talk radio regia di Oliver Stone USA 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

talk radio (1988)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film TALK RADIO

Titolo Originale: TALK RADIO

RegiaOliver Stone

InterpretiEric Bogosian, Ellen Greene, Leslie Hope, John C. McGinley, Alec Baldwin, John Pankow

Durata: h 1.50
NazionalitàUSA 1988
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 1988

•  Altri film di Oliver Stone

Trama del film Talk radio

Un noto conduttore di un programma radiofonico, Barry Champlain, lascia a tutti i suoi ascoltatori la possibilità di sfogarsi ai suoi microfoni. Questo però attira verso il suo programma anche molte persone squilibrate della zona...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,73 / 10 (41 voti)7,73Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Talk radio, 41 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  18/06/2019 16:33:38
   8 / 10
Un lavoro di Oliver Stone ingiustamente meno noto di altre sue pellicole; un ritratto impietoso dell'imbecillità dilagante ai tempi della cultura massmediatica, uno sguardo crudo sulla cosiddetta società dello spettacolo. A distanza di trent'anni, nonostante la radio sia stata scavalcato dal mondo dei social network e dallo streaming, il concetto di fondo conserva la sua validità, con le "voci nella notte" sostituite da tanti evanescenti leoni da tastiera. Grande film.

DarkRareMirko  @  13/06/2019 23:25:56
   9 / 10
Fenomenale film di Stone ancor oggi attualissimo ed ispirato a fatti veri; notevoli gli interpreti, anche se Baldwin ci mette solo la faccia.

Wincott (che presta la voce pure a più di un personaggio in radio) è una convincente fotocopia di Steven Tayler ma il film E' Bogosian, col suo personaggio cinico ed incredibilmente sfaccettato.

A suo modo fa riflettere sui concetti di intrattenimento ed audience, nonchè sulla creazione di miti.


Inquietante, cupo e bellissimo; Stone sempre un mito.

alex94  @  23/05/2019 11:14:37
   7½ / 10
Dramma diretto da Oliver Stone ispirato alla storia vera dello speaker radiofonico Alan Berg.
Girato praticamente tutto in interni,può contare sulla splendida interpretazione dell'esordiente Eric Bogosian e su una sceneggiatura ricca di dialoghi veloci,taglienti e assolutamente provocatori (nella miglior tradizione di Stone).
Un ottima pellicola,nonostante non sia la mia preferita di questo regista merita assolutamente una visione.

VincVega  @  08/06/2018 13:15:01
   8½ / 10
Rivedendo "Talk Radio", mi viene da pensare quanto era avanti questo film e quanto è cambiato poco il mondo. Sono passati 30 anni ed un film come questo che parlava direttamente alle masse non ha avuto il successo che meritava, essendo, assieme a "Salvador", sicuramente il film più sottovalutato di Oliver Stone. "Talk Radio" affronta temi che probabilmente in quel periodo non erano così alla ribalta. Ma il vero motore del film è il personaggio, e allo stesso tempo l'attore che lo interpreta, ovvero il misconosciuto Eric Bogosian. L'ambiguità di Barry è un po' quella di tutti noi. Siamo contro il sistema, ma alla fine ci sguazziamo dentro. Monologo finale da urlo, in cui Barry eplode contro la società, ma anche contro se stesso. Eric Bogosian nel ruolo della vita. Tra i migliori film di Stone, che per esempio al contrario di "Natural Born Killers", è compassato e fa il massimo con il minimo. La migliore scelta possibile.

"Ho sempre paura che il pubblico si alzi e se vada"

