il primo re regia di Matteo Rovere Italia 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il primo re (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL PRIMO RE

Titolo Originale: IL PRIMO RE

RegiaMatteo Rovere

InterpretiAlessandro Borghi, Alessio Lapice, Fabrizio Rongione, Michael Schermi, Emilio De Marchi, Massimiliano Rossi, Tania Garribba, Vincenzo Crea, Ludovico Succio, Max Malatesta, Vincenzo Pirrotta, Lorenzo Gleijeses, Gabriel Montesi, Antonio Orlando, Florenzo Mattu, Martinus Tocchi

Durata: h 2.03
NazionalitàItalia 2019
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2019

•  Altri film di Matteo Rovere

Trama del film Il primo re

Due fratelli, soli, nell'uno la forza dell'altro, in un mondo antico e ostile sfideranno il volere implacabile degli Dei. Dal loro sangue nascerÓ una cittÓ, Roma, il pi¨ grande impero che la Storia ricordi. Un legame fortissimo, destinato a diventare leggenda.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,84 / 10 (25 voti)6,84Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il primo re, 25 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Mauro@Lanari  @  04/10/2019 18:10:21
   4 / 10
Rovere si crògiola nella derivatività infettato dall'idea postmoderna ch'il citazionismo sia un valore e non un difetto, un pregio e non un deficit creativo. Gli spettatori possono divertirsi (?) a individuare le (oltre) 50 sfumature di splatter citate, ammiccate, omaggiate, partendo da "Cannibal Holocaust" dell'80 e proseguendo ad libitum. Il film, allora, si riduce a pretesto per l'individuazione dei suoi referenti, mentr'abbozza una mitopoiesi emotivamente spompata e il kolossal da epica shakespeariana affonda già durante lo tsunami dell'incipit.

Mauro Lanari

benzo24  @  24/09/2019 12:10:51
   4 / 10
Non capisco perchè devono sempre cambiare e banalizzare il MITO. Peccato perchè poteva essere una buon film

Trixter  @  02/09/2019 13:38:26
   7 / 10
Film coraggioso e, finalmente, di tutt'altra pasta rispetto alle solite, insulse commedie che ci propina il cinema italiano. Rovere costruisce una pellicola molto interessante, caratterizzata da un'eccellente fotografia, ottime location, scene altamente spettacolari nella loro crudezza. Ho forti dubbi, in verità, sull'ambientazione "preistorica" della vicenda (Albalonga era all'epoca una città ricca ed avanzata, così come si percepiva forte l'influenza degli Etruschi), non penso che Romolo e Remo, al di là delle leggende sulla loro vita adolescenziale, fossero dei trogloditi armati di clava e lancia. Ad ogni modo, il film non annoia e si segue con interesse, nonostante la spettacolarità delle scene iniziali vada via via affievolendosi verso una trama sempre più piatta ma mai monotona.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  08/07/2019 18:16:33
   8 / 10
Mattia Rovere secondo me è un altro tassello di ottima qualità del nostro cinema. Un film non facile, ma il saper osare, che dovrebbe essere una prerogativa per far rinascere defintivamente il nostro cinema, non manca di certo a questo lavoro. Epico e realistico allo stesso tempo, Il primo re possiede quella forza ancestrale e brutale che non vedevo dai tempi di Valhalla rising. Due fratelli uniti e divisi, destinati allo scontro, tra saggezza e furia iconoclasta. Da esaltare il lavoro alla fotografia straordinario di Ciprì e l'intepretazione ferina di Borghi, certezza del nostro cinema e da non sottovalutare quella di Lapice, perfetto contraltare dello scatenato fratello.

jason13  @  28/06/2019 11:33:22
   8 / 10
Bellissimo. Tutti bravi, regista e interpreti. Ottime atmosfere.

DogDayAfternoon  @  27/05/2019 22:31:32
   6 / 10
Indubbiamente un film visivamente ad alto impatto, quasi hollywoodiano sotto certi aspetti. Usare il latino arcaico sottotitolato dà sicuramente un bel tocco di realismo ma altrettanto sicuramente appesantisce un po' la visione, anche perché i dialoghi visto come è impostato il film non sono nemmeno così pochi e comunque anche sottotitolati non mi sono parsi poi così interessanti.

Sinceramente però mi aspettavo molto di più a livello di trama, parte molto bene ma poi si affloscia su se stesso e diventa sempre più piatto e pesante.

