Recensione dio esiste e vive a bruxelles regia di Jaco van Dormael Belgio, Francia, Lussemburgo 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione dio esiste e vive a bruxelles (2015)

Voto Visitatori:   6,31 / 10 (44 voti)6,31Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

Immagine tratta dal film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

Immagine tratta dal film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

Immagine tratta dal film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

Immagine tratta dal film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES

Immagine tratta dal film DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES
 

"Dio esiste e vive a Bruxelles", prodotto da una collaborazione belga, francese e lussemburghese, è una delusione. Avrebbe potuto essere una commedia incalzante, briosa, pungente. Lo è solo a tratti, le idee sono poche e raffazzonate, gli spunti veramente originali si possono contare sulle dita di una mano (quella che danza con Laura Verlinden, per la precisione: ottima trovata proveniente da "Kiss & Cry", un lavoro precedente del regista Jaco Van Dormael).
Al termine della visione (mai espressione fu più azzeccata) si resta con un sapore melenso in bocca, già esasperata dagli sbadigli in sala, invece che dalle risate promesse dal manifesto pubblicitario.

La voce di Ea, la misconosciuta figlia di dio, apre le danze, descrivendo la misera casa in cui vive la divina famiglia: appartamento di tre camere con cucina e lavanderia, senza una porta di entrata e di uscita, in modo che il dio (rigorosamente con la minuscola) sadico e violento, immaginato da Van Dormael e il suo co-sceneggiatore Thomas Gunzig, possa spadroneggiare sui suoi parenti come meglio gli aggrada.
Risalta da subito alle orecchie il dettaglio della lavanderia con un'inquadratura sulla lavatrice, riferimento non casuale perché, grazie a un "miracolo" di Gesù, il suo oblò diviene il portale attraverso cui Ea inizia la sua missione sulla Terra; il dio, interpretato da un cattivissimo Benoit Poelvoorde, rimarrà incastrato nella "trappola per umani" da lui stesso concepita, probabile contrappasso che ripulisce i misfatti architettati a loro danno.

"E se dio fosse un bastardo?" si chiede il regista, infatti ipotizza che tutti i disastri e le sciagure di questo mondo siano scatenati esclusivamente per il divertimento infantile di un dio cinico e carico d'odio, che pagherà per il suo carattere inverecondo appena sceso tra i mortali, riuscendo a farsi picchiare perfino da un sacerdote in odore di santità.
Non basta: la figlia riesce a fermare tutte le guerre tramite un semplice mezzuccio... INACCETTABILE!... è la goccia che fa traboccare il vaso, il padre la cerca per casa brandendo un'ascia e, quando scopre la sua fuga, si decide ad apparire tra le strade della capitale belga per punirla. Così resta a sua volta vittima delle stupide regole che aveva imposto all'umanità, alcune delle quali suonano familiari: il biscotto con la marmellata cade sempre dal lato sbagliato, la fila accanto procede sempre più speditamente...

La trama risulta abbastanza sconclusionata, ma negativo, semmai, resta il processo narrativo per accumulazione e suggestioni.
Van Dormael afferma che "il film è sotto forma di favola", pare al contrario un'accozzaglia di generi, un pot-pourri di fiaba, commedia, storia surreale e onirica dall'afrore troppo dolciastro, che lascia storditi e vagamente nauseati.
A proposito dei sogni, chi cura la messinscena dichiara: "Ho fatto spesso i sogni che si vedono nella sequenza onirica. Invecchiando, sto lavorando molto con i sogni. Vado a letto pensando a una parte specifica del film o a un momento della sceneggiatura, e la mattina dopo mi sveglio con la scena in testa: è un notevole risparmio in termini di fatica".

Le scene comiche hanno poco mordente, come quando l'erotomane trova lavoro come doppiatore di film porno o Catherine Deneuve s'innamora di un gorilla. Più convincenti quelle poetico-simboliche: l'erotomane bambino che sguazza all'interno della buca nella sabbia da lui stesso scavata; le risate muliebri più attraenti, immaginate come una cascata di perline su una scalinata di marmo; la voce rotta di un barbone che suona come gusci di noci schiacciati da trenta omoni seduti allo stesso bancale.

