la leggenda del re pescatore regia di Terry Gilliam USA 1991
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la leggenda del re pescatore (1991)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA LEGGENDA DEL RE PESCATORE

Titolo Originale: THE FISHER KING

RegiaTerry Gilliam

InterpretiRobin Williams, Jeff Bridges, Amanda Plummer, Mercedes Ruehl

Durata: h 2.17
NazionalitàUSA 1991
Generecommedia
Al cinema nell'Agosto 1991

•  Altri film di Terry Gilliam

Trama del film La leggenda del re pescatore

Jack Lucas è un disc-jockey radiofonico di grande successo. Seguendone alla lettera gli incitamenti, un suo ascoltatore compie una strage in un locale di lusso. Passano tre anni: Lucas sta con Anne e tira a campare. Conosce Parry, un barbone ed ex professore di storia, ossessionato dalla leggenda del Santo Graal. Parry è impazzito per il dolore dopo la morte di sua moglie, uccisa nella strage che ha cambiato anche la vita di Jack. Il d.j. si sente in dovere di aiutare il nuovo amico e cerca di dargli una mano ad avvicinare Lydia. Deciso a tutto, penetra nel palazzo dove secondo Parry è custodito il Graal (una coppa sportiva, in realtà) e se ne impadronisce.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,66 / 10 (81 voti)7,66Grafico
Miglior attrice non protagonista (Mercedes Ruehl)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior attrice non protagonista (Mercedes Ruehl)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La leggenda del re pescatore, 81 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Effeverde  @  19/05/2020 22:13:02
   9½ / 10
Straordinaria opera di Gilliam, che riesce prepotentemente a far breccia nel cuore del suo spettatore portandolo vuoi o non vuoi a raggiungere vette di emotività altissime. Per la maggior parte il merito è di un indescrivibile Robin Williams, nondimeno anche Jeff Bridges è efficacissimo; quanto alla Plummer, io dico solo che l'oscar l'avrei assegnato a lei anziché alla Ruehl, senza voler nulla togliere a quest'ultima. Il metaforismo del film potrà neanche troppo in via allusiva apparire pilotato, è vero, ma dato quello che è il suo autore la cosa non deve stupire più di tanto, tenendo conto anche del fatto che ancor oggi questa pellicola rientra tra le sue più sottovalutate. Eccezionale per me.

wicker  @  23/03/2020 12:22:29
   7½ / 10
Ottimo film , fatica un pò a ingranare ma quando poi parte è un turbinio di situazioni tra il drammatico e il grottesco , tra la commedia e il fantasy .
non è un lavoro visionario e surreale come altri di Gilliam , sembra quasi una favola in chiave moderna ma è molto ben scenggiata .
Anche nelle fasi più lente l'attenzione è catalizzata dall'istrionismo di Williams e dalla bravura di Bridges ,qui ai suoi massimi .

Hagen di Tronje  @  08/09/2018 11:47:45
   8½ / 10
Film certamente più convenzionale rispetto ad altri lavori del regista, anche se, soprattutto in alcune sequenze, emerge il talento visionario che costituisce uno dei segni distintivi di Terry Gilliam. Sebbene sia un po' troppo dialogato e in alcuni momenti inverosimile, il film presenta molte tematiche importanti trattate con piacevole leggerezza, ricorrendo solo occasionalmente a scene particolarmente forti. Il cast funziona bene, con la brava Mercedes Ruehl premiata con l'Oscar, e il misurato Jeff Bridges che batte ai punti l' istrionico Robin Williams.
Interessanti I riferimenti alle leggende del Ciclo Bretone.

daaani  @  03/08/2017 23:59:10
   7½ / 10
Caldo torrido!!!! A volte facevo fatica a seguire il film... Cmq... Ho capito la morale, profondissima. Consiglio la visione.

ferzbox  @  15/11/2016 19:26:04
   6½ / 10
Non sono tra quelli che impazziscono per questo film; ammetto che la storia presenta diversi spunti interessanti,la morale di fondo è profondissima, Robin Williams e Jeff Bridges sempre bravissimi e piacevoli da vedere, però bho, non ci ho mai trovato nulla di esaltante al punto di considerarlo un capolavoro, alcuni momenti mi sapevano soporiferi e altri addirittura un pò scontati.....non so, non mi è mai saputa una storia brillante, troppo concentrata sul dramma del personaggio di Bridges, tormentato con e a causa della sua coscienza, ma poco credibile nelle azioni e nei comportamenti, fin troppo mirati al finale moralista......e non mi piace quando vedo una freccia che mi indica un percorso così guidato(non a caso è stato scelto Williams per la parte di Perry)....
Sarò stronzò ma non mi capacito neppure del premio Oscar dato a Mercedes Ruhel, sicuramente credibile nella sua interpretazione, ma secondo me nemmeno così grandiosa da premiarla con la statuetta....
Una pellicola discreta, simpatica da vedere, con momenti carini......ma non certo il filmone che sostengono tanti......almeno per me.....

amsterdam  @  19/08/2016 12:51:44
   9 / 10
Sebbene la prima parte sia un pò lenta, si riscatta totalmente con la seconda. Un film profondo e ricco di interpretazioni in cui spiccano sia Jeff Bridges che Robin Williams e che riesce efficacemente a mischiare commedia, fantasy e dramma.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  12/08/2016 19:37:27
   8 / 10
La leggenda del Re pescatore è una favola che racconta due anime spezzate, dalla propria presunzione e dal cinismo autocommiseratorio dell'uno che senza volerlo ha innescato la follia dell'altro. Una storia che parla di speranza e di rendezione: (ri)scoprire la propria umanità e ritrovare il lume della ragione con la ricerca di quel Graal che contiene le proprie anime perdute. Quattro attori che in questo film hanno dato, ognuno di loro, fra le migliori prove delle rispettive carriere, la capacità visionaria di Gilliam di farci vedere una New York fra palazzi lussuosi e bassifondi degradati in tutte le sue sfumature, inoltre la capacità anche a livello di sceneggiatura di riuscire a conciliare l'estrema varietà di toni della pellicola, dalla commedia romatica, al dramma fino al grottesco. Un film riuscito, divertente e commovente.

