the devil's candy regia di Sean Byrne Usa 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the devil's candy (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE DEVIL'S CANDY

Titolo Originale: THE DEVIL'S CANDY

RegiaSean Byrne

InterpretiEthan Embry, Shiri Appleby, Kiara Glasco, Pruitt Taylor Vince, Craig Nigh, Marco Perella, Mylinda Royer, Deborah Abbott, Tony Amendola, Arthur Dale, Diane Dearsan, Jack Dullnig

Durata: h 1.30
NazionalitàUsa 2015
Generehorror
Al cinema nel Settembre 2017

•  Altri film di Sean Byrne

Trama del film The devil's candy

Un pittore innamorato della musica metal e la sua famiglia trovano la casa dei loro sogni nella campagna texana, a un prezzo incredibilmente basso. Mentre la pittura di Jesse diventa sempre piu` tenebrosa, si presenta alla porta, dopo molti anni di manicomio, il figlio del proprietario precedente, un gigante sbalestrato, che mostra gli stessi disturbi che nel frattempo stanno nascendo nel nostro protagonista.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,17 / 10 (26 voti)6,17Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The devil's candy, 26 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

AMERICANFREE  @  07/06/2019 10:27:18
   6½ / 10
Non male questo horror in salsa metal. Regia solida, ottimo cast e una buona trama. Merita la visione

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  20/05/2019 21:14:16
   6½ / 10
Sufficiente. Attori convincenti. Alcuni buchi di sceneggiatura.

Spotify  @  08/01/2019 05:09:58
   5½ / 10
Niente di che questo "The Devil's Candy", un thriller a sfondo horror condito anche dall'heavy metal. E' proprio quest'ultimo punto che mi aveva attirato a visionare questo film. Infatti, da buon metallaro quale sono, non volevo perdermi una pellicola che avesse come tema centrale la mia musica preferita a fare da contorno ad una trama che all'inizio può sembrare anche interessante.
Una famiglia composta da papà e figlia entrambi metallari e da una mamma che, pur non apprezzando questo stile di musica, lo accetta, si trasferisce in una casa situata in mezzo alle campagne. Il capofamiglia, Jesse, è un pittore di scarso successo ed è a lavoro su un nuovo dipinto.
Una sera, viene a bussare alla porta Ray, un omone con disturbi mentali e l'aria smarrita. Dopo una breve conversazione con Zooey, la figlia, Ray viene cacciato. Tuttavia, nella casa sembra aleggiare qualcosa di sinistro. Jesse in particolare se ne accorge quando scopre di aver dipinto non ciò che gli era stato richiesto ma bensì delle immagini terrificanti. In tutto ciò, Ray torna alla carica e comincerà a perseguitare la famiglia.
Dunque, la prima domanda che lo spettatore si pone a visione terminata è, quali fossero le intenzioni del regista. Perché non si capisce dove vuole andare a parare. Il film si mantiene sempre in bilico tra thriller e horror, senza che nessuno dei due generi prevalga sull'altro. Non si capisce se l'obiettivo fosse girare su di un'abitazione infestata o su un tizio che perseguita una famiglia. La musica metal è un elemento secondario, non cambia e non aggiunge nulla alla pellicola.
Insomma, le idee del director Sean Byrne appaiono confuse.
Alla fine quello che ne esce fuori è un film da intrattenimento, senza pretese.
La cosa che più di tutte stona, è la sceneggiatura. E' molto vaga, approssimativa, non spiega le cose approfonditamente. Ad esempio, è estremamente superficiale la connessione tra Jesse e le presenze che aleggiano nella casa, le quali, spingono Jesse a dipingere macabri dipinti.
L'impianto narrativo presenta ripetizioni. Ed è meglio non parlare di quante trovate siano scontate e banali. Il movente di Ray è davvero misero, non soddisfa per niente la curiosità dello spettatore.
I dialoghi forse non sono malaccio, ma non salvano lo sciagurato screenplay.
Altra cosa penalizzante è il finale. E' girato male con brutti effetti speciali e si sviluppa anche in maniera piuttosto inverosimile.
Per il resto, la pellicola non è malaccio. C'è una discreta caratterizzazione dei personaggi. Nulla di troppo elaborato ma i protagonisti intrigano quanto basta, soprattutto Ray, che ha un aspetto che incute quasi tenerezza, ma allo stesso tempo è inquietante.
Il ritmo è scorrevole, anche perché il film è davvero corto, 75 minuti risicati. Tuttavia, non è che per gran parte della visione ci siano sussulti particolari.
Qualche buona scena di suspense c'è e sono buone anche le sequenze dove si vede il sangue. Questo, è realizzato bene.
La fotografia non dispiace, ha tinte cupe, le quali donano alla pellicola un po' di atmosfera lugubre.
La location è affascinante, isolata, però poteva venir valorizzata meglio dal director.
Il cast fa il suo: Ethan Embry è autore di un'onesta recitazione. Si cala bene nella parte del papà metallaro.
Pruitt Taylor Vince è assolutamente convincente. A prima vista sembra un bamboccione, ma sa essere un mostro vero e proprio. L'attore riesce ad essere versatile ed anche imprevedibile. Riuscite le espressioni.