Filman  @  28/08/2017 14:41:21
   8½ / 10
Alla domanda su come fosse possibile ritrarre una fetta della popolazione e della loro coscienza sociale senza neppure mostrarla, Oliver Stone risponde con TALK RADIO, instaurando ancora un legame tra l'esperienza filmica e il ritratto sociale, progredendo il proprio cinema verso una forma di sperimentazione tecnica e prospettica, profilo di una regia esuberante, eclettica e così piena di risorse da rendere un unico spazio abbastanza arioso per l'intera durata della pellicola, addomesticando una sceneggiatura incentrata su monologhi e pesanti soggettive. Probabilmente l'unico grande difetto formale di questo mezzo capolavoro coincide con quel momento di stanca in cui sceneggiatura e regia smettono di lavorare a pieni polmoni nonostante un ritmo anaerobico già incalzato, e mentre il plot character-driven fallisce nell'unica lunga occasione di inspessire direttamente il protagonista, Stone decide di appiattire l'unica veduta sul mondo esterno a disposizione. Non sarà il primo film ad aver imboccato la strada della teatralità, ma rimangono lodevoli le ambizioni di riflessioni sull'apatia americana e sulla contagiosità della misantropia, non approfondite a pieno per lasciar spazio alla raffigurazione cinematografica di quello che è un influencer.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  20/06/2017 23:40:58
   10 / 10
Voci nella notte, dolorose e disperate. Sintomo di un vuoto morale non solo di Dallas ma di tutta l'America. Barry Champlain è perfettamente cosciente di questo. Nella sua imperfezione, sintesi del classico "eroe" dei film di Stone, cerca di provocare e scuotere il vuoto che lo circonda. Irride, insulta ma il vuoto rimane lì, implacabile nella sua deriva. E da questo vuoto il dj nè risucchiato, incapace di dare un contributo a tutte le contraddizioni che lo circondano e che lo caratterizzano. Le voci, da anime disperate diventano audience su cui il protagonista vomita la sua frustrazione, perchè in fondo, anche odiato, saranno sempre lì ad ascoltarlo. E' il film più disperato di Oliver Stone, bravissimo nel trasformare una trama dalle solide basi teatrali in un perfetto meccanismo cinematografico, andando fuori dagli spazi claustrofobici dello studio radiofonico. A quasto va aggiunto la performance mostruosa di Bogosian, capace di regalare un personaggio così contraddittorio come il suo pubblico, ma ancora con un briciolo di umanità. Il suo monologo disperato verso la fine del film è uno dei migliori che personalmente ho visto su grande schermo. Forse non sarà il miglior film di Stone oppure tra quelli più citati, ma sicuramente quello che preferisco.

4 risposte al commento
Ultima risposta 21/06/2017 16.03.57
Visualizza / Rispondi al commento
Dick  @  16/08/2014 18:24:04
   8 / 10
Ispirato alla figura del radiocronista Alan Berg, un film che riflette sul potere dei media e sulla figura del deejay in maniera secca e asciutta. Ambientato soprattutto nello studio radiofonico (e qui la regia di Stone è proprio al top) in notte e coadiuvato da una Dallas, se non erro, notturna proprio suggestiva. Grande Eric Bogosian.

DogDayAfternoon  @  02/11/2013 20:59:59
   6½ / 10
Film che mi ha un po' deluso. Il soggetto è interessante, ma a mio avviso la trama è fin troppo scarna e non viene fatto nulla per ravvivare un po' la scena: come dire c'è una buona idea alla base ma questa buona idea non è stata sviluppata fino in fondo. A me Bogosian non ha fatto impazzire, anzi direi che il suo personaggio l'ho trovato piuttosto irritante e i monologhi, tranne qualche eccezione, sono risultati il più delle volte poco incisivi, e non nascondo che la mia attenzione è calata più di una volta. Qualche scena notevole c'è, come l'arrivo del pacco in studio, ma genericamente parlando l'ho trovato un film abbastanza ripetitivo a cui manca qualcosa (un colpo di scena, un avvenimento particolare, un dialogo un po' più coinvolgente). Forse le cose migliori sono il look anni '80 e, come sempre, l'ottima regia di Stone.

mountain man  @  02/11/2013 18:54:51
   7 / 10
Molto interessante la messa in scena scarna e teatrale, basata sui dialoghi/monologhi di Barry. La sceneggiatura riesce molto bene a trasmettere il senso di psicosi collettiva dell'america di quegli anni. Belle le atmosfere anni 80 da radio serale/downtown americana (Dallas). L'unico problema del film è che la descrizione dei personaggi, protagonista in primis, pur per quanto tutti parlino in continuazione, è monodimensionale e non riesce a coinvolgere pienamente lo spettatore all'interno dei loro punti di vista, rimanendo così una storia dai contenuti forti ma dal messaggio debole. In ogni caso comunque non superficiale e da vedere.

guidox  @  05/05/2013 14:42:38
   7 / 10
sono d'accordo con altri utenti che hanno scritto che parte benissimo e poi si perde un po' per strada, fino ad arrivare alla conclusione un po' troppo buttata lì.
ridondante in alcuni punti, non mi è piaciuto neanche nel flashback centrale.

