Recensione fratello, dove sei? regia di Joel Coen USA 2000
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione fratello, dove sei? (2000)

Voto Visitatori:   7,31 / 10 (121 voti)7,31Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film FRATELLO, DOVE SEI?

Immagine tratta dal film FRATELLO, DOVE SEI?

Immagine tratta dal film FRATELLO, DOVE SEI?

Immagine tratta dal film FRATELLO, DOVE SEI?

Immagine tratta dal film FRATELLO, DOVE SEI?

Immagine tratta dal film FRATELLO, DOVE SEI?
 

I fratelli Joel ed Ethan Coen, dopo aver prodotto il capolavoro "Il grande Lebowski", si impegnano con un nuovo film, questa volta on the road, che ci regala un prodotto di ottima qualità ed inventiva.
"O Brother, Where Art Thou" pare che sia una frase carpita ad uno dei tanti scritti di Shakespeare, ma i fratelli negano, dicendo di non saperne niente e di non aver neanche mai letto l'Odissea (in contraddizione con l'esplicita dichiarazione che compare nei titoli di testa), poema dal quale, invece, sembrerebbero aver tratto più volte ispirazione per le avventure dei tre disgraziati protagonisti, dichiarando, al contrario, di aver tratto più idee da una vecchia commedia mai messa in opera.

Siamo negli anni trenta, gli anni del proibizionismo, della depressione, del "Ku Klux Klan", degli straccioni, della corruzione e della violenza; in una prigione del profondo sud, un galeotto costretto ai lavori forzati per crimini di poco conto riesce a fuggire insieme ad altri due condannati.
Il nostro protagonista che, guarda caso, si chiama Everett Ulysses McGill, (un istrionico George Clooney) con tanto di baffetti, capelli impomatati (esclusivamente con brillantina Dapper Dan), parlantina colta e forbita, se la dà a gambe insieme ad un allampanato e timido Delma (Tim Blake Nelson) e al confuso Pete (John Turturro).
Ancora con le catene che li uniscono ai piedi e alle mani, i tre fuggono di gran carriera in mezzo ad un campo coltivato con le loro uniformi a strisce, lasciandosi alle spalle una lunga fila di condannati destinati a spaccare pietre sotto l'occhio vigile di guardie armate. Attraverso lo Stato del Mississippi andranno alla ricerca di un tesoro che Ulysses dichiara di aver nascosto tempo prima. In realtà costui mira a raggiungere la moglie Penny (Penelope) e le sue figlie.
Ciò che attende i nostri eroi sarà un viaggio irto di difficoltà e di incontri surreali. Per cominciare troveranno un passaggio su un carrello ferroviario manovrato da un uomo di colore cieco che elargisce loro delle profezie (un oracolo o l'indovino Tiresia?) dicendo che troveranno fortuna e che, tra le altre cose, le loro avventure termineranno solo dopo che avranno visto una mucca sul tetto di una casa.
Hanno solo quattro giorni di tempo per raggiungere il bottino, che consisterebbe in un milione e duecentomila dollari, che Ulysses dividerebbe con i suoi compagni di fuga.
Delle voci femminili che cantano attrarranno la loro attenzione. Sono fanciulle che lavano panni nel fiume, discinte ed incantatrici che li ammalieranno fino a far perdere loro conoscenza e coscienza. Magistrale l'inquadratura dei tre eroi ripesi distesi a triangolo, partendo dalle scarpe fino a raggiungere i loro visi addormentati e stravolti.
Pete non c'è più. Rimangono solo i suoi abiti. Lo spavento ed il dolore di Delma lascia allocchito anche lo spettatore. "E' rimasto solo il cuore". Infatti, nei panni vuoti e composti come se dentro vi fosse un uomo, all'altezza del petto qualcosa si agita. E' una rana che il povero Delma accudirà con devozione (in questo caso, a differenza dell'Odissea, gli uomini non si trasformano in maiali, ma in rane).
Il prossimo quadro mostrerà l'incontro con un robusto venditore di Bibbie senza scrupoli, nerboruto e con un solo occhio (il Ciclope Polifemo) che, non solo li deruberà, ma darà loro una lezione di vita con una bastonata da tramortire un elefante. Magnifica a questo proposito l'espressione di Ulysses che guarderà completamente indifferente il compagno abbattuto continuando a mangiare e ad ascoltare le affabulazioni del malvagio predicatore fino ad essere colpito a sua volta.

Scene come quelle della purificazione nell'acqua, dell'incontro con una folle gangster (Baby Face), un nero che ha venduto l'anima al diavolo per poter suonare la chitarra ed altro ancora fino alla "conversione" di Everett, con tanto di cappio al collo con i suoi compagni di sventura, che supplicherà Dio con tutto il cuore con una commovente preghiera, salvo ritrovare la sua laicità una volta terminato il pericolo, fanno sì che lo spettatore non abbia modo di stancarsi e di non poter fare a meno di sorridere.
Si ha la netta sensazione che anche i fratelli Coen si siano parecchio divertiti nel girare questa chicca di film, apparentemente soltanto scanzonato, ma ricco di parodie e con una magistrale colonna sonora. Fa rimanere sconcertati e assolutamente divertiti la trovata di una casa discografica in mezzo al nulla, tra coltivazioni sterminate di grano dove il nostro terzetto, a sorpresa, in compagnia del chitarrista di colore intonerà ed inciderà un rudimentale disco che diventerà un successo in tutto il paese.

