il bosco 1 regia di Andrea Marfori Italia 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il bosco 1 (1988)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL BOSCO 1

Titolo Originale: IL BOSCO 1

RegiaAndrea Marfori

InterpretiCoralina Cataldi Tassoni, Diego Ribon, Luciano Crovato, Elena Cantarone, Stefano Molinari

Durata: h 1.25
NazionalitàItalia 1988
Generehorror
Al cinema nel Novembre 1988

•  Altri film di Andrea Marfori

Trama del film Il bosco 1

Cindy e Tony (Coralina Tassoni e Diego Ribon) si trovano in viaggio tra le montagne, quando sulla loro strada incroceranno una ragazza di nome Arva (Elena Cantarone) che ha un disperato bisogno di aiuto: dice di essere inseguita da qualche pazzo che la vuole aggredire. Tony darÓ un'occhiata in giro, ma non troverÓ nulla di preoccupante, se non la strana sensazione di essere osservato da qualcosa dĺinvisibile...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   2,75 / 10 (83 voti)2,75Grafico
Voto Recensore:   3,50 / 10  3,50
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il bosco 1, 83 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

paolo__r  @  17/03/2018 20:15:16
   1 / 10
Film che definire mal riuscito significherebbe fargli un complimento.

Spotify  @  31/08/2016 20:45:18
   3½ / 10
PRESENTI SPOILER (se siete così imprudenti da visionare questa cosa)

Ennesima thrashata italiana horror di fine anni 80. Da molti è etichettato come il peggior film di paura fatto nel nostro paese, però dal mio punto di vista, questo titolo, per ora, è detenuto da un'altra pellicola uscita sempre nel 1988 e vale a dire "After Death" di Claudio Fragasso. Prima di visionare questo, chiamiamolo film, ovviamente sapevo benissimo a cosa andavo incontro ma essendo in una di quelle serate con una gran voglia di vedere un bel b-movie ignorante, ho preso tutto più alla leggera e andando a spulciare nei "bassifondi" di youtube, mi è capitata sott'occhio questa pellicola. La trama, pur non essendo affatto originale, non mi sembrava così male e allora decisi di conseguire alla visione del film. La cosa che sinceramente mi ha deluso, è stata l'eccessiva lentezza della pellicola. Almeno mi aspettavo un ritmo scorrevole, magari sullo schermo potevo assistere alle scemenze più incredibili, ma nonostante questo mi sarei divertito. Invece, tale Andrea Marfori sembra che abbia voluto fare sul serio e infatti il suo tentativo è andato palesemente a farsi benedire. Nei primi 50/55 minuti non succede assolutamente niente, si vedono solo i 2 malcapitati protagonisti alle prese con lo scrittore pazzo del posto, dove la coppia si è recata per una vacanza. Ridicolo l'abbigliamento dell'uomo, in quanto più che uno scrittore sembra un aviatore degli anni 20, ma andiamo oltre. Quindi, oltre agli sporadici dialoghi dei due ragazzi con quest'individuo, le restanti scene sono un continuo girovagare all'interno di questo bosco, con la fidanzata che chiede in continuazione al proprio partner di lasciare quel posto perchè le mette i brividi. Ecco spiegata la prima parte. Nella seconda (vale a dire gli ultimi 25/30') devo ammettere che il tutto assume una piega più apprezzabile. Forse sarò io strano, ma l'ultimo frangente della pellicola non mi è dispiaciuto e ciò fa si che la valutazione finale sia 3 e mezzo e non mezzo voto in meno . Marfori riesce a creare un'atmosfera alquanto sinistra e oscura, la quale risulta essere piuttosto piacevole. Non mancano neanche un paio di piccoli salti dalla sedia. Ripeto, potrò sembrare strambo io, ma in questo caso, qualcosa con un minimo di decenza l'ho trovata. Adesso, dopo esser stati anche fin troppo buoni, passiamo a recensire i restanti lati negativi, i quali hanno impossibilitato che "il bosco 1" diventasse un capolavoro. Innanzi tutto c'è una sceneggiatura scritta probabilmente da un australopiteco ubriaco. Ma come si fa!? D'accordo che uno vuole realizzare un film a basso costo con una storia un po' strampalata, però qui si è andati davvero oltre. La storia a larghi tratti è totalmente illogica, situazioni spiegate male o non spiegate per niente, colpi di scena tra i più stereotipati, dialoghi terrificanti e ripetitivi e soprattutto palesi scopiazzature da "Evil Dead" di Raimi. Io poi già non sopporto quando i registi/sceneggiatori prendono spunto da altri screenplay per comporre il loro, ma quando ricopiano una buona parte di esso, con la pretesa di farci la loro pellicola, la quale poi diviene ovviamente una ciofeca, allora mi inquieto sul serio. Purtroppo sembra che non ci sia limite all'indecenza! Poi vergognoso Marfori che con la macchina da presa fa gli stessi movimenti che ha fatto Raimi nel 1981, per simulare il demone che avanza nella foresta. Se questo vuol dire fare cinema allora la terra è piatta. Orribili gli ultimi 5 minuti, interminabili, dove si può vedere la nostra protagonista impegnata in una grottesca fuga dal bosco maledetto. Una cosa di questo film, della quale si potrebbe parlare per ore, è la quantità industriale di scene da cult del thrash, ma roba che difficilmente si può immaginare. Vedere per credere. La fotografia è bruttissima, sgranata e per niente curata. La scenografia sarebbe anche interessante se non fosse che è caratterizzata malissimo dal regista. Un bosco di montagna, isolato e molto fitto, può essere sempre una valida carta per trasmettere inquietudine, ma l'unica cosa che il director trasmette attraverso esso, è la noia. Quella che poteva essere una buona location, finisce per essere un elemento quasi ingombrante. Sugli attori, beh, che dire. Dichiarare loro penosi equivale a fargli un complimento. Poi, quel cacchio di accento inglese della ragazza, mamma mia che nervoso! Volevo morisse solo perchè aveva una voce insopportabile. Ridicolo l'interprete che fa la parte di Tony.

Conclusione: horror italiano veramente deprimente, davvero non so all'epoca come si potevano girare pellicole del genere. Comunque riesce ad essere, per me, meglio di "After Death" e questo è già tanto. Solo per gli amanti del cinema spazzatura.

marcogiannelli  @  22/05/2016 17:49:16
   2 / 10
le riprese sono RUBATE a Sam Riami, la trama incomprensibile. Non è il più brutto, né il più trash tra i film italiani, certo che è vicino a entrambi i "meriti". Una roba con quella fotografia è da codice penale. Non vuole essere trash, ma fa ridere.

vinicio  @  24/08/2015 18:14:08
   8½ / 10
dopo tanto tempo che sentivo parlare di questo film, ieri sera mi sono deciso di vederlo e devo dire che è un vero gioiellino...
film assolutamente da vedere per i personaggi assurdi: la coppia di cui non ricordo i nomi ma la ragazza ha un accento inglese falsissimo e abbigliamento osceno, la strega con il potere di far uscire un tentacolo strappa-palle da in mezzo alle gambe e trasforma le sue vittime in zombi-vampiri, c è lo scrittore vestito da scienziato con il copricapo da aviatore e un aggeggio elettronico per parlare e per finire lo zombi-vampiro che ogni tanto si diletta in balletti strani... già basterebbe per un Oscar per la fantasia..
ci sono scene che mi hanno lasciato il segno come la strega che offre della coca al protagonista e lui rovesciandone un po in un secchio pieno di un liquido putrido, vede che il liquido schizza in giro e allora giustamente ne ributta un altro po per vedere cosa succede..


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
film superconsigliato per una bellissima visione che non annoia (se non nelle camminate lunghissime) e anzi diverte parecchio...
ma alla fine come muore la strega? ?

13 risposte al commento
Ultima risposta 25/08/2015 16.10.02
Visualizza / Rispondi al commento
antoeboli  @  30/06/2015 13:59:37
   2 / 10
Belli gli effetti artigianali e poi......
E poi il nulla . Film a cui ho dato una visione solo per vedere se la sua reputazione di peggior film di tutti i tempi si poteva definire veritiera , o eravamo di fronte a uno di quei rari casi di sparare letame a gratis.
Qui il letame si sente e gia a partire dai titoli di testa .
Ci vorrebbe un capitolo stile promessi sposi per far capire cosa non va in il bosco 1 , il cui già titolo fa preludere una trashata immane.
La risposta italiano/pecoreccia alla casa di Raimi , da cui prende anche citazioni e momenti , ma dove tra il regista amerigano (si mi piace con la G) e questo Andreas Martoria non ci sta sfida .
Trama tirata per le lunghe , regia amatoriale con momenti lunghissimi dove non accade nulla (per circa metà film eccetto una scenetta non succede niente),tipo tutta la scena finale sembra essere un enorme loop senza termine .
La stessa cosa in alcuni frangenti non ci sta quasi mai un cambio di inquadratura e sembra di assistere ai livelli di regia di una prima comunione o un battesimo .
Fotografia assente e anche fastidiosa con efffetti controluce che secondo me non erano fatti neanche apposta .Musica mai tensiolitica , e poi la chicca finale .
Quella chicca che balza subito all'orecchio sin dai titoli di testa : il doppiaggio degli attori .
Partendo dal fatto che la recitazione è a livello teatro di paese il doppiaggio oltre che spesso fuori sincrono ha delle voci assurde.
Ho capito che l'uomo è italiano e quindi deve avere un accento che sembra credo veneziano a tratti , ma la tipa il fatto che sia in lnglese , doppiarla con voci alla stanlio e olio non rende bene perchè spesso non si capisce che stia dicendo .
a sentirla nel periodo uno poteva pensare che a doppiarla sia stata Heater Parisi,ma presto ci si accorge che non è così .
Non mi sono soffermato sulla sceneggiatura in se perchè è stupida e come detto riprende concetti della Casa di Raimi , con l'aggiunta di quelle situazioni inutili che devono servire ad arrivare almeno a 1 ora e 20 di film , altrimenti non poteva essere accettato dalla produzione .
Se amata il cinema trash e vi nutrite di ciò ve lo straconsiglio perchè con questo film andate al sodo .

francopoli  @  26/06/2015 13:06:08
   10 / 10
Da sempre appassionato di trash ho amato questo 'pessimo' film fin da quando ero ragazzo. E' la quintessenza del trash: eleganza nel disgusto. Ho trovato questa fan page su facebook e la segnalo: https://www.facebook.com/EvilClutchBosco1Warehouse
Ciao. Franco

