zebraman 2: attack the zebra city regia di Takashi Miike Giappone 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

zebraman 2: attack the zebra city (2010)

Commenti e Risposte sul film Speciale sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ZEBRAMAN 2: ATTACK THE ZEBRA CITY

Titolo Originale: ZEBURAMAN: ZEBURA SHITI NO GYAKUSHU

RegiaTakashi Miike

InterpretiSh˘ Aikawa, Riisa Naka, Tsuyoshi Abe, Taka Gatarukanaru, Masahiro Inoue

Durata: h 1.46
NazionalitàGiappone 2010
Genereazione
Al cinema nel Luglio 2010

•  Altri film di Takashi Miike

•  SPECIALE ZEBRAMAN 2: ATTACK THE ZEBRA CITY

Trama del film Zebraman 2: attack the zebra city

Anno 2025, Tokyo Ŕ diventata Zebra City dopo gli eventi raccontati nel film precedente e in particolare dopo che l'allora ministro della difesa si Ŕ proclamato capo assoluto della cittÓ. Zebraman, misteriosamente scomparso da 15 anni, lo ritroviamo in strada, senza memoria e senza coscienza di sÚ. Mentre nella cittÓ l'istituzione dello Zebra Time (5 minuti ogni 12 ore in cui ognuno pu˛ compiere indisturbato qualsiasi tipo di crimine senza subirne le conseguenze legali) miete vittime e fa crescere la popolaritÓ del sindaco, l'ignaro Zebraman guadagna consapevolezza di sÚ e di cosa sia successo nei 15 anni che lo separano dal suo ultimo stato di coscienza.

Film collegati a ZEBRAMAN 2: ATTACK THE ZEBRA CITY

 •  ZEBRAMAN, 2004
 •  SPECIALE ZEBRAMAN 2: ATTACK THE ZEBRA CITY

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,33 / 10 (6 voti)7,33Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Zebraman 2: attack the zebra city, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

KitaVerde  @  20/05/2016 10:41:40
   8 / 10
IL DELIRIO.
Che Miike fosse un pazzoide era risaputo, i suoi lavori sono cult nel loro genere, ma anche totalmente disturbati ( Gozu e Visitor Q per dire). "Zebraman 2" potrei riassumerlo appunto in una sola frase: "E' un film di Miike", si passa da scene distopiche e di critica sociale a scene parodistiche e assurde( la scena finale), violenza,comicità,genialità,epicità,ecc..tutto questo in un impasto che non si fa mai prendere sul serio, ma allo stesso tempo risulta piu' serioso di tutti i film Marvel/DC usciti negli ultimi anni. Per me il cinema orientale è sempre un passo in avanti. L'intrattenimento di Miike è lontano come pensiero da quello occidentale, ma il "divertimento" è superiore per molteplici motivi. Quando impareremo ad apprezzare questo tipo di cinema allora saremo arrivati ad un punto di svolta, almeno per quanto ne so io, parlando con persone che masticano "Cinema". Civil War sarà dimenticato come Gigi Sabani. >Zebra Time<

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/03/2013 21:06:15
   7 / 10
Più minimalista il predecessore quanto più orientato al blockbuster il suo sequel, sicuramente anche per un budget molto più cospicuo. Se il Zebraman originale era il raggiungimento di una consapevolezza, questo suo seguito vede l'eroe letteralmente sdoppiato tra Bene e Male non senza quel tocco di ironia che stempera l'aspetto più serioso di queste pellicole. In fin dei conti mi è piaciuto di più questo sequel, più spettacolare e con pochissime pause nel ritmo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  07/12/2012 18:04:55
   7 / 10
Meglio del precedente: più azione e più ritmo. Del resto lo stesso Miike sembra averlo pensato come un prodotto adatto ad un pubblico più vasto e non di nicchia, a differenza del precedente "Zebraman". Questa volta alla demenzialità è unito il divertimento e ciò non può che giovare. Belli effetti speciali.
La nemesi di Zebraman sembra Lady Gaga.

phemt  @  07/08/2012 13:40:10
   7½ / 10
A sei anni di distanza ecco il seguito di uno dei più interessanti supereroistici nipponici, direttamente da quel genio dal nome Takashi Miike…
In questi 6 anni tante cose sono cambiate e Miike è improvvisamente diventato un mainstreamer di razza in grado di sbancare i botteghini giapponesi in più di un occasione!
Ma lo stile registico è cambiato poco o nulla, Miike è una mosca bianca nel panorama dell'attuale cinema mondiale ed è riuscito a vendersi senza svendersi, e a passare da regista di culto underground a regista "giovane" per "ggiovani" senza per questo dover calare le braghe a certe logiche mainstream!