Pashat97  @  29/04/2015 18:34:31
   7 / 10
Film magnifico ambientato nella New York reganiana;Racconta la storia di un ex radiofonico e un ex insegnante divenuto senzatetto
Un film ricco di insegnamenti e metafore,composto da inquadrature bizzarre ma che lasciano il segno..consigliato

Federico  @  05/01/2015 09:56:41
   7 / 10
bella favola di Gilliam in uno dei suoi lavori migliori. Forse un po' noiosetto in alcune parti ma i protagonisti (e non) sono in splendida forma e non si puo' non provare empatia per loro.

hghgg  @  12/05/2014 10:07:05
   8 / 10
Uno dei migliori Gilliam di sempre, per me dietro soltanto a "L'Esercito delle 12 scimmie" e, ovviamente (ma forse non è così scontato visto certi commenti su questo sito), "Brazil".

Destini che si incrociano, amicizie segnate da tragedie in qualche modo comuni, drammi oscuri fusi con i rifugi che può dare la fantasia. Ne "La leggenda del Re pescatore" troviamo forse il Gilliam più puramente "poetico" che dirige una storia profondamente drammatica ma la dipinge con pennellate leggere e colorate, intingendola di commedia e fantasia. L'unione di commedia, fiabesco e drammatico è calibrata con grandissima classe dall'ottima sceneggiatura che da questo punto di vista fa un lavoro egregio e che riesce a mantenere il film sempre gradevole, con dialoghi rapidi, riusciti, memorabili, a volte atti a rendere il dramma di fondo di tutta la storia, in altre occasioni invece anche divertenti.

Gilliam ispiratissimo alla regia regala numerose sequenze davvero memorabili, soprattutto quando spinge l'acceleratore sul visionario (l'assalto al castello di Lucas) ma non solo (L'entrata in scena di Parry, le scene con loro sdraiati nel parco, tutte le sequenze del corteggiamento di Parry verso il personaggio della Plummer, una in particolare che non saprei nemmeno descrivere :D e altre ancora) e dirige meravigliosamente un cast di attori in forma smagliante, attori che sono uno dei grandi punti di forza di questo film per come danno vita ai loro memorabili personaggi. Jeff Bridges e Robin Williams offrono entrambi due delle loro migliori interpretazioni (Bridges si supererà almeno in Lebowski, per Williams potrebbe anche essere la miglior prova), grande intesa, grandi scambi, eccellenti prove. Mercedes Ruehl è irresistibile e in molte scene fa la parte della leonessa regalandosi alcune splendide sequenze in duetto con Bridges, brava davvero. Amanda Plummer si dimostra già eccellente caratterista anche se ancora qui non aveva vinto nessun mappamondo; il "carattere" più azzeccato però è quello di Michael Jeter che è assolutamente esilarante et irrefrenabile. Non si scorda tanto facilmente nemmeno il cameo di Tom Waits che dev'essere una sorta di fissazione per Gilliam: 4 anni dopo ne "L'esercito delle 12 scimmie" Gilliam userà nella colonna sonora il brano "Earth Died Screaming" dall'album "Bone Machine" (uscito nel 1992, l'anno dopo questo cameo) e poi in "Parnassus" farà interpretare a Waits nientemeno che Lucifero in persona (e ci sta pure bene).

Finale conciliatorio e con lieto fine per questo film, bene così visto che Gilliam deve ancora farsi perdonare dal sottoscritto il finale di "Brazil" uno dei più neri, angoscianti finali privi di speranza che io abbia mai visto.

Davvero un bellissimo film "La leggenda del re pescatore" fisso sul podio di Terry Gilliam.

Goldust  @  29/03/2014 11:23:47
   7 / 10
Storia d'amicizia necessaria tra falliti, saggio sulla redenzione fai-da-te e riflessione sulla solitudine dell'età "matura": questa volta Gillian spara alto ( forse conscio del fatto di trovarsi nel periodo più prolifico della sua carriera ), azzecca l'ambientazione metropitana con vista sul degrado e farcisce il tutto con le sue ormai classiche trovate fantasiose ed un pizzico di romanticismo. Il risultato è più omogeneo di quanto mi aspettassi, anche se perde quota quando si affida forzatamente alle gigionerie di un Williams lasciato troppo a briglia sciolta. Le vette di Brazil, il Barone di Munchausen e del successivo L'esercito delle dodici scimmie restano però lontane.
Pur avendo un ruolo secondario la Ruehl si guadagna a spallate il proscenio fino a meritare un sacrosanto Oscar.

nevermind  @  22/07/2013 22:32:58
   6 / 10
Vista la media pensavo di assistere ad una chicca poco conosciuta ed invece ammetto che nonostante la bravura di Bridges ma soprattutto di Mercedes Ruehl (eh si l'oscar se lo è meritato davvero secondo me...) questo film finisce per annoiare, un po come se a metà film già si intuisce

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e non si fa altro che aspettare quel momento pensando "Si ok, non male, ma cosa mi rimarrà dopo la visione di questa pellicola?" Purtroppo ben poco...

debaser  @  11/07/2013 19:50:13
   8½ / 10
Un grandissimo film sull' espiazione e sulla redenzione.Sull' amicizia e sulla follia.Il tutto all' ombra di una New York frenetica ed implacabile. Una magistrale interpretazione di William&Bridges, un evergreen da vedere e rivedere nel tempo.

