phenomena regia di Dario Argento Italia 1985
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

phenomena (1985)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PHENOMENA

Titolo Originale: PHENOMENA

RegiaDario Argento

InterpretiJennifer Connelly, Daria Nicolodi, Dalila Di Lazzaro, Patrick Bauchau, Donald Pleasence, Fiore Argento, Federica Mastroianni, Fiorenza Tessari, Mario Donatone, Davide Marotta

Durata: h 1,50
NazionalitàItalia 1985
Generehorror
Al cinema nel Luglio 1985

•  Altri film di Dario Argento

Trama del film Phenomena

ennifer, una ragazzina americana con la straordinaria capacitÓ di "comunicare" con gli insetti, si trova in un collegio di Zurigo per studiare. Ma tra le verdi e tranquille vallate, si aggira un pericoloso maniaco necrofilo che uccide le ragazzine e nasconde i loro corpi...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,45 / 10 (183 voti)7,45Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Phenomena, 183 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

krystian  @  10/09/2018 10:28:31
   8 / 10
Nel complesso un film abbastanza coinvolgente e caratterizzato da atmosfere davvero suggestive e inquietanti, molto bella anche l'ambientazione e la colonna sonora (benché a tratti risulti troppo metallara, quindi un po' esagerata ai fini). La storia è molto intrigante, anche se avrei evitato il "personaggio" dello scimpanzé!
La giovane Jennifer Connelly dona al tutto un tocco in più.
Finale buono ma nulla di eclatante.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Dolente  @  28/07/2018 18:37:04
   6½ / 10
Rivedere un film a distanza di tanti anni, soprattutto se lo si è apprezzato, non è quasi mai una buona idea: la conoscenza pregressa e lo spirito critico affinato difficilmente possono rivalutare l'opera in corso di visione.
Tra i pregi va sicuramente annoverato il senso estetico del regista per le atmosfere, in questo caso sospese tra fiaba nera e horror puro; anche la protagonista, una buona Jennifer Connelly giovincello e spavalda, dà il suo contributo.
Il problema vero del film risiede nel tentativo infelice, da parte di Argento, di sfumare la vicenda nel weird: la seconda metà diventa un accrocco di scempiaggini inenarrabili che trovano il loro culmine nel trittico "avvocato-scimmietta-mostriciattolo".
Non un grande film, anche se permangono dei rimasugli di un professionista che ha fatto scuola all'interno del cinema di genere.

alessio.b  @  02/07/2017 11:51:22
   5 / 10
Grande delusione questo film di Argento, che considero un grande regista ma che in questo caso mi sembra abbia lavorato molto al di sotto delle sue capacità. Dal dizionario dei film horror di Salvagnini leggo: "Ottimo e puro Argento, in grado di convertire difetti in pregi, facendo giocare a proprio vantaggio le potenziali incongruenze narrative, trasformate, grazie a una sbalorditiva capacità di girare sequenze suggestive in una potente narrazione onirica che arricchisce una trama lineare..."ecc. Purtroppo in questo caso i difetti sono molti, e tra questi sicuramnte le incongruenze narrative. Ma se nel capolavoro SUSPIRIA queste erano davvero messe in secondo piano da una sbalorditiva capacità di creare sequenze spettacolari, in PHENOMENA sono proprio queste scene a mancare. Sequenze degne del milgior Argento qui mancano, e la regia risulta spesso piatta, quasi sciatta. Soprattutto nelle tante sequenze di raccordo tra un evento e l'altro, nei dialoghi tra i personaggi, tutti molto lenti, girati quasi contro voglia. C'è poi troppa carne al fuoco, e troppi punti che sembrano fini a se stessi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sestri Potente  @  18/04/2017 13:42:21
   5½ / 10
Le aspettative erano tante, peccato però che il trash tocchi dei livelli molto alti.
Ha ragione chi ha scritto che è il film di Argento più rappresentativo degli anni '80 (splatter, magia, dialoghi, etc...) ma anche l'interessantissima colonna sonora dei Goblin è stata gestita malissimo.
Tuttavia, il livello di tensione si mantiene sempre alto, e la mano del regista si vede.
Curiosa la scena del figlio girato che si ispira sfacciatamente a Don't Look Now!

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/04/2017 22.34.17
Visualizza / Rispondi al commento
camifilm  @  10/04/2017 11:28:54
   5½ / 10
Invecchiato male. La recitazione oggi è proprio cambiata. E basta con queste ragazzine urlanti che si vede lontano un miglio che si tratta di un doppiaggio.
La musica usata a creare ansia (trucco vecchio) e un buon finale.
Bella colonna sonora, anche se inserita male nel film, in molti momenti.

Un film che si può vedere solo per le scene considerate cult. Come il finale.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Baby Birba  @  22/09/2016 17:49:48
   4 / 10
Il fenomeno più inspiegabile è come questo film sia entrato in casa mia.

Colibry88  @  23/08/2016 13:01:17
   8½ / 10
Ho sempre amato questo film di Argento. Interessante la trama, l'idea della connesione della protagonista e gli insetti (che poi le salvano la vita nel finale da brivido!). Ottima la performance di Daria Nicolodi. Poi c'è il grande Donald Pleasence...che dire!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bel film davvero!!

Mildhouse  @  27/07/2016 00:04:51
   6½ / 10
Avrei voluto farmelo piacere un pò di più questo film di Dario Argento, dato che sin da piccolo ne avevo sentito parlare con tanto fervore e ammirazione da chi più grande di me, inoltre ero impaziente e non poco curioso di visionare un film di quello che viene considerato il maestro dell'horror italiano.Purtroppo ,con tutto lo sforzo non si può dire che mi sia rimasto impresso.La scoperta dell' assassino è repentina e sicuramente (almeno per me) inaspettata, tuttavia Argento non insinua il dubbio nello spettatore, il quale non viene quasi mai sviato o attirato da determinati particolari fuorvianti se non in rarissime occasioni : in questo contesto dunque chiunque può essere il colpevole, ma così si impedisce allo stesso spettatore di essere in grado di speculare qualcosa, poichè nessun personaggio sembra mostrare atteggiamenti sospetti. Ecco che allora nel momento in cui si rivela il killer, non si rimane poi tanto di sasso.

DitaAppiccicose  @  06/06/2016 20:53:29
   8½ / 10
E' opinione di molti, me compreso, che "Phenomena" sia l'ultimo grande film di Dario Argento, che in seguito avrebbe a poco a poco perso la sua visionarietà fino a far scadere i suoi lavori ad un livello qualitativo imbarazzante.
Così come "Profondo rosso" era stato un giallo a tinte horror, "Phenomena" si può dire che sia il contrario: è un horror contenente diverse scene splatter, molte mostruosità

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sono ascrivibili al genere horror le scene degli omicidi, la decapitazione dell'avvocato o

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

C'è però anche la componente da film giallo in quanto fino a quasi alla fine bisogna scoprire chi è l'assassino.
Il film, come detto, è ancora tra quelli di ottimo livello; non raggiunge le vette rappresentate da "Profondo rosso" o da "Suspiria" ma non sta troppo sotto, in virtù di una trama con meno falle del solito, di una recitazione sopra i bassi livelli medi dei film di Argento, della solita ottima regia, di una colonna sonora non sempre perfettamente calzante ma nel complesso azzeccata.
Per contro trovo che la fotografia non sia al livello di quella di "Suspiria" ( e vabbè... ) e che il finale sia un po' affrettato. Bisognerebbe dire in realtà "i finali" perchè anche in "Phenomena" come in "L'uccello dalle piume di cristallo", "Profondo rosso" o "Tenebre" c'è il doppio finale che in questo caso è pure triplo. "Phenomena" pesca da alcuni film precedenti di Argento ( oltre che da "Profondo rosso" e "Suspiria" anche da "Inferno" ) ma diventa esso stesso modello per altri film successivi non solo suoi.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  02/05/2016 14:28:10
   7½ / 10
Phenomena è la sintesi del primo Dario Argento, quello migliore, quello visionario che tanti ci invidiavano e che purtroppo si è perso. Una trama thriller tipica dei suoi gialli ed un contesto che riprende molto le suggestioni horror/fiaba nera di Suspiria con una Connelly che rimanda alla memoria la stessa Harper. UN ibrido riuscito sia pure con qualche imperfezione, ma è ancora un Argento nel momento migliore della visionarietà, nel riprodurre quelle atmosfere malate ed inserendo l'elemento fantastico (il legame telepatico Jennifer/insetti) con il giusto equilibrio. Buona la colonna sonora anche se a volte il suo connubio con le immagini mi è sembrato fuori contesto.

