no man's land regia di Danis Tanovic Italia, Belgio, Slovenia, Gran Bretagna 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

no man's land (2001)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film NO MAN'S LAND

Titolo Originale: NO MAN'S LAND

RegiaDanis Tanovic

InterpretiBranko Duric, Rene Bitorajac, Filip Sovagovic, Georges Siatidis, Sacha Kremer, Alain Eloy, Katrin Cartlidge, Serge-Henri Valcke, Simon Callow, Tanja Ribic, Branko Zavrsan, Bogdan Diklic, Mustafa Nadarevic

Durata: h 1.38
NazionalitàItalia, Belgio, Slovenia, Gran Bretagna 2001
Generecommedia
Al cinema nell'Ottobre 2001

•  Altri film di Danis Tanovic

Trama del film No man's land

Durante la guerra in Bosnia, due soldati, Ciko e Nino, uno bosniaco e l'altro serbo, si isolano tra le linee dei fronti, nella cosìddetta terra di nessuno, per lanciare un messaggio di pace. Un casco blu - considerato il pericolo in cui i due si sono cacciati - va ad aiutarli, nonostante il parere contrario dei suoi superiori. La situazione attira l'attenzione dei media che tentano di spettacolarizzare quella che si sta trasformando in una tragedia grottesca...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,99 / 10 (133 voti)7,99Grafico
Miglior film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior film straniero
Migliore opera prima
VINCITORE DI 1 PREMIO CÉSAR:
Migliore opera prima
Miglior film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO GOLDEN GLOBE:
Miglior film straniero
Miglior sceneggiatura (Danis Tanovic)
VINCITORE DI 1 PREMIO AL FESTIVAL DI CANNES:
Miglior sceneggiatura (Danis Tanovic)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su No man's land, 133 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Goldust  @  12/12/2020 23:47:27
   8 / 10
Il portentoso e premiatissimo esordio di Tanovic è una sorprendente parabola antibellica che intreccia diverse dinamiche: parte a cannone raccontando lo strano odio tra i contendenti - quasi improvvisati - della guerra in Bosnia, prosegue puntando il dito sull'invadenza dei media a caccia dello scoop a tutti i costi, finisce nel trionfo dell'improvvisazione dei capoccia militari. Il tutto con una progressione drammatica tanto sottile da risultare quasi sotterranea che ci fa passare dal grottesco della prima parte alla serietà della seconda ( anche se verso la fine un pò di demagogia mista a retorica fa capolino ). Un piccolo grande capolavoro.

BlueBlaster  @  04/12/2020 11:20:07
   7½ / 10
Ottima pellicola che senza grandi budget ma con solo pochi (bravi) attori e quattro location di numero riesce a risultare godibilissima miscelando sapientemente il dramma umano e bellico a momenti di ironia efficace.
Regia sul pezzo, forte critica all'ONU ed in parte ai mass-media (per quanto la giornalista abbia anche le sue buone intenzioni)...passano parecchi messaggi da questo bel film che lascia l'amaro in bocca visto il finale, comunque intuibile.

