coriolanus regia di Ralph Fiennes Gran Bretagna 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

coriolanus (2010)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CORIOLANUS

Titolo Originale: CORIOLANUS

RegiaRalph Fiennes

InterpretiGerard Butler, Ralph Fiennes, Vanessa Redgrave, Brian Cox, Jessica Chastain,

Durata: h 2.02
NazionalitàGran Bretagna 2010
Genereazione
Al cinema nel Dicembre 2011

•  Altri film di Ralph Fiennes

Trama del film Coriolanus

Roma. I cittadini sono in tumulto, hanno fame, chiedono pane e ascolto. C'è aria di insurrezione popolare imminente. Il generale Caio Marzio disprezza la plebe e non si cura di calpestare le sue richieste, esasperando il malcontento. Intanto i Volsci si avvicinano pericolosamente alla capitale, capitanati da Tullo Aufidio (o Attio Tullio), fiero guerriero e nemico storico di Marzio. Nella battaglia decisiva presso Corioli, però, è il secondo ad avere la meglio. Roma sta dunque per farlo console, per intercessione della madre e del suo mentore Menenio, ma le sue maniere poco diplomatiche, il rifiuto di ammansire la plebe con la retorica e le trame segrete di due senatori, lo trasformano in men che non si dica da eroe in traditore e lo condannano all'esilio. Furioso, Caio Marzio Coriolano giura vendetta e si allea con Aufidio per marciare su Roma e raderla al suolo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,05 / 10 (11 voti)7,05Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Coriolanus, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  18/06/2017 15:35:22
   4 / 10
Non ho per nulla apprezzato lo stile con cui è narrato questo dramma shakesperiano, che dal mio punto di vista stona completamente e non vuol dire nulla. Non l'ho visto in un giorno solo visto che è lento e la storia non ti prende, per cui 4 è sin troppo generoso. Non conoscendo la storia di Coriolanus, mi sono documentato in seguito alla visione e sembrerebbe molto fedele ai fatti realmente accaduti.

wicker  @  15/03/2017 17:52:26
   7½ / 10
Sheakspeare che già di suo è il più grande scenegiattore della storia per me .. unito alla bravura di un cast di altissimo livello creano un prodotto di ottima qualità .
Fiennes bravo a non farsi prendere la mano e mantendo dialoghi originali inventa solo l'ambientazione moderna . bene così .. ha 400 anni ma è estremamente attuale!

Manticora  @  06/10/2016 12:08:00
   7 / 10
Shakespare può risultare tedioso,e qui il rischio c'era,ma nonostante tutto Ralph Fiennes riesce a costruire un opera filmica dalla tragedia netta,senza fronzoli,in cui l'ambientazione "moderna" ha un significato non prettamente di look,mi ricorda Titus,anche in quel caso c'era addirittura una commistione tra antico e moderno. La tragedia di Coriolano non è molto conosciuta,ma nel suo svolgimento c'è comunque il bardo migliore,che soverchia l'incedere della storia con uno svolgimento inesorabile. Il duellare dialettico tra Fiennes e Butler è un aspetto abbastanza riuscito,anche se Butler in quanto a metamorfosi attoriale sembra sempre appena uscito da qualche film stile 300,od attacco alla casa bianca...
Comunque la sceneggiatura di John Logan è il valore aggiunto del film,dato che i costumi e le location sono scarne,fabbriche abbandonate,la stessa resa di Roma è per inciso poco verace,in confronto ad Anzio,forse usare delle location italiane nonostante i costi sarebbe stato meglio. La parte della Chastain,ancora semisconosciuta è discreta,buona Vanessa Redgrave,un pò ingessato Brian Cox,ma ovviamente è Fiennes che si fà notare,con una buona interpretazione di Caio Marzio Coriolano,militare e uomo del suo tempo. Le scene d'azione aggiungono pathos ad una storia che altrimenti sarebbe stata troppo informale,con un discreto numero di comparse e soprattutto l'uso dell'opinione pubblica(la plebe) che in alcune scene prende il sopravvento il film non annoia,ma ovviamente confrontarsi con Shakespare può sempre essere solo un esercizio di stile,e in questo caso a tratti l'enfasi della storia si scontra con la messinscena e aimè anche con la riduzione dell'opera.

