you don't know jack - il dottor morte regia di Barry Levinson USA 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

you don't know jack - il dottor morte (2010)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film YOU DON'T KNOW JACK - IL DOTTOR MORTE

Titolo Originale: YOU DON'T KNOW JACK

RegiaBarry Levinson

InterpretiAl Pacino, Danny Huston, Susan Sarandon, John Goodman

Durata: h 2.14
NazionalitàUSA 2010
Generebiografico
Al cinema nel Luglio 2010

•  Altri film di Barry Levinson

Trama del film You don't know jack - il dottor morte

Uno sguardo alla vita e al lavoro di Jack Kevorkian, medico statunitense noto per aver praticato l'eutanasia su oltre 130 pazienti malati terminali.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,50 / 10 (28 voti)7,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su You don't know jack - il dottor morte, 28 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  16/04/2020 11:54:42
   7 / 10
Film TV un po'lunghetto dove Al Pacino domina con la sua interpretazione. E'soprattutto un biopic, tanto che il tema di fondo, l'eutanasia, pur permeando tutta la pellicola viene alla fine lasciato in secondo piano (2 righe nei titoli di coda senza informazioni aggiuntive sulle leggi USA). Forse, appunto, mi ha interessato maggiormente il tema del protagonista (ma questo è del tutto personale)

wicker  @  15/04/2018 17:07:48
   7½ / 10
Biopic sulla vita di Kervokian trattando soprattutto la sua battaglia per la morte assistita . Tema importante trattato senza appesantire troppo il film sia per ciò che riguarda la parte morale e etica sia per la parte della battaglia legale in tribunale . Molto lungo ma ampiamente godibile . mezzo voto in più per un maiuscolo Pacino.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  11/11/2015 19:28:10
   7½ / 10
Jack Kevorkian, per alcuni un serial killer per altri un eroe.
Buonissimo film con un grande Al Pacino.
Il tema è complesso, e qui viene "soltanto" mostrata, senza giudicarla, la vita di Kevorkian. Opera che invita lo spettatore a riflettere sulla questione, ad immaginarsi nella situazione di un potenziale paziente di Kevorkian. Da vedere.

ferzbox  @  20/09/2015 18:07:51
   8 / 10
Assistere una persona con un male incurabile in stato terminale, permettendogli di potersi togliere la vita senza patire alcuna pena è un fatto umanamente accettabile? Si può definire assassino un ipotetico medico che si dedica a tale proposito? Gli esseri umani, se sanno che è sicuramente finita, hanno diritto di scegliere per la propria vita o la propria morte? Quanto bisogna considerare il proprio limite nel mettersi a paro con la legge, senza andarne al di sopra? I consensi e le approvazioni dei famigliari del malato terminale, possono avere importanza ai fini di un giudizio? La religione può contrastare anche la libertà di scelta di un singolo individuo che soffre mortalmente?Fino a che punto si può tollerare che una sentenza giurdica superi un concetto fortemente umano?L'inevitabile spaccatura dell'opinione pubblica, tra chi sostiene e chi non, quanto e come dovrebbe essere considerata?Riflettendoci scrupolosamente, quali sono le reali ragioni che spingerebbero la moralità e l'etica a considerare sbagliato interrompere un inevitabile e letale agonia di un essere umano? Non è forse vero che in alcune situazioni della storia umana alcune torture consistevano nel mantenere appositamente in vita un prigioniero ai fini di infliggergli una pena maggiore?

Grande Al Pacino, buona regia di Levinson, storia biografica molto significativa che tratta uno dei più grandi conflitti morali dell'uomo....consigliato..

7 risposte al commento
Ultima risposta 21/09/2015 16.25.50
Visualizza / Rispondi al commento
DogDayAfternoon  @  16/12/2014 20:55:41
   7 / 10
L'argomento è di quelli delicati, da andarci cauti, e dev'essere stato anche il pensiero di Levinson nel girare questo film. Perché durante la visione si nota infatti una certa freddezza e un certo distacco nel racconto, una sorta di cronaca degli avvenimenti ma senza quel coinvolgimento che uno si aspetterebbe da un film che tratta un tema così scottante. In realtà le scene forti ci sono, ma si perdono un po' dentro l'apatia generale del film. Bisogna anche dire però che piuttosto di eccessivi sentimentalismi preferisco la scelta del regista.

