Recensione napoli milionaria regia di Eduardo De Filippo Italia 1950
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione napoli milionaria (1950)

Voto Visitatori:   8,85 / 10 (10 voti)8,85Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film NAPOLI MILIONARIA

Immagine tratta dal film NAPOLI MILIONARIA

Immagine tratta dal film NAPOLI MILIONARIA

Immagine tratta dal film NAPOLI MILIONARIA

Immagine tratta dal film NAPOLI MILIONARIA

Immagine tratta dal film NAPOLI MILIONARIA
 

Commedia tragica uscita quando in gran parte della penisola gli echi del conflitto non si erano ancora spenti, "Napoli milionaria" ha dato ad Eduardo De Filippo un grande successo nazionale ed oltre i confini, anche se il grande commediografo napoletano non ha voluto in seguito rappresentarla tanto spesso.
La trasposizione cinematografica però non è del tutto fedele al testo teatrale, ma piuttosto si presenta quasi come un'integrazione che costruisce l'antefatto e il finale che mancavano alla commedia conclusa con un allegorico "Ha dda passa' 'a nuttata".

Eduardo introduce nella vicenda un personaggio inesistente nell'originale, interpretato dall'amico Totò e cioè Pasquale, un povero cristo che si arrabatta continuamente per tirare a campare, ed è a lui che Eduardo cede una delle scene chiave dell'intera storia: quella cioè del finto morto che conclude il primo atto.
La storia si divide in tre quadri principali: prologo (anteguerra arricchito dal duetto Totò-Eduardo sulle cause dello scoppio di un conflitto), guerra e dopoguerra a sua volta divisa in due parti distinte. Eduardo si sofferma più che sui personaggi originari della sua commedia sul vicolo e sui suoi abitanti intendendo dare una visione d'insieme, nel contempo però i suoi personaggi non finiscono penalizzati da questa rilettura poiché un occhio attento è in grado di approfondire certe loro caratteristiche che altrimenti sarebbero sfuggite allo spettatore (donna Adelaide, interpretata dalla sorella Titina nel ruolo di una affittacamere un po' tirchia, la figlia "perduta", il figlio Amedeo vittima di se stesso e delle sue cattive compagnie). La protagonista principale Leda Gloria (futura moglie di Peppone nel ciclo di don Camillo) pur valida non riesce a dare al suo personaggio il pathos della sua corrispettiva Regina Bianchi interprete di una felice trasposizione televisiva del 1962, ma è proprio nei personaggi minori la forza del film che attraverso questi minuscoli bozzetti rendono il continuo passaggio da commedia a tragedia.

Risulta vincente il personaggio di Pasquale Miele, il "cavallo in affitto" che per vivere nel corso degli anni si inventa i mestieri più disparati (il finto morto a copertura delle merci a borsa nera, il reo confesso a noleggio e persino l'arringatore di folle ingaggiato da un partito nella neonata Repubblica). Pasquale con i suoi mille mestieri e la sua fame atavica è il moderno Pulcinella, maschera tragica degna rappresentante dei mali eterni di Napoli, sempre denunciati e purtroppo eternamente mal risolti.
Pasquale è anche una pratica dimostrazione di come i napoletani accettino le varie situazioni cercando di trovare un rimedio per non subire troppo: testimonianza il modo di affrontare il passaggio ai vari regimi, dalle disposizioni dei fascisti al breve dominio tedesco, dalla presenza degli anglo-americani e infine alla Repubblica. Il vero napoletano sembra essere Pasquale con la sua rassegnata arte di arrangiarsi piuttosto che Gennaro Iovine, il protagonista della vicenda, troppo spesso testimone passivo e capro espiatorio suo malgrado.
La prima parte del film risulta però sicuramente più centrata, mentre la seconda nella quale il regista intende dare una conclusione alle vicende della famiglia Iovine permeata di buonismo scivola più superficialmente, è più affrettata nella smania di regalare agli spettatori un apparente lieto fine pur mantenendo il proposito di film denuncia.
Nel complesso la prima prova registica cinematografica di Eduardo può dirsi felice regalando a noi spettatori posteri un valido documento della storia recente e un pezzo della bravura recitativa partenopea.

Commenta la recensione di NAPOLI MILIONARIA sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 20/02/2008

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW T
10 cloverfield lane
 T
13 hours: the secret soldiers of benghazi
 T
abbraccialo per meanomalisa
 NEW T
appena apro gli occhi - canto per la liberta'astrosamanthaattacco al potere 2: london has fallenava's possessionsave, cesare!
 T
banat (il viaggio)
 T
barça dreams
 HOT R T
batman v superman: dawn of justice
 NEW T
benvenuti... ma non troppobianco di babbudoiu
 T
billy il koala
 T
briciole sul marebrooklyn
 T
che cos'e' un manrico
 T
codice 999
 T
come saltano i pesci
 T
criminal (2016)
 T
desconocido resa dei contiemelie
 NEW
extraction
 T
fiore del desertoforever youngfrankenstein (2015)
 NEW T
fuga dal pianeta terragod's not deadgods of egyptgood kill
 T
grimsby - attenti a quell'altro
 T
grotto
 T
hardcore! (2016)
 T
heidihuman
 T
i ricordi del fiume
 T
il bambino di vetro
 T
il cacciatore e la regina di ghiaccioil club
 T
il complotto di chernobyl - the russian woodpecker
 T
il condominio dei cuori infranti
 T
il libro della giungla (2016)
 T
il mio grosso grasso matrimonio greco 2
 NEW
infernetkung fu panda 3
 T
la canzone perduta
 T
la comune
 NEW T
la coppia dei campionila corte
 NEW T
la foresta dei sognila linea sottile
 T
la macchinazione
 NEW T
la memoria dell'acqua
 T
la terra degli orsi
 T
land of mine - sotto la sabbia
 T
le confessionile mille e una notte - arabian nightslegend (2015)
 T
les souvenirs
 T
l'eta' d'oro
 T
l'infinita fabbrica del duomo
 HOT R T
lo chiamavano jeeg robot
 NEW T
lo stato contro fritz bauer
 T
love and mercy - la vera storia del genio dei beach boys
 T
lui e' tornato
 T
l'ultima tempesta (2016)
 T
l'universalemarie heurtin - dal buio alla lucemi rifaccio il trullo
 T
mister chocolat
 T
mistress america
 T
nemiche per la pelle
 T
nonno scatenato
 T
on air: storia di un successopedro - galletto coraggiosopeggy guggenheim - art addictplaying with dolls
 T
race: il colore della vittoriaregali da uno sconosciuto - the giftrino: la mia ascia di guerrarisortoroom
 T
senza lasciare tracciaskin traffik
 NEW T
sole alto
 T
sp1ralsuffragettethe divergent series: allegiant
 NEW T
the dressmaker - il diavolo e' tornato
 T
the idolthe invitationthe lesson - scuola di vita
 T
the other side of the doortiramisu'
 T
troppo napoletano
 T
truman - un vero amico e' per sempretruth - il prezzo della verita'
 T
un bacio
 T
un momento di folliaun nuovo giorno
 T
un paese quasi perfetto
 T
un ultimo tango
 T
una notte con la regina
 T
un'estate in provenzaurge
 T
usticavasco tutto in una notte livekom015
 T
veloce come il vento
 T
victor: la storia segreta del dott. frankensteinvita cuore battito
 T
wax: we are the xweekend (2011)
 NEW T
zeta
 T
zona d'ombra - una scomoda verita'

933285 commenti su 34977 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net