kafka62  @  28/02/2018 09:24:17
   7 / 10
"La neutralità non esiste di fronte a un assassinio – dice a un certo punto del film un sergente dei caschi blu dell'O.N.U., ribellandosi apertamente all'ignavia e alla esasperante prudenza dei suoi superiori – Non fare niente è già di per sé una scelta". Senza volerlo, questa frase ci catapulta nel bel mezzo dell'attualità più cruda: la comunità internazionale è infatti sempre di fronte al lacerante dilemma se intervenire nei conflitti altrui (ma quali conflitti non sono veramente i nostri?), alimentando gli inevitabili sospetti di volersi ingerire in affari che non le competono e le ancor più inevitabili accuse di fare una politica guerrafondaia e imperialistica, o se invece lasciare che le cose si sistemino da sole (in fondo non sono affari nostri), lasciare che siano gli altri a togliere le castagne dal fuoco e fare invece gli spettatori o, nella migliore delle ipotesi, guadagnarsi titoli di merito per il Nobel per la pace come promotori della distensione e del dialogo. Ma la realtà non si lascia mai ridurre alla logica delle riflessioni etico-politiche, come la irreversibilità del conflitto tra Israele e Palestina dimostra ogni giorno di più, e, intelligentemente consapevole di ciò, il regista bosniaco Danis Tanovic preferisce al didascalismo di un cinema educativo e politically correct un approccio da teatro dell'assurdo.
In una trincea abbandonata, collocata in mezzo ai due fronti, egli mette di fronte due nemici, un serbo e un bosniaco, mentre vicino a loro un terzo soldato, ferito, è letteralmente sdraiato sopra una mina innescata e non può muoversi perché altrimenti provocherebbe una esplosione mortale. E' una situazione quasi surreale, che permette al regista di dar prova di uno spirito caustico e corrosivo, che non risparmia nessuno, dai capi militari delle due parti che non esitano a far fuoco sulla trincea non avendo la certezza che il soldato che si agita chiamando i soccorsi non sia un nemico, ai caschi blu che preferirebbero non impelagarsi in operazioni rischiose e vorrebbero limitarsi alle più tranquille scorte dei convogli umanitari, fino ai giornalisti e agli inviati delle televisioni internazionali, spinti da uno sciacallaggio dell'informazione che ricorda l'"Asso nella manica" di Billy Wilder. I due soldati, costretti a una coabitazione forzata, dapprima mettono in pratica la regola feroce secondo cui la ragione ce l'ha chi ha in mano il fucile ("Avete iniziato voi la guerra", dice uno dei due, "Non è vero, l'avete iniziata voi", risponde l'altro, "Bugiardo, siete voialtri ad averla iniziata", "Voi avete bruciato i nostri villaggi", e così via fino a che un fucile spianato risolve la questione), ma poi, man mano che passa il tempo, l'odio si stempera e si trasforma quasi in cameratismo. In fondo, sembra dire il regista (autore anche della ben congegnata sceneggiatura), è facile uccidere un uomo da distante, quando è solo una forma indistinta, poco più di un punto e qualcosa meno di una persona, molto più difficile è farlo quando lo si ha vicino tanto da poterlo guardare negli occhi, accorgersi che conosce la stessa ragazza che è stata nostra compagna di scuola, vedere che non è poi molto diverso da noi.
Il graduale riavvicinamento tra i due personaggi, la progressiva umanizzazione dei loro rapporti è però solo una falsa speranza. Tanovic è radicalmente pessimista e lascia che la situazione precipiti fino a non lasciare alcun superstite sul campo di battaglia. La logica della guerra e dell'odio tra fazioni contrapposte ha il sopravvento, l'impotenza dell'O.N.U. è totale, e solo un inganno (far credere che la bomba è stata disinnescata e il ferito portato in ospedale) è in grado di tacitare la pubblica opinione affamata di informazione-verità. L'immagine finale del film è fortemente metaforica: il soldato che, quando tutti se ne sono ormai andati, rimane da solo nella trincea, condannato a morte certa, è infatti il simbolo di un paese che, quando tutti pensano che il peggio è passato (magari solo perché nel mondo ci sono altre emergenze o perché i mezzi di comunicazione hanno allontanato da esso i loro riflettori o perché non se ne parla più, che poi è la stessa cosa), rimane a dispetto di tutto una bomba pronta ad esplodere.

StIwY  @  05/04/2017 12:20:42
   5 / 10
Non comprendo la media dei voti alta. Non c'è pathos, non c'è una trama delineata, il finale in sospeso, non ci sono emozioni di sorta. Si ride solo in un paio di occasioni, niente di più. Sopravvalutato.

demarch  @  25/01/2016 19:22:27
   8 / 10
Sì sarà pure una commedia, si ride un po'durante il film ma alla fine il sorriso e'l'ultima cosa che resta.
Questa e'una pellicola intelligente, che mischia l'ironia alla tragedia della guerra, senza schierarsi da nessuna parte ma lasciando allo spettatore l'arduo compito di giudicare.
Mi ha fatto un grande piacere rivederlo, mi era stato proposto a scuola e me ne ero dimenticato.
Gli spunti riflessivi valgono la visione e anzi la rendono quasi obbligatoria.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  16/06/2014 11:56:33
   8 / 10
Fantastico. E' grazie a questo film che ho imparato cos'è l'UNPROFOR. Uno sguardo realistico su cos'è stata la Guerra di Bosnia, sembra vederla in diretta. Grande l'idea di inserire tra i personaggi principali i giornalisti prepotenti, e qui menziono l'antipatica Katrin Cartlidge.
Due grandi attori interpretano due nemici, che se non fosse per la situazione potrebbero essere (grandi) amici. Una storia di disperazione, aggressività, egoismo e paura causati dall'errore umano: la guerra.
Un pugno nello stomaco. Ma... indovina indovina. Quando stavo per dire "ma qui non c'è l'umorismo serbo come al solito...", ecco che una battuta GENIALE mi fa schiattare.
Davvero consigliato.