Al Pacino non è più quello di una volta, ma insieme ad Insomnia questo è sicuramente il suo miglior film degli anni Duemila.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/12/2014 20.30.40
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  15/04/2014 02:07:56
   7 / 10
Avrebbe potuto essere decisamente migliore anche se non mi è dispiaciuto affatto vedere trasposta questa storia vera...
Il tema è scottante e attuale ora come lo era venti anni fa e lo sarà tra altri vent'anni, quindi mentre lo si visiona non si può che riflettere e farsi un'opinione a riguardo.
Fa piacere vedere Al Pacino finalmente al naturale senza tinte, tacchi alle scarpe o ceroni in volto! E lo dico da grande estimatore dell'attore newyorkese perché qui risulta più che credibile.
Purtroppo ci sono delle lungaggini ed il ritmo ne risente, specie verso la fine, e questo è un vero peccato vista la prima parte molto coinvolgente e toccante.
Sicuramente merita di essere visto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  25/03/2014 01:27:40
   6½ / 10
Geandioso Al Pacino alle prese con un personaggio controverso in un film che affronta un tema da prendere con le pinze; proprio per questo, seppur coraggiosa, l'opera di Levinson risulta un po' fredda e schematica.

Ad ogni modo non lascia indifferenti, questo e' sicuro.

Jim17  @  24/01/2014 12:38:14
   7 / 10
Riportare sugli schermi e trasferire temi così caldi in un film , l'impresa del regista Barry Levinson è riuscita grazie anche alla prova magistrale di Al Pacino . Un film che crea un dibattito forte che si articola ,nel succedersi della vicenda, in scene fredde e veritieri. Il volto ed i motivi che hanno spinto il Dottor Kevorkian a procedere in tal senso sono ampliamente esposti e fanno riflettere sull'importanza della vita e della morte , perchè come lo stesso dottore afferma, anche se con parole diverse, perchè mai un medico dovrebbe comportarsi da Dio e salvare vite umane secondo la legge mentre in contrasto con i principi sanciti non può interrompere una vita,in pieno accordo con il paziente, che è destina esclusivamente alla sofferenza ed al dolore continuo . Film che se snellito o curato ancor meglio avrebbe riscosso un gran successo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  16/10/2013 01:20:24
   8 / 10
"Un dottore deve occuparsi della vita." - "Anche della morte".
Opinabile?
"I tribunali sono il teatro della coscienza". Ci vuole coscienza. Cosa ci vuole per condurre una persona ormai 'inutile' e che desidera farla finita?
Un Dr. Morte?
"...Meglio conoscito come dottor Morte: Una cosa è certa. Lui è l'ultimo medico che chiamerete". Ahah, buffo, no?
Beh, il film non è per niente buffo. Induce a pensare e seriamente.
"L'autodeterminazione è un diritto fondamentale che chiunque di noi dovrebbe avere". E' giusto? Le domande sarebbero infinite, come infinite le risposte. Infinito pro, infiniti contro.
Sono altresì convinta che quel medico, realmente esistito, fosse in completa buona fede. Senza fini di lucro, molto comprensivo e di assoluta professionalità, tra l'altro patologo, quindi sapeva molto bene il processo totalmente indolore per i propri volontari e anche non invadente. Se una persona non era ritenuta in modo assoluto terminale, lui non si prestava all'eutanasia.

Talvolta è comico, soprattutto nelle conversazioni tra il medico ed il suo avvocato.

