Recensione quando sei nato non puoi piu' nasconderti regia di Marco Tullio Giordana Italia, Gran Bretagna, Francia 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione quando sei nato non puoi piu' nasconderti (2005)

Voto Visitatori:   5,47 / 10 (38 voti)5,47Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI

Immagine tratta dal film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI
 

"Eppur si muove", "civis romanus sum", "alea iacta est", "divide et impera": ci sono frasi fatidiche, del genere di queste, che sembrano segnare il destino delle genti e degli individui. Ne è piena la storia, e ben lo sanno le religioni e i grandi poteri politici fondati sulle ideologie, che le usano per asservire i loro sottomessi (fedeli, sudditi, o cittadini che siano) con la forza della suggestione. Lo sanno pure i predicatori delle sette diaboliche, quando iniziano le loro liturgie con frasi minatorie del tipo: "Nel nome di Satana.".

Ebar Soraya iti dogon, che in mandingo significa "Quando sei nato non puoi più nasconderti", suona probabilmente come una di quelle frasi: una maledizione, o un anatema, di fronte al quale l'uomo, nella sua pochezza, si sente soccombere di fronte allo strapotere del fato, senza via di fuga; in quello stato di annullamento di fronte alla grandezza del divino che Feuerbach battezzava per sempre come "alienazione". La cosa sta a dimostrare, se ce ne fosse bisogno, che l'uomo è identico a qualsiasi latitudine sotto la luce del sole; e che riti, miti e insegnamenti non hanno bandiere, nel primo e nel terzo mondo; se è vero che anche qui la sapienza ancestrale dell'inconscio collettivo passa attraverso frasi "fatidiche " come quella sopra citata.
La quale poi assurge addirittura a nome di battesimo, prefigurando il destino di chi lo porta in chiave onomantica! Nomen est omen... nel tuo nome il tuo destino, come succede col nome Giovanni: Javeh ahnan... e cioè, Dono del signore... Dio è stato misericordioso! Nel film Ebar soraya... è il nome di un povero immigrato di colore conosciuto in maniera fortuita, che rimane impresso nella mente del giovane protagonista.

Il ragazzo, di ricca famiglia borghese padana, cade in mare durante una minicrociera col padre, e viene salvato da un barcone di poveri clandestini, abbandonati in mare dagli scafisti. E di qui comincia il dramma, ma anche la sua palingenesi. A contatto con un mondo di disperati diventa innanzitutto "altro dalla sua famiglia", e cioè finalmente "adulto" (e la madre piange proprio per questo... ma lo facessero tanti ragazzi d'oggi!).
Ad un tempo, poi, conosce la realtà del mondo... che non è solo quello avanzato, ma anche il terzo, povero e lacero, al limite della sopravvivenza; che ogni giorno mira a sfangarla come il piccolo protagonista, di notte, in mare, gridando invano al padre, nell'attesa di affogare! La drammatica vicenda lo induce a una coscienza sinora sconosciuta, sensibilizzandolo a nuovi concetti di solidarietà: "Dove è il problema? - dice ai genitori - Perché non li adottiamo?" con l'ingenuità del Candide volteriano, stupito dalle bassezze del mondo.

Per concludere, infine, pessimisticamente, con un nulla di fatto: lui stesso e la giovane amica, prostituta bambina per necessità, seduti e piangenti per terra, a cospetto di un futuro che non cambierà. Questo il succo del racconto, intriso di doloroso e rigido realismo, come sempre nei lavori di Giordana. Ma il film non è solo questo, come sostengono alcuni detrattori, muovendogli ingiuste critiche sul piano formale; come se la decima musa, l'arte cinematografica, si riducesse a meri aspetti tecnico-iconografici, di piani e di riprese (convinzione diffusissima tra i giovani cinefili post-sessantottini di oggi, che con tale pseudo-cultura evitano di studiare e di leggere!!).*
Il cinema, ahi loro, è ben altra cosa: metafora del reale per sua essenza, non potendo "fotografare" le descrizioni tipiche del racconto letterario. In altre parole, mentre questo, al di là del momento descrittivo, e cioè raccontati tutti i preamboli, può ricorrere o meno alla metafora (soprattutto in poesia), il cinema è solo immagini! E dunque deve invertire il processo: attraverso le immagini fare scaturire il racconto! Ove ci riesca diventa sterile cercare i meri difetti di forma (magari uno strabismo di Venere!); cosa che fa abitualmente chi non ha abbastanza spessore, attenzione o profondità di pensiero per penetrare i significati del racconto attraverso il filtro dell'immagine (in movimento)!