BlueBlaster  @  15/05/2015 12:30:19
   3½ / 10
Un film preso di mira e che becca 1 a palate...ma io vi dico che se si ha una vasta conoscenza dei film di terza scelta non è proprio il peggior horror che si trova in giro!
Ha almeno un paio di cose dalla sua parte...dei gustosi effetti splatter artigianali realizzati molto meglio di tante produzioni di maggior lustro e una carica di passione per l'horror che il regista riesce a trasmettere!
Poi si...è un filmaccio ma brutto, brutto, brutto....
Cioè la trama è stupida e la sceneggiatura un colabrodo senza senso, attori da prendere a schiaffi (doppiati malissimo...quella con l'accento inglese non si può sentire!), make up spesso trash (ma neanche sempre), realizzazione spartana.
Il personaggio di quel dottore-motociclista-senza voce è una cosa a dir poco oscena...
Insomma la versione nostrana di "Evil Dead" è una gran ciofeca ma per questo molto nota :)
Mi trovo più vicino al voto del recensore...insomma è inguardabile ma ci si fa una risata e come ho detto lo splatter è ben fatto, peccato per la totale confusione e inadeguatezza di attori e personaggi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  03/02/2015 20:33:38
   1 / 10
Sono un amante genuino del trash, di conseguenza prima o poi avrei dovuto fare i conti con questo "film".
Chiamarlo film vuol dire prodigarsi in dilettevoli bugie, potremmo dire al massimo che è un qualcosa con interminabili piani sequenze e scene riempitive.
Gli attori partecipano in maniera funzionale allo scempio dell'intero progetto di Marfori, tra finti accenti inglesi ed urla di paura forzatissime.
Sono innumerevoli le scene degne di nota, con assoluti protagonisti lo scrittore ( costruzione ineccepibile del personaggio) e la strega, fulcro su cui verte " il bosco 1".
A sfavore della pellicola si segnalano un'atmosfera seriosa che getta parecchi dubbi sulle intenzioni del regista, e soprattutto una forte sensazione di noia che rende 80 minuti lunghi quanto un'intera era geologica.
Forse il peggiore horror italiano, perfino peggio di "Zombie-horror", ma ancora non ho visionato " la croce delle sette pietre ".
È sconsigliata la visione, getta nella depressione anche un trashofilo come me.

3 risposte al commento
Ultima risposta 03/02/2015 23.19.33
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  11/07/2014 10:14:54
   3 / 10
Stupenda trashata diretta da Andrea Marfori nel 1988.
La trama è delirante,la recitazione amatoriale ed irritante e la regia è da vomito ma nonostante questo il film diverte grazie ai dialoghi deliranti e a tante altre piccole chicche presenti dentro al film.
Un film unico, purtroppo, da vedere assolutamente.

Horrorfan1  @  11/01/2014 11:37:08
   9 / 10
Quando sono triste penso al Bosco 1 e torno di buonumore... E' il film che in assoluto ha fatto più ridere e divertire me e i miei amici, tutti appassionati di horror e horror trash.
Il film va inquadrato innanzi tutto nel suo genere: horror trash, e il mio voto si riferisce al valore del film in quel genere. Non importa se "Morte a Venezia" merita lo stesso voto o se le intenzioni del regista erano quelle di creare un "bel" film horror.
Per quanto riguarda quest'ultimo punto avrei comunque due obiezioni da porre. Il pittore Ligabue, quando dipingeva, era conscio di creare dei capolavori oppure colorava delle tele da rivendere in paese per pochi spiccioli? La sua intenzione non era certo quella di creare dei capolavori naif... eppure il risulatato è stato proprio quello!
Anche Marfori voleva (ma non ne sarei poi tanto sicuro...) creare un buon horror... e poi ha fatto un capolavoro del trash!
Ma siamo poi certi che Marfori volesse creare un "bel film horror"?
Innanzi tutto: non tutti gli horror trash fanno ridere, e alcuni, anzi, ammettiamolo, sono solo terribilmente brutti, squallidi e noiosi.
Ma torniamo all'ironia...
Sapete cosa significa quel "1" dopo "Il Bosco"?
Non lo sapevo neppure io, prima di aver ascoltato il regista su youtube: il titolo stesso è una presa per i fondelli di tutte le varie "La casa 1, 2, 3, 4 ecc." che imperversavano in quegli anni nelle rivendite e noleggi di VHS...
Il titolo stesso è già ironico: sta a dire "Questo è il Bosco 1" mica "Il Bosco 4 o 5 o 6"!
E se il regista, già nel titolo stesso, vuolo fare dell'autoironia, come fa il film ad essere stato girato con intenti seri?
Ascoltate Marfori su youtube: è una persona intelligente e simpatica... sapeva benissimo di girare un "trashone"... e alcune battute dei protagonisti non possono essere "casualmente" ridicole. C'era senza dubbio un'intenzione, magari inconscia e recondita, di girare una "robaccia" che prendesse a spunto la casa di Raimi... Ma la "robaccia" è riuscita così bene da essere diventata un cult per tutti fan dell'horror-trash, con tanto di pagina su Facebook, di interviste ad Andrea Marfori (guardatele su youtube), e di magliette con il marchio "Il Bosco 1"!

Allora perché non do un 10 a questa pellicola?
Perché il film ha, a mio avviso, qualche piccolo difetto anche come horror trash: è un po' lento nella parte iniziale, il motociclista col cancro alla gola non si inquadra bene, a mio avviso, nell'ambientazione rurale e "boschiva" (perché un motociclista col cancro alla gola e un camice bianco?), e il cortometraggio inserito all'interno del film può far perdere la pazienza anche al più curioso degli spettatori (si poteva tranquillamente eliminare un racconto senza senso all'interno di un film già privo di senso!).
La scena più buffa, fra le tante, è la sequenza in cui lo zombie trancia le mani al protagonista (chi mai si farebbe un riposino nel bosco con le mani esposte su un grosso masso?) e lui, con gli avambracci lunghi un metro e venti (le mani reggevano ovviamente dei finti moncherini, tenuti anche male!) si fissa i polsi sanguinanti, mentre la sua compagna tenta di tranquillizzarlo andando a cercare "acqua fresca" (il rimedio giusto in caso di amputazioni!) in uno sconosciuto e pericolosissimo labirinto sotterraneo!

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/01/2014 14.38.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  19/06/2013 00:43:16
   1 / 10
A volte mi domando se durante la lavorazione di un film un regista si renda conto di travalicare il ridicolo, perchè in effetti, ci si può rendere conto da subito che sta venendo fuori una str0nzata col botto come questa. C'è qualcosa da salvare? Magari qualcosa, ma non me sono reso conto. Non so se è il peggior film horror italiano, infatti con La croce delle sette pietre è una dura battaglia. Se qualcuno lo vuole salvare mettendo in mezzo il trash faccia pure, ce n'è a bizzeffe. L'inizio squallidissimo con le foto delle vacanze già mi predispone male, trucchi ed effetti speciali poverissimi, la logica della sceneggiattura che entra in sciopero, uno dei peggiori doppiaggi mai sentiti, attori=cani. Se a qualcuno sta sui cogli0ni Raimi, consiglio di fargli vedere questo film: o gli viene un coccolone subito oppure si suicida per senso di colpa.

topsecret  @  04/03/2013 18:58:41
   2 / 10
Pesantemente influenzato da Raimi e dal suo EVIL DEAD Andrea Marfori partorisce (con taglio cesareo) questa minch1ata di proporzioni abnormi che i trashofili più convinti hanno ben presto elevato a cult.
La recitazione e la realizzazione visiva lasciano il tempo che trovano, tutto il resto è idiozia.

prof.donhoffman  @  28/11/2012 12:26:15
   3½ / 10
Bella fotografia.
Il resto fa schifo.
Però fa ridere molto.
Talmente brutto da essere bello.

Jolly Roger  @  05/11/2012 19:58:39
   1 / 10
Svolete farvi una bella vacanza in luoghi ameni, dove la montagna è maestosa e incontaminata, non c'è località migliore della rinomata…"Bosco1"!
Mi raccomando, guardate bene i cartelli stradali e non sbagliate…se no vi ritrovate a Bosco2 o peggio a Bosco3, località ormai rovinate dal "mostruoso" turismo di massa…sì, mostruoso proprio. Infatti, come dice il protagonista in una maestosa, indimenticabile frase nonsense, "E perché mai dovremmo cambiare bosco?! Che poi magari ci sono mostri ancora peggiori di questi!!!" :-)

In questo film non c'è niente che funzioni, soprattutto la sceneggiatura, che è quanto di più strampalato possa essere umanamente concepito. Anche i film più fantascientifici o assurdi si sforzano di collegare gli eventi secondo una scaletta che abbia un minimo di logica... ma il Bosco1 no, non lo fa.
Qui è soltanto il caso a regolare le vicende. Più che il caso, è proprio il Disordine, quello di natura Cosmica. Non c'è logica….le cose succedono così. Perché succede questo? Boh. Perché quello si comporta così? Boh. Non c'è spiegazione. Non c'è un perché. O accetti così o niente. I casi sono due: o la sceneggiatura è stata scritta da Nyarlathotep in persona (il dio del Caos). Oppure l'ha scritta la troupe giocando ai dadi. Proprio così, tipo:
- se esce 1, facciamo che a una tipa spunta un artiglio dalla f.i.ca e con questo trafigge a morte uno sventurato.
- se vien fuori 2, beh, allora… facciamo che spunta un motociclista idiota, vestito da aviatore della seconda guerra mondiale, che vaneggia storie di trote in chiave allegorica.
- se esce 3…la sfortuna viene a te! Yeah! (segue breve momento di ilarità della troupe)
- se esce 4, spunta uno zombie fatto di fango. Assetato di sesso. E poi questo zombie cattura una tipa con una canna da pesca, agganciandole la faccia all'amo.
- se esce 5...che ne so…inquadriamo per dieci minuti una jeep che viaggia.
- se esce 6…"Ragazzi, PAUSA COFFEE!!!" E magari ci rubiamo pure la crostata della nonna che si è portato il cameraman.

Io gli dò 1, ma con l'intenzione di premiarlo: è un voto a cui solo i veri capolavori trash possono aspirare. Vedo che, ad oggi, il film non è più nella Flop 25….Secondo me, merita di esserci riportato…Rendetegli merito!

PREGI: è un capolavoro del trash. Non annoia. In alcuni punti è talmente nonsense che ti fa ridere di gusto. Ho apprezzato molto anche il lato splatter, seppur gli effetti speciali siano condizionati dal budget limitato.
DIFETTI: TUTTI
SCUSANTI: livello amatoriale, budget inesistente

In definitiva ne consiglio la visione, soprattutto per amanti del trash o per serate in compagnia.
E che il Dio Della Luce sia con voi!
Per il potere di GraySkull!