Molti interrogativi.
Film molto stimolante e denso di emozioni.
Voi come la pensate?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Manticora  @  02/06/2013 17:30:59
   8 / 10
incursione nel genere biografico di Levinson, regista che non mi ha mai particolarmente colpito, a parte Rain men. Qui la sua analisi della vita del dottore Kevorkian Ŕ tutto sommato interessante, con Al Pacino che finalmente ritorna ad un ruolo semplice ma ben costruito, in cui l'uomo deve distanziarsi dal medico, e abbracciare i suoi principi. La vita del personaggio Ŕ interessante, perchŔ fÓ comunque riflettere sul senso dell'eutanasia, sulla sua necessaria legalitÓ, scevra da religione e controllo sociale. alla fine si sviluppa come un dramma giudiziario, ricostruendo in maniera puntigliosa tutte le vicende Levinson dÓ la giusta dimensione umana alla vicenda. Ci sono come comprimarii, un insolito Jhon Godman e Susan Sarandon che collabora con il buon dottore e alla fine

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Film da vedere.

il ciakkatore  @  25/01/2013 09:08:52
   7 / 10
Il film non è memorabile,ma sicuramente interessante e valorizzato da un grande Al Pacino,che solo con lo sguardo riesce a trasmettere ppiù di quello che si vorrebbe dire,bravissimo come al solito

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  17/01/2013 08:46:13
   7½ / 10
Buon film biografico su un tema ed un personaggio scomodi ma necessari.
Grande come sempre Pacino.

Nudols85  @  17/01/2013 00:43:40
   6 / 10
Ecco cosa succede quando si toccano argomenti scottanti come quello dell'etaunasia...e finisci con un polpettone pesante da digerire, troppo meccanico con poca naturalezza che pareva sbattere in faccia giornalisticamente gli eventi conditi da tanto sentimentalisml per persone che soffrono. Personaggi stereotipizzati, la sola bravura di un cast stellare non rialza un film lento e pesante, raccontata in questo modo anche una favola W.D. diventerebbe logorante!!!!Al Pacino che attore da solo vale il 6. Film invernale quando non c'è niente di meglio da fare...come la piovosa giornata di oggi.

genki91  @  09/12/2012 18:51:28
   8½ / 10
Racconto crudo quello della storia del dottor Kevorkian, interpretato magistralmente dal nostro divino Al supremo. L'etica è personale, è vero, sulla qualità della pellicola invece nessun dubbio. Schietta e diretta, ma dal gusto amaro, proprio perché coinvolgente emotivamente.
Ben fatto e godibile.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/09/2012 17:46:26
   8 / 10
L'argomento è scottante e spinoso senza dubbio, ma vedere tutte quelle persone che nel pieno possesso delle loro facoltà mentali e con nessuna esitazione sceglievano la via per la fine di una sofferenza estrema, di una morte dignitosa. Perchè di una scelta personale si tratta e non può esistere legge umana o divina ad impedire la fine del dolore.
Il film di Levinson è apertamente schierato questo è vero, ma attraverso un Pacino grandioso nella parte di Kevorkian non fa altro che dare voce a coloro che vogliono porre fine a sofferenze inutili, una scelta sacrosanta che non può essere negata.

BrundleFly  @  08/09/2012 16:23:14
   7½ / 10
Film che tratta un argomento importante come l'"eutanasia" senza però premere troppo sull'acceleratore, trattandosi di un film per la tv, ma è comunque una visione non tra le più leggere.
La storia fa riflettere sia che la si pensi come il protagonista sia in maniera opposta, ma non mi metterò a fare questioni su cosa sia giusto o cosa sia sbagliato perchè questo è un sito di CINEMA e pertanto deve rimanere tale.
Il film è diretto in maniera sobria ed elegante dall'esperto Levinson e Al Pacino...beh è Al Pacino.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  28/12/2011 01:19:11
   8 / 10
Un Al Pacino arrugginito ma ancora degno del suo nome diventa Dr.Death,un dottore che praticando l'eutanasia poneva fine alla vita di persone sofferenti e malate.

"consulti sulle possibilità più umane e dignitose di fine della vita",questo il suo aforisma,la ragion di vita per cui Jack Kevorkian mise a repentaglio la sua stessa vita.

YaoMing  @  20/06/2011 19:53:13
   7½ / 10
Raro caso di film che nonostante la lunghezza scorre e si lascia vedere che è una meraviglia.Il tema trattato ovviamente è motivo di dibattito in tutto il mondo,sopratutto noi in Italia negli ultimi anni, abbiamo toccato con mano questo argomento,per cui da vedere sicuramente per farsi un idea piu' profonda dell'argomento.Infine ottima la regia di Levinson (impeccabile come sempre) ma ancor di piu' le interpretazioni di Pacino e Sarandon.