Melefreghista  @  03/08/2013 03:02:09
   10 / 10
Film che andrebbe proiettato nelle scuole.
Nonostante sia interamente girato in una trincea riesce a tenere sempre lo spettatore incollato allo schermo.
Grande riflessione sulle stupide e inumane dinamiche che muovono ogni guerra.
Geniale.

statididiso  @  27/08/2012 17:32:19
   7 / 10
commedia nera che spiega con un linguaggio semplice ma efficace le dinamiche che sottendono alla guerra.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/03/2012 14:25:38
   8 / 10
Una commedia nera venata da un sarcasmo che lascia poco spazio alla speranza, perchè di fronte alla morte di una nazione ci si trova di fronte ad un campionario di ridicole rivendicazioni reciproche, del circo dei puffi preoccupati solo di non fare brutte figure e del branco di avvoltoi senza scrupoli pur di avere il pezzo in prima pagina. Il tono leggero non sminuisce in alcuna misura la tragedia in atto, anzi aumenta senisbilmente l'assurdo realismo della situazione. Insieme a Hotel Rwanda, No man's land è una bella sberla alla già poca credibilità dell'Onu.

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/03/2012 22.21.02
Visualizza / Rispondi al commento
clint 85  @  11/08/2011 02:16:53
   6½ / 10
Non è un brutto film ovviamente ma nonostante l'originalità della trama non mi ha mai coinvolto pienamente. Qualche spunto interessante ma è una pellicola facilmente dimenticabile(almeno per me). Dai voti e dalla trama mi aspettavo molto di più.

Burdie  @  14/12/2010 01:05:24
   8½ / 10
david briar  @  08/12/2010 17:28:45
   6 / 10
"La lingua parlata dai Serbi, dai Croati e dai Bosniaci è di fatto la stessa. Oggi i Serbi la chiamano serbo, i Bosniaci bosniaco e i Croati croato. Ma quando parlano si capiscono perfettamente tra loro."

Interessante film , narra una situazione particolare nel quale sono molto difficili le decisioni da parte degli ufficiali di grado più alto .
Il ritmo è lento , si entra quasi subito in un torpore che non finisce neanche nei titoli di coda , e la storia appare ripetitiva .
Tuttavia , alcune battute sono ottime e riescono a sdrammatizzare e ad alleggerire la trama , smuovendola un po .
La recitazione , la regia , la fotografia e la sceneggiatura non sono neanche tanto male , ma non ottengono l'obbiettivi preposti , non risvegliano quasi mai una trama parecchio statica .
Uno dei pregi è che la vicenda ti da qualcosa su cui riflettere , ma la riflessione dura solo qualche minuto , questo prodotto lo si dimentica abbastanza velocemente , non mi ha colpito e non ha lasciato il segno come pensavo e speravo avrebbe fatto .
Il finale è in un certo senso aperto ed è ottimo , probabilmente meglio di ciò che lo precede .
Esagerato l'Oscar , sopravvalutato , raggiunge la sufficienza ma non si eleva a ciò che sarebbe potuto essere .
Vedibile , ma non aspettatevi troppa sostanza o coinvolgimento , si osservano freddamente i fatti , che a tratti paiono addiritura forzati e poco credibili .

fiesta  @  04/02/2010 00:45:06
   8 / 10
la vicenda è una perfetta sintesi di ciò che è la guerra.
tre personaggi:due rappresentano i due fronti,il terzo rappresenta l'indifeso (il civile) comunque in ogni caso vittima e in balia del volere di due/tre (considerando anche l'UN) fazioni che si continuano a fare guerra solo in virtù del fatto che l'altro l'abbia cominciata.
per concludere il pensiero mi faccio prestare le parole da lui:


