il gabbiano regia di Marco Bellocchio Italia 1977
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il gabbiano (1977)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film IL GABBIANO

Titolo Originale: IL GABBIANO

RegiaMarco Bellocchio

InterpretiLaura Betti, Giulio Brogi, Pamela Villoresi, Remo Girone, Remo Remotti, Antonio Piovanelli, Clara Colosimo, Gisella Burinato, Mattia Pinoli

Durata: h 2.12
NazionalitàItalia 1977
Generedrammatico
Al cinema nell'Ottobre 1977

•  Altri film di Marco Bellocchio

Trama del film Il gabbiano

Dal dramma (1895) di Anton Cechov: Costantin, figlio di Irina, celebre attrice, mette in scena nella tenuta materna del Veneto un suo dramma per conquistare l'amore della ricca e giovane Nina che, invece, segue in cittÓ un letterato maturo, giÓ amante di Irina, e ne sarÓ abbandonata.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,25 / 10 (2 voti)7,25Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il gabbiano, 2 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  19/03/2022 13:24:00
   7 / 10
Una buona rilettura del testo di Cechov da parte di Bellocchio. I personaggi si confrontano con le proprie ambizioni ed i propri rimpianti. Sono pervasi dal dolore ed è evidente in forte contrasto generazionale tra i suoi personaggi. Una madre castratrice, uno scrittore di successo ma frutto di compromessi. Adulti che vampirizzano i giovani. Bellocchio interiorizza i personaggi, anche in presenza di dialoghi, sembra che i personaggi operino dei monologhi con loro stessi, mostrando il loro lato interiore. La frusrtrazione dei personaggi maturi e le ambizioni castrate dei giovani. L'arte come possibilità di fuga ma a costo diun prezzo troppo alto da pagare. L'arte consuma nella sua essenza ed amplifica gioie e soprattutto dolori.

Invia una mail all'autore del commento Elly=)  @  01/04/2012 01:41:27
   7½ / 10
Il GABBIANO appartiene al periodo in cui Bellocchio decise di esprimersi con il teatro nel cinema, girando anche un altro film: TIMONE D'ATENE.
Il film è più che altro un esperimento per far sì che fra cinema e teatro ci sia uno scambio reciproco per quanto riguarda gli schemi narrativi dove troviamo un testo abbastanza difficile e i codici di linguaggio, come se fossero opere teatrali filmate, o meglio ancora è come se fosse un modo di riscrivere, è una scusante per rispecchiare le condizioni dell'autore stesso, per sottolineare il valore della dimensione artistica, un autoriflessione sulla letteratura come mestiere e creazione, condito di problematiche incentrate sulla vita e sull'identità.

La pellicola si apre con un PP sull'oggetto che rappresenta il dramma del film, l'interiorità, la solitudine, la regressione, per poi spostarsi sui personaggi e la loro ricerca e osserviamo il mondo intorno a loro: contadini che guardano lo spettacolo in modo passivo, l'amore frivolo, in continuo pericolo di instabilità, tutto condito con una citazione ad Amleto.

Il GABBIANO è una tragedia che ci mostra come il nuovo venga violentato dal vecchio, come i giovani vengano portati al suicidio per colpa degli adulti, come la nuova arte venga soppressa da quella vecchia. Una scena che forse incarna questo senso di morte è la scena in cui Costantin prende il gabbiano e lo uccide perché viene tradito e Trigorin successivamente farà lo stesso con Nina. Sfogo di questa immagine allegorica è il finale. Nina appare come se fosse un sogno, nell'oscurità, nel temporale mentre i contadini cantano canzoni tipiche venete nelle barche sul fiume rifacendosi al simbolismo, mettendo in evidenza la vita come oggetto irraggiungibile esponendo il mito dell'andare, del vivere veramente. In effetti se analizziamo in modo profondo i personaggi ci accorgiamo che sono anime rinchiuse in questa villa con bellissime scenografie che riportano in vita i palazzi ottocenteschi e le vetrate liberty, per non parlare dei padiglioni sulla riva del fiume. Personaggi che si illudono, sognando e desiderando cose che non riusciranno mai a realizzare, molto probabilmente perché sono contagiati da quella che per loro singolarmente è l'arte, l'essere artista e per cercar di materializzare i loro sogni sono pronti a tutto, ma delirano cadendo nelle braccia della morte. Queste mura (le mura chiuse, piene di significato per il regista veneto) sono in contrapposizione con l'esterno, la vita, il movimento, rappresentati per l'appunto dalla città.

Come il protagonista anche il dottor Dorn è vittima di questo sogno dell'essere artista completo. Sorin contrariamente agli altri è l'unico che rinuncerà a tutti i desideri per ottenere il potere. Bellocchio usa la figura del suo "amato servo" come occasione per portare sullo schermo un servo diverso da quello descritto da Cechov, lo innalza, non lo schiaccia. Nell'ultimissimo PP del servo vediamo che il soggetto saluta la "famiglia" di cui non ha mai fatto veramente parte e con una frase disprezzante dice "Scusate se vi ho disturbato". E dopo questo intervento finisce pure lui nel mucchio diventando un personaggio irritante e pericoloso. Il film termina con un'ultima inquadratura che riprende delle marionette abbandonate, evidente citazione al teatro e alla morte.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!ennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'inganno
 NEW
furiosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glaciale
 NEW
girasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boy
 NEW
io e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'estate di cleolos colonos
 NEW
marcello miomay decembermemory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillarace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe rapture - le ravissementtito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia nera
 NEW
vangelo secondo mariavita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1050730 commenti su 50771 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net