la moglie di frankenstein regia di James Whale USA 1935
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la moglie di frankenstein (1935)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA MOGLIE DI FRANKENSTEIN

Titolo Originale: THE BRIDE OF FRANKENSTEIN

RegiaJames Whale

InterpretiBoris Karloff, Colin Clive, Valerie Hobson, Elsa Lanchester, Ernest Thesiger, Gavin Gordon, Douglas Walton

Durata: h 1.15
NazionalitàUSA 1935
Generehorror
Al cinema nell'Agosto 1935

•  Altri film di James Whale

Trama del film La moglie di frankenstein

Il barone Frankenstein, tormentato dall'idea di aver inventato un mostro, decide di partire con la moglie, ma il dr. Pretorius lo costringe a un altro esperimento: creare un essere di sesso femminile.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,41 / 10 (27 voti)8,41Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La moglie di frankenstein, 27 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Serge  @  26/03/2022 18:11:23
   10 / 10
Mastodontica opera d' arte, impossibile a a dirlo, ma dal mio punto di vista supera il precedente capolavoro. UN sussseguirsi di immagini e personaggi difficili da dimenticare e una meravigliosa regia lo rendono una pellicola da vedere assolutamente a tutti i costi. Cinema allo stato puro.

topsecret  @  12/05/2020 13:41:03
   6½ / 10
Sicuramente interessante e dotato di una buona resa visiva ma decisamente povero di tensione, forse perchè troppo datato per essere incisivo in maniera efficace.
Un buon prodotto, nonostante il peso dei suoi anni, capace di non annoiare e offrire momenti ben calibrati, dovuti soprattutto all'"evoluzione" psicologica del mostro che semra capace di provare emozioni ed esigenze relazionali.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  23/09/2019 13:10:41
   7½ / 10
Migliore del film originale del '31 che si concentrava sulla figura del dottore e poco su quella della creatura, anche perche questa compariva dopo meta' film.
In questo pregevole sequel l'attenzione è concentrata tutta sulla creatura e sulle sue "avventure".
Dalle scene di razzismo ingiustificato ai momenti di humor passati con il vecchio cieco. Un mix azzeccato e di sicuro impatto emotivo.

alex94  @  26/09/2016 19:30:32
   8 / 10
A quattro anni dal successo di Frankenstein James Whale si decide finalmente a realizzarne un sequel e da vita ad un altra grandissima opera,che riesce nell'ardua impresa di raggiungere le vette del primo film.
La storia riprende esattamente da dove finiva quella della precedente pellicola e si sviluppa mantenendosi in bilico con successo tra l'horror e la commedia, e portando in scena una serie di personaggi assolutamente memorabili.
Interessante l'approfondimento psicologico che il regista dedica al mostro,dedicando una particolare attenzione all'incontro di quest'ultimo con il vecchio che lo aiuterà in più modi,forse uno dei passaggi più importanti dell'intera pellicola.......
Importante anche se presente solo per breve termine sullo schermo anche la moglie del mostro...
Ottime le scenografie e l'aspetto tecnico in generale,il regista imprime alla vicenda un ritmo abbastanza elevato (che trova il suo apice nel bel finale) il quale unito ad una durata piuttosto breve rende il film accessibile e consigliato un po a tutti gli amanti del genere,compresi quelli che non gradiscono troppo i vecchi (anzi in questo caso vecchissimi) film..... da vedere.

