il viaggio nella luna regia di Georges Méliès Francia 1902
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il viaggio nella luna (1902)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL VIAGGIO NELLA LUNA

Titolo Originale: LE VOYAGE DANS LA LUNE

RegiaGeorges Méliès

InterpretiGeorges Méliès, Bleuette Bernon, Victor André, Farjaut, Kelm

Durata: h 0.15
NazionalitàFrancia 1902
Generefantascienza
Al cinema nel Febbraio 1902

•  Altri film di Georges Méliès

Trama del film Il viaggio nella luna

Un gruppo di astronomi si imbarca, tramite una capsula sparata da un cannone, in una spedizione sulla Luna. Qui verranno a conoscenza dei Seleniti e ne finiranno prigionieri per opera del loro Re.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,31 / 10 (49 voti)8,31Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il viaggio nella luna, 49 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Jumpy  @  03/04/2022 16:34:04
   10 / 10
Un lavoro del genere, fatto nel 1902 non può che avere il voto massimo.
Anche se non si può neanche parlare di un vero e proprio film (è un corto e le scene sembran riprese in teatro con fondali mobili) è geniale per alcune trovate

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e per la realizzazione, davvero rivoluzionaria ed innovativa per l'epoca.

Merlino95  @  25/08/2021 13:46:37
   8 / 10
Film capolavoro di Melies, primo film di fantascienza della storia e ancora oggi nella sui ingenuità divertentissimo , non so se sia il film più bello di Melies ma è sicuramente il più famoso.Il film come i classici film di Melies è una narrazione a quadri macchina da presa distante che riprende un 'quadro' qui siamo ancor nel cinema delle attrazioni dove il montaggio è usato solo per fare trucchi(stop motion,dissolvenze,giochi col fumo...) e sono straordinari,14 minuti che volano scenografie fatte da Melies mostruose, ogni quadro è una ****ta, cinema completamente diverso da quello di ora ma non per questo meno bello. L'immagine del razzo nell'occhio della luna è l'immagine più iconica della storia del cinema insieme a poche altro. Film immortale!!!

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  11/11/2018 21:34:07
   8 / 10
Un imperdibile corto che ha fatto la storia del cinema: probabilmente il primo a tema fantascientifico. Una trama semplice, arricchita dalle tipiche gag dell'epoca (gente che cade, eventi assurdi, folle esultanti) e da effetti speciali immagino strabilianti per il tempo. Non per niente il regista era l'aiutanti di Houdini! Curioso e allo stesso tempo affascinante. Da vedere almeno una volta!

marcogiannelli  @  20/01/2017 19:45:25
   9½ / 10
La nascita del cinema, la nascita della fantascienza

david briar  @  03/10/2015 15:54:34
   10 / 10
Da amare incondizionatamente,se si ama il cinema vero.Emozionante rivederlo adesso,dopo 113 anni,commovente,divertente,ingenuo,innovativo,semplice,diretto,come doveva essere per chi l'ha visto quando uscì(quanto li invidio..)Citato e stracitato,anche di recente,da Myiazaki per esempio.Capolavoro assoluto..

GianniArshavin  @  25/05/2015 09:05:32
   8 / 10
Con questo "Viaggio sulla luna" ,datato 1902, ha inizio ufficialmente la grande storia del cinema. Méliés ,regista avanguardista e parecchio avanti per la sua epoca, riesce con semplicità e talento a costruire una storia fantastica e visionaria , fatta di stupende scenografie , effetti speciali inauditi per il periodo e tanta passione che hanno giustamente consacrato questa pellicola a vero punto fermo per tutti gli appassionati di cinema.

