vanishing on 7th street regia di Brad Anderson USA 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

vanishing on 7th street (2010)

 Trailer Trailer VANISHING ON 7TH STREET

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film VANISHING ON 7TH STREET

Titolo Originale: VANISHING ON 7TH STREET

RegiaBrad Anderson

InterpretiHayden Christensen, Thandie Newton, John Leguizamo, Taylor Groothuis, Jacob Latimore, P.J. Edwards, Courtney Benjamin, Arthur Cartwright, Jordan Trovillion, Christina Benjamin, Shawntay Dalon, Kyle Clarington, Pamela Croydon

Durata: h 1.30
NazionalitàUSA 2010
Generehorror
Al cinema nel Luglio 2011

•  Altri film di Brad Anderson

•  Link al sito di VANISHING ON 7TH STREET

Trama del film Vanishing on 7th street

Quando a causa di un grave guasto elettrico l'intera città di Detroit è vittima di un black out che la lascia al buio, un gruppo di sconosciuti si ritrova da solo. Nel vero senso del termine, visto che con il black out tutto il resto della popolazione della città sembra essersi volatilizzato. Riuniti all'interno di un ristorante, questi unici sopravvissuti capiscono presto che il buio vuole inghiottire anche loro, e che solo le flebili e deperibili fonti di luce che hanno a disposizione li possono salvare.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,29 / 10 (66 voti)4,29Grafico
Voto Recensore:   4,00 / 10  4,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Vanishing on 7th street, 66 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

biagio82  @  26/04/2020 00:36:07
   5 / 10
beh, l'idea c'è e anche alcuna situazioni sono indubbiamente degne di nota, come tutte le scene di come le ombre cerchino di attirare le vittime, ma dopo un discreto inizio si capisce dove si vuole andare a parare ed il fatto che il film avrà un finale aperto, la prevedibilità è il difetto maggiore che rovina molto questo film.
da vedere tenendo le basse le aspettative e in mancanza di altro, ma anche così si dimentica subito, peccato.

ferzbox  @  04/07/2015 13:13:01
   4½ / 10
Il film di Brad Anderson prende spunto da una storia vera avvenuta nel 1589 nell'isola di Roanoke,dove un gruppo di coloni residenti sull'isola sparì improvvisamente senza lasciare minima traccia se non un unica parola incisa su un grosso tronco d'albero:CROATOAN...
C'è chi ipotizza che dietro alla sparizione dei coloni c'era la vicina isola(per l'appunto) di Croatoan e che le popolazioni indigene di quei luoghi abbiano compiuto un massacro; altri sostengono che la causa di tale fenomeno era da attribuirsi ad un forte uragano; altri ancora che i coloni si siano mischiati alle tribù del luogo....sta di fatto che fino ad oggi nessuno scoprì mai quale fu la vera causa di tale sparizione.....

"Vanishing on 7th street" si basa su questa storia vera fantasticando oltre ogni modo; durante un Blackout la stramaggioranza delle persone che vivevano nella città di Detroit spariscono improvvisamente lasciando solo i loro indumenti spogli a terra.
I protagonisti sono solo alcuni "fortunati" che riescono a non rimanere vittime di questo fenomeno,mostrando allo spettatore uno scenario apocalittico alla "28 giorni dopo" ma molto più insipido e noioso; al posto degli infetti ci sono solo delle specie di anime oscure che si insidiano tra le ombre temendo la luce(un pochino mi ricordava anche il videogioco "Alan Wake).....
Il problema è che i personaggi principali sono privi di qualsiasi carisma,le fantomatiche ombre poco convincenti e i dialoghi assai scontati; non ci sono grosse evoluzioni nella sceneggiatura e dopo un pò la pellicola diventa pure abbastanza ripetitiva....
Di film simili se ne sono visti tantissimi,quindi la variante delle "ombre" non è stata sufficente(almeno per me) a tamponare tutti i difetti che ho elencato....
Ergo: l'ho trovato un film davvero inutile,quando invece su tale tematica(intendo quella dell'isola di Roanoke,menzionata anche da uno dei personaggi) si poteva creare qualcosa di decisamente più accattivante.
Un occasione buttata nel Water.....

Alex22g  @  08/06/2014 12:35:17
   7½ / 10
Non è affatto cosi'malvagio come credevo. L'idea è molto bella e realizzata discretamente. Il cast e l 'atmosfera sono molto buoni ma sicuramente con una produzione del genere si poteva ottenere di meglio. Detto questo il film mi ha trattenuto ed inquietato abbastanza e non chiedevo altro a questa visione. I diversi interrogativi lasciati per aria secondo me non sono un difetto in quanto neanche i protagonisti sanno niente e fa vivere la storia dal loro punto di vista con maggior coinvolgimento secondo me .

Jolly Roger  @  30/01/2014 22:51:18
   2 / 10
Non riesco a credere che il registra di Vanishing on 7th Street sia lo stesso di L'Uomo senza Sonno e di Session n. 9...
Anche qui, all'apparenza, tutto sembra funzionare, i tempi, le inquadrature, la fotografia… ma è la storia che proprio non va!
È completamente senza senso, è assurda!
Per farla breve: quando tutt'attorno ad una persona si spengono le luci e si fa buio…questa persona sparisce! Scompare proprio, rapita dal buio…e per terra rimangono le sue scarpe e un mucchietto dei suoi vestiti :-))))))
Un attimo prima c'è una persona. E un attimo dopo ---PUFF---- non c'è più. Ma dai!
E poi ci dev'essere una spiegazione. C'è senz'altro, razionale o anche solo ragionevole, ma ci dev'essere. Vero??

