session 9 regia di Brad Anderson USA 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

session 9 (2001)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SESSION 9

Titolo Originale: SESSION 9

RegiaBrad Anderson

InterpretiDavid Caruso, Peter Mullan, Brendan Sexton III, Josh Lucas, Paul Guilfoyle

Durata: h 1.40
NazionalitàUSA 2001
Generethriller
Al cinema nel Settembre 2001

•  Altri film di Brad Anderson

Trama del film Session 9

Session 9 Ŕ un horror dei giorni nostri ambientato in un vecchio manicomio abbandonato. Il complesso incombe minaccioso come un bestione addormentato ai margini della foresta. Grande, imponente... abbandonato, diroccato. Gli abitanti di Danvers, Massachussetts se ne tengono alla larga, ma il Danvers State Mental Hospital, chiuso da 15 anni, sta per ricevere cinque nuovi visitatori.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,87 / 10 (158 voti)6,87Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Session 9, 158 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Budojo Jocan  @  16/02/2020 12:16:56
   6 / 10
Il difetto principale di questo film è che non spiega bene quello che sta succedendo, quindi si fa un po' fatica a seguirlo. Di buono c'è ovviamente l'ambientazione del manicomio abbandonato, ma personalmente il difetto supera il pregio. Tutto sommato vedibile, ma la storia non mi ha preso più di tanto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Zazzauser  @  19/01/2020 16:23:08
   8 / 10
Solido thriller dal regista de L'uomo senza sonno (uno dei miei thriller preferiti di sempre), ha raggiunto lo status di "cult movie" non a caso. Molto abile nell'insinuare il dubbio e stimolare varie interpretazioni della trama, "Session 9" é davvero coinvolgente e ben interpretato (bravi Peter Mullan e il Caruso di CSI) pur esplorando temi non esattamente nuovi al cinema di suspense. Valore aggiunto il budget limitato e la rinuncia agli effetti speciali

benzo24  @  18/07/2019 12:25:17
   6½ / 10
Sempre bello vedere Mullan recitare, ma la sceneggiatura andava affinata

Overfilm  @  12/09/2017 14:40:51
   6 / 10
Thriller che poteva forse generare un risultato migliore se la trama fosse stata piu' lineare senza inutili tentativi finalizzati a confondere...

Biasx  @  04/05/2017 22:48:39
   5 / 10
Non mi aspettavo certo un capolavoro, ma devo dire di essere rimasto deluso da questo Session 9. La prima parte è parecchio noiosa, poi il film inizia a prendere la classica strada dell'horror "da manicomio", senza nessuno sbocco interessante. Sa tutto di già visto e l'ho trovato anche un po' confusionario.

Giovans91  @  22/09/2015 13:04:35
   7 / 10
Session 9 è semplicemente un film girato bene, con gusto estetico ed abilità nel gestire tempi e tensione, in un percorso spiraliforme che scende sempre più a fondo nei meandri delle paure umane.
Brad Anderson, con pochissimi mezzi a disposizione ed un ridottissimo cast in un'unica location è capace di girare un film interessante.

InvictuSteele  @  09/02/2015 14:19:07
   7 / 10
Sicuramente un buon thriller dal ritmo blando costituito da una buona atmosfera alimentata da un'ambientazione suggestiva. Il manicomio deserto affascina e incute timore, dove si crea un certa ansia, preparata a tavolino, per arrivare all'epilogo. Niente effetti speciali, niente superproduzione, solo una buona trama e quattro personaggi ben caratterizzati per un film a basso costo. Credo che la maggior parte degli utenti non abbia capito bene lo svolgimento dei fatti legati alla figura del protagonista e alla sua storia, in realtà non vengono affrontati chiaramente ma alla fine si capiscono. E' più semplice di quanto non si pensi. Comunque un'opera riuscita.

CavaliereOscuro  @  06/02/2015 22:38:33
   8 / 10
Horror d'altri tempi, ben congegnato ed interpretato. L'ambientazione, i suoni, le ombre, trasmettono un senso di angoscia primordiale. Sceneggiatura non impeccabile, un po' lento, e sì, qualche falla ce l'ha, ma in compenso tutto vibra di cupo torpore folle. Wow.

mauro84  @  12/12/2014 21:04:58
   7 / 10
Finalmente ho recuperato sta perla di film. Trama davvero notevole, se all'inizio è lento, congeniato in un modo non di facile comprensione, alla fine svela nettamente la sua epicità. La tragedia finale..

David Caruso (famoso noto per CSI miami) non per altro dimostra di farci fare a livello di film, interpretazione degna! IL resto si conferma, anche se non famosissimo di saperci davvero fare, chi protagonista chi meno... notevoli tutti

Il regista sforna uno dei film thriller è belli di 10 anni a sta parte, definito un horror, a ben poco, poteva osare di +, è bastato in alcune scene per metter quell'ansia e a dar quel tocco di non so cosa alla vicenda. Notevole

Film da non perdere assolutamente. Consigliato! da vedere!!

Neurotico  @  31/10/2014 14:00:18
   8 / 10
Session 9 è un horror raffinato che lavora sulla psicologia dello spettatore. Un horror d'atmosfera che si insinua sottopelle suggestionando le più remote regioni dell'orrore: quelle che non si possono vedere e toccare, ma solo udire e percepire vagamente con l'immaginazione, grazie a cui si evoca quel male che si annida nei deboli e negli umiliati. Simon è la personalità malvagia che abita ancora l'imponente manicomio abbandonato, e che si impossessa di Gordon, frustrato, debole e umiliato dalla vita, in difficoltà dopo la nascita (forse non voluta) della figlia. La follia esplode, il sangue viene represso, ed emerge nel finale, dove campeggia trionfante la voce spaventosa di Simon. Possiamo solo immaginare l'espressione e il volto di quella voce. Brividi lungo la schiena. Inquietante ed angosciante.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento ilSimo81  @  06/08/2014 10:09:18
   7 / 10
Da dove proviene l'orrore che investirà una squadra di cinque uomini, nei giorni in cui si dedicano alla bonifica di un antico manicomio abbandonato?