TheLory  @  29/03/2016 21:58:39
   7 / 10
Visto uno di Argento, visti tutti. La trama è sempre quella: l'assassino che li fa fuori uno alla volta col solito coltellaccio. Però rispetto a Suspiria, qua almeno ci sono dei veri attori e il Dario si è messo d'impegno a girare.
Brava l'imberbe Connelly, piaciuta.
Ottimi come sempre i Goblins, c'entrano niente invece I Maiden, se li poteva risparmiare.
Bravi anche gli insetti e la scimmia. Anche le montagne svizzere e i boschi, mica da ridere.

Acrossdark  @  20/03/2016 16:32:43
   10 / 10
Ennesimo capolavoro di DARIO ARGENTO.

GianniArshavin  @  16/10/2015 14:05:30
   7½ / 10
Ho visto per la prima volta Phenomena parecchi anni fa e sinceramente mi deluse davvero molto, troppo illogico e lento per i gusti di un ragazzo non ancora abituato a giudicare un film in tutte le sue componenti.

In questi giorni ho deciso di concedere una seconda chance al film ed è stata decisamente la scelta giusta.
Phenomena non è un lavoro esente da difetti , ma possiede una serie di pregi che compensano non poco le lacune.
In primis la storia è avvolta in un'atmosfera inquietante e magica allo stesso tempo. Argento decide di ambientare tutto in una maestosa e sinistra scuola immersa nei selvaggi boschi svizzeri e questa scelta risulta vincente per trasmettere un senso di pericolo e solitudine perenni.è vero che questa impostazione potrebbe ricordare l'ambientazione di Suspiria molto da vicino , ma in questo caso vale il detto "squadra che vince non si cambia".

La trama , malgrado assurdità clamorose e qualche rallentamento nella parte centrale , risulta piacevole e accattivante e vive il suo picco nel delirante finale terrorizzante e strampalato allo stesso tempo. Personalmente avrei tolto la componente soprannaturale riguardante gli insetti , ma in un certo senso il potere della protagonista aumenta l'aspetto favolistico della storia.

Un plauso va fatto alla giovanissima Jennifer Connelly , già talentuosa e bellissima all'epoca. Benino anche la Nicolodi mentre Pleasance è un po sprecato.
Superba la colonna sonora (i pezzi metal sono energici ma forse fuori contesto) , con i temi principali belli come nei film migliori del regista. Buona la fotografia e dietro la mdp Argento dimostra sempre una maestria innegabile.

In definitiva una pellicola realizzata verso la conclusione del periodo d'oro di Argento , che da li a 5-6 anni avrebbe intrapreso una parabola discendente che continua tuttora. Tuttavia nonostante i buchi di sceneggiatura e un ritmo a tratti blando Phenomena resta un film di grande impatto e dalle idee interessanti che sa regalare ancora sani brividi.

Filman  @  09/10/2015 13:38:13
   6½ / 10
Horror di tocco ma non troppo, PHENOMENA evolve il mondo orrorifico di Dario Argento non a livello concettuale ma solo all'interno della sfera estetica, perdendo la forza sensoriale di un impatto surrealistico per trasmettere un senso di terrore e angoscia superficiale e visivamente diretto, condito da quella martellante atmosfera che fa da suggestiva padrona, ma altrettanto guidato da una storia semplice e sfruttata con sufficienza che lascia che a spiccare siano le scene paurose e d'alta tensione funzionanti per il complesso poco credibile ma in più occasioni coinvolgente com'è tipico delle pellicole del regista, vittime di cadute di stile e cali qualitativi evidenti in singoli frangenti che lasciano il tempo che trovano smontando tutto ciò di buono che la passione e la perversione ostentata di Argento hanno da offrire.

alex94  @  29/04/2015 14:37:39
   7½ / 10
Buon film diretto da Dario Argento nel 1985.
Quello che secondo me rende unico ed interessante il film non è tanto la trama comunque piuttosto coinvolgente e piacevole da seguire,ma l'attenzione e la cura con cui il film è realizzato.
La regia è ottima e non manca di stupire nelle splendide sequenze notturne nelle quali la ragazzina sonnambula interpretato da una bravissima Jennifer Connelly vaga intorno al collegio.
La recitazione in generale (esclusa naturalmente la Connelly ed un sempre bravo Donald Pleasence) non è particolarmente esaltante e questo forse è proprio il più grosso difetto del film.
Da ricordare anche la colonna sonora,che personalmente reputo una delle migliori di sempre,abbastanza presenti e ben realizzati gli effetti splatter.
Da vedere assolutamente,lontano anni luce da capolavori come "Suspiria" e "Profondo Rosso" ma pur sempre un horror molto curato ed interessante,imperdibile per chiunque ami questo genere.

antoeboli  @  15/04/2015 19:15:53
   7½ / 10
Per alcuni l'ultimo film decente di Argento , per me un buon horror /thriller con dosi di fantasy riuscito a metà.
Musica e cast eccezionale , ma la regia attenta di Argento va scemando con momenti lenti , dove per la prima ora non succede praticamente quasi nulla .
Si riprende alla grande con la seconda parte e con un finale fantastico . Effetti speciali di Sergio Stivaletti come al solito al bacio , per quanto concerne quel periodo , dove lo splatter quello bello abbondante lo si vede solo nelle ultime scene .


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  16/02/2015 00:45:11
   6½ / 10
Il declino del regista è iniziato. Alcune buone idee, qualche scena cult, la solita ottima colonna sonora. Ma non mi ha entusiasmato.