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
E allora io vorrei davvero aver qui davanti Brad Anderson e dirgli: Brad, io non ho capito il tuo film: come fanno le persone a scomparire?
Ma temo che lui stesso mi risponderebbe sconsolato "BOH...Non l'ho capito neanch'io!"
Ok, ma quindi perché tutto diventa buio? "Beh, perché si spengono tutte le luci"
Sì, ma perché?!
"Perché sì."
E poi cosa significa Croatoan?
"Non lo so. È slavo?"
E chi, o cosa, sono quelle ombre nascoste nel buio?
"Non le ho visto bene. Era buio..."

No, Brad, no. Non ci siamo proprio.
Sei un registra che ha fatto grandi cose…ma se giri una roba del genere, su gente che sparisce senza motivo, l'unico che rischia di sparire, qui sei tu. E con più di un motivo.
Vanishing era già in partenza un progetto eccessivamente ambizioso e come si poteva facilmente intuire si è rivelato ingestibile. Non è un semplice survival horror, ma

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'sperimento ambizioso è fallito, purtroppo.
Sono convinto che Brad Anderson tornerà con qualche altro bellissimo film horror.
Sono convinto che questo sia stato solo un passo falso, cui porrà rimedio. Ora però spengo la luce e me ne vado a dor
------

sciroppo  @  21/01/2014 23:41:32
   4½ / 10
Il film dovrebbe parlare di ombre ma queste rimangono troppo in ombra.
Troppe incoerenze in ciò che accade, nella logica di quel che succede e nel comportamento dei personaggi. Come il fatto di non dimostrare con maggior evidenza lo stupore e la paura per quello che sta avvenendo.

steven23  @  22/10/2013 20:33:45
   5½ / 10
Paradossalmente il mio voto è quasi una punizione dato l'ottimo materiale di cui disponeva Anderson prima di iniziare. Adoro trame come questa e speravo davvero in un gran film. La delusione è stata parecchia.
Si assiste a un ottimo inizio, la tensione è palpabile e vengono introdotti sapientemente i personaggi. Purtroppo tutto ciò dura poco più di venti minuti, il tempo di capire che, forse, l'intera produzione non sapeva bene dove andare a parare e ha proseguito nella vicenda per forza d'inerzia. Anche il cast non mi è sembrato sufficiente, un vero peccato visto che sviluppi simili necessitano di attori capaci oltre che atmosfera e tensione.

sossio92  @  09/08/2013 01:09:53
   5 / 10
Parte bene , ma poi mi annoia da matti , vuoto di contenuti , non lascia nulla alla fine ...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  01/07/2013 12:48:49
   6 / 10
Il buio inghiotte, letteralmente, gli abitanti di Detroit e solo pochi sopravvissuti proveranno a sfidare l'interminabile notte con la poca luce rimasta.
Incipt non originale ma sviluppato bene, almeno inizialmente, dove troviamo il classico "l'ultimo uomo sulla terra" in cerca di fuga.
Con l'arrivo di altri personaggi e altre storie la sceneggiatura si perde un po' e non riesce mai ad essere efficace.
Alla fine sembra proprio non sapere dove andare a parare, e il finale lo dimostra.
Peccato, da Brad Anderson mi aspettavo qualcosa di piu'.

topsecret  @  22/06/2013 14:22:02
   5 / 10
Concordo con l'utente prima di me.
Un film che poteva sfruttare decisamente meglio un'idea che sembrava originale ed accattivante e che invece si perde in situazioni poco approfondite che non producono un grande interesse in chi guarda, lasciando parecchi punti di domanda e un finale sospeso che non soddisfa.
Peccato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  22/06/2013 11:47:21
   5½ / 10
Ci sono delle evidenti incongruenze e parti senza senso.
Sviluppato meglio poteva essere un buon film, manca di una spiegazione logica necessaria che sembra arrivare ma che si fa attendere fino ad un finale che lascia perplessi. Ha il merito però di incuriosire.
Piu che mediocre. 5 1/2

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nudols85  @  21/06/2013 23:54:22
   5 / 10
L'idea non è male (presa da un racconto di Lovecraft) ovviamente non originle che nella prima parte sembra quasi avere le potenzialità di essere una grande pellicola poi con il passare dei minuti si infittiscono i perché e i buchi per scendere miseramente di intensità per finire in un finale becero e stupido. Meglio se fosse finito 20minuti prima.

adrmb  @  21/06/2013 22:58:09
   3½ / 10
Film dal buon potenziale ma totalmente sprecato nello svolgimento. Zero, ma proprio zero tensione, molto spesso noioso, e persino le scene "commoventi" sono senza mordente.

Peccato.

John Nada  @  16/03/2013 20:26:34
   4½ / 10
Siamo sicuri che sia dello stesso regista di Session 9 e L' uomo senza sonno?

Sapevo che non era ben giudicato come film, ma l'idea di partenza mi ha spinto a dargli una possibilità e in effetti l'inizio non è poi malaccio: crea attesa, è abbastanza originale, incuriosisce.

Poi però, passati i primi minuti il film si impantana letteralmente, non ne azzecca più una, la recitazione è pessima, gli effetti speciali di serie z e la sceneggiatura va a farsi benedire (dialoghi e scelte incoerenti)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Un film insomma che falisce su tutti i fronti: non fa paura (zero tensione, gli attori manco ci provano a fartela trasparire), non incuriosisce (non spiega nulla, poi alla fine ti piazza uno spiegone brutto e incoerente e che non spiega nulla), non fa riflettere (ha così tanti buchi di sceneggiatura, dialoghi così fuori contesto e scelte così ridicole che non si capisce dove voglia andare a parare e cosa voglia dirti)...