Perché "Session 9" è un thriller (un buon thriller, diciamolo subito), ma nelle premesse e nei modi si atteggia proprio a horror.
Il declino psicologico e comportamentale dei protagonisti affossa le sue radici in qualcosa di orribile, questo è certo. Anche gli eventi, le storie parallele e le voci esterne sono ottimi elementi ansiogeni. La location (che a mio parere avvicina il film più a "Il Regno" di Von Trier che a "Shining") ci mette il suo: il "Danvers State Hospital" è realmente esistito, e ben prima di questo promettente Anderson aveva ispirato nientemeno che Lovecraft. Si aggiunga infine che la cittadina di Danvers (Massachusetts), nata come appendice rurale di Salem, è stata sede del processo alle streghe del 1692, e il gioco è fatto.
"Session 9" gioca molto sul non detto: allo spettatore viene lasciato il compito di riempire diversi buchi di trama con l'intuito o con l'immaginazione. Il che non è necessariamente un male, anche se rimane insoddisfatta la curiosità di capire il perché di certe scene o di taluni comportamenti.
Un plauso a Brad Anderson, la cui abilità si fa apprezzare in diversi episodi per serie tv e in alcuni film, tra cui l'ottimo "The machinist - L'uomo senza sonno".
Nella casella dei "meriti", si tenga conto che "Session 9" è stato girato con budget irrisorio e senza effetti speciali.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  27/07/2014 09:55:48
   5 / 10
Incomprensibili, per me, le lodi che ho letto su questo film. Il film cerca di andare in una direzione precisa, ricalcando in qulche modo le orme di Shining, ma lo fa in maniera assolutamente confusa e goffa, senza riuscire a conferire un' anima all'ambientazione, nŔ tensione ai personaggi. Non bastano certo quattro nastri in croce e una voce off per costruire suggestioni, ci vogliono anche coerenza, solida struttura narrativa e regia ispirata, e questo film non ha nessuna delle tre. Bocciato.

Leonardo76  @  23/06/2014 19:15:21
   5 / 10
Ambientazione classica per un film del terrore (il manicomio abbandonato), diversi dal solito i personaggi (non i soliti adolescenti in cerca d'avventura ma operai che devono bonificare il vecchio edificio), la trama parte bene ma poi diventa confusionaria e banalotta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  13/05/2014 11:46:29
   7 / 10
Piu' che lento o noioso e' un thriller che per arrivare al nocciolo se la prende volutamente con calma; infatti se per gran parte della durata non succede praticamente nulla (e lo spettatore qui sarà ansioso o snervato a seconda del soggetto) negli ultimi venti minuti ci si ritrova davanti ad un delirio di colpi di scena che lasciano spiazzati e, diciamocelo, un pochino confusi (pochino e' detto con sarcasmo). Per tutto il film stai li ad aspettare uno scossone che non arriva mai, e poi eccolo che alla fine ti prende alla sprovvista senza lasciarti il tempo di elaborare e mettere insieme i vari pezzi del puzzle. Esattamente le stesse sensazioni (sta voglia di non decollare di cui sopra) che a suo tempo riscontrai durante la visione di "Transsiberian" dello stesso Anderson.
Tolto questo, che anche qui puo' essere un pro o un contro a seconda dei gusti di chi guarda, va dato credito ad Anderson di saper trasmettere come si deve tensione ed attesa nello spettatore: la location inquietante, al fine di suggestionare, e' sfruttata benissimo fino in fondo (le inquadrature ed i piani sequenza congeniali allo scopo si sprecano, anche se qualcuno potrebbe trovare la cosa eccessiva) e il non sapere niente di quello che succederà contribuisce molto al fattore suspense tanto quanto la natura ultra-ambigua dei cinque protagonisti (interpretati da un cast di perdenti ben calato in parte); per dirla tutta infatti non e' il solito film dove i cinque restano vittime o si ritrovano a combattere contro chissà quali entita' maligne insidiate nel manicomio, al contrario la suspense deriva, come gia' detto, dalla natura estremamente ambigua di ciascun personaggio, dal cercare di capire le loro motivazioni, di capire chi e' il buono e chi e' il cattivo. Tutto il film in effetti si regge sull'atmosfera dell'ambientazione e sul rapporto tra i personaggi; i dialoghi infatti sono tanti e forse e' per questo la gente si e' annoiata in generale, ma non e' stato preso in considerazione il fatto che si tratta di un thriller psicologico e non del solito horrorino.

Insomma escluso il finale che a mio avviso poteva essere snodato in maniera meno contorta, "Session 9" rimane un thriller diverso dal solito che grazie ad un perfetto uso della location ed un'ottima caratterizzazione dei personaggi risulta teso ed inquietante dall'inizio alla fine (si, anche alla fine nonostante la confusione); certo non mancano i momenti da horror puro, ma attenzione a non lasciarsi ingannare dalle premesse.
Avere un proprio stile, l'ho sempre detto, non significa essere automaticamente dei geni; Anderson pero' e' sicuramente un regista originale che sa il fatto suo, e anche se i suoi film non mi hanno ancora soddisfatto al 100%, ammetto che il suo stile mi piace assai (qui il suo modo di muovere la cinepresa mi ha spesso ricordato quello di Kubrick in "Shining"). Un'artista che d'ora in poi terrò d'occhio.

