Recensione lezioni di cioccolato regia di Claudio Cupellini Italia 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione lezioni di cioccolato (2007)

Voto Visitatori:   6,34 / 10 (69 voti)6,34Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film LEZIONI DI CIOCCOLATO

Immagine tratta dal film LEZIONI DI CIOCCOLATO

Immagine tratta dal film LEZIONI DI CIOCCOLATO

Immagine tratta dal film LEZIONI DI CIOCCOLATO

Immagine tratta dal film LEZIONI DI CIOCCOLATO

Immagine tratta dal film LEZIONI DI CIOCCOLATO
 

Prima regia di Claudio Cupellini, "Lezioni di cioccolato" si distingue per originalità nel panorama del genere commedia.

Protagonista della vicenda è Mattia (Luca Argentero), trentenne geometra umbro, titolare di un'impresa edile ma fondamentalmente afflitto da una pericolosa sindrome di Peter Pan: non sopporta i legami sentimentali duraturi e sul lavoro è votato al risparmio più totale in cambio di un maggiore e cospicuo guadagno.
La cosa gli si ritorce contro quando per non aver montato i ponteggi di sicurezza causa un grave incidente a un suo operaio extracomunitario (l'attore africano Hassani Shapi, di casa nel nostro paese per la partecipazione a numerose pellicole).
Ricattato dal suo dipendente, Mattia si ritroverà così a partecipare come allievo a un prestigioso corso per maestri cioccolatai.

Molti gli interessanti ingredienti della storia: il gigantesco spot pubblicitario in favore della celebre industria dolciaria (specializzata sul cioccolato) made in Perugia, dove la storia è ambientata, che fornisce l'occasione per declinare in maniera originale almeno per noi italiani (pensiamo al film francese "Emotivi anonimi") la relazione eros-cibo con maggiore dolcezza; l'integrazione etnica rappresentata dall'amicizia-rivalità tra Mattia e il suo operaio infortunato, il "bildungroman" che vede un cammino di crescita spirituale e sentimentale per l'adolescente tardivo Mattia, la denuncia sociale (il regista, pur scegliendo la strada della leggerezza, affronta il tema difficile degli incidenti sul lavoro dovuti alla noncuranza degli imprenditori).

Tutti i palati vengono accontentati, anche se qualche interpretazione non è di grande spessore. Argentero riesce bene nel suo personaggio e forse la sua fissità espressiva può essere una caratteristica del suo personaggio, così come Marcorè, maestro cioccolataio-guru, deve probabilmente la sua aura di mistero alla recitazione un po' legnosa.
Troppo nevrotica Violante Placido, destinata a piegare il cuore di Mattia con non pochi patimenti, bravissimi Hassani Shapi e Vito. A entrambi spetta il compito di guidare verso la maturità il protagonista con rimbrotti anche affettuosi e consigli propri di chi ha imparato a vivere nelle ristrettezze e conosce la solidarietà e il rispetto umano.

Lieto fine assicurato, successo di pubblico e anche il sequel.

Commenta la recensione di LEZIONI DI CIOCCOLATO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di peucezia - aggiornata al 10/04/2012 15.30.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008604 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net