Recensione dillinger e' morto regia di Marco Ferreri Italia 1969
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione dillinger e' morto (1969)

Voto Visitatori:   8,46 / 10 (46 voti)8,46Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film DILLINGER E' MORTO

Immagine tratta dal film DILLINGER E' MORTO

Immagine tratta dal film DILLINGER E' MORTO

Immagine tratta dal film DILLINGER E' MORTO

Immagine tratta dal film DILLINGER E' MORTO

Immagine tratta dal film DILLINGER E' MORTO
 

Un ingegnere torna a casa dal lavoro. È una serata come tante altre. In casa c'è solo la moglie a letto che gli chiede dei sonniferi. La governante entrerà più tardi in casa, per poi rinchiudersi nella sua stanza, ma sia lei che la moglie sonoi raticamente assenti. L'ingegnere inizierà a prepararsi la cena, rifiutando quello che era già pronto. Nella ricerca degli ingredienti troverà una vecchia pistola. La pulirà, disinfetterà portandola di nuovo ai vigori di un tempo. Poi salirà dalla moglie e la ucciderà nel sonno. Il finale sarà devastante. Si imbarcherà su uno yacht alla volta di Tahiti, con scenario simile ad un quadro di Monet.

"Dillinger è morto" è il film più minimalista di Ferreri: sorprendente è la capacità di sottrarre struttura al racconto, svuotandolo di ogni orpello superfluo; il racconto di un uomo inserito perfettamente nella società industriale, con una bella carriera, con una bella moglie, una bella casa. Eppure c'è qualcosa che non va, che stona con un quadro tutt'altro che perfetto, un'asincronia costante per tutto il film; lo spettatore percepisce questa angoscia sottostante, ma sostanzialmente non riesce a spiegarne la provenienza.
Incredibile contrasto fra una vita moderna benestante ed il malessere primordiale di una cultura, e di una rivoluzione culturale (il '68) che forse ha liberato grandi idealismi ma che di certo ha liberato anche demoni interni, lasciando all'uomo l'incapacità di rispondere, o forse solo il tempo per poterlo fare, a quesiti mai posti prima, che si affollano in un universo di significati, più grandi dell'uomo stesso.

Il senso della vita. Forse è tutto lì. Un film epico, ma non nel senso classico, dei costumi, non nella lunghezza, non nelle scenografie, ma solo nel suo contenuto e significato più intimo. Girato tutto in un appartamento, Ferreri supera la barriera del suono, facendo urlare il suo film migliore come il protagonista di un famoso quadro di Munch.
Ferreri mostra la lucidità di un folle in mezzo ad una cecità di esseri normali. Nel film di Milos Forman "Qualcuno volò sul nido del cuculo" si legge un aforisma che ben rispecchia questo pensiero, che recita: "un normale non è altro che un pazzo che si nasconde".

La solita vita normale, fatta di quotidianità e di linearità che però crea dissonanza con la continua ricerca di senso dell'uomo moderno. Nel periodo di grandi rivoluzioni culturali e ideologiche, Ferreri invece sceglie di andare controcorrente, con il solito fare autodistruttivo e pessimista, sceglie di annullare ogni cosa per poi ricominciare da capo. Contro tutti e tutto Ferreri rema contro un cinema che stava cominciando a rappresentare il cinema rivoluzionario di quell'epoca, portando rose, fiori e musica dappertutto, con colori vivaci, segno di una libertà finalmente raggiunta; invece Ferreri preferisce dipingere un quadro monocromatico, senza suono apparente, con fiori appassiti, e con una libertà che rende prigionieri. Ma forse è proprio questo che il film mette in risalto. E' la realtà di un borghese perfettamente omologato da una società del benessere, ma fondamentalmente solo, e senza un briciolo di coscienza etica. La parte centrale del film lo vede immerso in azioni autistiche e regressive, come vedere i film della vacanze, forse per trovare se stesso rivedendosi in un filmino in cui semplicemente riconoscersi, e trovare il bandolo della matassa. Altra azione è quella di flirtare con la governante che all'inizio sembra vacillare ma che poi lascia che la cosa smorzi così come è cominciata; finita questa breve relazione umana, torna ad immergersi negli scaffali, cercando non si sa bene cosa.

Guardando il film lo spettatore percepisce la folle normalità di quelle azioni, svolte dal protagonista con assoluta leggerezza, che per circa un'ora attanaglia il pubblico, lo costringe a seguire delle mollichine per tutto il film, costringendolo a fare da guardone, verso un finale insospettabile, ma di cui lo spettatore guidato dalla sua sensibilità percepisce il rischio. Il rischio di uccidere la moglie, unico gesto "insano" che rappresenta l'apice dell'assenza di senso e del film stesso. Lì lo spettatore non può far altro che capire che ciò che aveva percepito ha preso improvvisamente forma, nella sua massima espressione, in quel semplice gesto. Sì, poter uccidere la propria moglie come bere un bicchiere d'acqua, senza nessuna emozione, senza risentimento, senza alcun istinto primordiale, di alcun genere.

Commenta la recensione di DILLINGER E' MORTO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di micheletraversa - aggiornata al 26/09/2008

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele18 regali
 NEW
19171968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astra
 NEW
adoration (2019)ailo - un'avventura tra i ghiacci
 NEW
andrej tarkovskij. il cinema come preghieraangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhiblack christmas
 NEW
boterobrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamenteche fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicity of crime
 NEW
color out of spacecountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadio e' donna e si chiama petrunyadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'arteescher - viaggio nell'infinito
 NEW
figli (2020)figli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'orogood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigrazie a diohammamet
 NEW
herzog incontra gorbaciovhole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del cane
 NEW
il drago di romagnail giorno più bello del mondoil mio profilo miglioreil mistero henri pickil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yetiil primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il terzo omicidioil varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!jojo rabbit
 HOT R
jokerjumanji - the next level
 NEW
just charlie - diventa chi seila belle epoquela dea fortunala famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala ragazza d'autunnola scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marelast christmasle mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetleonardo. le operel'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor smetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottipaw patrol mighty pups - il film dei super cucciolipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the movieploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodrichard jewellritratto della giovane in fiammeroger waters us + themrosa (2019)santa subitoscary stories to tell in the darkscherza con i fantischool of the damnedse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonshow me the picture: the story of jim marshallsolesono solo fantasmisorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkerstoria di un matrimoniostrange but truesulle ali dell'avventura
 NEW
tappo - cucciolo in un mare di guaiterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe farewell - una bugia buonathe gallows act iithe grudge (2020)the informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe lodgethe new popethe reporttolkien
 HOT
tolo tolotorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padre
 NEW
underwatervasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

997091 commenti su 42705 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net