Ad ogni modo un buon thriller, raccomandato a chi cerca qualcosa di diverso dal solito.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/05/2014 14.33.52
Visualizza / Rispondi al commento
Crystal_89  @  05/05/2014 12:17:40
   3 / 10
Ho visto nei commenti che dei presunti intellettualoidi hanno offeso chiunque non abbia la vena artistica per capire questo film. Non me ne vogliano, ma non mi interessa fare la parte dell'intenditore che si vuole distinguere dalla massa. Session 9 è lento, noioso e girato con pochi soldi: forse il produttore è lo stesso dei Cesaroni. Se la storia fosse bella, si potrebbe anche passare sopra a questi difetti, ma così non è.
L'ambientazione è molto suggestiva, e le indagini di un operaio sulla ex-paziente Mary sono molto promettenti, ma niente di tutto questo viene sfruttato a dovere. Pur di non essere convenzionali, gli sceneggiatori scelgono una via alternativa che non convince per niente, annullando la poca tensione horror accumulata in 100 lunghissimi minuti.
Concludendo, uno dei film peggiori mai visti, uno dei pochissimi che non merita nemmeno lo spazio occupato nell'hard disk. Non gli dò 2 solo per i pochi aspetti positivi citati e per la prova sufficiente del cast (ma David Caruso si dovrebbe distinguere... evidentemente sa solo fare l'ispettore di polizia).

ferzbox  @  09/04/2014 14:36:09
   7 / 10
Devo dire che non mi è saputo del tutto malvagio.
Non parliamo di un film ben elaborato nella sua totalità,però alcune scelte narrative non mi sono dispiaciute.
Sostanzialmente è un Thriller/horror dalla trama piuttosto riciclata.
C'è il solito manicomio,ci sono le solite registrazioni dei pazienti,ci sono le classiche scene claustrofobiche,i soliti dialoghi tritati e ritritati e così via....ma conserva una componente psicologica che in realtà non è da sottovalutare secondo me.
Sotto il profilo tecnico si percepisce chiaramente che la produzione era un pò tirata(il montaggio non era straordinario e la fotografia,anche se non sempre sgradevole,non era di chissà quale qualità).
Ma per questa pellicola vale la regola del vedere il bicchiere mezzo pieno,anzichè mezzo vuoto.
La regia,ad esempio,l'ho ritenuta molto interessante; più volte mi ha catturato quella sensazione disturbante che può creare un luogo come un manicomio abbandonato,ed alcuni effetti sonori,in sostituzione del classico tema musicale,mi hanno garbato parecchio.
Si nota un tentativo volenteroso nel cercare di non rendere superficiale il film.
Anche in questo caso mi è rivenuto in mente un buon lavoro su "Silent Hill"....questa pellicola mostra delle caratteristiche che si avvicinavano di parecchio alla componente psicologica del famoso titolo videoludico(sopratutto per quel che riguarda la maturità della trama).
"Session 9" è un film molto altalenante; non sempre eccelso e vittima di alcuni difetucci sparsi qua e la(un'altra cosa blanda era il mediocre livello recitativo),ma la scelta di stile adottata non è per niente frivola...anzi,direi il contrario.
Questo lo conferma lo stesso finale,non privo di uno scontato colpo di scena,ma nemmeno adagiato su di esso.
La parte finale gioca sempre sull'impronta psicologica; più riflessiva che scenica.
Non me la sento proprio di punirlo pesantemente...per certe cose è d'apprezzare.

Jumpy  @  18/12/2013 23:58:37
   6 / 10
E' indubbiamente un film che gioca molto su atmosfera e costante tensione, ma non mi ha convinto del tutto.
L'inizio è lento e noioso e stenta a coinvolgere lo spettatore, per iniziare a destare un po' di vera curiosità si deve superare la prima mezz'ora.
Per fotografia, taglio delle inquadrature e struttura narrativa sembra di vedere un telefilm allungato o un tv-movie, piuttosto che un film da cinema.

Kit Carson  @  29/09/2013 14:39:00
   8 / 10
Notevole horror d'atmosfera, di quelli che dimostrano come le idee e le capacità possono ancora sopperire alla mancanza di grandi budget. Magnifico.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/09/2013 15.17.30
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  27/09/2013 00:22:47
   6½ / 10
Un thriller a basso costo che conta su ottime location ed atmosfere, la trama però è poco chiara ed il finale lascia perplessi, con possibili interpretazioni diverse...
Ci sono abbastanza sequenze inquietanti, non sicuramente di paura però, e non si sa perché il film mi è piaciuto nonostante la poca chiarezza!
Già il fatto che al termine della visione uno resti spiazzato e cerchi di capire come sono andate le cose significa che il regista abbia ottenuto l'effetto voluto, ma qualcuno potrebbe anche gridare quattro bestemmie!
Film con trama e situazioni straviste ma amalgamate in modo diverso e quindi un prodottino che merita un'occhiata.

horror83  @  31/07/2013 15:10:57
   8 / 10
inquietante! a me è piaciuto molto, lo consiglio agli amanti degli horror ambientati in ospedali psichiatrici. davvero un bel film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Ciaby  @  10/06/2013 16:25:39
   6½ / 10
Un horror degno ( e non è poco), diretto con brio e con una buona atmosfera. Il finale è prevedibile dalla prima inquadratura, ma grazie ad una sceneggiatura intrigante che lo espone con dovizia, non delude.

steven23  @  26/04/2013 20:49:11
   4½ / 10
Non mi ha entusiasmato né colpito, per nulla. Un'ora e quaranta che corre al rallentatore, povera di colpi di scena (quelli presenti si intuiscono nettamente in anticipo) e dove gli attori non sono riusciti a convincermi più di tanto, in particolare Caruso, dal quale mi aspettavo molto di più. Persino il finale, personalmente, è risultato intuibile.
Salvo giusto la fotografia, senza dubbio buona!

sossio92  @  16/04/2013 21:32:54
   6½ / 10
buon film , senza effetti speciali eccessivi , diciamo proprio senza effetti speciali il film riesce a intrattenere lo spettatore con un bel pò di suspance ... bravi gli attori ...buona le scenografie ...