Ampio spazio invece ai temi del mondo femminile, che si prende la rivincita su una tradizione cristiana paternalista e maschilista. Così in un finale pirotecnico sarà la silenziosa moglie di dio ad esprimersi (ipotesi forse mutuata dall'indimenticabile "Dogma"). Mentre l'interpretazione straordinaria di Pili Groyne, la combattiva figlia di dio che è in grado di percepire la musica all'interno di ogni persona, mette in risalto il mondo dell'infanzia (il regista ha probabilmente acquisito la sensibilità che gli permette di mettere in scena personaggi del genere grazie agli spettacoli teatrali per bambini che metteva in scena agli inizi della sua carriera, negli anni '80).

In sostanza un film leggero con spunti particolari che temo non farà la storia del cinema.

Commenta la recensione di DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Fabio Giagnoni - aggiornata al 13/01/2016 10.03.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiabang bankbob marley: one lovecane rabbioso
 NEW
caracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dustcover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidobbiamo stare vicini
 NEW
dune - parte dueemma e il giaguaro neroenea
 NEW
estraneifinalmente l'albagenoa. comunque e ovunquehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il punto di rugiadail ragazzo e l’airone
 NEW
il vento soffia dove vuolein the land of saints and sinnerskriptonla natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitanti
 NEW
la sala professorila zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionimadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1
 NEW
my sweet monsternight swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)pare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmred roomsrenaissance: a film by beyoncerobot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasuccede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevolarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatore

1048058 commenti su 50513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

5 PER L'INFERNOA DREAM HOUSEA LITTLE WHITE LIEARE YOU THERE, GOD? IT'S ME, MARGARETATTI DEGLI APOSTOLIBIG BOSSBLACK SITE - LA TANA DEL LUPOBUONA PARTE DI PAOLINACLIFF WALKERSCOLPO MAESTRO AL SERVIZIO DI SUA MAESTA' BRITANNICADESTROY ALL NEIGHBORSDOMANI NON SIAMO PIU' QUIE' CADUTA UNA DONNAELVIS AND ANABELLEFAMILY SWITCHFREE WILLY - LA GRANDE FUGAFULL RIVER REDGANGS OF PARISGIORNI D'AMORE SUL FILO DI UNA LAMAI VIZI SEGRETI DELLA DONNA NEL MONDOIL GIORNO PERFETTOIL MARE (1963)IL PREZZO DEL PERICOLOINSEGNAMI AD UCCIDEREINVITO A UN OMICIDIOLA NOTTE DELL'ULTIMO GIORNOLA RAGAZZA ALLA PARILA TRAPPOLA DI MORGANLA VENDETTA DELL'UOMO INVISIBILEL'ALTRA CASA AI MARGINI DEL BOSCOL'AMORE QUOTIDIANOLAST NIGHT AT TERRACE LANESLE ALTRELE AVVENTURE DI HUCK FINN (1993)LE LADREMANI LORDEMANIAC 2: MR. ROBBIEMARGHERITA DELLE STELLEMICKEY'S MOUSE TRAPMIO PADRE E' UN SICARIOMORTE DI UN AMICONATALE A 4 ZAMPEPARIS PIGALLEPECCATO MORTALEPENSATI SEXYPER UN CALICE D'AMOREPERDONACI I NOSTRI PECCATIPIU' TARDI CLAIRE, PIU' TARDI…PUNCH (2023)RISCATTO D'AMORESCHERZI MALIGNIT.I.M.TECNICA DI UN AMORETHE BOATTHE SEEDINGTHE WELLTHEY TURNED US INTO KILLERSUN VAMPIRO IN FAMIGLIAWE ARE THE WORLD: LA NOTTE CHE HA CAMBIATO IL POPZAPPATORE (1950)

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net