Concordo con chi ritiene che il meglio di sé il film lo dà nella prime bellissime scene.

wicker  @  26/05/2019 19:17:23
   6 / 10
Vahalla all'italiana è la prima cosa che mi viene da pensare .
Quindi un film con pochi dialoghi , molta azione ,tanta violenza.
esperimento notevole , per realizzazzione e contenuti originali , ma non certo per tutti dato la sceneggiatura un pò povera e ripetitiva .

wallace'89  @  27/03/2019 19:23:19
   6 / 10
Apprezzato oltre i reali meriti artistici, "Il primo re" è un'incursione produttiva interessante e ambiziosa che si muove tra lande selvagge e inesplorate della cinematografia italiana, assestando un buon nuovo standard con cui sarà necessario tenere il confronto. E tuttavia lo fa con un film che azzera le buone promesse di grandeur epica vista in apertura, di cui non sa approfondire lo sviluppo, con una conclusione anti-climatica e svuotata di pathos che fa pensare più al cliffhanger di una puntata televisiva. E in effetti, con l'annuncio di una nuova serie tv in arrivo che ne proseguirà, o ne ripercorrerà i passi, fa pensare al suo pilota.
E si vorrebbe stroncare l'operazione proprio per non aver concesso fino in fondo la possibilità al testo filmico di ricercare una propria peculiare dimensione narrativa ritagliata su misura della sua portata epica e di genere, con climax adatto, piuttosto che alla lunga solo un promo di ciò che verrà. Ottima fotografia del maestro Ciprì.

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  11/03/2019 08:57:25
   7 / 10
Film anomalo per la produzione italiana, mi ha ricordato molto valhalla rising. Film fatto di sangue, machismo, crudeltà e fango. Ok la trama non è niente di che ma non se ne sente la mancanza data la tipologia. Eccezionale la fotografia di Ciprì e la colonna sonora. Borghi ancora una volta conferma che è un bravo attore, con lo sguardo da pazzo assetato di sangue e potere. La lingua e i sottotitoli sono apprezzatissimi , sarebbe stato ridicolo in romanesco. Rovere si dimostra un regista "giovane" da tenere d'occhio, avendo già apprezzato veloce come il vento. Bravo. Consigliato a chi non vuole il classico film da bimbominkia

Djenter  @  04/03/2019 22:59:56
   5½ / 10
Sono stato tristemente deluso da questo film, forse colpa di aspettative troppo alte.
Il Primo Re si apre con una scena incredibile, bellissima dal punto di vista artistico e tecnico, ma poi rallenta sempre di più fino ad inchiodare in maniera clamorosa verso il centro; una sezione centrale più dialogata è spesso una scelta giusta, ma quando questi dialoghi sono recitati in latino e scritti con una prosopopea al limite del fastidioso, si rischia di risultare solamente noiosi.
In più i combattimenti (coreografati e realizzati benissimo, soprattutto considerando il budget ridotto) sono sembrati più un esercizio di machismo, con tutta quella moviola, che qualcosa di utile alla trama.

Visualizzatore  @  27/02/2019 18:16:47
   4½ / 10
Davvero deludente.
Sarà anche costato tanto per un film italiano, ma da un punto narrativo è atroce.
Una storia di una banalità allucinante. Empatia con i personaggi meno zero.
I combattimenti sono anche fatti bene ma da un punto di vista emozionale proprio po' a roba.
La scelta del protolatino è apprezzabile per farci entrare in un mondo che non esiste ormai più.
La recitazione di Borghi è buona, quella di L'apice molto meno.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Comunque questo è il mio parere.

ValeGo  @  24/02/2019 12:30:19
   6 / 10
Considerando che è un film low budget è davvero ben fatto! Borghi ha un' espressività davvero potente che riesce a dominare lo sguardo e l'attenzione. L' atmosfera è truce e potente. Avrei gradito però una maggiore attenzione alla trama dal punto di vista prettamente storico.