"Ogni miserabile babbeo, che non abbia al mondo
nulla di cui poter essere orgoglioso,
si appiglia all'ultima risorsa per esserlo,
cioè alla nazione cui appartiene:
in tal modo egli si rinfranca
ed è ora pieno di gratitudine
e pronto a difendere con le unghie e con i denti
tutti i difetti e tutte le stoltezze
caratteristiche di quella nazione".
Arthur Schopenhauer

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  04/01/2010 10:51:40
   8½ / 10
"E mentre marciavi con l'anima in spalle
vedesti un uomo in fondo alla valle
che aveva il tuo stesso identico umore
ma la divisa di un altro colore
sparagli Piero , sparagli ora
e dopo un colpo sparagli ancora
fino a che tu non lo vedrai esangue
cadere in terra a coprire il suo sangue
e se gli sparo in fronte o nel cuore
soltanto il tempo avrà per morire
ma il tempo a me resterà per vedere
vedere gli occhi di un uomo che muore
e mentre gli usi questa premura
quello si volta , ti vede e ha paura
ed imbracciata l'artiglieria
non ti ricambia la cortesia
cadesti in terra senza un lamento
e ti accorgesti in un solo momento
che il tempo non ti sarebbe bastato
a chiedere perdono per ogni peccato
cadesti interra senza un lamento
e ti accorgesti in un solo momento
che la tua vita finiva quel giorno
e non ci sarebbe stato un ritorno."

Sestri Potente  @  01/12/2009 12:19:13
   6½ / 10
Una buona commedia nera, ambientata in una realtà che non tutti conoscono bene. La vicenda è interessante, ma si poteva fare meglio con qualche dialogo in più e uno straccio di colonna sonora.
Film leggero e godibile, ma assolutamente non un capolavoro.

TheLegend  @  13/06/2009 18:55:35
   6½ / 10
Un film che fa riflettere e sicuramente con delle belle trovate;pecca un pò troppo nel ritmo e nella fotografia.
Si sente anche la mancanza di una colonna sonora.
trovo esagerate le lodi a questo film.
Resta ,ad ogni modo,un film coraggioso e fuori dagli schemi.

dewolf  @  10/06/2009 04:16:31
   8 / 10
Film originale e ben sviluppato! Pur trattando un argomento serio come la guerra civile dell'ex Jugoslavia, si snoda attraverso episodi grotteschi che terminano con un finale amaro! Forse la storia poteva offrire qualche spunto in più ma tutto sommato è un bel film! Da vedere assolutamente!

Febrisio  @  22/03/2009 19:18:21
   7½ / 10
Carino. Incomprensioni che ci saranno sempre, sono nel sangue umano... direi quasi un film sulla stupidità, fatto in modo intelligente, simpatico e chiaro

goodwolf  @  24/02/2009 18:34:34
   6½ / 10
Un buon film con buoni spunti di riflessione. Manca un pò ritmo in più a mio avviso, anche se resta assolutamente fuori dai canoni convenzionali.

giulymovie  @  05/06/2008 18:03:02
   9 / 10
Finalmente non la solita americanata! Film veramente unico e originale.

Da vedere

everyray  @  26/05/2008 02:27:02
   10 / 10
Una piccola perla di film,affascinante e straniante,con un soggetto difficile,ma efficac,con un pizzico di humor e un finale che lascia amarezza...senza però deludere!!
Bellissimi i dialoghi,molto originali.

lupin 3  @  30/10/2007 06:26:12
   6½ / 10
Sicuramente un film che fa riflettere, ma nello stesso tempo mi ha lasciato un retrogusto poco saporito.

sweetyy  @  30/10/2007 06:18:28
   6 / 10
Il film secondo me non è male,ma doveva essere sviluppato meglio...
Mi è sembrato troppo frettoloso.

sonhador  @  25/10/2007 12:42:55
   7½ / 10
buon film che fa riflettere non poco su quella ***** chiamata guerra.

addicted  @  18/09/2007 17:54:15
   9 / 10
Cattivo, graffiante, amaro, tragico, grottesco.
Metafora della situazione balcanica che non risparmia critiche feroci: alle parti in lotta, alle Nazioni Unite, alla stupidità umana.
Grande cinema!!!
E' fatto tanto bene che non riesco a vederlo senza stare male: è lieve come una commedia e insieme tanto duro da essere insostenibile!!!