Non amo dare voti bassi ai film, anche a quelli oggettivamente imperfetti, ma questo il brutto voto se lo va a cercare perchè le premesse erano buone e getta tutto (ma proprio tutto) alle ortiche.

mark0  @  12/02/2013 18:32:33
   1 / 10
Aspetta… aspetta… aspetta… succederà qualcosa… aspetta… aspetta… aspetta… "fine"!

ragazzoinblues  @  12/02/2013 16:30:23
   10 / 10
Ovviamente non è un capolavoro, ma merita che gli si alzi la media... film più che sufficiente.

Lenina80  @  05/02/2013 22:01:19
   6 / 10
Di solito mi faccio un'idea del film ascoltando i commenti degli altri, questa volta no perchè l'hanno trasmesso pochi giorni fa in tv e l'ho scoperto all'ultimo...e meno male! Altrimenti non avrei nemmeno perso tempo. Rispetto al resto dei voti, non l'ho trovato insufficiente, diciamo che il 6 lo raggiunge appena. E' vero che ci sono un sacco di errori davvero grossi, ma non ci ho dato molto peso e nonostante tutte le note negative, non mi sono mai annoiata. Per lo meno volevo vedere come sarebbe finito e il finale "aperto" l'ho tovato intelligente, anche perchè non c'era molta scelta di come farlo finire arrivati a quel punto...

halb  @  03/02/2013 08:42:07
   2 / 10
Se l'inizio poteva promettere qualcosa di leggermente intrigante, lo sviluppo ha sfasciato tutto. C'è ben poco da giudicare visto che non accade nulla per tutta la durata. In film non ha nessun senso.
Il finale è totalmente sconclusionato, probabilmente avevano finito la pellicola.

gemellino86  @  03/02/2013 05:12:28
   2½ / 10
Per tutto il film si aspetta che accada qualcosa. E invece non succede un bel niente. Uno dei film più brutti e noiosi che abbia visto. Neanche gli attori mi sono piaciuti.

Manticora  @  02/02/2013 16:02:10
   5 / 10
Ringrazio me stesso di non essere andato a vederlo al cinema quando uscì, perchè non ne valeva la pena.... la storia aveva del potenziale, niente di che, un inspiegabile apocalisse, i sopravvissuti che si riuniscono in un luogo "sicuro" e la lotta per la sopravvivenza. Purtroppo Anderson sembra aver smarrito lo stile che lo contraddistingueva, e firma un opera prevedibile, in cui vecchie glorie decadute come Tandie Newton e Hayden Crhistensen(Anachin di star wars per intenderci)
assieme ad un Johnny Leguinzano che fà il "malato" per la maggior parte del tempo, cercano di mantenere insieme la storia, che però non decolla. Intanto le ombre sono troppo potenti e iesorabili, quindi per resistere dovrebbero organizzarsi mooolto meglio di così! Che senso ha stare a chiacchierare in un bar, quando tutti gli esseri umani della città sono scomparsi? Per non parlare del fatto che durante il giorno se tenevano il generatore acceso avrebbero visto l'alba... ma tantè!
Insomma il film ha l'unico vantaggio di durare veramente poco, ma con il finale insulso si rende ancora meno credibile

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il bambino sinceramente poi

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma per favore! Poi stà stupidaggine di dire io sono io! Come un mantra per proteggersi! Ridicolo!
Ormai Anderson come regista penso sia finito.... mi dispiace ma è così.

Il Fauno  @  02/02/2013 08:05:31
   2 / 10
…uuuh che emozione….

Un film """horror""" davvero inutile, vuoto, apatico, sconclusionato e insensato. In partica non succede nulla per tutta la durata… è possibile riassumerlo in un minuto!
Non parliamo poi del finale, se così si può chiamare… 1 ora e 30 e poi? Quindi? Perciò? Allora?
Quello non è un finale!!!!!!! Non ha nessun senso………..
Non si può fare un film simile… dai………….

biosman2010  @  01/02/2013 22:57:39
   3½ / 10
si aspetta, si aspetta... magari qualcosa di interessante alla fine esce fuori...... nulla da fare!!!

krueger419  @  01/02/2013 18:46:36
   3 / 10
un' ora e mezza buttata nel cesso!

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  09/01/2013 09:46:57
   4 / 10
Lo spunto di partenza, già usato in altri film pessimi, sembrava inizialmente sviluppato in maniera finalmente interessante. Dopo pochi minuti, però, si intuisce che mancano completamente le idee. Peccato perchè una certa dose di tensione è anche presente, ma gli attori stessi sembrano spaesati di fronte a una sceneggiatura completamente priva di contenuti.

Io mi sto ancora chiedendo cosa ci facesse John Leguizamo in questo film.

goodwolf  @  08/09/2012 00:04:31
   3½ / 10
Mamma mia che brutto questo film. All'inizio sembra uno dei corti di maccio capatonda, poi si sviluppa (si?) in maniera discutibile con dei personaggi al limite del sopportabile. Film senza idee, privo di mordende e sconclusionato. Ma a questo gliel'ha ordinato il medico di fare un film?

C.Spaulding  @  06/09/2012 22:46:46
   6 / 10
Filmetto sufficiente ma niente di che. Parte bene con una buona dose di mistero ma verso metà annoia un pochino e il finale non mi è piaciuto. Non è orrendo ma ho visto di meglio.

mikeP92  @  16/07/2012 18:38:11
   6½ / 10
Non capisco il perchè di così tanta cattiveria verso questo film... Che pretendevate? Io prima di vederlo ho annullato tutte le mie aspettative, e, finita la visione, sono rimasto soddisfatto, molto meglio di certe porcherie horror spacciate per grandi film (come quelle schifezze di 30 giorni di buio e The blair witch project). E' un film davvero inquietante e teso, metafisico, in cui tu riesci a vivere nei quattro protagonisti l'ansia e la paura di sparire, non ci sono scene in cui il ritmo cede, ed é anche ottimamente fotografato e musicato. Inoltre il riferimento al mistero della colonia di Roanoke rende tutto più reale e mostruoso, lontano da film scempiaggini spacciati per "storie vere"! Unica pecca, se vogliamo, é il finale, quello davvero é poco chiaro e confuso!
Però chissà che vi aspettavate BAH!