TheLegend  @  13/05/2011 22:03:53
   6 / 10
Un racconto troppo freddo e distaccato,troppo documentaristico.
L'ultima parte risulta troppo lunga e a tratti noiosa.

deralte  @  05/05/2011 20:37:15
   8 / 10
Film interessante con una regia che crea un certo distacco dal protagonista, quasi fosse visto in diverse scene con l'occhio di un documentario.. Lo svolgimento dei fatti non cade in facili esagerazioni e lascia il giudizio finale aperto allo spettatore nel tirare le sue conclusioni su un argomento molto importante.. Pacino offre una prestazione che non ruba palesemente la scena ma che allo stesso tempo è impegnata, solida e convincente di un personaggio controverso, poco propenso a rivelare le proprie emozioni..
Cmq anche dopo la visione, you don't know Jack.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  01/04/2011 12:42:04
   7 / 10
Film della HBO dal taglio documetaristico che racconta in maniera scrupolosa la storia del "dottor morte". La teoria del dottor Jack Kevorkian che l'eutanasia non fosse un delitto è descritta in maniera diretta e non troppo provocatoria. Barry Levinson dirige nella maniera più sobria possibile un storia vera che ha fatto e fa ancora molto dibattere.
Bravissimo Pacino così come il resto del cast dalla Sarandon a Goodman.
Probabilmente la lunghezza appesantisce un po' la visione, comunque il film resta interessante.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  30/03/2011 02:43:41
   8 / 10
E' un film per la televisione e come tale va valutato, nonostante il nome del regista. L'eutanasia non è una questione che si possa esaurire nella durata di una pellicola. Il film ha questa pretesa? No. E' di parte? Probabilmente sì. Se c'è un difetto in fondo è proprio questo: quello di ridurre tutta la querelle ad uno scontro quasi manicheo fra bene e male. Jack però non ci è ritratto come un eroe, il che è un bene. Questo "dottore della morte", impersonato da Al Pacino (godetevi uno spezzone in lingua originale, solo per gustare la metamorfosi totale di questo immenso attore), si autoparagona a Martin Luther King, non ha umiltà, non è altruista. E' un uomo anzi profondamente consapevole della proprio forza, testardo, irremovibile, legato più all'integrità che alla vita. Ma, glielo farà notare l'amica Janet (S. Sarandon), è anche un uomo incapace di esprimersi e d'ascoltare fino in fondo. Spenderei infine due parole sulla scena-chiave in cui Jack afferma di intraprendere la sua lotta per se stesso. E' una confessione di egoismo sano e naturale, un rifiuto dell'etichetta "una vita spesa per gli altri" a favore di una definizione assai più pregevole: una vita spesa per un principio. Giusto, sbagliato... a noi la scelta.

ilcippo  @  27/03/2011 00:18:55
   10 / 10
Il voto che dò a questo film rispecchia la mia imparzialita sia sul tema sia sull'attore protagonista: il dott. Kervokian è un vero eroe del nostro tempo (anzi dovrei dire martire visto gli otto anni e mezzo di prigione che s'è fatto) ed è stato portato sul grande schermo dal mio attore preferito (il più grande di tutti i tempi per me)
CONSIGLIATISSIMO!!!

ste 10  @  26/03/2011 23:52:40
   8 / 10
Biografia che narra la storia in maniera corretta coinvolgendo emotivamente.
Fantastica interpretazione di Al Pacino

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/03/2011 19:47:46
   6½ / 10
Come richiesto da KANE sotto di me ecco arrivare Ned Flanders...a parte lo scherzo voglio prima valutare il film per quello che è,poiche ritengo di poter giudicare la qualita' o meno di un film a prescindere del mio Credo come ho fatto per altri film piu' scabrosi di questo...
Un film ben fatto che documenta in modo molto preciso l'attivita' di questo dottore che pratica l'eutanasia non per lavoro ma per dare un segno alla societa' in cui vive...nello stesso modo accurato viene rappresentato il procedimento processuale che lo mettera' contro la mentalita' retrograda del suo paese mentre in Europa (Olanda) tutto è legale...
Tra i vari protagonisti della storia viene caratterizzato bene solo il protagonista,per il resto sono lasciati troppo all'oscuro sia il collega che la sorella e perfino l'amica Sarandon...

