la parete di fango regia di Stanley Kramer USA 1958
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la parete di fango (1958)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA PARETE DI FANGO

Titolo Originale: THE DEFIANT ONES

RegiaStanley Kramer

InterpretiTony Curtis, Sidney Poitier, Lon Chaney jr, Theodore Bikel, Charles McGraw, Cara Williams

Durata: h 1.37
NazionalitàUSA 1958
Generedrammatico
Al cinema nell'Aprile 1958

•  Altri film di Stanley Kramer

Trama del film La parete di fango

Due galeotti, un nero e un bianco, evadono insieme, legati ai polsi da una catena d'acciaio. Braccati dai poliziotti che li inseguono guidati da feroci segugi, i due fuggono attraverso campi, colline, paludi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,22 / 10 (9 voti)7,22Grafico
Migliore sceneggiatura originaleMiglior fotografia
VINCITORE DI 2 PREMI OSCAR:
Migliore sceneggiatura originale, Miglior fotografia
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La parete di fango, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  12/02/2017 14:23:52
   6½ / 10
Buona la performance degli attori e storia densa di propositi positivi che trattano argomenti sempre scottanti come l'intolleranza razziale e il disagio sociale. Nonostante questo, e i due oscar portati a casa, LA PARETE DI FANGO, a mio modesto avviso, è ben lontano dall'essere un capolavoro del cinema, a fronte di un ritmo altalenante, dialoghi poco incisivi e scene che a volte sembrano poco curate nei dettagli, dove si palesa una certa ingenuità nel raccontare gli eventi e dove la retorica si manifesta in maniera evidente, specialmente nella parte conclusiva.
Il film di Kramer, però, rimane comunque una visione godibile che non annoia e che riesce a trasmettere una serie di sensazioni che non possono lasciare indifferente chi guarda.

Goldust  @  21/09/2016 11:54:20
   7 / 10
Altro bel lavoro di Kramer con tematiche razziali in sottofondo e con la rappresentazione di personaggi di varia umanità. Visto oggi parrebbe sorpassato, eppure ha ancora un suo fascino. Il regista, al suo terzo film, si muove nelle pieghe della storia con la sicurezza di un veterano ed alcune inquadrature ad effetto restano impresse nella memoria


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

almeno quanto un finale disperatamente a caccia della libertà.
Solida prova del duo Curtis / Poitier, con quest'ultimo che seppur di un'incollatura si lascia preferire.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  11/08/2016 19:15:38
   7 / 10
Escape adventure di tutto rispetto; non punta il dito contro i pregiudizi razziali, ma li usa come spinta per meglio muovere la storia e le azioni dei personaggi, che malgrado il colore della pelle e le catene ai polsi diventano solidali e complementari quando si tratta di far fronte comune per raggiungere lo stesso obbiettivo, soprattutto sapendo di dover comunque affrontare le stesse vicissitudini sia prima da civili sia ora da carcerati.

Ottimi Curtis e Poitier, reietti perfetti.

Non è denuncia ma intrattenimento; invecchiato molto bene direi.

DogDayAfternoon  @  10/07/2016 12:43:59
   7½ / 10
Molto bello questo film di Kramer su uno dei temi più caldi dell'epoca. Il conflitto bianchi/neri si riconduce al conflitto tra due galeotti in fuga, i quali sono costretti ad andare contro la propria indole e a doversi sopportare per non condannare se stessi alla cattura.

L'incipit è davvero interessante, e anche lo svolgimento è parecchio coinvolgente senza cadere per forza in modelli troppo stereotipati o scontati. L'unico difetto secondo me è l'incontro con la donna e i conseguenti risvolti, che ho trovato abbastanza fuori luogo.

Un film che non risente minimamente dei suoi anni, davvero una gradita sorpresa. Assolutamente da riscoprire.

Dick  @  30/01/2015 16:01:56
   8 / 10
Quoto tutto quanto scritto da MidnightMikko. Uno dei primissimi film con la coppia bianco e nero mi sembra che avrebbe trovato la sua strada sopratutto nei thriller e polizieschi!

MidnightMikko  @  22/08/2012 11:44:28
   8 / 10
Un gran bel film, che gode principalmente della regia sicura di Kramer e di una fotografia a dir poco spettacolare, un bianco e nero vivido e sporco.
Ottima prova dei bravissimi Curtis e Poitier, buon soggetto e sceneggiatura che personalmente non ho trovato mai scontata banale e tantomeno retorica.
Consigliato

Clint Eastwood  @  23/04/2010 11:58:28
   6½ / 10
Era il '58 e Kramer iniziò a parlare direttamente di razzismo, pregiudizi, uguaglianza e umanità ... tutte in primo piano. L'argomento sarà approfondito ancor di più nello splendido e lucido Indovina Chi Viene a Cena ?. Il duo di attori protagonisti Poitier-Curtis tengono testa all'intero film che per poca professionalità del regista (che sicuramente migliorerà dopo), svolgimento della trama grezza e poco lineare, il messaggio di fondo riesce a portarlo.

Direi obsoleto, ma una pellicola di gran coraggio per l'epoca.

Invia una mail all'autore del commento Steppenwolf  @  01/04/2010 10:14:02
   7½ / 10
Gran bel film. Bravissimo Curtis e bravo anche Poitier. Uno dei primi film sul razzismo, ricco di metafore(come il fatto che i due evasi siano incatenati e accomunati nel destino); è una storia virile d'amicizia tra due persone differenti solo nel colore della pelle, è una storia di tolleranza e di comprensione che rinuncia anche alla passione amorosa pur di mantenere saldo il legame che unisce i due uomini. Da vedere; non è un capolavoro, ma è un bel film, sicuramente.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  18/06/2009 19:18:24
   7 / 10
"Non voglio recitare con un negro" (cfr. Robert Mitchum) oppure "Sì ma voglio essere io il negro" (Marlon Brando) tra i nomi che avrebbero dovuto recitare nel film al posto di Tony Curtis.
Un robusto melodramma sociale di Kramer, con un finale forse retorico ma davvero emozionante. I temi dell'intolleranza razziale sono forse sfruttati, ma Kramer era il regista giusto a dominare questo tipo di film e riesce a ottenere un'ottima prova da entrambi gli attori

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1014793 commenti su 44988 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net