Dante69  @  22/01/2012 14:51:48
   1 / 10
il peggior film horror mai fatto ed ho detto tutto, peggio di troll 2 nn pensavo si potesse arrivare.

tris  @  22/01/2012 00:24:29
   1 / 10
FILM CHE POTREBBE ESSERE PRESENTATO DA UN ABILE DISTRIBUTORE COME UN OPERA COMICA SENZA CHE NESSUNO SE NE ACCORGA E OTTERREBBE UN DISCRETO SUCCESSO DA SEMBRARE BEN FATTO IN TAL SENSO. NON STO SCHERZANDO.

James_Ford89  @  20/05/2011 05:44:50
   7½ / 10
Per l'insensatezza che ha, è molto superiore a "La Casa" di Raimi. Marfori ci regala una vera perla, solo per i feticisti del trash-horror!
Almeno questo riesce in un intento: fa ridere. Anche se probabilmente il regista voleva fare esattamente l'opposto, cioè terrorizzare
Come non ricordare lo scrittore pazzo, la motosega che compare dal nulla, la mano gigante in quel posto, la tizia che cerca medicine in mezzo al bosco.
Prima della visione ero depresso, ora non più.
Potente antidepressivo.

Guinea Pork  @  27/03/2011 17:59:16
   1 / 10
Da molti etichettato come il peggior horror italiano di sempre, e a ra...gione: un film che prende a modello La Casa di Sam Raimi e che solo il buon cuore della Troma poteva accettare di mettere in commercio. Gli attori sono vomitevoli e calzano perfettamente i loro ruoli da pietosi cerebrolesi, resi irritanti da dialoghi e comportamenti improponibili; lo splatter è talmente trash che sghignazzare di gusto diventa impossibile, senza contare la barbosità della regia che impedirà a non pochi spettatori di arrivare alla fine. L'1 del titolo si riferisce a un'ottimistica previsione di un sequel, ma non serviva la sfera di cristallo per intuire che nessuno sarebbe stato interessato a proseguire la saga (e così è stato).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  04/02/2011 16:18:30
   3 / 10
Ad un certo momento pensavo di potergli regalare un cinque, ma dopo l'ultima (disastrosa) parte ho lasciato perdere. In realtà ci sono diversi elementi interessanti, ma quelli mediocri sono talmente imponenti da rendere mediocre il film stesso. Sceneggiatura abbastanza ridicola ("E non sarai capace di evitare la morte maligna", "Grazie D.io della luce"), per non parlare della trama, che potrebbe essere interessante, ma ha troppi difetti. Per non parlare poi della protagonista, con quell'accento americano (oltretutto lei è italiana, come il resto del cast) particolarmente odioso e di un gran ridicolo involontario. La "strega", poi, quando si trasforma sembra un trans. Sotto quell'aspetto riesce comunque ad adescare il protagonista, attratto da lei. E ci sarebbe tanto, ma tanto altro da dire, ma io mi limito solo a queste poche righe e, soprattutto al voto. Che parla da sè.

nevermind  @  04/01/2011 00:00:13
   3 / 10
Il più bel commento introduttivo al film è stato dato dall'utente "oh dae-soo" che scrive: "Due ragazzi in cerca delle bellezze d'Italia, come itinerario passano da Venezia a uno sperduto bosco" e questo già dovrebbe far capire quanto acuta sia la mente del nostro regista.
Il film parte lasciandoci l'amaro in bocca per una strizzata di palle data dalla "seducente" strega (con l'ausilio della sua terza gamba) ad un povero malcapitato biondino che lei stessa ha attirato all'interno di una casa abbandonata. Dopo avergli frantumato i suoi attrezzi misteriosamente egli si accascia e comincia a sputare sangue dalla bocca, cosa che anatomicamente all'essere umano può succedere in questi casi.
Da qui in avanti, la nostra antagonista indosserà sempre un impermeabile di pelle finta color nero che non cambierà mai per tutto il film, d'altronde anche i vestiti hanno un prezzo.
Appena arrivati in paese, i due protagonisti incontrano un commesso del marcopolo expert, che guida una motocicletta e indossa anche degli occhialini da aviatore, egli comincia ad illustrare ai due tramite metafore (la "trota" ad esempio) i pericoli che ci sono all'interno del bosco.
Direi che basta e avanza, mi sono anche stufato di argomentare il commento di questo film, pensavo fosse peggio di "Paganini Horror" ed invece l'ho trovato già più "horror", anche usando 4 attori di numero!
La scena della strega con gli occhi a palla incollati nelle orbite che tenta di muoversi ma non sa dove andare perchè non vede è da brivido...ho avuto paura.

Frogger  @  04/11/2010 19:03:29
   1 / 10
tra gli amanti dell'horror c'è quasi un usanza che richiama al sadomasochismo di voler vedere a tutti i costi un film sapendo che farà pena. Ovviamente anche io non potevo resistere a questa tentazione e ho recuperato in un cestone di un discount questa perla. Non sere commentare oltre questa pietra miliare del trash, il film è talmente sch.ifoso che non posso non definirilo un capolavoro del trash italiano. Il voto è ovviamente 1, ma nel profondo del cuore è un 10. Lo consiglio a tutti quelli che sono arrivati fino a qui, tanto parliamoci chiaro, chi arriva a legfgere i commenti del bosco 1 non può essre che un malato di mente con le budella del cervello in ebollizione e desiderose di splatterificazioni.
Che la morte maligna sia con voi!

P.S. vogliamo parlare poi del titolo? con la numerazione "1" come a significare.... "sarà il primo di una lunga saga"

Cannibal Bunny  @  09/10/2010 12:45:15
   2 / 10
Un pezzo di storia della cinematografia italiana. Vedere per credere.

Mallyandcompany  @  05/09/2010 19:12:52
   7 / 10
Da un Lato e' un Film con una grandissima carica Trash, con della ridicolitÓ non voluta; Da un altro lato ti tiene incollato allo schermo; Ebbene si, mi voglio congratulare con l'ottimo lavoro del Direttore della Fotografia e gli Operatori del Trucco. Per appassionati trasher.

movieman  @  15/08/2010 00:05:09
   3 / 10
So che il film in se è un vero disastro, (io lo definirei un capolavoro del trash) e quindi non mi metterò ad elencare tutti i lati negativi: lavoro già fatto, e bene, da altri. Io invece vorrei consigliarlo a tutti perchè fa morire dalle risate, imperdibile nella sua bruttezza. Io sono molto tentato di dargli 10 perchè non ho mai riso tanto nel vedere una cosa del genere! E il bello che il regista pensava di aver fatto un capolavoro horror! Invece la cosa più spaventosa è quell'uno dopo il titolo: cos'è era previsto pure il seguito?! Comunque riconosco che il voto che si meriterebbe è uno, tuttavia dato che a me personalmente è piaciuto, almeno per quanto riguarda il lato comico, preferisco alzare un po' il voto.

The Deep Ocean  @  23/06/2010 21:06:16
   1 / 10
Sono d'accordo con tutti coloro che dicono che vale un 10 come film comico, ma, siamo seri, è veramente un obbrobrio! Ci sono talmente tanti errori che probabilmente un cerebroleso avrebbe fatto di meglio. Poiche oltre agli errori registici e di recitazione

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
ci sono anche errori che denotano un'assai scarsa conoscenza della lingua italiana: Non molto tempo dopo... non ce che dire, complimenti!
Comunque si potrebbe andare avanti così per molto tempo, tuttavia ci terrei a segnalare una scena che secondo me vale veramente la pena di essere vista (ovviamente non in senso positivo):

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In definitiva: lo si può guardare per farsi due risate, e questo va riconosciuto, fa davvero ridere, ma dando un giuduzio serio penso (e spero) che il cinema non sia mai caduto più in basso di così.

4 risposte al commento
Ultima risposta 02/03/2011 21.34.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  13/06/2010 11:01:17
   1½ / 10
"SIETE SICURI DI ESSERE COSI LONTANI DALL'ORRORE???"
"Ma è scemo?"


Capolavoro della bruttezza made in Italy,inutile tentare una giustificazione in ogni ambito.
Come comicità involontaria è un gran film,purtroppo però è del tutto inconsistente e ridicolo in ogni suo fotogramma e in ogni suo effetto speciale,se possiamo chiamarli così. Marfori voleva evidentemente iniziare una saga come quella de La Casa di Raimi,già il titolo assurdo con quell'1 senza capo nè coda ne è la conferma,però il risultato finale è semplicemente una catastrofe.
Tra l'altro ci sono varie cose prese dal cult di Raimi,ma niente che accomuni questi due film sotto il profilo della bellezza. In questo mitico Evil Clutch manca del tutto l'atmosfera e soprattutto la delirante sceneggiatura è completamente fuori di testa.
Però,quante risate!

La protagonista ha un accento inglese irritante ma grammaticalmente l'italiano che parla è perfetto,solo che poi se ne esce con gli "Zambies" (zombie) o con esclamazioni come "Oh,shet (shit),ho finito la benzina".
Il protagonista recita come un cane,ma questa è l'ennesima perla di comicità che si va ad aggiungere alla sua coglionaggine,come quando si mette palesemente in posa per farsi mozzare le mani o aspetta mansueto come un bambino la sua fidanzata con i moncherini sanguinanti.
La strega ha un clitoride incredibilmente sviluppato,peloso e prensile. Ma ad un certo punto non assomiglia a Christopher Lloyd di Chi ha incastrato Roger Rabbit,con quegli occhi che quasi scoppiano fuori?
Poi c'è un sosia di Tonio Cartonio che è anche uno degli zombiessss,tra l'altro la sua è una fine atroce.
E,infine,il mitico scrittore con le sue caratteristiche indimenticabili: voce elettronica,occhialoni e copricapo da aviatore stile prima guerra mondiale,sempre con l'insepearabile moto e con il camice bianco. Non si capisce bene il colpo di scena che riguarda lei è la strega,comunque alcune sue battute resteranno negli annali:
-Il folle discorso sulle trote e la risposta più che convincente di uno dei protagonisti (tanto gli attori sono soltanto 6).
-I suoi avvertimenti che sortiscono l'effetto contrario (viene preso per un imbecille,chissà perché...)
-La Sua canna da pesca.
-"Se volete restare vi auguro di fare una buona pesca".
-La mitica e inevitabile "Morte Maligna!".

Inesplicabile la dilatazione dei tempi che allunga solo i minuti tra una scempiaggine e l'altra,così come non si capisce chi sia a seguire la ragazza o i due ragazzi per tutto il film,tanta era la voglia di prendere quell'effetto da La Casa.
Però,è una perla di trash puro che và vista.

