at the end of the day - un giorno senza fine regia di Cosimo AlemÓ Italia 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

at the end of the day - un giorno senza fine (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film AT THE END OF THE DAY - UN GIORNO SENZA FINE

Titolo Originale: AT THE END OF THE DAY - UN GIORNO SENZA FINE

RegiaCosimo AlemÓ

InterpretiStephanie Chapman Baker, Michael Lutz, Neil Linpow, Sam Cohan, Tom Stanley, Monika Mirga, Valene Kane, Andrew Harwood Mills, Daniel Vivian, Michael Schermi

Durata: h 1.33
NazionalitàItalia 2011
Generethriller
Al cinema nel Luglio 2011

•  Altri film di Cosimo AlemÓ

•  Link al sito di AT THE END OF THE DAY - UN GIORNO SENZA FINE

Trama del film At the end of the day - un giorno senza fine

Alex, Riko, Chino, Thomas, Diana, e le sorelle Lara e Monica si dirigono nei boschi con fucili giocattolo senza sapere che quel posto in passato Ŕ stato una base militare dove avvenivano operazioni segrete. Su di loro incombe una grave minaccia e la loro curiositÓ e spavalderia si scontrerÓ con un destino inatteso. Appena si accorgeranno che Monica si Ŕ persa, Alex verrÓ ucciso da un uomo che poi si dileguerÓ immediatamente. Hanno cosý la consapevolezza di non essere soli in quel luogo abbandonato: lÓ fuori c'Ŕ qualcuno e ci˛ che era iniziato come un semplice gioco alla guerra, improvvisamente si trasforma in una spaventosa e reale caccia all'uomo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,33 / 10 (41 voti)6,33Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su At the end of the day - un giorno senza fine, 41 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  04/09/2019 14:15:42
   4½ / 10
Solita vaccata all'italiana...anche con un cast straniero.
Sembra davvero impossibile sceneggiare un film privo di sciocchezze e situazioni no-sense, proprio non ci si riesce. E così assistiamo all'ennesimo raccontino, spacciato per vero, con poca originalità e la solita banda di fessi caratterizzati in maniera stereotipata che assumono atteggiamenti fuori da ogni logica, irritando lo spettatore che, arrivato a un certo punto, non riesce più a trattenere i vaffa che escono copiosi e in ogni direzione. Dalla regia a tratti fastidiosamene traballante, alla colonna sonora urticante, dalle già accennate scene poco lucide fino alla recitazione piuttosto incolore, tutto di questo prodotto targato Alemà sembra non convincere pienamente. Unico, forse, punto a favore è il livello di violenza che appare abbastanza funzionante, ma nell'insieme questo AT THE END OF THE DAY non mi ha convinto e anzi mi ha lasciato davvero poco soddisfatto.
Resto basito dalla media e dai votoni che si ritrova.

BlueBlaster  @  03/04/2014 14:02:03
   4½ / 10
Una buona cosa di questo film è che non sembra una produzione nostrana...attori internazionali con doppiaggio e nessun riferimento nelle location che identifichi la provenienza italiana.
Non solo il film ha originalità pari a zero ma è tutto scontatissimo e "senza spina dorsale", la solita lotta tra due parti che si ammazzano di continuo urlando e piangendo!
Si è optato per far partire la storia velocemente e senza tanti preamboli per dare ritmo sin da subito, scelta che alle volte (negli horror fini a se stessi ad esempio) non disdegno ma che in questo caso non funziona...in questo modo abbiamo di fronte solamente un gruppo di ragazzi stereotipati ed anonimi, di cui non si riesce manco a ricordare il nome e la faccia, che schiattano uno dietro l'altro senza che allo spettatore faccia ne caldo ne freddo!
Peccato che però le intenzioni della sceneggiatura fossero quelle di imbastire un film dalle venature drammatiche e quindi questa totale mancanza di empatia mista a pianti e pseudo-drammi non fa altro che annoiare ed irritare lo spettatore che di film così ne ha visti a decine.
Tecnicamente sembra un film televisivo con una fotografia ed un doppiaggio che ricorda "Walking Dead"...la cosa più riuscita sono la colonna sonora ed il sonoro bello pompato.
Può anche piacere sto film ma per me è di una inutilità totale e lo sto già dimenticando!

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento ilSimo81  @  11/02/2014 20:53:00
   7 / 10
Cosa succede quando un gruppo di ragazzi, che gioca a softair in un bosco, incappa in uomini che per gioco usano armi vere?