Tuco ElPuerco  @  05/04/2013 13:44:28
   7½ / 10
A me è piaciuto, e molto.

Invia una mail all'autore del commento camifilm  @  26/08/2012 14:26:12
   6 / 10
Condivido qualche commento sotto fatto da utente OUTSIDER e JOKER....
Ci si aspetta di più da questo film, qualcosa che poi non risolve tutte le attese dello spettatore, credo.
Comunque rimane un cult, un film da vedere almeno una volta. Forse ad oggi, superato da altre pellicole.

TommyTI  @  26/08/2012 13:59:32
   8 / 10
Non sicuramente il miglior film di Oliver Stone,il finale sembra troppo scontatato,se dovessi dare un aggettivo al film direi "ansioso" poichè mettendo il film in un contesto reale per un uomo che lavora in radio a subire continuamente minacce e telefonate strambe da sconosciuti in un america di fine anni '80 per delle verità spiattellate senza troppo pensarci, a me verrebbe l'ansia ad uscire dallo studio e non stare di continuo a guardarmi intorno. Detto questo una grandissima interpreatazione di Eric Bogosian con un monologo da brividi (ve lo consiglio in lingua originale)

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  05/04/2012 12:49:37
   7 / 10
Sono indeciso se dare 6,5 o 7 a questo film di condanna, a cui manca però qualcosa, tra cui il finale troppo frettoloso, anche se è proprio il silenzio a voler e dover far riflettere.

Invia una mail all'autore del commento Don Callisto  @  17/10/2011 18:26:31
   7 / 10
il film è bello da vedersi, però, col tempo sembra che perdi il suo fascino, alcune parti un pò ripetitive,l Eric bogosian fa una buona interpretazione.

outsider  @  30/06/2011 19:37:37
   6½ / 10
Posseggo questo film in dvd. Lo comprai perchè affascinato dalla trama.
Visto attentamente più volte, ho provato esattamente quello che il mio caro amico Joker descrive con maestria in un commento che non potrei eguagliare, se non copiandolo.
Oggi ho visto il suo commento e ricordato di non averlo commentato.
Averlo in dvd mi ha consentito di rivederlo più volte, ( 2 e mezzo in totale, il terzo passaggio stancava) ma ho sempre incredibilmente provato esattamente quello che Joker descrive.
E' come il cercare quel qualcosa in più che forse ti aspetti accada e poi, nonostante il film non sia corto, rimani a bocca asciutta. Questo nonostante il dramma e quello che succede, nonostante la buona rappresentazione dell'america, nonostante il fascino dell'ambito radiofonico. Il protagonista bravo, certo, io l'ho trovato un pò untuoso ed un pò irritante, ma questo è un fatto personale.

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/06/2011 23.07.05
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  24/06/2011 15:57:24
   6½ / 10
Nel film del 1988 di Oliver Stone l'idea di base, quella del fanatico e carismatico conduttore radiofonico, non era per niente male. "Talk Radio" però è un film che gioca, per tutto il tempo, su questa determinata figura, alla fine saranno più i pregi o i difetti a calcare la scena?
.Sicuramente più i difetti…
Insomma questo "Talk Radio" partiva da una buona ossatura a livello di trama ma a venir meno è proprio l'evoluzione narrativa che nella pellicola risulta sempre statica e molto ripetitiva.
Nonostante ciò lo spettatore, grazie ai dialoghi brillanti ed energici, non incapperà quasi mai nella noia ma a fine visione cosa resterà?
Si ha insomma la sensazione di assistere ad un film molto altezzoso senza specifici significati, pure il finale (drammatico ma pronosticato) non trasmette nulla di speciale.
Fra i pregi rimarrà impressa la prova di Eric Bogosian davvero splendida ed azzeccata.
Per il resto "Talk Radio" offre una sceneggiatura in linea di massima prevedibile senza enormi difetti ma al contempo senza disarmanti originalità, comunque il film merita pienamente la visione. I monologhi e i confronti radiofonici però riservano solo (o quasi) exploit retorici e chiassosi difficile ricavare perle concettuali, anche se qualcosa di buono Eric Bogosian nei panni di Barry Champlain lo dice.