Bathory  @  21/06/2007 20:52:04
   9 / 10
Film splendido che rende in maniera comica una vera e propria tragedia...Commovente...

Gruppo REDAZIONE maremare  @  08/02/2007 00:33:52
   7 / 10
Coinvolgente e furbo film di Tanovic.
Una metafora sulla stupidità della guerra, rappresentata da due nemici uniti nella sventura.

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/02/2007 09.25.18
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR agentediviaggi  @  08/02/2007 00:14:52
   8½ / 10
Bellissimo film sulla recente guerra nella ex Jugoslavia che parla di tante cose: l'odio irrazionale che si manifesta anche quando sarebbe il caso di pensare a salvarsi la pelle, il desiderio di apparire e spettacolarizzare a tutti i costi per poter raccontare agli amici di essere stato li, sul terreno caldo della guerra o peggio ancora per far carriera, e ancora della fatalità, comica e tragica allo stesso tempo.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  17/01/2007 17:00:36
   9 / 10
Bellissimo Film, originale, la guerra in cui Non bisogna intervenire, Non bisogna scegliere, solo apparire.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  29/12/2006 17:48:24
   8½ / 10
Un film intenso e diverso. Ho apprezzato la scelta di Tanovic di portare sul grande schermo un soggetto che non preveda nè troppe scene di guerra (come Salvate il soldato Ryan o simili) nè troppo filosofico, introspettivo e riflessivo (come La sottile linea rossa del buon Malick) ma che cerca una via di mezzo (questo accade, anche se in maniera molto meno accentuata, anche in Flags of our fathers). Ma non per questo la pellicola perde in profondità, anzi la sua semplicità è il suo punto di forza, frasi e situazioni non complicate ma tremendamente vere.
Insomma un film molto più drammatico che di guerra, dove la guerra e l'odio fra due popoli è il contorno, la gabbia che rinchiude tre uomini nella terra di nessuno. Non ho però notato la vena di humour nero di cui tutti parlano.
Bellissimi i personaggi, ognuno legato alla vita dell'altro. Meraviglioso il finale.

domeXna79  @  29/06/2006 11:13:59
   8 / 10
Stupendo film che si pone sullo sfondo del conflitto nell'ex Jugoslavia.
Il conflitto è l'odio tra due popoli viene narrato attraverso la storia e lo sguardo di due soldati, che per un triste gioco del destino vengono a trovarsi nella "Terra di Nessuno".
Il film critica apertamente anche, come purtoppo spesso accade, l'indifferenza degli altri Paesi rispetto a conflitti in cui non ci sono interessi economici.
La frase "anche non prendere una posizione, rimanere neutrali, indifferenti, è cmq prendere una decisione rispetto al dramma che si stà consumando", esplica perfettamente il messaggio che il regista ha voluto lanciare.
Bello anche il finale, se pur nel corso della narrazione il film può risultare un pò lento.
Opera cinematografica che non può passare indifferente..

gei§t  @  18/02/2006 16:48:47
   9 / 10
eccezzionale

molto coinvolgente

Kobe  @  04/01/2006 20:48:41
   8 / 10
Veramnete film bello se non altro per la descrizione e l'interpretazione che si ha del conflitto Jugoslavo. Assolutamente da vedere se si vuol capire quello che abbiamo avuto a due passi dal nostro confine

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  27/12/2005 14:47:56
   7½ / 10
Senza dubbio un ottimo film che merita di essere visto. Racconta molto bene le brutture della guerra e soprattutto il suo tentativo di spettacolarizzazione da parte dei media. Siamo sicuri che tutto quello che ci viene sempre raccontato sia esattamente la verità?

Beefheart  @  13/12/2005 19:09:00
   8 / 10
Bellissimo film, molto ben fatto, che gravita attorno all'uomo ed alla sua viscerale follia, raccontata con documentaristica verosimiglianza, per mezzo della guerra tra serbi e croati nel 1993. Quel poco che accade è perfettamente cadenzato a suon di situazioni assurde, al limite del credibile, ma tutt'altro che impossibili. Non c'è dubbio che lo scopo di questo film sia quello di rubarci un sorriso amaro (e ci riesce), attraverso una sarcastica rappresentazione del dramma (la guerra) e del dramma nel dramma (l'uomo cadavere-vivente sdraiato sulla mina). Il tutto termina con l'apoteosi della sconfitta degli uomini. Tutti.