2 risposte al commento
Ultima risposta 09/08/2012 11.10.02
Visualizza / Rispondi al commento
Bobby Peru  @  14/02/2012 22:30:15
   4 / 10
A volte rimango senza parole.. ma finito di girarli sti film non li guardano? Io mi vergognerei a mandarli in produzione. Che senso ha? Il finale si capiva che.. che ci aspettavate? Il punto e nel nezzo del film... il nulla la ripetizione totale non ha un perche non ha niente.. parte da un idea ma non si aviluppa e resta ferma dopo dieci minuti e gia noia. Boh poteva esser girato meglio ma non ci sono neanke e basi a ste codizioni. Boh ho scritto piu parole di.quello che ai e visto

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  11/02/2012 18:16:43
   3 / 10
Horror da quattro soldi che dopo un inizio abbastanza convincente si perde quasi subito e va in continuo peggioramento fino all'inutile finale.

edo1966  @  22/12/2011 20:06:59
   3 / 10
L'idea su cui si sviluppa il film era ottima , peccato si perda in una trama banale e in un finale stupido . voto per il piu insopportabile attore macchina della storia del cimema , il gruppo elettrogeno.

Beefheart  @  05/12/2011 11:20:09
   4 / 10
Come spesso accade, dopo un inizio promettente e suggestivo, si sviluppa un filmetto senza capo ne coda che tenta di rinverdire la mitica paura del buio ma che riesce soltanto ad annoiare per ripetitività, assuridtà e banalità. Dozzinale nella sceneggiatura e nella recitazione, forzato in più di un passaggio e finale scemo ed insoluto come tutto il resto del film. Pessimo.

elnino  @  01/12/2011 20:35:46
   4 / 10
contorto e dal finale discutibile. evitabilissimo

Invia una mail all'autore del commento camifilm  @  27/11/2011 13:19:56
   6 / 10
Difficile creare un film mono-tema e mono-location che intrattenga lo spettatore.
Qui si racconta del BUIO che cattura le persone, un BUIO che ha già fatto vittime in passato periodo ed in altro luogo, ora è arrivato in città. Le persone spariscono se sono al buio, lasciando in terra i propri vestiti. I pochi superstiti trovano riparo in un BAR ancora illuminato da un generatore... e da qui in poi la sceneggiatura risulta mediocre.

Voto alto va all'idea ed all'intro del film. Poi si abbassa.
Intrattiene, senza grosse pretese, in alcuni momenti crea stati di ansia (soprattutto all'inizio) per il resto sembra il solito film d'azione con ambientazione horror... thriller, mescolate.

Il finale:
come qualcuno ha già scritto (quindi non svelo nulla) potrebbe trattarsi di un riferimento bibblico ad Adamo ed Eva... ma non è dato sapere se il BUIO ha colpito solo la città o tutto il mondo e quindi che c'entra Adamo ed Eva?

