi enormemente aperti. Un contrasto non piacevole diventa presto evidente con il suo posto di esilio: un sanatorio, in sostanza un edificio freddo e debolmente illuminato popolato da bambini che parlano una lingua diverso, un luogo per convalescenti, non è diverso da altri tipi di istituti, ad esempio un collegio. Parlare di cameratismo sarebbe un eufemismo, parlare invece di bullismo direi che l'elemento si incasella perfettamente.
Il voyeurismo sembra essere uno degli elementi primari per non parlare di quell'introspezione che risulta impossibile non notare. Per Jasulan, che è esiliato in più di un modo, tenuto in isolamento tra pari culturalmente diversi che parlano solo russo, via via si assististe a un netto contrasto tra l'esistenza apatica delle steppe kazache ad una fredda istituzione cittadina.
Infatti, a tal proposito, è possibile tracciare un confronto: una steppa sembra uguale all'altra, mentre al Sanatorio i corridoi e le scale si ripropongono. E dove conducono è difficile dirlo. Magari si potrebbe ipotizzare verso altri corridoi o scale. La doccia è sotto sotto l'unico luogo "catartico", ed un inizio per la pubertà per Jasulan visto che trova modo di spiare le donne nude grazie ad una crepa, soprattutto una giovane infermiera di cui sembra essersi infatuato ed attratto.
Quindi, per il ragazzino, oltre ad adattarsi al Sanatorio, il film parla della crescita e dell'identificazione.
Jasulan, percepisce la bellezza che lo circonda con i suoi occhi. Per lui, sbirciare una donna nuda sotto la doccia equivale ad ammirare quasi poeticamente l'immagine di una donna nuda in una riproduzione di un nudo artistico su una rivista. Non c'è posto per la volgarità, il cinismo e la pornografia. Omirbaev entra silenziosamente ma imperiosamente rafforzando l'effetto visivo con una narrativa fuori dallo schermo sulla comprensione della bellezza nei trattati filosofico e non viene esplorata una vera e propria distinzione tra amore e risveglio sessuale.
Il lungometraggio non ha molti dialoghi, ma visivamente è dettagliato. Jasulan è una specie di prisma o meglio una lente d'ingrandimento attraverso la quale anche lo spettatore vede i dettagli minori in maggiori.
A livello formale, "Kardiogramma" risulta estremamente raffinato. Secco, dai colori quasi tediosi, ritmo lento unita ad austerità che sottolinea un contesto globalmente non proprio spensierato dove si va avanti per inerzia.
Kardiogramma dispone di una parabola più grande di quel che si pensa e naturalmente più oscura: La capitale ex sovietica di una nazione diventata da poco indipendente (visto che stiamo parlando di un film datato 1995) che transita in un difficile passaggio. C'è una sorta di estraniamento sostenuto in un ambiente che privilegia la lingua russa. Tutto sommato, il film di Omirbaev è una storia di alienazione, un ritratto dell'apparente dicotomia tra spazi urbani e rurali.
Di conseguenza, la narrazione rimane libera, senza agire in modo arbitrario. Un'ambivalenza simile circonda le figure sempre circondate da un'aura indefinita in un film in cui le parole sono spesso sostituite da sguardi narrativi, difatti ci sono sequenze che non possono essere completamente decifrate.
Lo stile di Omirbayev è laconico, dispone di un sobrio realismo e liberato da qualsiasi espediente messo in scena. La stilizzazione deriva principalmente dalle omissioni e dalla focalizzazione su singoli elementi. Basta prendere in esame la zuffa tra Jasulan e uno dei bulli, che il regista decide di non mostrare.
L'atmosfera unita ai singoli suoni isolati che accentuano gli eventi sullo schermo e vengono riproposti più e più volte: gli schizzi del flusso di urina, il cigolio di una porta o una distorsione che danno ulteriore idea della natura del film.
In conclusione il film è da visionare, ma non è uno di quei prodotti da "divorare" assieme ai pop corn, ci si deprime però sgancia riflessioni non da poco visto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DarkRareMirko  @  20/04/2009 23:47:57
   8 / 10
Film risultante molto più scorrevole rispetto a Shuga, e questo è senza dubbio un merito.

