Recensione dies irae regia di Carl Theodor Dreyer Danimarca 1943
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione dies irae (1943)

Voto Visitatori:   9,28 / 10 (30 voti)9,28Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film DIES IRAE

Immagine tratta dal film DIES IRAE

Immagine tratta dal film DIES IRAE

Immagine tratta dal film DIES IRAE

Immagine tratta dal film DIES IRAE

Immagine tratta dal film DIES IRAE
 

Il regista danese Carl Theodor Dreyer (1889-1968) Ŕ forse sconosciuto al grande pubblico dei frequentatori dei cinema. Eppure Ŕ stato autore di capolavori indiscussi tra cui Dies Irae, uscito in Danimarca nel 1943. Nella sua carriera cinematografica si Ŕ occupato di occulto, demonismo e di misticismo religioso (Pagine dal Libro di Satana 1921, Vampyr 1931, Ordet 1954) e della celebrazione di grandi figure femminili (La Passione di Giovanna d'Arco 1928, Gertrud 1964). Dies Irae Ŕ il film dove si esprimono al meglio tutti i temi preferiti del regista.

La fama di Dreyer Ŕ dovuta soprattutto alla perfezione formale delle sue opere. Ogni elemento, dalla scenografia, alle riprese, alla recitazione Ŕ curato in maniera maniacale. Niente Ŕ superfluo o casuale. Il prodotto finale Ŕ un film essenziale, che va subito al dunque. Riesce a colpire lo spettatore grazie alla nuditÓ e alla concentrazione delle scene e lo emoziona con la chiarezza e la profonditÓ dei sentimenti espressi. Dies Irae si differenzia dai film precedenti per un maggiore movimento della cinepresa, anche se spesso ci sono degli improssivi stacchi di primo piano che danno solennitÓ ai personaggi. Bellissima Ŕ la scena del funerale, in cui la cinepresa da un punto fisso segue il movimento in circolo dei chierichetti, rivelando tutti i particolari della stanza. In pratica il punto di vista diventa la bara del morto. Spesso gli attori sono disposti quasi a rappresentare dei quadri olandesi del Seicento, in particolare di Rembrandt, ma il tutto avviene con molta naturalezza, senza forzature. L'inizio e la fine sono segnati dalla drammatica recita dell'Apocalisse. Tutto questo, insieme all'atmosfera cupa e persecutoria che si respira nel film, ha fatto pensare ad accenni al nazismo e alla guerra in corso all'epoca.

La storia si svolge in Danimarca nel 1623 e ruota intorno a cinque personaggi. Absalon Ŕ un vecchio pastore che in tarda etÓ si Ŕ risposato con la giovane Anne, avuta grazie al salvataggio della madre di Anne da morte per stregoneria. Per lui la fede religiosa consiste nel mantenere la propria anima esente da qualunque peccato. Ma dubbi ossessivi e rimorsi gli rendono amara e travagliata l'esistenza. Sua madre, un'anziana severissima ed energica, intende la fede invece come un sistema di vita basato su una rigida morale delle apparenze: si deve solo lavorare, stare in casa, mai ridere o mostrare i propri sentimenti. Nutre una profondissima avversione verso la giovane nuora.

