Recensione somewhere regia di Sofia Coppola USA 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione somewhere (2010)

Voto Visitatori:   5,61 / 10 (82 voti)5,61Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film SOMEWHERE

Immagine tratta dal film SOMEWHERE

Immagine tratta dal film SOMEWHERE

Immagine tratta dal film SOMEWHERE

Immagine tratta dal film SOMEWHERE

Immagine tratta dal film SOMEWHERE
 

Un famoso attore americano, Johnny Marco (Stephen Dorff), durante un party con degli amici si frattura un polso e nella convalescenza viene attraversato da una crisi di identitÓ che lo porta a interrogarsi, un po' confusamente, sul senso della propria esistenza.
Il malessere nell'attore si dipana in modo pungente, tra numerose dormite nella stanza d'albergo e stanchi intrattenimenti erotici con la lap dance eseguita da due formose ragazze, il tutto condito da ambigui massaggi e da paradossali cure estetiche del viso.
L'attore vive separato dalla moglie, e la sua bella figlia undicenne Cleo (Elle Fanning) viene all'improvviso a trovarlo per qualche giorno, fermandosi nella sua stanza d'albergo a Hollywood, nel famoso Chateau Marmont; i pochi giorni di permanenza della ragazza sono sufficienti a cambiare il modo abitudinario di vivere di Jonny Marco, fino a quel momento denso di emozioni troppo leggere e vaporose, privo di sentimenti autentici. L'amore della figlia gli dÓ forza identificativa con la giovinezza pi¨ innocente, senso di pienezza psichica, scacciandogli il pensiero della morte e dell'inutilitÓ del suo lavoro, e lo riporta a desiderare cose di una certa profonditÓ, a pensare a progetti e passioni nuove capaci di soddisfare le sue potenzialitÓ affettive pi¨ inconsce e importanti, Ŕ una forza che sembra capace di farlo uscire dalle emozioni di routine, quelle ripetitive e sempre pi¨ scontate che offre la vita di Hollywood.
La figlia Cleo, pur nel tormento psichico che una separazione rilascia, diventa a sua stessa insaputa un simbolo identificativo, un sembiante capace di dare impulsi di grande vitalitÓ e senso, di rianimare il padre-bambino e depresso di una energia sconosciuta, che risulterÓ ricompositiva rispetto alle sue dissociazioni psichiche da star hollywoodiana.

Johnny Marco ama le Ferrari e ne possiede l'ultimo modello. L'automobile sembra completare il cerchio stretto e alienante della sua vita; all'inizio del film compie diversi giri su un percorso insignificante, terroso, ripetendo insistentemente la stessa manovra, quasi a significare l'assurditÓ e l'ossessivitÓ del legame che Johnny ha con la vita hollywoodiana. L'automobile in seguito funzionerÓ come metafora del suo dinamismo relazionale, facendo tutt'uno con l'esistenza quotidiana, quella pi¨ esterna e superficiale, sempre veloce e frenetica, senza pause poetiche, precisa e scattante ad ogni appuntamento mondano come il motore della famosa fuori serie.
Ma Johnny Marco Ŕ circondato anche dal mondo volgare e banale della televisione, una realtÓ virtuale e di disinformazione, sempre assestata su indici d'ascolto del tipo a maggioranza evasiva, situati psicologicamente sulla soglia di una folle disintegrazione della veritÓ e del pudore: aspetti che pi¨ estesamente caratterizzano per Sofia Coppola lo spettacolo nell'occidente dell'epoca attuale.

Con questi elementi Sofia Coppola sfodera un film pienamente riuscito, che avrÓ senz'altro anche una notevole eco nel mondo pi¨ ampio e variegato della cultura cinematografica legata alle istituzioni artistiche. Una pellicola di chiaro interesse d'Essai che si sta proiettando in tutte le maggiori sale d'Italia con una sorprendente partecipazione emotiva.
"Somewhere ha una forma espressiva originale perchÚ l'autrice non sembra preoccuparsi di drammatizzare parti del film con scene e dialoghi che vanno verso un apice di tensioni, ad alto contenuto apprensivo, nÚ Sofia Coppola cerca situazioni costruite ad arte in funzione del suspense; tutto si svolge nella massima serenitÓ narrativa, con un linguaggio visuale portato agli estremi della comunicazione non verbale, complesso per ricercatezza e raffinatezza, capace degnamente di sostituire con un silenzio loquace i colloqui e la rumorosa oralitÓ prevista da una normale sceneggiatura.

Coraggiosa ed apprezzabilissima la scelta di Sofia Coppola di trascurare alcuni tradizionali codici hollywoodiani a vantaggio di uno stile diverso in forte relazione con la parte pi¨ meditativa dello spettatore.
La regista rinuncia a quelle norme tecniche maggiormente adottate nella costruzioni sceniche dall'industria cinematografica, ben collaudate dall'esperienza degli incassi, capaci di creare suspense, tensioni, drammatizzazioni, in virt¨ di modelli narrativi a sfondo psicologico montati con precisione da orologio e che funzionano sempre bene nel mercato, facendo dormire sonni tranquilli ai maggiori produttori del cinema da intrattenimento.
Sofia Coppola sembra voler dire con questo film che possono scaturire emozioni forti anche dalla semplice presentazione del vero, cosý com'Ŕ, senza intrecci narrativi particolari o artifici di montaggio, curando in modo mirabile le inquadrature da sfondo e ravvicinate nonchÚ l'aspetto estetico della composizione fotografica, ma soprattutto trasmettendo per una via invisibile la sensibilitÓ poetica dell'autore che in Sofia Coppola Ŕ notevole e che in questo caso si caratterizza anche per la scelta del tipo di soggetto da proporre al pubblico.