Lory_noir  @  02/01/2015 12:06:38
   7 / 10
Un Dario Argento ancora in buona, se non ottima, forma. Ricorda Suspiria ma non al punto da semrbarne una brutta copia. Le musiche sono forti e ansiogene come quelle a cui Argento ci ha abituato e la storia è abbastanza originale. Promosso.

horror83  @  01/11/2014 09:43:01
   8 / 10
Molto bello questo film.
Uno dei film migliori del maestro Dario Argento!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Italo Disco  @  21/08/2014 18:51:59
   8½ / 10
Horror con grande sfoggio di sangue ed effetti splatter che mi ha piacevolmente colpito per l'uso naturalistico dei paesaggi svizzeri che infondono una certa inquietudine, in questo caso bravissimo il direttore della fotografia Romano Albani. Una giovine Jennifer Connelly si barcamena fra sonnambulismo, incubi ad occhi aperti e in un predatore di fanciulle, trovando riparo nel sempre eccelso Donald Pleasence e amicizia negli animali, in particolare gli insetti, piuttosto che nella bieca preside del collegio (Dalila Di Lazzaro) e nelle perfide coetanee scolastiche. Il ciclo delle situazioni scorre con sveltezza e la storia sembra ricordare SUSPIRIA per l'ambientazione collegiale, anche perché a inizio film Argento fa da speaker presentando la protagonista come nel film del '77, tuttavia la differenza fra i 2 film è abbastanza netta; anche questo è un film dell'orrore ma non ci sono più i giochi di luce e di colori come nel precedente e si respira di più aria da thriller anche se non mancano fenomeni paranormali come l'attacco delle mosche, ben realizzati in questo senso gli effetti visivi. Qualche tocco di umorismo (l'infermiera che non si sveglia neanche con le cannonate....) e l'amabile presenza della scimpanzé Inga. Una variopinta colonna sonora (Simon Boswell, Goblin, Fabio Pignatelli, Claudio Simonetti, Bill Wyman, Iron Maiden, Motorhead, Andi Sex Gang [dei Goblin e di Simonetti le mie musiche preferite]) e un finale incalzante con una Nicolodi che va fuori giri in un interpretazione esagerata. A proposito della fine, l'identità del killer mi ha fatto venire in mente NIGHTMARE 3 - I GUERRIERI DEL SOGNO, in pratica il metodo del concepimento di Patau e di Freddy in qualche modo combacia. Nel cast artistico ci sono anche Mario Donatone e il futuro divo delle serie tv anni 2000 Kaspar Capparoni qua ancora Gaspare. 11° posto nel box office italico 1984/85.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/09/2014 15.09.17
Visualizza / Rispondi al commento
Mic Hey  @  21/03/2014 21:38:01
   9 / 10
Suggestivo fanta-horror che cuoce lo spettatore a fuoco lento e gioca le sue carte migliori nel finale (come è giusto che sia).. e che finale !
-Buona la colonna sonora in parte heavy-metal
-Bravi gli interpreti
-Stupenda la fotografia e il paesaggio
-Efficaci le scene da "salto sulla sedia"
-Qualche buco di sceneggiatura

Che altro dire.. un prodotto competitivo e internazionale(grazie anche alla partecipazione di attori americani)
Da vedere e rivedere

SeveritÓ  @  01/01/2014 22:40:07
   8 / 10
Ciao bimbi e rieccomi dopo una lunga pausa dalle recensioni. Questa volta cercherò di essere più completo, più profondo... insomma più di tutto. Quindi benvenuti al primo capitolo del CinemaCultura. Phenomena è un film del 1985 diretto da Dario Argento, ed è considerato da molti un film spartiacque nella filmografia di Argentiana. Perché da questo film in poi il Darione Nazionale incomincerà a fare ****** (almeno per voi), a parte l'episodio di 2 Occhi Diabolici. Incomincierà a far vedere più effetti, più sangue, insomma più splatter. E un mix di generi questo film, che spazia tra il fantasy, il thriller e l'horror. Questi elementi li abbiamo già visti (anche se in maniera sperimentale) egregiamente in Suspiria. La regia di questo film e la classica Argentiana dei tempi d'oro (e presente anche la Steadycam. Credo che Argento la usa la prima volta in questo film). La colonna sonora contiene anche pezzi metal (tra i quali gli Iron Maiden e i Motorhead) che mi sono piaciuti agli sbotti. Jennifer Connelly e Donald Pleasence spiccano su tutti, un po sottotono l'attore che fa il commissario e brava la scimietta. Cioè bimbi non avete idea dei rasponi quando la scimmietta fa quella cosa sul finale. Tirando le somme è un film in cui Argento fonde il suo vecchio stile (usato fino a tenebre) a quello nuovo che userà da questo film in poi. Ma tutto sommato il film e bello.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/09/2016 23.52.47
Visualizza / Rispondi al commento
Oh Dae-su  @  13/11/2013 16:11:44
   7 / 10
Thriller, Horror, Fantasy.. questo film racchiude diversi generi, e al sottoscritto è piaciuto.

Trama non originalissima, ma grazie ai risvolti soprannaturali, ed al legame costante con la natura della protagonista, riesce a differenziarsi dalla massa e a prendere una piega particolare.
Un bel classico dell'horror made in Italy.

CyberDave  @  10/11/2013 02:10:01
   7 / 10
Film che sta un po nel mezzo della filmografia di Argento, assolutamente al di sotto dei capolavori del regista e assolutamente sopra alle porcherie degli ultimi anni.
La storia è abbastanza classica, killer che uccide delle ragazzine, indagini della protagonista e conclusione degna di nota.
Bella l'interazione uomo-natura che porterà alla conclusione della vicenda, interessante le nozioni sugli insetti di Pleasence (sempre un piacere vederlo) e alcune scene davvero sopra le righe.
Da vedere se appassionati di Argento, altrimenti consiglierei di fermarsi ai capolavori degli anni precedenti.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  29/08/2013 10:44:19
   7½ / 10
Rientra tra gli unici tre o quattro film degni di tale nome realizzati da Argento nella sua carriera. Un originale mix tra fantasy e horror che ha il suo punto di forza nelle atmosfere e nell'ambientazione.

Spotify  @  12/07/2013 03:15:18
   7 / 10
Stavolta se pur si tratti dell'ennesimo film di argento in cui c'è un assassino qui almeno le cose cambiano un po'. Perchè non è il solito giallo di argento che conosciamo ma stavolta ci troviamo di fronte a un horror molto particolare in cui l'assassino è quasi messo in 2° piano mentre si vede bene il rapporto tra la connelly e gli insetti. Buon film ma non chissà che e anche ( a mio parere, ma penso anche per altre persone come si legge nei commenti sottostanti ), il penultimo buon film di Argento.

MonkeyIsland  @  21/06/2013 12:32:35
   7½ / 10
Gran film!!
Brava la Connelly e bambino veramente pauroso!!
Sviluppo narrativo buono ma ci sono diverse forzature.
Comunque da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  19/02/2013 14:46:15
   6½ / 10
Eccomi qui a commentare il terzo di film di Argento che vedo ( profondo rosso e suspiria i primi).
Se è vero il detto che "tre indizi fanno una prova" , adesso non posso più negarlo : Argento non sa mettere in piedi una trama che sia un pò articolata e soprattutto cala a picco nelle seconde parti delle sue pellicole.
Il pregio più grande di questo film è la presenza della bellissima e bravissima Connelly, la quale fa già emergere il suo grande potenziale di attrice.
L'unica che riesce a spiccare in mezzo a tante artificiose interpretazioni, spesso fredde e mai empatiche con lo spettatore che guarda.
La colonna sonora non è brutta ,anzi è molto bella, ma i pezzi metal non accompagnano adeguatamente alcuni momenti.
Passiamo al film vero e proprio.
Argento ormai segue la solita scaletta prestabilita: assassinio efferato ( molto buono il primo), arrivo del protagonista, secondo assassinio efferato, scene pressocchè inutili ai fini della trama, terzo assassinio efferato e poi smascheramento del villain ( non prima di aver proposto alcune scene assurde).
Sembra di rivedere profondo rosso e suspiria, anche se cambiano interpreti e location.
In verità il film parte molto bene perchè pone le basi su un tema "particolare" come quello della natura e dell'interazione uomo-natura nelle sue molteplici sfaccettature.
Abbiamo la bella jennifer che ha un rapporto quasi "simbiontico" con gli insetti che la circondano, ma purtroppo ella soffre di sonnambulismo "visionario" che le permette di "vedere" cose a cui altri sfuggono.
L'entomologo è anch'esso una persona che ha ricevuto molto dalla natura, ma che ha anche dovuto restituire: è molto famoso ed è una mente brillante, ma purtroppo un incidente gli ha portato via l'ausilio delle gambe, costringendolo alla sedia a rotelle.
INoltre :