Il ruolo della vecchia madre Ŕ forse quello meglio recitato nel film. Anne Ŕ la protagonista indiscussa, ma la sua figura emerge piano piano e si evolve fino a prendere il sopravvento. All'inizio Ŕ una timida moglie rassegnata e insoddisfatta ma con il tempo prende coscienza di se stessa e sviluppa una fede e una morale tutta sua, fatta di amore anche sensuale e di passione per la vita. Scopre una forza inaspettata, quasi sovrannaturale, di cui lei stessa ha paura e che le darebbe la possibilitÓ di ammaliare o uccidere con il pensiero. Alla fine Ŕ lei quella che ha la "fede" pi¨ forte e convinta e si dimostra pronta a morire pur di rimanerle fedele. Anne si innamora di Martin, il giovane figlio di Absalon, avuto dalla prima moglie. Il suo Ŕ un carattere dolce, riflessivo piuttosto ambiguo, sempre in bilico fra lo splendore e la bellezza del sentimento che gli dona Anne e il richiamo al dovere, alla missione terrena rappresentato dal padre e dalla nonna. Non possiede il coraggio di Anne e alla fine, al momento della scelta, rifiuta Anne e dimostra di averla solo usata per sfogare i propri impulsi.
Il quinto personaggio Ŕ Marthe Herslof, il primo ad apparire nel film. E' una vecchia fattucchiera presa di mira dalla gente del paese come "strega" e come tale subisce il processo inquisitorio con relative torture. Ammette colpe che non ha, ma affida la sua salvezza alla coscienza di Absalon. Gli rinfaccia l'episodio della madre di Anne che Marthe considera una "vera" strega. Tutte le preghiere e le minacce della povera e debole vecchia su Absalon non hanno esito e alla fine viene gettata - in una scena molto drammatica - nel rogo.
Intanto Ŕ tornato Martin da una lunga assenza e tra lui e Anne c'Ŕ subito simpatia e ben presto amore. Anne ha spiato il dialogo fra Marthe e Absalon e adesso sa degli strani poteri di sua madre. Per lei Ŕ l'appiglio ideale giusto per poter sfogare tutti i suoi istinti repressi di giovane donna vogliosa di vivere, ridere, fare l'amore, avere dei figli. Desidera l'amore di Martin e fra loro si svolge una storia accompagnata nel film da belle e essenziali immagini di natura primaverile e dolce musica. Absalon nel frattempo si incupisce e si macera nei rimorsi. Le minacce di Marthe si avverano e anche gli strani "poteri" di Anne sembrano avere riscontro nel reale. Ormai Anne ha preso coscienza di se stessa e non ammette pi¨ compromessi. Nella scena culmine del film, in un dialogo drammatico, Anne non vuole mentire a Absalon e gli svela il desiderio di vederlo morto e il suo amore per Martin. Absalon sconvolto si alza ma viene stroncato da un infarto (fatalitÓ o i "poteri" di Anne?). Sembra che i desideri di Anne si stiano avverando, ma al funerale di Absalon l'anziana madre accusa Anne di avere usato arti "demoniache" per ucciderlo. Alla richiesta di giurare sul corpo del morto di non avere mai desiderato la sua morte, Anne fa la scelta drastica e coraggiosa di rimanere se stessa dicendo la veritÓ, andando cosý incontro alla morte. Dreyer gira questa scena con una luce particolare e con una enfasi che fa di Anne una eroina, quasi una Madonna, senz'altro una figura molto forte ed esemplare, un punto di riferimento per tutte le donne e non solo, un po' come Giovanna d'Arco nell'omonimo film.

Un film quasi nudo, senza attrattive sceniche, azioni, con dialoghi lenti e senza fronzoli eppure profondissimo. Sono tante le questioni che pone. Prima fra tutte l'esistenza o meno di forze "sovrannaturali" all'interno dell'animo umano. Nel film si condanna la superstizione e la barbarie dei processi inquisitori ma allo stesso tempo s'insinua nello spettatore moderno la possibilitÓ che quello che una volta si chiamava "diavolo", non sia altro che il nome di atti e avvenimenti di cui non si riesce a dare una spiegazione razionale. Del resto tutti i personaggi del film credono all'esistenza del "diavolo" e ne rimangono affascinati. Ci sono risorse sconosciute nell'animo umano - questo sembra dirci Dreyer - soprattutto nell'animo femminile. Le sue opere vogliono essere una dimostrazione che le donne sanno essere (se lo vogliono) pi¨ forti e spirituali degli uomini. Infatti in quello stesso anno morivano due donne - Virginia Woolf e Simone Weil - testimonianza che quello che Ŕ considerato il sesso "debole" non lo Ŕ nei fatti.