La musica riveste un ruolo centrale nella pellicola: country e blues dell'epoca accompagneranno tutto il film, interpretati così magistralmente da invitare quasi lo spettatore a ripetere le gesta e le grottesche espressioni del terzetto di attori.
La ricerca poi del colore un po' livido, talvolta giallastro, con paesaggi quasi dimenticati, ricchi di vegetazione, polvere e casupole, dove si mescolano con fantasia e genialità lo storico con la commedia ed il western, ne fanno un prodotto originalissimo ed arguto, con un finale che definire travolgente sarebbe eufemistico.

Sia lo spettatore medio che l'intenditore o il critico più esigente, l'appassionato che non perde nemmeno un istante in cerca di citazioni colte o d'autore, non potranno che essere profondamente soddisfatti.
Infatti non si cade mai nel banale o nel caricaturale, ma la parodia viaggerà tra il surreale e il grottesco, con una varietà di trovate, soluzioni e conclusioni che rendono difficile, se non impossibile farne un riassunto puntuale e soddisfacente.

Mai trio è stato più fortunatamente scelto per tale genere di film.
Tutti lavorano alla propria parte con assoluta adeguatezza ed i fratelli Coen escono da questa prova ancora una volta con eccellenza, aggiungendo un tassello al puzzle della loro filmografia che va facendosi via via sempre più ricca ed importante nella sua prorompente maturazione e rielaborazione, dando vita all'immaginario, non solo cinematografico, ma artistico, americano. Le vicende riportate, guardate con più profondità, accompagneranno lo spettatore mettendolo a contatto con le mille sfaccettature del male della stupidità e dell'idiozia, attraverso la corruzione ed il razzismo, la violenza e l'ignoranza che percorrono il Paese del Grande Sogno.

Gorge Clooney, qui, grazie anche ad una grossa dose di autoironia, è l'antidivo per eccellenza, e si è guadagnato il Golden Globe come miglior attore protagonista. La sceneggiatura non originale è stata candidata all'Oscar, insieme alla fotografia di Roger Deakins.

Commenta la recensione di FRATELLO, DOVE SEI? sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di thohà - aggiornata al 20/06/2007

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
#iosonoqui47 metri - great whitea cena con il lupoa chiaraa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my lifeancora piu' bello
 NEW
ariafermaarmy of thievesatlasattack of the hollywood cliches!bac nordbeckettbentornato papa'benvenuti in casa espositobing e le storie degli animaliblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red skyblue bayouboys (2021)britney contro spearscandymancapitan sciabola e il diamante magicocenerentola (2021)
 NEW
city hall (2020)codacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocoming home in the darkcon tutto il cuorecry machodau, natasha
 NEW
days
 NEW
demigoddemonic (2021)drive my car
 T
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestroescape room 2: gioco mortaleezio bosso. le cose che restanofalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666figli del soleframmenti dal passato - reminiscencefree guy - eroe per giocofreedom (2021)i croods 2 - una nuova erai nostri fantasmiil bucoil cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 T
il giro del mondo in 80 giorni (2021)il materiale emotivoil matrimonio di rosa
 NEW
il migliore. marco pantaniil mostro della criptail ragazzo piu' bello del mondoil silenzio grandeil viaggio del principe
 NEW
illusions perdues
 NEW
i'm your manin the heights - sognando a new yorkio restoio sono nessunoisolation (2021)jodorowsky's dunejosee, la tigre e i pescijungle cruisekatela casa in fondo al lagola guerra di domani (2021)la notte del giudizio per sempre
 NEW
la padrina - parigi ha una nuova reginala ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figlilambl'amore non si saleave no traceslet us in
 NEW
l'incorreggible (2021)lucus a lucendo - a proposito di carlo levil'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmalignant (2021)
 NEW
marilyn ha gli occhi nerimarx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)nessuno ne uscira' vivono sudden moveno time to dienowhere specialoasis: knebworth 1996occhi bluoldparsifalpaw patrol - il filmpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapigqui rido ioquo vadis, aida?reflectionrespectritorno in apnearoom 9salvatore - il calzolaio dei sognischumachershang-chi e la leggenda dei dieci anelli
 NEW
shepherdsibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le originispace jam - new legendsspin time, che fatica la democrazia!state a casasulla giostrasupernova (2021)the archthe book of visionthe boy behind the doorthe ghosts of borley rectorythe green knight
 NEW
the last duelthe manor (2021)the nest (2021)the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeursthey talktigerstitanetoothfairy 3tre pianiultima notte a sohouna relazioneuno di noiunplanned - la storia vera di abby johnson
 NEW
venom - la furia di carnagevolami viawelcome venice
 NEW
yara

1021997 commenti su 46457 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net