"At the end of the day" è un film nel complesso godibile.
Vero: è infarcito di scene più patetiche che drammatiche, e di protagonisti che ricadono nelle classiche Scelte Discutibili Da Fare In Situazioni Horror.
Eppure, quando si scioglie nell'azione e nella cattiveria, è decisamente buono. E' ben fatto, si fa apprezzare nelle scelte di location e fotografia, è ottimo negli effetti audio (in particolare negli sbalzi ambiente-soggettivo).

Giudizio dato con soddisfazione a questo piccolo gioiellino di mano italiana.

shock1  @  08/05/2013 09:41:38
   7½ / 10
Il film mi è piaciuto. Non è sicuramente un campione di originalità, ma è il giusto mix tra thriller ed horror che ti fa sentire l'adrenalina lungo la schiena.
Ma soprattutto è credibile...

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  09/02/2013 18:39:30
   4 / 10
Una sorta di survival horror dove viene messa in scena una violenza gratuita e priva di qualunque senso, narrativo ed estetico, che nel suo eccedere ed autocompiacersi, finisce col prendersi troppo sul serio, risultando fine a se stessa. Sceneggiatura improponibile e a tratti imbarazzante.

VinLet  @  22/12/2012 18:02:07
   7 / 10
Film molto crudo e violento, con scene che non ti aspetti, molto realistiche
Buona la fotografia
Doppiaggio pessimo
La parte finale è un mix di assurdità da parte dei protagonisti
Ottimo il finale

deliver  @  14/12/2012 10:12:58
   8 / 10
Voglio alzare la media di un film prodotto in Italia e confezionato con intelligenza e capacità.
Il cast inglese, la regia frenetica e sapiente di Alemà, i rimando ai film "Un tranquillo weekend di paura" e "I guerrieri della palude silenziosa" rendono questo film non solo un degno epigono che ha perfettamente imparato la lezione ma riscrivendola e aggiornandola, ma soprattutto un marchingegno dove le fasi del thriller sono rispettate e funzionano ottimamente.
Superbo il finale.
Ottima fotografia, ottime inquadrature del paesaggio, violenza e pressione a più non posso !

anna_  @  11/10/2012 11:36:39
   4½ / 10
Proprio non capisco...
L'ho visto insieme ad altre 3 persone (di cui 2 sono come me appassionati del genere) e l'abbiamo trovato tutti veramente brutto. Noioso, fin troppo crudo, a tratti insensato. Il finale devo ammettere che non era poi così male, ma tutto il resto...bah.
Gli avrei dato anche di meno, ma visto che a molti è piaciuto evidentemente mi sono persa qualcosa. Non lo consiglierei, comunque

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

MaxN  @  04/08/2012 03:42:29
   6½ / 10
Nella media generale dei soliti film horror si fa apprezzare...

Nembo  @  26/06/2012 10:23:33
   7½ / 10
Tutto sommato è un buon prodotto...

credo sia un po' discriminato anche perchè è un prodotto italiano... se fosse stato pubblicizzato come americano avrebbe avuto almeno quel mezzo voto in più.

Non annoia, anzi come da manuale c'è tutto quello che dovrebbe esserci in questo genere di pellicola... compresa la stupidità umana ben raffigurata... (spoiler con informazioni sul finale)

L'unica pecca... a mio avviso andavano caratterizzati di più i personaggi... almeno quelli cattivi.

Metto mezzo voto in più a quello che secondo me merita, perchè è un'opera prima e perchè prodotti italiani così dovrebbe essere la costante... e non le rarità.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

baskettaro00  @  19/04/2012 18:12:44
   6½ / 10
uno dei pochi horror nazionali degli ultimi anni visti.la trama è la solita ma la variante del gioco non è male,me lo aspettavo un po' più teso ed avvincente però non posso lamentarmi,come detto da qualcuno la telecamera costantemente dietro l'erba stanca..nel suo genere consiglio il più riuscito"a lonely place to die".

MrXXFONZIEXX  @  02/03/2012 03:58:11
   6 / 10
non ci vedo niente di speciale, un filmetto come tanti, un pò troppo noioso, gli do 6 solo perchè è un "opera prima".
Potrebbe essere migliore

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  02/02/2012 10:15:09
   7½ / 10
At The End of The Day è un film violento ma non splatter. Il sangue appare in poche scene, ma quando c' è, l' effetto shock è garantito e anzi, amplificato proprio dalla sporadicità con cui Alemà ne fa uso. La storia procede spedita e diretta, la tensione emotiva non viene mai a mancare e le morti avvengono con rapidità e senza compiacimento gratuito. Il finale, anche se intuibile sin dalla primissima scena, se si presta attenzione ai dialoghi, è tra i più cupi e beffardi a cui abbia mai assistito, superiore a molte produzioni americane dello stesso tipo.
Il risultato finale è davvero positivo, e non per essere un film italiano, è positivo e basta. Avercene da noi di roba così.