Sbrillo  @  05/03/2013 15:04:58
   8½ / 10
Amicizia, follia, amore mixate alla perfezione per un film straordinario..
Un film leggero, riflessivo, drammatico e commovente allo stesso tempo...
Un susseguirsi di emozioni che sfiorano l' anima grazie ad un film poetico reso magico dalle performance dei protagonisti!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  06/11/2012 00:48:48
   8 / 10
"...And he turned to the fool and said with amazement, "How can you find that which my brightest and bravest could not?" And the fool replied, "I don't know. I only knew that you were thirsty."

E' delizioso il tono fiabesco e incantato con il quale Gilliam racconta la fantastica storia di Jack, ex-"shock-jock" ora rivenditore di videocassette, segnato dal rimorso di una tragedia di cui si sente responsabile, e Parry, ex-professore ed ora barbone un po' fuori di testa, nella loro odissea alla ricerca della felicità e dell'amore.
La fantasia sfrenata di Gilliam si tocca con mano durante tutto il film - lo stile visionario, onirico e tutto eccessi, l'attenzione ai colori caldi, ed una storia che si muove con abilità fra commedia, dramma, film sentimentale e fantasy, in bilico continuo fra reale e fantastico, fra sogno e realtà.
Da una parte si porta sullo schermo la dura quotidianità della metropoli, la povertà, il degrado, la violenza nelle strade, il mondo dei barboni, degli emarginati e dei matti (ripreso poi dallo stesso regista in "Twelve Monkeys"). Ma dall'altra ci si lascia andare proprio a quella pazzia, ci si apre al mondo invisibile di cui essa si fa portale, cercando di coglierne il significato (non è forse più pazza la spirale di violenza che domina in città?), quando non la saggezza che in essa si nasconde (mi ha ricordato "Qualcuno volò sul nido del cuculo").
Gilliam rimodernizza uno dei miti più famosi della cristianità, la ricerca del Santo Graal, e la rielabora in chiave metropolitana, facendo di due uomini sgangherati, di due esistenze ai margini, i propri personali Artù e il Giullare - e lo sa fare con la stessa incredibile originalità e leggerezza che ho trovato nei Coen di "Fratello, dove sei?" alle prese col rimaneggiamento del mito dell'Odissea.
E fra le pieghe del racconto c'è anche spazio per il tema della ricerca dell'amore, sia per Parry che si innamora di Lydia (un'eccentrica Amanda Plummer), sia per la tormentata relazione fra Jack e la sua compagna Anne - una brava Mercedes Ruehl, straordinariamente attraente a più di quarant'anni suonati.
Al talento di Terry va necessariamente abbinato il merito della sceneggiatura di Richard LaGravenese, che si prende quasi due ore e venti di proiezione - da molti considerato eccessivo - pur riuscendo a non far cadere mai il ritmo (semmai un po' nella parte centrale dove si fa principale l'aspetto sentimentale). Ottime le prove degli attori, soprattutto la coppia Bridges-Williams, di cui non ci si stanca mai di seguire le vicissitudini.
La sequenza in cui Michael Jeter porta il regalo alla Plummer è da antologia.

Fifì  @  28/08/2012 23:28:01
   9 / 10
Film completo e a mio parere perfetto, diretto divinamente, con scene ed inquadrature che mi fanno impazzire, un film divertente e allo stesso tempo commovente ed emozionante, che non cade mai nella banalità o nell'assurdità, ma sempre poetico, filosofico e profondo. Il cast per questo film è spettacolare e recitato in modo ottimo.

BlueBlaster  @  24/07/2012 14:48:20
   7½ / 10
Non amo Gillam ma questo film è promosso a pieni voti...bella storia e ben diretta, l'onirico non pesa più di tanto e gli attori sono superlativi!

Wally  @  03/06/2012 01:01:39
   5 / 10
Forse non so apprezzare Gilliam... Dopo Brazil mi ritrovo completamente indifferente e annoiato dalla visione di questo film...
senz altro ha un suo stile, il cast è ottimo e certe scene sono un po interessanti ma alla fine del film mi sento stanco e annoiato.

Credo che dopo questo film accantoneró i film di Gilliam... Tanto non li comprendo e non li apprezzo...

Per me è no!

Signor Wolf  @  12/04/2012 19:19:22
   6½ / 10
sinceramente quell'aura da "film di natale" proprio non la sopporto

Hyspaniko9  @  08/04/2012 14:49:54
   9 / 10
Come sempre Robin Williams non delude, anzi qui è magnifico, e tutto il resto del cast è pieno di ottimi attori. Il film tratta di una storia d'amicizia molto profonda che mescola diversi generi, drammatico, comico e fantastico, e pensare che è quasi sconosciuto!

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/04/2012 14.51.05
Visualizza / Rispondi al commento
BrundleFly  @  16/01/2012 11:57:22
   6½ / 10
Mia spettavo decisamente di più. Film con alti e bassi che alterna momenti interessani con altri di pura noia. Diciamo che il cast ha fatto molto affinchè il voto si stanziasse sopra la sufficienza.
Troppo lungo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/04/2012 14.56.35
Visualizza / Rispondi al commento
clint 85  @  28/12/2011 12:44:51
   7½ / 10
Piccola grande favola moderna..

TheLegend  @  19/12/2011 19:19:52
   5 / 10
Mi ha semplicemente annoiato in alcune parti e lasciato indifferente nelle altre.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  17/12/2011 17:21:01
   6 / 10
Film originale, con dei bravi gli attori, che tratta la ricerca della redenzione, lasciando anche un apprezzabile messaggio. Mi aspettavo però decisamente di più, quindi non vado oltre la sufficienza!

PignaSystem  @  27/11/2011 17:57:44
   8 / 10
Singolare storia d'amicizia che spazia dal comico al grottesco,dal drammatico al fantastico.Diretto con mirabile estro visionario ed interpretato benissimo da tutti gli attori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  26/11/2011 15:11:31
   7½ / 10
Molto carino, un'ottimo incrocio tra dramma e commedia con, inutile dirlo, due straordinari Williams e Bridges. Ovviamente non manca l'impronta magica di Gilliam (sequenze bizzarre e cura per i particolari si sprecano) che dona al film quel tocco di fascino in più per renderlo speciale.
Davvero bello.

