ma rainey's black bottom regia di George C. Wolfe USA 2020
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ma rainey's black bottom (2020)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MA RAINEY'S BLACK BOTTOM

Titolo Originale: MA RAINEY'S BLACK BOTTOM

RegiaGeorge C. Wolfe

InterpretiChadwick Boseman, Viola Davis, Glynn Turman, Colman Domingo, Michael Potts

Durata: h 1.33
NazionalitàUSA 2020
Generemusical
Al cinema nel Marzo 2021

•  Altri film di George C. Wolfe

Trama del film Ma rainey's black bottom

In uno studio musicale dellaáChicagoádegliáanni 20, la band diáMa Raineyáaspetta l'arrivo della diva per incidere un nuovo album. Ma le tensioni all'interno della band si faranno sempre pi¨ pesanti col passare delle ore.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,13 / 10 (4 voti)6,13Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ma rainey's black bottom, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Light-Alex  @  16/04/2021 10:35:26
   5½ / 10
Film dal taglio molto teatrale (tratto in effetti da una piece per teatro riadattata con i tempi del cinema). Quindi come tutti i film "teatrali" è fatta principalmente di dialoghi, monologhi e interpretazioni di singoli. In questo caso c'è anche un po' di musica, di blues per la precisione.

I contenuti non sono riusciti a fare particolarmente breccia dentro di me, anche se riconosco il fatto che sia una sceneggiatura con un certo "impegno" sociale, che consiste nel tentativo di trasmettere una fase dell'emancipazione dei neri in America, dell'esigenza di essere autonomi e di non essere strumenti in mano ai ricchi bianchi, l'esigenza di dichiararsi indipendenti e di dimostrare che anche loro possono, se vogliono, manovrare i bianchi, ma anche le incongruenze di questa fase, le differenze che ancora sussistono, i fallimenti.

I personaggi sono caricaturali, parlano con uno slang fortissimo, una cantilena che caratterizza tutto il film. Tra le interpretazioni spiccano Viola Davis (una maschera di trucco, sudore, posture caricatissime, parlato brutale, la migliore sicuramente) e Boseman (che ci regala questo giovane ambizioso ma tormentato, un talento sicuramente anche lui. Non lo conoscevo, ora capisco meglio il grande risalto tempo fa per la sua prematura scomparsa).

Seppur le tematiche siano importanti, la credibilità risulta penalizzata dal tono macchietistico di tutto l'apparato e anche dei cambi di tema un po' troppo bruschi. Il monologo sulla madre, il monologo su Dio, la parentesi con l'eccesso di passione tra i due ragazzi, il finale tragico, disorientano un po' lo spettatore. Non si sa bene dove si vada a parare con questo lavoro.

Inoltre rimane quel sentore di essere il film perfetto da portare alla notte degli Oscar per riabilitare l'Academy dopo le ultime uscite a vuoto in tema di inclusività della comunità nera d'America. Il che rende tutto un po' fastidioso, perché dà l'idea di volerci mettere frettolosamente una pezza sopra. Magari vincerà anche dei premi, tipo "contentino", ma questo confermerà ancora una volta come ci sia sempre troppa politica dietro agli Oscar, che inficia sulla valutazione oggettiva dei film. Ma questo mi rendo conto che è un discorso al di fuori dal film, che cerca di fare il suo.

E' un lavoro discreto, con buone prove attoriali, che può piacere a chi ama la fusione tra cinema e piece teatrale, con una spolverata di musica a legare il tutto.
Ma dal mio punto di vista non riesce a coinvolgere a dovere.

EddieVedder70  @  12/04/2021 22:33:48
   6½ / 10
ennesimo film all black della seconda metà del 2020 a finire supercandidato all'imminente notte degli Oscar. Questa volta il merito maggiore va ai 2 interpreti principali, a partire dalla sempre sgraziata, invadente, arrogante e carismatica performance di Viola Davis, che sfida il caldo e il sudore con un pellicciotto di qualche bestia, sotto un trucco davvero invasivo. Ma è lo sfortunato C. Boseman, qui già malato e dimagrito (quasi irriconoscibile il "Black Panther" che fu), ad elevare la visione con un monologo/sfogo contro Dio da mettere i brividi (soprattutto alla luce del suo nefasto destino). Il film è ben costruito, i dialoghi funzionano anche fuori dal teatro (la sceneggiatura originale è per ambienti "chiusi" e circoscritti) e il finale .... beh è il finale giusto di questa storia di musica, povertà, talento e rabbia. Nel complesso un po' fuori dalle mie "corde".

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  08/04/2021 18:27:11
   6 / 10
Sposo in pieno il commento dell'ottimo Marco qui sotto: film che si lascia senz'altro vedere ma che si regge essenzialmente sulle straordinarie interpretazioni di Boseman e Davis: e se dalla Davis me lo aspettavo (anche se non a questi livelli), Boseman è stato un'autentica rivelazione: lo conoscevo solo per i film Marvel, e non avevo idea avesse una simile carica camaleontica. Un gigante, che vincerà un meritatissimo oscar postumo e che con questo film ci ha fatto capire ancora di più che immenso talento ci ha lasciati.

marcogiannelli  @  08/04/2021 18:14:59
   6½ / 10
Un Fences che non ce la fa fino un fondo per quanto mi riguarda.
Una piece teatrale portata sul grande schermo sicuramente dosandola su un minutaggio accettabile ma che forse lascia un pò interdetti.
Il film basa tutto sulle interpretazioni e ovviamente sono Chadwick Boseman E Viola Davis a portare la croce. Lei specialmente è incredibile: gli sguardi, la postura, come si muove, come canta. Boseman invece dà linfa ad un musicista giovane e diverso dagli altri, che si accontentano della pagnotta; lui è un turbinio di idee e di stimoli intervallati da momenti in cui tutto ciò viene filtrato da episodi passati tragici. In uno dei monologhi, nel finale, non si può non pensare alla sua triste fine in quel discorso così intimo.
Il resto è blues, dialoghi e caldo. Ma anche il popolo nero che racconta dei problemi di quel e di questo tempo, 100 anni dopo. E di personaggi che sono così a causa delle discriminazioni che devono patire.
Forse non mi ha colpito fino in fondo al cuore ma comunque un film da poter vedere tranquillamente senza pensare di aver perso del tempo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggovernance - il prezzo del poteregreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitali
 NEW
jakob's wifejudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaythunder forcetua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroes
 NEW
why did you kill me?wonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016649 commenti su 45326 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net