Grazie,D.io della Luce per avermi fatto vedere questo film!

chem84  @  09/06/2010 13:54:22
   1½ / 10
Un film davvero terribile sotto tutti i punti di vista.
Pensavo almeno di farmi 4 risate, ma manco quelle, solo molto imbarazzo.

Ciaby  @  08/06/2010 16:45:13
   1½ / 10
Dialoghi geniali, sceneggiatura scritta da un pazzo sotto l'effetto di droghe pesanti, effetti speciali "incredibili" , regia fatta di pianosequenza per nessuna questione artistica, quoziente intellettivo dei personaggi sotto lo zero...
Inutile ripetere quanto è stato detto dai precedenti "colleghi" di filmscoop: questo è un film irripetibile. Il capolavoro della minc.hiata: vale 0 quando vale anche 10. E il finale? Stralunato e indimenticabile, così come il dialogo sulle trote.

In definitiva: tanto brutto da essere divertentissimo, quando in realtà è stato girato con propositi seri. Mezzo punto in più per l'involontaria simpatia.

MA CHE SCHIFO HAI DENTRO?

The BluBus  @  05/06/2010 23:44:50
   2 / 10
Involontariamente simpatico, con alcune battute(?) da oscar

MarkTheHammer  @  31/05/2010 13:16:59
   1½ / 10
Un disastro TOTALE! Il film è talmente schifoso che per questo risulta divertentissimo, molto più comico di molti film comici!

pinhead88  @  28/05/2010 16:45:33
   1 / 10
Un film girato con il ****.zombi ritardati che spuntano fuori all'improvviso,lunghissimi e imbarazzanti piani sequenza,dialoghi idioti e personaggi ebeti,su tutti la protagonista munita di fascetta rosa che appena apre bocca sembra prenderti per il ****.soggetti come Marfori andrebbero studiati a lungo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  03/05/2010 17:54:27
   3½ / 10
Onestamente ne ho visti tanti di film, ma brutti a livello tecnico e visivo come questo ne ho visti pochi ve lo posso assicurare!
Io non riesco a capire cosa volesse fare questo regista: far paura, far ridere? il risultato sembra portare su varie strade, ma la strada del film insulso e banale senza nessuna logica sembra essere quella più accreditata.
Dò un mezzo voto in più perchè il finale lo trovato più interessante confronto al resto e certamente il bosco da un pò d'inquietudine.
Ennesima dimostrazione che, all'arrivo degli anni ottanta, il cinema italiano di qualsiasi genere si tratta (commedia, horror ecc) e scivolato verso il basso in grandissimo stile.
Un film da dimenticare e da evitare come la peste, perdereste solo del tempo prezioso.

8 risposte al commento
Ultima risposta 09/05/2010 15.37.48
Visualizza / Rispondi al commento
-Uskebasi-  @  28/04/2010 14:44:14
   2 / 10
Mi sembra che si sia già detto tutto su questo film. Tra le infinite cose non riesco cmq a non scrivere:

-NON MOLTO TEMPO DOPO
-"Vuoi dire che qui c'è il divieto di pesca?"
-"E dove vuoi andare? Magari in un altro bosco, con mostri peggiori di questi!"
-Legna e pietre che incredibilmente tagliano.
-Il ragazzo che aspetta tranquillamente la ragazza seduto con le mani mozzate.

Ripeto si è già detto tutto, e il tutto porta all'inevitabile 1. Il mio 2 è motivato da 2 inqudrature gradevoli nei sentieri del bosco (1), e da una cosa che in realtà non gli appartiene, la ripresa con la visuale del Male de "La Casa". In effetti tutto il film, meglio forse aborto di film, è una copia mal riuscita o un omaggio al cult di Raimi. La visuale già detta, l'orologio che si muove, radici malvagie, zombies (come dice la protagonista), frasi in altre lingue e altro che per fortuna ho rimosso.

C'è però da dire che questi film sono tanto importanti quanto quelli grandi. Personalmente preferisco una visione del genere rispetto ad un mediocre film da 5. Quindi grazie Marfori per questo piccolo capolavoro che sicuramente non dimenticherò.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  27/04/2010 11:38:49
   1 / 10
ATTENZIONE: il commento potrebbe contenere anticipazioni (sai che danno...)

Due ragazzi in cerca delle bellezze d'Italia, come itinerario passano da Venezia a "uno sperduto bosco"(anzi, da Venezia a "sperduto bosco 1",la sintassi è importante) di un'anch'esso sperduto paesino delle Alpi. Qui invece di un ameno paesaggio avranno a che fare con le versioni Zombie di Solange, Tazio Nuvolari e L' Uomo Fango. Solo la ragazza sopravviverà (insomma ne muore solo 1...) e potrà riuscire a rivedere il Dio della luce.
Capolavoro di tale Marfori che ci propina quasi un'ora e mezza di orrore alternando un'ora di puro trash con mezz'ora di riprese dell'auto dei protagonisti che viaggia. Già il prologo, dove una terribile mano vaginale evira (marfori è uno studioso di Freud, è evidente) uno sventurato ragazzo finito insensatamente in una cascina di un bosco, già questo prologo dicevo sarebbe bastato a un palato fine per fermare la proiezione e, al contrario, a un trashlover per sfregarsi le mani. Poi il capolavoro subito dopo il prologo con la didascalia " NON MOLTO TEMPO DOPO...", che ci ricorda, dopo il titolo del film, quanto tale Marfori abbia a cuore l' uso della nostra lingua.
Poi in vortice meraviglioso abbiamo le calze della protagonista, il divieto di pesca, il discorso di Nuvolari durante una pericolosa discesa atteaverso gli orti del paesello, teste tagliate appoggiando bastoni, carrambate in cui si rivedono padre e figlia, intere sequenze inutili come quella dell'acqua nera solo per dirci che nei sotterranei c'è una sorgente, mani tagliate ma braccia che si allungano, zombie forti come un 9enne, protagonisti che si amano ma l'Uomo Fango è geloso e vuole "amare" anche lui la ragazza, ma con una canna da pesca...
Il tutto in una magica atmosfera in cui si prova la stessa tensione che si avrebbe nell'affrontare un piatto di amatriciana troppo piccante. Trama con lo stesso senso che può avere uscire nudi in mezzo alla neve in pieno inverno a ballare l' hully gully. In definitiva la peggior cosa mai uscita da una telecamera dopo un matrimonio ripreso da mia madre una decina di anni fa.
Magnifico.

6 risposte al commento
Ultima risposta 26/01/2011 13.56.12
Visualizza / Rispondi al commento
Bestiolina  @  26/03/2010 13:04:11
   1 / 10
Che dire.... è difficile commentare un film del genere.
Credo che in assoluto sia il film più sgangherato, assurdo e demente che abbia mai visto. Oltre ad avere una trama completamente senza senso, il film si dipana stancamente lungo una selva di situazioni ridicole, inquadrature folli e dialoghi imbarazzanti; il tutto associato ad effetti specali da terzo mondo (su tutti, le testa mozzata del protagonista e l'artiglio che esce dal ventre della strega).
Ciò detto, questo film è senz'altro un capolavoro del genere comico-involontario. Da applausi il monologo dello scrittore sulle trote, che credo rimarrà nella storia.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  03/03/2010 11:27:31
   4 / 10
Disastro tecnico ma divertentissimo questo "Bosco 1". Credevo l' operatore fosse stato bravo, ad usare la mdp a mano quasi come una steady-cam, invece è una steady-cam usata malissimo. Su primissimi piani alla Welles+Lory del Santo ed effetti speciali a go-go (il primo è la strizzata di palle) si disarticola questa storia che non ho seguito ben bene; il punto è, che ho pure voglia di rivederlo.

3 risposte al commento
Ultima risposta 30/03/2010 21.20.08
Visualizza / Rispondi al commento
lampard8  @  12/02/2010 20:31:15
   1½ / 10
Di diritto nell'Olimpo del trash all'italiana all times e forse non solo. Sceneggiatura, recitazione e ambientazioni ridicole. Al livello della croce delle sette pierte e di Grazie Padre Pio, ma ancora sotto all'invincibile Grunt! di Andy Luotto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/09/2010 05.05.17
Visualizza / Rispondi al commento
BraineaterS  @  18/01/2010 20:30:21
   8 / 10
Diamo 8 perchè nella descrizione delle votazioni c'è scritto "film magnifico, non perdetelo"...e in effetti un film così non è assolutamente da perdere!! Il film in sè sarebbe da 0 ma non si può dare, la recitazione (recitazione??) è abominevole, soprattutto il finto accento inglese della tizia (che è inguardabile), la trama è un'accozzaglia di cinque sceneggiature diverse unite a caso, ma nel complesso diventa un film stupendo, difficile da dimenticare, e soprattutto è ormai il nostro film preferito!
Alcune scene meravigliose:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma sono talmente tante che bisogna vedere il film per assaporarle appieno...Geniale!

Grazie Andrea Marfori

Marv91  @  09/11/2009 19:34:34
   1½ / 10
Ahahahahaha...che Trashone ridicolo, mi meraviglia il fatto che in una schifezza immonda come questa, ci sia la Tassoni (tra l'altro in questo film recita anche male, soprattutto per quell'odioso accento americano), poi i dialoghi sono di una gagat.a assurda (tipo "Grazie Dio della Luce"), effetti speciali semi-ridicoli tranne in qualche occasione, trama scopiazzata (e pure male) da "La Casa", inquadrature amatoriali stile filmati delle vacanze estive, mezzo voto in più per la scena della testa (lampadina) che esplode, ho riso per una setimana...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

bulldog  @  29/10/2009 20:49:34
   1 / 10
Azz questo si che se la gioca con Yeti!
Non si salva nulla,abominevole sotto tutti gli aspetti.
I dialoghi sono poi la ciliegina sulla torta,da provare.

Sto Marfori si prende sul serissimo tanto che ci rin********sce con la sua steadycam e con delle musiche stile Goblin.
Certo che ci vuol coraggio a promuovere un film così.

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/10/2009 13.46.36
Visualizza / Rispondi al commento
Jessica82  @  13/10/2009 18:51:37
   10 / 10
Visto ieri sera con Marco e una mia amica, Julia, in Videocassetta (il DVD non esiste, o almeno credo, perchè sennò Marco l'avrebbe già). Tralasciando la qualità video e audio (veramente penose) ci siamo inoltrati nella visione dell'apoteosi del Trash Italiano (insieme a La Croce dalle 7 Pietre), definito anche "Il film che ha predestinato Andrea Marfori come l'indiscusso erede di Frankenstein e Dario Argento".