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma tutte queste tematiche " interessanti" vengono soltanto sfiorate, o lasciate intuire.
Non viene sviluppato niente, e ciò rende la vicenda a mio parere un pò vuota.
Ed è un vero peccato: le basi del film c'erano veramente tutte.
Argento però riesce nel suo intento soltanto in qualche scena:
1- la mia scena preferita è stata quella del pupazzo nella camera del figlio ( troppo inquietante).
2- belle anche le ricorrenti scene delle fronde degli alberi che vengono scosse dalle folate di vento nella notte, le quali sono quasi un sintomo di qualcosa di sfuggente, di indefinito e di pericoloso ( altra sfaccettatura della natura).
3- La prima apparizione del bambino affetto dalla sindrome di Patau.
Penso che però Argento distrugga quello che ben aveva costruito nella prima parte, regalandoci una mezz'ora finale totalmente alluccinante di incongruenze e di scene senza un motivo plausibile ( vedi spoiler).
Film che io personalmente consiglio dalla produzione di Argento, ma che credo non sia un capolavoro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ferzbox  @  17/02/2013 15:09:49
   6½ / 10
Con "Phenomena" si stava verificando quel calo di Dario Argento che nel corso del tempo sarebbe peggiorato sempre di più,fino ad arrivare a quella mediocrità che ben conosciamo oggi.
Questa pellicola insieme ad "Opera" fa un pò da ponte,nel senso che ancora non parliamo di un risultato distruttivo,però rispetto ai film precedenti perdeva senz'altro in qualità.
Fotografia più scarsa,montaggio meno convincente e attori più impacciati(tranne la Connelly che si è comportata decentemente).
Tuttavia,anche se si nota un peggioramento,alcune scene si salvano e la sceneggiatura richiama ancora quel Dario Argento che ci aveva impressionato precedentemente...
Ancora accettabile.

steven23  @  03/02/2013 20:08:54
   8½ / 10
Al pari di Profondo Rosso, Phenomena rappresenta per me il meglio della carriera di Dario Argento. Una carriera che, dopo questa pellicola, ha iniziato una preoccupante parabola discendente.
Qui era ancora al meglio: horror, suspence e una spruzzata di fantasy con l'aggiunta del ruolo fondamentale riservato agli insetti. E poi il cast, tra i quali la bravissima e bellissima Jennifer Connelly che ricopre ottimamente il suo primo ruolo da protagonista.

Son Goku  @  03/02/2013 18:24:37
   8 / 10
Un gran bel film. Diretto ottimamente, effetti speciali molto buoni ed attori bravi

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  02/01/2013 01:19:05
   8 / 10
L'ultimo capalavoro di Dario Argento, prima del tristissimo declino.
La trama è ben congeniata, l'atmosfera tra l'horror e il fantasy d'applausi, la giovanissima Connelly è molto brava (così diversa dalle insulse e piatte "girls" degli horror contemporanei) e ci trasporta in un mondo di paure e sogni.

Il finale non si dimentica più!

prof.donhoffman  @  29/11/2012 13:19:04
   8 / 10
Giallo, fantasy, horror ... Il film più disney di Argento. Gli animali non solo contribuiscono a risolvere il caso ma interagiscono direttamente con la protagonista come farebbe un topolino con cenerentola Spoiler.
Per certi versi davvero molto originale anche se qualche scena è stata copiata da A venezia un dicembre rosso shocking.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

BlueBlaster  @  12/10/2012 17:16:54
   6 / 10
Gli do la sufficienza solo per due motivi: la protagonista è la bellissima e bravissima Jennifer Connelly e la regia molto valida di Dario Argento.
L'inizio segue il plot base già rodato con "Suspiria" ossia giovane americana che va in un collegio esclusivamente femminile in Europa centrale (tra boschi e vento).
Parte centrale da thriller lento, soporifera e con dialoghi insulsi...
Finale in stile più horror ed in alcuni punti direi disgustoso!
Come pregi aggiuntivi direi che la colonna sonora è bellissima, anche se non capisco il senso di alcuni pezzi heavy metal (Iron Maiden pure).
Buona la fotografia e sopratutto le scenografie...come regia Dario Argento è stato molto bravo ma il montaggio è stato fatto con l'accetta!
Non parliamo poi della sceneggiatura che non mi è piaciuta per niente...tirando le somme non mi è piaciuto, un ?horror? che andava bene 30 anni fa forse.
Lontanissimi da Suspiria purtroppo anche se è il preferito del regista.

gemellino86  @  26/09/2012 16:30:25
   8 / 10
Inferiore a "Profondo rosso" e "Suspiria" ma rimane un thriller riuscito. Una Connelly adolescente per un film inquietante. E poi c'è il grande Pleasance famoso per la saga di "Halloween". Da vedere.

Manticora  @  21/09/2012 11:00:49
   5½ / 10
Ho sempre pensato che Dario Argento fosse un regista sopravvalutato, la riprova che praticamente tutti i suoi film seguono uno stile che è praticamente rimasto identico negli anni, e questo non giova, perchè se negli anni 80 la caratterizzazione dei personaggi e la sceneggiatura di un film horror potevano essere semplici e schematiche con vistosi arrangiamenti che potevano all'epoca dare pathos o tensione all film non è possibile che un regista che viene definito "maestro" dai fan più rimbecilliti, al pari di Tarantino, continui ad imbastire sempre la stessa storia, ovvero un serial killer a scelta, maschio, femmina o altro, che uccide in maniera efferata le vittime, poi alla fine viene smascherato e muore, eccetera. La storia che si sarebbe potuta sviluppare in maniera migliore è anche insolita, considerando che è ambientata in svizzera, troviamo una giovanissima Jennifer Connely che interpreta la ragazza sola ma generosa, che possiede il potere empatico di farsi amare dagli insetti, l'inizio invece è un classico stile penoso, Argento mette la vittima di turno

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il plot si sviluppa seguendo le indagini della polizia sul serial killer, che come al solito mostrano poliziotti inetti, mentre la nostra Jennifer dopo varie traversie

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In un finale in cui la tensione cresce, almeno c'è il solito colpo di scena in cui come nel 50% dei film di ****** D'argento si scopre che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Conclusione dell'ennesima marchetta di ****** Argento ai fan, note positive sono gli effetti speciali, anche se la mano trafitta della prima vittima si vede che è mossa meccanicamente, il serial killer ha un aspetto veramente spaventoso, se si fosse mostrato di più avrebbe fatto più paura, storia risibile, l'ennesima comunque...

3 risposte al commento
Ultima risposta 21/03/2014 21.24.41
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  22/07/2012 21:01:46
   6½ / 10
Stilisticamente e tecnicamente è un film realizzato davvero bene.Dario argento sa come colpire lo spettatore e inserisce anche elementi surreali tali da renderlo più simile ad una fiaba che un vero e proprio film horror.
E' un peccato che l'idea orrorifica sia stata lasciata a metà per favorire uno sviluppo narrativo così complesso,ma il risultato non è poi così male.
Un po' lento in alcuni punti, il film affronta un tema originale.
Difetti?
La colonna sonora : carina ed adrenalinica, ma non certo adatta ad un horror.
Alcune scene un po' noiose e prive di un atmosfera.Semplicemente priva di un'atmosfera.Scene in cui procede la narrazione,ma che non dicono nulla sul lato emotivo.