boodi  @  17/02/2019 01:48:02
   10 / 10
Potentissimo , crudo , visionario , simbolico , organico , un progetto fuori dai ranghi e fuori dalle consuetudini del cinema italiano , in altre parole un miracolo . non per tutti , ma pur sempre un miracolo.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

cort  @  13/02/2019 19:55:43
   6½ / 10
Film molto violento in stile Apocalypto(i personaggi parlano in latino sottotitolato) che parte molto bene con scene visivamente ottime e di forte impatto. Con il passare del film però, diventa lento e e esteticamente ripetitivo. La trama e forzata ed esagerata in alcuni punt e personaggi, spesso non da le giuste motivazioni o spiegazioni.
Si nota il low buget, ma almeno all'inizio, è sopperito dall'abilità del regista.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/02/2019 19.39.10
Visualizza / Rispondi al commento
marcogiannelli  @  07/02/2019 20:25:55
   7 / 10
Un film buono, ma non eccezionale.
Mi è sembrato che Rovere scimmiottasse un pò Apocalypto in alcune dinamiche, tipo la ricerca della brutalità a tutti i costi per evidenziare la bestialità degli uomini dell'epoca. La sceneggiatura (che si sviluppa in pochi giorni, si può parlare di ore addirittura) è troppo campata per aria, prendiamo il personaggio di Remo, cambia letteralmente senza un motivo vero e proprio.
A livello tecnico ci siamo, è pur sempre un film italiano, anche se in alcuni momenti non ho avuto la percezione di Rovere come gran regista (tipo l'ultima battaglia, quella con gli Albani, non è girata bene) mentre in altri (la prima scena) ho avuto l'impressione di un gran cinema, ricercato in alcuni dettagli.
La recitazione mi ha convinto sì e no, dipende da alcuni passaggi e alcuni attori. Secondo me hanno sfruttato poco il paesaggio, è tutto troppo monotono e piatto.
Se piace è un film da 7 a mio avviso, non troppo in là.

mrmassori  @  07/02/2019 13:59:44
   8½ / 10
Spettacolo. Film ottimo sotto tutti i punti di vista. Attori calati perfettamente nelle loro parti, ambientazioni fantastiche, ottimi make-up, belle musiche, regia pienamente consapevole di come si gira un ottimo film e così via. Un film crudo, spietato e violento così come sono gli esseri umani. In passato come lo sono adesso.
Ci vorrebbero altri film In italia, fatti così bene e invece purtroppo siamo inondati di fango, come nella scena iniziale del film.

Manticora  @  06/02/2019 17:09:09
   7 / 10
Buon film, vale la pena vederlo, purtroppo nonostante lo sforzo produttivo ho il timore che il film non sarà un successo, ma comunque un buon tentativo, necessario per rilanciare il cinema di genere italiano. Matteo Rovere dimostra indubbiamente di avere le capacità registiche e produttive per reggere un progetto del genere. Il problema se mai è se il pubblico italiano è pronto a passare dai cinepanettoni e le commedie di Zalone a impegnarsi con un cinema che ha un pò più di consistenza. Non siamo dalle parti del trono di spade, ma più da quelle di apocalipto, in cui anche i dialoghi ridotti comunque all'osso sono importanti, anche se sottotitolati, dato che si parla latio arcaico. Le location funzionano, tutto il comparto tecnico è di notevole rilievo, considerando che sono stati adoperati almeno 12 make-up artist, per non parlare degli effetti prostretici, con cadaveri e ferite varie. Un livello difficilmente uguagliato nelle produzioni nostrane, infatti ci sono soldi belgi nel comparto produttivo. La prima parte coinvolge, la cattura dei gemelli, la prigionia, il sacrificio insomma tutto ben fatto, complice anche la location notturna che è fondamentale, poi nella seconda parte il film rallenta, un pò troppo, inoltre alcune situazioni sono spinte troppo al limite

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
In tutto questo il rapporto tra i due fratelli si spinge fino alle estreme conseguenze, e comunque nel finale lo scontro contro gli uomini di Alba è poco credibile, sopratutto per i superstiti. Un plauso comunque al tentativo di fare un film "storico" sporco di sangue e fango e che abbia la credibilità necessaria, purtroppo il film si chiude con un finale un pò troppo affrettato, ed è evidente che si poteva fare di più, spero solo che comunque non sia l'unico tentativo del nostro cinema di risollevarsi.

Larry Filmaiolo  @  05/02/2019 15:59:49
   7½ / 10
Ottimo. Prima parte al cardiopalma, funziona decisamente meglio della seconda. Apocalypto contro il peplum contro Valhalla Rising con una storia contro sarcazo, pochi fronzoli e tanto survival. Enorme lavoro da parte di tutte le figure professionali coinvolte e uno spessore palpabile anche se altalenante. Plauso.

fabiob  @  04/02/2019 12:01:41
   8 / 10
Apocalypto all'italiana, il film mi ha ricordato molto il film di Mel Gibson, ma rimane comunque un film fa vedere, non è di sicuro il classico film italiano.