Meritatissimo Oscar alla cara Mercedes Ruehl (che era la tipa che incastrava Ajax ne "I Guerrieri della Notte").

Samy31  @  25/11/2011 00:52:31
   7½ / 10
Un piccolo gioiello, da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  14/11/2011 22:04:51
   7 / 10
La prima parte mi ha quasi ucciso, ad un certo punto mi son chiesto se valesse la pena continuare, soprattutto dopo aver notato alcune somiglianze con "Paura e delirio a Las Vegas", tuttavia ho resistito. Verso metà la storia comincia a prendere forma e le azioni dei protagonisti diventano più che sensate. Si alternano scene divertenti a situazioni di forte intensità; un bell'insieme che regala parecchie soddisfazioni all'occhio stanco del critico disilluso (passatemela).
Chiaro che gran parte del merito va agli attori, Robin Williams un mito della mia infanzia, Jeff Bridges perfetto come sempre nella parte del devastato e una strepitosa Mercedes Ruehl in un ruolo sfavillante per originalità e carisma.
Non lo esalto per la considerazione ad inizio commento, ma in generale vale sicuramente una visione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  15/10/2011 10:39:22
   8 / 10
Fiaba metropolitana,come giustamente è stata definita più volte nei commenti.
Gilliam continua il gioco a travalicare la linea sottile tra realtà e fantasia,che come nell'Esercito delle 12 scimmie assume significati ancora più complessi che in un Brazil (laddove fantasia rappresentava il sogno,l'evasione da una realtà burocratica e dispotica). Il sognatore qui è un folle nel vero senso della parola,un uomo la cui vita è stata bruciata da un terribile incidente voluto dal caso e che si è ridotto a vivere come un vagabondo. A causare la tragedia che ha distrutto la sua fragile psiche è stato,involontariamente,un deejay radiofonico che usa le parole a casaccio,cinico e aggressivo nei modi di fare. Quando si accorgerà di ciò che ha combinato proverà a rimediare.
Qui parte davvero il film,in cui Gilliam dosa più del solito gli eccessi visivi visionari per bilanciarli ad una realtà cruda e desolante dove la violenza è all'ordine del giorno. Parte dalla missione che si assume Jack,il deejay,di aiutare Parry per riportarlo alla ragione e dal continuo ribaltamento dei ruoli tra i due. Laddove il primo persegue ad aiutare il barbone-professore per un forte senso di colpa nei suoi confronti,cercando di riportarlo alla realtà. Ma il rapporto tra i due,come scritto,vive di un continuo ribaltamento di ruoli,e alla fine anche Jack sarà indottrinato dal suo amico nell'ottica del sogno (o della follia).

Sarà quasi inutile sottolineare la massiccia prova dei 4 protagonisti,Bridges e Williams per primi capaci di regalare momenti di grande intensità e di cambiare i propri personaggi in un viaggio interiore catartico da parte di entrambi.
Il lieto fine quindi ci può anche stare perché,oltre a dare un senso finale al messaggio del film (bilanciamento di realtà e fantasia e il contatto umano che salva entrambi i protagonisti dalle fauci di fantomatici "cavalieri di fuoco") bisogna anche dire che il regista non cerca per nulla di forzare i momento sentimentali.
Magari anche per questo non scorreranno lacrime a fiumi (ma il monologo di Williams/Perry è stupendo),però è una di quelle pellicole che difficilmente si dimenticano.
Eccentrica al punto giusto,forse un tantino sbilanciata nella durata eccessiva.

Jumpy  @  06/09/2011 01:14:17
   8 / 10
Una bella fiaba per grandi ;) cast eccezionale, interpretazioni perfetto, peccato che, rivedendolo dopo tanti anni, mi è sembrato un po' datato, troppo legato alla rottura tra l'esibizionismo e la spacconeria tipica degli anni '80 e la nuova ricerca dei valori propri della prima metà degli anni '90.
Pieno di buoni sentimenti, resta sempre un film che merita ;)

Lory_noir  @  06/06/2011 23:41:15
   8 / 10
Davvero un bel film. Ottimi attori, tra tutti Mercedes Ruehl giustamente premiata con l'Oscar e Robin Williams. Una storia magica.

ulisseziu  @  14/02/2011 17:19:12
   8½ / 10
Un film ottimo, pregno di sentimenti e visioni, in perfetto stile Gilliam.

Attori di prim'ordine e storia coinvolgente fanno di questo gioiellino un prodotto da vedere assolutamente.

Invia una mail all'autore del commento Totius  @  28/01/2011 00:21:03
   7 / 10
Un'autentica favola metropolitana... ho trovato il film molto bello e poetico e a tratti volutamente surreale. Un cameo di Tom Waits ad arricchirlo. Tuttavia mi è parso di scorgere un paio di venature un pò sdolcinate e melense solo per arruffianarsi lo spettatore.... la mente allora mi è andata ad un altro film del genere ma senza i difetti appena citati: "Un sogno lungo un giorno" (film considerato ingiustamente minore di F. F.Coppola) che consiglio a tutti.

bebabi34  @  24/01/2011 18:32:19
   7 / 10
Meravigliosa favola di redenzione. Avvincente e divertente. Grande cast e regia attenta.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  31/07/2010 19:49:05
   7 / 10
Gilliam dirige mischiando visioni, esagerazioni stilistiche e narrativa spiccata come solo lui e pochi altri sanna fare senza risultare forzati. Il cast artistico si diverte e convince abbondantemente

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  26/06/2010 21:15:28
   7½ / 10
Molto carino questo prodotto di Gilliam.
Meglio nella prima parte, scade un pochino nel finale ma è comunque un prodotto riuscito.
Bravo come sempre Robin Williams. Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  15/06/2010 13:19:17
   7 / 10
Bene dai, finalmente posso dare un buon voto a un’opera di Terry Gilliam… non siamo ancora a livelli eccelsi, ma si può dire discreti.
Un film particolare, anche se non completamente coinvolgente. Mi ha preso più che altro per gli attori sublimi (Williams, Bridges, Plummer, Ruehl…) mentre per la storia: è carina, ma si poteva curare di più sul fronte emotivo. Una mezza via tra commedia e drammatico, più qualche sprizzo di fantasy.