Il voto sicuramente sufficiente e più.....ma con i suoi difetti,si lascia guardare.Non un capolavoro quindi nè un ''master of horror'', ma di certo un qualcosa da guardare per gli amanti del cult.

C.Spaulding  @  13/06/2012 10:40:17
   8½ / 10
Ottimo film Di Dario Argento. La storia è bellissima così come la regia e la fotografia. Molte scene d'effetto...il bambino mostro è davvero inquietante. Un piccolo gioiellino anni'80. Per gli appassionati...da Vedere!!!.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/06/2012 11.27.44
Visualizza / Rispondi al commento
KRIS.K  @  13/06/2012 10:32:20
   7½ / 10
Che scenografia signori! Argento al 100%,trama buona , con linee grottesche di cui adoro, colonna sonora ottima( flash of the blade degli Iron perfetta) la scimmia una degli interpreti migliori, brava jennifer, per il resto alcune scene qua e la non mi sono piaciute.Cmq intrattenimento puro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  16/03/2012 12:20:06
   6 / 10
Per i più, è l'ultimo film degno di nota del nostro caro Argento, regista che da qui in poi, episodio di "Due Occhi Diabolici" a parte, subirà un calo creativo e artistico via via sempre più disastroso e imbarazzante.
"Phenomena" è un horror originale e molto particolare in cui si possono trovare tutti i pregi e i difetti del regista romano. Purtroppo, in questo caso, i secondi finiscono per prevalere di gran lunga sui primi.
Infatti se da un lato abbiamo una buona premessa, un'atmosfera azzeccata, svariate sequenze spaventose, Jennifer Connelly (ma quant'è bella...), e una colonna sonora fantastica (tra le migliori dei mitici Goblin), dall'altro troviamo una narrazione pasticciata e confusa, un montaggio poco curato, una recitazione penosa (protagonista e Pleasance esclusi) e, come al solito, una sceneggiatura insensata piena di buchi e incongruenze: dialoghi ridicoli e dementi, comportamenti assurdi e senza un minimo di logica, ragioni dell'assassino molto poco chiare, ed eventi insensati buttati lì a caso (senza contare stupidaggini del tipo un lago che prende fuoco come se l'acqua fosse benzina).
Poco altro da dire, "Phenomena" è un film carino e sopravvalutato che ancora oggi si porta dietro il suo fascino; ma come già detto, le scemenze che lo compongono sono davvero troppe e pesanti. Ragion per cui chi non è ligio al cinema di Argento troverà la visione più irritante che piacevole (io sto da sempre nel mezzo). Questo è Dario, prendere o lasciare.

Degno di nota il make-up mostruoso del bambino a cura di Sergio Stivaletti.

Max_74  @  28/02/2012 14:15:10
   9½ / 10
Il miglior Argento di sempre.
L'unico in cui tutti i protagonisti sono convincenti ( a partire dalla recitazione) la tensione è palpabile sin dai primi minuti (da antologia la sequenza iniziale con Fiore Argento) e una Svizzera cupa e ventosa che non vorremmo mai visitare.
Gran finale ed effetti speciali spesso artigianali ma eccellenti (vedi spoiler).
In gran forma anche i Goblin, con forse una delle loro più accattivanti colonne sonore dopo 'Profondo rosso'.
Risultati che Argento, in seguito, non riuscirà più a raggiungere eccetto forse il ritorno a Torino con 'Non ho sonno'.
Davvero, insieme a 'Magnificat' di Pupi Avati, l'ultimo grande horror italiano.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/08/2016 13.29.15
Visualizza / Rispondi al commento
EmVallo95  @  11/01/2012 23:25:08
   8½ / 10
E un film veramente bello. Inquadrature sempre perfette, colonna sonora heavy metal, effetti speciali che abbondano sempre di più nel finale. Ricordiamo che Dario Argento la sua carriera d'oro parte nel 1970 e finisce nel 1990. Da l'ì in poi una brutta discesa. A parte il 2001 con Non Ho Sonno, come dicono tutti.

maxpower  @  01/11/2011 00:27:02
   1 / 10
Dopo aver visto film come l'esorcista, carrie, shining, Un lupo mannaro americano a londra, Rosemary's baby, ecc... tutti più datati ma godibili e stupendi visti ancora ai nostri tempi, questo non è minimamente paragonabile...
Per me è un aborto di film, non c'è niente che si salva...
Poi i gusti sono gusti...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

6 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2015 19.59.15
Visualizza / Rispondi al commento
albert74  @  29/10/2011 22:46:40
   8½ / 10
secondo me è l'ultimo grande film di Dario Argento. Horror-paranormale che ripropone - come in suspiria - il tema del "collegio" femminile questa volta tra i boschi della Svizzera. ottima la giovane connelly. Argento propone la solita puntigliosa cura per gli ambienti (questa volta soprattutto esterni) e riesce a far apparire il verde paesaggio svizzero come qualcosa di agghiacciante e oscuro.
La sceneggiatura praticamente non esiste o è totalmente inverosimile ma del resto Dario Argento ci ha sempre abituato a questo genere di film in cui l'horror non coincide quasi mai con il verosimile.
La musica - una delle più belle dei suoi film - è perfettamente calata nel contesto del film.
vi sono delle scene da antologia: il bagno nella vasca piena di cadaveri e vermi; il piccolo bambino mostruoso e una serie a cascata di colpi di scena finali che non starò qui a raccontare.
Si tratta di un film visionario, con notevoli momenti di brivido.
L'ultimo vero film del grande regista.

The BluBus  @  14/09/2011 10:41:11
   5½ / 10
Grandissima idea, ottima protagonista ma sceneggiatura senza senso.

Crazymo  @  30/07/2011 02:10:44
   8 / 10
Ricordo che quando lo vidi la prima volta mi disturbò parecchio. In alcuni momenti mi e' sembrato addirittura di "vocazione Fulciana"!.
Veramente molto bello questo film di Argento, anche se ovviamente leggermente sotto tono rispetto ai suoi capolavori...

Leonardo76  @  16/07/2011 08:36:09
   4½ / 10
Come evidenziato da altri ha troppe assurdità, ok la sospensione dell'incredulità ma fino ad un certo punto. Siamo 3 livelli sotto ai film di Argento '70. Colonna sonora a volte fuori luogo, musiche metal messe a casaccio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/06/2011 17:30:54
   7½ / 10
Uno dei migliori lavori di Dario Argento. Idea bellissima (quella della ragazza in grado di comunicare con gli insetti) e sviluppata bene (ad eccezione della parte finale, la più brutta del film).
Colonna sonora in generale molto buona anche se qualche pezzo heavy metal mi è sembrato decisamente fuori luogo.
In definitiva, anche se datato, è un bel horror/thriller, peccato per la parte finale che come già detto è un po' il punto debole del film.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  23/05/2011 23:33:59
   6½ / 10
UNo dei meno peggio del regista romano : belle ambientazioni e colonne sonore quasi sempre azzeccate ( a parte i pezzi heavy metal che stonano ) e poi la scimmia è troppo idola *_*

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento LukeMC67  @  22/04/2011 03:50:03
   8 / 10
Appena rivisto su RaiMovie.
Inizia come un delicato fantasy (o favola nera che dir si voglia) con tracce gore, finisce come un horror supertruculento con una serie di colpi di scena senza tregua, da antologia.