Dunque un prodotto che malgrado la sua età preistorica e la pochezza di mezzi a disposizione riesce ancora oggi a stupire ,e lo testimonia l'ormai celeberrima immagine della luna e del razzo,rimasta negli annali della settima arte.

ferzbox  @  16/03/2015 18:44:36
   8½ / 10
Le opere di Georges Mèliès sono innumerevoli,ma "Viaggio nella luna" è probabilmente uno dei più rappresentativi tra quelli rimasti impressi nell'immaginario collettivo.
Ho deciso di riguardarmelo(tempo fa vidi alcuni lavori di Mèliès,tra cui questo) perchè volevo dedicare un commento ad uno dei primi registi leggendari della storia.....e poi perchè dopo aver visto "Hugo Cabret" di Scorsese mi ero ripromesso di farlo.
Ebbene,"Viaggio nella luna" è talmente ingenuo ed innocente che non si può rimanerne indifferenti; la mancanza di conoscenze scientifiche rendevano questo viaggio di Astronomi una sorta di "Alice nel paese delle meraviglie",dove la luna era vista come un luogo abitato da popoli alieni con strani costumi e usanze....tant'è vero che gli stessi protagonisti sono costretti a scappare dalle loro grinfie per poter tornare a casa.
La cosa sorprendente dei film di Mèliès è l'incredibile cura scenografica,piena di elementi artigianali ed effetti speciali che per l'epoca dovevano davvero risultare sorprendenti(basti pensare all'arrivo del siluro sulla luna; non tanto la famosa immagine del volto lunare,ma la scena seguente dove si vede il razzo atterrarre come se fosse stato lanciato da chissà dove e subito dopo vederne uscire degli esseri umani(si trattavano di giochi di montaggio strabilianti,se si pensa all'epoca).
Altra caratteristica straordinaria erano i personaggi,le loro pantomime ed i costumi; un misto tra teatro,avanspettacolo e il futuro concetto di cinema con numerosi figuranti....non è semplice oggi riuscire a controllare un numero così elevato di persone in scena; Mèliès ne creava addirittura scene coreografiche......ci credo che sia rimasto nella storia...
Poi ci sono immagini bellissime,come l'alieno che si aggrappa al missile in caduta nell'oceano(esempio lampante,tra l'altro,dell'ingenuità che ho citato prima; basta far cadere un missile da un dirupo lunare ed esso casca perfettamente sulla terra.....quelli della NASA ci metterebbero la firma).

Un gioiellino da vedere che giustamente ha lasciato la cicatrice.....

wight  @  23/12/2013 14:55:41
   10 / 10
Bellissimo vederlo adesso, geniale per l'epoca. C'è di tutto: ironia, fantasia, effetti speciali e un pizzico del gusto della belle epoque.

7219415  @  11/04/2013 17:34:54
   8 / 10
Non c'è che dire...notevole per l'epoca...

Ciaby  @  18/11/2012 15:51:10
   10 / 10
Al di là della sua imprescindibilità storica, un film che, a distanza di più di 100 anni, riesce ancora ad avere un potentissimo immaginario visivo. E incanta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  22/06/2012 15:06:59
   8½ / 10
Con Méliès il cinema fantascientifico muove i primi passi. "Il viaggio nella luna" è indubbiamente un capostipite del genere, che oggi è ridotto a mostrare vagonate di effetti speciali ammaliando così lo spettatore, che spesso pensa che il cinema fantascientifico sia un videogioco. Difficile, se non impossibile, dare un voto ad un film del genere, che presenta solo i rudimenti di quello che oggi è diventato il cinema. Il voto così alto è dovuto più che altro al valore del film.

