a propos de nice regia di Jean Vigo Francia 1930
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

a propos de nice (1930)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film A PROPOS DE NICE

Titolo Originale: A PROPOS DE NICE

RegiaJean Vigo

Interpreti: -

Durata: h 0.20
NazionalitàFrancia 1930
Generedocumentario
Al cinema nel Marzo 1930

•  Altri film di Jean Vigo

Trama del film A propos de nice

Nizza, i suoi abitanti, i facoltosi villeggianti che vi si riversano nei mesi estivi sono oggetto di questo reportage ironico, che percorre tutti i luoghi canonici della città, dalla Promenade des Anglais alla spiaggia, al Casinò, distruggendone la convenzionalità "da cartolina", si avventura nei quartieri popolari meno esplorati, riprende la vita quotidiana e quella mondana, cortei funebri e carnevaleschi. Si tratta, sembra voler dire Vigo, della stessa realtà vista da due diverse angolazioni. La vita e la morte vanno sempre a braccetto e non c'è esorcismo che tenga.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,10 / 10 (5 voti)8,10Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su A propos de nice, 5 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  05/05/2021 21:36:40
   8½ / 10
Per dire Nizza come Passaggio plumbeo (si direbbe che Vigo non ami questa città) a una Modernità che rende allegoria una spiaggia, come un giorno di Carnevale. Lontana dal glamour ma anche dal turismo a la page, la Mecca Provenzale mette a nudo la noia di un Rito Borghese che sembra respirare gli ultimi rantoli di vita. Un documentario quasi Astratto nel suo Realismo, e per questo indimenticabile

Oskarsson88  @  16/11/2019 16:32:23
   8 / 10
Veramente all'avanguardia questo corto documentario su Nizza, innovativo, originale, con angolazioni e riprese inusuali

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  10/11/2011 22:27:33
   8 / 10
Addormentarsi sulla sedia in Bianco e Nero, catarsi dall'alto di mattoncini del piccolo vivere disseminato accalcato, movimenti in cali improvvisi di mutismo, degenerazione di tessuti orlati e cani addobbati, l'Occhio-Documento in spostamento_traslazione – sono le barche a muoversi o la boa a farlo – mentre le barche rimangono immobili nella loro mobilità passiva e telecomandata quanto un meccanismo che porta le marionette-schermo dalla culla alla tomba senza colpo ferire?

Spiagge di burattini defecati tra le tende del cielo ma è solo scia nell'acqua, in sottofondo, agitarsi sul palco nell'olocaustico annaspare agitando le braccia coinvolgendo/si stravolgendos/si, ahimé, umana condizione, fotografia che rimane senza sog.getti ma solo sfondo, teatrino da circo dopo un assassinio di immagini a contrasto dove a uno a uno gli attori escono da un immaginario palcoscenico e noi a dire "Eccolo!" – "No, è già morto…"- "No, Ecco questo invece!" Vivi scostanti e morti ambulanti scorrono sul letto dello stesso fiume mescolandosi in quell'agglomerato suburbano che senza peso specifico si appropria di quello che non è che l'interpretazione della realtà: Il nostro occhio bestiale.