topsecret  @  14/03/2013 17:45:34
   6½ / 10
Senza dubbio gli ultimi 35 minuti sono quelli che infondono una certa dose d'atmosfera, rendendo la storia densa di pathos e piuttosto accattivante. Purtroppo il modo in cui vi si arriva a quei minuti non mi è sembrato così approfondito, mantenendo quasi sempre una certa distanza dai fatti che poi si susseguono. E' però vero che il regista riesce a mantenere un certo interesse nello spettatore fino alla fine e di questo gliene va dato atto.
Discreti gli ambienti, apprezzabile la performance del cast e film realizzato con un budget non eccelso che garantisce comunque un discreto intrattenimento.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  10/03/2013 19:01:20
   7 / 10
Session 9, thriller psicologico un po' vecchiotto (del 2001) di David caruso è nel complesso un film originale.Non pensate a qualcosa come ''The ward'', il manicomio qui è solo lo sfondo di una vicenda ben diversa : un viaggio (si può dire) nei meandri di una mente malata,che termina con un colpo di scena mozzafiato,bizzarro e per me imprevedibile.
Il thriller in se non fa paura, ma l'idea che trasmette (soprattutto negli ultimi 30 min) è di inquietudine e angoscia,rafforzata bene dalle colonne sonore e dalla recitazione magistrale degli attori! L'incipit è parecchio lento e questo potrebbe essere considerato un lato negativo, in realtà il regista vuole semplicemente dare spazio alla psicologia dei personaggi, alle dinamiche interne, getta le basi per la composizione di un puzzle astruso, che solo lo spettatore attento può comprendere mettendo insieme i vari pezzi.
Quà e là si può trovare qualche buco di sceneggiatura non indifferente,che ha delle ripercussioni sulla consistenza e coerenza narrativa

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Inoltre pur essendo molto inquietanti, le registrazioni appaiono più come un vezzo formale del regista in quanto poi il tema della personalità multipla è trattata con un po' di trascuratezza!
Pieno di citazionismo (ricorda molto Shining), il film scorre bene - nonostante questi difetti- e la soluzione finale convince anche lo spettatore più esigente ed esperto.Da notare il budget minimo impiegato e la mancanza di effetti speciali, che conferma ancora una volta come un film non abbia bisogno di tutto ciò per essere bello.
Nel complesso mi è piaciuto e ve lo consiglierei.E' troppo sottovalutato, ma basterebbe guardarlo almeno una volta per capire come sia diverso dal pattume attuale.Non perdetevelo!

maitton  @  06/02/2013 10:38:30
   7 / 10
come hanno gia'detto tutti, e'un thriller piu'che un horror.
raramente ho visto un film cosi'carico di tensione, respirabile sin dalle prime inquadrature, davvero inquietanti seppur prive di scene realmente scioccanti.

la tensione ai massimi livelli, film decisamente riuscito da questo punto di vista.

CyberDave  @  15/01/2013 18:59:13
   7½ / 10
Bellissima sorpresa questo film trovato per caso, un piccolo gioiellino thriller che tiene incollati allo schermo per tutto il tempo.
Come detto dal precedente commento sarebbe potuto essere ancora più bello se fossero state approfondite meglio alcune cose su tutte la figura di "simon" e delle personalità multiple.
Davvero davvero bellissima la location che già da sola mette inquietudine, ottimi gli attori nel mettere in scena l'influenza che questo manicomio ha su di loro, ognuno ha qualcosa da dire e si finisce col trovarseli un pò tutti l'uno contro l'altro, pianopiano i tasselli vanno al loro posto e ci troviamo davanti ad un film duro e violento, non nelle scene ma a livello psicologico.
In pratica un pò tutti abbiamo dentro di noi la parte malvagia che talvolta si risveglia e prende il controllo sulle nostre azioni, ecco questo film colpisce proprio su questo fatto.
Davvero molto consigliato anche se, come detto, poteva essere addirittura migliore con qualche spiegazione in più. Ho una domanda per l'utente del commento precedente

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/02/2013 09.18.35
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  01/01/2013 23:54:16
   8 / 10
Peccato. Secondo me poteva andare ben oltre l'otto.
Nel panorama ormai desolante di questi horror ( parliamo però più di un thriller) , Session 9 riesce a porsi come pellicola estremamente valida.
Ha dalla sua parte una fotografia molto buona e soprattutto delle eccellenti intepretazioni da parte dei suoi 5 attori su cui verte l'intera vicenda. Questo è già un'ottima cosa. Un'altra cosa che mi ha stupito è la totale assenza di effetti speciali. Toh, ma che strano. Quando un regista ha le idee ben chiare su quello che vuole fare, sembrerebbe che il film non abbia bisogno di effetti speciali. Magari si potrebbe far passare questo messaggi verso tutti i film moderni?
L'unico elemento utilizzato è qualche schizzo di sangue e nulla di più, Ma credetemi, è sufficiente quello. è un horror che gioca con la paura più sottile, quella che si diffonde piano piano, che serpeggia impalpabile e che coglie soprattutto nella mezz'ora finale, dove si percepisce una tensione notevole. Nessun salto dalla poltrona, nè scene in cui aumenta il sonoro per spaventare. Si assiste soltato all'interazione di 5 operai che incominciano a subìre l'influenza del manicomio e di conseguenza ad incominciare a dubitare l'uno dell'altro. Strepitosi i momenti in cui si ascoltano ( attraverso dei nastri) le sessioni di cura della paziente Mary Hobbes, affetta da gravi sdoppiamenti della personalità. Una di queste persone contenuta da Mary si chiama Simon, e sarà la stessa entità che porterà alla pazzia qualcuno di loro e che condurrà tutti verso l'epilogo. CHi è Simon? Perchè la sua voce echeggia per i corridoi del manicomio??
ABBasso di almeno un voto per il fatto che ci sono alcune "fantasie" narrative nella sceneggiatura che francamente non stanno in piedi e che servono soltanto a far filare liscio il film. Inoltre mancano alcuni approfondimenti che secondo me avrebbero ulteriormente arricchito la pellicola. In ogni caso è stra-consigliata la visione!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mr. Threepwood  @  16/11/2012 04:21:34
   3½ / 10
Non capisco le risposte arroganti ai commenti negativi su questo film. A livello mondiale ha ricevuto 6 voti su 10 quindi di cosa stiamo parlando? Certamente non di un gran film. Detto questo, il film a mio parere è terribile perchè è lento e senza senso. Volevo dare di meno come voto ma salvo le musiche e la fotografia che invece le ho trovate molto buone. L`unico senso che ha questa pellicola purtroppo si ha alla fine con quello che dovrebbe essere il colpo di scena che purtroppo colpo di scena non è, e con questo ho detto tutto.

kingofdarkness  @  03/08/2012 09:38:46
   8 / 10
Horror psicologico abbastanza sconosciuto, ma che sicuramente meriterebbe di essere rivalutato.
Atmosfera deprimente e malata, location agghiacciante e misteriosa……..quanto basta a suscitare paura e brivido nello spettatore.
A rendere il tutto ancor più interessante ci pensa una regia buia, cupa e claustrofobica.