Conclusione: filmetto che non lascia quasi nulla. Alla fine lo si può anche guardare, non è terribile, però risulta essere troppo insipido. Peccato, ne poteva uscire fuori un prodotto di ben altra fattura.

Hankzilla  @  21/12/2018 10:32:58
   4 / 10
Delusione. Metal, Flying V e musiche dei SUNN o))) unici elementi salvabili e non indispensabili alla trama. Lento, privo di tensione e con un finale imbarazzante su cui è meglio stendere un velo pietoso...

Overfilm  @  16/11/2018 01:48:21
   6½ / 10
Visto un paio d'anni fa.
Il principale ricordo e' realativo alla colonna sonora che e' davvero "parte consistente" del film.
Certo non e' un cult (in generale), ma puo' diventarlo per gli amanti del rock.
Un buon montaggio nasconde un pochino qualche "magagna".

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  04/08/2018 16:44:18
   6½ / 10
Un horror interessante questo The Devil's Candy, l'accoppiata metal satanismo è stata sempre la base del cinema horror e non solo.
Il film è disturbante e non va di certo per il sottile, ci lascia molto spesso con il fiato sospeso e risulta molto inquietante.
La prima parte è certamente la migliore, lo studio psicologico dei personaggi è fatto molto bene, decolla quasi subito e riesce a destabilizzare lo spettatore con picchi di tensione molto alti.
La seconda parte perde molto, soprattutto il finale, velocizzato al massimo e lascia qualche punto di domanda, poteva durare un pò di più, ci avrebbe sicuramente guadagnato.
La vocina del demonio in testa a due dei protagonisti sembrava comica, l'aspetto più negativo del film è questo.
Attori in grande spolvero, soprattutto il killer, disturbante al massimo.
Insomma, horror discreto, poteva essere fatto qualcosina in più, ma con quello che gira negli ultimi anni nel panorama horror è più che sufficiente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  20/07/2018 18:08:39
   6½ / 10
Da una trama piuttosto convenzionale esce fuori un buon flm di genere capace di suscitare vero terrore. Sara' l'atmosfera creata dalla musica o dal canto infantile, sara' per la bravura del cast ma il film è piacevolmente angosciante.
E questa angoscia dura un po' anche dopo i titoli di coda.
Da non sottovalutare o timbrare come film sulle case infestate e basta...

horror83  @  25/05/2018 16:14:31
   7 / 10
non ero molto convinta di guardare questo film. Alla fine l'ho guardato e devo dire che mi è piaciuto. ovviamente non è un capolavoro ma ha una storia interessante anche se molto striminzita. preferisco altri titoli horror ma anche questo film secondo me merita una visione. le parti che mi sono piaciute di più sono

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Lo consiglio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

antoeboli  @  01/04/2018 22:48:28
   7½ / 10
Mi aspettavo una ciofeca , invece si è rivelato un film sulle possessioni demoniache , molto diverso dal solito filmetto attuale .
Tutto ciò mescolato con la musica metal , da un tocco di novità e freschezza al genere , e gli attori sono molto bravi , specialmente il matto pelato .
Consigliato ,visto che non è molto conosciuto !

