47 metri regia di Johannes Roberts Gran Bretagna 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

47 metri (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 47 METRI

Titolo Originale: 47 METERS DOWN

RegiaJohannes Roberts

InterpretiMandy Moore, Claire Holt, Matthew Modine, Santiago Segura, Yani Gellman, Chris J. Johnson

Durata: h 1.27
NazionalitàGran Bretagna 2016
Generehorror
Al cinema nel Maggio 2017

•  Altri film di Johannes Roberts

Trama del film 47 metri

Durante un'immersione due sorelle si trovano bloccate a 47 metri di profonditÓ con una riserva d'aria limitata e circondate dagli squali.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,58 / 10 (12 voti)5,58Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 47 metri, 12 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

BlueBlaster  @  06/07/2017 15:59:03
   4½ / 10
La storia di due mega sf.igate...ripetitivo e stravisto...non vedevo l'ora che crepassero.
Peccato perché me lo ero tenuto in serbo questo film pensandolo divertente.

fistignaccheri  @  21/06/2017 12:08:55
   3½ / 10
Victorlaszlo88 . . . NON AGGIUNGO ALTRO !!!!

3 risposte al commento
Ultima risposta 08/07/2017 20.51.19
Visualizza / Rispondi al commento
daaani  @  04/06/2017 16:18:54
   5 / 10
2 ragazze ingenuotte vanno vacanza in Messico e siccome sono molto annoiate decidono di provare l emozione estrema di immergersi in mare per vedere gli squali dentro una gabbia. Prossima volta consiglio una sana nuotata in piscina!

LoSqualo  @  03/06/2017 23:28:48
   5 / 10
Con l'arrivo imminente della stagione estiva quasi alle porte, esce nelle nostre sale questo 47 metri, che per molti potrà portare un minimo di suggestione nel farsi un bel bagno lontano dalla costa, per altri invece "io mi aggiungo a questo drappello" non si farà per niente opprimere da questo cinema, quello degli shark movie ormai diventati un vero è proprio fenomeno virale nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, come del resto anche il genere dei ghost movie che quest'anno ha avuti tante uscite come questo.

Già nel 2016 era uscito nelle nostre sale il buon Paradise Beach che ha riscosso un buon successo, sia di pubblico che di critica accaparrandosi voti più o meno nella sufficienza, a quanto pare non è di meno questo lungometraggio, che non si proietta in primo luogo nel genere degli Shark Movie, ma in primis in un genere non perfettamente riconosciuto, e che quindi almeno a me è sembrato vada dall'avventuresco sino all'horror e al thriller.

Quindi la cosa che lo differenzia dagli altri è che il protagonista principale non è più lo squalo, ma bensì l'ambiente in cui vive, in questo caso le profondite dell'oceano, sottoforma di 47 metri tra le protagoniste ed una salvezza garantita e scontata almeno a me ha dato questa sensazione dall'inizio alla fine, con il susseguirsi di varie sfide personali e costellata da un tragitto pieno di insidie dentro l'elemento in cui l'essere umano è più vulnerabile.

Mi è sembrato buona invece l'idea di dare un falso finale al lungometraggio prima di quello veritiero, per meglio dire come era stato realizzato quello di The Descent, quindi un ottima idea che da qualche punto a favore di questo lavoro targato Johannes Roberts, con la partecipazione del famoso Metthew Modine "il soldato Joker di Full Metal Jacket".

Per concludere questa mia breve parentesi critica, 47 metri è un film discreto con una base non molto solida come il verricello della gabbia antisqualo del film, lo differenzia dalla massa l'azzardo di non avere come pericolo principale lo squalo ma bensi il suo ambiente, un finale buono e una parte recitativa anch'essa discreta, i punti deboli inoltre sono una tensione discreta con alcuni tentativi di Jumpscare falliti, ottimi invece gli effetti digitali e una minima tensione caustrofobica , una spanna sotto Paradise Beach.

TheLory  @  03/06/2017 09:47:30
   6 / 10
Il voto esatto sarebbe un così così e mezzo, perchè si può vedere, ma certo non ti puoi aspettare chissà quali emozioni, è tutto visto e rivisto

barone_rosso  @  02/06/2017 15:25:33
   7 / 10
Mi aspettavo una boiata pazzesca, invece il film si lascia guardare tranquillamente. Nonostante sia ambientato per buona parte sott'acqua, non annoia quasi mai e trasmette anche una certa ansia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DarkRareMirko  @  01/06/2017 02:11:42
   7 / 10
Un Open water che va sott'acqua; a me è piaciuto e, al cinema, gli squali che appaiono all'improvviso fan il loro bell'impatto.