5 risposte al commento
Ultima risposta 19/06/2010 20.42.56
Visualizza / Rispondi al commento
TopoXL  @  10/05/2010 20:39:36
   6½ / 10
buonissimo film.
ma non e' che entusiasmi proprio....
deve piacere il genere,ma sinceramente mi aspettavo di
piu'.
decisamente di piu'.

Romi  @  04/04/2010 16:46:35
   5 / 10
Devo dire che mi aspettavo di più da questo film. Discreto

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/10/2013 21.23.48
Visualizza / Rispondi al commento
Clint Eastwood  @  25/02/2010 13:26:33
   8 / 10
The Imaginarium of Doctor Gilliam.
Il surreliasmo artigianale di Gilliam è favoloso, magnifico, incantevole. Ottimi bravi attori Bridges, Williams e Mercedes Ruehl.

John Carpenter  @  23/01/2010 17:43:14
   8 / 10
Bellissimo, un film veramente emozionante. Terry Gilliam ha un grande talento, unito a una innata fantasia e a una cura dei particolari notevole. Devo dire che rispetto a "Paura e delirio a Las Vegas", questo film ha una trama e una realizzazione più equilibrata e meno caotica, ma nonostante tutto non manca il tocco pazzo e stravagante di Gilliam. Fantastiche infatti le scene oniriche del fim, però a differenza del film che ho citato prima, qui ho notato di più il riuscito tentativo del regista di emozionare, infatti la pellicola è piena di temi ricorrenti e importanti come l'amore, la pazzia, l'amicizia (e tanti altri) e soprattutto sono trattati con molta originalità ed esperienza senza ipocrisia e falsi intellettualismi. Molto intenso lo è stato Jeff Bridges, la sua bravura si nota di più però quando non è insieme nella stessa scena con il grande Robin Williams perchè il suo ruolo è veramente originale e divertente, molto più umano lui di tante altre persone che vengono ritenute "normali". Brave anche le attrici. Oltretutto è anche maledettamente divertente e sicuramente qualche risata ve la strapperà. In conclusione penso che se viene visto attentamente con un'ottica diversa, può risultare molto di più che una semplice commedia d'intrattenimento.

" ... due persone possono stare sedute accanto a una festa insieme e non incontrarsi mai, mentre altre due persone possono trovarsi ai due capi del mondo e niente potrebbe tenerle separate. "

John.

david briar  @  06/09/2009 10:50:59
   7½ / 10
gilliam dirige una commedia abbastanza leggera, significativa, che parla dell'amicizia, della follia e dell'amore. la prima metà è eccezionale; si ha poi una caduta di ritmo nella seconda metà, ma il film risulta comunque godibile e ottimo.
buono il finale. gilliam mostra il suo talento visionario, ma non riesce a raggiungere il capolavoro, sembra che non voglia mai strafare, mai esagerare, a parte che per brazil, che si conferma il suo miglior prodotto e il suo unico capolavoro. dopo averlo visto, sono rimasto un po' deluso da altri lavori di gilliam, che sicuramente gli sono inferiori.
per quanto riguarda la leggenda del re pescatore è un film coinvolgente, emozionante, ma comunque non esente da difetti. molto bravo bridges, e anche molto carismatico, la miglior prova del cast. bravo anche williams, e la plummer e la rhuel convincenti. esagerato l'oscar a quest'ultima, se c'era un attore che in questo film meritava l'oscar era bridges.

albio1985  @  05/07/2009 15:00:02
   8½ / 10
Devo dire che ho conosciuto questo film da poco e l'ho visto per la prima volta qualche giorno fà. Trama di originalità rara,regia favolosa. Interpretazione di Williams che lascia davvero a bocca aperta,forse la migliore che abbia mai visto. Bravissimi anche Bridges e Mercedes Ruehl,che ho apprezzato molto. In sintesi,non aspettatevi assolutamente il film sempliciotto o superficiale,magari guardato così,per trascorrere la serata con gli amici. Questa pellicola è per palati fini e merita la dovuta attenzione

sepho  @  12/06/2009 19:16:03
   9 / 10
Sorprendente!Un film davvero ben realizzato,dal significato profondo.Eccezionale williams così come bridges.Un film da vedere e capire.
Memorabile la scena del ballo immaginario,e del dialogo notturno nel parco.(quest'ultimo preggevole sia in lingua madre che in italiano).

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/06/2009 19.17.38
Visualizza / Rispondi al commento
pat3  @  23/04/2009 20:14:56
   9 / 10
dramma, commedia, sensibilità, eccentricità, amore, amicizia e visioni...........c'è tutto in questo bellissimo e commovente film di Terry Gilliam. trabocca di umanità ma anche di disperazione, i protagonisti sono alla continua ricerca dell'amore. I protagonisti ci hanno regalato meravigliose interpretazioni...Robin Williams barbone ex professore di storia medievale impazzito per la morte violenta della moglie, Jeff Bridges ex d.j. egoista, vanitoso, meschino afflitto dal rimorso e disperato perchè si sente responsabile indiretto della morte di Parry. Favolose le due interpreti femminili (non per niente la Ruehl è stata premiata con l'oscar). bravissimo pure Jeter, nella "comica" parte del cantante gay fallito e malato. bellissime le musiche , splendidi i dialoghi e da antologia i monologhi........insomma una stupenda e moderna favola metropolitana