Macs  @  24/02/2018 12:39:27
   5 / 10
Abbastanza confuso come film. Il tema centrale, della possessione demoniaca, non viene chiarito: non si capisce se la casa sia effettivamente un veicolo della possessione o meno, visto che esercita influenze molto diverse a seconda dei personaggi. Per me questa confusione non è "ambiguità", è proprio un difettone del film. In aggiunta, lo stesso protagonista Kurt Cobain, un attimo sembra pienamente posseduto (quando è in trance artistica), poi esce dallo studio e appena torna a casa è invece completamente in sé e si batte come Chuck Norris contro il Cattivone. Boh. Questo grave problema condiziona la fruizione del film, e la buona fotografia e colonna sonora, nonché le buone prove di tutti gli attori non bastano a redimere il tutto.

BlueBlaster  @  29/01/2018 14:31:54
   6½ / 10
Certamente non sarà un filmone innovativo o che metta paura ma di certo è realizzato con una certa cura e Sean Byrne non manca di estro visivo alla regia.
Una marcia in più è sicuramente data dalla colonna sonora metal (sempre che piaccia) che unita all'arte dark presente nel film lo rende un prodotto che vie di luce propria nonostante soggetto e sceneggiatura siano derivativi da molti thriller-horror.
C'è tensione, c'è atmosfera e ci sono delle buone prove attoriali...il panico della famiglia, specie della figlia, traspira sino allo spettatore e Pruitt Taylor Vince come villain fa la sua figura!
Vi è una certa crudeltà anche se alla fine visivamente non si mostra chissà quanta violenza...purtroppo la sceneggiatura è un poco superficiale o forse criptica per quanto riguarda certi argomenti (e penso alla società d'arte per cui lavora il protagonista) ed il finale banale oltre che caciarone per quanto concerne la sequenza dell'incendio.
Comunque in linea di massima si è lasciato vedere volentieri.

elnino  @  01/11/2017 11:42:36
   6 / 10
Film con buon potenziale, poteva essere sviluppato meglio a mio avviso, ma scorre senza problemi. Piacevole

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  01/10/2017 11:50:24
   6 / 10
Discreto horror che in definitiva non si discosta molto da altri prodotti del genere. Godibile.

Vax87  @  30/09/2017 10:41:58
   6½ / 10
Molto carino , l'ho apprezzato abbastanza, suoni e rumori di sottofondo durante i dialoghi che ti alienano , la possessione del killer di bambini( le caramelle del diavolo) è leggermente più originale dei soliti vomiti verdi e schiene inclinate, il metal di sottofondo è piacevole e l'impotenza del padre in alcuni punti è incalzante. Una ventata d'aria fresca dopo tutti i flop di questo periodo di film horror al cinema.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  14/09/2017 16:17:47
   7 / 10
Non ricordo nulla di The Loved Ones, ma questo Devil's Candy sicuramente si farà ricordare. Impressionanti le immagini malsane, il dipinto, il frastuono della chitarra elettrica, e un signor montaggio che amalgama tutto in un'atmosfera davvero maligna. Tutta la prima parte mette vera angoscia, arriva però al finale con l'impressione che manchi qualcosa. Forse una certa frettolosità nel concludere? Alcuni aspetti del killer e della presenza di Satana andavano approfonditi? Direi si sì.

lucasssss  @  13/09/2017 10:29:26
   6½ / 10
confusionario e disturbante, a tratti coinvolgente per poi perdersi in banalità, peccato, l'idea c'era, poteva essere un Signor film ma mi ha deluso

mi strappa cmq una piena sufficienza


lucasssss

Invia una mail all'autore del commento SPIZZDAVIDE  @  13/09/2017 01:16:55
   4½ / 10
Mi dispiace perchè degli spunti originali potevano esserci ma sono stati sviluppati male in una sceneggiatura leggera e confusionaria.
La seconda metà del film più dinamica della prima fin troppo lenta e noiosa.