Marlboro Man  @  10/04/2005 10:49:06
   9 / 10
Film ottimo, degno di essere visto e rivisto! Poesia con bombe... Grande esordio di Tanovic e strepitosa interpretazione di Bitorajac... Non perdetelo.

Pinky11  @  04/04/2005 19:09:59
   10 / 10
...altro che Emir Kusturica...
Danis Tanovic, come regista esordiente è un grande!!!
Film da vedere immediatamente!
(io l'avevo già visto parecchio tempo fa....quando era uscito :) )
Oscar meritatissimo


1 risposta al commento
Ultima risposta 03/09/2007 13.33.45
Visualizza / Rispondi al commento
polbot  @  24/03/2005 16:09:07
   8 / 10
dragonfly  @  18/11/2004 17:17:07
   8 / 10
cito in pieno lorenzo_ren. E aggiungo la sorpresa del regista esordiente.

dirtycla  @  09/03/2004 17:33:15
   8 / 10
Rivela in maniera molto originale quanto puo' essere assurda una guerra.Un concentrato di situazioni paradossali che fanno riflettere.Lo consiglio vivamente.

lorenzo_ren  @  28/01/2004 17:25:26
   8 / 10
Bellissimo film e meritatissimo oscar al film straniero. Crudo il finale, profonda e originale la trama che riflette sull'orrore della guerra e l'odio che essa coltiva.

Virgo  @  16/11/2003 19:29:31
   1 / 10
non mi è piaciuto per niente, forse avevo troppe aspettative immaginandomi tutt'altro film

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/09/2007 13.31.44
Visualizza / Rispondi al commento
Andangel  @  02/11/2003 19:57:08
   10 / 10
Un capolavoro su una guerra dimenticata e peraltro molto vicina.

Cineamatore  @  01/11/2003 18:56:06
   3 / 10
Il regista ha l'occhio clinico sulle idiosincrasie del malato, l'Occidente furbo e reticente.
Ma la mancanza di fantasia, in un mestiere come questo, paga sempre.

Moonlight  @  25/10/2003 02:06:07
   7 / 10
"Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare, preparare la tavola a mezzogiorno.
Ci sono cose da far di notte: chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare, orecchie per sentire.
Ci sono cose da non fare mai. Né di giorno né di notte, né per mare né per terra:
per esempio, la guerra"
(Gianni Rodari)



Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Demetrio  @  25/09/2003 10:38:01
   10 / 10
Che Film ragazzi, che FILM!!! Da non perdere, una botta da 10!

Silvestro  @  23/09/2003 09:36:10
   10 / 10
Cavoli è davvero bellissimo, e il finale è di una efficacia sconcertante, veramente geniale!

Invia una mail all'autore del commento Antonella  @  21/09/2003 17:59:56
   10 / 10
Un film bellissimo, molto attuale, pieno di significati importanti per gli anni in cui ci stiamo inoltrando. No alla guerra!!!

Stefania  @  21/09/2003 17:41:55
   10 / 10
Un bellissimo film, talmente profondo e toccante che non si può dimenticare.

superG  @  21/09/2003 17:34:03
   1 / 10
sinceramente mi aspettavo chissà che, potessi tornare indietro, con 7 euro mi facevo una pizza!

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/09/2003 13.52.22
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Loredana  @  21/09/2003 15:58:36
   10 / 10
Un film eccezionale, stupendo, meraviglioso, DA VEDERE!!!

Silvia  @  21/09/2003 00:51:55
   10 / 10
Stupendo il film e il modo in cui riesce a rendere semplici problematiche che da sempre tormentano e ricoprono d'orrore la storia dell'umanità.

Lucretia  @  21/09/2003 00:42:23
   10 / 10
UN capolavoro.

Invia una mail all'autore del commento Marcello  @  21/09/2003 00:41:55
   10 / 10
Un film contro la guerra molto particolare e ben riuscito.

Fregene  @  21/09/2003 00:11:38
   1 / 10
Ottimo. Per dormire profondamente e` l'ideale!

basetta  @  20/09/2003 23:41:23
   1 / 10
anche a me non è piaciuto

pizzetto  @  20/09/2003 12:15:43
   10 / 10
mi è piaciuto

baffo  @  20/09/2003 12:12:43
   1 / 10
non mi è piaciuto

Invia una mail all'autore del commento Sabrina  @  20/09/2003 10:12:00
   10 / 10
Una nuova, geniale, attuale e feroce visione delle guerre dei nostri giorni. Un film che tutti dovrebbero vedere. Un capolavoro.

