la ville est tranquille regia di Robert Guédiguian Francia 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la ville est tranquille (2001)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA VILLE EST TRANQUILLE

Titolo Originale: LA VILLE EST TRANQUILLE

RegiaRobert Guédiguian

InterpretiAriane Ascaride, Gérard Meylan, Pascale Roberts, Alexandre Ogou

Durata: h 2.34
NazionalitàFrancia 2001
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 2001

•  Altri film di Robert Guédiguian

Trama del film La ville est tranquille

Marsiglia. Michèle lavora in uno stabilimento che vende il pesce ai dettaglianti. Il lavoro è stancante, ma il ritorno a casa non è migliore perché la donna deve lottare per far uscire sua figlia dal tunnel della droga. Paul ha tradito i suoi compagni di lavoro, faceva lo scaricatore al porto, per diventare tassista. Abderramane uscito trasformato di prigione cerca di aiutare i suoi fratelli. Viviane non sopporta più suo marito e le sue idee di sinistra. Sarkis ha un sogno: avere un pianoforte a coda.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (1 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La ville est tranquille, 1 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/01/2007 22:42:23
   6½ / 10
Avvertenza: se siete provetti suicidi o mirate a distruggere il resto dell'umanità, evitate questo film, rischiate effetti collaterali di non poco conto...affittatevi un dvd di franchi e ingrassia e lasciate perdere Guediguian...

Scherzi a parte, non è male: tipico film a tesi, "le ville est tranquille" è ambientato in una Marsiglia che sembra uscita dai gialli di Jean Claude Izzo: brutale, sofferta, cinica e dannatamente "marcia dentro".
Terra di intolleranze à la Le Pen (terribile il destino del giovane africano), di indifferenza, di droga, di violenza, di sopraffazione.
Ci sono momenti che ricordano il miglior Ken Loach: quando una donna ammette di condividere piu' la classe operaia xenofoba e destrorsa rispetto alla borghesia intellettuale (di sinistra) del marito, supponente riformista di stampo pantofolaio; oppure un padre che approva la decisione del figlio di abbandonare lo sciopero accettando i compromessi del caso (integrazione sociale) rispetto a quando "per una cosa del genere l'avrebbe preso a schiaffi".

"la ville est tranquille" non è pero' solo un film "politico" in senso stretto, anche se è pur sempre un film che osa interrogarsi sulle ragioni della lotta e sulle trasformazioni sociali imperanti, compreso il successo della Destra anche in ambiti totalmente avversi a certe ideologie.

Un film che tenta, riuscendoci solo in parte, di recuperare il filo della memoria come ha fatto splendidamente Garrel nel suo "Vento della notte".
Ma se il film di Garrel rappresenta la perdita delle coscienze e l'apatia delle illusioni, il film di G. sembra soffermarsi sull'"assenza amnetica del passato"

Una coscienza che tace, che non si ribella, che non si indigna, quasi spoglia di un'identità se non una tragica anarchia di pensiero (molto europea, fra l'altro)

Un film che i piu' troveranno insopportabile, almeno quanto la rabbia che lo spettatore proverà nel vedere una donna contribuire per pietà a rovinare se stessa e la figlia tossicodipendente (procurandole le dosi di droga e arrivando a prostituirsi per lei)

Forse è proprio l'aspetto Politico del film che non convince fino in fondo: un'aplomb culturale perso tra la grandeur francese (persino un darwinismo retrivo) e una fin troppo esplicita descrizione di un Paese in balìa di violenze e razzismo.

Una speranza G. la trova nel metaforico pianista in erba che "danza" con le dita della mano nei tasti di una pianola, cfr. la speranza di un mondo diverso? e incanta pochi ma rapiti spettatori...

Tattica dello sguardo, e tattica delle intenzioni: cinema neutro dissociato o semplicemente pretenzioso? Forse entrambe le cose.

E' un meccanismo di difesa da un mondo che non rivela mai cos'è la vita, la libertà o la giustizia, pertanto massimo rispetto a Guediguaian per questo film, pero' il dubbio di un grosso "calcolo", di un'effettismo chiuso in se stesso e costruito spesso a tavolino, permangono

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004902 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net