E' inutile: le atmosfere, la visionarietà (grandissima la fotografia, le illuminazioni dei set, le geometrie opprimentemente perfette delle stanze, la straordinaria sequenza finale nel lago ma anche quella inziale della prima crisi di sonnambulismo di Jennifer), i giochi di montaggio, lo splatter davvero barocco (grande Stivaletti: che dire del mostro incatenato che si libera estirpandosi il pollice?), l'uso di urla, gemiti e rumori, la caratterizzazione estrema dei personaggi (avulsi da inutili scandagli psicologici, ecchissenefrega!!! La Nicolodi comunque magnifica superfolle), il coté freak (il bambino davvero repellente!), le superbe sequenze girate con miglialia di insetti veri (nel 1985 non c'era computer graphic), le musiche post-Goblin di Simonetti (grande crepuscolo del Progressive, che dire del tema principale?), un ottimo Dolby Stereo che non sfigura affatto di fronte alle attuali "diavolerie ultra-digital"... tutto appaga talmente occhi e orecchie da far passare in secondo, se non terzo piano, i buchi di sceneggiatura, le incongruenze plateali (come fa a non essere stata decapitata Jennifer nel finale, per esempio?), una recitazione che alterna pochi momenti degni di nota e molti scadimenti, qualche discutibile scelta di regia (come fa il telefono a scivolare così velocemente nel tunnel in cui cade se questo è quasi orizzontale?!?), e altre imperfezioni.

A rendere tutto ancor più affascinante il protagonismo degli animali (oltre agli insetti, che dire della magnifica scimmietta?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER), il ruolo del vento -il fortissimo phoen delle Alpi- che rende gli ameni paesaggi svizzeri una vera e propria Transilvania espressionista, la presenza del compianto Donald Pleasance e di una Dalila Di Lazzaro che più odiosa e altera di così non si può... insomma, pur con tutti i suoi innegabili difetti, questo film riesce a sedurre come pochissimi "super-intelligenti" e super-splatter horror di oggi riescono a fare.

Perché l'atmosfera generale (rigorosamente torbida e perennemente inquietante) nonché certi "accordi inconsci" col pubblico possono tutto, bypassando allegramente la ragione. E vivaddio!!


P.S.1: Ma cosa c'entra la musica heavy metal nella sequenza del rinvenimento e del trasporto della salma del professore!?

P.S.2: Michele Soavi, oltre che da aiuto regista, compare pure tra gli interpreti... un cameo.

Da rivedere, magari in versione restaurata.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  11/04/2011 16:58:28
   8 / 10
Un film fiabesco e visionario commentato da una musica da oscar...
Accanirsi su incongruenze o presunte illogicità è da pacchiani.
Il cinema di Argento è unico e identificabile, e questo è la sua ultima ottima prova. La realtà è che questo tipo di film non esistono più

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/04/2011 20.40.36
Visualizza / Rispondi al commento
Oskarsson88  @  12/01/2011 22:37:27
   5 / 10
Francamente è difficile dare un voto ad un film del genere, è un horror particolare, che però non mi ha convinto su vari fronti. Trovo paradossali alcune situazioni così come il finale! Molto bella la colonna sonora, particolare per un film di questo genere. Mi è piaciuta molto anche la scena del sonnambulsimo.
Resta comunque un film inquietante, anche macabro, ma con elementi che non hanno proprio senso come

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  05/01/2011 15:40:31
   5½ / 10
Bella la Svizzera, bellissima Jennifer Connelly, bruttino nel complesso il film.
L'opera sarà anche visivamente gradevole ma non basta.
La regia è buona, la fotografia curata e la colonna sonora adeguata ma la sceneggiatura, sembra scritta da Homer Simpson. Una accozzaglia di idiozie e bloopers enormi, inutile elencarli e discuterne.

david briar  @  05/01/2011 15:02:56
   6½ / 10
Secondo film di Dario Argento che vedo e seconda delusione rispetto alle aspettative .
"Phenomena" è più un thriller che un horror , dove la regia è , come in "Suspiria" , virtuosa e presuntuosa , ma nel complesso discretamente competente a suscitare tensione e suspence , anche se l'obbiettivo viene raggiunto in poche scene .
Da notare il fatto che quelle scene quasi sempre vengono supportate dalla coraggiosa colonna sonora , veramente f.iga , è fantastica .
Voglio sottolineare , però , che Argento sembra del tutto incapace di creare sceneggiature con un minimo di credibilità o pathos o coinvolgimento : come nel lavoro da me prima citato , anche qui i dialoghi sono ridicoli , i personaggi non protagonisti sono patetici , il movente dell'assassino non ci viene comunicato e si spendono le incongruenze . Tutto questo rende lo svolgimento piuttosto irritante , artificioso , distante dallo spettatore e in alcune parti addiritura noioso .
Jennifer Connelly era divina già da adolescente , ma la recitazione del resto del cast fa proprio pena , sono tutti antipatici e finti .
Gli ultimi 20 minuti sono la cosa migliore del film , che più che altro si trascina per il resto della visione , ma nelle sequenze finali succede di tutto , un sacco di colpi di scena nel delirio più totale , davvero ottime e in alcuni punti orride , ma comunque non troppo , perchè per spaventare chi guarda non è necessario disgustarlo , anche se Argento a volte pare dimenticarlo .
Mi trovo per la seconda volta a dargli 6 e mezzo , "Phenomena" è sullo stesso livello di "Suspiria" a parer mio , ed è un po meno sopravvalutato , ma lo è in ogni caso , come credo sia ogni lavoro del regista .
Discreto , ma troppa carne al fuoco e troppo inutile virtuosismo .

BrundleFly  @  04/01/2011 11:46:13
   6½ / 10
Un film incompleto, in cui si vede che Argento comincia già a dare segni di "squilibrio". La prima parte è sicuramente la migliore creando la giusta suspence e curiosità nello spettatore. La seconda, invece,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, il film perde di credibilità fino ad un finale, a mio dire, troppo baracconesco e che sta poco in piedi.
Non è comunque un brutto film, anche paragonandolo ai lavori più recenti del regista.

tris  @  24/12/2010 01:46:35
   3½ / 10
Non capisco come molti facciano a considerare questo film un capolavoro, basta farsi delle domande davanti a certe incongruenze coì improponibili:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/01/2011 03.24.40
Visualizza / Rispondi al commento
Mothbat  @  21/11/2010 02:03:30
   5½ / 10
La pecca di questo film sta nel prendere due pieghe totalmente opposte da metà film in poi. Se da un lato c'è la componente paranormale con gli insetti(ridicola e stupida), nell'altra ci si trova davanti ad una splendida storia macabra e terrificante. Il film poi dura troppo, altro sbaglio che non perdonerò mai a Dario.
Jennifer Connelly sempre la più bella del mondo.

dagon  @  13/11/2010 12:08:44
   6 / 10
Film tipico della fase pre-sfascio Argentiana. Disseminato di ottime idee ma, allo stesso tempo, completamente sgangherato a livello di scenggiatura e costellato di scelte inopinate, come l'uso di musica heavy metal in momenti in cui si dovrebbe creare suspense o in cui, comunque non c'entra assolutamente niente.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

L'interpretazione della Nicolodi è incommentabile nella sua caninità degna di Paganini Horror, mentre si salva Pleasance. Suggestivo ed inquietante il tema musicale di Bill Wyman. Montaggio, in alcune sequenze, veramente sconcertante.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Classico film che sembra girato da 2 Argenti diversi, uno che lascia intravedere (ancora) le sue qualità da maestro dell'horror ed un altro che sembra un dilettante.