Oskarsson88  @  05/05/2012 13:26:11
   7 / 10
difficile dare un voto ad un film di un'epoca così antica, comunque complimenti per l'innovazione!

speXia  @  06/11/2011 01:02:23
   8½ / 10
Il re dei film fantascienifici!

sonoalessio  @  09/06/2011 09:12:19
   1 / 10
il nuovo sport nazionale delle pecore: rifilare sfilze di 10 a film di 100 anni fa il cui valore non è neppure contestualizzabile se rapportati ai film di oggi

42 risposte al commento
Ultima risposta 05/03/2018 19.52.55
Visualizza / Rispondi al commento
Peters  @  03/04/2011 02:20:13
   10 / 10
Un cortometraggio magico, una volta avevano altri criteri nel fare cinema, non come i *****ni troioni di oggi

roccox  @  03/04/2011 02:08:38
   10 / 10
perche spaccarsi il ***** a vedere le più grandi minchiate oltretutto in 3d... QUESTO è IL FILM.. intramontabile! è come il diamante, PER SEMPRE

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/04/2011 02.17.10
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  18/01/2011 16:31:59
   10 / 10
Quando si pensa a "Il viaggio nella luna", la mente va subito alla prima, mitica idea degli esordi della cinematografia. Essa veniva pensata come un'arte che stabiliva le sue "regole" nel farsi del processo creativo. Con la sua lunghezza (14 min), questo film francese proiettato nel 1902 rappresenta una rivoluzione se paragonato ai filmati di due min solitamente realizzati all'inizio del sec scorso. "Il viaggio nella luna" rifletté in maniera diretta la personalità istrionica del suo regista, Georges Méliés, il cui passato di attore teatrale e illusionista influenzò la realizzazione del film. La pellicola sperimenta coraggiosamente alcune delle tecniche cinematografiche, come le sovrimpressioni, le dissolvenze e le prariche di montaggio che in seguito sarebbero state ampismente adottate. A dispetto della semplicità dei suoi effetti speciali, il film é di norma considerato il primo esempio di cinema di fantascienza. Esso offre molti elementi caratteristici del genere - una nave spaziale, la scoperta di una nuova frontiera - e stabilisce molte delle sue convenzioni. Méliés crea un film degno di un posto d'onore tra le pietre miliari della storia del cinema. Nonostante il carattere surreale. "Il viaggio nella luna" é un film innovativo e divertente, capace di combinare i trucchi del teatro con le infinite possibilità del mezzo cinematografico. Méliés, l'illusionista, era un orchestratore più che un regista; contribuì al film anche come sceneggiatore, attore, produttore, costumista, scenografo e operatore,creando effetti speciali che all'epoca furono considerati davvero spettacolari. Più in generale, "Il viaggio nella luna" può essere considerato il film che per primo stabilì le differenze maggiori tra finzione e realtà cinematografica ritraeva prevalentemente la vita di tutti i giorni (come nel film dei fratelli lumiére alla fine del XIX sec), Méliés fu capace di costruire una favola di puro divertimento. Egli aprì la strada ai futuri artisti del cinema, esprimendo la sua creatività in un modo assolutamente nuovo per laua epoca.

10 e lode!

rob.k  @  11/12/2010 17:25:10
   7½ / 10
Difficile commentare un film così antico. Visto oggi fa un po' sorridere, ma è sicuramente apprezzabile se si considera che è dei primi del '900.

Gabo Viola  @  10/03/2010 20:22:36
   7 / 10
Fondamentale tappa nella storia del cinema ma non mi ha mai fatto gridare al miracolo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/03/2010 15.34.58
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI atticus  @  10/03/2010 20:19:39
   8 / 10
Un memorabile concentrato di genialità cinematografica per un arte agli albori ma già pronta a mostrarsi in tutta la sua dirompenza.
Melies e il suo talento circense camuffano la fissità della camera con una scena perennemente in movimento, dando vita ad una girandola irresistibile di trovate che toccano il culmine con l'immortale scena del razzo nell'occhio della luna. Voto pretestuoso per un film imprescindibile per qualunque cinefilo che si rispetti.

William Munny  @  14/02/2010 23:54:09
   10 / 10
Il capolavoro del geniale Méliès.

In quest'opera, il primo film fantascientifico della storia e uno dei primi film narrativamente più strutturati, sono raccolte tutte le sue invenzioni cinematografiche (montaggio, sovrimpressione, dissolvenza, effetti speciali). A ciò si aggiunge la cura degli effetti scenografici, un numeroso cast di qualità e almeno una scena entrata nell'immaginario collettivo (lo schianto del razzo nell'occhio della luna).