4 risposte al commento
Ultima risposta 30/06/2011 21.39.18
Visualizza / Rispondi al commento
marco86  @  06/02/2011 03:48:34
   6 / 10
bah, per quanto mi riguarda l'ho trovato un pò piatto, ripetitivo e inconcludente.
do però la sufficienza perchè il protagonista è stato in effetti bravo; poi il film scorre bene, aiutato da una regia notevole, in grado di creare l'atmosfera giusta.
molto affascinanti le immagini finali di Dallas vista dall'alto.

MartyGlamster  @  03/11/2010 20:22:11
   8 / 10
Premetto che è il secondo film di Stone che guardo, dopo World Trade Center, il quale mi ha annoiato parecchio, quindi son partita con l'idea di esser davanti ad un film lungo e difficile da digerire, ma dopo averlo visto, ne son rimasta colpita. Sarà per il fascino dell' attore protagonista, o per la meravigliosa e coinvolgente voce del doppiatore italiano Roberto Chevalier, credo sia uno dei migliori film che ho visto in quest'ultimo periodo. Basato principalmente sul potere della parola, una programma radiofonico, in cui chiunque può dire la sua riguardo svariati argomenti, un programma in cui tutti parlano ma nessuno ascolta. Utilizzata quasi esclusivamente lo studio radiofonico come location. Malgrado ciò, non risulta mai noioso, incentrato su dialoghi talvolta incomprensibili.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  28/10/2010 15:47:31
   7½ / 10
A parte la messa in scena di un personaggio assai accattivante, irresistibile, anticonformista e totalemente sopra le righe (interpretato magistralmente da Bogosian), la pellicole è il mezzo attraverso il quale Stone ancora una volta torna a puntare il dito con decisione e mano ferma contro l'America e le sue debolezze... il razzismo prima di tutto.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  04/06/2010 13:00:06
   8½ / 10
Il film di Stone che preferisco. La comunicazione come linguaggio mediatico, dove tutti parlano ma nessuno ascolta. Un film sull'impossibilità di comunicare, seppur sia prettamente didascalico.

E l'ambientazione è straordinaria, cupa, tecnologica, accogliente ma fredda.

Bogosian immenso.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  13/05/2010 18:47:36
   7½ / 10
A patto d’ignorare i fastidiosi flash-back sulla vita privata del protagonista, è uno dei migliori di Stone, a mio parere, tra quelli che ho visto, e dei più essenziali.

Lo studio della piccola emittente radiofonica in cui è ambientata l’intera vicenda, diventa luogo di raccolta d’ansie, di rabbie, di tensioni: ma è un punto di non incontro, e un momento di non dialogo (o si parla o si ascolta); soltanto un echeggiare di sfoghi sporadici, d’ansimi, di voci telefoniche che si dissolvono non appena la linea è chiusa.

Ne vien fuori un affresco rarefatto, segmentato di un’America notturna e sotterranea, dalle cui acque buie aggallano, e subito si risommergono, mostri quali il razzismo, la droga, l’intolleranza, l’odio.
Di qua lo speaker, solo in una notte tra le tante; e di là ombre disperse, impaurite e paurose.

