the signal (2008) regia di David Bruckner, Dan Bush, Jacob Gentry USA 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the signal (2008)

 Trailer Trailer THE SIGNAL (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE SIGNAL (2008)

Titolo Originale: THE SIGNAL

RegiaDavid Bruckner, Dan Bush, Jacob Gentry

InterpretiJustin Welborn, AJ Bowen, Anessa Ramsey, Scott Poythress, Cheri Christian, Sahr Nguajah

Durata: h 1.41
NazionalitàUSA 2008
Generehorror
Al cinema nell'Agosto 2008

•  Altri film di David Bruckner
•  Altri film di Dan Bush
•  Altri film di Jacob Gentry

Trama del film The signal (2008)

Il film racconta le vicende di Ben, un uomo che si troverà a combattere contro un inspiegabile fenomeno per salvare la donna che ama, ma per farlo dovrà prima capire di chi potrà veramente fidarsi: nella città di Terminus è diffuso, attraverso i mezzi di comunicazione di massa, un misterioso segnale in grado di trasformare in un folle omicida chiunque lo ascolti. Il misterioso virus si espande emesso sotto forma di un segnale acustico irradiato da tv, radio e telefoni, facendo impazzire i suoi abitanti, in un'escalation di violenza apparentemente inarrestabile.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,59 / 10 (29 voti)5,59Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The signal (2008), 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

alex94  @  29/02/2016 21:51:21
   6 / 10
Bizzarro lungometraggio horror,abbastanza sperimentale, diviso in ben tre parti che raccontano la solita storia da tre punti di vista differenti.......... il risultato finale è interessante ma solo in parte riuscito.
Diciamo che i principali difetti si possono trovare in un inizio che ricorda un po troppo "La città verrà distrutta all'alba" di George Romero.....si accenna una critica ai sistemi di comunicazione senza però approfondirla come dovuto......ed inoltre troviamo la solita analisi del rapporto di coppia in crisi,cosa sicuramente interessante ma ormai vista e rivista decine di volte.
Quello che più o meno funziona è la divisione del film in tre parti che nonostante non si leghino sempre perfettamente tra di loro risulta nel complesso efficace.
Non convince pienamente la regia,infatti nonostante dietro la macchina da presa si trovino ben tre registi diversi non assistiamo mai a nessun cambio di stile,risulta il tutto un po troppo anonimo e televisivo.
Nonostante quanto detto mi sento tutto sommato di regalare una sufficienza a questa pellicola che tenta di affrontare in modo diverso una tematica ormai trita e ritrita........da non disprezzare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  30/09/2014 16:47:58
   6 / 10
Un inizio inquietante e misterioso al punto giusto prometteva bene. Ma il film prevede tre segmenti diretti da tre registi diversi. Il secondo in questione distrugge quanto di buono si era fatto fino a quel momento. I toni grotteschi stridono all'interno di un film che comincia e finisce da horror.
Peccato...

@lcor70  @  27/08/2014 20:43:58
   1½ / 10
Per me è banale

BlueBlaster  @  27/02/2014 17:27:23
   5 / 10
Non si capiscono bene le intenzioni dei registi, forse è proprio perchè il film scaturisce da più menti e più mani che regna una certa confusione (anzi molta)...
In bilico tra dramma psicologico, fantascienza e commedia-splatter...l'originalità è pari a zero visto che pescano concettualmente da cult come "Videodrome", "Essi vivono" e pure un pizzico di "Il demone sotto la pelle" (per via anche delle location condominiali) ma anche da "Shaun of the dead" per quanto riguarda questo "viaggio di sopravvivenza" pieno di macabra comicità e splatter demenziale.
La fusione dei vari generi e dei vari concetti non è riuscita a mio parere!
Se prese singolarmente le varie parti sono valide...la critica verso la televisione che "brucia il cervello", la deriva del genere umano verso la violenza, l' alienazione psicologica e sociale, la diffidenza verso il prossimo (metafora della piaga dell'AIDS) anche se è un amico o un partner.