4 risposte al commento
Ultima risposta 27/04/2009 00.57.59
Visualizza / Rispondi al commento
Neu!  @  23/03/2009 19:19:21
   7½ / 10
si, bello; però Gilliam dal mio punto di vista è un genio sprecato. ha un talento visionario incredibile (quasi quanto Kubrick), ma c'è sempre qualcosina che lo frena, come gli macasse sempre un passo per sbocciare, ma non sbocciasse mai. tranne per Brazil, questo discorso vale un pò per tutti i suoi film. anche per questo; anche se, mentre quì dà solo un leggero senso di fastidio, in altri film, come in Paura e Delirio a Las Vegas, risulta davvero irritante. comunque bel film, pieno di buone idee e con un risultato davvero buono. un pò deludente il finale. dopo Brazil il miglior Gilliam.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  15/01/2009 21:27:15
   8 / 10
Uno dei miei film preferiti non per niente è stato fatto da Gilliam che con il fantasy ha davvero dimestichezza. Scene molto poetiche con risvolti drammatici. Ti tiene ben saldo alla poltrona e te lo godi per bene, scatta anche la lacrimuccia. Attori davvero in gamba per un film che forse è passato troppo inosservato.

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/01/2009 21.42.25
Visualizza / Rispondi al commento
7HateHeaven  @  08/12/2008 15:42:31
   7½ / 10
Si vede la mano di Gilliam, ambientazione, personaggi, storia....
I problemi di personalità, veri sdoppiamenti dell'io ( similmente a "l'esercito delle 12 scimmie" dove però tutto avveniva tramite tecnologia e non psiche), la trama fantasiosa e grottesca in cui si intrecciano i personaggi, i pazzi protagonisti... Questo è Gilliam!!!
Un gran film! unica pecca è forse il finale, sembra un pò tirato per i capelli nel tentaivo di chiudere completamente la vicenda e far quadrare il cerchio...
Assolutamente strepitoso R.Williams e sempre grande Bridges...
Da vedere...

vivolamiavita  @  07/12/2008 19:49:51
   9½ / 10
Ho imparato a conoscere un po' tardi questo grandissimo regista, dopo il mitico "L'esercito delle dodici scimmie" ho appena visto questo altro capolavoro.
La sediolina costruita con il tappo di bottiglia è una delle scene più significative della storia del cinema! La libertà, la felicità, l'amore, la paura, sono trattati da diversi punti di vista e analizzate al meglio a volte tramite delle grandiose metafore come è solito fare Gilliam.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bob Marley  @  13/11/2008 22:48:12
   7½ / 10
la scena della cena al ristorante cinese è spettacolare! grande film! romantico-comico-insano-poetico...insomma terry gilliam!

topsecret  @  10/10/2008 18:48:23
   9½ / 10
Sicuramente uno dei miei film preferiti con uno dei miei attori preferiti R.Williams, immeritatamente non premiato con l'oscar. Il regista ci regala una sapiente mescolanza tra dramma ed ironia,realtà ed immaginazione, follia ed insanità. Un gran bel film da riscoprire.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/10/2008 11.10.41
Visualizza / Rispondi al commento
everyray  @  17/06/2008 03:42:40
   8 / 10
favola sincera e commovente un pò fuori dal tempo,insolito,comico e delicato allo stesso tempo!!
Magari inferiore a ciò che mi ero prefissato,ma cmq godibile..
La performance del povero Michael Jeter quando canta nell''ufficio vale tutto il film!

mainoz  @  26/12/2007 10:10:17
   6 / 10
La solita "insolita" regia straordinaria di Gilliam sforna un film leggero; comico e a tratti drammatico. Come ne 'L'esercito delle 12 scimmie" (di gran lunga superiore a questo), la follia viene rappresentata da diversi personaggi stravaganti, da luoghi e da situazioni quasi fiabeschi.. purtroppo il finale del film nn mi è piaciuto molto, mi è parso molto forzato. Buone le interpretazioni di tutti gli attori

Invia una mail all'autore del commento sb6r  @  02/11/2007 09:45:56
   8 / 10
Grande fiaba cittadina. Un percorso nella mente di una persona che ha subito un grave trauma, raccontato da due attori in stato di grazia. Gilliam non fa niente per nascondere la paternita di questo sogno onirico e le visioni si susseguono, intervallate dalla "normalità" newyorkese. Una normalità tanto atroce e banale che la pazzia diventa la via di fuga per chi non possiede nient'altro che se stesso. Un intreccio di destini lontani concede una possibilità di riscatto a chi possiede molto ma non ha granchè e un sollievo di soddisfazione a chi non possiede niente ma ha tanti valori, veri o pensati.
Il protagonista compie un percorso che lo porta ad unire il benessere, anche solo apparente, con la semplicità del povero; condizione quest'ultima che lo cambia interiormente e gli permette di impegnarsi per farsi perdonare e perdonare se stesso.
Se desiderate conoscere le gesta di un Re Artù senzatetto e senza la sua Ginevra, perso nel borgo di Newyork ed in lotta con i suoi draghi; non perdetevi questo film.

sonhador  @  01/11/2007 15:50:29
   7 / 10
non un capolavoro ma abbastanza carino e soprattutto parecchio originale..Bravi Bridges e Williams.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  07/09/2007 12:50:19
   8½ / 10
Esilarante e commovente, film che ti trascina in mezzo alle emozioni dei protagonisti, e che ti fa anche pensare. I quattro attori protagonisti sono bravissimi, e J. Bridges è a mio parere al suo meglio. Storia bizzarra ma eroica, dove realtà ed immaginazione si incrociano continuamente. E poi da quando l'ho visto uso diversamente l'Arbre Magique...