Sergente Cesso  @  20/09/2003 09:56:06
   9 / 10
sajhak  @  20/09/2003 00:02:55
   9 / 10
Invia una mail all'autore del commento Paola  @  19/09/2003 10:33:21
   9 / 10
Il più bel film mai realizzato sulla stupidità della guerra.

man  @  18/09/2003 22:54:20
   10 / 10
Giovanna  @  18/09/2003 09:36:58
   10 / 10
Film straordinario, un cult.

Ale 88  @  17/09/2003 18:36:37
   9 / 10
E' proprio bello, non capiscono niente quelli che votano 1.

Giulia  @  17/09/2003 11:53:40
   9 / 10
Film straordinario, andate a vederlo e non ve ne pentirete.

Invia una mail all'autore del commento Marcello  @  17/09/2003 11:49:00
   10 / 10
Un ottimo film, potente, lucido, attuale intelligente e mai banale. Prima o poi dovrò decidermi ad acquistare il DVD.

Storm  @  17/09/2003 11:46:46
   10 / 10
Un film eccezionale, considerando anche il periodo in cui è uscito.

Vincent  @  16/09/2003 22:00:14
   1 / 10
INFINITA VERGOGNA!

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/03/2005 19.18.44
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Marzia  @  16/09/2003 21:29:01
   10 / 10
E' proprio un film stupendo andatelo a vedere. Ciao

Giuseppe  @  16/09/2003 08:36:36
   9 / 10
Un film di straordinaria bellezza sull'assurdità della guerra.

Leo (Quello Vero)  @  16/09/2003 01:14:58
   10 / 10
Ma è davvero un capolavoro!!!
E pensare che Italia, Belgio, Gran Bretagna e Slovenia si sono messi insieme per produrre questo splendido film!!!!!!!!10

Leo  @  16/09/2003 00:20:03
   1 / 10
Ma è davvero ridicolo!!!
E pensare che Italia, Belgio, Gran Bretagna e Slovenia si sono messi insieme per produrre sto schifo!!!!!!!!1

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/04/2005 19.12.42
Visualizza / Rispondi al commento
Quarta A  @  14/09/2003 18:09:47
   10 / 10
Ho visto qusto film a scuola e a tutta la classe è piaciuto tantissimo.

Daniele  @  14/09/2003 17:54:40
   10 / 10
Concordo con le valutazioni positive fin qui espresse. Si tratta di un film eccellente.

Stefano 77  @  14/09/2003 17:36:24
   10 / 10
Finalmente un film in grado di regalare pensieri e riflessioni.

Saretta  @  14/09/2003 17:29:40
   10 / 10
Andate a vederlo, il vostro cervello ringrazierà!

Consuelo  @  14/09/2003 17:20:28
   10 / 10
Invia una mail all'autore del commento Francesca  @  14/09/2003 16:51:26
   10 / 10
E' proprio un bellissimo film, non date retta a chi vota 1 senza nemmeno aver visto il film.