Commenta la recensione di DIES IRAE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di amterme63 - aggiornata al 06/02/2007

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

200 metersacqua e aniceadaalcarras - l'ultimo raccoltoall the streets are silentalla vitaamanti (2020)anna frank e il diario segretoargentina, 1985beast (2022)bentublack parthenope
 R
blondebodies bodies bodiesbrian e charlesbullet traincarter (2022)casablanca beatscome prima (2021)crimes of the future (2022)dantedashcamday shift - a caccia di vampiridc league of super-pets
 NEW
deinfluencerdo revengedon't worry darlingdragon ball super: super heroelvis (2022)emergencyen los margenesevangelion: 3.0+1.01 thrice upon a time
 NEW
everything everywhere all at oncefallfalla girarefassbinderfire of lovefly - vola verso i tuoi sognifreedom (2021)giorni d'estate
 NEW
gli orsi non esistonogold (2022)goodnight mommy (2022)
 NEW
hatching - la forma del malehill of visionhocus pocus 2house of darknesshustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil mondo in camerail paradiso del pavoneil pataffioil signore delle formicheil viaggio degli eroi
 NEW
in viaggioinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e spottyjane by charlottejurassic world - il dominiokarate manla doppia vita di madeleine collinsla mia ombra e' tuala notte del 12la ragazza ha volato
 NEW
la vita e' una danzal'altra lunal'angelo dei murilas leonasle buone stellele favolosele voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzl'immensita'liz e l'uccellino azzurrol'origine del malelou (2022)mad godmaigretmarcel!marginimemoriamemory (2022)men (2022)mindemicminions 2 - come gru diventa cattivissimomistero a saint-tropezmona lisa and the blood moonmoonage daydream
 NEW
mr bachmann e la sua classe
 NEW
mr. harrigan's phonenel mio nomenido di viperenon sarai solanopenostalgiaomicidio nel west endorphan: first killpaolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.pearl (2022)per niente al mondopeter va sulla lunapleasureprey (2022)
 NEW
quasi orfanoqueensquel che conta e' il pensierorevolution of our timesriminirise - la vera storia di antetokounmposamaritansecret love (2021)secret team 355shark baitsiccita'smilespiderheadsposa in rossostudio 666tenebrathe black phonethe deer king - il re dei cervithe forgiventhe gray manthe hanging sun - sole di mezzanottethe invitation (2022)the man from torontothe munstersthe other side (2020)
 NEW
the retaliatorsthe slaughter - la mattanzathe twin - l'altro volto del malethor: love and thunderthree nights a week
 NEW
ticket to paradise
 NEW
tiziano. l'impero del coloretoilettop gun: mavericktutti a bordoun mondo sotto socialuna birra al fronteuna boccata d'ariaun'ombra sulla verita'viaggio a sorpresavieni come seiwild nights with emily dickinsonx - a sexy horror story

1033238 commenti su 48374 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALBERGO ROMAALLEGORIAAWAYBRIVIDICACCIA ALL'UOMO (1964)COBRA KAI - STAGIONE 5DAHMERDEAD ZONEDEEP FEARDUE OCCHI DI GHIACCIODUE UOMINI IN FUGA... PER UN COLPO MALDESTROFIRST LOVE (2022)IL GOLIA ATTENDEINFINITE STORMJIKIRAGLA FINESTRA DELLA MORTELA MOGLIE ADDOSSOLA RAGAZZA SUPER SPRINTLA RIVINCITAL'ANIMALEMARGAUXONDATA CALDAPUGNI PUPE E MARINAIPUPI AVATI, LA TAVOLA RACCONTARAVEN'S HOLLOWSCIARADA ALLA FRANCESESUOR PASCALINA - NEL CUORE DELLA FEDETHE RED BOOK RITUALTHE TRACKER - RICERCATO VIVO O MORTOTITANIC 666TOBRUKTRE NOCI PER CENERENTOLAUOMINI D'AMIANTO CONTRO L'INFERNO

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net