Wilding  @  10/09/2017 11:51:02
   5½ / 10
Trovare un paio di bravi interpreti in un horror non è cosa comune, e pertanto un punto a favore è già segnato in questa pellicola che una briciola di originalità la dimostra pure; il resto della storia è quella che è e ci si annoia un bel pò per tre quarti di film, dove la musica assordante disturba pure. Ci si sveglia nell'ultimo quarto e non si pensa più che i soldi del biglietto siano stati buttati via.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  02/08/2017 09:43:28
   7 / 10
L'atteso ritorno di Sean Byrne (già regista del notevolissimo "The Loved Ones") si concretizza mediante sfumature di stampo satanico sospese tra home invasion e possessione, in cui però il diavolo è più una suggestione, materializzazione sottile preferita a eclatanti ostentazioni.
Esso agisce tramite Ray, corpulento disadattato (bravissimo Pruit Taylor Vince), mosso da voci che lo inducono a compiere atti aberranti. Non è tanto l'impianto narrativo a convincere, del resto molte cose sono piuttosto scontate (l'artista in difficoltà, il trasloco nella nuova casa, la pittura come segnale di disagio, ecc..) semmai è la caratterizzazione semplice ma efficace dei protagonisti a centrare il bersaglio. Finalmente una famiglia intelligente e simpatica cui lo spettatore può affezionarsi senza remore, unificata dalla trascinante colonna sonora rock/metal che in controtendenza alla diceria popolare non è assolutamente un alleluja pro Satana, ma veicolo attraverso il quale esorcizzarlo, trovando una splendida intesa familiare oppure zittendone le insistenti lusinghe.
Metallica, Machine Head, Sun O))) accompagnano Jesse e la sua famiglia in questo incubo domestico, segnato da regia e montaggio di livello superiore alla media. Qualche approfondimento in più non avrebbe guastato, alcune cose sembrano affrettate, resta però l'idea vincente di ribaltare il (ridicolo) comune pensiero riguardo le sonorità offerte, mentre la trama appassiona pur non risultando particolarmente originale.

topsecret  @  04/07/2017 14:38:34
   5 / 10
THE DEVIL'S CANDY può essere d'ispirazione per quelle challenge che infestano youtube, quelle del tipo: "Prova a non...". Qualche youtubers dell'ultima ora potrebbe usarlo per una sfida a "prova a non spappolarti le palle dalla noia".
Per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, sia il pazzo che il pittore potevano benissimo ascoltare musica folk, tanto non cambiava una ceppa, visto che l'elemento metal non c'entra una mazza con la storia. Il binomio musica metal-satana lasciamolo a chi compete (anche se la cosa sta scemando pure tra le band scandinave). Inoltre, la storia stenta a mostrarsi interessante e ansiogena quel minimo indispensabile per non ammosciarsi del tutto, lasciando agli ultimi minuti il compito di mostrare più sostanza e dinamicità...ma comunque nulla di particolare anche in quello.
A mio avviso, THE DEVIL'S CANDY rappresenta per Sam Byrne un deciso passo indietro rispetto al film d'esordio THE LOVED ONES, decisamente più corposo e meno frivolo.

