Recensione the reader - a voce alta regia di Stephen Daldry USA, Germania 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione the reader - a voce alta (2008)

Voto Visitatori:   6,95 / 10 (128 voti)6,95Grafico
Miglior attrice protagonista (Kate Winslet)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior attrice protagonista (Kate Winslet)
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film THE READER - A VOCE ALTA

Immagine tratta dal film THE READER - A VOCE ALTA

Immagine tratta dal film THE READER - A VOCE ALTA

Immagine tratta dal film THE READER - A VOCE ALTA

Immagine tratta dal film THE READER - A VOCE ALTA

Immagine tratta dal film THE READER - A VOCE ALTA
 

Il film è tratto dal premiato romanzo di Bernhard Schlink "A voce alta" e racconta la storia di una vita partendo dal tempo presente e poi facendo un salto nel passato del protagonista, delineando tre tappe fondamentali della sua vita.
L'azione si svolge nella Germania dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Il quindicenne Michael si sente male e si accascia a terra, viene aiutato da Hanna, una donna che ha il doppio dei suoi anni. Dopo alcuni mesi ripresosi dalla malattia, Michael va a trovare Hanna per ringraziarla. I due si sentono subito attratti l'un l'altra e iniziano una relazione piena di passione e fatta di tante letture dei classici della letteratura mondiale. Michael legge per lei, ma quanto potrà durare questo idillio?

Il regista Stephen Daldry, acclamato per i film "Billy Elliot" e "The Hours", si è messo dietro la macchina da presa per raccontare non solo una storia d'amore, ma soprattutto come la seconda generazione di tedeschi affronta i crimini dei genitori e il senso di colpa che ne deriva. Pone il problema di come continuare dopo quello che è avvenuto durante l'orrore dell'Olocausto. Ciò che i realizzatori si sono proposti di mantenere è il rispetto per le vittime dei crimini di guerra nazisti, e che il termine perdono non sarebbe mai stato menzionato. Mostra come una nuova generazione venga a patti con il passato.
Il regista inoltre non ritrae le guardie dei campi di concentramento come orchi orribili o cattivi oltre misura, ma piuttosto mostrandoli come lavoratori normali. Mette in primo piano le persone comuni che hanno commesso questi crimini, a volte persone che non si rendevano conto appieno della gravità dei loro gesti, eseguendo rigorosamente ciò che gli veniva ordinato come fosse un lavoro qualsiasi. La figura di Hanna (Kate Winslet) ravvisa questo tipo di persona, sembra essere fuori dal mondo. Hanna è una trentaseienne che lavora su un tram, ma anni dopo si viene a sapere che è stata una guardia nei campi di concentramento. Nasconde un segreto che pur di non essere scoperto la spingerà ad assumersi una responsabilità maggiore, divenendo il capro- espiatorio delle altre "colleghe". Il crimine di cui Hanna si è macchiata è delineato in modo tale che da un lato si cerca di comprenderla e dall'altro la si condanna in modo netto, percorrendo una linea sottile tra le due posizioni.

Il rapporto tra Hanna e Michael (David Kross) rappresenta l'esile equilibrio tra i tedeschi della vecchia generazione e i giovani degli anni del dopoguerra, la nuova. Durante il film viene rappresentata prima la relazione scandalosa dei due protagonisti agli occhi del mondo esterno, poi Michael è un avvocato di successo e Hanna è scomparsa dalla sua vita ed è andato avanti dopo il suo abbandono ricostruendosi un'identità. La Germania, parallelamente, si è sforzata di ricostruire non solo gli edifici ma soprattutto una personalità nazionale. Michael è il nuovo, Hanna è il vecchio, è proprio per questo una differenza di età minore avrebbe modificato questo aspetto.

"The Reader" è stato girato tra Berlino, Gorlitz e Colonia e alcuni esterni sono stati realizzati nelle campagne al confine tra Germania e Repubblica Ceca.
Per il materiale utilizzato nelle scene del processo, il regista si è avvalso dell'archivio del Fritz Bauer Institute di Francoforte che ha fornito fotografie, trascrizioni e altro materiale che si è rivelato fondamentale per curare i dettagli di un tribunale di crimini di guerra. La maggior parte delle sequenze in tribunale sono basate sui processi di Francoforte - Auschwitz tenuti tra il 1963 e il 1965, in cui sono stati giudicati impiegati di livello medio – basso, rivelando l'ampia varietà di persone che hanno contribuito alla messa in atto dell'Olocausto.

Un altro tema importante del film è l'interesse per la lettura come una dimostrazione della cultura e della libertà psichica di cui la protagonista sente la mancanza. Il grande interesse di Hanna per i libri nasconde un segreto, la sua condizione di analfabeta. Hanna imparerà a leggere e scrivere in prigione, grazie all'aiuto delle audio cassette inviatele da Michael (Ralph Fiennes). L'amore per la letteratura ha reso Michael ciò che è diventato professionalmente, un uomo pronto al confronto e arguto.

È un film che possiede più di una lettura, che mette in scena più temi, trattati con delicatezza senza, però, fare sconti a nessuno. Il regista ha saputo bilanciare una serie di emozioni e sentimenti con garbo senza renderli esasperanti, riuscendo a tenerli in gioco in modo adeguato, senza eccedere nei toni.

Tutti gli interpreti hanno conferito la loro professionalità e i loro sforzi per rendere il più reali possibili i personaggi della storia, che vivono attraverso le loro parole e i loro gesti. Un film che farà storcere il naso a qualcuno, ma farà sicuramente nascere il confronto e riflettere.

Stephen Daldry ha creduto fortemente in questo progetto, determinato a esplorare una questione pericolosa e complessa come quella dei crimini di guerra nazisti e a spiegare come la nuova generazione ha vissuto i misfatti della vecchia generazione. Il regista ha voluto dare una panoramica più ampia degli affetti che sono in contrasto con la ragione, ambivalenti e stridenti. La ragione dice una cosa e il cuore ne dice un'altra totalmente diversa.
Nel girare questo film Daldry ha pensato anche ai giovani, perché si interessino dei temi trattati e questo sia da stimolo a volerne sapere di più.

"The Reader" è dedicato alla memoria di Anthony Minghella e Sidney Pollack, due dei produttori, venuti a mancare all'inizio del 2008 a due mesi di distanza l'uno dall'altro: due registi che hanno contribuito a rendere grande il cinema.

Commenta la recensione di THE READER - A VOCE ALTA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Francesca Caruso - aggiornata al 26/03/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004976 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net