Recensione source code regia di Duncan Jones USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione source code (2011)

Voto Visitatori:   7,22 / 10 (215 voti)7,22Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film SOURCE CODE

Immagine tratta dal film SOURCE CODE

Immagine tratta dal film SOURCE CODE

Immagine tratta dal film SOURCE CODE

Immagine tratta dal film SOURCE CODE

Immagine tratta dal film SOURCE CODE
 

"Source Code" avalla l'idea di una nuova tecnologia sperimentale che permette ad un uomo di tornare indietro nel tempo di poche ore e per pochi minuti. L'idea nasce dalla fervida immaginazione dello sceneggiatore Ben Ripley, che propone il suo script al produttore Mark Gordon, dando facoltÓ alla macchina di Hollywood di mettere in moto gli ingranaggi. La produzione ha voluto Jake Gyllenhaal per interpretare il protagonista e lui, a sua volta, ha proposto la direzione di Duncan Jones, che col suo primo film "Moon" (2010) ha mostrato il suo talento, ottenendo vasti consensi e vincendo premi. Jones si sofferma in "Source Code" come in "Moon" sull'umanitÓ dei suoi personaggi.

Il Capitano Colter Stevens viene inviato su un treno per portare a termine una missione delicata. Inizialmente disorientato, Colter non sa dove sia nÚ chi si trovi di fronte e, soprattutto, perchÚ si trovi lý. Dopo soli 8 minuti il treno esplode, ma Colter si ritrova in una capsula a parlare con una donna in uniforme, Goodwin, che gli impartisce degli ordini da un monitor. Il Capitano apprende che fa parte del programma Source Code, che lo porterÓ indietro nel tempo e con otto minuti a disposizione, durante i quali dovrÓ scoprire chi sia l'attentatore e salvare milioni di vite. Colter rivivrÓ pi¨ e pi¨ volte quegli otto minuti per raccogliere indizi e assolvere la missione.

L'idea che sta alla base di "Source Code" Ŕ sicuramente stimolante. Il regista riesce a creare un thriller sofisticato, che coinvolge emotivamente. Non si dilunga in spiegazioni dettagliate della tecnologia rappresentata, ma dÓ ampio respiro alla narrazione e ai suoi personaggi. Quando in apertura il regista presenta il protagonista, lo spettatore non sa chi sia, tanto quanto lo stesso personaggio. Jones pone entrambi sullo stesso piano, facendo comprendere ci˛ che sta accadendo contemporaneamente. Lascia qualche indizio a beneficio dello spettatore in modo tale per˛ che solo il pi¨ attento lo colga.
Questo rimanere costantemente all'oscuro (per entrambi) rende il film suggestivo e ricco di suspense. Inoltre il fatto che Colter abbia, ogni volta, otto minuti per raccogliere informazioni, fa crescere la tensione e il ritmo diventa sempre pi¨ incalzante col procedere della storia. Lo spettatore vive le emozioni e gli stati d'animo del protagonista. La bravura di Duncan Jones Ŕ stata quella di riuscire a sviluppare il personaggio di Colter in quel breve lasso di tempo, che poi si ripete, con piccole ma fondamentali e pertinenti varianti. Duncan fa emergere l'animo e i sentimenti del suo eroe, mostrando che tipo di persona sia.

"Source Code" inizia presentando una persona smarrita, che non ha alcuna base d'appoggio: a Colter sembra di trovarsi in un incubo dal quale non riesce a uscire. Deve trovare la forza dentro di sÚ per ricomporre i pezzi mancanti.
Nel film Ŕ presente anche una storia d'amore, che acquisisce sempre maggior rilievo all'interno del racconto, diventando un punto fermo (Colter vuole a tutti i costi salvare Christina).
Un altro aspetto importante Ŕ il rapporto padre/figlio e, legato a questo, viene rimarcato come non bisogna mai dare niente per scontato, non rimandare mai ci˛ che si pu˛ fare oggi a un domani che potrebbe non arrivare. Il regista sottolinea pi¨ volte il desiderio di Colter di voler parlare col padre e il suo dispiacere per non aver trascorso pi¨ tempo insieme (molto toccante la telefonata fra i due).
A ci˛ si collega l'intento primario del regista che, oltre a voler emozionare e incuriosire lo spettatore, vuole farlo riflettere su quanto sia preziosa la vita e che non sempre viene data una seconda opportunitÓ. "Che siano otto minuti o una vita intera, bisogna assaporare le cose" afferma il regista.

Per quanto riguarda il ritmo, questo Ŕ dato dall'evolversi di ogni Source Code (ovvero di ogni viaggio nel tempo). I realizzatori hanno apportato delle varianti che sottolineano i cambiamenti dei personaggi. Ad esempio Colter ha una maggiore consapevolezza ad ogni viaggio. L'uso della macchina da presa cambia per ogni Source Code, regalando diverse angolazioni, diverse inquadrature, diverse atmosfere.

Il film si svolge in tre location, tre interni: il treno, la capsula e il laboratorio del Dipartimento della Difesa. Sono tutti luoghi circoscritti e limitanti. Il direttore della fotografia, Don Burger, ha creato il giusto clima per le tre diverse ambientazioni. Nel treno Colter trova un'atmosfera distesa, lui Ŕ l'elemento straniante che altera ogni volta questa condizione. Nella capsula si avverte subito un senso di prigionia forzata, con pochissimo spazio a disposizione e un senso claustrofobico che attanaglia il protagonista. Nel laboratorio non ci sono emozioni, l'atmosfera Ŕ fredda, fatta di semplici dati, sarÓ Goodwin a fare la differenza.
Per quanto riguarda gli effetti visivi sono al servizio della narrazione e contribuiscono a infondere il lato fantascientifico alla pellicola.

"Source Code" Ŕ un film multisfaccettato, ricco di emozioni e di azione, che stimola a porsi delle domande per capirne la logica. Duncan Jones ha voluto concentrarsi sui rapporti umani che si instaurano durante questi novanta minuti di suspense. Lascia che si evinca, anche, quanto sia importante la libertÓ individuale: nessuno pu˛ essere un eroe per forza, perchÚ non sarebbe tale.

Commenta la recensione di SOURCE CODE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Francesca Caruso - aggiornata al 29/04/2011 15.44.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour father
 NEW
paolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.pleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030627 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net