PS: ma perchè (solo) i pullman hanno la guida a destra? (è una curiosità vera)

Charlie Firpo  @  09/11/2010 16:26:45
   7 / 10
Diciamo una buona prova di Dario Argento , una delle sue migliori pellicole , anche se a dire il vero sono ben poche o pochissime degne di merito , tutto il resto è di serie B e oramai è un regista del tutto e per tutto scoppiato.

Come in tutti i suoi film alcuni attori sembrano presi dalla strada , altro punto debole alcune scene troppo lente e banali , in pratica conversasioni che si potevano evitare , le musiche Metal poi non c'entrano niente con il film e infatti stonano.

Azzeccato il Prof Donald Pleasence riciclato da Hallowen

Il tutto però viene compensato dalla favolosa giovane Jennifer Connelly che buca lo schermo , anche se ancora inesperta , ed è il motivo principale per vedere questo film , ....... un vero colpo di fortuna per Argento ...... che sia stata suggerita dal grande Leone ? visto che cronologicamente c'era una volta in America viene prima ...........il dubbio è lecito !

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/11/2010 08.33.06
Visualizza / Rispondi al commento
76eric  @  15/05/2010 18:54:52
   9 / 10
Se si è fan di Argento, come nel mio caso, beh Phenomena è un film imprescindibile della sua florida cinematografia.
E' il suo thriller più horror e che più strizza l' occhio all' onirico.
Troviamo una splendida Jennifer Connely protagonista di questa specie di Suspiria 2, capace di comunicare con gli insetti e, che sarà aiutata da questi a scovare un misterioso assassino che semina morte e panico in una piccola e attraente zona della Svizzera, e più precisamente, all' interno di un college al femminile.
Però in qualche modo è anche un film citazionista della sua trilogia degli animali, in quanto questi ultimi, che in questo caso rappresentano "il bene", saranno il vero "ago della bilancia", nelle evoluzioni della vicenda. ( E non mi riferisco unicamente agli insetti).
Gli omicidi sono cruenti, alcuni momenti sono davvero spaventosi e il finale è uno dei migliori firmati dal regista.
Inoltre la presenza del Phon, vento tipico della zona ed il sonnambulismo di Jennifer tendono ad innalzare ulteriormente il livello di inquietudine e suspance.
Oltre a ciò il regista spinge sull' acceleratore esagerando con arti mozzati e corpi putrefatti divorati dalle larve. Dedicato agli splatterologhi più incalliti.
Nel cast da segnalare, oltre la protagonista il mio "feticcio" Donald Pleasance, Daria Nicolodi che qui vestirà i panni della villain e Dalila Di Lazzaro preside del College.
E poi come non menzionare la splendida soundtrack capitanata da quel tema principale composto da Claudio Simonetti che fà venire i brividi solamente a pensarci.
Detto questo, benchè il mio voto è pari a quello del capolavoro Suspiria, Phenomena non raggiunge quella vetta di "magicità" (intesa come colori e sensazioni) che contraddistingue la fantastica pellicola del '77.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/05/2010 21.07.25
Visualizza / Rispondi al commento
Mastermovies  @  09/05/2010 19:20:23
   9½ / 10
Uno dei migliori film di Argento in assoluto! Più che un horror sembra una fiaba nera grondante sangue dove la necrofilia ( ci sono vermi e cadaveri decomposti a palate) e il macabro contano più del sadismo di molti dei suoi film. Musiche magistrali di Claudio Simonetti, ottime interpretazioni, effetti speciali e make-up efficaci. Impredibile

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/05/2010 19.26.34
Visualizza / Rispondi al commento
BraineaterS  @  24/03/2010 23:14:46
   8½ / 10
Molto bello! La storia è avvincente e scorre bene. L'idea della telepatia con gli insetti ci è piaciuta molto, e anche la recitazione di Jennifer Connelly.
E poi c'è Donal Pleasence (Loomis della saga Halloween), che vive con il peronaggio principale del film.......Inga! Eheh! Che carina! E nel finale da il meglio di se!
Ci sono comunque delle cose inspiegate o magari anche non approfondite, ma praticamente in quasi in tutti i film di Dario Argento visti finora ne abbiamo trovate.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Romi  @  23/03/2010 15:00:39
   6½ / 10
Premetto che pur amando i film in cui c’è suspence e mistero, non apprezzo il cinema splatter. Tuttavia ci sono alcuni film di Argento che sono molto belli come Profondo Rosso, Suspiria, Inferno, di cui sono riuscita a tollerare certe scene sanguinolente.
Quando ho visto Phenomena sono stata lieta di constatare che fosse una bella favola dark, abbastanza fine, belle immagini, bella musica, trama interessante. Purtroppo ho dovuto poi constatare che è stata un’illusione, nell'ultima mezz'ora, dove sono inseriti più finali, il film sembra esplodere nel delirio più totale, come fuochi d’artificio di macelleria, al solo scopo di far saltare in aria ripetutamente lo spettatore (quando, a mio parere, per spaventare la gente non è necessario disgustarla).
Il ritmo delicato e affascinante del film, e carico comunque di suspence, è stato buttato via, immolato agli effetti più ripugnanti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  13/03/2010 23:18:15
   7½ / 10
7 e mezzo. Si vedono i germi della crisi. E il primo omicidio ricorda Tenebre (nella scena in cui la ragazza viene uccisa nella casa dell'assassino), Profondo Rosso-che non ho visto interamante, ahimè- (per la rottura di un vetro con la testa) e Suspiria (per le coltellate nel petto). Il finale alza il voto. Alcune musiche secondo me non sono azzeccatissime...

Gold snake  @  17/02/2010 23:49:37
   9½ / 10
Stupendo, mi è piaciuto moltissimo, bella trama, bella sceneggiatura. Un ottimo triller, se mi avesse spaventato di più avrebbe avuto un 10.

pinhead88  @  03/02/2010 00:47:35
   5½ / 10
Il film parte bene,ma poi purtroppo nel corso della durata diventa noioso e monotono,irritante in alcuni frangenti e ridicolo in altri.allungato inutilmente da dialoghi piatti e scene imbarazzanti.gli interpreti recitano da cani,inutile dire che si salva solo quella simpatica scimmietta.per fortuna la fine riserva una piacevole sorpresa,anche se non in grado di risollevare completamente il film.a parer mio ci sono troppi elementi mischiati tra loro che non riescono a creare l'atmosfera giusta per tirar fuori un horror come si deve,una miscela che non funziona e non convince a pieno.magari se non ci fosse stata la componente del paranormale sarebbe venuto fuori un piccolo capolavoro.comunque non c'è niente da fare,il periodo migliore di Argento è quello risalente agli anni '70,con i suoi thriller "poveri" ma intelligenti.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/05/2010 22.30.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  27/12/2009 14:16:50
   7 / 10
7 stiracchiato per Phenomena nonostante alcune grandi pregi.
La storia è carina ma noiosa a parte nei 20 minuti finali,a tratti il film è incredibilmente monotono. I Goblin sono bravissimi ancora una volta ma la scelta di mettere musica metal nei momenti di tensione risulta veramente inappropriata,la tensione quindi non esiste più. Sentire gli Iron maiden mi dava la carica,quale tensione! Alcune trovate Argentiane nel finale non le so valutare sinceramente,cioè non so se dire che siano geniali o stupide,molto probabilmente tutte e due insieme. I colpi di scena alla fine sono tali e colpiscono nel segno anche se ricordandone uno ho il sorriso sulle labbra. Stà di fatto che i venti minuti finali innalzano il film di poco al 7.
Jennifer Connelly a 15 anni è ancora acerba ma bravina e splendida,un angelo. Da segnalare Donald Pleasance,attore magnifico che purtroppo nei suoi ultimi anni non ha avuto più i ruoli di rilievo che avrebbe meritato (l'attore di Cul de sac si ritrovò a recitare anche in Paganini horror e non è una cosa di cui andar fieri). Qui tutto il cast è bravo.
A breve vedrò i successivi del regista ma già in Phenomena si constata che nei suoi film Argento ha massacrato praticamente tutta la sua famiglia,a partire da sua figlia Fiore.Ora manca solo Asia (non so se lo ha fatto nei successivi).
I 20 minuti finali innalzano Phenomena ma ci troviamo di fronte ad un thriller soprannaturale che non raggiunge la bellezza dei suoi 4 film precedenti risultando comunque alla fine un buon film.