John Carpenter  @  25/01/2012 19:36:21
   4½ / 10
Se questo Ŕ il thriller/horror italiano pi¨ riuscito dell'anno scorso, allora siamo messi bene. Possibile che tutti gli stati europei se ne escono con un buon film di genere e noi stiamo qui ad osannare cazzatine come Shadow o At the end of the day?? Incredibile.
Film senza idee, piatto e ancora piatto che di pi¨ non si pu˛. La fotografia sarÓ pure bella, ma dopo soli 15 minuti giÓ stufa quell'effetto seppia. Il regista inoltre, sembra non sappia mettere a fuoco, o perlomeno non si sa COSA voglia mettere a fuoco. Si vede benissimo che viene dal mondo dei videoclip italiani (su cui stendo un velo pietoso, vista la loro bassa qualitÓ).
Gli interpreti devo dire per˛ che sono convincenti, e per forza! non sono italiani!
Mi sento di dire: "guardatelo", perchŔ a molti Ŕ piaciuto a giudicare dalla media, per˛ il mio giudizio resta negativo. Shadow pur non essendo niente di che Ŕ lontano anni luce e una sufficienza la strappava.

3 risposte al commento
Ultima risposta 03/12/2014 01.05.17
Visualizza / Rispondi al commento
gianni1969  @  09/01/2012 02:23:22
   9 / 10
l'horror trhiller in italia si sa e' deceduto da un quarto di secolo e ad oggi la stragrande maggioranza di film italiani sono pseudo commedie di *****.il film e' buono,molto violento,e il sangue non si risparmia.la storia sa di gia visto ma pero' scorre molto bene. speriamo che altri registi e soprattutto produttori tornino a fare + film di genere ma e' un po un utopia.incredibile poi che il cast sia tutto straniero,altrimenti all'estero il film chi se lo compra!!! un voto in piu' per il cooraggio'alla faccia di de laurentis e co

alex14  @  05/01/2012 09:21:33
   8½ / 10
Mi sento di premiare questo film, che mi ha tenuto letteralmente incollato alla poltrona, grazie a una crudeltà davvero notevole da parte dei villains, un'ottima regia e una fotografia davvero ben riuscita.
Ho trovato molto bravi anche gli attori...purtroppo non si può dire lo stesso del doppiaggio.
Anche l'ultima scena fa presagire un colpo di scena che purtroppo poi non arriva.
Per me sarebbe stato un film da 10 se ci fosse stato un gran colpo di scena finale, e un doppiaggio all'altezza.

desertoceano  @  05/01/2012 00:29:19
   4 / 10
Mi ha talmente anoiato che non ho nemmeno finito di vedere il film anche perchè il finale è scontato. Ne hanno fatti mille di film come questi e sinceramente a me da fastidio che questo genere di film vengano chiamati horror, i veri horror sono quelli che fanno paura: come i films di fantasmi, di zombie, films come halloween o scream , quelli che fanno ora, come il film in questione, come saw o hostel sono degli splatter che non vogliono fare paura, sono film per gente che si diverte a vedere soffrire qualcuno. Un horror non necessariamente ti deve fare vedere torturare o squartare una persona, a me personalmente da fastidio, l'horror dovrebbe solo accennare, farti venire i brividi all' idea di quello che protebbe avvenire alla vittima.
La violenza di questi nuovi film dell'orrore mi disgusta, il che è ben diverso dall'impressionarsi (io non mi impressiono), mi disgusta l'idea che ci sia gente che si diverte a vedere dei film così violenti e cruenti.

jason13  @  06/12/2011 23:26:49
   6½ / 10
Non mi ha certo entusiasmato ma premio ogni tipo di tentativo di fare un "horror" made in italy...lasciando perdere dialoghi e interpretazioni il film cmq si lascia vedere e alla fine resti abbastanza soddisfatto. Bello il finale anche se mi aspettavo ad un certo punto qualche altra sorpresa...

Bobby Peru  @  03/12/2011 17:37:31
   4½ / 10
NCS. "Non ci siamo". A parte che è la solita solfa rivista in tema "soft air" ma non ha proprio verve, è tutto scontato, è tutto già visto, è solo attesa al finale che tarda ad arrivare. Viene da ridere a chi pratica soft air e a chi non lo pratica, parte da presupposti irritanti, sia "buoni" che "cattivi" che "contesto".. insomma la fiera della banalità o meglio della superficialità.