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  07/09/2007 11:42:38
   7½ / 10
bel film, bravissimi tutti e 4 gli attori principali e una trama forse non molto originale ma facilmente seguibile!! un misto fra una commedia e un drammatico, che riesce ad amalgamare bene le caratteristiche dell'uno e dell'altro senza stacchi evidenti all'interno dello svolgimento!! forse in certe parti diventa un pò troppo melenso, soprattutto nell'happy ending abbastanza scontata!

Tony Ciccione90  @  08/07/2007 00:53:32
   8 / 10
Bellissimo film,con una bella trama. Sono molte le scene divertenti così come quelle che ti fanno pensare a riflettere

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  23/06/2007 19:56:34
   8 / 10
Bella favola metropolitana diretta dal visionario Gilliam.
Storia molto bella, certamente originale e diretta con una apprezzabile modalità visionaria (ma senza particolari eccessi), andando a miscelare generi diversi come dramma, commedia e piccole tracce fantasy, creando nel complesso un’opera coesa e mai banale ..dramma, tragedia, amori, amicizia sembrano incrociarsi in questo racconto, riuscendo con delicata mano a dipingere gli stati d’animo dei protagonisti che, apparentemente tanto diversi, infondo si scopriranno così simili (tracciando sul viso tulle le loro emozioni).
Prima ed ultima parte certamente migliori in quanto a costruzione, a differenza della parte centrale che assurge ai toni della più classica “commedia sentimentale” e troppo slegata dal tenore complessivo imposto nella parte iniziale della narrazione ..davvero molto bella la scena in cui la stazione diventa una grandissima sala da ballo, così come il continuo parallelismo tra mondo medievale e quello attuale (soprattutto nella grande contrapposizione di valori) immerso nella grande metropoli americana.
Perfette le interpretazioni dei quattro protagonisti, dalla coppia Bridges-Williams a quella delle bravissime Mercedes Ruehl e Amanda Plummer, forse il vero fattore in più di questa particolare pellicola ..buona a regia di Terry Gilliam, che sfodera il suo talento visionario ma senza particolari ridondanze, in perfetta armonia con l’ottima sceneggiatura.
Una delle migliori pellicole dirette da Gilliam ..da vedere!

Angle  @  20/06/2007 11:28:00
   6½ / 10
Un film difficile da valutare. Ben strutturato, ma per certi aspetti un po troppo ridondante...nel complesso sicuramente sufficiente, ma non da vedere, rivedere ecc...

valy91  @  21/04/2007 14:25:42
   6½ / 10
Questo film ha la media dell'8, e a molti è piaciuto ...sinceramente mi aspettavo di meglio, non è che mi abbia lasciato molto.
Di robin Williams ho visto film molto ma molto migliori...questo è il primo che gli dò solo una sufficienza...!

C'è di meglio...!

maen  @  28/03/2007 23:14:09
   8 / 10
un film fantastico....emozionante..semplice ma molto molto originale!
Da vedere...anke solo per farsi una cultura cinematografica...grande robin: sei il migliore!

Invia una mail all'autore del commento vlad  @  22/03/2007 15:04:40
   8 / 10
Bellissimo film, non il migliore, di un genio assoluto, artista eclettico e maestro di allegoria e significato.
Purtroppo, e lo dico da suo ammiratore e affezionato, Robin Williams, seppur bravo nell'interpretazione, a mio avviso, risulta l'anello debole non tanto della storia, ma dell'efficacia stessa del film. Eccessivamente esuberante e istrionico, non mi è parso molto credibile e, a mio parere, abbassa la portata di una sceneggiatura, semplice ma geniale, al livello di una comune commediola patetica e buonista.
Ad ogni modo, rimane un lavoro più che pregevole, da vedere con molta molta attenzione al particolare e, mi permetto di consigliare, da inserire in un percorso divertente e accattivante di esplorazione e comprensione della filosofia di vita di una delle menti artistiche più brillanti del secolo. Ma quale?

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/04/2012 14.47.29
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  09/02/2007 21:18:07
   7½ / 10
anke stavolta gilliam non si smentisce ed elabora 1 bel film contenente tutti gli elementi ke hanno reso caratteristike le sue pellicole....( il poster di brazil nello studio è 1 perla )...ottima recitazione di williams come al solito calato alla xfezione nel xsonaggio

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  09/02/2007 16:39:30
   4½ / 10
non mi è piaciuto quasi per niente...spesso si rivela noioso e inconcludente!
se aveva un messaggio profondo a me non è arrivato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  24/01/2007 14:27:55
   7½ / 10
L'apparente "buonismo" della confezione (e i referenti a "awakenings" filtrati anche da una sequenza) non deturpa il grande talento visionario di Gilliam, che realizza una sorta di favola dark metropolitana.
Per quanto il ricorso al sentimentalismo diventi un'arma impropria (inutilmente stucchevole la sequenza dei malati che ballano in ospedale) la vicenda di Parry, popolata da terrificanti incubi, è davvero dolorosa e inquietante (straordinario Williams)
Da segnalare un cameo di Tom Waits, inesauribilmente nei panni di un homeless (e te pareva)

4 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2012 21.16.33
Visualizza / Rispondi al commento
The Monia 84  @  04/01/2007 15:49:26
   8½ / 10
Fantastiche metafore che rappresentano tutte le nostre paure.
Storia drammatica e divertente allo stesso tempo, in cui si mescolano amicizia e amore, realismo e fantasy, l'humor alla violenza, i grattacieli di New York con i bassifondi medioevali.
Solida sceneggiatura, il curriculum del regista parla da se, un quartetto eccellente di attori.

francescog91  @  18/12/2006 22:26:12
   8 / 10
Film molto bello che trasmette sentimento e diverte nello stesso tempo e a pieni voti. Come al solito favoloso Robin Williams (che è uno dei miei attori preferiti...anzi...il preferito) e molto bravi anche tutti gli altri attori...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  09/11/2006 13:49:22
   8½ / 10
Un film a tratti folle e poetico che riesce perfettamente a coniugare l'estro del ex Monthy Python con i canoni della commedia hollywoodyana....una fiaba metropolitana,ora drammatica e commovente,ora resa incredibilmente esilarante dall'interpretazione dei quattro personaggi pricipali.Da ricordare soprattutto Robin Williams,qui forse nella sua migliore interpretazione di sempre.