GianniArshavin  @  03/01/2015 20:23:45
   8 / 10
Dopo il successo del primo e storico "FRANKENSTEIN" James Whale torna alla regia per il seguito e riesce nell'incredibile impresa di bissare e addirittura superare la qualità e la fama del predecessore.
Questo secondo episodio della saga dedicata al mostro nato dalla penna di Mary Shelley è effettivamente più completo e avvincente in tutte le sue componenti principali, dalla regia alla recitazione passando per la trama.
Un ritmo molto alto ci trascinerà in una storia sicuramente più profonda rispetto a quella del capostipite che rispecchia maggiormente le tematiche e i significati del libro; avremo dunque un mostro che paleserà nobili sentimenti umani ed una vocazione al bene e alla fratellanza non comuni. Gli umani invece confermeranno la loro natura meschina e ripudieranno il mostro basandosi solamente sul suo aspetto e su i suoi suoni gutturali.
La componente horror è anch'essa di qualità,vista la presenza di uno dei primissimi e riuscitissimi esempi di mad doctor e della ormai storica moglie del mostro,una Elsa Lanchester da brividi con le sue urla terrificanti.
La pellicola anche dal punto di vista tecnico si difende benissimo,grazie ad una regia classica ma non statica o obsoleta,delle scenografie degne del miglior Corman e degli effetti da colossal hollywoodiano.
Ovviamente i tantissimi anni che l'opera si porta sul groppone a tratti si vedono, soprattutto in alcune soluzioni poco riuscite (il prologo) e ad alcuni momenti troppo banali e macchietistici per un horror di questa caratura.
Ricapitolando , con "La moglie di FRANKENSTEIN" siamo di fronte ad un caposaldo da recuperare nella maniera più assoluta.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  03/10/2014 18:50:37
   10 / 10
Uno dei sequel migliori mai realizzati.
Il segreto?Rivoluzionare completamente i tratti caratteriali dei personaggi più importanti del primo film.
-Il dottor Frankenstein consapevole degli errori che ha commesso.
-La creatura che nasconde un cuore sotto un organismo perfettamente funzionante e riesce ad esprimere emozioni che non aveva ancora svelato.
-Elisabeth meno ingenua e più donna di sani principi con una personalità spiccata che si fa notare.

In più la gradita aggiunta di personaggi di contorno che lasciano il segno(il violinista cieco in primis),un ritmo più sostenuto,una regia avvolgente con posizionamento di camere innovativo per l'epoca.
Whale non predilige lo spettacolo orrifico o l'eccessiva carrellata di effetti speciali pratici,mette in rilievo un copione maturo,che sa come toccare i tasti dolenti di ogni singolo personaggio,sulla via della redenzione o in cerca di un posto nel mondo.

Viene approfondita persino la mentalità deviata che porta uno scienziato a operare per conto di un principio malsano e blasfemo:donare la vita a persone che non devono essere scomodate.Il normale corso di un'esistenza che deve essere rispettato e non manomesso.

Passaggi di trama che soddisfano appieno il mio occhio critico e il tutto condensato in poco più di un'ora di durata.
Eccezionale.Un film,la continuazione di una storia già trattata,che fu realizzata con uno scopo ben preciso,e non fu sicuramente vittima di operazioni spietate di marketing.

Per quanto riguarda il titolo,La Sposa di Frankenstein,viene fuori un accenno di lei della sua presenza.Verrà inserita la sua figura molto più avanti nel film rispetto a quanto avevo previsto prima della visione.
Appare in un preciso momento e fungerà da macchina produttiva per colpi di scena ben assestati.

Merita il 10.
Non devono essere lasciati da parte questi splendidi lungometraggi d'epoca.

gianni1969  @  05/09/2013 22:31:34
   10 / 10
Sequel del capolavoro del 31 con boris karloff, a mio avviso il miglior frankenstein di sempre, per tutta la sua durata traspira grande cinema da tutti i pori. Insuperabile

Tambo90  @  23/03/2013 20:01:01
   8 / 10
Magnifico film, sono molti i pregi, gli effetti speciali di John Fulton, ritmo instancabile, la finezza della regia. Più avvincente del prototipo grazie ad un maggior dinamismo ed alla coinvolgente colonna sonora.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  06/11/2012 18:31:41
   8 / 10
Una magnifica parabola sul diverso, con un percorso drammaturgico articolato e modernissimo. Più di una sequenza toccante (su tutte la meravigliosa scena con il suonatore di violino cieco).
Sotto il profilo stilistico Whale era grandissimo: attingeva alla contemporanea corrente espressionista, restava con entrambi i piedi dentro le logiche di mercato (il ritmo del film è avvincente e ancora oggi davvero spettacolare), fissava i canoni della drammaturgia hollywoodiana che - nel bene e nel male - sono ancora gli stessi.

Decisamente sta stretto nel filone dell'horror; oggi "la moglie di frankenstein" sarebbe considerato crossover fra generi. Agli albori del sonoro, a Hollywood erano davvero già molto avanti.