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  23/01/2010 02:17:56
   6 / 10
Chicca cinefila, veramente carino il primo film di fantascienza.

Ovviamente da non considerare il voto, è come giudicare il primo disegno di un bambino, magari in sé per sé non è bello ma è un passaggio imprescindibile affinchè diventi un artista.

Notevole, molto teatrale mi ha fatto quasi tenerezza ma ad una visione più attenta si nota una grande genialità nella messa in scena.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  20/01/2010 16:15:43
   8½ / 10
1902!!!!
Uno dei primissimi prodotti del cinema, è un qualcosa di straordinario.
Incredibile come all'epoca Méliès sia riuscito a creare un prodotto come questo.
Imperdibile, storia del cinema!!!

dave89  @  20/01/2010 10:09:36
   7½ / 10
girato nel 1902, capostipite dei fim fantascientifici

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/09/2009 17:37:37
   9 / 10
Il film che puo' essere considerato il capostipite del genere fantascentifico...un modo di concepire la fantascenza davvero lontano dal nostro!
Ma siamo nel 1902 e si puo' anche passare sopra qualche incongruenza come gli abbigliamenti degli astronauti o la dimensione della navicella in confronto a quella della luna...
Melies con i mezzi a disposizione e con le teorie di quel tempo riesce a creare un film straordinario che porta tutto il mondo a vivere esperienze fantastiche che prima di allora poteva vedere solo nei propri sogni!
Questi scenziati troveranno una civilta' perfino lassu' e ovviamente la convivenza di popoli cosi diversi non puo' che far scaturire una guerra...mi hanno ricordato i conquistadores Europei e in effetti il paragone non sembra casuale...
Chi ama il cinema deve assolutamente conoscere questo piccolo film!

bulldog  @  28/07/2009 02:40:43
   8 / 10
Incredibile opera di Méliès,uno dei primissimi film di fantascenza,uno dei primi film di adattamento romanzesco(in questo caso di Verne).
Lunghi piani sequenza,innovativo.

Tony Montana  @  05/07/2009 14:20:29
   10 / 10
Primo capolavoro creato dal genio di Méliès e primo film fantascientifico della storia. Quest'opera, grazie anche a una durata maggiore rispetto ai corti precedenti, risulta essere una summa di tutte le sue invenzioni, combinate con grande maestria. Il tutto si sviluppa sulla base di una trama divertente e innovativa, ed è arricchito da una carrellata di ottimi attori, da scenografie dettagliatissime, da un ritmo frenetico, e da gag geniali (come quella famosissima dello schianto del razzo nell'occhio della luna).

godfa982  @  19/02/2009 13:24:52
   10 / 10
con melies e "il viaggio nella luna" il cinema compie la prima fondamentale rivoluzione: il passaggio da una dimensione riproduttiva (tipica dei fratelli lumiere) a una dimensiona PRODUTTIVA (la cosiddetta fiction).
melies è il primo a concepire il cinema come arte. si potrebbe gia parlare in un certo senso di montaggio, in quanto il film è costituito da veri e propri blocchi (anche se indipendenti e slegati tra essi).
c'è una sorta di errore nel film (oggi verrebbe considerato tale): la sovrapposizione temporale che si ha quando il missile colpisce l'occhio della luna e subito dopo approda nuovamente su questa.

metto 10 per un semplice motivo... il cinema (come lo intendiamo noi oggi) è nato con questo film. melies è il padre del cinema!

Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  19/02/2009 13:09:31
   8½ / 10
Innegabilmente un altissimo esempio di creatività cinematografica. E pensare che siamo agli albori della settima arte: è soltanto il 1902 e Georges Melies già ci fa capire quale immaginifico potenziale artistico può esprimere l’immagine filmata.
Sotto il profilo tecnico-registico, il cortometraggio non presenta –ovviamente- nulla di eclatante, poiché basato su inquadrature fisse: fatta eccezione di quello straordinario e memorabile effetto (reso attraverso il movimento in avanti della macchina da presa posta sul carrello) che riprende il progressivo avvicinamento della navicella alla luna, il quale termina con il primo conficcato nell’occhio della seconda. Il grande pregio dell’opera, invero, risiede nella spettacolare scenografia riprodotta da Melies, la quale fa sì che ogni inquadratura appaia allo spettatore come un vero e proprio quadro in movimento: in ciascuno di essi prende forma una storia, a metà tra il fantascientifico e il fiabesco, che, nonostante la sua estrema semplicità (e forse anche la sua banalità), ammalia per la potenza evocativa che ogni singola scena racchiude in sé. Gli scenari teatrali, che rimandano alla formula ibrida di onirico e favolistico (come non rimanere estasiati alla visione della sequenza del sonno, nella quale la rappresentazione della cometa, delle stelle e dei pianeti esprime al meglio l’estro figurativo del regista), e i movimenti quasi coreografici dei vari personaggi della messinscena danno origine ad una dimensione fascinosa che avvolge e colpisce così profondamente lo spettatore da penetrare nel suo immaginario.
Un piccolo capolavoro di ingegno, fantasia e ironia (non mancano, infatti, momenti di ilarità come, ad esempio, quello in cui uno degli astronomi, provando a entrare nella navicella ancora in costruzione, capitombola malamente finendo in una scatola), che costituisce l’archetipo cinematografico del genere “fantasy”.

JOKER1926  @  17/02/2009 23:31:27
   7½ / 10
"Il viaggio nella luna" è praticamente lo stereotipo della Cinematografia, Melies riporta su pellicola una storia stravagante che vede come protagonisti una combriccola di scienziati che cercheranno di "invadere" un nuovo "territorio"… la luna…

Cortometraggio sicuramente futuristico, gli spettatori dell'epoca sono stati "inglobati" in una dimensione fantastica, il pubblico di inizio novecento è stato trasportato in un "involucro" di fantasia… complimenti alla regia…

Il film è dell'arcaico 1902 (pellicola vecchia di cento anni e più!), trama sempliciotta, lineare in linea di massima colpisce molto lo spettatore, è inutile comunque di parlare di cast, fotografia siamo alle origini primordiali del Cinema, o meglio siamo alla nascita del "concetto" visivo riportato su pellicola.
Grandissimi gli effetti speciali, davvero sorprendenti, era praticamente impossibile fare di meglio, occhio al cannone, alla luna, siamo a livelli supremi.

E' importante parlare della tecnica cinematografica di tale prodotto, il film presenta una inquadratura statica, l'unica cosa a cambiare sono gli scenari, (il film si divide, o meglio è composto in quadri) prima gli scenari francesi (la città, il ritrovo degli astronomi, il panorama della città), poi gli scenari "inediti" (riferiti all'epoca) ovvero la luna…

Nella nuova "dimensione" i nostri protagonisti sono sbalorditi, essi sono in un nuovo "mondo", il regista infatti almanacca uno scenario (la luna) come un mondo "indipendente", vivo più che mai!
Indimenticabile la scena della luna( l' "imbarcazione" umana si schianta nell'occhio del satellite), da notare, celebrare tutte le "diavolerie" della regia, i funghi, le ballerine…

Film "ornato", festoso, vivace… ecco alcuni aggettivi per classificare, definire questo "gioiellino" della Cinematografia...
Tirando le somme…

Pellicola da vedere, da apprezzare, ovviamente "Viaggio nella luna" non è un Capolavoro Assoluto, cortometraggio fantasioso, avanzato ma non geniale, assolutamente…
Ma tale pellicola riesce ad ammaliare, a tratti "incantare" la massa, il finale del film è bellissimo e beffardo… ( occhio alle ultime sequenze sono quasi introvabili!)