Molto violento e con splatter di buona fattura...simpatico per certi versi e profetico per altri ma non riesce a prendere una propria strada risultando così un prodotto grottesco e sopratutto sperimentale.
Regna davvero la confusione nella mente dei personaggi e regnava la confusione anche nella mia mente di spettatore martellato da dialoghi deliranti e un melodramma di fondo.
Sinceramente direi che si può benissimo vivere senza aver guardato questo film dai buoni propositi ma dal mediocre risultato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  27/02/2014 00:35:14
   6 / 10
Il modello romeriano (La città verrà distrutta all'alba) e carpenteriano (Il seme della follia) sono alla base di questa storia che i tre registi hanno diviso in tre parti da dirigere singolarmente. La resa narrativa è omogenenea e gli incastri si collegano bene, ma il segmento centrale improntato su un tono grottesco è come un'isola a parte rispetto agli altri due strutturati su basi più classiche. Un'esperimento interessante, magari non proprio riuscito ma sufficientemente paranoico da coinvolgere. Una paranoia che sconfina nella follia omicida non generata dall'emissione del segnale, semmai il segnale stesso esaspera e toglie freni inibitori ad un contesto collettivo già preesistente.

krueger419  @  05/01/2014 11:13:55
   10 / 10
Filmone semisconosciuto con degli ottimi attori e tre bravi registi.
Davvero interessante la trama e la critica solciale di fondo è molto incisiva.
È folle, ma fa riflettere sul grande effetto che le onde psicotroniche esercitano sulla nostra mente.
Per me un CULT.

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  15/06/2011 15:28:06
   6 / 10
Interessante ma sviluppato così così...forse i 3 registi avevano intenzioni completamente diverse tra loro.

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  17/01/2011 16:38:03
   1 / 10
secondo me questo film e veramente pessimo

paolo80  @  26/10/2010 19:42:48
   7 / 10
Opera suddivisa in tre parti, che si incastrano molto bene fra di loro.
La visione non annoia, e garantisce un buon intrattenimento. La storia non presenta motivi di originalità particolari, ma riesce ad essere lo stesso interessante da seguire. Qualche momento un po' noioso è comunque presente, ma ciò non influisce più di tanto sul valore del prodotto.
I personaggi sono caratterizzati molto bene, ed i dialoghi sono curati, soprattutto quelli della seconda parte.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  18/06/2010 18:22:37
   5½ / 10
Un horror-black comedy non troppo originale nell'idea ma sicuramenti nello svolgimento. Il film si lascia seguire anche se a tratti, nonostante il sangue non manchi, annoia.
Molti i riferimenti a grandi film precedenti ,tra i vari, uno dei più clamorosi, è a "Essi vivono", ma qui siamo su un altro piano.
Non è riuscito a coinvolgermi, forse per gli attori non eccessivamente carismatici o appunto per lungaggini e alcune parti caotiche.

despise  @  05/02/2010 08:16:48
   5½ / 10
Anch'io l'ho visto e devo dire che mi aveva abbastanza soddisfatto
fino a 3/4 del film, ma ho molte perplessità riguardo al finale....
la trama percorre un sentiero, ma poi dopo 5' sembra smentirsi, e questo succede almeno 5-6 volte, e poi probabilmente non c'è un finale vero e proprio!
Un esperimento carino, non proprio riuscito però!

topsecret  @  12/08/2009 11:03:59
   5 / 10
Per quanto mi riguarda giudico questo horror sì originale, ma molto poco coinvolgente. L'idea cerca di discostarsi dal classico clichè del virus che infetta tutti, ma lo fa in maniera poco convincente. E la matrice marcatamente demenziale in questo senso non aiuta.
Gli attori mi sono sembrati abbastanza capaci, ma la storia e il suo evolversi non mi hanno motivato nel dare un voto positivo.

camifilm  @  10/08/2009 12:10:48
   6 / 10
Buona idea. Si lascia vedere, con un senso di vertigine. Confusionario. E alla fine.... (vedi spoiler)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

videovicenza  @  27/06/2009 12:00:42
   8 / 10
e quindi....wow!!
bella ficata sto film....sentito avevo pareri discordanti...e come sempre i film bisogna vederseli....non sapevo dei 3 registi ma l'idea e' una genialata,ci vogliono idee nuove x questo genere...ben vengano!!!
ci sono momenti di vera tensione....momenti di pura iralita'....e momenti che non sai piu' se quello che vedi e' la realta' o no....il finale con lo scambio di ruoli e' tosto....
poi riguardandolo il film si incastra perfettamente...si collegano tutte le immagini messe giu' con un po' di caos voluto (alla pulp fiction)
gli interpreti sono giusti,sopratutto il fico di turno....
tante le scene da ricordare...dalla testa collegata con l'elettricita'....alle varie prospettive mentali delle persone nella casa....e molto altro ancora.
amanti dell'horror,dell'irreale,dello splatter,dell' humor nero e chi ne ha piu' ne metta....
noleggiatelo...ne vale proprio la pena!