Da perdere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  01/12/2011 11:36:28
   7½ / 10
Non vi è dubbio,il modello sarà pure di quelli sfruttati a più non posso,la storia della compagnia di amici che giunge in un luogo isolato e incappa in una fine ben poco piacevole è ormai consolidato topos del cinema horror.
Ci sono però alcune cose da puntualizzare in "At the end of the day", le quali elevano questa pellicola al di sopra di quei film fatti con lo stampino.Innanzitutto i ragazzi non sono il solito gruppo di imberbi deficienti pieni di muscoli e collagene ma sprovvisti di cervello.I loro volti non tradizionali, a partire da quello dall'incisiva protagonista,rendono la situazione più verosimile,inoltre a differenza di tanti prodotti di questo filone, in cui non si vede l'ora che i microcefali vengano massacrati ,in questo caso ci si trova a fare il tifo per loro.I personaggi mostrano un certo realismo e permettono un contatto sentito,a tratti suscitano simpatia a differenza dei loro antagonisti veramente spregevoli e disgustosi,forse così intollerabili perché molto simili a criminali di guerra,uomini senza onore e morale di cui gli esempi storici abbondano.
Poi c'è una regia di grande livello,Cosimo Alemà sorprende con uno stile che si fa beffe del vecchiume italico.I suoi movimenti di macchina ben ponderati,le sue inquadrature mai banali riportano un lavoro che si pone quasi fuori dal tempo,reso ancora più interessante da una colonna sonora di eccellente livello.Eliminato il solito rock/metal sparato a cannone si prediligono sonorità essenziali e minacciose che in alcuni frangenti mutano in cacofonie stranianti.
Alemà mostra di padroneggiare il genere e la contaminazione che ne offre attraverso il proprio gusto paga ,magari la sceneggiatura avrebbe avuto bisogno di qualche perfezionamento seppur alla fine sia dettaglio di poco conto dinnanzi ad un racconto che da potenzialmente rischioso, perché molto convenzionale ,si trasforma in qualcosa di visivamente ricco e soprattutto cattivo.Dopo "Shadow" un altro piccolo passo verso il rilancio del cinema italiano di genere ,sapere che è stato distribuito all'estero fa grande piacere.

Ale-V-  @  30/11/2011 15:09:48
   5 / 10
Solito slasher nel quale alcuni amici vengono massacrati l'uno dopo l'altro. La prima ora scorre via abbastanza bene, con scene molto realistiche e ben congegnate (seppur il tutto sappia già di visto e rivisto). Poi nell'ultima mezz'ora esce la classica stupidità dei protagonisti dei film horror (vedi spoiler).
Gli do 5 perchè voglio dare fiducia negli horror/thriller nazionali, tuttavia non aggiunge nulla di nuovo alla filmografia italiana.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  28/11/2011 12:24:29
   6½ / 10
Mi aspettavo decisamente di più. Film del genere ormai ne abbiamo visti parecchio e le novità non sono poi molte. Mah...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Febrisio  @  27/11/2011 13:17:18
   7 / 10
Molto carino, a partire dalla realizzazione e tutta la vicenda. Riesce a non perdere il ritmo durante tutta la durata. Malgrado dal lato fotografico sia abbastanza originale, forse manca di un utilizzo meno fine a se stesso dell'immagine, a volte quasi fastidiosa. I veloci cambi di fuoco voluti appositamente? O stavano utilizzando una camera impostata su automatico? ....come se non sapesse quale elemento mettere a fuoco...scherzo... però quasi da quest'impressione.
Buon film, crudo, ma abbastanza reale.
Curiosità:
la prima volta che vidi la locandina mi dissi.... ah ecco un altro film con Keanu Reeves!.... ah no! Però quella forma di occhi e viso sembra quasi il suo.... bah...

cort  @  14/11/2011 21:39:43
   7 / 10
violento e crudo tiene bene la tensione anche se molti accadimenti risultano un po irrealistici cosi come certe azioni dei personaggi. la regia non si fa notare molto per le inquadrature spesso fuori fuoco e movimentate, molto simili tra loro e poco ispirate.

lo consigilo perche mi ha creato tensione ed e quello che ci si aspetta da un thriller

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  11/11/2011 19:21:55
   6 / 10
Oggi dopo, tre mesi, sono riuscito a vederlo.
L'ho trovato un discreto thriller, crudo , realistico e teso.
Sicuramente la cosa migliore del film sono le musiche, che sono perfette. Non mi sono dispiaciuti nemmeno gli attori.
Però il film ha molti difetti, come ad esempio le inquadrature sempre al livello della sterpaglia.
Per non parlare dei dialoghi tra i personaggi che sono banali e ridicoli, anche il doppiaggio non è dei migliori.
Va detto però che alcune scene del film sono molto angoscianti(vedi spoiler), comunque nel complesso il film risulta un pò troppo prevedibile.
Voto finale : 6-