"Viaggio nella luna" è un film di genere "fantastico", cortometraggio "storico", imprescindibile che ha portato innovazioni, idee e tanta, tantissima genuina fantasia…

8 risposte al commento
Ultima risposta 24/02/2009 13.23.14
Visualizza / Rispondi al commento
pinhead88  @  10/02/2009 18:53:48
   8 / 10
uno dei corti più geniali e significativi della storia del cinema e il primo corto di fantascienza in assoluto.praticamente realizzato senza alcun mezzo,ma soltanto con meccanismi prestigiosi del mago prestigiatore francese Georges Meliès.la scenografia ovviamente è tutta disegnata.una chicca cinematografica datata 1902,un pezzo di storia.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/02/2009 19:23:19
   8½ / 10
Se l'innaffiatore innaffiato è il primo corto comico della storia del cinema, Il viaggio nella Luna è il primo della fantascienza. Apprezzabilissimo considerando le enormi limitazioni tecniche dell'epoca, Melies allestisce un'opera che scatena il contesto immaginario del cinema, travalicando la realtà quotidiana finora rappresentata. Il proiettile nell'occhio della Luna era, è, sarà sempre uno delle immagini simbolo del cinema stesso.

5 risposte al commento
Ultima risposta 11/02/2009 17.19.15
Visualizza / Rispondi al commento
leonida94  @  09/02/2009 16:04:24
   9½ / 10
Bisogna pensare che questo film è uno dei primi corti della storia,
prima di lui solo "L'ARRIVO DI UN TRENO ALLA STAZIONE DI CIOTAT".
Quindi possiamo ben capire che in questo corto Georges Méliès, aiutato dalle sue abilità di illusionista, ha realizzato il miglior corto di quei tempi per durata, ingegno e effetti speciali.
Davvero la nascita del cinema...
La storia è semplice e fantasiosa, infatti il regista mette su pellicola una idea che ogni essere umano ha nel cervello (L'incontro con gli alieni sulla Luna), e la voce da narratore crea un ambiente favolesco...
9 e mezzo a un pezzo di storia

2 risposte al commento
Ultima risposta 09/02/2009 19.59.10
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento wega  @  09/02/2009 13:56:13
   10 / 10
Poche ciance "Il Viaggio nella Luna" E' un capolavoro. Prima opera fantascientifica della storia del cinema quando il cinema era ancora chiamato "delle attrazioni", con un narratore presente in sala. In effetti la versione che ho è narrata in inglese con un accento francese, ma non so se nel 1902 poteva essere registrata in qualche modo su qualche supporto a parte, o se non c' entra na pippa; comunque, c' era un narratore. George Méliès, che di fatto era un prestigiatore e illusionista parigino, sfruttò l' invenzione dei Lumière con una visione ben più lungimirante, trasformando questa semplice scatoletta in un' affabulatrice del mondo magico (in quegli anni la mdp era anche proiettore). Importantissimo questo autore per l' introduzione del montaggio, dei movimenti di macchina (pur con la sola funzione d' effetto speciale) e l' uso dei mascherini. Una trama semplicissima che tutti conoscono o possono immaginare che dimostra già come allora si pensasse alla conquista della Luna o fosse presente la paranoia di un conflitto contro gli alieni. Dodici minuti in dodici quadri che hanno cambiato la storia del Cinema.

Manu90  @  02/12/2008 12:14:27
   7 / 10
Gli dò un voto in più perchè un film del genere a quei tempi era quasi impensabile realizzare. Simpatico.