Tutti questi elementi, uniti tra loro con maestria ed attenzione, contribuiscono a rendere il film unico ed affascinante nel suo genere.
Bravo Caruso, in un ruolo non semplice per le sue caratteristiche.

C.Spaulding  @  09/06/2012 22:25:41
   7½ / 10
Per me è un buon prodotto. La regia è buona e la storia incuriosisce abbastanza e non annoia. Alcune scene sono davvero inquietanti. Da vedere.

BuDuS  @  29/04/2012 23:49:01
   2 / 10
Ok, qualche scena che da "inquietudine" c'è e la sensazione che possa essere un buon thriller, durante lo svolgimento, si avverte ... ma poi la fine l'ho trovata un qualcosa da dimenticare assolutamente e, onestamente, ho accusato l'ora e quaranta di questo film come tempo buttato nella spazzatura.

Da dimenticare !

Kejhill  @  17/04/2012 18:36:05
   6½ / 10
Decisamente carino come film, non è decisamente nulla che passerà alla storia del cinema o che verrà ricordato negli annali, però il suo lo svolge decisamente bene.
Le scene inquetanti ci sono decisamente e la caratterizzazione dei personaggi è molto buona, forse la prevedibilità di qualche situazione lo penalizza un po a lungo termine.

gandyovo  @  13/04/2012 09:38:30
   6½ / 10
un buon thriller con splendida ed adattissima location. non sorprende ma tiene sempre in tensione ed effettivamente qualche scena è da ricordare. Apprezzabile

speXia  @  28/02/2012 23:01:18
   7 / 10
Trovo assolutamente perfetta la media dei voti di questo film.

Session 9 è un bell'horror psicologico, che nonostante qualche piccolo clichè (il luogo abbandonato che fa impazzire la gente, i disturbi di personalità), si lascia guardare più che volentieri, mantenendosi sempre su alti livelli di suspence.
Il film centra assolutamente i suoi obbiettivi principali. Il primo è senza dubbio quello di incutere ansia e claustrofobia, grazie soprattutto alla location inquietante e claustrofobica, le cui potenzialità sono sfruttate abbastanza bene (indimenticabile quando le luci iniziano a spegnersi una dietro l'altra, lasciando al buio il ragazzo nictofobo). L'altro obbiettivo è quello di mostrare la debolezza della psiche umana, e la potenza della suggestione su di essa. E infatti voci registrate, antiche storie ed elementi minacciosi (la sedia a rotelle) iniziano ad influenzare i nostri cinque amici, con conseguenze, ovviemente, non molto piacevoli.
Molto bravi gli attori, a mio parere il migliore è Peter Mullan. Ottima anche la fotografia, molto pulita e curata.

Il film ha solo un difetto, ma che in questo caso è piuttosto fastidioso: la sceneggiatura presenta molti punti interrogativi, sparsi durante lo svolgimento del film, che poi vengono chiariti nel colpo di scena finale. Questo, putroppo, è abbastanza prevedibile, anzi: a volte neanche i vari enigmi della trama riescono a suscitare curiosità, perchè la loro soluzione è facilmente intuibile.
Della serie "scommetto che succederà questo e in realtà..." e poi alla fine scopri che hai indovinato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Comunque, Session 9 è uno psico-horror ben riuscito, dall'atmosfera cupa e angosciosa.
Faccio notare che il film è stato girato con un budget minimo. Ecco cosa significa quando un regista ha talento.

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2012 14.20.18
Visualizza / Rispondi al commento
sirviazzo  @  08/10/2011 23:38:40
   5 / 10
Bella storia sviluppata malissimo, peccato

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  15/09/2011 14:44:17
   6½ / 10
L'atmosfera rarefatta, gli ampi corridoi, il senso d'isolamento, fino alle fotografie (probabilmente una citazione) sulle pareti, rimandano all'Overlook Hotel di Shining; e quel potere oscuro che, dimorando, sembra possedere memoria propria, e le menti e attraversare le generazioni.
Nel film, vengono solo suggerite le cause e gli effetti, non mostrati, della pazzia; uditi gli echi, intraviste le ombre. Attraverso varie suggestioni, tra le quali la voce del nastro ritrovato (un vecchio espediente horror, ma in "Session 9" assume un nuovo significato) funziona come una sorta di plettro da cui, inquiete, si propagano le altre personalitÓ, le altre voci, atrocitÓ familiari, le storie remote e attuali; varie suggestioni tra le quali quella sedia a rotelle, enigmatica e imperativa al tempo stesso, comune a tutti e vuota, come a minacciare un'imminente seduta, ma anche trono dove quel potere sembra stare da sempre assiso.
L'intuizione migliore del regista Ŕ forse quella di non volere definire: il concludere avrebbe circoscritto la vicenda alle sole personalitÓ coinvolte; e invece le sequenze finali la liberano, la ramificano, sopra tutti i luoghi, verso anche le epoche future.

Darksyders77  @  10/08/2011 22:39:23
   3½ / 10
Le aspettative di questo film prima della visione,erano positive.Dopo la visione,il mio personale giudizio è quello che è....assolutamente bocciato-Non lo consiglio a nessuno,è solo una perdita di tempo,tra noia,colpi di scena telefonati e inutili,come il finale-

bulldog  @  14/07/2011 19:35:05
   7½ / 10
Uno dei primi Anderson è un piccolo Horror low budget girato in un unica location.
Tra Shining e The Kingdom ma con una regia ancora acerba.
Discreto.

Manu90  @  14/07/2011 15:55:46
   6 / 10
Un buon horror, forse un pò sopravvalutato qui su filmscoop, ma comunque buono. Il finale onestamente non è che poi mi abbia colpito molto...sufficienza piena.

