la ville est tranquille regia di Robert Guédiguian Francia 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la ville est tranquille (2001)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA VILLE EST TRANQUILLE

Titolo Originale: LA VILLE EST TRANQUILLE

RegiaRobert Guédiguian

InterpretiAriane Ascaride, Gérard Meylan, Pascale Roberts, Alexandre Ogou

Durata: h 2.34
NazionalitàFrancia 2001
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 2001

•  Altri film di Robert Guédiguian

Trama del film La ville est tranquille

Marsiglia. Michèle lavora in uno stabilimento che vende il pesce ai dettaglianti. Il lavoro è stancante, ma il ritorno a casa non è migliore perché la donna deve lottare per far uscire sua figlia dal tunnel della droga. Paul ha tradito i suoi compagni di lavoro, faceva lo scaricatore al porto, per diventare tassista. Abderramane uscito trasformato di prigione cerca di aiutare i suoi fratelli. Viviane non sopporta più suo marito e le sue idee di sinistra. Sarkis ha un sogno: avere un pianoforte a coda.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (1 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La ville est tranquille, 1 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/01/2007 22:42:23
   6½ / 10
Avvertenza: se siete provetti suicidi o mirate a distruggere il resto dell'umanità, evitate questo film, rischiate effetti collaterali di non poco conto...affittatevi un dvd di franchi e ingrassia e lasciate perdere Guediguian...

Scherzi a parte, non è male: tipico film a tesi, "le ville est tranquille" è ambientato in una Marsiglia che sembra uscita dai gialli di Jean Claude Izzo: brutale, sofferta, cinica e dannatamente "marcia dentro".
Terra di intolleranze à la Le Pen (terribile il destino del giovane africano), di indifferenza, di droga, di violenza, di sopraffazione.
Ci sono momenti che ricordano il miglior Ken Loach: quando una donna ammette di condividere piu' la classe operaia xenofoba e destrorsa rispetto alla borghesia intellettuale (di sinistra) del marito, supponente riformista di stampo pantofolaio; oppure un padre che approva la decisione del figlio di abbandonare lo sciopero accettando i compromessi del caso (integrazione sociale) rispetto a quando "per una cosa del genere l'avrebbe preso a schiaffi".

"la ville est tranquille" non è pero' solo un film "politico" in senso stretto, anche se è pur sempre un film che osa interrogarsi sulle ragioni della lotta e sulle trasformazioni sociali imperanti, compreso il successo della Destra anche in ambiti totalmente avversi a certe ideologie.

Un film che tenta, riuscendoci solo in parte, di recuperare il filo della memoria come ha fatto splendidamente Garrel nel suo "Vento della notte".
Ma se il film di Garrel rappresenta la perdita delle coscienze e l'apatia delle illusioni, il film di G. sembra soffermarsi sull'"assenza amnetica del passato"

Una coscienza che tace, che non si ribella, che non si indigna, quasi spoglia di un'identità se non una tragica anarchia di pensiero (molto europea, fra l'altro)

Un film che i piu' troveranno insopportabile, almeno quanto la rabbia che lo spettatore proverà nel vedere una donna contribuire per pietà a rovinare se stessa e la figlia tossicodipendente (procurandole le dosi di droga e arrivando a prostituirsi per lei)

Forse è proprio l'aspetto Politico del film che non convince fino in fondo: un'aplomb culturale perso tra la grandeur francese (persino un darwinismo retrivo) e una fin troppo esplicita descrizione di un Paese in balìa di violenze e razzismo.

Una speranza G. la trova nel metaforico pianista in erba che "danza" con le dita della mano nei tasti di una pianola, cfr. la speranza di un mondo diverso? e incanta pochi ma rapiti spettatori...

Tattica dello sguardo, e tattica delle intenzioni: cinema neutro dissociato o semplicemente pretenzioso? Forse entrambe le cose.

E' un meccanismo di difesa da un mondo che non rivela mai cos'è la vita, la libertà o la giustizia, pertanto massimo rispetto a Guediguaian per questo film, pero' il dubbio di un grosso "calcolo", di un'effettismo chiuso in se stesso e costruito spesso a tavolino, permangono

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a molloa private war
 NEW
alita - angelo della battagliaalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldanimasaquamanattenti al gorilla
 NEW
beautiful boy (2018)ben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybts world tour: love yourself in seoulbumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolution
 NEW
cartachesil beach - il segreto di una nottechi scriverà la nostra storia?city of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)compromessi sposiconta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomichecoppermancosa fai a capodanno?creed ii
 NEW
crucifixion - il male e' stato invocatodinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon trainer: il mondo nascostoescape room (2019)friedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bamboleglassgreen bookhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil primo reil professore cambia scuolail ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettricala douleurla favorita
 R
la notte dei 12 anni
 NEW
la paranza dei bambinila prima pietrala scuola serale
 NEW
la vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacyle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucel'esorcismo di hannah graceliberolo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrom.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerbamaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimenocchiomia e il leone biancomorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)
 NEW
nightmare cinemanon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magiche
 NEW
ognuno ha diritto ad amare - touch me nototzi e il mistero del tempoovunque proteggimipeppermintpiercingralph spacca internetred zone - 22 miglia di fuocoremi
 NEW
rex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)ride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase la strada potesse parlarese son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wishthe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstramonto (2018)tre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favore
 NEW
un valzer fra gli scaffali
 NEW
un'avventuraupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreaswidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

984735 commenti su 40856 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net