Recensione the mudge boy regia di Michael Burke USA 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione the mudge boy (2003)

Voto Visitatori:   7,50 / 10 (2 voti)7,50Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film THE MUDGE BOY

Immagine tratta dal film THE MUDGE BOY

Immagine tratta dal film THE MUDGE BOY

Immagine tratta dal film THE MUDGE BOY

Immagine tratta dal film THE MUDGE BOY

Immagine tratta dal film THE MUDGE BOY
 

Timido, sessualmente confuso, impacciato, Duncan è un ragazzo di 13 anni che vive nel modo più strano possibile: dopo la morte della madre, passa le giornate intere a giocare con delle galline e sviluppa la bizzarra abitudine di mettere il loro becco in bocca per "calmarle", indossando i vestiti della madre (un modo per colmare la sua mancanza) ed imitando la sua voce a pranzo.
Dall'altra parte c'è un padre sempre più freddo e distaccato, incapace di donare al figlio il meritato affetto. Duncan mette gradualmente piede nel mondo esterno, facendosi nuovi amici e conoscendo la differenza che lo divide dai suoi coetanei e lo fa sentire strano, scoprendosi attratto dall'amico Perry. Ma dovrà fare i conti con un aspetto della società che non aveva messo in conto: l'oppressione del diverso e la conformazione della società. Quello che è un vasto paesaggio rurale non è altro che una prigione eterna, ma al posto delle mura di pietra ci sono delle alte e innalzate colline.

"The mudge boy" è un dramma americano che si discosta in modo incisivo daltipico modello che siamo abituati a vedere. Michael burke ci racconta una storia apparentemente "già vista", parlando della sfortuna di coloro che vivono in una piccola città e devono conformarsi a dei valori anche quando questi vanno contro la loro natura. Il lavoro di Burke si basa sulla contrapposizione di due caratteri opposti : da una parte c'è Duncan, il "chicken boy" (così scherzosamente chiamato dai suoi coetanei), ragazzo in qualche modo impacciato e femminile, considerato "senza valore" dal padre, e dall'altra c'è Perry, il tipico adolescente pieno di testosterone, palestrato e "macho". E' in questa profonda differenza che si concentra il succo della narrazione.
E' un contrasto eterno che si può verosimilmente riscontrare in due tendenze opposte della società : il conformismo e la diversità. Il primo è qualcosa di artificiale, un modo blando e insipido per adeguarsi a delle convenzioni sociali, ed il secondo è l'elemento naturale che ci caratterizza: ognuno di noi è diverso, ed è proprio in questa diversità che sta la nostra forza e la nostra specialità e importanza. Ma c'è una cosa che le accomuna e che Burke non si dimentica di sottolineare: la sofferenza.
Chi è diverso soffre perché non si sente compreso, ostracizzato da una società che fa di tutto per farlo sentire debole, ancora di più di quello che già è per natura (e su questo potremo stendere altre considerazioni, come che l'uomo di per sé è debole). Il conformismo è una corazza che ci protegge dalla cattiveria, ma non ci garantisce la felicità né ci risparmia dalla sofferenza. Perry tenta di mascherare la propria infelicità comportandosi da tipico leader maschile, circondato da ragazze e sempre alla ricerca di un divertimento fine a se stesso, ma anche lui ha dei momenti di cedimento e non riesce a reggere al perverso gioco della società. Ed è proprio in uno di questi momenti che egli dà sfogo ai suoi autentici sentimenti, anche in modo piuttosto violento, verso l'amico Duncan.

"The mudge boy" è un film lento ma dotato di un fascino narrativo inesplicabile. Se la premessa sembra ridonante e statica, allora è giusto pensare che si tratti di una mera impressione: né la premessa né lo sviluppo sono piatti, ma anzi sono funzionali a raccontare una storia fatta di sentimenti, realistica, e quindi una storia potenzialmente commovente, in cui ci si può immedesimare.
Sarebbe troppo semplicistico dire che "The mudge boy" è il tipico film che parla di omosessualità e di adolescenza. E' un film che fa, ed anche in modo profondo, riflettere sull'enorme contraddizione della società, proponendo una storia crudele, tragica e fuori dai canoni classici.

Con il finale, che arriva esattamente dopo 90 minuti, si apre un enorme dilemma, ancora più grande di quello della società stessa: chi vince? Il conformismo o la diversità? Come si conclude la storia, con la nascita di un amore o con l'inizio di un odio? Non ci è semplicemente dato saperlo. Il regista chiude le ante dell'armadio e spegne le luci, senza lasciare nulla da vedere allo spettatore, che intanto può usare la fantasia ed immaginarsi un happy ending.

Commenta la recensione di THE MUDGE BOY sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di dubitas - aggiornata al 18/11/2013 16.55.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005196 commenti su 43599 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net