Invia una mail all'autore del commento giovanni79  @  25/06/2009 00:48:17
   6 / 10
Quel che delude maggiormente in “The Signal” è che, malgrado l’alternarsi alla regia di tre persone che adottano anche “generi” comunicativi differenti, il cambio dietro la macchina da presa non si nota mai veramente a livello visivo e purtroppo, sotto questo aspetto, il film ci propina una resa piuttosto piatta, quasi da tv movie, probabilmente data anche dall’esiguo budget.
In definitiva, “The Signal” è un film che si lascia guardare volentieri, non stupisce troppo ma si può apprezzare per la voglia di voler sperimentare su una tematica trita e ritrita come quella che qui viene affrontata. Voto 6+

marfsime  @  20/06/2009 22:59:40
   4½ / 10
Non m'ha entusiasmato affatto..all'inizio il regista sembra propendere per la strada dell'horror puro..con omicidi e sangue che abbonda..nella parte centrale il film diventa ironico (pur rimanendo splatter)..la terza parte è quasi drammatica..insomma..non si capisce bene dove voglia andare a parare il regista..la parte migliore per me è la prima..poi l'interesse per la pellicola è andato via via scemando.

enter  @  01/05/2009 18:35:17
   5½ / 10
la prima mezz'ora promette bene...sangue dapertutto..pazzi scatenati che si ammazzano tra loro ee un pizzico d'ironia..come horror e splatter e ottimo compreso il buon finale...ma nel mezzo e un po noiosetto;riuscito a metà ma non da buttare

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  14/04/2009 19:53:25
   5 / 10
Unico film con un'unica storia, ma diviso in tre episodi e diretto da tre registi differenti.
Nel complesso l'insieme sarebbe anche accettabile. Però a non piacermi è il fatto che inizia come un vero Horror apocalittico, in cui in pochi minuti si scatena l'inferno e tutti impazziscono. Ci sono 2 personaggi, una ragazza carina e il suo amante, e a casa il marito grosso e scemo di lei.

Poi improvvisamente , in pochi istanti, l'horror finisce e inizia la commedia grottesca - alla "Shaun of the dead" per intenderci- dove l'azione si sposta quasi tutta all'interno di una casa con altri personaggi.
Infine c'è il capitolo finale, a metà strada, confuso e pasticciato.

Ovvi rimandi a vecchi classici tipo "essi vivono" , gli zombi , e la storia che sulla carta sarebbe simile a quella di "Videodrome".
Però è troppo discontinuo, e alla fine del tutto inutile. La fase horror dura troppo poco e la fase grottesca, a parte un paio di scene divertenti (tipo la rianimazione della testa e l'uccisione con il gonfiatore) è tutta roba già vista nel filone, come nel citato "Shaun of the dead" o comunque nei mille derivati del genere creato da Peter Jackson.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/04/2009 20.28.19
Visualizza / Rispondi al commento
Geoff  @  12/04/2009 12:51:29
   7 / 10
giungo lesto ad alzare la media di questa pellicola che mi ha davvero divertito.
Girato con pochi soldi ma con tanta passione. La storia è di certo qualcosa di già abustao, ma l'apocalittico mi prende sempre. L'inizio è davvero bello.
Assicuratevi di ascoltarlo con un impianto con dei buoni bassi e il segnale prenderà anche voi!!

Nota negativa: Nel dvd non ci sono i sottotitoli!!!!!!!!!!

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  27/03/2009 21:50:19
   4 / 10
All'inizio sembra pure interessante, ma lo sviluppo dell'intreccio narrativo è davvero ridicolo.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

popoviasproni  @  25/03/2009 20:48:40
   7 / 10
Da un soggetto ormai rodato, uno Comedy-Splatter fresca, ironica e divertente.

pincopalla75  @  23/03/2009 20:10:43
   3 / 10
film bruttissimo senza senso l'idea poteva essere originale ma.....

minù  @  19/03/2009 19:02:07
   7½ / 10
film a basso costo divertente e ben fatto .