Altra grave mancanza per la credibilità del film è che con il passare dei giorni, nessuno dei personaggi sembra patire fame e sete e ricerchi sostentamento a questo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/11/2011 13.22.27
Visualizza / Rispondi al commento
floyd80  @  27/10/2011 15:19:48
   7 / 10
Una pellicola che trasmette un inquietudine di fondo senza troppi fronzoli o effettacci 3D.
Avvolte basta una buona idea (anche se semplice) per realizzare un bel film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  08/10/2011 15:16:26
   3½ / 10
Dopo due mezzi passi falsi con "Lady in the Water" ed "E venne il giorno", Mr Night Shyamalan stavolta toppa proprio alla grande con "Vanis... Come? Non è di Shyamalan? E' di Anderson? Quello di Session 9 e L'Uomo senza sonno? Ohsantamaria...
Prima di ridarmi il compito in classe uno dei miei prof di matematica era solito dirmi: "qua non va mica tanto bene". Grazie a lui di certo non imparai la matematica ma la definizione di eufemismo sì. Il "qua non va mica tanto bene" infatti, accampagnava di solito un sonoro 3. Quindi è questo l'insegnamento che voglio seguire e dire ad Anderson: Brad, qua non va mica tanto bene.
Eppure la storia - che, ripeto, sembra proprio venire da Mr Night, anche se mio fratello mi dice essere un plagio nientepopodimeno che dei Simpson- non era affatto male. D'improvviso c'è un blackout. Tornata la luce tutte le persone sono scomparse, rimangono in terra soltanto i loro vestiti. Il classico gruppo di "sopravvissuti" si riunisce in un bar per resistere all'oscurità.
Il film è perfetta impersonificazione della materia che tratta, passano 5 minuti e scompare. Non lascia a terra vestiti ed effetti personali ma un dvd vergine.
Vanishing on 7th street è la classica pellicola in cui funziona quasi nulla. Se si avesse la voglia di stroncarlo o di ditruggerlo, bisognerebbe soltanto scegliere il fronte dove attaccare. Nord, Sud, occidentale ed orientale, le linee nemiche sono quasi dapertutto inesistenti .
Partiamo dalla recitazione (fronte Nord). Pessima. Christensen si conferma attore che riesce a raggiungere la sufficienza soltanto nei suoi picchi più alti. Leguizamo (trait d'union con E venne il giorno di Mr Night), forse vittima di un personaggio al limite della sopportabilità, affonda inesorabilmente con tutta la barca.
Fronte Sud, l'atmosfera. Dovrebbe essere un horror? Non fa paura nemmeno a un 6enne. Dovrebbe essere un thriller? C'è la stessa tensione che di solito provo nel cercar di aprire un uovo senza romperlo. E'vero, qualche location è buona ed i primi 5 minuti non sono affatto male ma è il solito discorso, un prologo possono azzeccarlo tutti, ma una casa con le sole fondamenta è rifugio per topi.
Fronte orientale, la regia. Nessuna trovata, nessuna capacità di compensare con l'abilità tecnica una sceneggiatura banale e contorta allo stesso tempo. Qualche buona inquadratura dall'alto, per il resto una quasi assoluta staticità che fa pendant con la storia che deve raccontare.
Fronte occidentale, la sceneggiatura. Potrei far la battutaccia e dire che su questo fronte non c'è niente di nuovo. Eppure Anderson tenta il colpaccio, altrochè se lo tenta. Prima di andar nel dettaglio rispetto al penoso tentativo di autorialità del tutto, è impossibile non evidenziare uno degli script più "fermi" e noiosi del cinema moderno. Una volta che i protagonisti si sono rinchiusi nel bar c'è un'ora di nulla, un'ora della stessa vicenda ripetuta una decina di volte. La luce sta per spegnersi, le ombre stanno per arrivare, torna la luce e si salvano. La luce sta per spegnersi, le ombre stanno per arrivare, torna la luce e si salvano. La luce sta per spegnersi, le ombre stanno per arrivare, torna la luce e si salvano. Un aspetto positivo in tutta questa vicenda c'è, i gioielli di famiglia diventano enormemente più grandi e quindi di maggior valore.
Tra l'altro il film -infarcito di una miriade di errori che stavolta non ho la voglia di raccontare, basti uno per tutti, Christensen che chiede al ragazzo di prendere il suo posto e tenere la macchina accesa mentre lui chiude il cofano. Non poteva chiedere direttamente al ragazzo di chiudere il cofano?????- dicevo, tra l'altro il film non ha una minima coerenza, il comportamento delle ombre cambia di scena in scena tanto che gli stessi personaggi, probabilmente fuor di copione, si chiedono più volte il perchè.
Ma Anderson alza il tiro. Se è vero che lo spettatore è effettivamente incuriosito dal capire cosa stia succedendo e chi siano quelle creature ( Alieni? Demoni? un'illusione? anime dei nostri cari? ) nel finale si arriva a un pastrocchio che non ho voglia di decifrare. Una specie di nuova Genesi, un Adamo ed Eva? Boh, in questo caso l'unica cosa sicura sarebbe soltanto una progenie meticcia. E quel "io esisto" reiterato cosa vuol dire? Secondo me è lo stesso Anderson a pronunciarlo. Si è reso conto di quello che ha combinato e cerca disperatamente di non essere dimenticato per questo.
Exscusatio non petita Brad, excusatio non petita.

-Uskebasi-  @  08/10/2011 14:50:57
   4 / 10
Ripetitivo e insensato.
Anderson stavolta ha toppato in pieno, e magari Shyamalan con lo stesso soggetto avrebbe sfornato un filmone.
Consiglio vivamente di visionare al posto di questo, un film simile che vede Homer al cinema. Si intitola: RIMASTI IN BASSO.
E' più bello, più breve, e più significativo.

laconico  @  07/10/2011 19:55:42
   4 / 10
Il voto è inevitabilmente basso ma la valutazione è disgiunta. Non si può dire, infatti, che il film non intrighi, l'inizio è curioso e inquietante... e l'inquietudine riesce anche a tenerla per buona parte della pellicola. Ma per il resto non sfugge a un'impietosa analisi sulla godibilità della trama, che sbanda spesso e si perde in cose prive di senso. Finale aperto e deludente.

ale..  @  04/10/2011 21:50:25
   1 / 10
davvero orribile e senza senso.

Marga80  @  03/10/2011 20:56:07
   4 / 10
L'inizio è intrigante e contornato da uno spesso alone di mistero ma più il film avanza, più non capisci dove vuole andare a parare perchè la l'alone diventa nebbia scura scura che si divela di colpo alla fine, quando pensi "tutto qua?".
Deludente.

outsider  @  26/09/2011 20:47:21
   6 / 10
Un film che lascia un pò a bocca asciutta.
Il retrogusto horror è praticamente troppo soffuso per spaventare, non ci si pensa nemmeno alla paura.
Atmosfere notturne a inquadratura di campo ristretto, noi esperti, cultori, vecchi lupi di mare dal palato fine storceremo il naso, et sic et simpliciter farà il giovine di bocca buona, amante di horror, che resterà deluso dopo la visione di questo film di Anderson.
Buon finale, forse, dolce quanto basta e finchè dura...punto interrogativo, il sole che tramonterà anzi tempo?
Un 6 appare adeguato, sentenza di Outsider.