Capolavorissimo! Durante la visione non abbiamo fatto altro che ridere, ridere e ridere di continuo! "Non potrai evitare...la morte maligna!" (XD) oppure "E dove vuoi andare? Magari in un altro bosco, con mostri peggiori di questi!" (Ah-a!) e infine "Grazie Dio della luce" (Ah-a, Ah-a, Ahahah!). Effetti speciali letteralmente di *****, accenti letteralmente esilaranti, attori che definirli così è un privilegio, trama peggiore di quella di una recita parrocchiale etc. e potrei andare avanti all'infinito così! Alcune scene sono estremamente divertenti come quella dell'orologio a Cùcù, quella del divieto di pesca e altre ancora! Alcune scene Splatter poi fanno rizzare i capelli (per esempio, qualcuno mi può spiegare perchè quando a Tony vengono tranciate le mani le braccia si allungano di 30 Centimetri?!)

Insomma, un film da vedere assolutamente, soprattutto se in compagni, vi farete tante, ma tante risate! (PS: Dare 1 o 10 è la stessa cosa in questo caso).

11 risposte al commento
Ultima risposta 30/10/2009 16.07.57
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  11/10/2009 12:40:33
   6 / 10
Che delusione! Me lo aspettavo peggiore! :D
A parte gli scherzi, secondo me se si è consci di vedere un trashone, si può vedere tranquillamente… Io mi sono divertito abbastanza. Ci sono alcune idee niente male, e tanto per essere chiari, alcuni momenti mettono pure qualche brivido. Ad esempio sono discreti i primi minuti, e l’idea dell’uomo misterioso che parla con un macchinario alla gola non è niente male; allo stesso modo, ci sono momenti davvero infimi e tante scopiazzature da “La Casa”.
Inascoltabile la tipa, ma qualche perla la tira fuori pure lei:

”Ehi stupidone, non mi piacciono le tue stovie, non mi piace il tuo attvezzo pev pavlave e non mi piaci tu! Pev favore Tony, andiamo via!”


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/10/2009 15.09.56
Visualizza / Rispondi al commento
baskettaro00  @  31/08/2009 16:29:42
   3 / 10
un esempio di cinema trash italiano,forse anche più di"zombi horror"....con effetti splatter poco ben realizzati,dialoghi molto scadenti,senza un briciolo di tensione e con un finale che definire ridicolo è dir poco.....a concludere l'opera ci si mette anche una incredibile noiosità nella parte centrale ed una serie di buffonate(come quando lo zombi con la canna da pesca,a 10 metri di distanza,con l'amo prende la guancia della protagonista,oppure una sorta di mano che esce dalla vagin della strega...)
in sostanza un cult per gli amanti del trash italiano nei film horror senza senso,una porcata per chi ama gli horror...un insulto a questo genere!
da evitare!

8 risposte al commento
Ultima risposta 06/09/2009 21.31.30
Visualizza / Rispondi al commento
zumpampÓ  @  29/06/2009 21:11:58
   1 / 10
io con un telefonino e una maschera di halloween faccio un film migliore...

mr pink  @  31/05/2009 10:53:30
   10 / 10
davvero imperdibile, per tutti gli amanti degteli horror-trash.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/09/2009 17.04.12
Visualizza / Rispondi al commento
Cuoreimpavido  @  15/01/2009 21:51:58
   1 / 10
gia dalla trama si vedeva che era uno spettacolo

Alexein  @  10/01/2009 15:49:05
   1½ / 10
L'esperienza della visione di questa insulsa pellicola è inimmaginabile. E' una prova di sopportazione ai limiti dell'umano. Come cult del brutto sarebbe quasi da 10 se non avesse in sè delle copiature da La Casa di Raimi. Un peccato che questo regista abbia smesso di fare film di questo genere. Rimarranno sempre dei dubbi amletici sul perchè della sua esistenza a cominciare dal titolo "IL BOSCO 1(!?)", erano già pronti dei sequel?

paride_86  @  25/09/2008 16:30:06
   1½ / 10
Ridicolo e squallido. Non è buono neanche per farsi due risate.

9 risposte al commento
Ultima risposta 29/06/2009 21.16.10
Visualizza / Rispondi al commento
spockino  @  30/07/2008 22:36:32
   9½ / 10
Devo dire che ho sempre amato questo film, che seppur con qualche difetto strutturale, mantiene una trama dignitosa e un buon livello recitativo. Sapete, negli anni 80 c' e' stata una creativita' nel mondo del cinema horror mai piu' ripetuta poi negli anni seguenti, e questo film, a dispetto di molti detrattori, e' un piccolo gioiello.

20 risposte al commento
Ultima risposta 08/07/2009 11.33.10
Visualizza / Rispondi al commento
Giskard  @  19/07/2008 15:50:14
   1 / 10
Il peggior film horror di tutti i tempi. Un capolavoro del trash.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  05/07/2008 19:52:23
   1 / 10
Once upon a time in Italy a regista di name Andrea Marfori (o Mr piano-sequenza-soggettivaimbecille-infinity, come volote voijaltri...), che, un bel day, decise di improvvisarsi John Carpenter et dirigere il filmo horroro più inquietonte della historia del cinéma.
Le risultoto fuit a calderone trassssshhhh di ineguagliobile divertentezza, un miscoglio di gagssss supercomiques au servizio d'une sceneggiatura brillantemonte idiota. Génial!

"Il y a cose che non son quel che sombrono: le trote ad esompio..." (A Devid Lincio citazione)
"Cioè, cioè, cioè; ma mi vuoi dir tu a me che qui c'è il divieto di pesca?"
"...e non sarei capace di sfuggir alla MUERTE MALIGNA"
"Grazie mon Di.o, della lux"
"Dove vuoi annà? Eppoi magari magari finemmo in anadar bousco avec altri monsters?"
"Volio, volio uscir da 'sto bosco fottuto"

Se stavate chidendovi voi where Darione Argentolo s'era ispirato per i suoi kapolavori, now lo sapete.

7 risposte al commento
Ultima risposta 01/05/2010 12.21.56
Visualizza / Rispondi al commento
GinTonic  @  21/06/2008 13:28:19
   1½ / 10
Da i produttori di Mobbasta....è arrivato il nuovo film di Liegi BastonLiegi..
Il Bosco 1...un film mal riuscito...
Da ricordare la partecipazione di Riccardino Fuffolo...^^
Dedicato a Pepper.

2 risposte al commento
Ultima risposta 16/08/2010 22.30.12
Visualizza / Rispondi al commento
private_joker  @  04/06/2008 18:57:02
   1 / 10
D.io mio, che schifezza immonda! Avete praticamente già detto tutto voi, quest'orrore è il perfetto esempio di come NON si debba fare un film! Attori che abbaiano invece di parlare, scene stupide fino all'inverosimile, immotivati piani sequenza che ti fanno desiderare di mandare avanti veloce... La ragazza con la motosega poi... Deliziosamente trash!!!!

francescog91  @  19/05/2008 14:42:28
   1 / 10
Ho visto questo film perchè volevo proprio vedere se tutti questi 1 erano in effetti giusti per questo film (ero piuttosto curioso)... e mi trovo totalmente d'accordo con tutti voi!
Fa semplicemente pena, attori che definirli tali è un insulto alla loro categoria, ed il film è un horror che definirlo tale è un insulto alla categoria, è già difficile definirlo film.
Mi domando dove trovino il coraggio certi registi per pubblicare dei prodotti di questo tipo... il voto reale dovrebbe essere 0 ma non c'è...

Sgt. Pepper  @  01/05/2008 20:03:53
   1 / 10
Solo leggendo il titolo (considerando l'assenza di sequel) si capisce davanti a quale follia e assurdita' cinematografica ci si trovi. Recitazione e doppiaggio pessimi, assenza totale di senso e un' attrice dotata di una bruttezza ripugnante nel ruolo della "affascinante e attraente" strega sono cio' che caratterizza questo lavoro...Il tutto accompagnato però da risate allucinanti a causa, ad esempio, di molte frasi che volendo essere temibili risultano invece ridicole (quelle pronunciate dal personaggio di Algernoon, che sembra fatto apposta per sembrare più ridicolo possibile).
"Il Bosco 1" si rivelerà infatti un'esperienza di stupidità e di comicità davvero uniche, da gustare e rigustare mille volte, fino all'ossessione. E la cosa che lascia più perplessi è il fatto che il tutto sembra girato seriamente, probabilmente con l'intento di terrorizzare gli ignari spettatori, che però non si troveranno davanti al classico horror, ma bensì al film più divertente che sia mai stato realizzato!
Da vedere, costi quel che costi!

RINGRAZIO TUTTI QUELLI CHE HANNO FATTO ENTRARE QUESTO FILM NELLA FLOP 25 DOVE TUTTI POSSONO VENIRE A CONOSCENZA DI QUESTA SPLENDIDA (ORRIPILANTE) OPERA...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 24/09/2010 05.12.57
Visualizza / Rispondi al commento
marfsime  @  22/04/2008 20:15:16
   1 / 10
Capolavoro trash..sotto questo punto di vista meriterebbe senza dubbio 10! Ma se devo oggettivamente dare un giudizio su questo pseudo-film non si pu˛ che piazzargli un 1 secco. Tutto Ŕ sconcertante..la recitazione..gli effetti speciali (si fa per dire)..la trama (ma esisteva una trama?) e soprattutto la regia..che definire ridicola Ŕ un complimento! Un obbrobrio assurdo..giuro di non aver mai visto una trashata simile..e si che di trash ne ho visti parecchi! "Film" assurdo.