TheLegend  @  19/05/2011 23:30:46
   4½ / 10
Non mi spiego proprio come questo film faccia ad avere una media così alta,l'ho trovato del tutto inconcludente e ridicolo.
L'unico aspetto che affascina di questo film è il tema della personalità multipla ma viene trattato in maniera superficiale.
Particolarmente noioso e dal finale orribile.

kako  @  10/05/2011 03:28:44
   7½ / 10
trama intricata al punto giusto, l'ho visto un paio d'anni fa e ne ho un ricordo molto buono.. coinvolgente

magicrut  @  08/05/2011 20:05:36
   7 / 10
bel film, buona recitazione e trama.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  21/04/2011 02:28:28
   5 / 10
L'affascinante tema delle personalità multiple secondo me purtroppo non è stato sfruttato a dovere, né in maniera credibile. Fino a metà circa il film si lascia vedere volentieri, ma poi comincia a diventare quasi ridicolo: eventi inspiegabili si succedono, ma personalmente più che provare curiosità e inquietudine mi chiedevo "ma perchè tutto ciò?", mentre col salire della tensione i dialoghi diventavano sempre più banali e i personaggi più piatti. Per poi alla fine scoprire che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

giraldiro  @  05/04/2011 00:53:48
   6½ / 10
Ci sono vari aspetti di questo film, alcuni buoni, altri meno. L'ambientazione e alcune scene di tensione sono davvero notevoli; la trama, invece, lascia qualche dubbio, almeno per le idee che la caratterizzano.

Diciamo che manca di originalità.

BrundleFly  @  18/02/2011 10:33:21
   7 / 10
Un buon thriller che regala momenti di tensione soprattutto nella parte finale giocando tutto sull'ambientazione e sulla regia.
Non saprei che altro dire senza rovinare la visione agli spettori...guardatelo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  27/06/2010 15:22:38
   7½ / 10
Brad Anderson anticipa il suo miglior film (l'uomo senza sonno) con una pellicola ancor più disturbante,paranoica e ansiolitica,Session 9.
Un film graffiante,molti simboli nascosti,messaggi vocali terrorizzanti il tutto in un ambiente assolutamente claustrofobico e tenebroso.
Anderson riprende alcune tecniche gia utilizzate in Shining a mio modo di vedere,soprattutto per quanto riguarda la modalità dello svolgimento dei fatti.
Non per questo Session 9 è un film di poco conto,anzi,è certamente un film per palati fini,chi ama lo splatter cerchi altrove.
Il regista mostra chiaramente le debolezze della psicosi umana,con le sue debolezze e fragilità,le voci nella sessione 9 sono le nostre più interne schizofrenie e paranoie.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

farfy  @  20/06/2010 20:57:17
   6 / 10
Non mi è piaciuto...troppi buchi neri....e scene lasciate in sospeso....l'atmosfera è claustrofobica ma non coinvolge più di tanto....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/06/2010 23:54:03
   8 / 10
Non occorrono tanti soldi quando hai uno spunto di base buono, una buona scenggiatura e degli attori che sanno valorizzare al meglio i loro rispettivi personaggi. Il film di Anderson riesce veramente ad inquietare, sfruttando con un ottima regia, gli spazi interni offerti da un fatiscente manicomio che deve essere bonificato dall'amianto. L'abilità di Anderson è di non offrire punti riferimento certi, riesce a disorientare rendendo il film realmente disturbante, pervaso da un'atmosfera di minaccia indefinita pressochè costante. Complimenti ad Anderson, tanto di cappello.

-Uskebasi-  @  10/04/2010 23:50:59
   9 / 10
Voto uguale al numero della sessione per questo thriller psicologico atipico per palati fini. Un film cupo e inquietante con una colonna sonora perfettamente a tema. Storia divisa in 2 vicende, la principale dove avvengono i fatti, e quella apparentemente inutile nell'archivio dove di fatto però si svolge la spiegazione e il senso del film. Peter Mullan strepitoso in un personaggio scritto perfettamente. La parte finale è impeccabile e ci rivelerà la verità che in realtà era stata per tutto il tempo sotto i nostri occhi, già dalla scena in cui entrano nella stanza del manicomio con la sedia a rotelle.
Più di un elemento in comune con Shining, ma questo film è veramente un piccolo gioiello che a chi riesce vederlo brillare entrerà nella "mente", e difficilmente se lo scorderà.

La voce di Simon fa venire i brividi...



"Vivo nei deboli e negli umiliati"

El_Baro  @  22/03/2010 09:12:25
   7 / 10
Buon film sul "lato oscuro".
Ottime le atmosfere, sceneggiatura un po' zoppicante e fotografia televisiva.
Però nel complesso regge bene, ottimo per una serata tra amici.

desertoceano  @  08/03/2010 22:49:21
   2 / 10
uno dei film più inutili che io abbia visto nella mia vita, ma come diavolo fa ad avere una media così alta???

3 risposte al commento
Ultima risposta 05/05/2014 12.00.12
Visualizza / Rispondi al commento
James_Ford89  @  15/02/2010 01:24:20
   9½ / 10
Cosa ci si può aspettare da un regista che ha girato "L'uomo senza sonno?"
La risposta è ovvia! Una contorta mente in cui spesso ci ritroviamo, significative le bobine per capire il film e i suoi vari interpreti. Mezzo voto in meno per le recitazioni di Jeff ed Hank....

axel90  @  01/12/2009 16:12:15
   8½ / 10
Brad Anderson è un regista parecchio capace e me lo ha dimostrato con pellicole come "L'uomo senza sonno" e qualche puntate del bellissimo telefilm Fringe. Qui Brad si cimenta con un horror-thriller psicologico di grandissimo impatto. La tensione c'è, così come pure la buona prova degli attori, le ambientazioni inquietanti e una storia solida. Si giungerà al termine con un turbinio di colpi di scena che si susseguono a colpo d'occhio, anche se il finale non chiarisce molto, non facendo altro che donare ancora più mistero a questa pellicola.

simone p  @  21/11/2009 20:44:43
   6½ / 10
Nella prima parte non succede praticamente nulla.
L' ultima mezz'ora regala una buona dose di tensione.
Il finale non mi è del tutto chiaro...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Someone  @  11/11/2009 09:36:47
   7½ / 10
Uno dei migliori thriller che mi sia capitato di vedere negli ultimi tempi.
Ottime atmosfere di abbandono e decadenza.
Regia quasi televisiva, ma efficace. Qualche momento di tensione.