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

boffe1907  @  10/11/2011 20:46:08
   7½ / 10
Un bel film thriller, alta tensione costante e molto realistico. Da vedere

CavaliereOscuro  @  10/11/2011 19:21:18
   5 / 10
Appena finito di vedere e non mi ha impressionato per niente. A parte l'ottima scenografia e la regia ben curata questo film non ha nulla da offrire. Storia rimasticata, interpreti scadenti (specie l'insopportabile protagonista con la faccia da topo) e peggiorati dal doppiaggio, dialoghi banali e situazioni inverosimili. Mi aspettavo decisamente di meglio.

juls7  @  17/09/2011 15:00:17
   2 / 10
Poco da commentare su questo film, vi dico solo: se vi piaccioni i splatter allora con questo andate sul sicuro!..Si nota solo tanta tanta cattiveria umana!
Le musiche però mi sono piciute, diverse da quelle che creano solo tensione...queste davano più effetto all'intera scena, non ad un unico istante per farti saltare poi sulla sedia ;)

Invia una mail all'autore del commento Living Dead  @  18/08/2011 01:48:27
   6 / 10
Smorzo un pò l'entusiasmo che si è creato attorno a questo film.
Il pregio più grande è che per essere un film italiano non è ridicolo e tutto sommato contribuisce ad alimentare quel piccolo barlume di speranza (riacceso da Shadows di Zampaglione) che sta attorno al cinema di genere in Italia. Non è male, ma mancano tante cose.
Le musiche sono ottime e non ci sono particolari sbavature sul lato tecnico, ma la sceneggiatura lascia parecchio a desiderare. Tralasciando la totale mancanza di originalità (si passa da Non aprote quella porta a Severance), ciò che è reso nel modo peggiore è la caratterizzazione dei personaggi. Nei gruppo dei ragazzi si capisce fin da subito che arriverà alla fine e chi no (facendo decadere ogni possibile colpo di scena) e i cattivi sembrano caricature dei peggiori bad guys dei film americani, irritanti e per niente credibili. Manca di coinvolgimento a causa della sua prevedibilità ma soprattutto a causa dei comportamenti poco credibili dei protagonisti.
Bella la scena finale.
Come da titolo: non male, ma potrebbe essere migliore ed è da apprezzare lo sforzo di Alemà che, nonostante il budget ridotto, è riuscito a scostarsi dalle squallide produzioni italiane che infestano il genere thriller/horror italiano.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

D.Hume  @  12/08/2011 12:57:25
   8½ / 10
Film fatto molto bene. Realistico e affascinante. Consiglio di vederlo.. era da un po' che non mi agitavo così per un film.. Complimenti al regista.

sandrone65  @  09/08/2011 22:51:04
   7½ / 10
Realistico e crudo (una volta accettata la premessa dell'esistenza di simili psicopatici), uno dei migliori usi della telecamera a mano che ho mai visto, movimento senza generare disturbo. Buona la fotografia. Il film mi ha inchiodato sulla poltrona perchè la violenza mostrata non è per niente allegorica ma completamente verosimile, molto vicina al mondo reale. Come vicine al mondo reale sono le reazioni dei protagonisti. Interessante il modo con cui le inquadrature spesso rasentano l'erba e vanno fuori fuoco.
Unica pecca del film è la mancanza di originalità della trama.... ma, a pensarci bene, saper proporre in modo quasi perfetto uno svolgimento poco originale è di per sè un pregio

valis  @  03/08/2011 19:08:50
   7½ / 10
bel film di genere di cosimo alemà, certo la situazione non è originale, la solita compagnia di ragazzi che s'inoltra in un luogo desolato per poi essere fatti a fette dai maniaci di turno, comunque il regista di è dimostrato abile nelle scelte stilistiche del film, con macchina a spalla e tanto fuori fuoco, efficace soprattutto in alcune scene.
ottima, secondo me, la scelta di inquadrare i ripetuti passaggi dell'aereo, segno che anche a pochi kilometri dalla civiltà regna lo stato di natura.
non sembra neanche fatto da un regista italiano.complimenti

Nevrotik  @  01/08/2011 12:40:21
   8½ / 10
Davvero, davvero ben fatto. Se prendiamo in considerazione il genere di film non ne trovo uno che sia così tanto realistico. A partire dai discorsi e alle situazioni che si vengono a creare. Non pensavo che un regista italiano potesse fare un film del genere, sopratutto negli ultimi tempi; devo dire che da m... a molti altri.