Tony Ciccione90  @  14/04/2008 21:57:14
   3½ / 10
Il voto è 3,5, anche se vi consiglio di vederlo per ridere a crepapelle. Sebbene superiore a Ju-On (cui ho dato lo stesso voto, ma che non ha suscitato in me nessuna emozione positiva), non posso dare più di 3,5 ad un film che è divenuto sinonimo di "ridicolo" (guardare sul De Mauro per credere). Il "regista", colto da un inspiegabile delirio di onnipotenza, prova a sfoggiare inquadrature particolari del paesaggio alpino (!!!) o primipiani alla Murnau che fanno rabbrividire o una citazione dotta di Shining (vedi le riprese alla macchina). Alcune scene del film sono estremamente lunghe. Ciò è dovuto al fatto che probabilmente nessuno sapeva come si montasse un film e come si tagliassero le scene superflue. L'attrice protagonista (penoso il doppiaggio "finto inglese", desolante la sua prova) ogni tanto è colta da raptus e maledice il bosco (ancoua in questo bosco maledetto) inspiegabilmente. L'attrice urla, sbraita, invoca divintà pagane, spaventata non si sa da cosa. Ogni tanto poi nei suoi discorsi inserise a caso un "don't worry" o un "please" suscitando un effetto assai comico. Questo film ha vinto anche un premio per lo zombie più deficiente. Memorabili comunque i dialoghi, specie la riflessione sulla "doxa", l'opinione fallace di cui parlavano già i primi filosofi greci", e l'aletheia, la verità, esposto con il parallelo fra la trota che sorniona aspetta nel lago e, scambiato l'amo per un succulento verme, si fa prendere dal pescatore, e l'uomo che è "abbagliato" dalle apparenze . Scena spiazzante, , di una saggezza quasi bergmaniana. E , vista la sibillinità delle parole dello scienziato pazzo (che parla attraverso un microfono dicendo di avere una voce strana, quando poi di strano c'è solo il fatto che questa pellicola sia definita film), il protagonista non riesce a cogliere (peggio per lui) il senso profondo delle parole dell'uomo. Una considerazione meritano anche le (pessime) colonne sonore che fanno sembrare "Il Bosco 1" un film serio (certo). Inspiegabile quell'uno accanto al titolo. Ammesso che volessero fare un altro film, quel numero rende ancora più ridicolo (incredibile a dirsi) il tutto. Vedetelo, vi prego.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/04/2008 22.43.47
Visualizza / Rispondi al commento
anthony  @  09/04/2008 18:05:49
   1½ / 10
che ridereeeeeeeeee!!!!!!!!! Oddio! giuro su chi volete che non ho mai riso cosý tanto in vita mia!! Alla fine avevo paura che le mie irrefrenabili risa mi conducessero dritto dritto all'ospedale... la milza deve essermi quasi scoppiata... bhŔ adesso a parte gli scherzi, mi chiedo come un "ente" del genere possa essere stato prodotto. Ŕ il film (film?????????? AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!) pi¨ TRASH e STUPIDO e INSENSATO che abbia mai visto!! La parlatina inglese, i lunghissimi piani sequenza, le inquadrature (INQUADRATURE????????????) alla Sam Raimi............ VOTO FILM: - 9!! VOTO TRASH (e di simpatia): 10 e lode!

larcio  @  08/04/2008 22:05:21
   1½ / 10
ke s-film....assurdo daweo.....nn c' è sceneggiatura i dialoghi sono di una banalità non sconvolgente, di più.....eppure...eppure ..e parlo seriamente...la regia di marfori (che prende palesemente spunto da quella di sam raimi) mi è piaciuta molto, con dei piani sequenzi lunghissimi ma molto belli...merito anke il fatto di avere degli ottimi paesaggi da far visualizzare.....ma poi apparte ciò è la fiera del trash totale....si passa dalla parlata inglese della tassoni a teste e mani mozzate ke sembrano fatte entrambe da un falegname per quanti irrealistiche siano....e poi si vede di tanto in tanto qualke abbondante skizzo di sangue o qualke spruzzo di vomito giallastro ke fuoriescono senza un nesso logico e di nessi logici in questo film nn c' è niente..neanke il titolo (IL BOSCO...1......MA COME CAZZ.O FA A KIAMARSI UN FILM IL BOSCO 1????????????)..ma va bene dai l' uno e mezzo è solo per regia scenografia e colonna sonora....altrimenti il voto sarebbe stato -5.......grande ad ogni modo marfori

Gruppo COLLABORATORI julian  @  02/04/2008 21:55:36
   3½ / 10
Altro grande re dei trash, diretto da un altro personaggio da incorniciare: Andrea Marfori, un genio.
PerchŔ realizzare un film del genere significa o essere pazzi, o essere talmente geni da prendere per cul.o tutti.
Bisogna riconoscere un merito alla truccatrice perchŔ (senza scherzi) ha realizzato un ottimo lavoro considerando lo standard di film del genere (si pensi alla Camorra contro il lupo mannaro...).
Eppure la storia, i discorsi, tutto Ŕ di una banalitÓ disarmante che non pu˛ portare a niente se non a risate disperate.
Gli attori sono dei caproni, soprattutto la ragazza, brutta, ciavatta, con un falsissimo accento straniero che provoca nello spettatore istinti omicidi.
Ma la cosa che mi ha fatto pi¨ ridere sono stati i discorsi, le urla disperate, i capricci della tizia che giÓ prevede qualcosa di brutto (chissÓ perchŔ poi ?) appena entrata nel bosco.
Questo Ŕ il massimo, mi ha fatto crepare:
tizio con voce rauca: "le cose a volte appaiono diverse da quello che sono, le trote per esempio, mentre tranquille nuotano nella corrente vedono questo piccolo amo e pensando che sia un delizioso minuscolo pesce, una di loro si avvicina per mangiarlo ma naturalmente c'Ŕ chi Ŕ pronto a pescarla"
(dopo questa brillante similitudine, fa un gesto brusco con la canna da pesca)
idiota protagonista: "Ŕ forse una storia sulla pesca ?"
tizio con voce rauca: "io non volevo raccontarvi una nuova storia, ma dirvi che le cose possono essere diverse e pi¨ pericolose di quello che sembrano"
idiota protagonista (imperterrito, persevera nel fare la parte di quello che nn riesce a capire): "vuoi dire che qui c'Ŕ il divieto di pesca ?".
Questo credo che si piazzi al primo posto tra i peggiori discorsi della storia del cinema, ciononostante mi ha fatto crepare.
Gli appassionati di trash non possono mancare questo capolavoro, un horror fondamentale nonchŔ TERRIFICANTE.

Vedi recensione

7 risposte al commento
Ultima risposta 04/04/2008 15.42.31
Visualizza / Rispondi al commento
DarkRareMirko  @  27/03/2008 03:13:06
   2 / 10
Mah, menzione d'onore sul fatto che non si capisce assolutamente se Marfori ci stia prendendo in giro (nel senso, se era serio mentre realizzava il film, credendo DAVVERO di realizzare un horror) o se invece voleva realizzare uno splatterstick.
Capacità ad ogni modo non da poco conto.


In ogni caso ha fallito miseramente in entrambi i punti.
Attori pessimi, effetti caserecci a dir poco (tranne un paio forse, come l'evil clutch ad esempio), trash intrinseco che viene persino fuori dalla pellicola, umorismo (se davvero umorismo era) pessimo e si potrebbe continuare ma non voglio infierire.


Si salvano alcune capacità con la mdp di Marfori (tipo le riprese nel bosco, chiaro riferimento a Evil Dead).
Null'altro.


Divertentissimo comunque, vi farete sane e grosse risate!
Marfori uno di noi!

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2009 19.35.14
Visualizza / Rispondi al commento
statididiso  @  15/03/2008 13:55:55
   10 / 10
che trashone ragazzi, non mi divertivo così dai tempi del vendicatore tossico (dopo tutto, se la Troma ha deciso di acquistarne i diritti... non sono, poi, così sicuro che si tratti di "spazzatura" involontaria). la numerazione del primo capitolo lascia presagire un sequel oppure nasconde la speranza di un regista, vana quanto il tentativo della Coralina Cataldi Tassoni di primeggiare sugli altri - un cast di 5 attori (!!!), tra cui uno zombi, uno scrittore, con un passato da centauro, che parla attraverso un apparecchio da mettere sulla laringe e una strega che passa la maggior parte del tempo a fare la linguetta - e di sembrare credibile nel ruolo della sposina inglese (quando mai si è vista una cosa simile nel primo episodio di una saga!?!). il bello è che hanno collaborato non poche persone alla realizzazione di questo "remake" (!?!) de "La Casa" di Raimi (sembrerebbe incredibile). per fortuna, recentemente abituato ai vari Cloverfield e REC, non mi è venuta la nausea all'ennesimo movimento vorticoso di steady-cam. eppure qualcosa si salva: Marfori ha poche idee, evidentemente, ma avrebbe i mezzi tecnici (dopotutto, è l'erede diretto di Frankenstein e Dario Argento); alcuni effetti speciali sono sì caserecci, ma non da buttar via - "indimenticabile" l'artiglio che fuoriesce dalle cosce della strega (Marfori sembra aver ripreso qualcosa anche da "L'Albero del Male" di William Friedkin) -; la colonna sonora riesce a distinguersi. insomma, lo consiglio a chi avesse voglia di farsi qualche risata o a chi ama i prodotti amatoriali. non me ne vogliano chi vorrebbe vedere questo film primo nella flop 25. ringraziato sia "il Dio della Luce" ! ! ! ;)

voto: 10

5 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2010 18.08.25
Visualizza / Rispondi al commento
edo88  @  12/03/2008 23:17:10
   1 / 10
Oddio che schifo!
Perché l'ho visto? Perché ho sprecato il mio tempo?

Ero attratto dall'idea di farmi due risate, ed infatti questo film è talmente osceno (ancor peggio di House of the Dead) che per buona parte della visione ridi (ed è sottinteso dire che lo scopo NON era quello).

Ma bisogna pur prenderlo come film, e nella scala da 1 a 10 si merita la posizione più bassa perché TUTTO è veramente schifoso.

La regia credo sia la peggiore che abbia mai visto.
Vi basti sapere che l'attore non protagonista è il furgoncino, ripreso più che un normale personaggio secondario.
Poi, i movimenti di macchina velocizzati a 10 centimetri dal suolo come fosse la visuale di qualcosa (la presunta "strega") che si muove sono orribili.
Inoltre, il trucco e le scene splatter sono talmente fatte male che suscitano risate su risate. Basti pensare al braccio che spunta dai genitali della "strega" (memorabile scena)!
Infine, la recitazione (o meglio il doppiaggio) è ovviamente una presa in giro, come la finta inglese che alterna la pronuncia anglosassone delle parole italiane a vere e proprie frasi inglesi che non fanno che rendere il suo personaggio ancora più ridicolo!
E i "titolo di testa" che mostrano le diapositive dei due sfi.gati con sotto musichetta allegra in alternanza a sequenze senza immagini con la musica tetra? Ma dai!

Complimenti al regista, agli "attori" morti di fame, allo sceneggiatore (nonché regista!) e allo "zombie" più imbecille della storia del cinema.

Se lo volete vedere almeno vi fare due risate, ma è una porcata tremenda!!

E pensare che questo film è stato concepito nell'anno in cui sono nato!
Andrea Marfori datti all'allevamento di puzzole.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 02/04/2008 22.07.54
Visualizza / Rispondi al commento
felym  @  06/03/2008 16:52:27
   1 / 10
il giusto voto ad un film che non si può chiamare tale.

e non fate la cavolata di mettere i 10 ironici !!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/03/2008 14.30.24
Visualizza / Rispondi al commento
HGWells  @  02/03/2008 20:29:32
   10 / 10
"Questo film ha imposto il suo regista come l'erede diretto di Frankenstein e Dario Argento". Queste sono le parole che troviamo sul retro della videocassetta. Ora dico, ma è più cretino il film o chi ha scritto questa frase? Spero con tutto il cuore che quest'ultimo non sappia ciò che dice, se no siamo proprio messi male.