Consigliato.

John Carpenter  @  25/10/2009 01:11:10
   5 / 10
Non mi è piaciuto, la prima oretta è lenta e blanda e non è assolutamente convicente o minimamente interessante. Nel finale le atmosfere diventano più oscure e surreali ma non si capisce dove il film vuole andare a parare. Mi è piaciuto il taglio semi-documentaristico della vicenda e la prova del cast, ma manca la trama, il nesso, la sostanza, il succo della vicenda, della struttura logica. E' un film senza logica. Di Brad Anderson mi è piaciuto moltissimo L'uomo senza sonno che reputo un capolavoro, nonchè uno dei migliori incubi horror mai visti, neppure quello ha tanto senso ma è molto più intrigante di Session 9.

John.

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/11/2009 14.57.49
Visualizza / Rispondi al commento
Febrisio  @  11/10/2009 12:14:42
   7½ / 10
Come scrive la trama qui sopra....
Grande, imponente... abbandonato, diroccato....
L'atmosfera c'è tutta e Brad Anderson ci regala una ottimo thriller.

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/10/2009 00.38.13
Visualizza / Rispondi al commento
GodzillaZ  @  04/10/2009 15:20:48
   7 / 10
Thriller psicologico piuttosto difficile.
Mi è piaciuto per via delle buonissime interpretazioni, suggestive ambientazioni, e la storia crea sufficiente mistero da indurre a vedere il film per intero.
Però devo dire che non è molto chiaro. Si cerca di fare un parallelo tra la storia di Mary (schizofrenica reclusa nell' ospedale in questione) e quella dei 5 operai in senso psicologico, tutti hanno i loro problemi e si comportano/atteggiano di conseguenza "reinterpretando" le personalità di Mary.
Alcune cose non le ho capite, ma ho comunque apprezzato il film.

Lory_noir  @  13/08/2009 10:51:02
   5½ / 10
Non mi ha detto niente. Sono belle soltanto le scene in cui si ascoltano le sessioni delle sedute psicanalitiche di Mary Hobbes, tutto il resto è abbastanza imbarazzante... un filmetto da 4 soldi.

camifilm  @  11/08/2009 18:03:07
   7 / 10
Da vedere. Vivamente consigliato. Sono film che si perdono negli ultimi scaffali delle videoteche, perchè poco pubblicizzati... ma merita sul serio. Ambientazione, attori e storia tutto perfettamente costruito.
Consigliato.

marfsime  @  27/04/2009 17:54:57
   7½ / 10
Un film molto ermetico che di sicuro si fatica a capire all'inizio..probabilmente l'interpretazione sta in ognuno di noi..chiunque potrebbe riflettendoci bene darne una..di sicuro non è un film che piacerà a tutti..ma secondo me è un buon prodotto..buona regia..attori più che discreti..scenografia ottima con l'ambientazione all'interno del vecchio istituto psichiatrico..decisamente una location inquietante ed estremamente "malata". Merita sicuramente una visione.

Invia una mail all'autore del commento Aletheprince  @  26/04/2009 23:12:08
   6½ / 10
sfruttando un location che già da sola regala inquietudine ed angoscia, il film è sorretto dai sottili tratti psicologici dei protagonisti, accompagnati dal terrorizzante nastro casualmente ritrovato fra le polveri d'archivio.
ben congegnato, ma un po' ipocrita nelle scelte.
vale la pena una visione notturna.

Zurlistuta  @  24/04/2009 09:27:02
   3 / 10
Quasi privo di senso. poi devo cercare la spiegazione.....

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/05/2009 22.22.36
Visualizza / Rispondi al commento
hellknight2  @  17/04/2009 13:50:12
   8½ / 10
Un horror decisamente inquietante che non ho trovato affatto noioso. Il regista si dimostra molto abile nel creare tensione senza che accada nulla e il finale è ottimo.

risikoo  @  10/04/2009 23:36:51
   8 / 10
Bella sorpresa quando vidi questo film. Affascinante e inquietante la location, ritmo scandito dal passare dei giorni. Un esempio come si possa fare un bel film con pochi mezzi ma idee valide.

Due considerazioni:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/01/2013 09.38.25
Visualizza / Rispondi al commento
Alex2782  @  20/03/2009 18:18:39
   1 / 10
insulso!

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/05/2009 22.21.54
Visualizza / Rispondi al commento
Tuonato  @  08/03/2009 23:45:19
   8½ / 10
Thriller psicologico disturbante e suggestivo.
Un manicomio abbandonato da ristrutturare e cinque operai che devono completare il lavoro in una settimana. E, nel corso della settimana, ognuno di essi mostrerà una patologia differente con cui confrontarsi.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Non trovo risposte per alcune situazioni


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ma nel complesso credo che la sceneggiatura sia formidabile e che ogni tassello occupi il proprio posto a fine proiezione.
Applausi per Anderson.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/03/2012 00.06.12
Visualizza / Rispondi al commento
VinLet  @  27/02/2009 13:11:58
   9 / 10
I voti bassi..che non merita assolutamente..gli si danno perchÚ non Ŕ un film da tutti

Thriller psicologico di un certo spessore..davvero ottimo..e soprattutto di non facile interpretazione

In una settimana bisogna ristrutturare un vecchio manicomio..ed ecco che dai detriti..emergono oggetti misteriosi..affiorano antiche veritÓ..accadono eventi inspiegabili

E' perfetto..coinvolge..affascina..inquieta..crea tensione..suspance..il tutto avvolto da atmosfere cupe

Magari..per schiarirsi di pi¨ le idee..va guardato una seconda volta..ma Ŕ un'eccellente pellicola

Consigliatissimo..ma bisogna saperlo apprezzare!!!!

clint 85  @  13/11/2008 00:02:32
   4 / 10
Penoso.

2 risposte al commento
Ultima risposta 26/08/2010 02.37.15
Visualizza / Rispondi al commento
DarkRareMirko  @  09/11/2008 10:59:27
   7½ / 10
Gran bel thriller psicologico con venature horror (non famosissimo purtroppo) girato ottimamente in digitale.