Elmatty  @  02/02/2019 21:48:16
   7½ / 10
Ci sono registi in Italia che se si danno i giusti mezzi riescono ad elevare il nostro cinema ad uno sguardo più internazionale.
Matteo Rovere è uno di questi registi.
Un regista che avevo apprezzato molto in "Veloce come il vento" e qui in questo "Il primo re" conferma le sue qualità.
Tralasciando la veridicità storica dell'evento (che qui lascia molto a desiderare) il film si concentra di più sulle motivazioni e convinzioni dei due fratelli Romolo e Remo.
In questo Rovere riesce a dare un'impronta ai due protagonisti molto marcata che ci fa immergere dentro di loro.
La scelta di girare il tutto in latino arcaio si rivela azzeccata, ci immerge ulteriormente in questo mondo sporco e selvaggio che era l'Italia centrale nel 753 A.C. in cui sorgerà la Città Eterna e nucleo del suo immenso impero.
Tecnicamente il film è da standing ovation: girato tutto in luce naturale, la fotografia è davvero incredibile, un plauso strameritato.
La regia è ottima, con interessanti movimenti di macchina e molto funzionale nei momenti chiave della vicenda.
Colonna sonora giusta e non invasiva anche se utilizzata un po' poco.
E qui veniamo ai difetti.
Uno su tutto la sceneggiatura: trovo azzeccata la scelta di non usare troppi dialoghi e quelli che ci sono sono molto brevi e semplici d'altronde non si deve correre il rischio di stancare lo spettatore che deve leggere quello che viene detto, ma ho notato alcune forzature nel suo svolgimento.
I nostri protagonisti sembrano avere per un'ora buona un'evoluzione bloccata per poi esplodere prepotentemente e troppo frettolosamente per tutta la seconda ora, la maturazione e evoluzione dei protagonisti avviene troppo in fretta e troppo innaturale.
Senza contare che i personaggi secondari sono molto bidimensionali.
Poi ho trovato una scena che fa presagire quello che deve avvenire nei minuti successivi togliendo di fatto il pathos.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Un secondo difetto che gli imputo è il ritmo: molto blando nella prima parte, un po' più movimentato nella seconda ma in alcune scene non riesce a far trasmettere allo spettatore quello che le immagini vorrebbero dire.
In questo anche un montaggio non ottimale che ho notato in alcune scene contribuisce a non far crescere il ritmo.
Per concludere.
Sicuramente un prodotto italiano di alto livello, un po' diverso dal solito, che mostra quanto questo Rovere abbia un gran talento alla regia, qualche difetto di troppo che non mi fa dare un voto più alto ad un "Il Primo Re" che nonostante tutto mi è davvero piaciuto.
Consigliato.

TheLegend  @  02/02/2019 17:28:11
   7 / 10
Film italiano come se ne vedono pochi,con qualche attore di qualità in più e una sceneggiatura migliore sarebbe potuto essere un piccolo gioiello.

jorge2388  @  02/02/2019 11:21:29
   7 / 10
Il primo re è un progetto ambizioso e interessante per l'industria cinematografica italiana. Un prodotto che strizza l'occhio alla grande distribuzione internazionale, puntando sull'abbattimento della barriera linguistica grazie all'utilizzo di una lingua morta e la necessità di sottotitolare il film. Ricordiamo come tutto ciò era già stato proposto da Mel Gibson diversi anni fa con "La passione di Cristo" e "Apocalypto".
Il film è espressione delle grandi capacità e possibilità che il cinema italiano può esprimere. Una regia ottima che mi ha personalmente sorpreso per la maestria con cui sono girate le scene d'azione, attori che sono riusciti a caratterizzare molto bene i propri personaggi. Mi hanno sorpreso soprattutto i comprimari più dei due protagonisti. Altra nota di merito la capacità di girare in Italia il film, valorizzando degli ambienti e dei paesaggi che troppo spesso dimentichiamo di avere così vicino.