Chi invece sia in grado di farlo, troverà nel film di Giordana un affresco grandioso dell'umano e dell'epoca attuale: dove i disgraziati sulla tolda del barcone abbandonato simboleggiano tragicamente la povertà del terzo mondo (con toni da inferno dantesco), il sodalizio profondo e disilluso del protagonista col giovane mariuolo rumeno incarna il valore dell'amicizia (con accenti da epos omerico), mentre l'inquietante scoperta del "mondo come è" nel giovane benestante tocca da vicino l'esperienza dolorosa di ogni adolescente. Il tutto con una suprema delicatezza e sobrietà nella rappresentazione dei personaggi, assolutamente credibili anche sotto il risvolto puramente psicologico (i genitori, i loro amici, i giovani rumeni, il sacerdote benfico).
Una storia di vita e di ambiente di respiro universale ed eterno, con una rappresentazione globale di un paese e di un'epoca, ma al tempo stesso del mondo intero, come succede nel grande romanzo letterario... dove contano infine i significati, e non l'angolazione delle riprese!

* vedi l'ex ministro della cultura Veltroni! Né laureato, né diplomato... ma semplice "operatore cinetv!!"

Commenta la recensione di QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di GiorgioVillosio - aggiornata al 14/02/2006

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionancora un'estateanother endappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiaautobiography - il ragazzo e il generalebang bankbob marley: one lovecane rabbiosocaracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dust
 NEW
coincidenze d'amorecover story - vent'anni di vanity fairdamseldeserto particulardicono di tedieci minutidobbiamo stare vicinidrive-away dollsdune - parte due
 NEW
e la festa continua!emma e il giaguaro neroeneaeravamo bambiniestraneifinalmente l'albafino alla fine della musica
 NEW
flaminiaforce of nature - oltre l'ingannogenoa. comunque e ovunque
 NEW
ghostbusters - minaccia glacialegioco di ruologli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperohazbin hotel - stagione 1how to have sex
 NEW
i delinquenti
 NEW
i misteri del bar etoilei soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil diavolo e' dragan cyganil fantasma di canterville (2024)il mio amico robotil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeil teorema di margheritail vento soffia dove vuoleimaginaryin the land of saints and sinnersinshallah a boykina e yuk alla scoperta del mondokriptonkung fu panda 4la natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitantila sala professorila seconda vitala terra promessala zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionil'estate di cleolos colonosmadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)memory (2023)monkey manmr. & mrs. smith - stagione 1my sweet monsterneve (2024)night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)omen - l'origine del presagiopare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 HOT R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpriscillapuffin rock - il filmrace for glory - audi vs lanciared (2022)red roomsrenaissance: a film by beyoncericky stanicky - l'amico immaginarioroad house (2024)romeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operase solo fossi un orsosenza proveshirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spacemansuccede anche nelle migliori famigliesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuncoastsupersextatami - una donna in lotta per la liberta'te l'avevo dettothe animal kingdomthe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe piper (2023)the warrior - the iron claw
 NEW
tito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletrue detective - stagione 4tutti tranne teun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevite vendute (2024)volarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatorezafira, l'ultima reginazamora

1049460 commenti su 50616 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

A KILLER PARADOXCELLPHONECINQUE APPUNTAMENTI AL BUIODEPARTING SENIORSGIOCHI EROTICI DI UNA FAMIGLIA PER BENEGODS OF THE DEEPGUERRA INDIANAHAMMERHEADHISTORY OF EVILHOUSE PARTYIL FUOCO DEL PECCATOIL GIOCO DELLA MORTE - STAGIONE 1IL VOLATORE DI AQUILONIIMMACULATELA GRANDE RAPINALIBERO DI CREPAREMASSACRO AI GRANDI POZZIOMBRE A CAVALLOROADSIDE PROPHETSSHOCK WAVESHOCK WAVE 2SHOGUNSTOPMOTIONSTRIKERTHE BINDINGTHE REGIMETIO ODIO, ANZI NO, TI AMO!TUTTI I SOSPETTI SU MIO PADREUNA COPPIA ESPLOSIVA - RIDE ON

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net