John Carpenter  @  13/10/2008 19:35:42
   8 / 10
Bellissimo! Mi è piaciuto moltissimo, davvero, sicuramente un passo avanti rispetto ai film di quel periodo!
Grandioso il proiettile infilzato nell'occhio della Luna!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  12/10/2008 00:35:56
   8½ / 10
Sarà pure datato ma è ancora oggi geniale. Voglio dire, se nel 1902 fossi stato davanti al maxischermo per vedere questo film, non potrei che essere ammaliato. E lo sono comunque adesso, vedendo questi trucchi efficacissimi, queste scenografie da cartoni animati, quei sketch simpaticissimi e quelle creaturine della luna. Un pezzo fondamentale da recuperare, da vedere identificandosi coi primi fortunati spettatori.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  26/09/2008 23:26:47
   9 / 10
Qui si va oltre la storia degli effetti speciali, oltre la storia del cinema, qui si parla di storia del novecento.
Quante volte abbiamo visto la Luna con la faccia umana (secondo alcune leggende era la faccia dello stesso Meliès) e con una navicella conficcata nell'occhio ?
Il viaggio nella Luna fa parte della nostra cultura e, a più di cento anni di distanza, è ancora tra noi senza che ce ne accorgiamo.
Prendendo spunto da una consistente tradizione letteraria fantascientifica, ma soprattutto dal mitico Verne, il mago Meliès si spinge oltre i confini dell'immaginazione, mettendo in scena un viaggio che non risiedeva neanche nei sogni umani più reconditi e che, forse, sarebbe stato compiuto una sessantina di anni dopo.
Grandiosa anche l'esplorazione del satellite e la descrizione dei seleniti.
Semplicemente è uno di quei casi in cui il cinema si eleva ad arte unificatrice di tutte le altre.
Effetti speciali probabilmente importati da menti aliene.
E' stato distribuito in tantissime diverse versioni, anche con voce narrante.
Non si discute, è un capolavoro.

aLe B. Goode  @  20/07/2008 13:20:10
   8 / 10
Va apprezzato proprio perché del 1902...

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  03/04/2008 22:29:05
   8 / 10
Fu la risposta del pubblico francese (nonchè di quello d'oltreoceano, cosa particolarmente apprezzata dal regista), il quale manifestò un enorme entusiasmo nei confronti del film ad accrescere le ambizioni della produzione cinematografica dell'epoca; la semplicità della trama e la modesta caratterizzazione dei personaggi contribuiscono a concentrare l'interesse da parte dello spettatore soprattutto nei riguardi della scenografie e nei fantastici effetti speciali. Il periodo in cui uscì il film, praticamente alle origini del cinematografo, era contraddistinto dalla preferenza che si dava alla spettacolarità a danno dello sviluppo narrativo destinato ad arrivare successivamente.
Per la realizzazione del "Viaggio nella luna" Méliès si è ispirato a diverse opere letterarie e non, fondendole tra loro, si possono riconoscere nella scena madre del film, il lancio del gigantesco proiettile che si conficca nell'occhio della luna, le pagine del romanzo "dalla terra alla luna" di Jules Verne del 1895.
Se ci si concentra sul fatto che il film in questione è stato girato 106 (centosei) anni or sono si ha la dimensione della grandezza ed anche delle difficoltà incontrate per realizzare gli effetti speciali ( la vera attrazione del film) e l'efficace montaggio che garantisce continuità al film.
Un gruppo di astronomi capitanati dal professor Barbenfouillis si stanno preparando per un viaggio di esplorazione sulla luna, nel frattempo alcuni operai stanno lavorando per la costruzione di un'astronave a forma di proiettile necessaria allo scopo, saliti a bordo vengono catapultati con un colpo di artiglieria sul satellite; dalla luna, gli astronomi, felici e contenti, guardano la Terra incredibilmente lontana, all'interno di uno dei tanti crateri che incontrano, dove crescono giganteschi funghi, vengono assaliti da esseri mostruosi, inseguiti riescono a raggiungere il proiettile e a far ritorno sul globo terrestre.
Assistere ad una simile pellicola senza provare un pò di tenerezza è praticamente impossibile, ma d'altra parte è un tassello della nostra storia, è qualcosa che qualunque cinefilo ha comunque il dovere se non proprio di rispettare almeno di considerare, perchè sono le radici stesse del cinema, un patrimonio di 14 minuti da osservare e da conservare nella memoria.