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  12/03/2009 14:23:07
   6½ / 10
Strano film questo “Signal”,suddiviso in tre capitoli diretti da tre registi diversi.E’ un low budget che passa con fluidità dallo zombie movie alla black comedy,sino a sfociare nella fantapolitica seppur priva di precise denunce o prese di posizione.
La prima tranche sembra influenzata da lavori come “28 giorni dopo” o “Rec”,con la gente che impazzisce sviluppando un incontenibile istinto omicida a causa di un segnale proveniente da televisori e telefoni,inevitabile quindi in questo caso l’accostamento ad alcuni j-horror.A seguire l’azione si sposta in una villetta di periferia dove si utilizza un approccio più scanzonato,tipico della commedia horror,senza lesinare comunque su qualche effettaccio sanguinolento e un po’ di sana violenza.La parte finale è la meno soddisfacente,si tenta di chiudere alla grande ma che qualcosa sia un po’ troppo pasticciato e non torni è più che una semplice sensazione.Da gustare l'omaggio ad “Essi Vivono” ,sicuramente tra le maggior fonti d’ispirazione per gli autori e forse unico vero colpo di genio dell’ultimo atto.
Tutto sommato il film è da ritenersi interessante,non soltanto per il tentativo di produrre qualcosa di originale, ma anche per la capacità di incuriosire.Buona la struttura della trama,delineata attraverso più punti di vista e condita da sequenze fuorvianti,che sarebbero poi degli stati allucinatori ,e da alcuni flashback che chiarificano gli sviluppi che improvvisamente lo spettatore si trova dinnanzi .
Un lavoro ancora immaturo ma dotato di qualche buono spunto,più derivativo di quanto si immagini, a tratti quasi irritante nella ricerca dell’effetto, ma complessivamente da premiare(con moderazione) perché quanto meno non allineato con le solite produzioni.

4 risposte al commento
Ultima risposta 01/02/2010 09.59.06
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  23/11/2008 11:15:21
   4 / 10
Non mi ha preso in nessun punto questo film, da lì il 4.

Liberty Valance  @  15/09/2008 02:34:46
   3 / 10
A me questo film e' piaciuto veramente pochissimo.
Non ho capito veramente l'utilita' di dare in mano questo film a 3 registi diversi
Stride veramente troppo il passaggio da horror a commedia
Un "esperimento" cinematografico riuscito molto male.

blabla_89  @  05/09/2008 14:54:24
   5 / 10
definirlo horror mi sembra troppo!

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/09/2008 09.44.25
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento click  @  13/06/2008 04:16:44
   7½ / 10
Ho aspettato the signal per un bel pezzo perchè i film apocalittici mi intrigano un bel pò. Peccato che questo non lo sia affatto. Diviso in tre parti inizia in modo fulminante, in cui la gente impazzisce e aggredisce chiunque. Così, senza apparente motivo. Poi però, i registi abbandonano la strada dell'horror apocalittico per lanciarsi in quella di un horror comedy un pò vacuo che non convince del tutto.

Le scelte molto interessanti sono due: quella di sviluppare la trama secondo 3 punti di vista diversi, ma soprattutto mostrare allo spettatore le allucinazioni dei personaggi e così la trama è una smentita continua di ciò che vediamo.

Ma il film, che è pur sempre un bel film, sembra non andare mai a fondo negli sviluppi. La seconda parte, per quanto esilarante ed originale è troppo lunga e non racconta nulla che non si potesse comprendere in meno tempo. Questo relega gli altri due protagonisti ( che in questa parte non compariranno mai) al ruolo di comprimari, ed è un peccato perchè piuttosto che assistere alle peripezie di quei tre nell'appartamento sarebbe stato interessante assistere alla reciproca ricerca dei due amanti in un mondo impazzito.
Indubbiamente la scelta di ambientare buona parte del film all'interno di una stanza è dovuta a un budget basso e, sempre indubbiamente, rappresenta una variante ad altri film che affrontano il tema (ormai 28 giorni dopo ha fatto storia, e come dice Matteo, anche videodrome è preso come spunto).

Insomma, un film che poteva essere un capolavoro, è invece "solo" un ottimo ed originale film. E ringraziamo che per una volta un buon prodotto diverso dalla massa, arriva in Italia.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/06/2008 20.39.19
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  13/06/2008 00:12:36
   8 / 10
Città di Terminus. Uno strano virus si infiltra via cavo ed entra di casa in casa scatenando la ferocia omicida di tutti coloro hanno sostato davanti al segnale televisivo anche per un breve periodo. Inizia così la strage metropolitana