Fa piacere rivedere Modine e la Moore, dopo I passi dell'amore, è finalmente in un ruolo diverso.

Un horror claustrofobico, secco, verosimile, semplice e riuscito.

Che dire, Jaws ha creato un bel numero di discreti epigoni...

Wilding  @  29/05/2017 20:53:50
   4½ / 10
Una mediocre recitazione, una mediocre regia e il risultato è scontato. C'è davvero poco in questa pellicola che dal trailer mi sembrava ben altra cosa.

john doe83  @  23/05/2017 23:01:00
   5 / 10
Il film è realizzato discretamente bene, buona regia e effetti speciali non male, però a mio parere incentrare tutto il film sulle due protagoniste nella gabbia annoia un po'.

alex94  @  10/04/2017 21:58:49
   6½ / 10
Una pellicola assai soddisfacente avente per protagoniste un paio di turiste che si ritrovano a dover lottare per la sopravvivenza, una volta che si ritrovano bloccate a 47 metri di profondità negli abissi.....
Diciamo che la parte più debole e meno convincente è sicuramente quella iniziale,quella dove vengono presentate le nostre eroine (caratterizzate in modo banale e superficiale) e le motivazioni (piuttosto risibili) che le porteranno a volersi infilare dentro una gabbia (assai scalcagnata) per farsi immergere negli abissi marini.
Da questo momento in poi il film inizia a funzionare più che bene,le protagoniste si comportano in modo sensato e realistico,abbastanza attinente alla realtà.
Buona la regia che riesce a girare delle ottime sequenze tutte ambientate sott'acqua,e a gestire bene la tensione ricorrendo solo in minima quantità ai jump scare.
Ottima anche la realizzazione degli squali,sopratutto considerando il budget tutt'altro che elevato.
Non molto convincente invece la recitazione delle due protagonista che mi sono apparse piuttosto cagne.
Insomma per concludere una pellicola d'intrattenimento che riesce a raggiungere in pieno il suo risultato,merita una visione.

topsecret  @  18/01/2017 14:55:15
   6 / 10
Il merito principale di questo film è che non annoia, raccontando una storia capace di instillare discrete dosi di tensione, con qualche jumpscares ben assestato, nonostante le tante contraddizioni che si possono notare nei dialoghi e in parecchie situazioni che propone.
Di contro ci sono appunto quei particolari irritanti, quasi quanto le due protagoniste nei loro atteggiamenti, e la troppa enfasi di alcuni momenti, anche se discretamente orchestrati.
47 METRI non ha grandi meriti in fatto di originalità, ma quanto meno propone una storia che mantiene in costante attenzione lo spettatore, meritando un voto positivo nonostante le imperfezioni che denota.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  18/01/2017 11:39:15
   7 / 10
Dopo "The Reef" e "The Shallows" un altro bel film con protagonisti gli squali. Questa volta le prescelte a finire nelle voraci mandibole dei pescecani sono due sorelle in vacanza in Messico, convinte da due bellimbusti locali a farsi calare in una gabbia nelle profondità dell'oceano per provare il brivido di trovarsi a faccia a faccia con gli spaventosi predatori.
Dopo un'introduzione sciatta e di maniera, utile giusto per farci conoscere le motivazioni e i caratteri delle due giovani donne, si comincia a fare sul serio: uno sciocco incidente e le novelle esploratrici finiscono sul fondale oceanico a circa 47 metri di profondità.
Nel buio, con limitatissime sorgenti di luce a disposizione, Johannes Roberts sguazza (è il caso di dirlo) che è un piacere, andando a creare un mondo tenebroso, freddo e claustrofobico ove la minaccia degli squali è quasi un nemico tangibile capace di lasciare il segno ogni qualvolta si manifesti. Realizzati benissimo, i pescioloni zannuti appaiono senza esagerazioni, non divenendo unico catalizzatore di tensione. La pellicola fornisce ansia in buone dosi con il crescente esaurimento dello scorte d'ossigeno, e al netto delle fin troppe s***** che si abbattono sulle protagoniste -anche qui necessarie per evitare di rallentare troppo il ritmo- si dimostra quanto il genere, se gestito con testa e buona aderenza ad una possibile realtà, riesca a fornire ancora un intrattenimento con i fiocchi. Da applausi il colpo di scena verso il finale, davvero inaspettato ed efficace.
Conosciuto come "In the Deep", in un primo momento avrebbe dovuto intitolarsi con il sicuramente più incisivo "47 Meters Down".

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


958688 commenti su 37526 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net