La regia è davvero ottima, la storia e la sceneggiatura molto ben realizzate ed interessanti, ma alla fin fine sono molto ma molto più semplici nella risoluzione di quanto possa sembrare (vedi secondo punto dello spoiler a tale proposito).

Molto buono il cast, nella maggior parte proveniente da serie tv come CSI (tra di essi il più famoso è senza dubbio David Caruso, protagonista dell'ottimo serial CSI Miami; tra l'altro lui disse di aver notato qualcosa di strano nel luogo dove il film veniva girato, ma di non aver detto nulla subito perchè altrimenti la gente lo avrebbe preso per pazzo).

Ad ogni modo un signor thriller, capace di suscitare nello spettatore ottimi momenti di paura e tensione giocando e facendo leva non su violenza esplicita, non sui mostroni di turno, ecc., ma praticamrente solo relativamente alla complessità della mente umana.

Consigliato; ingiusto il poco successo ottenuto, soprattutto in Italia, riguardo alla pellicola.




Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

pinhead88  @  06/11/2008 13:13:48
   6 / 10
un thriller abbastanza intrigante e misterioso che non sembra per niente americano.La storia può essere interessante ma sono evidenti alcuni buchi di sceneggiatura che non fanno comprendere bene alcuni tratti..ha un buon ritmo però a mio avviso si poteva fare meglio

Suskis  @  16/10/2008 16:31:03
   8 / 10
Un film che ho visto e rivisto varie volte. Mi ha sempre preso molto e lo ritengo un gran thriller. Gli attori sono molto bravi e l'atmosfera viene resa benissimo. In più di un momento mi è parso di essere lì veramente!
Ho anche apprezzato gli extra del dvd dove si spiega di più della incredibile ambientazione.

laconico  @  04/10/2008 19:54:14
   8 / 10
Cadenzato e terribile, storia di un manicomio che attrae i suoi ex ospiti anche dopo la sua chiusura, epopea della malattia mentale. Misterioso e originale.

Dave75  @  03/10/2008 09:51:19
   3½ / 10
Non avevo mai visto un film cosi inutile Ŕ senza senso senza capo nŔ coda senza colpi di scena praticamente piatto.

Peccato annoveri un'attore del calibro di David Caruso.

4 risposte al commento
Ultima risposta 29/03/2012 00.08.26
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  25/09/2008 15:54:44
   6½ / 10
Nella prima oretta bisogna portare un po’ di pazienza e ascoltare bene cosa dicono i personaggi, l’ultima parte del film invece si mantiene discretamente bene con una tensione tutto sommato accettabile. Però poteva essere migliore e la trama non è niente di speciale. Secondo me è più thriller che horror.

Tautotes  @  21/09/2008 11:41:09
   7½ / 10
Non posso che dare un giudizio positivo a questo film. Lo vidi tempo fa, ma secondo me rimane uno dei thriller psicologici meglio riusciti.

Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  21/08/2008 19:10:02
   7½ / 10
Horror (?) dai forti connotati psicologici, che si propone di scandagliare i recessi più riposti e travagliati della psiche, mostrando i lati oscuri di un soggetto "insospettabile". Il manicomio, nell'architettura intricata della trama, si presenta come una sorta di "locus" contenente simbolicamente l'insieme delle esperienze più atroci e indelebili dell'individuo, le quali costituiscono un passato a cui non si può sfuggire e che ineluttabilmente ritorna con un impeto prorompente e inarrestabile. L'edificio, pur essendo abbandonato, è sempre lì e non può essere rimosso, così come non possono essere rimosse, al livello inconscio, gli eventi che hanno segnato le nostre esistenze. L'uomo, secondo la teoria del "buon selvaggio", non nasce malvagio ma lo può diventare se le esperienze di vita all'interno del contesto sociale in cui è calato lo contrassegnano al punto da deviarne la personalità degenerandola. Ecco che alla luce di questa considerazione, e soprattutto alla luce dei laceranti fatti pregressi che connotano negativamente il passato di un soggetto, questi, ancorchè assassino, assume ai nostri occhi un'immagine diversa da quella che superficialmente appare a chi non conosce tali fatti.
Anderson è abile nel dare risalto al sostrato mnestico dell'omicida che si nasconde nel gruppo di lavoro installatosi nell'edificio, stabilendo un'ideale collegamento con la vicenda di una ragazza, la cui dolorosissima tragedia familiare continua a vivere nel manicomio permeandone ogni angolo. In questo drammatico crescendo dello sviluppo psicologico dell'individuo deviato, Anderson è altresì abile nel creare un'atmosfera di tensione che si fa sempre più palpabile, dando vita ad alcune sequenze davvero degne di nota.
Un film che mi ha sorpeso positivamente e che consiglio a tutti gli appassionati del genere Thriller/horror psicologico.

manera4  @  20/08/2008 22:06:19
   7 / 10
Ok ok....non è certo il miglior film sui manicomi se paragonato a colosal come Qualcuno volò sul nido del cu****, ma questo film si difende con grande tenacia e spolvero di idee meritevoli, vista l' assenza di grandi nomi cinematografici. Bello soprattutto per la scelta di colpire i personaggi attraverso le loro patologie.

Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  07/07/2008 17:55:57
   7 / 10
Il mio pensiero è esattamente quello di Aztek.
Lentuccio nella prima ora, indubbiamente acquista fascino man mano e può anche arrivare a regalare qualche punta di angoscia negli sprazzi finali, però non viene del tutto concluso.. come appunto l'esempio delle registrazioni, andavano decisamente sviluppate e spiegate meglio.

Un film un po' pazzoide come il tema affrontato.. affascinante nel complesso.

{peccato per quell'orrenda e detestabilissima ripetizione di una-due-tre note che diventa uno stillicidio.}

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
bad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnboterocaterina
 NEW
cats (2019)
 NEW
cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of space
 NEW
criminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittlefabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo natale
 NEW
il richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la mia banda suona il popla ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le opere
 NEW
l'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lontano lontano
 NEW
lourdes (2019)lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estate
 NEW
permette? alberto sordipiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia dĺarteunderwatervilletta con ospiti

999026 commenti su 42955 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net