shaft il detective regia di Gordon Parks USA 1971
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

shaft il detective (1971)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SHAFT IL DETECTIVE

Titolo Originale: SHAFT

RegiaGordon Parks

InterpretiGwenn Mitchell, Charles Cioffi, Moses Gunn, Richard Roundtree

Durata: h 1.42
NazionalitàUSA 1971
Generepoliziesco
Al cinema nel Marzo 1971

•  Altri film di Gordon Parks

Trama del film Shaft il detective

Ad Harlem, il detective privato di colore John Shaft (Roundtree) è incaricato da un boss del crimine, il nero Bumpy Jonas, di ritrovargli la figlia rapita. Shaft sospetta di "Lumumba", il capo del movimento rivoluzionario delle Pantere Nere. Questi, rivelatosi estraneo al rapimento, lo aiuta a sgominare i veri responsabili: una cosca mafiosa.

Film collegati a SHAFT IL DETECTIVE

 •  SHAFT COLPISCE ANCORA, 1972
 •  SHAFT E I MERCANTI DI SCHIAVI, 1973

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (5 voti)6,50Grafico
Miglior canzone (Theme for shaft)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior canzone (Theme for shaft)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Shaft il detective, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  17/01/2015 17:55:06
   4 / 10
Grandi speranze riposte sull'apripista della blackxploitation, delusione estremamente cocente.
Innanzitutto mi aspettavo, vista la fama, un film molto più "nigga" ed underground, una specie di "The French Connection" nella forma con contenuto black sporco, rozzo e cattivo spinto ben oltre i limiti del concesso; invece è un film pulitino e curato, fatto da bianchi ed ambientato in un mondo di bianchi, dove lo "scandalo" maggiore sarebbe che il protagonista di un film hollywoodiano è appunto un nero un pochino ribelle ma mai particolarmente irrispettoso nei confronti del badrone.
Altra delusione il protagonista stesso, decisamente non all'altezza della canzone che lo rappresenta ("Theme for Shaft" di Isaac Hayes, unica nota a favore della pellicola): un pò anticonformista ok, ma molto molto lontano dalla figura di poliziotto supercool che si è costruito nel corso degli anni; tra l'altro Richard Roundtree, attore che ho sempre apprezzato, mi è sembrato che non ci mettesse nulla di suo (se non qualche smorfietta di tanto in tanto) del tipo "fatto il compitino me ne vado e tanti saluti". Insomma, reputazione di Shaft completamente infondata.
Peggio del peggio, credo veramente che si tratti di uno dei peggiori polizieschi che io abbia mai visto, davvero di un piatto e di un monotono allucinanti (e tenete presente che siamo nello stesso anno di Popeye Doyle ed Harry Callaghan); il ritmo è soporifero da morire, le scene d'azione sono girate da cani (tipo la scazzòttata iniziale nell'ufficio) e la storia è confusa ed assolutamente mai coinvolgente se non per un paio di nudi lampo e qualche macchia di rosso sparsa con il contagocce. Ma dove diavolo sono sesso, sangue, droga e parolacce???

In conclusione, un film palloso e senza carica (emotiva o adrenalinica che sia); l'unica soddisfazione che potrebbe trarne lo spettatore è quella di riuscire a rimanere sveglio per tutta la durata. Auguri!

Di tutt'altro livello il terzo sequel (reboot) con il mitico Samuel L. Jackson.

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/08/2015 15.14.32
Visualizza / Rispondi al commento
DogDayAfternoon  @  07/01/2015 21:09:22
   7 / 10
Fondatore di un genere, Shaft è una piccola perla degli anni '70, un vero e proprio cult del periodo. Un cast tutto nero e praticamente sconosciuto ma che fa davvero la sua sporca e bella figura, Richard Roundtree in testa.

Il grosso neo del film è una storia non sempre chiara, alcuni passaggi sono un po' confusionari. Ma tutto viene risolto da dei dialoghi veramente perfetti, ironia tagliente e accattivante e pure la giusta dose di violenza verbale.

Appassionante, amanti del poliziesco e degli anni '70 non possono restarne delusi. Da recuperare.

3 risposte al commento
Ultima risposta 17/01/2015 18.45.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Granf  @  10/09/2008 11:16:28
   7 / 10
Il primo Shaft ben diretto da Gordon Parks, un discreto poliziesco usato come modello per i film di blaxploitation, dove i neri sono protagonisti e i bianchi non sono abbastanza bianchi per esserlo.

Il film è divertente e scorrevole, la trama non è niente di speciale e l'ottima colonna sonora enfatizza il tutto. Dialoghi molto efficaci creano il personaggio di Shaft che ha chiaramente ispirato molto pellicole in seguito, come il gia citato Jackie Brown.

Buona l'interpretazione di Richard Roundtree, discreto il resto del cast. Un film sicuramente da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  10/03/2007 13:21:53
   7½ / 10
Un classico della blaxpoitation, che ha indubbiamente ispirato il Tarantino di "Jackie Brown".
Notevole la descrizione del mondo delle "black panthers", eredi del Malcom-X pensiero e di tutto l'Islam afroamericano

Gruppo REDAZIONE maremare  @  09/03/2007 23:59:22
   7 / 10
Buon poliziesco versione nigger.
La nascita di Safht.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008490 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net