IceKiller  @  24/09/2011 07:39:26
   4 / 10
Peccato, come film poteva essere veramente fatto molto meglio, anche perche i propositi di un buon o almeno sufficente horror c'erano tutti. Inizia veramente bene, incuriosisce, ma subito dopo diviene banale, ridicolo, per nulla convincente o piacevole come dall'inizio, per non parlare del finale veramente insulso, troppe cose restano senza una risposta, film evitabile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Marbleface  @  21/09/2011 00:52:46
   1 / 10
bello appena iniziato poi crolla tutto e diventa veramente brutto e sensa senso tanto da essere un film da disprezzare

werther  @  15/09/2011 18:24:43
   4½ / 10
Ecco come trovare una bella idea e sprecarla.Questo film poteva essere un decente horror e invece l'idea buona finisce per essere un film con poca suspance e poca pochissima storia.Insensato.

desertoceano  @  11/09/2011 23:16:43
   3 / 10
I primi minuti fanno sembrare il film molto interessante ma il resto del film si sviluppa senza senso e si conclude senza essere chiaro a nessuno. Ma con che coraggio si può realizzare un film del genere?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

dark_knigh  @  04/09/2011 23:59:28
   4 / 10
Film senza capo ne coda. Storia che si rifà ad un episodio della seria cult "Ai confini della Realtà" ma che finisce per scadere e confondere lo spettatore con una serie di scene insensate. Banale. Mediocre.

Xavier666  @  01/09/2011 19:04:35
   5 / 10
è come rimorchiare una donna bellissima, portarla a casa e poi scoprire che è l'essere più noioso al mondo e in più con i piedi puzzolenti. Il film si presenta alla grandissima ma alla fine è una grossa delusione.

Inn10  @  31/08/2011 22:32:50
   2 / 10
Allucinante e ridicolo...un film più insulso di questo è difficile trovarlo. Non so come qualcuno abbia potuto dare 6...mahh mistero.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

pardossi  @  22/08/2011 14:09:10
   6 / 10
Un sei lo merita non fosse altro per l'originalità e per la metafora che racchiude, certo potrebbe essere migliore come da voto dato, ci sono molte lacune e spiegazioni non date, poteva essere sviluppato diversamente e con un finale certamente più suggestivo e esaustivo ma visto i tempi di magra lo consiglio.

The Doozy  @  20/08/2011 01:24:06
   3½ / 10
Troppi buchi nella trama e finale troppo aperto, quasi inesistente. Leguizamo quello che si salva del gruppo, per il resto niente... Tranquillamente evitabile.

blaze  @  18/08/2011 13:28:58
   5 / 10
Molto belli il prologo iniziale di questo film, tanto da farmi pensare ad una splendida pellicola invece con il proseguo della visione il tutto tende a sgretolarsi diventando prevedibile fino ad un finale brutto ed anche sciocco che lascia l'amaro in bocca. Non mi ha entusiasmato il cast così come la scenografia che poteva essere strutturata meglio non boccio invece il regista Anderson, lontano da quell'Uomo senza sonno che mi aveva entusiasmato ma comunque apprezzabile. Peccato per questo film che si poteva sviluppare in maniera migliore.

phemt  @  08/08/2011 11:55:01
   6 / 10
Da quando vidi Homer guardare al cinema "Rimasti in basso" in una puntata dei Simpson ho sempre pensato che prima o poi un film del genere negli USA l'avrebbero girato...
Stranamente però invece di farne un blockbuster con evidenti accenni al protestantesimo e alla salvezza dell'anima si è optato per un film a basso budget affidato a Brad Anderson, tra i migliori registi emergenti del nuovo cinema americano, che viene da due ottime pellicole come Session 9 e L'Uomo senza Sonno, un paio di mediometraggi di buon livello nella serie Masters of Horror e un mezzo passo falso (Transsiberian)...

Si inizia bene, lo spunto di base è talmente buono che sembra di vedere una puntata di Ai Confini della Realtà, la regia di Anderson è virtuosa ed elegante senza per questo esagerare con trovate registiche fini a se stesse... Non c'è più il fido Gimenez alla fotografia ma l'uso delle luci e delle ombre è da regista di indubbio talento!
Come sempre poi i film di Anderson sono fondamentalmente film costruiti su un'atmosfera sospesa, sull'attesa di un qualcosa che arrivi a sbrogliare l'intreccio costruito... Ma qui di intreccio non si può parlare!

E' infatti la sceneggiatura e il modo in cui essa avanza a non far funzionare Vanishing on 7th Street come idea di base e regia avrebbero meritato... Le idee migliori sciorinate dallo sceneggiatore Jawkins sono un costante deja vu che richiama svariati film o racconti (senza stare a fare elenchi), l'azione è ridotta all'osso, i personaggi sono sfocati e decisamente mal caratterizzati tanto che diviene impossibile anche solo partecipare al loro dramma... L'idea è quella di lasciare tutto alla sensibilità dello spettatore: Cosa è successo? Perché è successo? Non si sa, Jawkins e Anderson buttano la pietra e nascondono la mano, è un reset, è già successo su isola nel 1587 (storia vera), no è il purgatorio, anzi l'inferno... Si rimane costantemente in bilico tra una soluzione di stampo prettamente fantasy e una religiosa malgrado il finale nella chiesa, le mele e i nuovi Adamo ed Eva interraziali cerchino di indirizzare lo spettatore verso la soluzione più ovvia e scontata!
L'idea del finale aperto che te lo scegli tu è sempre ottima e riabilita un po' una sceneggiatura condita da dialoghi di rara mediocrità ed evidenti ed assurdi errori (la scena dell'aereo è totalmente insensata e impossibile e se accorgerebbe anche un bambino, come siano arrivati a girarla è il vero mistero del film)...

Anche il cast non esalta: Christensen ce la mette tutta ma non convince più di tanto, Leguizamo è fuori parte ma ci mette tutto il mestiere del mondo e finisce per essere il meno peggio, il ragazzo fa il suo, la Newton anche ma il personaggio costantemente fuori dalle righe non l'aiuta!