E allora via di collo pieno implorano i fermo-immagine, monarchie sovraimpresse in portiere di latta da mensa, ammaccati come argenteria folle, ticchettii della pioggia sulla copertura incrinata di un crollo, e che le macerie si mescolino ed evaporino e se nessuno può più vivere allora nessuno può più morire, materia-frammento – ed è sgomento.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  29/03/2010 20:11:45
   8 / 10
Anch'io ho visto una versione di 20 min circa, ma forse è solo quello che resta di un lungometraggio - il primo - di Jean Vigo (accreditato a 73 minuti). Una macabra poesia d' amore su Nizza che sa molto d' avanguardia russa; non a caso l' operatore è il fratello di Vertov. Molto molto suggestive le immagini.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  20/03/2008 22:22:54
   8 / 10
L'ispirazione per girare il suo film d'esordio (questo straordinario documentario muto di grande potenza espressiva), nasce dalla necessità del giovane jean Vigo di trasferirsi a Nizza per curarsi quella tubercolosi che lo avrebbe comunque ucciso pochi anni dopo, destinandolo al triste primato di uno tra i grandi registi meno produttivi della storia del cinema, tutta la sua opera si concentra in poco più di 3 ore di pellicola (ai 25 minuti di "A propos de Nice" si aggiungono soltanto "Zero in condotta" e "L'Atalante", è con i soldi del regalo di nozze da parte del suocero (nel frattempo Vigo si era sposato con quella che in seguito diventò la sua più importante collaboratrice Elisabeth Lazinska), che il giovane regista può mettere in pratica i suoi sogni, quel denaro gli permette di comprarsi una cinepresa; l'incontro con il fratello di Vertov, Boris Kaufman, in quel tempo affermato cameramen, fà il resto, i due decidono di girare un film dallo stampo decisamente documentaristico sulla città di Nizza.
L'opera più che su un disegno narrativo si basa più sulla forza espressiva delle immagini che da sole trasmettono la logica del film: il contrasto tra le classi sociali che traspare evidente durante tutta la pellicola, la quale risulta essere un cristallino esempio di lucida visionarietà applicata al montaggio; agli alberghi di lusso, ai ricchi turisti ad oziare sulle spiagge, alla borghesia a passeggio per le strade, si contrappone il degrado dei quartieri poveri con i giochi di strada, i mercati rionali, i bambini sporchi e spazzatura dappertutto.
Molto interessante l'idea del regista e soprattutto di kaufman che l'ha messa in pratica personalmente, di riprendere le abitudini di vita dei cittadini di nizza con la telecamera nascosta così da dare un aspetto quanto mai reale alle immagini (l'antenato della candid camera). Molto suggestive, per l'epoca, le riprese aeree all'inizio del film (una sorta di google heart degli anni '30) sopra i tetti della città.
Un cinema di sperimentazione, qualcosa che ormai stava inesorabilmente giungendo alla fine al pari del cinema muto in tutta la sua essenza, un cinema che oggi meriterebbe più attenzione e riconoscimenti dalla distribuzione televisiva che, al contrario, meschinamente lo occulta, dimostrando di fatto, se mai ce ne fosse ulteriore bisogno, un totale disinteresse alla cultura cinematografica.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#iosonoqui2 fantasmi di troppo3/198 rue de l'humanite'a chiaraa house on the bayoua white white day - segreti nella nebbiaagente speciale 117 al servizio della repubblica - allarme rosso in africa neraainbo: spirito dell'amazzoniaallons enfantsannetteantigoneantlers - spirito insaziabileariafermaarmy of thievesatlantidebentornato papa'bingo hellbrain freezebroadcast signal intrusioncaro evan hansenchi e' senza peccato - the drycity hall (2020)claudio baglioni - in questa storia che e' la miaclifford - il grande cane rossocoming home in the darkcon tutto il cuorecry macho - ritorno a casadaysdeandre'#deandre' - storia di un impiegatodemigoddivinazionidjango & django - sergio corbucci unchaineddovlatov - i libri invisibili
 T
dune (2021)e' stata la mano di dioencantoeternalsezio bosso. le cose che restanofino ad essere felicifrancefreaks outfrida kahlofutura (2021)ghostbusters: legacyhalloween killsi gigantii molti santi del new jerseyil bambino nascostoil colore della liberta'il materiale emotivoil migliore. marco pantaniil potere del caneillusions perduesi'm your maninsidious: the dark realmio e angelaio sono babbo nataleisolation (2021)jazz noirl’acqua, l’insegna la sete - storia di classela famiglia addams 2 (2021)la festa silenziosala legge del terremotola mia fantastica vita da canela padrina - parigi ha una nuova reginala persona peggiore del mondola pittrice e il ladrola scelta di anne - l'evenementla signora delle rosel'arminutalasciarsi un giorno a romales choses humainesl'incorreggible (2021)l'uomo dei ghiacci - the ice roadl'uomo nel buio - man in the darkmadresmadres paralelasmarilyn ha gli occhi nerimarina cicogna - la vita e tutto il restomy hero academia the movie: the two heroesmy sonnapoleone - nel nome dell'artenight teethno time to dienon cadra' piu' la nevenotti in bianco, baci a colazioneparanormal activity: next of kinper tutta la vitapetite mamanpolvere (2020)pompei - eros e mitopromisesquerido fidelre granchiored noticeresident evil: welcome to racoon cityron - un amico fuori programmasalvatore - il calzolaio dei sogniscompartimento n.6shepherdsotto le stelle di parigispace jam - new legendsthe beatles: get backthe curse of humpty dumptythe feastthe french dispatchthe ghosts of borley rectorythe girl in the fountainthe harder they fallthe last duelthe manor (2021)the truffle huntersthegrandmothertime is uptrafficante di virusultima notte a sohoun anno con salingerun bambino chiamato nataleuna famiglia mostruosauna notte da dottoreupside down (2021)venom - la furia di carnagevita da carlo - stagione 1vivi - la filosofia del sorrisowarningyarayaya e lennie - the walking libertyzappazlatan

1023604 commenti su 46711 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

FERRYIL VISIONARIO MONDO DI LOUIS WAININ THE MIST (HIDDEN IN THE FOG)NITRAMNON C'E' DUE SENZA…PIETRO IL FORTUNATOSHIVA BABYTHE CO-ED KILLER: MIND OF A MONSTERTHE LAND

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net