Il tono comunque è tutto sommato quello del primo, ironia e leggerezza, mista a voglia di riscatto… Non mancano però violenza e situazioni assurde, gag azzeccate e momenti morti!
La sceneggiatura è delirante e fondamentalmente insensata, tra citazioni, autocitazioni, lady gaga, buoni sentimenti, alieni ecc…
Notevoli i costumi, le scenografie e gli effetti speciali (anche per via di budget ben sostenuto)…

La genialità di Miike fa capolino più volte con citazione obbligatoria alla fusione tra bianco e nero che diventa uno spot contro l'Aids…
Ritmo discretamente sostenuto, il film scivola via che è una bellezza! Non rimane impresso magari, ma intrattiene più che degnamente! Pecca un po' di banalità ma diverte… Miike d'altronde fin dall'inizio ha deciso di non prendersi sul serio e non per nulla si presentò alla prima vestito da Zebraman!
Per appassionati!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  01/08/2012 11:15:01
   6½ / 10
Accostato al primo capitolo perde in freschezza non potendo più contare sullo spiazzante effetto sorpresa,guadagna qualcosa dal punto di vista della spettacolarità (il budget a disposizione è sicuramente più sostanzioso) ma lascia tutto sommato abbastanza freddini per via di una sceneggiatura che dopo aver intavolato parecchi sottotesti svaria in modo approssimativo tra personaggi bruciati in fretta e snodi risolti con impazienza.
Per fortuna dietro la mdp c'è un certo Takashi Miike,lo stakanovista del cinema giapponese riesce a tenere in piedi il gioco con la solita fantasiosa audacia,distogliendo l'attenzione dal debole script e lasciando spazio ad un delirante mondo futuristico in cui Zebraman sarà opposto ancora una volta ai gelatinosi alieni e alla sua parte più oscura,affrontata con buona enfasi recitativa dalla seducente Riisa Naka.La ragazza è parodia irriverente delle pop-star occidentali tutte tet.te e poco talento, affetta da una folle invidia per le colleghe e da una sete di potere che la porterà a liquidare il dispotico padre,personaggio interessantissimo e fondatore dello Zebra-time (momento della giornata in cui ognuno,polizia compresa, può dar sfogo alle pulsioni più becere),purtroppo messo fuori gioco in modo repentino con tutti gli approfondimenti socio-politici che ne potevano derivare spazzati via in un amen, a favore di un approccio scanzonato e ironico,in cui ogni riflessione più grave viene sostituita da un intrattenimento di matrice ludica.
L'ironia tipicamente nipponica non fa sempre la differenza per quanto i momenti esilaranti non manchino, rispetto al precedente capitolo è meno b-movie e molto più blockbuster,di certo è interessante notare come le separazioni nette siano rinnegate nel nome di un'alleanza che pur con metodo sempre grottesco puntualizza l'inevitabile coesistenza tra bene e male.Del resto è prerogativa di Miike quella di unire in scioltezza i momenti più surreali con profonde sequenze poetiche,violenza efferata,in realtà qui molto contenuta,e riflessioni di un certo spessore,questa volta punta più sul diletto e non fallisce pur non raggiungendo risultati eccezionali.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  07/10/2010 17:28:23
   8 / 10
Sono veramente felice di aver rivisto il Miike che conosco, dopo qualche film carino ma che non mi aveva convinto appieno (parlo di God's Puzzle, Crows Zero 2, Yattaman, Detective Story e Like a Dragon). Chiaro, non aspettatevi il nuovo Gozu o Ichi the Killer, ma siamo comunque su livelli molto alti. Soprattutto se pensiamo che stiamo parlando di un film non di nicchia, ma di un blockbuster distribuito da una major (la Toei). E Miike per fortuna riesce a plasmarlo secondo il suo volere, impreziosendolo con la sua caratteristica violenza (solo lui può mettere delle scene così crude in un film scanzonato) e con l'ironia che fa dei suoi film delle specie di semi-parodie, o meglio delle auto-parodie. In questo senso gli ultimi 10-15 minuti sono assolutamente geniali; tra i più assurdi, divertenti e scorretti mai visti nel suo vastissimo cinema. Sicuramente uno dei film più genuinamente comici e in cui si ride più di gusto che abbia mai fatto. Se è comunque interessante per approfondire la visione miikiana del cinema e le sue tematiche, di sicuro il maggiore successo lo ottiene come film di puro intrattenimento, tra violenza, risate, azione e tope allucinanti (nonché poco vestite). Divertentissimo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americana
 NEW
estraneo a bordofino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggovernance - il prezzo del poteregreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitaliio sono nessunojakob's wifejudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminari
 NEW
monster huntermurdershownomad: in cammino con bruce chatwin
 NEW
non mi ucciderenotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaythunder forcetua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswhy did you kill me?wonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016754 commenti su 45363 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net