Sofia Coppola, figlia del pi¨ famoso regista Francis Ford Coppola, si conferma con "Somewhere" autrice di grande singolaritÓ e bravura, capace senza ipocrisie di mantenersi all'interno del mondo esistenziale cinematografico hollywoodiano esclusivamente in virt¨ della sua geniale sensibilitÓ al negativo, descrivendo le problematicitÓ esistenziali pi¨ riposte e vere di alcuni protagonisti del mondo della celluloide senza retorica o orpelli visivi di sostegno.
Dopo "Il giardino delle vergini suicide" (2000), "Lost in Translation" (2006) - per il quale vinse un oscar per la migliore sceneggiatura originale - e "Maria Antonietta" (2006) - oscar per i migliori costumi -, la maturazione stilistica e fotografica di Sofia, ben supportata da un gusto sempre dotato di grande sensibilitÓ estetica, sembra aver raggiunto il suo apice, facendo ben sperare anche per i suoi prossimi film.

La pellicola Ŕ stata girata tra Los Angeles e Milano, dove nel film i due protagonisti si presentano per la trasmissione dei Telegatti in cui era prevista una premiazione alla star Johnny Marco; la trasmissione era sostenuta nella presentazione da Simona Ventura e nello show, tacciato divolgaritÓ per gli accenni a strofinamenti corporei su Johnny Marco, da Valeria Marini.
Quanto ai chiarimenti dell'autrice sulla volgaritÓ della trasmissione televisiva italiana dei Telegatti, cosý come appare nel film, che ha suscitato un mare di polemiche, sembra che la Coppola abbia dichiarato di non aver voluto prendere di mira il nostro Paese. In un intervista sull'argomento Sofia Coppola ha infatti affermato che in quella scena era sua intenzione mettere semplicemente in contrasto il mondo dell'innocenza di Cleo con quello artificiale e ipocrita della televisione da spettacolo, una TV intesa come mondo visuale universale, che non ha stato o luogo preciso perchÚ Ŕ dappertutto, essendo frutto in ogni paese di cinici interessi politici e di mercato.

Ottima la colonna sonora, che ha dato molta gradevolezza alle immagini; Sofia Coppola si Ŕ affidata per le musiche originali ai Phoenix, un gruppo francese di successo, con aggiunta di pezzi, tra gli altri, di Foo Fighters, Bryan Ferry e Strokes.

Commenta la recensione di SOMEWHERE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Giordano Biagio - aggiornata al 14/09/2010 12.44.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#iosonoqui
 NEW
2 fantasmi di troppo47 metri - great white
 NEW
8 rue de l'humanite'a cena con il lupoa chiaraa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my life
 NEW
allons enfantsancora piu' belloariafermaarmy of thievesatlasattack of the hollywood cliches!bac nordbeckettbentornato papa'benvenuti in casa espositobing e le storie degli animalibingo hellblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red skyblue bayouboys (2021)britney contro spears
 NEW
broadcast signal intrusioncandymancapitan sciabola e il diamante magicocenerentola (2021)city hall (2020)codacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocoming home in the darkcon tutto il cuorecry machodau, natashadays
 NEW
deandre'#deandre' - storia di un impiegatodemigoddemonic (2021)drive my car
 T
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestroescape room 2: gioco mortaleezio bosso. le cose che restanofalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666frammenti dal passato - reminiscence
 NEW
francefree guy - eroe per giocofreedom (2021)
 NEW
halloween killsi croods 2 - una nuova era
 NEW
i gigantii nostri fantasmiil bucoil cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 T
il giro del mondo in 80 giorni (2021)il materiale emotivoil matrimonio di rosail migliore. marco pantaniil mostro della criptail ragazzo piu' bello del mondoil silenzio grandeil viaggio del principe
 NEW
illusions perduesi'm your manin the heights - sognando a new yorkio restoio sono nessunoisolation (2021)jodorowsky's dunejosee, la tigre e i pescijungle cruisekatela casa in fondo al lagola guerra di domani (2021)la notte del giudizio per semprela padrina - parigi ha una nuova reginala ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figlilambl'amore non si sa
 NEW
l'arminutaleave no traceslet us inl'incorreggible (2021)lucus a lucendo - a proposito di carlo levil'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmalignant (2021)marilyn ha gli occhi nerimarx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)nessuno ne uscira' vivo
 NEW
night teethno time to die
 NEW
notti in bianco, baci a colazionenowhere specialoasis: knebworth 1996occhi bluoldparsifalpaw patrol - il filmpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fuga
 NEW
petite mamanpigqui rido ioquo vadis, aida?reflectionrespectritorno in apnea
 NEW
ron - un amico fuori programmaroom 9salvatore - il calzolaio dei sognischumachershang-chi e la leggenda dei dieci anellishepherdsibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le originispace jam - new legendsspin time, che fatica la democrazia!state a casasulla giostrasupernova (2021)the archthe book of visionthe boy behind the doorthe ghosts of borley rectorythe green knightthe last duelthe manor (2021)the nest (2021)the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeurs
 NEW
thegrandmotherthey talktigerstitanetoothfairy 3tre pianiultima notte a sohouna relazioneuno di noiunplanned - la storia vera di abby johnson
 NEW
upside down (2021)venom - la furia di carnagevolami viawarningwelcome veniceyara

1022124 commenti su 46504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net