alex94  @  04/06/2017 13:47:29
   6½ / 10
Non originale come il precedente The Loved One (opera prima del regista Sean Byrne) ma nel suo complesso abbastanza convincente.
Una storia piuttosto classica ben sviluppata,ritmo elevato ed un atmosfera abbastanza inquietante e malsana.
Ottimo anche il lavoro del cast,Pruit Taylor Vince è assolutamente perfetto nei panni del pazzoide che vuole tornare in possesso della sua casa,funziona bene anche il resto del cast.
Buona anche la colonna sonora che ovviamente riveste una certa importanza all'interno della pellicola (però basta con i Metallica,***** che palle).
Nulla di memorabile però una più che discreta pellicola horror diretta con mano esperta e abbastanza gradevole sotto ogni punto di vista,consigliata.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/05/2017 23:20:46
   7 / 10
Devil's candy non ha l'originalità e il contesto bizzarro di Loved ones, ma Sean Byrne è un regista che ci sa fare e lo dimostra anche con una pellicola dalla storia certamente più convenzionale, però gestendo bene gli elementi a disposizione e mescolare le carte con i generi horror, tanto che è difficile definire la storia stessa come un film sulle case maledette o sulla possessione demoniaca. Sicuramente è entrambe le cose e crea un contesto realmente disturbante in cui la figura del padre è al tempo stesso cristologica nelle sue fattezze fisiche ma in preda alle ossessioni di un pittore invasato, autore di un quadro sempre più inquietante e sinistro. Da rimarcare inoltre la buona prestazione di Pruitt Vance, caratterista con i fiocchi del cinema americano alle prese con un ruolo disturbato e infantile allo stesso tempo, nonchèl'ottimo uso del sonoro, caratterizzato da una litania di voci in sottofondo angosciosa, oltre da una colonna sonora che i fan del metal non potranno che apprezzare. Una conferma che fa ben sperare per pellicole future di Byrne.

jason13  @  11/05/2017 23:54:44
   7 / 10
Opinione assolutamente postiviva anche se dispiace non averlo potuto apprezzare ancor di piu' se il finale fosse stato veramente "cattivo" e non cosi' superficiale...

InvictuSteele  @  05/04/2017 23:12:07
   6½ / 10
Buon film horror, anche se l'aspetto thriller è molto importante, molto realismo a discapito della parte paranormale, non troppo invasiva. A mio avviso una bella idea, non troppo originale ma ben congegnata, costruita su un ritmo che non stanca mai e che punta dritta al sodo senza compiacersi troppo.

VincVega  @  27/03/2017 20:17:29
   6½ / 10
Ecco Sean Byrne alla seconda prova dopo il buonissimo "Loved Ones". "The Devil's Candy" riesce nell'intento di intrattenere ed inquietare, il film fa pienamente il suo dovere nella sua brevissima durata di 75 minuti. Non sono però d'accordo con le lodi spropositate che ho letto, alcune troppo esagerate, siamo sicuramente di fronte ad un buon prodotto, ma niente di innovativo e sconvolgente. Comunque Byrne dimostra anche alla seconda regia che ci sa fare dietro la macchina da presa, probabilmente ha bisogno di un budget più elevato, perchè le idee non mancano. Molto buone anche le interpretazioni degli attori principali, tutti promossi, in particolare il solito bravissimo Pruitt Taylor Vince.

Larry Filmaiolo  @  25/03/2017 10:01:53
   5 / 10
Alla seconda prova Byrne confeziona quello che tutti stanno già chiamando the metallica tshirt of slasherdevilhomeinvasion. Lo stile c'è e si impone ma le premesse vengono tutte quasi subito sfancoolate, la ferocia pressoché non esiste e The devils haribo non riesce ad essere epico quanto era The loved ones, nemmeno nel finale risultante paradossalmente patetico. Le maggiori note di merito vanno al buon Pruitt che suscita decisamente più simpatia rispetto al cojoncello protagonista. Peccato, ma vogliamo bene lo stesso a Sean e aspettiamo il terzo.
Ah, basta Co sti caxzo de Metallica.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004989 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net