Passiamo però a quelli che personalmente ho trovato degli aspetti negativi di una pellicola che comunque promuovo a pieni voti. Innanzitutto, il ritmo. Nonostante le scene di azione fossero state inserite sapientemente per movimentare il film, ho trovato dei momenti un po' troppo "lenti" e annoianti. Altra cosa, i rimandi ad altre pellicole. Non so se sia una scelta voluta come una sorta di citazione o semplicemente per rendere il prodotto più internazionale, ma ho trovato molti riferimenti ad altri film e serie di successo. Ad esempio, Remo coperto di fango durante una delle sue battaglie mi ha ricordato Jon Snow nella battaglia dei bastardi, Romolo malato sembrava Di Caprio in "the Revenant" e non ho potuto non sorridere quando Remo si è proclamato re; per via dell'abbigliamento e del gruppo di personaggi di cui era alla guida mi ha ricordato troppo "Attila flagello di dio".
Comunque prodotto promosso nonostante lo abbia trovato poco originale.

suzuki71  @  02/02/2019 10:27:46
   7½ / 10
Un film:

#impressionante (scena iniziale da urlo)
#coraggiosissimo (gli attori recitano in latino arcaico)
#rude (le scene di combattimento sono molte e molto realistiche)
#virile (nessuna seduzione d'amore dei sessi, corpi che soffrono e si torcono dal dolore)
#ben interpretato (i due protagonisti sono da applausi)
#lento (può sembrare strano, ma le scene saranno in totale una decina, a volte molto lunghe)
#splendidamente fotografato (Ciprì!!)

Da vedere.

Venticello  @  01/02/2019 14:56:24
   8 / 10
Visto ieri sera. Il film é davvero bello e merita di essere visto. Sembra un film americano per come é stato girato e per le sequenze di combattimento. Penso che questo film avrá molto mercato all'estero. Personalmente sono molto contento che in Italia si facciano finalmente film di questo tipo. Spero che il film ottenga il successo che merita. Ottimi gli attori, con il solo Borghi attore famoso. Molto bravo il regista Matteo Rovere che già avevamo ammirato nel sorprendente Veloce come il vento. Ripeto: Forse un cast con nomi più altisonanti, magari con una star straniera avrebbero attratto piú pubblico; ma comunque, confido in un buon passaparola. Consigliato.

Invia una mail all'autore del commento cupido78  @  31/01/2019 22:00:28
   7½ / 10
Dalle sequenze iniziali mi sono reso conto che dietro la cinepresa c'è un regista, giovane, ambizioso e tecnicamente preparato. Italiano. Si, questa è la prima impressione che fa Il Primo Re: orgoglio. Rovere si conferma regista maturo e audace, come nessuno. Imperfetto nella sua ostinata ricerca di rigenerare il film di genere. Se con Italian Race ha fatto quasi centro, qui si è puntato in alto e mancato il centro con lo script. La tessitura drammaturgica dei due protagonisti è efficace, ma attorno è tutto un po' vago. Gli attori, tolti i tre protagonisti, lasciano a desiderare, poco aiutati da una scrittura poco attenta a dare profondità a ai diversi caratteri (ad eccezione di Massimiliano Rossi, molto efficace). La successione della storia è ribellione all'oppressore, acquisizione del potere che porta alla corruzione dell'anima.
Il film percorre una traiettoria diritta, senza sorprendere più di tanto, senza regalare sequenze indimenticabili. Un film deve avere 3 o 4 momenti eccezionali altrimenti è tecnica e lo spettatore rimane seduto a vedere un bel film.
Chapeau a Rovere, comunque.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdade
 NEW
a proposito di rosea sona spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebrave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre austral
 NEW
figli del setfulci for fakegemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundi
 NEW
grazie a diogretaguest of honourhava, maryam, ayeshahole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)il bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil criminale
 NEW
il mio profilo miglioreil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 NEW
jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigatela scomparsa di mia madrela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaola voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)
 NEW
maleficent 2: signora del malemanta raymarriage storymartin edenmes jours de gloire
 NEW
metallica and san francisco symphony: s&m2mio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la bufera
 NEW
panama papersparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscales
 NEW
scary stories to tell in the darkscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligari
 NEW
se mi vuoi bene
 NEW
searching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wall
 NEW
the informer - tre secondi per sopravvivere
 NEW
the kill teamthe king (2019)the kingmakerthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkweathering with you - la ragazza del tempowomanyesterday (2019)you will die at 20yuli - danza e liberta'zerozerozero - stagione 1zumiriki

993181 commenti su 42194 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net