Un'occasione sprecata, un film fondamentalmente da evitare ma Anderson è regista di talento (il flashback in rallenty con base soul è tanta roba, ma anche l'autocitazione a Session 9 mi è piaciuta per quanto complessivamente lontana dall'originale), sono un paio di film che canna ma non sparirà nelle tenebre come i personaggi del film... D'altronde non è mica uno Shyamalan a caso!
Di certo fosse stato un corto/medio metraggio il risultato sarebbe stato decisamente migliore... Anderson lo attendo alla prossima prova con magari una sceneggiatura decente in mano!
C'è di buono che ha capito che deve stare lontano dal mainstream, quindi mantengo inalterata la fiducia nelle sue qualità!

Fumoffu  @  08/08/2011 01:58:06
   3 / 10
Se vale questo film allora vale tutto.
Si può sceneggiare qualsiasi cosa, allora, dalle persone che piovono dal cielo ai gelati che non si sciolgono al sole alla gente che vola ma solo di notte..., tanto non serve dare un minimo di spunto allo spettatore, non dico parvenza di spiegazione, ma almeno non una storia buttata là da cui inevitabilmente non se ne può uscire ed infatti non se ne esce affatto, perché è così e basta, le persone spariscono al buio. Contenti?. Scritto da Anthony Jaswinski, accidenti, ci si deve essere impegnato parecchio: devo segnarmi questo nome così non guarderò mai più un film "scritto" da questo tizio, riesce a ridefinire il concetto stesso di clichè. Scritto in effetti è una parola grossa e merita quelle virgolette, perché oltre alla storia mancano personaggi e dialoghi, in un desolante tentativo di portare avanti un'idea per il tempo necessario a mandare loro verso la luce e spengergliela in faccia.
Ero partito convinto di una piacevole storia alla Stephen King, ma sfortunatamente di lui manca tutto (gli consiglio di leggersi "La tempesta del secolo", visto che cita Roanoke, appunto).
E quelle mani/ombre/volti digitali, brutte, annoianti solo a vederle, sussurranti come ormai certo cinema ci propina da decenni, già vecchie in partenza da risultare irritanti.
Complimenti...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Hayden Christensen che si chiama Luke è la ciliegina sulla torta (andata a male).
Odiosa la parte finale, chiude indegnamente il film come merita.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

statididiso  @  08/08/2011 00:31:42
   2 / 10
cos'è, un atto di fede?!? un messaggio morale degno della pubblicità dei ringo, e sullo sfondo un collage di svariati film, a partire da Io sono leggenda, 28 giorni dopo, E venne il giorno, Al calar delle tenebre, Boogeyman....

Invia una mail all'autore del commento DARKWINGDUCK  @  05/08/2011 16:45:04
   3 / 10
.......Si sono dimenticati il secondo tempo....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  04/08/2011 09:42:42
   6 / 10
Regia malferma di un'idea illuminata che si alimenta dal buio e dal buio viene illuminata.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  01/08/2011 11:45:20
   4½ / 10
Non posso far altro che accodarmi agli altri commenti delusi. Dopo una partenza abbastanza interessante il film si perde nell'oblio in cui si sono persi tutti gli altri personaggi oltre ai quattro rinchiusi nel locale. Ci si sforza inutilmente di trovare un senso a questa sceneggiatura e gli attori non sono di grande aiuto: poco convincenti Hayden Christensen e Thandie Newton, meglio ma non abbastanza John Leguizamo.

pilone  @  31/07/2011 22:29:00
   5 / 10
Che delusione, l' idea di base era davvero carina, infatti i primi 10 minuti non sono stati malaccio... ma dopo un po' il film sprofonda nel delirio di un folle alcoolizzato.
Come detto nei commenti precedenti, il tutto si arena in uno sviluppo senza idee, con i personaggi che si comportano nel più demente dei modi e con dei dialoghi ai limiti dell' assurdo.
Per esempio



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/08/2011 22.41.49
Visualizza / Rispondi al commento
enter  @  31/07/2011 22:22:13
   3½ / 10
allora...e uno scopiazzamento orribile di altri film come "e venne il giorno" ombre alla "ghost" e scenari da "io sono legenda"... la base sembra interessante,ma lo svolgimento e la paura di annoiarsi si capisce dopo 5minuti che sara' un film tremendo...oltretutto non ci sono spiegazioni...uno dei piu brutti film dell'anno direi

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  27/05/2011 14:23:36
   4 / 10
Stento a credere che il regista sia lo stesso di "Session 9" e "L'uomo senza sonno".Un film girato malissimo e montato peggio in cui praticamente non succede nulla e la noia regna sovrana.Pensare che le premesse apparivano a dir poco ottime.
Un blackout e la gente si dissolve nel nulla,assorbita da un buio raziocinante popolato da ombre ben poco amichevoli.Quattro individui si ritrovano casualmente in un bar,l'unico posto ancora dotato di elettricità e quindi di luce,unica e ovvia arma contro le arrembanti ombre.
Il film da qui diventa insulso e sconclusionato,i continui sforzi per cogliere il senso di ciò che è successo si soffermano su ipotesi ridicole e disquisizioni a sfondo religioso di vergognosa consistenza.
Domandarsi ogni due minuti per quale motivo siano stati momentaneamente risparmiati serve solo ad allungare la brodaglia e ad accrescere l'attesa riguardo delucidazioni che,non fatevi illusioni,non arriveranno mai.Anche l'azione è narcotizzante,di fatto ruota attorno ad un pallosissimo tentativo di recuperare l'unica auto del circondario ancora in grado di funzionare non si sa bene grazie a quale stregoneria.
Non c'è tensione,i dialoghi sono di qualità infima e i sopravvissuti si comportano di continuo come perfetti idioti.Addirittura il cast è sbagliatissimo:Hayden Christensen è una pippa e lo si sapeva,idem Thandie Newton,quanto meno John Leguizamo ci prova ma il ruolo non è molto adatto per innalzarsi dal p(i)attume.
La sensazione è che la pellicola si trascini cercando di dilatare all'infinito gli spunti messi in campo nei primi minuti arenandosi inevitabilmente in una disarmante pochezza.
Come non bastasse "Vanishing on 7th street" sembra pescare a piene mani da "Libro maledetto" ,episodio della serie "Fear Itself" alla quale lo stesso Anderson prese parte con uno svogliato lavoretto.Magari non una prova schiacciante ma l'indubitale legame ridimensiona ulteriormente il lavoro del regista e di Anthony Jaswinski,professione sceneggiatore,uno che farebbe bene a cambiare subito mestiere.