Come si fa a dare 1 ad un film così? ma scherziamo? ma allora andate a vedervi i Pokemon.

Io invece li do mezzo punto in più proprio per il finale che trovo originale ed azzeccato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 08/08/2011 15.21.50
Visualizza / Rispondi al commento
ben4  @  30/07/2011 01:07:56
   1 / 10
Non voglio scrivere un particolare commento ma solo avvisare chi andrà a vedere questo film che magari come a me potrebbe fare molto schifo :)
Ridicole tante scene del film ma piu di tutto scrivere nel trailer che il film sia tratto da una storia vera... gia da qua si poteva immaginare la presa per il ****...

odiosa la musica e odiosa la miriade di inquadrature a fili d'erba... aerei che passano e insetti... tutto fine a se stesso...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 10/09/2011 00.23.52
Visualizza / Rispondi al commento
excucciola51  @  29/07/2011 11:55:47
   6½ / 10
Dunque, l'ho visto da alcuni giorni e ancora rimurgino sulla mia prima impressione che è stata quella che il film sia stato realizzato da due entità diverse, insomma a 4 mani. E mi spiego.
Sembrerebbe che "i cattivi" siano stati diretti da un regista e sceneggiatore nonchè costumista : loro sono PERFETTI in tutte le manifestazioni di cattiveria, eccessi senza eccessi, azioni algide nella loro drammaticità e crudeltà, abbigliamento perfettamente inquietante, poche parole in tutto il film sempre e solo a proposito.
Unitamente a questo aspetto, le musiche, azzeccatissime e molto originali. Stop.
I "buoni" - per contro - sono stati gestiti davvero malamente e per questo sembra che regia, sceneggiatura e costumi siano stati affidati ad altri: dialoghi davvero banali, azioni e reazioni spesso illogiche e lente (perchè restare tutto quel tempo presso il furgone a perdere tempo invece di scappare via e chiedere aiuto o comunque salvarsi?) e che dire dell'abbigliamento? che bisogno c'era di mettere tante sciarpine alle donne per andare tra i boschi? Ridicolo.
Unitamente a tutto ciò, la tecnica di ripresa tipo "The witch project" poteva andare, ma perchè quasi sempre a livello della sperpaglia, sempre primi piani di piante selvatiche, non ha senso, mica è un documentario per botanici!
Comunque premiamo la buona volontà.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  28/07/2011 14:55:39
   4 / 10
Un film veramente brutto.
Non basta la capacità di mostrare l'agonia con un realismo quasi insolito, un naturalismo davvero notevole. (Che sono i pregi maggiori della pellicola).
Non basta avere un occhio di riguardo nei confronti di un giovane italiano che fa un cinema nel suo genere coraggioso e appassionato, perché i difetti sono ancora macroscopici per accennare una sufficienza.
a) i dialoghi sono qualcosa di indecente. Probabilmente pure penalizzati da un doppiaggio raramente tanto imbarazzante, non basta credere che le stesse frasi pronunciate in inglese "reggano" di più. Gli scambi verbali vanno raramente oltre il didascalismo dell'ovvio e la sottolineatura dell'evidente. E sfiorano, spesso, il ridicolo.
b) le tecniche di ripresa sono praticamente amatoriali. Il tremolio della camera a mano è adottato senza alcun criterio, e molto avrebbe giovato a sostegno della suspence il ricorso alla camera fissa, specie su immagini forti, e con la prospettiva chiaramente oggettiva. Ma ancora più indigesti sono stati, sin dall'inizio, gli ossessivi e ingiustificati primi piani, di matrice prettamente televisiva, persino nei campi/controcampi.

badlands81  @  28/07/2011 14:41:48
   5½ / 10
l'inizio non è male anzi molto accattivante tuttavia alcune cose del finale mi hanno fatto storcere la bocca....con un altro finale sarebbe stato anche da un 7 abbondante.....

tnx_hitman  @  26/07/2011 22:29:56
   8½ / 10
Un film diretto da un italiano mago dei videoclip che scende a patti con il volere degli spettatori e ci regala un thriller teso,angosciante,affascinante con una coppia di protagonisti sconosciuti ma affidabili,un'ambientazione ricreata alla perfezione e dei villain che fanno rabbrividire.
Storia semplice,lineare ma il film gioca tutto sull'atmosfera e sulla tensione,ci tieni alla vita dei personaggi coinvolti in una guerra tra cacciatori e prede,e non vedi l'ora che finisca questa ora e mezza ansiogena.
Dopo Shadow qui da elogiare il lavoro di Alema'.
Un prodotto che fa di tutto per non omologarsi ai soliti film con ragazzi stupidi e serial killer muniti di teletrasporto.
8 e mezzo e ve lo consiglio.