Quando nel finale le due solitudini, dell’uomo e del popolo notturno, fisicamente vengono a contatto; l’esito è tragico, pessimistico, sconfortante.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/05/2010 19.54.48
Visualizza / Rispondi al commento
Libss  @  06/03/2010 11:06:55
   7½ / 10
Un grande film di Stone (il virtuosismo stilistico qui diventa virtù), retto da una sceneggiatura e da un'interpretazione di ferro dell'attore Bogosian. Il mio suo film preferito.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  14/11/2009 18:58:54
   7 / 10
Il protagonista della storia lavora alla radio...ma trasforma il suo lavoro in valvola di sfogo personale!La particolarita' della situazione è che il programma funziona!
E allora saranno in molti a rimanere offesi dalle sue parole senza peli sulla lingua!
Un buon film diretto da Stone!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  16/02/2009 04:08:39
   5 / 10
Eric Bogosian regge da solo la difficile sceneggiatura, ma il film non mi ha mai preso. Non sono mai stato un estimatore di "Talk Radio" anche se molti lo ritengono un vero capolavoro di Stone...sarò superficiale ma preferisco "The Doors".

clint 85  @  20/11/2008 11:26:01
   5½ / 10
Trama piatta, emozioni del tutto nulle, il film è un monologo ripetuto all'infinito.
Annoia e non poco!!!
E questo sarebbe un grande film???

Mah....!!!!

5 risposte al commento
Ultima risposta 24/08/2011 20.21.48
Visualizza / Rispondi al commento
bil85  @  20/11/2008 02:31:26
   5½ / 10
Se avete 1 ora e 50 minuti da sprecare inutilmente guardatevi questo film che narra dal 1° all'ultimo minuto le "avventure" di un cronista paranoico che se la vede con dei radiospettatori psicopatici.
Molto gridano al capolavoro io non ne ho trovato altro che un FILM SENZA NE CAPO NE CODA!!!

starsinthesky  @  18/09/2008 14:30:31
   7½ / 10
Bel film di Stone...il radioconduttore mi sta troppo sulle pa***... la parte la svolge più che egregiamente...
Niente da dire sullo svolgimento della storia....

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  26/05/2008 12:57:05
   9 / 10
Bellissimo.
Un film che coinvolge in maniera particolare grazie anche ad una prova strepitosa del protagonista.

quaker  @  13/09/2007 21:37:06
   9 / 10
Gran bel film davvero di Oliver Stone (sembra incredibile che abbia potuto dirigere anche quel brutto film che è Natural Born killers) che, sia pure con qualche ingenuità, mette le firma su un'opera efficace, tirata, toccante. Perfetta soprattutto la regia, che sfrutta abilmente il controcampo, e cioè una tecnica quasi elementare, con risultati eccellenti.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  21/05/2007 16:21:32
   8 / 10
Film concentrato sul protagonista Eric Bogosian e da lui scritto si rivela essere uno dei migliori film di Oliver Stone, uno dei più scuri, claustrofobici e duri.
Un'analisi spietata dell'America ad opera di un egocentrico, disilluso e prepotente dj.
Assolutamente imperdibile.

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  19/03/2007 12:17:13
   7½ / 10
Tra i film di Stone è probabilmente quello più scorrevole e meno retorico.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  24/02/2007 22:22:03
   7½ / 10
Uno dei film piu' (insolitamente) "cattivi" e audaci di Stone, che passa in rassegna il meglio delle sfumature psicologiche del modello di riferimento, Martin Scorsese... un brutale schiaffo alla retorica prefabbricata di alcuni (altri) suoi film

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  25/09/2006 12:47:23
   9 / 10
Un film hollywoodiano fuori dagli schemi covenzionali,un prezioso esempio di rigore stilistico e intensa drammacita'.La storia fa perno sul conduttore odisamato di "voci nella notte",programma radiofonico a microfono aperto di una stazione radio locale.E'il ritratto sfacciettato di un personaggio contraddittorio,affascinante ed egocentrico,immersi nell'allucinante America degli anni 80 con un'analisi eccitata dell'odio razziale e antisemita...un film scomodo e allo stesso tempo imperdibile;e'l'occasione per Stone di approfondire sullo schermo il fenomeno dei talk show,considerato all'epoca una vera e propia valvola di sfogo sociale,assurda cassa di risonanza per incontrollate espressioni di ansie,cinismo e banalita'.
Definire la pellicola un pugno nello stomaco a questo punto mi sembra quasi riduttivo,ma siamo davanti ad un capolavoro in pieno Stone-style:claustrofobico ed estremamente conivolgente,il film snocciola le quasi due ore di durata dentro uno studio radiofonico,con il regista spesso impegnato a riprendere il protagonista da piu'angolature con una telecamara in continuo movimento nelle telefonate piu'concitate....
Assolutamente strepitoso Eric Bogosian (scrittore della coraggiosa piece teatrale da cui il film e'tratto)attore di poco successo ad Hollywood,ma qui assolutamente devastante.Poco conosciuto al grande pubblico Talk Radio e'la miglior pellicola di Stone insieme a J.F.K.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR matteo200486  @  07/09/2006 01:03:19
   10 / 10
...cavolo che film! Grande Stone che è riuscito a fare un film solo sulla parola... Un film che rappresenta il degrado americano... Il protagonista, Eric Bogosian, dà vita ad una prova incredibile,strabiliante... Molto bello veramente... A livello verbale estremamente crudo...