4 risposte al commento
Ultima risposta 02/09/2011 14.42.17
Visualizza / Rispondi al commento
Noodles_  @  27/05/2011 10:30:11
   4 / 10
Tremendo.
Una volta tanto mi devo allineare senza riserve col tenore generale dei commenti che mi precedono. Un pessimo incrocio tra una (brutta) puntata di Lost e un (brutto) film di Shyamalan, ma il tutto ulteriormente peggiorato dal fatto che dopo un'ora e mezza di accadimenti e comportamenti assurdi, neanche il finale ci "illumina" (eheheh) sul senso di questa robaccia.
Forse una metafora dell'eterna lotta tra luce e tenebre? Non so, proprio non riesco a capire. Una schifezza e basta.
Brad questa non dovevi farmela.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  18/05/2011 10:33:40
   3½ / 10
La bruttezza di questo film non è esprimibile a parole. E' qualcosa che ti spinge a volerti strappare gli occhi e a versare acido nelle orbite pur di non vedere uno scempio simile. Ma brutto in un modo imbarazzante. Però brutto con velleità del tipo "io sono un autore, sembra che faccio film di genere, ma in realtà sono film con gli occhiali".
Come no. E infatti VO7S è davvero un pastrocchio senza nessun elemento positivo, tranne, forse i minuti iniziali.
Da Anderson non me lo aspettavo.

13 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2011 00.46.20
Visualizza / Rispondi al commento
deralte  @  23/03/2011 17:22:08
   5½ / 10
Di questo film prevale la mia sensazione che non sia stato sfruttato a pieno nel suo potenziale..
Lo spunto iniziale e di ispirazione, mi è piaciuto - l'accenno alla colonia inglese di Roanoke, di cui non ne conoscevo i fatti - come pure il dubbio sulla natura degli avvenimenti se caratterizzarli da un senso oppure no..
Comunque penso che l'elemento più debole sia una sceneggiatura da poco "sbattimento".


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/02/2011 23:14:44
   4 / 10
Non so davvero dove volesse andare a parare, però questo film è una brutta battuta d'arresto per un regista che ha nel suo curriculum L'uomo senza sonno e Session 9. Una sceneggiatura mediocrissima, illogica ai limiti dell'autolesionismo che spreca un incipit folgorante, ma dallo sviluppo privo di brillantezza. Non aiutano certo i personaggi ed in buona parte anche gli attori, ma soprattutto c'è pochissima tensione ed in un film che ha nel buio il fattore principale per poter creare suspence è da pena capitale.

Mik_94  @  15/02/2011 07:29:28
   6 / 10
Un discreto thriller , se così si può definire, che risulta essere molto interessante nella prima parte, dopo, purtroppo,si va pian piano perdendo fino a giungere ad un finale che, sinceramente, non ho capito proprio bene...
Avendolo visto in lingua originale ,però, posso dire che Thandie Newton , attrice che non mi è mai particolarmente piaciuta, risulta essere davvero mooolto brava in questa pellicola ,dato che la sua prova non è stata rovinata da un pessimo doppiaggio!
SE QUALCUNO, NEI COMMENTI SUCCESSIVI ,POTESSE SPIEGARMI (NASCONDENDOLO CON LO SPOILER) IL FINALE,GLIENE SAREI MOLTO GRATO !

axel90  @  10/02/2011 20:38:24
   4 / 10
Boh non l'ho proprio capito. Non so, si tratta di una pellicola esistenzialista-filosofica spalmato su un bel horror? Cioè esattamente cosa abbiamo qui: in una città americana (guarda caso sempre lì) una sorta di buio inghiotte le persone e paralizza la città lasciandola scollegata dalle altre metropoli. Buchi nella storia, questioni in sospeso, personaggi piatti, visioni distorte ma fredde e inutili. Non so, votare questa pellicola è difficile perché sembra tutto così allegorico e enigmatico, ma a me ha lasciato un sensazione di niente.

marfsime  @  08/02/2011 00:51:13
   4 / 10
Una grande delusione..film senza capo ne coda che parte da un bel concetto di base che vede le persone scomparire improvvisamente "divorate" dal buio ma che si sviluppa in maniera assurda e poco credibile. Alla fine ne esce un film con una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti e come al solito rimangono molti i quesiti insoluti alla fine della visione. Mi rendo conto che dare un significato ed una sceneggiatura forte a un film del genere sia difficile..però il risultato di questo è veramente modesto. Per quanto mi riguarda non lo consiglio.

Aztek  @  02/02/2011 12:51:15
   5 / 10
Considero Anderson un buon regista, ma qui sinceramente ha steccato.
Il film tutto sommato si lascia seguire, infatti la sceneggiatura anche non essendo originale, non annoia, il problema è che il film in alcuni suoi punti è irrazionale e irreale...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER..
Anche il finale lascia un pò a desiderare, è buttato un pò lì, poteva sicuramente essere fatto meglio.
Si può vedere senza avere molte pretese.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004800 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net