Renzo  @  14/09/2003 16:32:48
   10 / 10
Film geniale. Merita una media più alta.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place: giorno 1abigail (2024)accattaromaacidamen (2024)
 NEW
amici per casoanimale umanoanimali randagianna (2023)arrivederci berlinguer!bad boys: ride or diebanel e adamacuckoocult killer - la vendetta prima di tuttodall'alto di una fredda torre
 NEW
deadpool & wolverineeileenel paraisoera mio figlio (2024)fantastic machinefederer: gli ultimi dodici giornifly me to the moon - le due facce della lunafremontfuga in normandiafuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghost: rite here rite nowgirasoligli immortaligli indesiderabili (2023)glory hole
 NEW
here after - l'aldila'
 R
hit man - killer per casoholy shoeshorizon: an american saga - capitolo 1hotspot - amore senza retei dannatiif - gli amici immaginariil caso goldmanil coraggio di blancheil gusto delle coseil mio posto e' quiil mio regno per una farfallail mistero scorre sul fiumeil regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoin a violent natureindagine su una storia d'amoreinside out 2io & sissiio e il seccoio, il tubo e le pizzejago into the whitekinds of kindnessl’amante dell'astronautala memoria dell’assassinola morte e' un problema dei vivila profezia del malela stanza degli omicidila tartarugala treccial'esorcismo - ultimo attol'imperol'invenzione di noi duelonglegsl'ultima vendettamadame lunamade in dreams - l'italiano che ha costruito l'americamarcello miomatrimonio con sorpresa (2024)
 NEW
mavka e la foresta incantatame contro te: il film - operazione spiemetamorphosis (2024)mothers' instinctnew lifeniente da perdere (2024)noir casablancanon riattaccare
 NEW
persona non grata (2024)prima della fine - gli ultimi giorni di enrico berlinguerquattro figlie (2023)quell'estate con ireneracconto di due stagioniricchi a tutti i costiritratto di un amorerobo puffinroma bluessamadsaro' con tesei fratellishoshanashukransuperlunathe animal kingdomthe bikeridersthe boys - stagione 4the fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe strangers: capitolo 1the tunnel to summer, the exit of goodbyesthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretroppo azzurrotwistersun messicano sulla luna
 NEW
un oggi alla voltaun piedipiatti a beverly hills: axel funa spiegazione per tuttouna storia neraunder parisunfrosted: storia di uno snack americanovangelo secondo mariavincent deve morirewindlesswoken - nulla e' come sembra

1052598 commenti su 50961 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

AYKAMA' ROSA

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

in sala


HIT MAN - KILLER PER CASO
Locandina del film HIT MAN - KILLER PER CASO Regia: Richard Linklater
Interpreti: Glen Powell, Adria Arjona, Austin Amelio, Retta, Sanjay Rao, Molly Bernard, Evan Holtzman, Gralen Bryant Banks, Mike Markoff, Bryant Carroll, Enrique Bush, Bri Myles, Kate Adair, Martin Bats Bradford, Morgana Shaw, Ritchie Montgomery, Richard Robichaux, Jo-Ann Robinson, Jonas Lerway, Kim Baptiste, Sara Osi Scott, Anthony Michael Frederick, Duffy Austin, Jordan Joseph, Garrison Allen, Beth Bartley, Jordan Salloum, John Raley, Tre Styles, Donna DuPlantier, Michele Jang, Stephanie Hong
Genere: azione

Recensione a cura di The Gaunt

ON THE JOB: THE MISSING 8
Locandina del film ON THE JOB: THE MISSING 8 Regia: Erik Matti
Interpreti: John Arcilla, Dennis Trillo, Dante Rivero, Joel Torre, Christopher De Leon, William Martinez, Lotlot De Leon, Ina Feleo, Ricky Davao, Vandolph, Isabelle De Leon, Rayver Cruz, Soliman Cruz, Andrea Brillantes
Genere: poliziesco

Recensione a cura di The Gaunt

archivio


LA ZONA D'INTERESSE
Locandina del film LA ZONA D'INTERESSE Regia: Jonathan Glazer
Interpreti: Christian Friedel, Sandra Hüller, Medusa Knopf, Daniel Holzberg, Ralph Herforth, Maximilian Beck, Sascha Maaz, Wolfgang Lampl, Johann Karthaus, Freya Kreutzkam, Lilli Falk, Nele Ahrensmeier, Stephanie Petrowitz, Marie Rosa Tietjen, Ralf Zillmann, Imogen Kogge, Zuzanna Kobiela, Julia Polaczek, Luis Noah Witte, Christopher Manavi, Kalman Wilson, Martyna Poznanski, Anastazja Drobniak, Cecylia Pekala, Andrey Isaev
Genere: drammatico

Recensione a cura di Gabriele Nasisi

MARILYN HA GLI OCCHI NERI
Locandina del film MARILYN HA GLI OCCHI NERI Regia: Simone Godano
Interpreti: Miriam Leone, Stefano Accorsi, Thomas Trabacchi, Mario Pirrello, Orietta Notari, Marco Messeri, Andrea Di Casa, Valentina Oteri, Ariella Reggio, Astrid Meloni, Giulia Patrignani, Vanessa Compagnucci, Lucio Patané, Agnese Brighittini
Genere: commedia

Recensione a cura di Severino Faccin

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net