"La moglie di Frankenstein" è una pietra miliare, giustamente ritenuto superiore all'originale. Se non metto il 9 è per la facilità a volte eccessivamente semplificata delle svolte drammatiche - per esempio, nella rapidità con cui il "mostro" apprende a parlare - commovente cmq sentirlo parlare - il film risente molto della concisione/semplificazione della scrittura dell'epoca: oggi una trama di questo genere, da uno sceneggiatore di talento, verrebbe sviluppata con ancora maggiore attenzione alle sfumature, arrivando a occupare forse il doppio del minutaggio. Qui, tutto sta in 75 minuti e non è detto sia sicuramente un pregio.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  23/05/2011 23:24:07
   7½ / 10
Un film a tratti assurdo (il prologo, poi dimenticato; le creaturine in bottiglia; i dialoghi a volte ridicoli, come certe macchiette) ma anche veramente affascinante (delle scenografie davvero bellissime, alcune idee molto azzeccate ed alcuni personaggi notevoli). Mi ha fatto alzare più di un sopracciglio, eppure non si può dire che non sia divertente nella sua assurdità.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  25/03/2011 14:49:25
   8 / 10
Rispetto al film precedente subentra un azzeccato cambio di rotta da parte del sempre bravo James Whale,meno orientato su atmosfere gotiche e più stimolato a scandagliare la penosa situazione del "mostro", desideroso di sfuggire quella solitudine che lo perseguita sin dal suo innaturale concepimento.
Whale incoraggia la comprensione della disgraziata condizione concedendo alla creatura un grezzo uso del linguaggio e un'interazione meno istintiva con il prossimo,mentre inquadra nel mad doctor Pretorius,interpretato magnificamente da Ernest Thesiger, la vera essenza diabolica,un manipolatore senza scrupoli che obbligherà Frankenstein ancora una volta a sfidare le leggi della natura.
La scena dell'incontro con l'eremita cieco dichiara senza dubbi l'indole della creatura,violenta solo perché osteggiata e perseguitata,non certo perché incline all'aggressività,anzi,molto umana nella sua richiesta di affetto e comprensione.
Boris Karloff sotto il pesante make-up consolida l'iconografia della creatura in ambito cinematografico e non solo,mentre a dispetto della piccola parte anche la sua compagna resterà radicata nell'immaginario collettivo.Ad interpretarla Elsa Lanchester che nel prologo interpreta la scrittrice Mary Shelley in una ricostruzione del contesto in cui,leggenda vuole,nacque l'idea per il romanzo.
Grande messa in scena ed effetti speciali sbalorditivi, come quelli adottati per le creaturine concepite da Pretorius,uno splendido utilizzo delle luci che rievoca l'espressionismo tedesco per un film importante, tra l'altro pervaso da un certo umorismo macabro che non stona affatto.

BraineaterS  @  20/02/2011 23:36:17
   9 / 10
Rispetto al già bellissimo Frankenstein, è un pelo superiore in quanto il mostro è più caratterizzato, la storia è più sviluppata ed è comunque un "sequel" necessario. Il make up di Karloff e della Lanchester è ormai storico.

Mothbat  @  17/11/2010 09:10:59
   9 / 10
Inarrivabile secondo capitolo del mito di Frankenstein.
Un piccolo gioiellino.

dave89  @  31/07/2010 11:45:50
   7 / 10
buon film ma non superiore al prequel.

chem84  @  10/02/2010 15:08:57
   8½ / 10
Grandioso sequel del Frankenstein del '31.
A dir poco commovente l'evoluzione del mostro che, dopo una graduale crescita, arriva a prendere definitivamente coscienza della sua natura non umana e cerca di porre fine agli errori commessi dai suoi odiati nemici.

bigfoot  @  15/10/2009 20:07:18
   6 / 10
Se per l'epoca poteva essere considerato un horror, al giorno d'oggi non gli saprei dare una giusta collocazione. Un film che punta molto a toccare l'animo della gente, riuscendoci anche bene; tuttavia, non riesco a vederlo come un capolavoro.

pinhead88  @  01/05/2009 18:36:42
   9 / 10
ottimo seguito dell'inarrestabile mito di Frankenstein,a mio parere ai lvelli del primo.