Detta così la trama potrebbe far ricordare The Ring o altri migliaia di filmacci teen horror che han popolato i nostri cinema.
Ma qui la situazione è ben diversa. Partendo da un'idea di base trita e ritrita David Bruckner, Dan Bush, Jacob Gentry (tre giovani registi alle prime armi nel mondo cinematografico ma con molta cultura horror alle spalle), tirano fuori un piccolissimo gioiellino.
I rimandi a Videodrome, ma anche agli zombi romeriani sono chiari come è anche chiara la passione con cui plasmano la loro opera.
Per chiarire la struttura dell'opera è da evidenziare che The Signal è suddiviso in tre momenti gestiti da ciuscuno dei tre registi. E il registro differente si sente ed è porbabilmente un limite del film: ossia notare la diversità tra i tre segmenti (ma è proprio un appunto di rilevanza esigue).
La prima parte è girata da David Bruckner che semina ed introduce, la seconda Jacob Gentry che sorprende e poi Dan Bush cerca di concludere il meglio possibile.
Senza dubbio la parte più bella e divertente è quella centrale (avete mai visto uccidere uno con la pompetta per gonfiare i palloncini infilata nella carotine con tanto di pompatina al fine di far uscire un pò di sangue? Spettacolo!!!).
Oltre ad essere girato bene, creando un'atmosfera quasi apocalittica, e con un montaggio buono, l'elemento che mi ha profondamente soddisfatto è stato non cadere nella cretinata. Infatti ci sono due scene in cui ti dici "Nooooo no dai era così bello fino adesso...", ma il film si rirpende subito, nei secondi successivi consentendo allo spettatore di tirare un sospiro di sollievo e riflettendo al principio che sta dietro alla pellicola: Ciò che vediamo no è sempre la verità. Sta a noi verificare. Un metodo scientifico portato avanti egreggiamente da questi tre piccoli eroi che sfornano un'ottima pellicola in un periodo di carestia,
SEmbra che il 4 luglio verrà distribuito nelle sale. Un anno e mezzo dalla sua uscita negli States. Bhè meglio di niente.
Non so però quanti apprezzeranno un lavoro ben diretto, recitato ma comunque indipendente

6 risposte al commento
Ultima risposta 13/06/2008 12.34.38
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#iosonoqui2 fantasmi di troppo3/198 rue de l'humanite'a chiaraa house on the bayoua white white day - segreti nella nebbiaagente speciale 117 al servizio della repubblica - allarme rosso in africa neraainbo: spirito dell'amazzoniaallons enfantsannetteantigoneantlers - spirito insaziabileariafermaarmy of thievesatlantidebentornato papa'bingo hellbrain freezebroadcast signal intrusioncarlachi e' senza peccato - the drycity hall (2020)claudio baglioni - in questa storia che e' la miaclimbing irancoming home in the darkcon tutto il cuoredaysdeandre'#deandre' - storia di un impiegatodemigoddivinazionidjango & django - sergio corbucci unchaineddovlatov - i libri invisibili
 T
dune (2021)e' stata la mano di dioencantoeternalsezio bosso. le cose che restanofino ad essere felicifrancefreaks outfrida kahlofutura (2021)ghostbusters: legacyhalloween killsi gigantii molti santi del new jerseyil bambino nascostoil materiale emotivoil migliore. marco pantaniil potere del caneillusions perduesi'm your maninsidious: the dark realmio e angelaio sono babbo nataleisolation (2021)jazz noirl’acqua, l’insegna la sete - storia di classela famiglia addams 2 (2021)
 NEW
la festa silenziosala legge del terremotola padrina - parigi ha una nuova reginala persona peggiore del mondola pittrice e il ladrola scelta di anne - l'evenementl'arminutales choses humainesl'incorreggible (2021)l'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmarilyn ha gli occhi nerimarina cicogna - la vita e tutto il restomy hero academia the movie: the two heroesmy sonnapoleone - nel nome dell'artenight teethno time to dienon cadra' piu' la nevenotti in bianco, baci a colazioneparanormal activity: next of kinper tutta la vitapetite mamanpolvere (2020)promisesquerido fidelred notice
 NEW
resident evil: welcome to racoon cityron - un amico fuori programmasalvatore - il calzolaio dei sognishepherd
 NEW
sotto le stelle di parigispace jam - new legends
 NEW
the curse of humpty dumptythe feastthe french dispatchthe ghosts of borley rectorythe harder they fallthe last duelthe manor (2021)the truffle huntersthegrandmothertime is upultima notte a sohoun anno con salinger
 NEW
un bambino chiamato natale
 NEW
una famiglia mostruosauna notte da dottoreupside down (2021)venom - la furia di carnagevita da carlo - stagione 1vivi - la filosofia del sorrisowarningyarayaya e lennie - the walking libertyzappazlatan

1023352 commenti su 46690 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

FERRYGLEE - STAGIONE 1GLEE - STAGIONE 2GLEE - STAGIONE 3GLEE - STAGIONE 4GLEE - STAGIONE 5GLEE - STAGIONE 6IL VISIONARIO MONDO DI LOUIS WAININ THE MIST (HIDDEN IN THE FOG)NON C'E' DUE SENZA…PIETRO IL FORTUNATOSHIVA BABYTHE LAND

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net