22nd of may regia di Koen Mortier Belgio, Olanda 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

22nd of may (2010)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 22ND OF MAY

Titolo Originale: 22 MEI

RegiaKoen Mortier

InterpretiSam Louwyck, Jan Hammenecker, Wim Willaert

Durata: h 1.32
NazionalitàBelgio, Olanda 2010
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2010

•  Altri film di Koen Mortier

Trama del film 22nd of may

Dopo l'esplosione di una bomba in un centro commerciale, l'agente di sicurezza Sam prova a salvare le vittime, ma alla fine scappa via. Piu' tardi incontrera' tutte le persone che ha salvato, che pero' sono convinte che Sam abbia qualcosa a che fare con l'accaduto...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,13 / 10 (4 voti)8,13Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 22nd of may, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  08/07/2018 22:58:28
   7 / 10
Un film molto interessante, magari un po' ingarbugliato ed a tratti artificioso, ma visivamente molto affascinante in questa rappresentazione di un limbo desolato in cui i rimorsi di coscienza ed il dolore passato del protagonista prendono per mano la rabbia e a volte la benevolenza di questi fantasmi che lo accusano e lo consolano. Un limbo che non differisce nella sua rappresentazione con la sequenza iniziale del film: una giornata ordinaria con i suoi ritmi sempre uguali e monotoni. Una quotidianeità che viene squaciata da un atto tragico, distruttivo ed autodistruttivo. Un evento che non si può cambiare. Malgrado i suoi difetti, un film che non lascia indifferenti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  15/05/2018 10:11:54
   8 / 10
In funesto anticipo sugli attentati che hanno scosso il Belgio negli ultimi anni, Koen Mortier sfrutta il vigliacco attacco di un kamikaze all'interno di un centro commerciale per mettere in piedi un limbo esoterico, in cui le vittime dell'esplosione si aggirano senza darsi pace.
Tutte si rivolgono a Sam, presentato in modo sbrigativo nei minuti che aprono il film; uomo solo nel suo squallido appartamento, gesti meccanici ne dettano i tempi per raggiungere il posto di guardia giurata proprio pochi minuti prima di essere travolto da quel caos di urla calcinacci, polvere e corpi straziati, disperazione e dolore.
Trascinato a terra, vivo o morto non è dato sapere, funge da apripista per una dimensione parallela e surreale, posizionata all'interno di una città fantasma, svuotata, privata addirittura dei cartelloni pubblicitari e di qualsiasi colore. All'interno di essa anime rancorose, disperate, malinconiche, innamorate, implorano Sam, manco fosse una sorta di divinità in grado di cambiare il passato, di riavvolgere quel tempo con cui Mortier gioca sagacemente, destrutturando la narrazione e spalmandola su più piani temporali.
Il senso di colpa di colpa attanaglia il protagonista ancora una volta, troppo disattento o semplicemente apatico, come accaduto tempo prima col lutto di cui si deve far carico ogni giorno
L' umanità circostante non sta certo meglio, quadro di disperazione assoluta in cui lo spazio per la speranza è soffocato da quella che è probabilmente la visione moderna dell'inferno.
Evitando di dare connotazione politica, giustificando con squilibrate motivazioni personali le gesta dell'assassino, Mortier sembra beffarsi della disperazione delle sue anime incapaci di accettare il trapasso, mettendo alla berlina con sprezzante distacco l'incomprensibile pervicacia di chi vuole riprendersi una vita che in fondo non ha nulla da offrire.

Danae77  @  05/09/2015 13:12:36
   8½ / 10
Gli opposti che si attraggono..paura e coraggio che invadono e s'impadroniscono dello stesso cuore, dello stesso cordone di sentimenti. Una fusione illogica, ma possibile e, non sempre, accettabile come compromesso. L'odio cieco ed immotivato che accende la miccia di un disagio e di un disastro, la sofferenza che offusca ogni lucidità che si incontra e scontra contro una pena altrettanto devastante. Scenario onirico di ritorno al passato remoto e recente, di una vita non vita e della morte non morte....Quanto vale la vita di ognuno di noi e quanto vale la morte per ripagarla e appagarla.....? Spunto per una profonda nonché lacerante riflessione.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  13/04/2013 21:48:34
   9 / 10
Ci avevo visto giusto quando dopo lo strepitoso ex-drummer avevo definito koen mortier un astro nascente del cinema belga.
IN questo 22 of mei ci sono tutti gli stilemi che hanno reso straordinaria la sua opera prima, nonostante i 2 film non siano nemmeno lontanamente paragonabili : ambientazioni cupe, regia asettica , recitazione sopra le righe e bellissimo accompagnamento sonoro ( anche se su quest ultimo punto si puo' contestare la monotonia nella scelta, tuttavia la SPLENDIDA ''going home'' nel finale è qualcosa di a dir poco sublime, al pari di Blow nel finale di ex drummer).
Se vi aspettate un clone di ex drummer o perlomeno un film simile dal punto di vista della trama resterete delusi, questo è fondamentalmente un dramma psicologico incentrato sulla figura di Sam ( uno stratosferico sam louwyck che era stato un po eclissato in ex drummer dai meglio caratterizzati dries e koen ) , agente di sicurezza di un centro commerciale dal passato tormentato che si porta addosso un senso di colpa incancellabile che lo divora dentro,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
senso di colpa che diventera' voragine a seguito dell esplosione nel centro commerciale.... da quel momento in poi il film è un lungo percorso di espiazione fatto di flashback, ricordi e incontri surreali con le vittime dell'esplosione in un crescendo di emozioni che culminera' col devastante,commovente finale sulle note della splendida GOING HOME dei bony king of nowhere.

UN film non di facile interpretazione, sospeso fra realta' e immaginazione che lascia aperti molti interrogativi anche a fine visione, e che probabilmente soffre anche di alcuni lievi buchi di sceneggiatura come il precedente ex drummer

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Resta comunque un film tecnicamente perfetto e che testimonia la maturita' artistica del fenomenale regista belga.
Ora attendo con ansia wasted land :D

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitalijudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaytrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016444 commenti su 45275 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net