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  20/02/2009 23:51:11
   8½ / 10
Con una trama molto più strutturata e con il personaggio di Frankenstein molto piu caratterizzato è decisamente migliore del primo episodio.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  24/01/2009 17:27:28
   8 / 10
Film intelligente ed ironico. Un classico del genere, un sequel considerato da molti superiore al predecessore del 1931. Un film dagli incredibili effetti speciali, dalle memorabili scene (l'inseguimento nella foresta e le urla di Elsa Lanchester), dall'incredibile eleganza formale.
Fantastico il dottor Pretorius.
Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  28/11/2008 21:14:11
   7 / 10
“La Moglie Di Frankenstein” è migliore del precedente “Frankenstein” parlando della scenografia (davvero accuratissima) e del coinvolgimento, mentre anche qui ho trovato dei buchi di sceneggiatura, infatti non tutto è convincente, come certe battute fuori luogo o le maniere in cui il mostro si libera da tutti sempre. Però rimane un buon sequel, incuriosisce e i trucchi sono stupefacenti. Non pensate che faccia paura però…
Curiosità: nel prologo troviamo i fratelli Shelley e Lord Byron, alcuni dei poeti e scrittori più significativi del periodo Romantico, che ci introducono nella storia. Mary Shelley infatti è la scrittrice dell’originale Frankenstein.

“Pensavate che Frankenstein fosse finito così?”

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/12/2008 20.25.02
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/05/2008 16:55:38
   10 / 10
A mio parere superiore raro esempio di sequel superiore al suo predecessore. Whale forza molto l'espressionismo della pellicola originale, approfondisce la tematica del "diverso" con una sensibilità fuori dal comune culminata nella scena finale dell'estremo rifiuto di Elsa Lancaster (vera icona della storia del cinema) verso il suo "compagno" Karloff.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  19/04/2008 20:29:30
   9 / 10
Questo film rappresenta esattamente il pensiero che mi ero fatto prima di vederlo, che poi verrà citato da Pretorius all'interno del film stesso, D.io creò l'uomo e la donna, mancava quest'ultima ed è stata fatta.
Ho preferito questo a "Frankenstein", ha una sceneggiatura un pò più accurata e soprattutto un espressionismo meraviglioso, complimenti vivissimi al direttore della fotografia.
Effetti speciali visivi incredibili per l'epoca, le piccole creazioni sotto vetro ti spingono proprio a cercar di capire come siano riusciti a farle, un grandioso seguito.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Dick  @  19/08/2007 20:44:03
   8 / 10
Sequel dove la solitudine del mostro e l' accanimento su di lui vengono accentuate e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Nei titoli di testa e di coda l' interptrete dellla creatura donna (

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER), non viene messo, ma ho letto che si tratta

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sig. Chisciano  @  10/01/2007 18:39:09
   9 / 10
Bellissimo l'omaggio iniziale a Mary Shelley, film molto simpatico, scorrevole e lineare. Bellissime molte sequenze, su tutte la già citata sequenza del cieco.. Anche il finale è molto bello, sicuramente superiore e fantasioso del precedente Frankenstein.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  11/10/2006 21:54:58
   7½ / 10
Ironico, beffardo, commovente, a tratti umanissimo.
Straordinarie le sequenze nella foresta e il personaggio di Elsa Lanchester, soprattutto la ridicola acconciatura e le sue epiche urla.
Un classico del genere, forse inferiore al classico del 1931, ma senza dubbio molto piu' divertente

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/08/2007 20.46.18
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  12/10/2005 12:38:10
   10 / 10
Troppo bello questo film. Anzi francamente lo preferisco anche al prototipo.
Classico Whale con molto humor all'inglese.
Quoto Stefano.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  12/03/2005 13:31:07
   10 / 10
Un capolavoro. Riesce ad eguagliare e forse addirittura ad essere migliore di "Frankestein".

Alcune trovate sono geniali, come quella degli inquietanti esperimenti di Pretorius e dei suoi uomini in miniatura e quella della moglie di Frankestein con la sua stravagante acconciatura, e la parte con il monaco cieco è da antologia. L'espressionismo ad alti livelli.

Da vedere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour father
 NEW
paolo rossi - l'uomo. il campione. la leggenda.pleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030627 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net