Frogger  @  15/12/2009 23:31:00
   9 / 10
Anche se tecnicamente non sarà il migliore, a cuore è il film che adoro di più di quello che fu il maestro. Fantastica storia, attori favolosi, colonna sonora da enciclopedia del cinema.

suspirio  @  07/12/2009 21:12:49
   7½ / 10
Un film di Dario Argento che mi piace molto, il finale è bellissimo!!!

Gogol  @  06/12/2009 00:09:48
   7 / 10
Un horror decente,ma niente di più...guardabile,con alcune scene anche piuttosto raccapriccianti e piene di suspence,ma nel complesso forse la trama è un pò troppo "fantastica" e in alcuni punti inverosimile.
però devo dire che dei 3 film di Dario Argneto che ho visto fin'ora e cioè Profondo Rosso,Suspiria e appunto Phenomena questo è quello che mi ha fatto più "paura" o comunque mi ha impressionato più di tutti.
anche se ritengo Suspiria il migliore nel complesso,almeno fino ad ora.

Invia una mail all'autore del commento monica83  @  30/11/2009 10:53:18
   7 / 10
Finalmente sono riuscita a trovare un film di Dario Argento che mi sia piaciuto e che non ho trovato ridicolo dall'inizio alla fine..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 02/12/2009 22.49.19
Visualizza / Rispondi al commento
ultraspezia  @  28/11/2009 02:35:13
   7 / 10
E' il primo film di Argento che mostra in pieno gli anni 80'.Per le ambientazioni,gli interni delle case,gli abiti dei protagonisti ,il trucco e le colonne sonore.

Un film va anche guardato come testimone di un'epoca non solo per la trama avvincente o meno,o per il finale possibile o impossibile.

Sicuramente catalogato nella prima produzione Argentiana (la migliore)

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  16/11/2009 16:06:21
   5½ / 10
OK, continuare a vedere o rivedere i film di Argento (quantomeno quelli precedenti al 1990), lo si fa nella consapevolezza che la trama possa essere slabbrata, che la sceneggiatura abbia grossi buchi, che i dialoghi possano essere talvolta palesemente ridicoli, e infine che il movente dell'assassino possa essere del tutto inconsistente.
Sorvolerò sul movente, che nemmeno si riesce a intuire bene, e che - per i modi con i quali è spiegato - si intuisce essere posticcio e che gli autori della sceneggiatura ne avrebbero volentieri fatto a meno.

Detto ciò, occorre dare atto al principale motivo di valore dell'opera: la "presenza" quasi costante della natura, e - specificamente - nella specie degli insetti. Suggestive le scene in cui sono coinvolti gli insetti, e suggestivo il tema della "ragazza che comunicava con gli insetti". Specialmente per quanto comprende di marginale, emarginato: la ragazza ha una "dote" aberrante per la società, e però inserita in un contesto sociale malato la sua capacità diventa una risorsa.
In questo senso, il film declina in maniera a suo modo originale l'archetipica dicotomia cultura/natura, risolvendola a favore della seconda.

Per ciò il film meriterebbe almeno un 7, purtroppo però verso il (visionariamente superbo) finale, il film inanella una serie imperdonabile di castronerie e deficienze:

PS la figura dell'avvocato (e il suo destino) sono un'evidente citazione di un certo personaggio di "Shining"... Credo sia piuttosto facile intuire quale :-)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

outsider  @  22/09/2009 18:16:56
   9 / 10
Lo vidi al cinema la prima volta in prima visione nel 1985, epoca in cui esisteva solo il semplice dolby stereo, sempre comunque potentissimo nell'eccellente registrazione di Argento che collaborava con Simonetti e Goblin insieme.
Bravissimi gli attori e belle le atmosfere che reggono il confronto con quelle di Suspiria, seppur con colori e forza diverse.
Fantastica la Connelly giovane.
Da rivedere con un bell'amplificatore home theater di marca Pioneer come patron dell'audio e dell'acustica per il cinema e buone casse che sparino i bassi e gli alti a dovere.
Ovviamente il mio voto è motivato anche perchè sono un aficionados ndi Dario.

anthony  @  16/09/2009 17:58:39
   8½ / 10
1985
Bellissimo film di Dario Argento.
La tensione galoppa, gli omicidi sono realizzati perfettamente, le inquadrature e i movimenti di macchina hanno il solito e pregiato marchio di fabbrica, la fotografia è asciutta e azzeccata; gli ultimi 20 minuti della pellicola rappresentano una vera e propria Scuola di Cinema.
Il caro vecchio Dario pone fine alla sua "vera" carriera con questo affascinante thriller/horrror...
...in seguito dal nostro verrà realizzato solo un altro film guardabile (Opera)...

..ma poi sarà solo sciagura nauseabonda e pseudocinemucolo di serie ZZ ..e neanche della miglior specie (aborti quali "la sindrome di stendhal", "il fantasma dell'opera", "il cartaio" e "la terza madre" rappresentano la Pura Vergogna dell'ex maestro)

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/11/2009 15.25.33
Visualizza / Rispondi al commento
vodici  @  18/08/2009 16:33:19
   9 / 10
Questo è notoriamente il perdiodo d'oro del regista, che sforna un altro capolavoro. Anche di Phenomena è stato scritto tutto e di più. Da applausi!!!!!

LEMING  @  24/07/2009 13:13:51
   9 / 10
Favola dark - horrordel maestro qui in stato di grazia, tutto è mirabile.

baskettaro00  @  23/07/2009 17:31:19
   7½ / 10
bello..cn un finale violento ed a sorpresa.....

bigfoot  @  18/07/2009 20:38:34
   7½ / 10
Peccato per l'inizio un po' lento e noioso, altrimenti questo film sarebbe stato quasi perfetto. La seconda parte è semplicemente super, con gli ultimi 20 minuti che costituiscono uno dei migliori finali visti da me. Nel complesso sono rimasto soddisfatto.
Un ultimo punto: generalmente non mi interessa la colonna sonora, ma questa è davvero ok.

john_doe  @  17/06/2009 19:13:25
   7½ / 10
Buon thriller-horror, la tensione c'è, la parte iniziale è fenomenale, il resto buono, ma nel complesso è un film un po'troppo "trash" per i miei gusti!
Forte la colonna sonora, particolare!

  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lolachristo - walking on waterclimax (2018)
 NEW
crawl - intrappolatidaitonadi tutti i colori
 NEW
diamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstonehotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
in fabricjuliet, naked
 NEW
kinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mail'angelo del criminelucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from hometesnotathe boy 2the deepthe elevatorthe mirror and the rascal
 NEW
the nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capasso
 NEW
wake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

990890 commenti su 41757 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net