Ora passo a fare il Ned della situazione...
Al Pacino ci viene fatto vedere come un uomo che non ha un amore e che probabilmente non ha mai conosciuto questo sentimento,e del resto i gesti che compie li fa con una naturalezza fuori dal comune!Non mi sorprende che un uomo senza amore sia anche un uomo senza Dio...
Il problema di questo Millennio sembra quello di dover necessariamente eliminare la sofferenza...ma quella dei sofferenti o la nostra?
Ora dico una cosa che ho provato sulla mia pelle e su quella di molti conoscenti...Avere un malato a casa,terminale o no,porta delle vere grazie a quelle famiglie!E' proprio in quei momenti che avvengono tantissime riconciliazioni familiari,che ci si puo' avvicinare degnamente alla Vita eterna ricredendosi della vita dissoluta passata!
Perche il malato che hai a casa non è altro che la prefigurazione del Cristo morente ed è un grande onore poterlo accudire fino all'ultimo respiro!
Invece pecchiamo di egoismo e cerchiamo di cancellare il problema non guardando cosa c'è oltre...
L'eutanasia ostacola la salvezza sia del malato che dei parenti...
Ned ha finito...

7 risposte al commento
Ultima risposta 01/04/2011 15.41.27
Visualizza / Rispondi al commento
KANE  @  26/03/2011 16:00:50
   9 / 10
bellissimo film con un grandioso al pacino. tema molto duro e difficile da affrontare che però in questo film viene preso di petto e sventolato, brandito davanti agli occhi dello spettatore. un film dichiaratamente schierato che comunque rimane abbastanza addentro alla cronaca del tempo. sicuramente non adatto ai ned flanders! ;)

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/03/2011 19.48.23
Visualizza / Rispondi al commento
marfsime  @  22/03/2011 23:39:58
   6 / 10
Un film che pone molti interrogativi su un argomento molto scomodo come quello dell'eutanasia e che aiuta anche a capire le motivazioni del "dottor morte" e cosa l'ha spinto a porre fine alle vite di oltre 130 malati. Tecnicamente il film è di buona fattura con un'ottima prova di Al Pacino..probabilmente è un po troppo lungo e si perde in qualche frangente in lungaggini evitabili e un po noiose. E' soprattutto per questo che non lo premio oltre la sufficienza vista l'eccessiva lentezza..nel complesso comunque è vedibile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/03/2011 23.26.54
Visualizza / Rispondi al commento
Xavier666  @  23/01/2011 22:01:16
   8 / 10
Immagino già i feroci dibattiti su questo film, fra chi sosterrà convinto un personaggio come Kevorkian (grandissimo, grandissimo e grazie di cuore ad Al Pacino per l'ennesima performance strepitosa) e fra chi sosterrà magari con maggior veemenza, violenza e rabbia che chi decide fino a quando si vive è un Dio fantomatico. (Ah si è capito come la penso sull'eutanasia...)
E' tremenda la voglia di scrivere una lunga filippica sulla tematica del film, ma non è questa la sede e si che lo faranno altri dopo di me.
Dico solo che il film è tremendo, un tremendo pugno nello stomaco, mi ha fatto riflettere pensare a questo personaggio e al significato dell'esistenza e a come un tema del genere sia sempre di attualità.
Due ore e passa, un film splendido e triste.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americana
 NEW
estraneo a bordofino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggovernance - il prezzo del poteregreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitaliio sono nessunojakob's wifejudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminari
 NEW
monster huntermurdershownomad: in cammino con bruce chatwin
 NEW
non mi ucciderenotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaythunder forcetua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswhy did you kill me?wonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016754 commenti su 45363 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net