Danae77  @  20/11/2015 19:56:39
   9 / 10
La guerra con le spade, la guerra con le frecce, col veleno, le bombe, i fucili..madrina del tempo, odio col tempo accresciuto. "C'è ancor meno pietà nel suo animo, del latte che può esserci in un maschio di tigre". Osannato, alla morte, bandito. Superbo figlio degli dei, sprezzante dell'alito che ammorba l'aria che lo avvolge. Nel fiume come i salmoni, al fine di deporre vendetta. Al cospetto, abbraccio commosso più della sua sposa, il nemico, dimora per l'assedio. Fascino che dipinge gli occhi di gloria e offusca. Fuoco che cresce. Grembo che lo ha portato, grembo che gli ha donato, unico prediletto, in ginocchio. Ira umiliata per la disconoscenza, freccia nel cuore che riga le guance. Ancora un affronto per l'atto non compiuto, la conquista rimandata. Capo chinato, affondo di lame, l'orgoglio non dimentica. Nella poesia shakespeariana, la fronte sulla fronte, accompagna la vittoria.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/10/2014 19:36:24
   6 / 10
Coraggioso e inusuale debutto alla regia di una grande attore che con un gruppo di colleghi, altrettanto validi, mette in scena un'opera teatrale di Shakespeare portandola in un' epoca futura.
La carriera di un eroe di guerra che viene sugellata da un incarico politico di prestigio...quando scoprira' le magagne che ci sono dietro al conflitto prendera' una decisione radicale...
Un film non per tutti a causa di una sceneggiuatura molto vicina al testo teatrale e anche io ho trovato a tratti un po' tedioso questo stile di rappresentazione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  09/10/2014 11:19:40
   7 / 10
Debutto alla regia in grande stile per Ralph Fiennes: l'attore inglese sceglie come suo nume tutelare il tanto amato William Shakespeare portando sullo schermo la tragedia "Coriolano" scritta dal Bardo intorno ai primi del 1600.
Lo scenario viene modernizzato e trasferito in un presente distopico, operazione già effettutata da Luhrmann con "Romeo + Juliet", da Almereyda con "Hamlet 2000" e in misura minore, per via di un mix temporale grottesco, nell'ottimo "Titus" della Taymor. Il linguaggio viene mantenuto inalterato rispetto lo scritto, un incedere aulico quindi dissonante con l'ambientazione di una Roma attuale e lontana dall'opulenza imperiale. Siamo trascinati per strade grigie e polverose, in ambienti degradati abitati da poveracci ridotti alla fame e pronti ad insorgere.
Caio Marzio mette a tacere l'insurrezione a suo modo: ovvero con le maniere forti dimostrando ancora una volta coraggio e totale devozione allo stato.
Dopo l'ennesima impresa eroica -contro i Volsci, acerrimi nemici assiepati alle porte della città- viene candidato ad essere eletto console. Affinchè ciò avvenga urge ingraziarsi il popolo con il quale fino a quel momento è stato totale e reciproco odio. In un primo momento la gente sembra dargli fiducia, per poi rivoltarsi una volta manipolata a dovere. L'elettorato viene sbeffeggiato, facilmente raggirabile da brogli intesi ad estromettere Caio Marzio per l'incapacità di mentire, per la sua fedeltà verso uno stato che è invece corrotto. Quindi elemento integerrimo a suo modo, pericoloso per gli equilibri di un mondo senza morale, per questo motivo condannato all'esilio. Accecato dal desiderio di vendetta si allea con i Volsci, i quali apprezzano la statura interiore del nemico storico.
Film interessante: spietato nel mettere a nudo le becere trame di certa politica, l'utilizzo sfacciato dell'opinione pubblica e soprattutto nell'elevare un uomo che pur "sbagliato" segue a menadito i precetti con cui è cresciuto. Su "Coriolanus" pesa a tratti l'essenza teatrale sfociante in una verbosità massiccia, nel complesso però Fiennes convince dirigendo con grande personalità e dominando la ribalta pur calcata insieme a uno stuolo di validissimi colleghi .

Trixter  @  23/09/2014 10:53:13
   7½ / 10
Regista, produttore ed interprete principale, Ralph Fiennes sfodera un'eccellente prova attoriale, trasfigurando le vicende di Caio Marzio Coriolano nell'epoca attuale, dei mass media e delle armi automatiche. Coriolanus è un bel film, avvicnente, ben ritmato, senz'altro originale, capace di trasmettere il messaggio della perenne attualità dell'opera shakespeariana. Un plauso anche ai doppiatori, anch'essi attori d'indiscusso pregio. Nel complesso, una piacevole visione.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  16/08/2012 23:16:39
   7½ / 10
Bella interpretazione in stile moderno del capolavoro di Shakespeare. Un pellicola tuttavia consigliata agli amanti delle opere del Bardo...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  20/04/2012 00:26:32
   7 / 10
Coriolanus è la sintesi di una forte inconciliabilità fra l'arte della guerra e l'arte della politica. Da una parte abbiamo un soldato superbo coerente con il suo pensiero e modo di agire fino all'autolesionismo e dall'altra un mondo fatto di compromessi, di scendere a patti anche nelle sue valenze negative.
E' un buon esordio alla regia quello di Fiennes che sfrutta un testo affascinante nelle sue tematiche e ben reso sullo schermo sia a livello visivo che recitato. Ottimo Brian Cox.

TheLegend  @  17/04/2012 15:46:12
   7 / 10
Un film originale,con degli ottimi dialoghi e dei bravi attori.
Si dilunga solo un pò troppo in alcune parti.

private_joker  @  31/03/2012 00:42:33
   8 / 10
Tratto dall'omonima tragedia di Shakespeare, questo film, a parte l'ambientazione contemporanea (la città è "un posto che potremmo chiamare Roma", ma con palazzi e grattacieli), segue fedelmente la trama dell'opera teatrale: i personaggi, infatti, parlano come gli antichi romani (frequenti i riferimenti agli dèi, come Giove e Marte) e l'inglese che usano è quello dei tempi di Shakespeare. Detto ciò, la storia è veramente emozionante, i dialoghi sono stupendi e le scene, soprattutto quelle di battaglia, ottimamente girate. Fiennes stratosferico nel ruolo del protagonista Caio Marzio, soldato valoroso e temerario in battaglia ma uomo superbo e arrogante con la plebe, che reputa una razza inferiore e non fa nulla per nasconderlo. Ottima anche l'interpretazione di Vanessa Redgrave, nel ruolo dell'arcigna e orgogliosa Volumnia, madre di Caio Marzio. Bella anche la colonna sonora, che accompagna ottimamente le scene.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005170 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net