16 risposte al commento
Ultima risposta 12/04/2008 01.06.17
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  13/12/2007 20:28:01
   6½ / 10
Simpatico.. e considerato che era il 1902........

éowyn_3  @  13/12/2007 15:55:50
   6 / 10
leggermente ingenua la trama...ma..è pur sempre un "film" del 1902. da apprezzare in quanto antenato.
[comunque è comico...]

chucknorris87  @  22/11/2007 22:59:41
   6½ / 10
Ragazzi siete veramente ipocriti! questo "film" ha fatto la storia ma non ditemi che lo consigliereste ad un amico! è un film preistorico... ai suoi tempi era la cosa più fantastica che potesse esistere ma oggigiorno va visto solo dagli studiosi di storia del cinema...

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/04/2008 22.38.40
Visualizza / Rispondi al commento
castelvetro  @  12/11/2007 00:01:43
   10 / 10
E il voto va al film in sè non tanto alla sua memoria...

Sono senza parole... Il capolavoro di Méliès e del cinema d'inizio secolo...
Un capolavoro come pochi... Da notare i cambi di scena, gli effetti speciali,
la fotografia...

iosper  @  19/04/2007 17:46:35
   7½ / 10
Come sotto: il voto va alla memoria, non al film in se.
Era il 1902...

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  19/04/2007 12:38:17
   7 / 10
Film storico. Il voto va alla memoria, non certo al film in se.

Sig. Chisciano  @  25/02/2007 22:40:34
   10 / 10
L'aiutante di Houdini, Melies, è il primo inventore degli effetti speciali, sarà che veniva dal mondo dell'illusionismo, ma è stato il primo grande sperimentatore degli effetti speciali. Cartoncini, cartapesta ma soprattutto i colori! Pensate che per dare il colore ai suoi corti colorava a mano fotogramma per fotogramma, un secondo contiene circa 24 fotogrammi, pensate la pazienza! Inoltre non si sa bene sotto quale ispirazione praticava già il montaggio quando non era stato ancora inventato. Anche in questo corto infatti ci sono stacchi, assieme ai celebri fratelli il padre del cinema delle origini.

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  25/02/2007 22:28:16
   9 / 10
Questo film è assolutamente straordinario. Il mio voto non è assolutamente esagerato (anzi, probabilmente dovrebbe essere ancora più alto) se si pensa, in particolar modo, a due aspetti:
a) questo film è del 1902
b) pochi anni prima il cinema realizzava cortometraggi come "L'arrivo di un treno" o "L'innaffiatore innaffiato". Pensate a quanta strada abbia fatto in poco meno di dieci anni. E' indubbiamente una cosa impressionante.
La storia, raffinata e intelligente, racchiude al suo interno un po' di tutto: cinema d'azione (la sequenza dell'inseguimento sulla Luna), cinema di fantascienza (il soggetto inziale), cinema d'intrattenimento (qualche "gag" che crea ritmo; non pensiate comunque di vedere "Una pallottola spuntata"...). Tutto quanto condito da effetti speciali davvero straordinari. L'arrivo sulla Luna (con il famosissimo fotogramma del proiettile conficcato nell'occhio) è una delle immagini simbolo del cinema pionieristico.
Georges Méliès, con ogni probabilità, è stato il primo di una lunga serie di geni che il cinema ha avuto tra le mani.

lampard8  @  20/02/2007 13:20:01
   7½ / 10
Visto finalmente! Sinceramente è un film difficilmente commentabile ma apprezzo soprattutto il fatto che sia il primo "corto" della storia e che è frutto di un impresa produttiva senza precedenti per lunghezza,cura di effetti di scenografia,numero di attori e costi di produzione. Tratto da un racconto di Verne

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour father
 NEW
paolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.pleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030608 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net