Serlon  @  07/01/2006 12:43:49
   8 / 10
Un film fuori dagli schemi cinematografici. Ruota attorno ad un personaggio solo, tutti gli altri sono contorno. Si svolge prevalentemente all'interno della radio, con scene molto lunge che spesso riprendevano solo Barry.
Nonostante questo, la regia è fatta in modo da non annoiare, aiutata da una camera che difficilmente è ferma e da un montaggio che "stacca" spesso, anche con giochi di riflessi.
La sceneggiatura (Stone/Bogosian) è molto interessante, i dialoghi sono fitti al punto di risultare certe volte incomprensibili, ma il tutto fa parte del gioco/radio.
Autore e attore di teatro, Bogosian non pare aver ancora sfondato nel cinema. Eppure la sua recitazione qui è al di sopra della media, il suo personaggio è un antipatico cronico col gusto di esserlo, eppure più di una volta fa tenerezza.
Un film consigliato.

Blackout  @  05/05/2005 18:58:03
   8 / 10
Sicuramente un gran film con infiniti spunti di riflessione.... è barry che ha bisogno del suo pubblico o viceversa.... è barry che cambia la gente oppure viceversa.... le cose dette da barry sono prese sul serio oppure no.... barry è veramente un presentatore "contro" oppure no... è possibile che un uomo possa dire verità raccontando bugie... è più importane il talk o l'amore... è possibile aiutare qualcuno quando lo si disprezzza... è possibile che barry sia una delle persone che lui odia....

ognuno può dare le risposte che vuole tanto alla fine chi può dire quali sono quelle giuste....

Crimson  @  02/05/2005 20:16:56
   9 / 10
Secondo me il film più bello di Stone. (non ho visto tutti i suoi film, ma almeno 6 o 7 sì). Un film tutto basato sul potere della parola. Da vedere più volte davvero.

Krypto_06  @  05/04/2005 21:38:02
   9 / 10
Film denuncia di un cronista radio che sputava ***** addosso alla gente, in particolar modo ai nazisti......andava contro il sistema, lo criticava e ne denunciava le forti contraddizioni ma allo stesso tempo lo abbracciava e ci sguazzava dentro.....l'aspetto che mi ha colpito di più è ke i messaggi reali che lanciava "BArry" non erano presi per veritieri ma facenti parte di uno show proprio il suo talk-show!!!!.....grande prova di bogosian(da oscar) e buona regia di stone, anche se avrebbe potuto dare qualcosa di più.....ola

stanley77  @  18/01/2005 16:15:53
   10 / 10
Il voto è più per Bogosian che un altro pò faceva pure l'attrezzista in questo film piuttosto che per Stone.Comunque a suo merito c'è una regia al suo ,massimo livello.Film culto

Gruppo REDAZIONE maremare  @  10/01/2005 00:41:45
   9 / 10
La vera storia di un cronista 'contro'.
Uno dei migliori film di Stone.
Da non perdere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)
 NEW
alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbotero
 NEW
caterinacena con delitto - knives out
 NEW
cercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacediamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
fabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovato
 NEW
fantasy islandfigli (2020)
 NEW
gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorni
 NEW
il lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo nataleil terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le operel'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 NEW HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshall
 NEW
sonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998588 commenti su 42900 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net