Dopo questa premessa, veniamo al film: è una cazz.ata, una vera e propria cazz.ata... Mi meraviglio che la Troma, autrice del nostro amato Toxie, l'abbia distribuito in tutto il mondo (con il titolo "Evil Clutch", una parodia di "Evil Dead", del quale questo film è il peggior clone). Dal lato della recitazione (recitazione?) è addirittura (e non mi vergogno a dirlo) peggiore di Zombi Horror!!!! E qui spero di aver detto tutto. Tralasciando la qualità tecnica sotto lo zero, è meglio vedere il film sotto l'ottica del Trash-Lover. E' da ammirare il lavoro di volenterosi effettisti che cercano di impressionare lo spettatore con un bel po' di scene splatter, ma che riescono, nella maggior parte dei casi, solo a far ridere. Incredibile la strega-vampira con gli occhi giganti (palline da ping-pong colorate!!!!!) o lo zombi drogato (non fa altro che saltellare per tutta la durata del film!!!). Mado.nna, vi giuro certi momenti fanno davvero morire dalle risate, come la decapitazione del ragazzo tra i raggi della ruota di un carretto (ri-di-co-la), oppure la scena finale in cui la ragazza superstite ringrazia il Dio della Luce (?!?). In parole povere: IMPERDIBILE!!!!!!!!!!

12 risposte al commento
Ultima risposta 22/11/2009 09.42.38
Visualizza / Rispondi al commento
genzo24  @  01/03/2008 04:44:30
   2½ / 10
trash...ma veramente trash,tanto da a avere quasi un senso,comunque tremendo....ho faticato a vederlo tutto

12 risposte al commento
Ultima risposta 07/03/2008 15.26.05
Visualizza / Rispondi al commento
gambero  @  27/02/2008 16:06:37
   1 / 10
aspettavo solo che entrasse in classifica per poterlo votare e farlo arrivare al primo posto della flop 25!!!veramente una super cazz.ata di film!!non capisco come il regista abbia avuto il coraggio di farlo!!pensare che un paio di settimane fa c'era addirittura o il dvd o la videocassetta(non ricordo bene)in vendita su e-bay...

6 risposte al commento
Ultima risposta 30/05/2008 17.17.52
Visualizza / Rispondi al commento
NonSoloTrash  @  27/02/2008 15:18:20
   1 / 10
Ahahahahahaha non credevo possibile che ci fosse anche questo film nel database!!
Sicuramente uno dei punti più bassi della storia del cinema insieme a "l'uomo lupo contro la camorra" e "alex l'ariete"! Veramente demenziali l'uso del piano sequenza, il fintissimo accento della protagonista e l'idiota vestito da motociclista... ma tutto ciò è solo la punta dell'iceberg, recuperatelo e vedetelo in compagnia per una serata esilarante!

7 risposte al commento
Ultima risposta 15/04/2008 17.22.17
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  26/02/2008 23:52:31
   1 / 10
Quando Marfori sfidò Adinorfi un anno dopo il capolavoro "la croce delle sette pietre", rimase piacevolemente sorpreso dalla scoperta di un oggetto:la macchina da presa.
E Andrea filmava e filmava senza mai staccarsi dallo stesso punto, originando dei piano sequenza interminabili.
In alternativa a questi, utilizzò quello effetto che aveva tanto apprezzato nella "casa", inserendolo qua e là per vivacizzare il tutto.
Prese due incapaci come attori per interpretare una coppia di rara stupidità, chiese al fratello minorato di scrivere una storia e decise di affidare il make-up a pippo e paperino.

Una pellicola veramente inguardabile e imbarazzante, forse vince il duello come film peggiore della storia con il lupo mannaro contro la camorra esclusivamente dal punto di vista tecnico.
Però le sequenze involontariamente ridicole qua sono in numero minore rispetto al lavoro di Adinorfi: a mio parere, il vero capolavoro del thrash rimane il figlio di Aborym.

4 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2010 18.03.24
Visualizza / Rispondi al commento
DarioArgento  @  22/02/2008 03:59:24
   1 / 10
porca p.....a che film di *****......mi ricordo di averlo visto parecchi anni fa ....ma una ****** simile non l ho mai piu rivista in confronto il fantasma dell opera di zio Dario è un capolavoro che meriterebbe l oscar

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/02/2008 00.53.07
Visualizza / Rispondi al commento
risikoo  @  18/01/2008 21:54:28
   1 / 10
Non so come iniziare a commentare questa roba (dire "film" è un insulto ai veri ma anche ai presunti film) che ho visto qualche ora fa. Non mi capacito di come qualcuno possa aver partorito l'idea di una cosa simile e di come qualcuno possa averla prodotta!! Pazzesco tutto, dalla locandina al titolo ("Il bosco 1" che prelude un seguito immagino!!!) A scanso di equivoci la peggior cosa che io abbia mai visto, se creata in modo volontario il voto sarebbe 10 secco, tuttavia dubito che il trash sia voluto, anche se non mi capacito di come si possano creare dialoghi e situazioni come quelle che vado a descrivere (non metto lo Spoiler, in casi come questi non serve davvero):
- la trama è qualcosa di folle, assurdo e demenziale oltre ogni limite

- il finto accento inglese della protagonista che utilizza in mezzo a frasi in italiano, frasi tipo "don't worry" "come on" per accentuare la cosa

- la premonizione dello scrittore pazzo (da urlo la sabbia dal lavandino), ma anche lo scrittore pazzo è di per sè folle, con camice bianco, cappello da aviatore e in sella ad una moto


- lo scrittore dice ai ragazzi "ci sono cose che non sono quello che sembrano: le trote per esempio ecc...ecc.." che rimanda al Lynchano "i gufi non sono quello che sembrano". Non so se ridere o piangere!


- quanto ci mettono ad arrivare alla casa nel bosco?? (è lì dietro..e altri 5 minuti di film)

- cocaina nel liquido nero, che lo fa ribollire con il protagonista contento che anche il liquido apprezzi "la roba"

- sangue dalla roccia riscaldata

- orologio a cucù col mostro!!!!

- lei che va a cercare medicine in mezzo al bosco!!!!!!!!!!!!!

- lo zombie!!!! Lo zombie più deficiente della storia del cinema, qualcosa di inenarrabile!!!

- aahahha quando lei se ne vuole andare e lui dice che magari troverebbero un bosco peggiore di quello in cui sono!!!

- scena in cui staccano le mani al tipo!!

- piani sequenza: Marfori rende "omaggio" a Raimi con piani sequenza a iosa, inutili ma che servono per allungare il film e non richiedono sforzo nella scenografia e nel cercare dialoghi (immagino che fatica)

- inseguimento zombie - ragazza con mazzate sul muro!!

- la testa fintaaaaa!!!!

- la scena di lei con la sega elettrica, Leatherface al confronto è un pivello!

- lei con lo specchietto che volge la prima luce del mattino verso lo zombie

- "guazie dio della luce" detto con l'accento finto-inglese

- il finale è qualcosa di veramente incredibile, nel senso che non ci si può credere! Presagio del Bosco 2, speravo!

Un' ultima considerazione, ci voleva poco per fare di questo film un capolavoro, sarebbe bastato mettere un bel "comico" anzichè "horror" in fianco al genere!!


Marfori & soci tornate col Bosco 2, vi prego.

Voto trash: 10, voto reale: 1, dato che meno non è possibile.

Allucinante!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/01/2008 19.48.54
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Rana c'Ŕ!  @  17/01/2008 23:56:18
   1 / 10
Premetto che prima di oggi non ho mai rilasciato commenti, quando ho pensato di incominciare a farlo mi sono chiesto da quale film partire...
Da "Qualcuno volò sul nido del cu****"? Da "Il posto delle fragole"? Da "Fronte del porto"? ... NO ...
Ho voluto iniziare da questo capolavoro, creato dalla mente geniale dell'immenso Andrea Marfori.
Qui siamo di fronte all'opera più ridicola che mente umana abbia mai realizzato, una scena su tutte quella dell'inseguimento tra la ragazza che parla un dialetto italo-inglese e LO zombie.
Ci tengo a sottolineare che non sto parlando di uno zombie di quelli già visti in altri migliaia di film, no, qui si parla dello zombie più c.o.g.l.i.o.n.e della storia del cinema.
Ovviamente il voto è puramente simbolico, questo film (?) dovrebbe avere una scala tutta sua per poter essere votato.
In sintesi, con le lacrime agli occhi, vi dico che dovete fare di tutto per recuperare a casa vostra questa pellicola, e votatelo votatelo e votatelo, siamo vicinissimi alla Flop 25.
Grazie

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/01/2008 12.24.05
Visualizza / Rispondi al commento
Equilibrium  @  03/01/2008 22:15:29
   1 / 10
un film pazzesco, anzi un "anti-film".
Premetto che avevo già visto l'altro capolavoro del trash a basso costo "la croce dalle sette pietre" quindi sapevo a cosa più o meno andavo incontro.
è davvero allucinante la quantità di scene senza senso che nell'arco di quasi due ore (!) si avvicendano. A partire dal racconto dello scrittore (peraltro davvero un personaggio costruito per essere il più ridicolo possibile, con quel caxxo di berretto da aviatore, camice e sintetizzatore vocale (il più umano synt che abbia mai sentito, bah)).
Poi la scena della vampira con la cocaina, di lui che butta il calderone di liquido vicino al temibile sotterraneo, facendo resuscitare il mostro più idiota della storia del cinema.
Stendiamo un velo pietoso sui cinque protagonisti, uno peggiore dell'altro, vorrei solo citare la scena che mi ha fatto cappottare dalle risate più di tutte: quella dell'orologio a cucù con una sola lancetta che inizia senza motivo a girare vorticosamente al contrario, fino a quando al posto del classico canarino esce una faccetta di mostro che sputa fumo e sangue...uhauhauhauhauha

a proposito: Marfori è uno dei registi che si avvicendano in "un posto al sole". no comment.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2010 17.56.51
Visualizza / Rispondi al commento
Crimson  @  03/01/2008 21:31:25
   1 / 10
Due deficienti dopo aver scattato delle foto idiote con una polaroid a Venezia decidono di recarsi alle Alpi (?).
Arrivano con la loro Jeep in un luogo completamente disabitato, perchè il regista aveva solo cinque attori a disposizione probabilmente, non per altro. Dove di preciso non si sà, il dato certo è che il paesaggio è tutt'altro che montuoso.
Qui s'imbattono in uno scrittore su una motoguzzi che profetizza loro un futuro in cui lui sbatte la testa della ragazza per tre volte sulla sabbia uccidendola, ma la vendetta di lei si consumerà facendogli bere una birra nera lasciata aperta nel frigorifero (che lui prontamente sputerà per terra, in una delle scene CULT) e facendo uscire sabbia dal lavandino. Che paura. Ah no, poi 'non potrà sfuggire alla morte maligna' (testuali parole).
Il resto è da guardare, tra situazioni assurde e comiche, ma anche noia mortale, perchè il succo della vicenda non oltrepasserebbe la mezz'ora se non fosse per estenuanti quanto inutili pianosequenza e carrellate a-la Raimi (in teoria, ovviamente).
La protagonista ha un accento allucinante, una roba mai sentita. Incredibile quanto esclama 'ZAMBIES'.
Completamente senza senso, con un finale che da solo vale la visione.
Compete a testa alta con 'l'uomo lupo contro la camorra' ('la croce dalle sette pietre').