Rand  @  24/07/2011 16:49:32
   8 / 10
Sono riuscito a trascinare mio fratello al cinema perchè ero incuriosito dall'opera prima di Cosimo Alemà, avevo anche timore che sarei stato deluso, invece le mie aspettative non sono state deluse. Intanto diciamolo subito, questo trhiller è un omaggio appassionato ad un cult come UN TRANQUILLO WEEKEND DI PAURA. La citazione del banjo in una scena è assolutamente gratuita, e pochi la coglieranno. Bisogna dire che gli attori per essere degli sconosciuti sono in parte, non si atteggiano, non gigioneggiano, recitano in maniera normale. Buoni dialoghi, credibili, senza fronzoli, musiche veramente ispirate, in alcuni punti fanno veramente venire i brividi. Le location sono in italia, vicino ad un agriturismo, e sono veramente particolari, piene di dettagli, coinvolgenti. I soldati sono dei villain non stereotipati, gente pericolosa, perchè abituata alla guerra, la scena iniziale con le mine, il racconto sul campo dei fenicotteri, risultano importanti ai fini della storia. Non ci sono forzature, buchi di sceneggiatura o situazioni senza senso. Tutto serve ai fini della storia, la fotografia è notevole, ma ciò che ho trovato strepitoso è il modo di girare del regista. Camera a mano, con molti o pochi stacchi, a seconda della situazione, inquadrature al livello del terreno, ma all'altezza dell'erba, riprese di insetti(una mantide) due lucertole, cani morti.
Una notevole opera prima, in cui non c'è certezza, e il giorno è senza fine.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
E nato un nuovo regista nel panorama dei cinema di genere italiano?
Speriamo...
"la paura fà fare strane cose alle persone, cose di cui non si ritenevano capaci.."

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/07/2011 12.18.22
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  23/07/2011 11:37:19
   8½ / 10
Avevo letto il nome di Cosimo Alemà come uno di quelli della new wawe italiana del thriller-horror. Scorgendo i film in uscita nelle sale questa settimana leggo: At the end of the day di Cosimo Alemà. Buona, ottima occasione per tornare al cinema dopo moltissimo tempo.
Senza tanti preamboli arrivo al sodo: At the end of the day è bellissimo oltre qualsiasi aspettativa. Se con Shadow avevamo avuto i prodromi che stesse cambiando qualcosa nel panorama italiano del perturbante, con il film di Alemà abbiamo praticamente la conferma ufficiale. E, sono convinto, questo film potrebbe piacere anche più di Shadow, o perlomeno a più persone, perchè quanto il primo tentava il "colpaccio" in chiave metaforica, At the end of the day è talmente reale che è quasi impossibile trovargli difetti di verosimiglianza o imputargli chissà quale presunzione.
Sette ragazzi vanno a giocare a soft-air in un bosco a loro sconosciuto. Ben presto si renderanno conto che là non sono gli unici a giocare alla guerra...
Sin da subito, dalla scena delle mine, possiamo apprezzare il livello tecnico del film, specie la fotografia di ottimo livello e le inquadrature mai banali. Componenti importantissime ma affatto decisive se manca il resto. Ed è qui che At the end of the day sorprende. Da un soggetto essenziale, quello di una guerra-stealth tra predati e predatori, Alemà riesce nella titanica impresa di gestire in maniera mirabile le dinamiche di ben 10 personaggi, aspetto che, essendo all'opera prima, fa quasi gridare al miracolo. Ogni azione sia temporalmente che spazialmente è verosimile, i dialoghi sono molto scarni ma dannatamente credibili. Continuo a premere su questo tasto perchè troppe volte, specie nel nostro cinema, si è assistito a una bella confezione rovinata da sceneggiature risibili infarcite di azioni senza senso, uso dello spazio e del tempo disastroso e dialoghi al confine, spesso superato, del comico. Alemà non vuole sorprendere, dopo 5 minuti ci fa vedere in faccia chi sono i buoni e chi i cattivi. Anche questa scelta mostra una maturità davvero impressionante. Grazie a una colonna sonora fantastica riesce nell'impresa di regalar sì tensione, ma anche umanità, romanticismo all'opera, sfiorando il capolavoro nella scena della ragazza nascosta sott'acqua. Forse passa un pò troppo tempo prima che il film decolli, forse ci sono cali di ritmo, forse in 2,3 passaggi c'è un montaggio troppo brusco, forse la vicenda dei tre militari-cacciatori può apparire un tantino forzata, forse il titolo inglese è poco sensato mentre il sottotitolo italiano, leggermente modificato, sarebbe stato più appropriato, ma qui siamo comunque davanti a un piccolo miracolo. C'è sobrietà in Alemà (nemici conosciuti sin da subito; nessun colpo di scena devastante; uccisioni quasi normali, molto reali; la stessa scelta degli attori, belli ma non modelli prestati al cinema; la storia all'interno del film, quella delle due sorelle, molto dolce e importante ma non enfatizzata). In tutto c'è un senso della misura invidiabile e io questo in un'opera prima lo trovo sorprendente. Non c'è la voglia di sembrar bravo con il "tanto", ma quella di far poco sperando di esser bravo. E non manca persino una scelta quasi unica per la storia del genere, quella di aver addirittura 10 personaggi e, beh, vedete l'ultimissima scena.
Sarò stato troppo entusiasta ma, sinceramente, non me ne frega nulla.
Stiamo arrivando. Stiamo arrivando anche noi.