wallace'89  @  25/09/2006 17:21:19
   9 / 10
Con questo film Terry Gilliam da anche lui il suo contributo a dare corpo e forma concreta alla parola poesia. Almeno questo è ciò che per me rappresenta questo film.
è probabilmente minore a "Brazil" e dopotutto il genio visionario del regista non trova qui il giusto campo a livello figurativo in partenza per trovare libero sfogo ma è un fantastico film di personaggi, ottimamente reso nelle tematiche e a livello introspettivo dei personaggi ma anche suggestivamente magico in un unicum bellissimo.
La trama è fantastica, le dinamiche narrative comiche/drammatiche sono ben inquadrate e importanti nel donare quella varietà fornita dal film che ne è il punto di forza.
Gli attori sono fantastici, Robin Williams è uno dei miei attori preferiti e qui al suo meglio, ma anche gli altri non sono da meno ed è tutto dire, infatti il quadretto di attori è un altro dei grandi meriti del film.
Le tematiche sociali sono ben inserite con quelle sentimentali, il film fà riflettere ed appassiona, commuovere e ridere.
Il tutto che si sposa partcolarmente bene per toccare le mie personali corde emotive. Poetico.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR matteo200486  @  22/07/2006 08:27:45
   8½ / 10
...Fantastico Robin. Bel film molto godibile...

Invia una mail all'autore del commento franx  @  07/07/2006 12:05:40
   7½ / 10
Un altro attore non monoespressivo e non inquadrabile è Robin Williams, fantastico in molte interpretazioni e anche qui.
Un film-favola, poesia e prosa, con qualche bello spunto di riflessione e molto coinvolgente.
Certo nel desolante panorama internazionale, bisogna accontentarsi di quello che c'è.
Un film a tratti grottesco a tratti macchiettistico, tragico e spiritoso insieme.

quaker  @  06/06/2006 20:47:01
   8 / 10
Quanti Oscar ha vinto Robin Wiliams? Ogni sua interpretazione, compresa questa, lo meriterebbe.
Gran bella storia d'amore (anzi doppia storia d'amore intrecciata), condita con elementi fantastici, ed incastonata in un dramma umano. Sullo sfondo la New York dello stridente contrasto fra estrema ricchezza ed estrema miseria (non tanto il mondo dei bum, quanto lo stato della sanità "pubblica").
Purtroppo c'è, qua e là, una caduta di tono e di ritmo (Gillian, secondo me, non è un regista eccelso); soprattutto nuoce al film un certo "'ottimismo americano". Peccato, perchè poteva essere un vero capolavoro.

sweetyy  @  10/02/2006 13:35:14
   8½ / 10
Grandioso film con ottimi attori,divertente e commovente allo stesso tempo,risalta valori come l'amore e l'amicizia! Consiglio di guardarlo!

desi  @  08/12/2005 11:58:50
   6 / 10
Una favola piena d'amore e soprattutto di amicizia.
Da vedere anche se non godibilissimo.
Bravo Bridges.
Rimorso

Adremingineb  @  14/11/2005 01:28:18
   8 / 10
La trama è molto semplice, ma il film si fa vedere, un 8 ci stà tutto

Invia una mail all'autore del commento angelowilliam  @  02/11/2005 19:47:04
   9 / 10
RIPETERE GIOVA


Veramente un gran film dove williams mette in mostra tutta la sua bravura e gli attori di contorno non sono da meno. Drammatica e molto bella la storia con qualche momento lasciato anche al buon umore. Bello e non banale il finale.

Bellissimo, questo film. Robin Williams al top della bravura. L'interpretazione migliore che gli abbia mai visto fare. E Jeff bridges ottimo.
La storia è, a tratti, commovente e, a tratti, deliziosamente spassosa.
Follia, amicizia, dramma e melodramma, fiaba, fantasia e realtà: il medio evo a New York.
Ho trovato ottima anche l'interpretazione delle due donne: Amanda Plummer non avrà vinto l'oscar, ma è perfetta nella parte un po' goffa, un po' imbranata.
Fantastico il finale, che mi ha fatta sorridere non poco, alla faccia della mielaggine.
bellissimo film del grande Terry Gilliam!!!
un film dolce, romantico e profondo, con due grandi attori che non lasciano spazio a critiche: Robin Williams, Jeff Bridges formano una coppia azzeccatissima!
la regia è sempre originale come tutta quella di gilliam e la sceneggiatura è una favola moderna!


1 risposta al commento
Ultima risposta 15/01/2006 17.56.36
Visualizza / Rispondi al commento
werther  @  28/09/2005 22:21:56
   9 / 10
Veramente un gran film dove williams mette in mostra tutta la sua bravura e gli attori di contorno non sono da meno. Drammatica e molto bella la storia con qualche momento lasciato anche al buon umore. Bello e non banale il finale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR thohà  @  19/09/2005 12:13:24
   9 / 10
Bellissimo, questo film. Robin Williams al top della bravura. L'interpretazione migliore che gli abbia mai visto fare. E Jeff bridges ottimo.
La storia è, a tratti, commovente e, a tratti, deliziosamente spassosa.
Follia, amicizia, dramma e melodramma, fiaba, fantasia e realtà: il medio evo a New York.
Ho trovato ottima anche l'interpretazione delle due donne: Amanda Plummer non avrà vinto l'oscar, ma è perfetta nella parte un po' goffa, un po' imbranata.
Fantastico il finale, che mi ha fatta sorridere non poco, alla faccia della mielaggine.

polbot  @  14/09/2005 08:48:20
   8 / 10
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004795 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net