Schultz  @  16/12/2007 20:01:43
   3 / 10
Vado a puendeue dell'acqua fuesca... BWAUHAUHAUHAUHAUH

Tra l'altro la doppiatrice dell'inglesina è Ilaria Stagni, la doppiatrice di Bart Simpson... Bè da qualche parte doveva pur cominciare...

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/03/2008 22.36.34
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento click  @  20/10/2007 15:00:31
   1 / 10
Improponibile roba cinematografica che si appioppa un 1 da sola ( se no perchè ci sarebbe quel numero??) e con protagonista la trashissima Coralina Catlaldi Tassoni che oltre a morire nei film di Dario Argento e Lamberto Bava, non lavora mai con nessun altro ( ma mica per snobismo, è che proprio non la vuole nessuno eheh). ricordo che nel lontano 97, noi adolescenti campeggiatori a marina di massa, in una notte di pioggia avevamo affittato questo film per spaventarci. Mai scelta fu più sbagliata ma abbiamo riso a crepapelle per 1 ora e mezza!!

La fine di questo film o è la cosa più delirante di questo mondo oppure nasconde un sottotesto Lynchiano evidentemente mai colto da nessuno ( e manco da me). Lei ( o lui, non mi ricordo chi sopravvive) scappa per 5 minuti nel bosco. 5 minuti di corsa, e uno dice "bè 5 minuti che corre, succederà qualcosa..". In effetti succede qualcosa: partono i titoli di coda! Ma?? Boh!

Da guardare rigorosamente in numerosa compagnia!

8 risposte al commento
Ultima risposta 10/11/2007 07.03.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  20/10/2007 13:14:23
   1 / 10
Ma come si fa a commentare una cosa del genere?
Ma è possibile che Marfori sia stato inconsapevolmente l'autore di uno dei film più trash della storia del cinema. Se le cose stanno così, vuol dire che Marfori non ha mai visto un film (che sia degno di questo nome) in vita sua, e che si è trovato casualmente una telecamera tra le mani e che casualmente qualche squinternato (che probabilmente è stato successivamente interdetto dai parenti) ha avuto l'ardire di produrre questa cosa.
Se invece l'effetto trash è il portato di una nuova tecnica registica studiata a tavolino dal Marfori, bè signori vuol dire che ci troviamo di fronte ad un nuovo Godard capace di ribaltare qualsiasi schema e qualsiasi regola, anche la più elementare, di regia, dando luogo ad una nuova "nouvelle vague". In tal caso l'ostracismo cinematografico subito da Marfori sarebbe una delle più grosse ingiustizie mai patite dall'uomo.
Ma siccome io sono un dannato realista, purtroppo propendo per la prima ipotesi: e cioè che ci troviamo dinanzi ad uno dei più incapaci "cineasti", al cui confronto Ugo fabrizio Giordani è una specie di Antonioni.
In ogni caso il "Bosco 1", al pari di "epitaph" di Joseph Merhi, ha un'importanza culturale notevolissima, in quanto rappresenta tutto ciò che non si deve fare per girare un film: Marfori e Merhi sono gli esponenti di spicco di quel filone cinematografico imperniato non sugli effetti speciali, bensì su quelli indesiderati.
Infine, poichè non mi piacciono le cose fatte a metà, e il titolo di questa cosa lascia presupporre che ci debba essere un seguito, propongo di firmare una petizione per liberare Marfori dal manicomio in cui è stato internato, e di fare una colletta (penso che 1 euro a testa sia più che sufficiente) affinchè venga alla luce il "Bosco 2", magari con la collaborazione di Joseph Merhi (chissa cosa verrebbe fuori!).
Concludo dicendo che l'ingenuità con cui Marfori e di Merhi si sono cimentati nella regia non fa che renderli adorabili, e che pertanto essi non possono che suscitare in me una profonda simpatia.

Dò 1, ma a malincuore...

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/11/2007 15.00.08
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  05/08/2007 02:51:15
   1 / 10
Io spero, in tutta sincerità, che Marfori abbia fatto apposta a dirigere un film così brutto. Spero che si sia alzato una mattina e abbia pensato: "oggi faccio il peggior film della storia", perchè in tutta franchezza non credo che nessuno -anche volendo- possa raggiungere tali (penosi) livelli.
Poi, il film in sé è perfetto: è una ******* talmente ******* che risulta anche divertente. Alcune battute sono esilaranti ("Non potrete fuggire dalla MORTE MALIGNA", "Ti ringrazio DIO DELLA LUCE"); la recitazione dei protagonisti sono spettacolari (Cindy mi ricorda una delle pupe di Olmo [F. de Luigi]), alcuni particolari indimenticabili (guardate la faccia del protagonista, quando la vampira tira fuori la coca: magnifica (tra l'altro il protagonista mi ricorda incredibilmente jelli...)). Ma per quanto mi riguarda, la scena in assoluto più divertente è quella in cui (dovrei usare lo spoiler, ma penso che per un film del genere sia anche evitabile), all'uomo staccano le mani e lui con uno scatto da centometrista provetto e con un urlo degno del miglior burzum, raggiunge la sua amata; trascendentale il momento in cui lei dice: "aspetta qui, vado nella cuipta a ceucaue un po' d'acqua fuesca...". Ma in teoria, in caso di grave emorragia, non bisognerebbe tamponare le ferite? mhuahahaahahah
E poi, lasciatemi citare il mitico scrittore con la voce da robbò e il berretto da aviatore: mio Dio che figo.
Se sto film ve lo guardate insieme ad amici guasconi, state pur certi che vi s*******rete…

2 risposte al commento
Ultima risposta 11/10/2007 14.07.10
Visualizza / Rispondi al commento
Lord_Trashone  @  26/07/2007 20:40:33
   2 / 10
Questo ragazzi miei è l'apice del trashone horror!
Il film è girato praticamente in piani sequenza infiniti, il regista preso da un attacco di pazzia ha voluto imitare (senza successo) il maestro Sam Raimi e ha costretto i poveri cameraman ad inseguire per colline e strade impervie i poveri attori...
Attori, che parolone!
Comunque è uno dei film più involontariamente divertenti che io abbia mai visto.
Il voto reale sarebbe 10 perchè è un film altamente comico, ma dato che dovrebbe essere un film horror il voto purtroppo è 2.
Alcuni punti di forza (invlontaria) del filmozzo:

1) Il fintissimo accento inglese della protagonista, ridicolo senza fine! L'accento più ridicolo mai sentito in vita mia.

2) C'è un creatura sub-umana vestito con un camice da medico e sempre in sella ad una moto guzzi degli anni '70 che parlando attraverso una macchinetta dice frasi senza senso impaurendo in continuazione i due (imbecilli) protagonisti.

3) L'uomo probabilmente è il più brutto del mondo

4) il protagonista del filmozzo ad un certo punto inizia a vomitare e correndo come un pazzo aggredisce fisicamente la finta inglese, l'abbraccia e tenta di baciarla, lei chiaramente si scansa e lo manda via probabilmente per via del suo alito allucinante, lui per tutta risposta le grida in faccia disperatamente "Dai divertiamoci, facciamo all'amore!". No comment.

5) La protagonista femminile verso la fine del film dice rivolta in ginocchio verso il cielo "Grazie! Grazie Dio della luce!" per ringraziare di essere scampata ad un mostro.

Ce ne sono altre mille di queste chicce ma ora non le ricordo.
Ragazzi ve lo raccomanda Lord Trashone!

5 risposte al commento
Ultima risposta 29/02/2008 13.03.29
Visualizza / Rispondi al commento
Scream  @  05/04/2007 13:01:04
   1 / 10
uno dei film piu' brutti al mondo!

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a cena con il lupoa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my lifeancora piu' belloatlasbac nordbeckett
 NEW
benvenuti in casa espositoblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red skyblue bayouboys (2021)candymancapitan sciabola e il diamante magicocenerentola (2021)codacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocry machodau, natashademonic (2021)
 NEW
drive my car
 T
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestro
 NEW
escape room 2: gioco mortalefalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666figli del soleframmenti dal passato - reminiscencefree guy - eroe per giocoi croods 2 - una nuova era
 NEW
il bucoil cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 T
il giro del mondo in 80 giorni (2021)il matrimonio di rosail mostro della criptail ragazzo piu' bello del mondoil silenzio grandeil viaggio del principein the heights - sognando a new york
 NEW
io restoio sono nessunojodorowsky's dune
 NEW
josee, la tigre e i pescijungle cruisekatela casa in fondo al lagola guerra di domani (2021)la notte del giudizio per semprela ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figli
 NEW
lambl'amore non si sa
 NEW
leave no traceslet us in
 NEW
lucus a lucendo - a proposito di carlo levil'uomo nel buio - man in the darkmadres paralelasmalignant (2021)marx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)no sudden movenowhere special
 NEW
oasis: knebworth 1996occhi bluold
 NEW
parsifal
 NEW
paw patrol - il filmpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapigpossession - l'appartamento del diavoloqui rido ioreflectionritorno in apnearoom 9schumachershang-chi e la leggenda dei dieci anellisibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le origini
 NEW
space jam - new legendsspin time, che fatica la democrazia!state a casasupernova (2021)
 NEW
the archthe book of visionthe boy behind the doorthe green knightthe nest (2021)the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeursthey talktigerstoothfairy 3
 NEW
tre pianiuna relazioneuno di noi
 NEW
unplanned - la storia vera di abby johnson
 NEW
venom - la furia di carnagevolami viawelcome venice

1021247 commenti su 46334 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net