13 risposte al commento
Ultima risposta 28/07/2011 21.38.40
Visualizza / Rispondi al commento
-Uskebasi-  @  23/07/2011 01:44:58
   8 / 10
Ma lo vogliamo premiare questo prodotto Made in Italy?
At the end of the day è una boccata d'aria fresca che spalanca la finestra, semiaperta in precedenza da Shadow, nel panorama thriller-horror italiano. E' vero che, in quello che si vede, di casa nostra c'è forse solo la mano del regista, considerando cast e location straniere. Sta di fatto che chi l'ha scritto e girato proviene da questo Paese, che nel genere aveva quasi perso ogni speranza e abbandonato tutto, lasciando glorie pur meritatissime a francesi e spagnoli.
Alemà al suo primo lungometraggio sorprende, e non poco, per la qualità con cui narra una storia tanto semplice quanto accattivante, e per il non cadere in ricorrenti errori e sciocchezze che accompagnano solitamente i poveri sventurati che il genere miete. L'asso nella manica del film però sono sicuramente le musiche, tutte ottime, a formare una colonna sonora di prim'ordine. L'unica cosa che posso imputare ad Alemà, è l'aver perso un'occasione irripetibile. Ad un tratto, infatti, il regista (forse involontariamente) fa respirare l'aria di un ulteriore evento che, in qualche modo, avrebbe fatto fare il salto di qualità al film, rendendolo un vero e proprio cult nazionale. Bastava osare un pizzico di più nel finale, riuscire a creare un colpo di scena che sembrava essere stato accennato.
Ma non importa, è solo un inutile dettaglio. Ci accontentiamo abbondantemente di quello che c'è.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdadea proposito di rosea sona spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallen
 NEW
attraverso i miei occhibabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebrave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolati
 NEW
deep - un'avventura in fondo al maredelphinediego maradonadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioermitage - il potere dell'artefellini fine maifiebre australfigli del setfinche' morte non ci separi (2019)fulci for fakegemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgli angeli nascosti di luchino visconti
 NEW
gli uomini d'orogloria mundigrazie a diogretaguest of honourhava, maryam, ayeshahole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)il bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil criminaleil giorno pi¨ bello del mondoil mio profilo miglioreil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil segreto della minierail signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom come
 NEW
la belle epoquela famiglia addams (2019)
 NEW
la famosa invasione degli orsi in siciliala fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigatela scomparsa di mia madrela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaola voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmes
 NEW
le ragazze di wall streetles chevaux voyageursl'eta' giovanelife as a b-movie: piero vivarelli
 NEW
light of my lifelingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'mademoisellemadre (2019)maleficent 2: signora del malemanta raymarriage storymartin edenmes jours de gloiremetallica and san francisco symphony: s&m2mio fratello rincorre i dinosaurimisereremoffiemondo sexymosul
 NEW
motherless brooklyn - i segreti di una citta'nato a xibetnell'erba altanever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papers
 NEW
parasite (2019)parthenonpavarottipelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscary stories to tell in the darkscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarise mi vuoi benesearching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognoterminator - destino oscurothanks!the burnt orange heresythe diverthe gallows act iithe great green wallthe informer - tre secondi per sopravviverethe irishmanthe kill teamthe king (2019)the kingmakerthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutto il mio folle amoreun monde plus grand
 NEW
una canzone per mio padreverdictvicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkweathering with you - la ragazza del tempowomanyesterday (2019)you will die at 20yuli - danza e liberta'zerozerozero - stagione 1zumiriki

994110 commenti su 42355 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net