Il film narra della difficile esistenza di un ragazzino, con problemi al cuore (da qui il titolo del film), all'interno di un riformatorio maschile, credo russo.

Tra goliardie varie (che includono anche torture psicologiche notturne) e spiate a graziose donne intente a farsi la doccia, l'esistenza trascorre sino alla (almeno presunta, visto che non è che si capisca benisismo) fuga finale del protagonista.

Aspetto tecnico sempre indubbiamente buono (sopratuttto visivamente), meno noia rispetto alla più recente (2007) opera di Omirbayev.

Da scoprire.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a' la recherchea passo d'uomoamazing - fabio de luigi - stagione 1anatomia di una cadutaancora volano le farfalleappendagearkie e la magia delle luciassassinio a veneziaasteroid cityballerina (2023)bersaglio d'amorecallas - parigi, 1958casanova operapop - il filmcassandroc'e' ancora domanicento domenichecimitero vivente - le originicinque stanzeclub zerocomandante (2023)
 NEW
con la grazia di un diodark harvest
 NEW
diabolik chi sei?do not disturb (2023)doggy styledogman (2023)
 NEW
doppia coppiadoppio passodream scenario - hai mai sognato quest'uomo?enzo jannacci vengo anch'iofair play (2023)felicita'fisherman's friendsfive nights at freddy'sflora and sonfoto di famiglia
 NEW
godzilla minus onegood vibesgorgonagran turismo - la storia di un sogno impossibileheartless - senza cuoreholiday
 NEW
home education - le regole del malehunger games - la ballata dell'usignolo e del serpente
 NEW
i limoni d'invernoi mercen4ri - expendablesil caftano bluil canto del pavoneil castello invisibile
 NEW
il cielo bruciail confine verdeil convegnoil faraone, il selvaggio e la principessail grande carroil lato oscuro della luz del mundoil libro delle soluzioniil meglio di teil migliore dei mondiil mio amico tempestail mio grosso grasso matrimonio greco 3il paese dei jeans in agosto
 NEW
il paese del melodrammail pi¨ bel secolo della mia vitail terrorista nella testain fila per duein the fireinfinitiio capitanojoika - a un passo dal sognokillers of the flower moonla caduta della casa degli usher - miniseriela chimerala festa del ritornola fortuna e' in un altro biscotto
 NEW
la guerra dei nonnila guerra del tiburtino iiila moglie di tchaikovskyla seconda chancela sediala verita' secondo maureen k.l'altra vial'esorcista: il credentel'imprevedibile viaggio di harold fryl'invenzione della nevelubol'ultima luna di settembrel'ultima volta che siamo stati bambinimafia mammamamma qui comando iomary e lo spirito di mezzanotteme contro te: il film - vacanze in transilvaniami fanno male i capellimimi' - il principe delle tenebremisericordiamurnapoleon (2023)nata per tenessuno ti salvera'non credo in nientenormalenyad - oltre l'oceanoold dadspain hustlers - il business del dolore
 NEW
palazzina lafpasolini. cronologia di un delitto politicopatagoniapaw patrol - il super filmpetites - la vita che vorrei... per tephobiapovere creature!quiz ladyreptileretributionriabbracciare parigirustinsaw xsick of myself
 NEW
silent night - il silenzio della vendettaslotherhouseslysoldato petersorella mortestrange way of lifesuitable fleshtalk to me (2022)thanksgiving (2023)the burial ľ il caso o 'keefethe creator
 NEW
the holdovers - lezioni di vitathe killer (2023)the marvelsthe new toythe nun 2the old oakthe palacethe pigeon tunnel - ritratto di john le carre'
 NEW
the piper (2023)titinatotally killertrenque lauquentrolls 3 - tutti insieme
 NEW
un anno difficileun weekend particolareuna sterminata domenicauomini da marciapiedevolevo un figlio maschioyuku e il fiore dell'himalaya

1045107 commenti su 50079 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

EL CUCOKILLING GAZAMIRANDA'S VICTIMNEXT SOHEEOOP SAGASI SALVI CHI PUO'!THE MARSH KING'S DAUGHTERTHE SOUND OF SUMMERTHIS IS MY LANDů HEBRONWHERE THE DEVIL ROAMS

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net